Altro

Sfoghi: (Pag. 3)

Lun

24

Giu

2019

La ragazza perfetta o forse no!

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

A breve mi diranno se avrò bocciato l'anno oppure se sarò passata, che ansia assurda!

Mi descrivo come una ragazza molto brava e diligente, mi sono sempre impegnata a scuola, ho molti amici e ho un lavoro che vorrebbero fare molte persone. Sembra quasi il profilo della ragazza perfetta, ma la verità è che mi sento bloccata, mi sento così persa e triste perché la mia vita sembra perfetta ma è tutto il contrario che perfetta.

La verità è che sono davvero brava e mi sono sempre impegnata ma nessuno ha mai apprezzato l'impegno che ci mettevo a fare tutto. Le persone mi hanno sempre adorato, ma da quando faccio questa nuova scuola e questo nuovo lavoro, certi miei colleghi di lavoro mi odioano, solo perché sono più brava di loro, e cercando in tutti i modi di farmi licenziare, il mio capo mi tratta sempre male, come se fossi la persona più inutile del pianeta e difatti a volte mi sento la più inutile del pianeta, per colpa del lavoro e di altri fattori non riesco più ad andare bene a scuola nonostante studio tantissimo e cerco in tutti i modi di avere voti buoni non c'è la faccio. Ho molti amici è vero ma non riesco mai a fidarmi di loro, sono amici inutili perché so che se ho bisogno di loro, loro non ci saranno mai per me, pure la mia migliore amica mi delude sempre, ogni volta che ho bisogno di lei, lei trova sempre una scusa. Però ho paura di ritrovarmi sola e senza amici.

Spero solo di passare questo anno così potrò finalmente ricominciare da zero una nuova vita in un nuovo paese.

Altrimenti se non passo l'anno dovrò passare un altro anno in quel uffico, in questa famiglia, in un posto dove le persone non apprezzano quello che sono e vogliono solo che io sia perfetta, e soprattutto vorrei passare l'anno per mia mamma altimenti lei torna indietro dovunque lei sia e mi spezza le ossa.

Mamma te lo giuro che mi sono impegnata molto per passare l'anno e spero solo che un giorno potrò rincontrarti e raccontarti di quanto è pazzo e strano questo mondo per me. 

Lun

24

Giu

2019

Senza Titolo

Sfogo di Avatar di NimoeNimoe | Categoria: Altro

Ho paura. 

La stanchezza, il lavoro, le gratificazioni, la bellezza del mondo intorno a me cedono il passo alla più profonda angoscia, quando  ogni giorno vedo il sorriso di mia madre e di mio padre. 

Un giorno sarò costretta a cercare quel sorriso su foto stropicciate. Cercherò quelle care voci nelle registrazioni metalliche dei video, accarezzerò lo schermo cercando di raggiungere le loro mani. 

Non posso impedirmi di immaginare mio padre steso su quel letto, le rigide dita intrecciate al rosario, il viso cereo. Immobile, freddo, sordo ai miei richiami.  Non avrò più nessuno da chiamare "papà". Nessuno coltiverà più i bellissimi fiori del nostro giardino, nessuno si alzerà presto per curare l'orto e il frutteto con amore. Al mattino il suo cane andrà ad aspettarlo davanti al portone di casa, come ha sempre fatto, ma mio padre non uscirà mai più e non gli scompiglierà il pelo con una carezza. Nessuno verrà più a darmi un bacio sulla fronte mentre dormo.

Non posso impedirmi di immaginare mia madre stesa su quel letto. Lei, così forte, massiccia, inarrestabile. Anche lei, infine, soccomberà alla morte. "Ogni tanto penso che quando sarò nella tomba e pioverà, sentirò freddo." mi ha detto una volta. Questo pensiero mi distrugge. 

Penso a tutte le loro storie e ai loro racconti, alla loro giovinezza, e la mia rabbia e la mia pena ruggiscono e lacerano il mio cuore. Non è giusto! Non è giusto che debbano morire! 

Io li amo! Sono la mia famiglia. Vorrei sentire per sempre la loro voce e le loro carezze. 

Vi voglio bene, mamma e papà.  

Tags: morte

Lun

24

Giu

2019

TIC! TAC!

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

TIC! TAC! TIC! TAC! Sono le 2:45, una notte calda di Giugno del 2019. Eddie non riesce a dormire, quel rumore lo fa sobbalzare ogni due per tre nel letto. TIC! TAC! TIC! TAC!
Chi ha comprato quella sveglia nuova? Non è una sveglia. E' la sua testa. Non si riesce a dormire sonni tranquilli quando si ha paura.
Eddie dorme nel suo letto, sul materasso inferiore di un letto a castello, mai cambiato da quando la sorella maggiore è partita e si è realizzata nella vita.
Ma Eddie no, Eddie non conosce quello che sarà. Restare svegli al buio immaginando raggi di luce che spezzano l'oscurità della sua stanzetta. Sembra di essere osservato. Il disegno sulla toga di legno del letto superiore, un occhio, disegnato dalla sua ex ed ormai cancellato durante uno di quei giorni passati a piangere all'insaputa dei propri genitori.
Quell'occhio che un tempo riusciva a renderlo felice, come se ci fosse qualcuno lontano che lo amasse e lo facesse sentire al sicuro, ora non c'è più. Ora ci sono solo occhi estranei, bocche feroci pronti a divorarlo.
La vita è difficile a 25 anni, quando ci si sente insoddisfatti. Insoddisfatti della propria vita lavorativa, del mondo che ti circonda. E' impossibile diventare adulti quando tutto ciò che ti circonda è grigio. Quando non sai come e cosa fare, quanto guadagnare.
"Ehi, stai chiudendo gli occhi?", una voce lontana entra nella mente di Eddie e non esce fuori. Impossibile far uscire l'oscurità che tutti noi portiamo dentro. Da decenni sono finiti i grandi anni del boom economico, anni mai vissuti. I suoi genitori si. Eddie ama i suoi genitori. Ma li odia. Odia non riuscire ad esprimersi con loro, due mondi troppo lontani, una guerra generazionale.
Eddie ha sempre vissuto un conflitto interiore, una sfida con se stesso. Eddie ha quel momento di "rivalità" con la sorella, per i suoi traguardi. Ma lui non è come lei. Lui ama la lettura, la musica, la storia. E quando ti ritrovi a 25 anni a non riuscire a seguire il tuo mondo ideale, le tue passioni, piano piano ti spegni dentro. Fino ad arrivare al punto che più nulla conti nella vita.
Eddie si sveglia la notte, guarda la finestra. E' un fifone. Paura di restare storpio a vita. Intanto con le dita suona "Under The Bridge" dei Red Hot Chili Peppers su quelle corde dei suoi polsi. Quante volte ha suonato quella chitarra invisibile, o invisibile agli occhi dei suoi amici, dei suoi genitori. E' riuscito ad esser felice per alcuni momenti della sua vita, la vita non è sempre così grigia. Ma i fantasmi del passato hanno sempre rovinato tutto. Quei momenti felici poi esplosi in rabbia, tristezza e disperazione, quando alla fine tutto ciò che era successo era una semplice parola detta in maniera scherzosa, in maniera del tutto innocente. Eddie ora si addormenta. Vorrebbe scappare, vivere una vita anche al limite, ma vivere la sua vita. Non imposta da nessuno, scappando da quei fantasmi, da quegli occhi che la notte, nel buio della sua stanza lo divorano, gli divorano l'anima, come l'aquila che divora le viscere di Prometeo. Eddie aspetta l'Ercole che gli ammazzi l'aquila, e che lo liberi dalle catene.
A 16 anni, a 20 anni, a 30, saranno in tanti un po' Eddie.
Ora chiude gli occhi. E' tardi. Ed una nuova notte di luce si presenterà al mattino.
Io, noi, siamo Eddie.








PS: E' uno sfogo personale, racconta di tratti di vita passati e presenti. Nel testo prendo spunto non solo da una parte vissuta di vita, ma anche da racconti e sentimenti che ho avuto in seguito a racconti che mi sono stati fatti in via confidenziale.

Lun

24

Giu

2019

Strana sta cosa

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Seguo una persona su un social : ebbene, noto che ogni due anni si sposa (domanda di matrimonio , festa con le amiche e cerimonia con abito bianco, confetti, saluti etc ) ma com'è possibile? 

Tags: stranezze

Lun

24

Giu

2019

Che problemi ho?

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Lui è veramente pessimo, sotto tutti i punti di vista possibili. Arrogante, ambiguo, bugiardo, falso, egoista, esaltato, tendenzialmente sadico, misogino represso, megalomane e fallito e (dal veramente poco che ho visto) scadente, egoista e frettoloso pure da un punto di vista sessuale. Ma ha anche dei difetti. La mia vita è obiettivamente migliore da quando ci siamo allontanati. La mia autostima è migliorata, sono più produttiva, più rilassata. Lui era una bella fonte di stress. Eppure mi ritrovo ad odiare la sua nuova tipa. Una ragazzina, tra l'altro. Una stupida, ingenua e arrogante ragazzina, ma pur sempre una ragazzina. Una bambina, rispetto a me. Sarà che è partita facendo la gatta morta e la falsa amica con me e già da lì mi è cominciata a stare sulle palle. Sentivo una puzza di sottofondo. O forse il fatto che ostenti la loro storia del cazzo come se lo facesse di proposito. O forse è il fatto che, qualsiasi cosa faccia, sembri presuntuosa e smaniosa di mostrarsi. Il fatto che sembri convinta di poter fare di meglio. In ogni caso la detesto, sebbene di lui non mi importi più praticamente nulla o quasi. 

Razionalmente riconosco che tutto ciò non abbia senso e mi chiedo se io sia "normale".

Lun

24

Giu

2019

La scuola/studio ha fallito

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Facendo perdere di vista l'obiettivo principale dell'essere umano. Essere se stesso! Come il lavoro, che sta diventando un esercizio accademico, di fatto distruggendo ogni tipo di entusiasmo. 

Lun

24

Giu

2019

Per alcune foto che vedo sui social dei miei conoscenti

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Siete ridicoli! Dei falliti che ostentano una felicità che non esiste! Per non parlare della vostra amicizia di cui andate fieri e poi vi parlate male alle spalle. Ridicoli veramente! 

Lun

24

Giu

2019

Sfogo rivolto ai separati

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Ho bisogno del vostro aiuto. 

Come lo avete comunicato ai vostri figli? Che reazioni hanno avuto?  

Lun

24

Giu

2019

vuole stare solo

Sfogo di Avatar di anon123anon123 | Categoria: Altro

Salve a tutti,premetto di non essermi mai "sfogata" su internet perchè ritengo di saper gestire quello che mi succede discretamente.

 

Per una volta,però,voglio provare ad ascoltare qualche consiglio perchè mi stanno succedendo un bel po' di casini e non so come gestire sempre tutto da sola.

Uno di questi è che mi stavo frequentando con un ragazzo da circa un mesetto,finché non mi dice di voler stare solo e di averci pensato durante una vacanza (fatta con amici in comune) di voler essere libero. 

Ha specificato più volte di essere interessato a me facendomi anche dei complimenti,quando di punto in bianco se ne esce con questa cazzata. 

Io non sono per niente romantica anzi,ma se la mia considerazione verso l'amore era dell'1% ad oggi sento di essere io quella sbagliata,perchè mi rendo conto di avere un carattere abbastanza forte ed essendo anche molto diretta potrei essergli risultata una persona "scomoda". 

Come posso far risalire la mia autostima che è,attualmente,sotto terra? 

Grazie a tutti in anticipo❤️ 

Dom

23

Giu

2019

Io & i miei peti

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Non riesco a farne a meno, quando sono in giornata raggiungo il nirvana. Mi sdraio sul divano e apro il boccaporto. Mi esalto nell'assaporarne suono e olfatto, il top si raggiunge poggiando la concava mano sotto il culo nel momento topico. È una droga, una tira l'altra, ma quando la mia dolce metà se ne accorge, corre a prendermi il disinfettante intestinale, e così finisce la poesia... e torno un poco triste.

« Prec Succ » 1 2 3 4 5 6 101 ...201 ...301 ...401 ...501 ...601 ...701 ...801 ...901 ...1001 ...1101 ...1201 ...1301 ...1401 ...1501 ...1601 ...1659

Iscriviti!

Iscriviti
Iscriviti e potrai aggiungere commenti senza attendere approvazioni, votare gli sfoghi e gestire i tuoi post ed il tuo profilo senza limitazioni.
Clicca qui per aggiungerti