Altro

Sfoghi: (Pag. 501)

Lun

20

Giu

2016

Sabato, pinna e amici.

Sfogo di Avatar di gagenoregagenore | Categoria: Altro

Sabato pomeriggio... Periferia di Roma...  Sono al settimo piano...  Sotto di me un oceano di erba  verde corre in avanti fino alle pendici dei "castelli romani",  vedo la grande croce dove un Wojtyla già  curvo celebrava il giubileo del 2000 con un mare di gioventù che cantava e si abbracciava,  poco più  giù  vedo la "pinna",  un enorme cupola fatta di tubolari,  ennesimo monumento alla vanità  umana, la città  dello sport...  Un inutile struttura che non vedrà  mai la luce perché  non si sa chi,  ha "mangiato"  i nostri soldi,  la chiamo la pinna perché  é  una struttura che si vede da kilometri e dalla giusta prospettiva,  sembra la pinna dorsale di un gigantesco cetaceo che emerge il tempo necessario per una boccata d'aria e poi si reimmerge subito nel mare di erba verde che lo circonda,  cristallizzato nell'attimo in cui la pinna sul dorso punta allo zenith. Mi sposto dalla finestra,  le figlie del paziente vicino di letto della stanza d'ospedale di mio suocero gli stanno mettendo il pigiama,  esco...  Vado in corridoio di fronte alla sala d'aspetto mi siedo su una panchina,  dopo un po mi giro...  Vedo mia moglie...  Cammina verso di noi,  ma lo fa in maniera strana,  lentamente mette un piede dietro l'altro come camminasse su di una corda da funambolo,  tocca a balzelli il corrimano alla sua sinistra,  come pigiasse dei tasti,  c'è  qualcosa di stonato,  alla metà  del percorso che ci divide me ne accorgo...  Piange...  Guardo subito la panchina davanti a me,  mio figlio si alza e dice "Mamma?"  come se dovesse fare una domanda ma si blocca in piedi pietrificato come il fermo immagine di un film...  Mia moglie si siede vicino a me...  Silenzio nessuno parla,  nessuno chiede nulla,  la domanda non viene espressa ma la risposta arriva lo stesso "6 mesi di vita...  Forse 8".

Alberto (nome finto),  82 anni per la maggiorparte passati nell'edilizia (come salariato) ,  ha costruito con le sue mani la casa dove vive,  non si è  arricchito,  nella borgata  dove abita (che ha visto crescere dai primi anni 60), ha aiutato tutti i vicini (si faceva così  allora),  "alberto quel muro...  Il telaio...  Quel pavimento",  sorrideva..  "vengo io"  e non diceva nientaltro,  ovviamente  non sarebbe mai venuto dietro compenso,  ma in amicizia,  ed anche a quelli che non potevano restituire la giornata di lavoro,  uomo di pochissime parole,  ma le sue mani parlavano e raccontavano di un buon cuore di uno che non diceva mai di no,  ha cresciuto i figli,  un nipote diventato orfano troppo presto...  Parole d'ordine lavoro sacrificio responsabilità  e dovere,  in ospedale pieno di tubicini ed elettrodi ha chiesto la tessera elettorale e la carta d'identità,  e domenica ha fatto quello che doveva fare,  ha votato. 

Gagenore...  Parlo tanto della mia fede,  mi piace parlarne...  Lo faccio in ogni occasione...  Se sapessero quant'è  piccola...  Nella Bibbia è  scritto "se aveste fede quanto un granel di senape potreste dire a quel monte spostati,  e lui si sposterebbe",  la senape ha tra i semi più  piccoli nel mondo vegetale,  se hai fede prega che lo guarisca,  non ci credi gagenore?  Si io credo...  Ma...  La mia fede é  assai più  piccola di un granel di senape,  e prego...  Prego che tutto finisca al più  presto,  prego che Alberto non soffra...  Ha avuto una vita piena appagante,  eppure questo non mi basta,  la vita prima o poi deve finire  cancro o no....  Neanche questo mi basta... Ha 82 anni  ha vissuto molto più  di altri...  Non basta. 

Alberto é  il mio eroe...  Ho 6 mesi di tempo per farglielo sapere...

Sono stato lungo lo so...  Non so in quanti arriveranno a questo punto,  quí  alcuni mi vogliono bene,  altri no (forse),  ma io voglio fare un regalo a tutti...  Vorrei che questo sfogo non avesse commenti  di nessun genere,  un po per non mettervi in difficoltà e costringervi con frasi di circostanza,  un po per non costringervi a consolarmi,  nessuno può  evitarmi questo percorso...  Ed io non mi sottrarrò.  Stamattina una lacrima solitaria é  spuntata dal mio occhio,  ho voluto dare un senso a quella lacrima scrivendo questo sfogo nient'altro.  Scusate...  Non è  il posto giusto per sfoghi così  tristi...  Ma credetemi,  vi voglio bene miei sconosciuti amici,  e gli amici servono anche a questo...  

Lun

20

Giu

2016

Ne ho i coglioni pieni e ho pure male alle ovaie!!

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Puttane di ovaie che mi dolgono nel profondo delle membra mentre quello che è il mio cosidetto "ragazzo" da quasi 4 anni NON FA UN CAZZO in casa dalla mattina alla sera!!! Il letto lo faccio io, cambio lenzuola IO, spolverare IO, PASSARE L'ASPIRAPOLVERE IO, LAVARE IN TERRA IO, LAVARE IL BAGNO IOOOOO, PULIRE I VETRI DELLE FINESTRE IO, METTERE I PANNI A LAVARE-STENDERLI E STIRARLI IOOOO............................. MA VAAAAAAAAAAAFFAAAAAAAAANCCUUUULOOOO EEEEEEEEEEEH!!!

 NE HO LE OVAIE DOLENTI PORCO MONDO, MA è POSSIBILE CHE STO QUI NON FA UNA SEGA?

Ma è possibile che "voi" maschi siete così handicappati ??? Possibile??? Ma vi piace tanto vivere nel sudiciume? EEE poi magari volete pure scopare con la vostra femmina quando non dimostrate alcuna capacità, alcun senso di organizzazione, alcuna intraprendenza???? Che paaaaaaallllleeeeeeeeee e poi ioooo/noiii donne passiamo semppre per quelle "fanatiche-fissate" delle pulizie domestiche!

Caso stranoo ma quando l'ho conosciuto puzzava da morire sotto i pantaloni e non l'ho toccai in alcun modo finché gli disssi PUUUZZII TESORO VAI A LAVARTI CON DUE CHILI DI SAPONE E QUATTRO SPAZZOLE SGRASSANTI-SCROSTANTI!!!!

POI I PIEDI... DA MORIRE... TI HO INSEGNATO A LAVARTI, A PARLARE, A BADARE A TE STESSO.. MO' NUN CE LA FACCIO PIù!!! SONO QUASI UN ANNO CHE ABITIAMO ANCORA INSIEME MA INTIMITà FINITA TOTALMENTE, MI RIFIIUTO, è PIù FORTE DI ME, è IMPOSSIBILE ORMAI CHE RIACCADA... CHE SEX APEAL POSSO AVERE CON TE? CHE UOMO SEI? TUTTO CON CAAAAALMA, ADAAAAAGIO, LAVORIAMO TRE GIORNI E POI PER IL RESTO DEGLI ALTRI 4 GIORNI SETTIMANALI TE LA GRATTI DA MATTIIII E NON FAIIIII NIENTEEEEEEEEEEEEE... IO CHE LAVORI O NON LAVORI MI OCCUPO DELLA CASA E DI TUTTO IL RESTO E TU???' NIENTEEEEEEEEEE.... PARLI SEMPRE DEL LAVORO IN MANIERA VAGAAAAAAA MENTRE IO HO PROGETTI CONCRETI... VORREI COMPRARMI CASA E TU TANTO LA CASA CE L'HAI GIà, QUELLA DOVE ABITANO I TUOI GENITORI: BASTA ASPETTARE CHE MUOIANO ED è TUA!! TANTO QUELLO è L'OBIETTIVO!!!! NON è CHE HAI L'OBIETTIVO DI DARTI DA FARE E MIGLIORARE LA TUA POSIZIONE MA SOLO PER VIVERTELA CON PIù SODDISFAZIONE STA VITA INVECE DI VIVERE L'INTERA VITA IN AFFITTO!!! NOOO, FACCIAMO SEMPRE IL MINIMO INDISPENSABILE, SEMPRE IL MINIMO COMUN DIVISORE SI!!!

mINIMO DISPENDIO ENERGETICO, SENNò CAZZ CHE FATICA!!! LA BARBA TE LA FAI UNA VOLTA A SETTIMANA, ASPETTO TRASANDATO DATO CHE LA BARBA CHE HAI ORMAI è GRIGIO-BIANCA E NON è CHE FRANCAMENTE TI ABBELLISCA, ANZI, TI INVECCHIA PARECCHIO!!! MAI CHE TU MI ABBIA COMPRATO DEI FIORI, MAAAAAAAAAAIII, IN QUATTRO ANNI, MAIII CHE TU MI ABBIA SORPRESA DAVVERO CON LA TUA INTRAPRENDENZA... AH GIUSTO NON CE L'HAI PROPRIO, SEMPRE LA STESSA PALLA.

SONO SEMPRE IO QUELLA CHE SI DEVE FARE IN QUATTRO PER VIVERE UNA VITA DEGNA DI ESSER VISSUTA... MA CON TE LA VITA è UNA MONOTONIA INCREDIBILE NE HO LE PALLE PIENE!!!!!!!!

IL TEMPO DI FARMI UN PO' DI SOLDI E MI CERCO UN ALTRO APPARTAMENTO E VIVRò FELICEMENTE DAAAAAA SOLAAAAAAAAAA E COSì NEL SUDICIUME CI VIVRAI TRANQUILLO, E DORMIRAI QUANTO TE PAREE SU DELLE LENZUOLA SPORCHE DI MESI !!!!! MA VAFFAAAAAAAAANCUUUULOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO 

Lun

20

Giu

2016

ODDIO

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Oddio ragazzi!!!!!

Gli ho mandato le mie foto e cazzo............. non mi risponde per ora!!!!che vuol dire? ha capito che ho 16 anni e se la vuole svignare? ce no amico.... aspetta un attimo!!! scusate la mia follia del.momento sono la ragazza di 16 anni.che aveva scritto il post ieri sul ragazzo di 25 aiuto! questo ha visto le mie foto e si e scollegato. Ovviamnete non erano foto hot ma del viso... viso da 16enne.pero... che nella mia foto profilp forse non si notava particolarmente. Spero che abbia capito perche altrimenti..... bhoo ragazzi sono un po.in ansi ma so che prendero la situzione in mano in qualunque modo Pero che ansia 

Lun

20

Giu

2016

chissà che con questa sia finita, perché non ne posso davvero più...

Sfogo di Avatar di CriseideCriseide | Categoria: Altro

Giorni di fragilità emotiva. Attacchi d'ansia. Non credo sia ansia, a dire il vero, ma non saprei come definire quella sensazione di avere la mia testa fuori controllo e la paura che mi prende all'idea di non riuscire a contenere quello che sento dentro.

Ogni volta che mi capitano questi episodi, mi vengono in mente tutti i nodi irrisolti della mia vita. Così è stato anche nei giorni scorsi. Così, in preda all'esasperazione ho fatto una cosa che mai pensavo avrei fatto. Ho contattato il mio ex su Facebook. Niente di che, il mio scopo era chiudere una questione che sentivo ancora aperta. Così gli ho scritto.

Sembrava persino maturato. Mi ha detto che gli dispiaceva avermi fatto soffrire, che sono una ragazza in gamba e blablabla... Così, alla fine, gli ho scritto un'e-mail in cui gli ho detto tutto, ma proprio tutto, quello che pensavo di lui.

Gli ho detto che mi ha fatta a pezzi quando ho subito un abuso e lui, vedendomi in lacrime perché era appena successo, mi ha detto che era successo perché avevo un'autostima scarsa. Che i suoi sotterfugi per farsi lasciare erano stati un mezzo meschino. Che il fatto che fosse sparito senza dire una parola dopo tre anni mi aveva annientata.

Ho comunque riconosciuto i miei sbagli. Il perché mi ero attaccata così tanto a lui.

Non volevo che rispondesse. Gliel'ho sottolineato, più e più volte, che non mi interessava. Io volevo solo sfogarmi. Stop. Anzi, avendogli scritto il mio sfogo via e-mail, gli ho detto che la poteva anche cestinare senza leggerla.

L'ha letta. E mi ha risposto. Mi ha risposto che era tutta questione di percezioni. Che come un evento poteva essere percepito in un modo, appena vissuto, poi col tempo poteva cambiare.

Scusa, amico Frizz, ti ho parlato col cuore in mano, e tu, senza chiedermi scusa o dirmi "guarda, non sono d'accordo con te, discutiamone meglio", mi parli di percezioni, e che le cose cambiano col tempo? E mi dici che devo curarmi, che ho il potenziale per curare migliaia di persone? Ma ti sei fatto???

Cerchiamo di ragionare? Uno stupro non cambia col tempo, una sparizione vigliacca non cambia col tempo, il mio attaccamento a te non è cambiato nel tempo, mi sentivo troppo attaccata a te all'epoca, e penso tutt'ora che all'epoca fossi troppo attaccata a te. A parte che se fossi un uomo e una mia ex mi dicesse come l'ha fatta sentire il fatto di avere sottovalutato uno stupro che ha subito, io mi sentirei una merda, fatta, finita e fumante anche!

Ma poi, sul serio, chi è il mona che va a parlare per supercazzole prematurate quando uno gli dice affermazioni di un certo tipo? Potevo accettare che mi dicesse che non era d'accordo con me, ma che risposta è "è una questione di percezioni"??????

Ma vai a dar via le chiappe, và! Mi dispiace davvero tanto per la sua ragazza attuale. Non fosse che stanno tutti e due letteralmente dall'altra parte del pianeta, andrei da lei a dirle di scappare! 

Due lezioni imparate: primo, che le cose me le devo risolvere da sola, non sperare in un aiuto dagli altri. E secondo, adesso ho anche la prova che tra i due la più psicolabile non ero senz'altro io!

 

Al diavolo tutto, và... mi sento esausta da morire... 

Lun

20

Giu

2016

cornuto in astineza

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Vi racconto la mia storia e la mia frustrazione...

Sono un cornuto segaiolo ed ho una molgie bellissima di 43 anni per la quale nutro una vera OSSESSIONE....vi spiego meglio

Ho sempre desiderato che mi facesse cornuto, e per anni mi ha accontentanto. Fin da quando eravamo fidanzati, la facevo vestire con micro abiti, senza reggiseno (porta una 5') e senza mutandine, con tacchi altissimi e mi eccitava portarla dove c'erano molto maschi, tipo pub o discoteche...ho assistito piu volte a mia moglie mentre si faceva 3/4 maschi in una sera, non scopate, ma ditalini e palpate a profusione...

Era fantastico ammirarala...bellissima... in mezzo ad altri maschi che se la facevano a turno o tutti insieme. Poi, dopo il matrimonio ha avuto parecchi amanti, a parte un paio di avventura ha sempre storie lunghe fino a 5 anni fà che si e lasciata con il suo ultimo amante. 

Ricordo con sfrustrazione quando si preparava per uscire il Venerdi sera con il suo amante...bellissima, mora, capelli lunghi mossi, occhi da gattina sapientemente truccati, camicetta bianca trasparente e leghis attilattissimi al punto che si vedeva il taglio della sua fica....mi ammazzavo di seghe ancor prima che uscisse di casa... 

ma ora sembra tutto finito..So per certo che si farebbe scopare da un paio di miai amici, ma purtroppo entrambi i  miei amici sono impegnati con delle sue amiche quindi  lei non fara mai il grande passo...anche se loro se la chiaverebbero entrambi all'istante...lo so perche vedo come la guardano..

Poi ce da dire che per problemi famigliari, la sua libido e praticamente assente...la figa me la da perche si sente obbligata a farlo, non perche ne ha volgia quindi vi lascio immaginare la mia frustrazione visto che la vorrei TROIA FINO AL MIDOLLO..

Perdonate lo sfogo, acceto consigli...se vi dimostrerete anche dei buni seduttori ve la presento subito chissa che qualcuno di voi riesca scoparsela...

D. 

 

Lun

20

Giu

2016

Vorrei scappare, ma non posso!!!

Sfogo di Avatar di prisonerprisoner | Categoria: Altro

Dunque, la situazione è per me altamente tragica, ma per altri (come ho già constatato parlandone con amici e parenti) sembra una sciocchezza. Perciò ho deciso di sfogarmi qui e mandare al diavolo tutti.

Cinque anni fa è morto mio padre all'improvviso, un infarto che ci ha decisamente colto di sorpresa, e da lì sembra che la casa si sia rivoltata contro me, mia sorella e mia madre. La casa o il destino o la vita...non lo so.
Sì perchè dopo aver cercato di andare avanti con la sola reversibilità, dato che nessuna di noi ha uno straccio di lavoro, abbiamo avuto più problemi che altro.
Problemi di salute con tanto di operazione chirurgica, problemi di soldi naturalmente dopo vari danni da sistemare in casa, infine problemi di INFESTAZIONI varie che mi sanno uccidendo i nervi.

Spiego meglio: io sono entomofobica, ossia ho la fobia di tutti i tipi di insetto.
Quindi capirete il trauma di avere delle orribili blatte dentro la cucina a causa di lavori al palazzo che hanno smosso queste bestie dalle fondamenta (ci abbiamo combattuto per tre anni e solo da pochi mesi sembra andare meglio) e adesso l'invasione di piccolissimi insetti bianchi e grigi (forse acari dell'umidità) che hanno invaso il salotto, luogo dove mi ero rifugiata negli ultimi anni per stare per conto mio. Sono dappertutto e talmente piccoli che sfuggono anche all'aspirapolvere.

Ho serie crisi di pianto anche se solitamente tendo ad essere bella tosta di natura.
Vorrei scappare a gambe levate da questa casa maledetta, ma non posso. Non ho posti dove trasferirmi, nè soldi o lavoro, nessun amico che possa ospitarmi come capita sempre in tv, nessun parente che si degna di aiutare. I miei nonni sono tutti morti e non ce n'è uno che abbia lasciato a noi la casa, solo ad altri nipoti, la cui vita sembra perfetta.

Già, gli altri hanno tutte le fortune.

Ho proposto più volte il trasferimento per ricominciare con mobili nuovi e il resto, ma anche se avessimo la possibilità, mia madre la prende come uno scherzo e non lascerebbe mai la casa comprata con mio padre, mia sorella pensa che esageri e io sono bloccata qui.

PRIGIONIERA in questo incubo di casa.

Inoltre tutti questi problemi mi fanno sentire maggiormente la mancanza di mio padre, una persona che sembrava avere una soluzione a tutto.
Se lui fosse qui le cose sarebbero diverse, magari avrei una chance di cambiare casa perchè avremmo più soldi, avrei una possibilità di vita migliore, invece no.
I miei amici fanno viaggi, cene fuori, feste, vacanze...e io resto bloccata in un incubo senza fine.
Tanto dopo questo, ci sarà qualcos'altro, già lo so.

Sono a pezzi e non so se riuscirò a sopportare tutto questo ancora a lungo.
Naturalmente le mie crisi di pianto e la mia insofferenza non dipendono solo dagli insetti, come pensano tutti. È tutta una serie di cose accumulatesi in cinque lunghi anni d'inferno. Come se affrontare un lutto simile non fosse una tragedia sufficiente!!!

Mi sembra di non avere il controllo su NIENTE, niente va bene, sono una venticinquenne infelice da morire e sono stanca.

Grazie della possibilità di sfogo! 

Lun

20

Giu

2016

Un Weekend al Mare

Sfogo di Avatar di MultiversoMultiverso | Categoria: Altro

Mi è venuta così.

Ci andate e vi rinfrescate i pensieri e gli spiriti. Si interrompe la vasodilatazione. Si lascia riaffluire il sangue al cervello.

Ah, questa fine primavera...e dire che sarà un'estate piuttosto fresca! E comunque alla battuta di ----cancellato----- qualcuno avrebbe potuto ridere.

 

Dom

19

Giu

2016

Non sono felice

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Perché tutte le persone che ho intorno sono felici e stanno raggiungendo degli obiettivi, mentre io rimango sempre al punto di partenza?

Cominciamo con il fatto che non ho mai avuto un amico maschio. Ho 16 anni e gli unici ragazzi con cui ho avuto a che fare mi hanno sempre presa in giro. Parlo di elementari e medie.

Poi arriviamo alla superiori e boom, classe di sole femmine.

Ho 4 amiche in totale e non mi lamento perché almeno sono amicizie vere. Però cavolo, vorrei confrontarmi con una persona del sesso opposto.

Ho provato tante di quelle volte a scrivere a dei ragazzi che ora ci ho rinunciato. Mi hanno sempre rifiutata senza darmi nemmeno un'occasione. E io ho sempre chiesto soltanto un'amicizia.

Okay, non sono proprio uno schianto, ma ho un carattere decente e so essere simpatica. Il problema: sono timidissima.

Per esempio, l'altro giorno sono entrata in un negozio e dovevo chiedere una cosa alla commessa. Non riuscivo a parlare, mi si è abbassata la voce e mi mancava il respiro. Pensavo di essere migliorata ma poi torno sempre indietro. Voglio dire, ho fatto dei passi da gigante rispetto alle medie ma ancora non mi basta per vivere in pace e tranquillità.

Inoltre mi sento inferiore a praticamente tutto il mondo.

Mi impegno tanto a scuola e non vedo i risultati. Certo, i miei voti sono sufficienti, ma vorrei qualcosa in più di un semplice 6. Vorrei essere intelligente.

Io so che mi sottovaluto davvero tanto, so che ho anche io del potenziale e che ho anche io i miei pregi, ma poi arriva la vita che mi fa capire solo che faccio schifo.

Non voglio essere bella, popolare e cazzate simili. Voglio trovare qualcuno che apprezzi la vera me.

E non voglio conoscere nuova gente in modi che di me non mostrerebbero niente, come andando in discoteca o truccandomi.

Vorrei che qualcuno mi desse la possibilità di aprirmi, di essere davvero me stessa andando oltre la mia faccia da zombie e il mio corpo sproporzionato.

Fra poco vado al mare e vorrei tanto conoscere persone nuove ma non so come fare, anche perché sarò con i miei, in una casa e in spiagge senza bar e cose simili.

Ultimo problema (sì, certo): sto sprecando la mia adolescenza. Dovrebbe essere il periodo del "proviamo cose nuove e conosciamo nuova gente", ma nel mio caso è più "stiamo sul letto tutto il giorno a guardare dozzine di serie tv e film". In questo modo non capirò mai cosa mi piace.

Sto cercando di capire anche la mia sessualità, sono quasi 3 anni che ho dubbi e non riesco a giungere ad una conclusione perché non ho mai fatto un'esperienza diretta.

2 anni fa ero completamente persa di una mia amica, infatti ci penso ancora (mi manca terribilmente), però non so se questo abbia una rilevanza anche perché non siamo mai arrivate a nulla. In pratica stavamo insieme senza saperlo e quando io provavo a fare un passo avanti lei aveva paura e così ci siamo perse di vista.

Bella la vita.

Dom

19

Giu

2016

ARTISTA

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Ho sempre fatto molti lavoretti quando ne ho possibilità, ma la mia aspirazione è di vivere della mia arte, amo dipingere ma sembra che oggi a nessuno frega un cazzo di riempire un muro -_-

Dom

19

Giu

2016

Non ho uno scopo

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Mi sembra di non avere uno scopo nella vita. Non ho nessun talento, non so fare assolutamente niente e non ho niente per cui lottare.

Per esempio, se sapessi disegnare farei di tutto per migliorare, studiare e fare quello come lavoro. Invece io non so fare niente, o almeno niente che mi possa fare anche da passatempo.

Me la cavo con le lingue straniere e vorrei viaggiare, sto studiando (ho 16 anni) per raggiungere questo obiettivo ma non so cosa potrei fare.

Il mio sogno è sempre stato quello di viaggiare per fare fotografie, ma non sono capace e non ho i soldi per permettermi un corso per vedere se effettivamente sono senza speranze o se potrei imparare.

Perché tutto deve avere un costo?

So che queato sfogo potrebbe risultare incoerente, quindi cercherò di spiegare meglio.

 Se continuassi a studiare lingue (cosa che non so se farò per via dei soldi) non so che lavoro potrei ottenere e se questo mi farebbe felice. Io non voglio passare la vita a lamentarmi del mio lavoro, io voglio "vivere per lavorare e non lavorare per vivere". Non ci so fare con le persone, sono estremamente timida, perciò scarto già la possibilità di diventare hostess o cose simili, anche se mi sarebbe piaciuto. È che so che non sarei felice. Al contrario, fare fotografie non mi imporrebbe un contatto con le persone ed è ciò a cui aspiro di più. Però non so se avrò la possibilità di verificare se questo potrà diventare una passione e poi un lavoro, o se rimarrà una stupida fantasia di una stupida sedicenne.

Per non parlare di quanto vorrei essere brava a scrivere, aiutare la gente a capire meglio se stessa parlando di me o di qualcun altro.

Oppure aiutare direttamente le persone con un lavoro come quello della psicologa, questo si che mi piacerebbe, ma c'è sempre il problema degli studi.

Sono indecisa tra il voler dedicare la mia vita a me stessa o agli altri. Il lavoro di fotografa riguarderebbe soltanto me, quello di psicologa forse entrambe le parti. Si impara così tanto dagli altri.

Riassumendo, non so cosa fare del mio futuro e nel frattempo sto sprecando la mia adolescenza.

« Prec Succ » 1 ...101 ...201 ...301 ...401 ...498 499 500 501 502 503 504 601 ...701 ...801 ...901 ...1001 ...1101 ...1201 ...1301 ...1401 ...1456

Iscriviti

Iscriviti
Iscrivendoti potrai aggiungere commenti senza attendere approvazioni, votare gli sfoghi e potrai gestire i tuoi post ed il tuo profilo senza limitazioni.
Clicca qui o sull'immagine per aggiungerti