Altro

Sfoghi: (Pag. 399)

Mer

15

Nov

2017

SarĂ² forse asessuata?

Sfogo di Avatar di RabbiosaRabbiosa | Categoria: Altro

Da un po' di tempo a questa parte mi sono resa conto di non provare  più eccitazione per nulla. Cioè esco con un ragazzo ma per me fare quelle cose è una costrizione, non provo per nulla piacere, mi annoia. Allo stesso tempo mi sono resa conto che non mi piacciono poi così tanto gli uomini dal punto di vista sessuale ma tantomeno le donne, figuriamoci io non ho nessuna amica, odio le donne, le mie simili. Non provo più eccitazione sessuale per niente, certamente penso di essere eterosessuale, l'idea di baciare una donna mi fa venire il voltastomaco. Qualche giorno fa ho letto da qualche parte che tra le tante categorie sessuali esistono gli asessuati, coloro che non provano attrazione sessuale per nessuno. Io credo di essere così, prima ho detto che non mi piacciono gli uomini dal punto di vista sessuale ma, invece, da un punto di vista affettivo certo che mi piacciono, lo stare a parlare con un uomo intelligente è bello, un abbraccio, una carezza sono gesti carini. Purtroppo però subentra il sesso che, a quanto pare, per tutti è una cosa molto importante. Io odio fare quelle cose, non raggiungo mai l'orgasmo, mi annoio, oltretutto la nudità mi spaventa, l'idea di farmi vedere senza vestiti non mi piace. 

Mar

14

Nov

2017

fuckin vescica

Sfogo di Avatar di farnightfarnight | Categoria: Altro

in questo periodo la vescica mi costringe ad alzarmi tra le 4 e le 6 per andare in bagno, col freddo il buio e tutto il resto
per non parlare poi di quei giorni in cui per le 10 ho già pisciato almeno tre volte
ma non due gocce, proprio da vescica piena; ma quando l'ho bevuta tutta st'acqua?!
e il fatto è che la vescica è pienotta, fa male, non posso rifiutarmi
e bon, si prosegue così

comunque bella firenze
e ho guidato una ferrari 458 

Tags: paradiddy

Lun

13

Nov

2017

ingrata e confusa

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Che c'è? Eh che c'è... c'è che sei la mia capa e anche se sei davvero una brava capa io non posso dirtelo che fondamentalmente questo lavoro non mi piace. Non mi piace ma ci tengo. Ci tengo a fare bella figura, ci tengo per voi colleghi oltre che per me, perchè siete tutti delle brave persone, ci tengo perchè mi permette di avere una vita mia, dei soldi miei e mi fa sentire utile. Ma fondamentalmente non è quello che sogno di fare, probabilmente comunque non troverò mai il lavoro perfetto perchè 1 è impossibile 2 ho io un carattere di merda, pensate tutti che io sia una tipa tranquilla e riservata, ma invece non sapete quante volte mi trattengo per non dare in escandescenze. Non mi conoscete e questo mi dispiace. Ma io ho paura di mostrarmi come realmente sono, perchè ho paura di dire quello che realmente penso, perchè penso che dire quello che penso non sia un buon modo per tenersi un lavoro. Mi dispiace tanto, avrei di più da dare ma tutte le volte che mi incazzo silenziosamente penso che è solo l'ennesimo problema che mi fa capire che forse non è questo il contesto per me. Per di più tuo fratello mi ha messo in testa un'idea e io continuo a chiedermi quanto manca al momento in cui avrò davvero bisogno di cambiare aria.

Tags: lavoro

Lun

13

Nov

2017

La vita nella mano di Poker

Sfogo di Avatar di mmHgmmHg | Categoria: Altro

Son passati parecchi anni da quella partita. Ne sono seguite altre, l´hanno preceduta molte di piú. Non mi piacciono quelli che giocano solo a Natale.

In tasca non i soldi dello stipendio, che ancora non avevo. A farmi accettare qualche soldino pagato in arretrato, qualche aperitivo in meno, molti vestiti in meno. La chiamata alle 23, l´incontro fissato in casa di un vecchio infimo amico, all´una di notte.

Poker all´italiana, forse ancora prima del boom di quella pagliacciata americana. Quello dove la scelta dei tempi e delle posizioni ti fa vincere senza punto. E ti fa perdere col punto. Poker a 5, perfetto, piú frizzante. E se uno sfora, gli altri possono anche continuare.

Quanto é il banco? 500. Possiamo scendere a 300. Azz. Sto zitto per non perdere vantaggio. Faccio un ghigno di menefreghismo, sempre troppo scontato a mio dire. 500.

5 giocatori. Uno potenzialmente e prevedibilmente ubriaco entro un paio di ore. Un barista. Un neo-manager, ex della mia attuale fiamma, quella che mi regaló il palco di corna maestoso che il padre di bambi era il cavallo giallo di Dartagnan a confronto. Un giovane chirurgo. Io, entusiasta della vita amorosa (piú che altro con luci e ombre).

Il potenziale ubriaco non c´ha na lira, il manager sta zitto, il chirurgo, ci aspettiamo tutti ci sfondi il mazzo, ma il barista, il barista ha li sordi. E´vero, abbiamo il banco. Ma il banco protegge chi vuol essere protetto, se ti vuoi proteggere, se qualcuno ti vuol proteggere. 

Hai delle bellissime fiches mmHg. Grazie.

Passano due ore, e come uno spaccato di vita, siamo il riassunto di ció che siamo, in balia di un mezzo fato.

Il potenzialmente ubriaco, é ubriaco. Perde moderatamente.

Il barista c´aveva li sordi. Perde, quello che perde di piú.

Il neo-manager o é tirchio, o non ne deve aver presi molti di stipendi. Sta in pari, non gioca.

Il chirurgo gioca bene, vince.

Io vinco quel tanto che basta a darmi del mediocre. Quel tanto che, se la partita finisse ora, avrei remore nel riscuotere. Hai perso una storia d´amore importante mmHg, e ne stai acquistando un altra. Sará vincente? Andrai una volta fino in fondo?  Dipende da lei. Ma tu, tu non prenderai mai il gioco in mano? Vincere vinci sempre, lo sai. Ma vinci na merda, vinci ma non sei vincente. Ecco.

Saranno le quattro del mattino. Le partite di poker non sono proprio come lo scorrere di un fiume, che smussa i sassi. Sono un´andata indietro nel tempo, sassi tondi ai quali crescono spigoli. Mezze frasi. Silenzi. 3 ore di gioco, 2 ore a guardar negli occhi gli altri. In 3 anni assieme, sommando tutte le volte che ti ho fissato innamorato, forse non saró arrivato a una. 

Manager - Quindi stai uscendo con la mia ex.

Io - Siamo agli inizi.

Ubriaco - E la tua di ex? Ci posso provare io o sta giá con un altro.

Barista - Possiamo giocare?

Io - Forse sta con un altro. Cosí é la vita.

3 ore e mezzo. Barista invoca un secondo banco. Dice che se la sente. Ubriaco pure. Ubriaco non ha quella disponibilitá. Chirurgo dice no. Manager é peggio di Pilato. Io voglio bene a barista, mi sta simpatico e mi corregge sempre  il caffé gratis. Scelgo di non essere una bella persona, sto vincendo il banco di barista, voglio giocare coi soldi degli altri. Si.

Pausa. Mangiamo il gelato che ha portato barista. Barista é una bella persona, al di lá del gelato. 

Si ricomincia. 

Ubriaco perde, tanto.

Barista perde un banco e un altro pó.

Chirurgo vince, stavolta lui con moderazione, come manager.

Io vinco.

- Alla fine del giro, parte l´ultimo, son scattate le 5. 

Chirurgo apre, apre di brutto. Barista vede. Io ho 4 quinti di scala reale, in un poker a 5. Vedo, perché gioco soldi non miei. Lo so che faccio quella giocata solo perché son soldi non miei. Non sono un orologiaio, mi sento solo una ruota ben oleata. Ubriaco vede. Manager rilancia. Come rilancia?

Dio.

Chirurgo vede. Barista vede, al volo! Io vedo. Ubriaco esce bestemmiando di non poter partecipare alla mano.

Carte. Chirurgo servito. Barista 1. Io 1. Manager 2.

Leggiamo i punti. Chirurgo scala. Forse. Barista doppia, magari con 2 assi. Manager ha un tris, porca troia. A me, a me, non entra la vincita sicura. Peró, peró mi entra il colore. A 5, un colore. Dio mio, fa che a manager non entri poker, dio mio, fa che a barista entri full. Ma che sto sperando? Cerca di vedere con gli occhi degli altri, anzi del solo che mi importa. Mi importa a parole, non a fatti.

Forse barista é sceso a un livello primordiale, segue l´istinto, vuole solo riavere i suoi soldi, é deconcentrato, gli altri non esistono, conta rifarsi.Forse barista non mi vede una minaccia, perché non mi vede proprio. 

Chirurgo cip. Barista punta, punta forte. Io vedo, manager vede, ma non rilancia. Errore. Chirurgo non crede barista, e rilancia. Barista vede, io rilancio, rilancio quel che barista perde. Manager via. Chirurgo via, chirurgo é bravo a giocare.

Barista vede. Vede, sperando nella forza di quel suo full di assi, barista assapora, barista sfida il fato a voler vedere se adesso non si riprende tutto con gli interessi. E barista perde.

Eppure al mattino, a parte ubriaco, che non conta, é solo barista quello col sorriso. Stasera le ho prese, cosí "mi imparo" per la prossima volta.

Forse non é importante vincere. Importa come si vince, contro chi si vince. E importa come si perde. Nel gioco non dovrebbe importarti di nessuno.

Ma nella vita, nella vita devi saper scegliere di voler perdere per far vincere qualcuno. Alla fine sarai felice, rotto e felice.

Ne ho impiegato di tempo a capirlo. Si puó sorridere anche nella disperazione.

Lun

13

Nov

2017

Volevano convincermi

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

volevano convincermi che ero una ragazza sbagliata, indietro, immatura per la mia età, volevano farmi credere che valevo meno di zero.

C'era sempre qualcuna migliore di me, più intelligente, preparata, colta, e io restavo ogni volta la bella oca, quella che deve sempre fare i sorrisetti di circostanza, dire a tutti quanto sono in gamba , congratularsi per i successi altrui, sopportando le umiliazioni e le incomprensioni..

Perchè passare da cretina non è una bella cosa, dover tacere e ingoiare rospi non fa tanto piacere. Spesso mi ripetavano :da sola non ce la potrai mai fare, ti manca la grinta per farti rispettare e d è naturale che i più furbi se ne approfittino, è logico, è un grande difetto essere belle fuori e vuote dentro, dicevano.

E il lavaggio del cervello me l'avevano fatto bene bene, tanto che ormai ero diventata una bambolina scema, con cui non  serviva perdere troopo tempo, tempo sciupato il tempo a parlare con una come me, meglio darsi da fare e arrivare al sodo.

Ma a me il ''sodo'' interessava poco, mi interessava altro e qualcuno lassù ha sentito questo mio bisogno. La vita non è sempre matrigna, sa anche stupirti e le occasioni sono arrivate anche per me. Alla faccia di chi mi voleva male, potrei dire, ma non lo dico, e se mi capita di pensarlo, lo penso con toni benevoli, perchè non nutro rancori.

Li perdono ,'' perdona loro perchè non sanno quello che fanno''. Si meriterebbero di essere guardati dall'alto in basso, ma non è nel mio stile. 

Sono  rimasta un'oca, sempre buona, anche se adesso c'è chi crede in me, chi mi ha dato fiducia, una fiducia che mi voglio tenere stretta, perchè so quanto mi è costata. Agli altri, tanta fortuna e soprattutto un cuore nuovo, che riesca a vedere oltre le apparenze e i soliti pregiudizi.  

Lun

13

Nov

2017

E' tutto inutile..

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

In questa giornata piovosa ho scelto di riordinare le mie poche cose..

 

 

Aprendo l'armadio vedo penzolare un cappotto beige, una giacca leggera estiva turchese, due gonne , una corta e una longuette nera..e poi che altro un tubino rosso..fine. Nei cassetti quattro maglie sgualcite e la biancheria ammucchiata..Non ho molta voglia di metterci le mani, ma vinco le mia resistenza..un po' mi ratttrista questa miseria e triste è anche lo sguardo della barista quando mi presento la mattina con la frangetta   scomposta, l'aspetto malnutrito e l'aria da mendicante..così mi allunga la brioche e mi chiede solo di pagare il caffè, quasi scusandosi con gli altri clienti, come a dire, ma non la vedete questa ragazza disgraziata?   Non vi fa pena?...no, a tanti faccio rabbia, ma li perdono.

Ma anche per me a volte torna il sole, quando torna lui...e torna il pane quotidiano, finalmente mangio, giorno e sera, colazione compresa e se mi va bene ci scappa perfino la merenda! Allora mi rimetto a posto, pettinata, truccata, i capelli lavati di fresco più biondi, più morbidi sebbene sempre sottili. Mi faccio notare non per gli stracci.  Però ti penso perchè lui non mi basta, ti penso e mi manchi...a cosa serve perdere tempo a scegliere il rossetto più scuro, o rosato, a cosa serve sottolineare lo sguardo e valorizare il blu dei miei occhi se nei miei occhi tu non ci sei mai stato.. Perchè hai scelto di conoscermi nella fantasia?   Perchè non hai voluto sprofondare nel lago del mio desiderio e annegare in me la tua voglia di vivere? ...ti sei accontenato di poco..ti sei accontentato del mio cuore, ma potevi avere molto di più, molto molto di più amore mio...Hai lasciato che fosse un altro a prendere quello che tu amavi...Dovevi lottare per me, ti avrei sempre tenuto stretto, sempre...Ti fai bastare la fantasia, ma la fantasia non possiede braccia per abbracciare, non possiede mani per toccare...la fantasia è un sogno che finge di sorridere, mentre la realtà sono le mie lacrime...capisci ciò che ti dico?......  

  

Lun

13

Nov

2017

Ma magari!!

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

È un pensiero indicibile, lo so, lo so. Ma magari succedesse a me, io sempre persone corrette, e che cazzo! E le altre a fare le santarelline ma cavolo godetevi sti cazzo di privilegi...insomma a tutte tranne che a me!

Lun

13

Nov

2017

un amante che ci crede ancora...

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Ho 32 anni...sono bella, solare. Ma la vita per me è stata sempre dura. Quest'estate dopo diversi mesi da disoccupata mi innamoro di un collega di 12 anni più grande e sposato. Ero in crisi con il mio convivente e lui con la moglie da tanto tempo. Nasce un'amicizia, ci sfoghiamo, ci avviciniamo e ci innamoriamo. Lui ha avuto una sola fidanzata prima della moglie e gli mancano molte esperienze che ha con me. Entrambi non facevamo l'amore da un anno eravamp cosi innamorati..imbarazzati la prima volta. Lascio il mio convivente volevo farlo già prima. Poi perdo il lavoro a causa di questa relazione e delle voci in giro. E ora devo ricominciare daccapo l'ho fatto tante volte e ho una paura fottuta perché sono fprte si ma negli ultimi tempi ho perso tutto...lui mi ha lasciata un paio di volte per cercare di ecuperare con lei che ha scoperto dei messaggi e sua figlia ha detto che non vuole che si separino e lui dice che ha avuto paura di perdere tutto e forse è troppo codardo per andarsene mai. Vorrei aver evitato tutto questo sto soffrendo molto perche ci credo ancora che possa scegliere me in fondo è qualche mese che va avanti e credo al suo amore. So che molti se ne approfittano ma non è questo il caso so che mi ama ma so anche che quasi mai l'uomo lascia la moglie. Vi chiedo questo...perché ci sposiamo?sono seria...dalla vita ho avuto tante delusioni ho sempre pensato che non mi sposerò mai perché non voglio fare del male a nessuno sapendo che un giorno lui o io potremmo restare assieme perché conviene cosi. L'ex convivente mi avrebbe sposata ma mon ci amavamo più e lui non ammetteva...magari non avrò nemmeno figli per ora manco il lavoro fisso. E in mezzo a tutto questo lui...mi faccio coraggio e vi dico che capita di innamorarsi nella vita ma possiamo scegliere di reagire con forza per meritare di più.  Vorrei sapere che qualcosa di bello mi aspetta... spero ancora che lui scelga me dice che non lo sa se riesce a recuperare con la moglie. Mi ha lasciata ed è tornato perche pensava a me...parliamo apertamente di tutto e il motore non è il sesso.Ma l'amore sembra non bastare...

  

Dom

12

Nov

2017

Non riesco a reagire

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Vivo in casa con i miei genitori che hanno quella malattia che ti fa accumulare milioni di cose inutili finchè ti rimane solo lo spazio per passare attraverso montagne di roba.

Loro tengono veramente cose rotte, sporche.. mi sento sopraffatta, è 2 ore che sono ferma nella mia stanza (unico posto con un aspetto normale e vivibile) a guardare il telefono e perdere tempo qui perchè non ho voglia di sistemare.

Ovunque c'è sporco, è tutto troppo sporco, se sposto 1 cosa non cambia niente faccio fatica e poi ce ne sono altre 30 da spostare che non sò neanche dove mettere per togliermele di torno perchè TUTTO è pieno. Ingombro, occupato, stoppato di roba rotta, brutta, schifosa, sporco, non ne posso più mi vien da star male.

Non posso mai invitare nessuno a casa e faccio figure di merda a tappeto perchè gli altri spesso mi invitano tipo per un caffè, e io non posso mai ricambiare. Sembra che non voglio gente in casa, neanche gli amici. E sta cosa mi fa star male..

Immaginatevi che a lavoro (siccome giriamo un po) succede che ogni tanto se lavoriamo nel paese vicino a dove abita un collega, ci si invita a mangiare a casa giusto per non mangiare fuori al freddo un panino e via.. magari una pasta, cose così.

E io non posso ricambiare (ricambierei volentieri...se avessi una casa, una famiglia normale e di cui non mi vergogno).

Qui tutto fa schifo.

In questa stanza ci vivo, ma se esco anche solo 2 secondi torno puzzolente di fumo. Ieri sera ho dovuto rifarmi la doccia perchè sentivo addosso un ansia..un nervoso.. una pressione che mi schiacciava e mi faceva sentire male.. perchè ieri pomeriggio per farmi spiegare la lista della spesa da mia madre, son dovuta stare 2 minuti in cucina con lei e mi è rimasta addosso una puzza di fumo fortissima. Nei vestiti, nei capelli.. mi fa star male..  E loro mi prendono in giro, mi danno della perfettina, "quella con la puzza sotto al naso"...

Mi sento impotente, come se avessi due palle di piombo attaccate alle braccia che non posso muovere, ho un nodo in gola e lo stomaco che si stringe.

Questo mese devo buttare via un po di cose ingombranti, ma il pensiero che alla fine non cambierà poi molto e farò un sacco di fatica per trovarmi a vivere ancora in sto disagio mi fa star male.. 

Lo so che devo andarmene via, ma non riesco ancora a mantenermi una casa da sola, e prima devo prendermi una macchina. Poi però il problema sarà che con un affitto e bollette difficilmente riuscirò a mettere da parte soldi, e non ho un lavoro fisso, anzi..

E rimane il problema che se quì lascio tutto com'è, quando un giorno i miei saranno vecchi e dovrò tornare ci sarà veramente un macello. In questo momento non riesco a trovare la motivazione per uscire da questa stanza e fare qualcosa.

Vorrei solo uscire dalla porta e andare via a farmi un giro. 

Dom

12

Nov

2017

Ma che ne so

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Allora... Alcuni mesi fa vidi in civica questo ragazzo (chiamato X) che suonava da dio la chitarra e ho cercato di trovare un modo di conoscerlo... Ad un certo punto ho cominciato a chiaccherarci, a sentirlo anche via chat... finchè non è sparito. Niente, scomparso. Io da tempo conoscevo il suo migliore amico (che caso eh!) e gli ho chiesto se effettivamente lui era interessato prima che scomparisse. Lui mi disse che comunque X sembrava esserlo perche parlava di me ed era un po' curioso riguardo ai fatti miei.... Allora niente gli ho chiesto il motivo della sua scomparsa e mi ha detto che non lo sapeva nemmeno lui. Perciò ha provato a chiederlo ad X il quale non gli ha risposto... Quando il suo amico me l'ha riferito io mi sono arrabbiata...mi sono vista con una mia amica e  ho detto peste e corna di lui giusto per sfogarmi un po' perche io a questo ragazzo io ci tenevo e parecchio! L'altro giorno con la mia migliore amica mi sono lasciata sfuggire un epiteto non molto carino nei suoi confronti e lei mi ha detto : " non è giusto che tu lo insulti, non è giusto insultare una persona alle sue spalle, non lo conoscevi e la maggior parte delle cose sono successe nella tua testa!" 

Ora, io ci sono stata male... Per la prima volta sembrava che avessi trovato un ragazzo che mi piacesse appieno e che mi attraesse tantissimo... Per poi ritrovarmi bidonata cosi senza una spiegazione... Credo di avere un po'di motivi  per essere amareggiata nei suoi confronti. Perchè boh a me aveva dato l'impressione che l'interesse fosse reciproco... E se dopo un po' di mesi sono ancora qui a parlarne la cosa deve avermi urtata parecchio... Ormai non mi piace piu ma comunque l'insoddisfazione rimane... Dovrei superarla vero... Però mi urta tantissimo lo stesso.

« Prec Succ » 1 ...101 ...201 ...301 ...396 397 398 399 400 401 402 501 ...601 ...701 ...801 ...901 ...1001 ...1101 ...1201 ...1301 ...1401 ...1501 ...1601 ...1691

Iscriviti!

Iscriviti
Iscriviti e potrai aggiungere commenti senza attendere approvazioni, votare gli sfoghi e gestire i tuoi post ed il tuo profilo senza limitazioni.
Clicca qui per aggiungerti