Altro

Sfoghi: (Pag. 501)

Mar

15

Nov

2016

la spesa...

Sfogo di Avatar di spellspell | Categoria: Altro

ero ricoverata col grande4gg!

"amore,fai una spesa sana!non prendere schifezze!pensa che il microbo deve mangiare sano!è piccolo!"

lui:"non preoccuparti spell...sono appena tornato...ho comprato cose sane!"

io:"cosa?"

lui:"pollo,cordon bleu...la nutella no perchè me l'ha presa la nonna!cmq ho preso anche qualcosa per la colazione!"

io:"amore,mi raccomando...quanto hai speso?"

lui:"40€però non ti preoccupare...anche cose sane!"

bene...oggi faccio per sistemare il mobile della sala e becco lo scontrino della spesa che ha fatto:

patatine coop(finite)

 

pollo allo spiedo(finito)

mortadella(finita)

pancetta magretta(chissá cos'è)

coppa(finita)

yogurt(troppo sani...ci sono ancora in frigo)

confezione di piadine(finite)

fanta(finita)

NUTELLA(te l'ha presa tua nonna...come no)

kinder pane ciock(in 4gg se li è sbranati tutti) 

latte

patè olive(non pervenuto in frigo)

ritornelli(finiti)

maionese(finita)

500gr cordon bleu

pan briosce barilla

succo pesca

succo pesca e mango

tot 40€

ma mi spiegate dove sono le cose sane???frutta,verdura,formaggi,pesce carne?????mamma mia il prossimo ricovero faccio la spesa io...ni preoccupa quando sta a casa col microbo!gli fará venire un fegato grande come una casa! 

Mar

15

Nov

2016

Mi sono vendicata

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Mi sono vendicata del mio ex perché dopo esserci lasciati ha cominciato a frequentare una mia amica molto stretta, che mi ha oltretutto insultata e minacciata quando io ho gentilmente chiesto spiegazioni.
Ho venduto una cosa per lui importante che mi aveva regalato e ho bruciato ogni ricordo che avevo di lui ma la verità è che non mi sento meglio. 

Tags: ex, vendetta

Mar

15

Nov

2016

lo stess che avanza...

Sfogo di Avatar di spellspell | Categoria: Altro

...io sono stressata:ovviamente

...il mio compagno è stressato:ovviamente...non è abituato a fare il mammo e quando torno dai ricoveri ha un sorriso che gli si illumina la faccia!!!ieri mentre mangiavamo tirava dei sospironi pazzeschi...gli mancava la mia cucina,gli mancava il trambusto che creo,gli mancavo!

...il grande è stressato:non va a scuola, tutte le schifezzine che deve prendere e gli mancano i capelli!!!accarezza sempre quelli del microbo 

...il microbo è stressato:gli manca la mamma quando siamo ricoverati...fa scene di gelosia...ha bisogno di stare un po' con me...

...quello che mi fa più strano sono i gatti!!!stressati anche loro!!!

...gattomaschiocolnomedafemminacastratoeciecodaunocchio(il suo nick su sfoghiamoci)piange quando me ne vado...torno a casa e me lo ritrovo pieno di carpogni sul pelo...quando si stressa gli vengono i nodi...ieri una faticaccia a toglierli...ha il pelo lungo!ho preso le.forbici e ho tagliato...non ha detto nulla!si vede che voleva anche lui le piccole attenzioni di spell!

...gattanerasenzaunpezzod'intestino non mi molla nemmeno quando vado a far pipì...esco a fumare e.mi segue...

devo stare dietro a tutti,ma chi sta dietro a me?ho bisogno di togliermi lo stress anch'io...coccole e attenzioni a tutti... 

Tags: stress

Mar

15

Nov

2016

A te.

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro



Il ricordo di te lo paragonerei più a un sogno, che a una realtà vissuta. È passato tanto tempo, tempo in cui non ti ho visto, sentito, seguito. Tempo in cui ho cercato di rimuovere ogni ricordo. Mi ritrovo però, qui, in un altra vita, a pensare a quei momenti, pochi ma indelebili, come un bambino di 10 anni già consapevole del fatto che Babbo Natale non esiste, ma talmente restio ad accettarlo che si aggrappa a qualsiasi appiglio che gli dimostri il contrario. Dopo di te ho avuto il meglio, ciò che chiunque vorrebbe. Lo dico consapevolmente, perché so che non sei il meglio, per me. Tutte queste razionalità le conosco a memoria, e mi consentono di aggrapparmi all'idea di te solo nella solitudine, solo di notte. Forse per te si è trattato di un episodio, non lo so. Forse vorrei che fosse così, perché ora non ci penserei. Mi ricordo il giorno prima di vederti, fra vari ghigni in comitiva dicevo "Farà numero, sarà una bella scopata". In verità, da subito, non è stato così. Quel thè/aperitivo/nonsoche si è trasformato nella migliore conversazione mai avuta, con una persona che riusciva a rendere speciale una birra nella triste cornice di una sala bingo. Tanto che ancora adesso, nonostante il lasso di tempo trascorso, fatico a passare davanti a quella cazzo di sala bingo, posto in cui ho vissuto una notte così... Ci sono così poche, ma tante, cose che potrei dire ma forse non riesco neanche ad esprimerle a parole. Perderebbero di significato. Forse di quella  prima volta in cui abbiamo fatto sesso , che è la prima cosa a cui penso ogni volta che mi capita di rifarlo con un qualcuno che non sei tu. Lo so, è terribile, ma ho bisogno di chiudere gli occhi e pensarti. Come sto facendo ora, momento in cui posso abbandonarmi alla sincerità più pura. Non c'è notte in cui non pensi a quella volta in cui, fra mille risate, siamo caduti nella doccia rompendo la tendina, e abbiamo continuato a fare sesso. E' stato uno dei momenti più magici della mia vita. O quella volta in cui siamo andati da Franco a mangiare piatti ignoranti e tu mihai fatto assaggiare la pagliata. Tu queste cose non le sai, non sai che valore hanno per me, e non lo saprai mai. La cosa è nata e finita, e ho fatto in modo di farti pensare che sia stata una cosa così... ma no, non lo è stata. Ho fissato nella mia testa dei momenti che nessuno potrà mai togliermi, nei quali rifugiarmi. Siamo ancora a terra, pieni di lividi, l'acqua che scorre e noi a ridere nudi e felici. 

Mar

15

Nov

2016

Ho mentito e non so più come uscirne

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Aiutatemi per favore. Sono una donna adulta che esce da un matrimonio con due figli. La storia con il mio ex marito mi ha devastata e minata tanto nella mia autostima, mi sento sempre troppo poco rispetto agli altri e per questo per due anni non ho avuto storie e ho tenuto tutti a distanza. Invece sei mesi fa mi è capitato di conoscere un uomo in chat e abbiamo cominciato a parlare. All'inizio io stavo proprio solo giocando, nemmeno lo avevo visto bene in foto e comunque non mi piaceva molto..quindi era tanto per passare qualche sera a chiacchierare. Invece ci siamo presi e io sono stata sincerissima con lui su tutta la mia vita. Quando abbiamo parlato dei rispettivi lavori, lui mi ha detto di occupare un posto molto importante, mentre io faccio le pulizie nelle case per mantenere i miei figli. Non c'è nulla di male, ma mi sono vergognata perchè so che nella vita acrei potuto aspirare a tanto di più, avendo anche una buonissima cultura e così per quelle insicurezze di cui ho parlato prima, ho mentito dicendo che mi stavo adattando a fare questo lavoro, in attasa di trovare di meglio essendo laureata. In realtà io non sono laureata, ho lasciato gli studi a metà. Mi sono subito pentita della bugia, ma mi sono detta che era solo una chat e che non mi piaceva nemmeno e magari mi stava dicendo lui un sacco di balle. Invece il tutto è continuato, ci siamo incontrati e io mi sono innamorata di lui. Non sono mai riuscita a rivelargli la verità sulla  mia menzogna. Ci siamo fidanzati e ora lui vortebbe conoscere i miei e io ho paura che la verità esca fuori e comunque mi sento malissimo sapendo di avergli mentito per questi otto mesi. Lui spesso tira fuori l'argomento della mia laurea dicendomi di fare concorsi a cui ovviamente io non posso accedere invece. Una volta due mesi fa ho provato a parlargliene chiedendogli se lui mi aveva mai mentito, pure su una cosa piccolina, invece mi ha detto di no, che trova le persone che mentono immature e con qualche problema, poi mi ha guardato strano e mi ha chiesto se lo avessi fatto io e mi è mancato il coraggio, gli ho detto di no. Non so come uscirne. Lo amo e so che non potrebbe mai perdornarmi perchè a questo punto perderebbe ogni stima di me. Sto pensando di lasciarloe mi sento uno schifo, e so che ho mandato a monte un opportunità di vera felicità per aver detto una stupidaggine. 

Mar

15

Nov

2016

Sono malato mentale.

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Ho scoperto di avere il DOC .Disturbo ossessivo compulsivo di personalità. 

Mar

15

Nov

2016

I miei genitori si sfogano su di me

Sfogo di Avatar di BohBoh | Categoria: Altro

Non è facile parlare di questo per me.

 

Io penso di soffrire ormai da un paio d' anni di una forma di depressione ricorrente, che ha causato anche un rallentamento degli studi universitari...partiti in quinta, e poi, come se fossi in salita, son rallentati sempre di più. Chiusa parentesi.

 

Qualche giorno fa ho ordinato dei libri di scuola per mio fratello, da Amazon. Avete presente il codice che c'è dietro ogni libro no? Ecco. Se anche un solo numero non corrisponde, il libro non va bene.

 Oggi è arrivato il corriere. Apriti cielo.

 Mia madre e mio padre mi hanno fatto una merda, per 'sta stronzata. A urlare come pazzi, soprattuto mia madre "Sei un imbecille, non servi a niente, sei superificale anche nella vita, ma cosa vuoi fare tu nella vita eh? Cosa?" e altre belle parole che non ho ben capito perchè ero al tel con Amazon per risolvere 'sto disguido. Per la cronaca, solo un libro ho sbagliato a ordinare eh. 

Adesso, lasciamo stare 'sta stronzata. Questo è solo uno dei tanti episodi.
Sbaglio una cosa? Mi fanno una merda
Non passo un esame? Torno a casa e lo dico, tutto ok.

Il giorno dopo, devo essere svegliato dai loro discorsi su di me (sempre urlando): "Ma che cazzo si  è messo in testa questo imbecille?! Non è buono proprio, non combinerà mai niente ecc ecc"

 Io mi rendo conto che la situazione non è delle più rosee, per via di altre cose che non sto qui a spiegare. Ma io non posso essere la loro pattumiera, mi fanno pesare ogni cosa.
Una volta ho avuto un crollo emotivo. Sono scoppiato, come un vulcano; mi sono chiuso in camera e ho pianto, tantissimo. Non piangevo da anni. E mentre piangevo, nella mia mente rimbombavano le loro parole: che sono un fallito, che sono un imbeclle, che non combinerò mai niente... mi stanno convincendo, piano piano.  Inutile dire che questa cosa mi condiziona un po' la vita in generale, penso che la mia depressione ricorrente sia dovuta anche a loro.

Adesso ho dubbi su tutto, su quelle che sono le mie capacità, su quello che sono io, sulla persona che sono veramente. Ho rallentato parecchio con l' uni, non rendo più come prima. Quando ero più sereno, agli esami più difficili andavo benissimo, adesso per fare esami più piccoli e facili fatico 10 volte di più, e prendo anche voti bassi; sto perdendo la fiducia in me stesso e nel futuro. Non so che fine farò.

Mar

15

Nov

2016

Cosa mi sta succedendo?

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Da due anni sto seriamente lottando contro il mio declino mentale: sto commettendo sempre più errori al lavoro, sono sempre più distratto e fatico a ricordare i dettagli. Si tratta di un vero e proprio disastro considerando che sono un consulente informatico! Non vi dico quanto sono avvilito quando vengo chiamato per aiutare un collega a sistemare un pasticcio che ho combinato mesi prima: attualmente spero solo che non mi licenzino! Ho accettato la diagnosi di depressione, sono in cura da uno psicologo e da uno psichiatra ma, a parte convivere meglio con le mie mancanze, non noto sinceramente alcun miglioramento. 

Ho effettuato gli esami neurologici di rito (tac, rm) e relative visite neurologiche: dicono che è tutto a posto eppure non mi riconosco più, ho 30 anni e mi sembra di averne 70.

Oggi è stata una giornata particolarmente umiliante al lavoro, sono uscito a pezzi: non fraintendetemi, i miei colleghi sono molto comprensivi ma al tempo stesso schietti e difronte alle mie mancanze e ai miei errori, soprattutto se mi vengono fatti notare in modo palese, mi sento crollare il mondo addosso. Una volta reagivo con rabbia difronte ad un mio errore e, con grinta, mi mettevo a lavorare ancora più sodo sapendo che potevo fare di meglio e così era. Adesso ho smesso di funzionare in modo corretto e provo odio verso me stesso: tanti sacrefici, tante rinunce e alla fine a farmi scherzi è proprio il mio cervello. 

Mi odio, vorrei morire, lasciare questo mondo per smettere di soffrire, per non avere il tempo di vedere la mia situazione peggiorare ulteriormente. Nessuno mi capisce, o meglio nessuno può aiutarmi nel modo che desidero: ridarmi le miei facoltà mentali precedenti a questo inesorabile declino.

Desidero la morte ma non ho il coraggio di uccidermi: non si tratta di istinto di sopravvivenza ma di vigliaccheria!

Tags: malattia

Lun

14

Nov

2016

Grazie di avermi insegnato l'amore

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Quando avevo 18 anni rimasi incinta e volevo portare avanti la gravidanza andando anche contro la mia famiglia. 

Purtroppo al terzo mese ebbi un aborto spontaneo, mio figlio morì nel mio ventre dopo che avevo sentito il battito per più di un mese... è stata una delle esperienze peggiori della mia vita, mi ha segnata profondamente, e per alcuni anni ho sofferto di una forma predepressiva che ho superato solo facendo un grande lavoro su me stessa.

Da allora è passata tanta acqua sotto i ponti, ho avuto altre relazioni, e attualmente ne sto vivendo una che mi fa soffrire, in quanto con una persona che, dopo diverse esperienze, non crede più nell'unicità dell'amore, e vorrebbe una coppia aperta.

Sto pensando di chiudere questa relazione, perché mentre lui dice che la differenza tra me e lui è che lui è emancipato, per me è che io all'amore vero ci credo ancora , mentre lui non ci crede più. 

Sarà ingenuo o fuori tempo, ma non mi vergogno di dire che secondo me è stata la breve esperienza con mio figlio a permettermi di crederci per sempre. Dopo aver sentito il battito del suo cuore non ho mai smesso di credere che qualcosa di tanto forte e puro possa entrare nello spirito di una persona e mettere radici. Mio figlio che non è mai nato è stato l'esempio di quell'amore che vorrei dedicare a un compagno mio pari, e il battito del suo cuore si è impresso nella mia mente come una ninna nanna antica, indimenticabile.

Ricordo ancora il momento in cui, nello studio della ginecologa, i miei genitori si guardavano sconfortati perché nel mio ventre mio figlio era vivo... ma il suo cuore riempiva tutta la stanza, e mi sembrava più forte di qualunque cosa, più forte della loro disapprovazione, o di tutto quello che avrebbe potuto dire la gente. E lì ho capito che oltre tutte le stronzate che facciamo, oltre tutte le persone squallide e superficiali, oltre ogni situazione sordida che può passarci accanto e ammiccare alle nostre debolezze, c'è qualcos'altro che noi possiamo scegliere di avere dentro; ed è una scelta radicale e impegnativa, perche presuppone non aver paura di cantare fuori dal coro, di rischiare di essere delusi , umiliati.

E l'unica cosa che continua a rendermi forte nella scelta di crederci sempre e nonostante tutto è che so bene che nella tomba tutte le cazzate squallide della nostra vita non ce le porteremo. Ci potremo portare forse solo pochi momenti davvero importanti, e quello che mi porterò io sarà il momento in cui il battito di mio figlio è uscito dal mio ventre per entrare nel mio cuore. 

Lun

14

Nov

2016

La verità è che non avete coraggio

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Vi aspettate di essere al centro dell'attenzione. Vi aspettate di essere il centro del mondo di tutti. Voi potete essere importanti ma mai il TUTTO di una persona. Se non capite questo, buttate il tempo, buttate la vostra merda su chi non merita, su chi non centra un cazzo, creando così una catena. Riflettete sui gesti, sulle parole, non fate le cose a cazzo. 

« Prec Succ » 1 ...101 ...201 ...301 ...401 ...498 499 500 501 502 503 504 601 ...701 ...801 ...901 ...1001 ...1101 ...1201 ...1301 ...1401 ...1501 ...1567

Iscriviti!

Iscriviti
Iscriviti e potrai aggiungere commenti senza attendere approvazioni, votare gli sfoghi e gestire i tuoi post ed il tuo profilo senza limitazioni.
Clicca qui per aggiungerti