Tag: studiare

Mer

25

Lug

2018

Tra un mese sarĂ² un computer

Sfogo di Avatar di ScarsoFecciaScarsoFeccia | Categoria: Superbia

Allora, ho fatto un po' di preparativi e fra poco inizierò a lavorare nella gelateria vicino a casa, ameno fino a settembre.

Tutto il resto dell'estate lo trascorrerò in due modi: 

1) uscendo la sera

2) studiando come un cane

Ho capito che il mio vero problema è che ho il cervello vuoto e con un cervello vuoto non si possono avere interazioni sociali, figuriamoci fare sesso. Quindi non mi resta altro da fare che passare l'estate che precede il mio ingresso all'università studiando.

Studiando che? Di tutto e di più. Filosofia, arte, tedesco, letteratura, approfondire la cultura mainstream, politica, fantasie sessuali tecniche di seduzione, modelli di comportamento umano, ascoltare tutta quella musica che ascoltate voi e di cui io non ho mai colto il fascino, e ancora, computer, fisica, storia, cosmologia, macchine, vaccate popolari, body language. Ho bisogno di diventare una macchina, perché è così che funziono io. Non so operare d'istinto ho bisogno di nozioni e competenze per socializzare e fornicare, studiare è tutto ciò che so fare. Potete consigliarmi quali argomenti studiare per arrivare ad avere interazioni con i miei simili? E per attrarre una ragazza? Conoscete libri o trattati che spiegano ciò? Cos'è che posso fare oggi stesso per farmi del bene? 

 

 

Tags: studiare

Gio

26

Ott

2017

Odio la scuola

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Queste sono parole di una 18enne veramente stanca di far parte di questo opprimente sistema scolastico. Scrivo quì in seguito all'ennesima umiliazione e posso dire che in cinque anni mi sono veramente stancata di entrare in classe e abbassare la testa a tutto. È mai possibile che non un singolo professore deve ridere degli alunni, non prestare attenzione quando qualcuno viene interrogato, divertirsi nel metterli in difficoltà? Oppure vantarsi che la maggior parte dei propri studenti non riescono a supere i suoi compiti scritti e quindi prendere un'insufficienza? Cos'è la scuola per questi professori? Secondo la mia visione, la scuola è un luogo dove IO, studente, devo essere felice. Un luogo dove poter imparare, non facendo una corsa inutile per finire il programma. Un posto che non mi faccia valutare con voti profondamente SOGGETTIVI.

"Il voto vi sprona a migliorare e a mettervi in competitività." mi sento ripetere, eppure un voto negativo mi ha sempre fatto sentire inferiore e senza motivazioni per continuare. Soprattuto dopo che ti spacchi la schiena in due per studiare e approfondire gli argomenti. Di certo non ho mai provato questa utopica condizione di competitività positiva, al contrario all'interno della classe si utilizzano tutte le armi disponibili per metterci in difficoltà, una vera e propria guerra.

I professori, invece, pensano egoisticamente soltanto alle loro materie, assegnando, non curanti, pagine da studiare credendo che la loro materia sia l'unica da studiare. È orribile dover rinunciare a frequentare un corso di teatro, musica, danza, arte, ecc, solo pechè si hanno così tante materie tutte insieme. Io sono stufa di tornare a casa e sperare di non svegliarmi per non affrontare il giorno dopo. Sono stufa di non sapere i miei voti, (quindi non poter neanche capire dove sbaglio), e di non avere voce in capitolo, perchè i professori avranno sempre il coltello dalla parte del manico. Sono stufa di studiare senza IMPARARE. Sono stufa di far parte di questa tirannia dispotica con il falso nome di "scuola".