Tag: sfruttata

Gio

21

Apr

2016

Senza Titolo

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Bene, io soffro di profondi sensi di colpa, PERENNEMENTE.

Mi sento sempre molto stupida, inutile, come se stessi sempre facendo un torto a qualcuno.

La mia migliore amica, essendo tale, lo sa.

Ogni volta che ha un problema o le serve qualcosa, usa questa cosa contro di me in modo che sia io a dover fare il suo lavoro!

Ad esempio: deve scrivere la tesina dell'università. Comincia a dirmi che è impossibile ce la faccia da sola, perché avrebbe bisogno di qualcuno che gliela scriva mentre lei detta. Continua a ripetere che da sola ci metterà il doppio, che avrebbe proprio bisogno di una mano. Io alla fine cedo e, presa dai sensi di colpa, le scrivo la tesi mentre lei detta.

Ancora, mi dice che ha un problema a scrivere un pezzo del suo (futuro) romanzo. Che se qualcuno non la aiuta rimarrà bloccata lì e non andrà più avanti. Che ha davvero bisogno che qualcuno lo faccia per lei, o AL MASSIMO con lei. Io mi sento in colpa, cedo e le scrivo la cosa che le serve.

Così con TUTTO.

Lei si sente male, è triste, quindi si deve fare quel che dice lei.

Lei è stanca, le sta venendo la febbre, quindi non devo contraddirla perché tanto non sta ragionando.

Tutti le copiano le idee, tutte le cose che le piacciono sono fatte apposta per il suo futuro romanzo.

Tutti ce l'hanno con lei, lei è cresciuta bulleggiata.

Lei sa tutto, è figlia di medico, ha fatto delle ricerche, ha studiato, non ha mai torto.

Lei vuole solo che io finisca l'università, mi trovi un lavoro e NON parli a nessuno del MIO di futuro romanzo, perché tanto è una cosa stupida con personaggi idioti che non hanno introspezione.

E io non riesco a liberarmente perché mi sento in colpa, e perché mi sento molto sola e lei è una delle mie uniche amiche.

Però sono arrabbiata. Furiosa.

Non ce la faccio più a sentirmi stupida, inutile, sfruttata.

B A S T A. 

Sab

27

Giu

2015

Non so come andare avanti così, non voglio buttare la mia giovinezza

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Lussuria

Abbiamo 18 anni. Insieme da 3, da 7 mesi non mi cerca più. Anche nei rapporti è freddo e distaccato. Se non gli chiedo io di vedersi staremmo mesi senza vederci. Il "bello" è che stiamo nello stesso paese. Non mi cerca più. Non mi dice più cose dolci o comunque non mi parla proprio.  Quando parliamo è perché lo cerco io. Ho provato a parlarne con lui e la sua risposta è stata: "semplicemente non ho più niente da dirti. Sai già tutto e posso darti per scontata. So che sbaglio, ma da un pò di tempo è così. "

Che dovrei fare? Prima parlavamo,ridevamo e scherzavamo. Tante coppie dicevano che volevano diventare affiatate come noi. Ora invece vorrei dire a tutti quelli che hanno anche solo pensato certe cose che spero non capiti la stessa cosa a loro. 

È orribile stare nella stessa città, nel fiore dell'età, con mille idee e desideri e vedersi smontare così dalla persona che si ama. Io infatti sono una ragazzavitale, ma con lui o si sta in casa sua sul divano o fine. Che tristezza non riuscire ad essere felici a questa età. Senza lui forse resterai sola per sempre. La mia autostima già bassa sta calando ancor di più. Non mi sento più amata e desiderata. Niente coccole e nemmeno baci. Mi faccio schifo perché mi sento egoista a stare con lui solo per evitare di restare sola. Ma il problema è che lo amo nonostante tutto! Però mi rendo conto che non posso obbligarlo ad amarmi. Non posso nemmeno obbligarlo a venire con me o a fare attività che gli propongo io. Non posso nemmeno obbligarlo a dirmi cose dolci. Perché lui non le pensa. Non prova nulla, anche se ogni tanto dice che mi ama ancora (ma non tanto quanto prima). Preferirei farla finita subito che continuare sta tiritera, ma starei malissimo senza lui, perché per me è(era) fondamentale perché era come il mio migliore amico. Ora non c'è più nemmeno quello.  Sembriamo estranei. Al mio compleanno il diciottesimo, non mi h neppure baciato e fatto il biglietto. Il regalo lo ha fatto insieme alle mie amiche. Bello schifo... non posso passare tutta la vita così. .... che devo fare??