Tag: selfcare

Dom

19

Mag

2019

E bast’ mo!

Sfogo di Avatar di Feb7Feb7 | Categoria: Altro

Cerco di farla breve, per modo di dire.Sono innamorata persa, persa a tal punto da essermi resa conto di non aver più punti di riferimento, e di sentirmi dispersa questa relazione fatta di pochissime presenze , di tantissime assenze collegate dal sentirci telefonicamente, non sempre, ma troppo spesso per l’apparente inconsistenza del nostro rapporto. È una storia lunga, verosimilmente assurda, per la mia ostinazione nel non troncare un rapporto così avvilente e umanamente degradante. Eppure, ecco, ciò che mi muove a scrivere, a parlarne, a struggermi, è un uomo di 17 anni più grande di me che è stato da sempre parte del mio setting . Uno che ho sempre visto, guardato, osservato insomma. Inutile dirlo: bello, dannato, stronzo, violento, ma tremendamente e terribilmente irresistibile. Di qui ... da un iniziale coinvolgimento... il suo poco dare e il relativo molto togliere ..... mi ha tirato giù in un tunnel. Mi ritengo e so di essere una bella ragazza, ho 28 anni. Non c’è un uomo, un ragazzo, che mi piaccia, che mi interessi, che mi stimoli, come lui. N I E N T E. Vero è che passerà. Ma intanto, di notte, io che dormivo senza problemi, ora mi sveglio col rumore del SUO garage che si chiude. Perché , ciliegina della torta, abitiamo anche a cinquanta metri di distanza. Da sempre. Comunque, fatta la “piccola” premessa, sono arrivata al punto di doverlo implorare di non cercarmi ne’ rispondere più ai miei messaggi, nel caso in cui in momenti di debolezza l’avessi cercato. A che punto questo narciso mi ha portata.... al pregarlo di ignorarmi.... perché da sola non riesco a troncare questo circolo vizioso.... posso dirlo forte... so di amarlo .... a tal punto ......... da riconoscerlo, per me, velenoso, tossico, addiction.... e chiedergli di lasciarmi stare .... perché c’ Del sentimento non corrisposto e non posso vivere così. Non più. Dal canto suo, mi dice che farà come ho chiesto, che se ho bisogno posso cercarlo se avessi necessità di qualcosa, e che non è vero che poco gli cambia ora che così ho deciso. Ovvie frasi di circostanza a cui avrei preferito un eloquente silenzio. Bene. Sono tre giorni che non ho neanche la forza di alzarmi dal letto e la mia giornata oscilla tra un pianto e uno spritz. Specifico che ho pochi amici, per inculature prese e poca voglia di ricucire finti rapporti e troppa capacità di riconoscere anticipatamente quelli falsi. Consigli ?