Tutti gli sfoghi

Sfoghi più votati:

Sfoghi: (Pag. 1)

Sab

19

Mag

2018

Non mi fido piรน del mio ragazzo

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Ultimamente lo trovai su kik (su social dove puoi contattare gente usando nickbames), è lì che ci siamo conosciuti, era la mia prima volta là, non sono un tipo che usa social e app del genere, comunque dopo aver litigato, lui mi disse di averlo cancellato e tutto il resto, ma io continuo a non riuscire più a fidarmi, ora ci siamo presi una pausa ma lui è intenzionato a volermi riconquistare, ma ogni volta che magari gli mando un messaggio e lui non risponde penso subito che stia su quell'app a parlare con altre. Cosa faccio?

Sab

19

Mag

2018

Ho offeso il mio mentore, aiutatemi!

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Superbia

Sono una studentessa universitaria di 26 anni e nei precedenti anni universitari ho avuto dei ''problemi'' con un professore.
Sembrava ci fosse dell'antipatia nei miei confronti per vari motivi: frequentavo poco, arrivavo tardi alle sue lezioni, non intervenivo mai a lezione, non apprezzava il mio carattere insicuro, mi trattava con sufficienza, mi bocciava continuamente perchè troppo insicura o con delle lacune. I miei compagni non avevano nessun problema con lui, solo io ero sempre in difficoltà.

L'anno scorso dopo la seconda volta che mi bocciava al solito esame gli chiedo un colloquio per farmi spiegare nel dettaglio cosa avevo sbagliato e come invece avrei dovuto fare. 

Lui mi dà delle motivazioni (che tuttora non ritengo consistenti, ma vabbè) per la mia bocciatura. Mi consiglia di essere piu' attiva, piu' presente e mi dice che avrei dovuto aumentare le ore di tirocinio per fare esperienza. La vedo come un'altra punizione, ma sotto sua richiesta (fatta al direttore da lui stesso) mi trovo costretta a fare il doppio del tirocinio che avrei dovuto fare. Inoltre provo a essere un po' meno me stessa e un po' piu come mi vuole lui; mi espongo durante le lezioni, se c'è bisogno di una dimostrazione pratica davanti alla classe mi faccio avanti (sotto il suo sguardo pressante), cerco di partecipare a molte attività dove è presente lui, gli faccio molte domande su gli argomenti che non mi sono chiari... ritento l'esame e lo supero.

A quel punto sembra essersi sciolto un nodo.
Capisco che quella è la strada giusta e continuo a darmi da fare e il rapporto con lui sembra migliorare. Inoltre durante il tirocinio lo prendo come punto di riferimento per dimostrargli sempre il mio interesse e per questo lavoriamo spesso insieme. Nonostante il nostro rapporto sia migliorato non pensate che mi abbia preso in grazia: ci sono stati momenti dove ho sbagliato e lui mi ha fatto piu di una partaccia davanti a tutti, i voti a gli esami sono rimasti bassi, e la sua opinione sulle mie capacità non sembra essere cambiata.

Durante quest'anno abbiamo fatto un colloquio per discutere del mio andamento universitario. Mi ha spiegato nel dettaglio e senza mezzi termini tutto quello che pensava di me e delle mie capacità professionali (non sono stati commenti positivi). Dicendomi cosa migliorare e come farlo. Poi ha concluso dicendo ''Anche se non sono commenti positivi c'è da dire che hai seguito i miei consigli, mi cerchi sempre quando non capisci qualcosa e stai migliorando''. Anche se le sue opinioni su di me non sono cambiate, il fatto che ''perdesse del tempo'' nello spiegarmi come fare, cosa fare, perchè, e senza mostrare sufficienza mi ha fatto davvero piacere... e per questo vi dico che sento che il rapporto stava cambiando in positivo.

Ho seguito i suoi consigli e ho continuato a lavorare sempre con lui quando mi era possibile. Mi sono resa conto che mi piaceva quello che mi insegnava, che era molto bravo nel suo lavoro, apprezzavo il tempo che dedicava a insegnare solo a me, insomma alla fine è diventao il mio punto di riferimento. Adesso non vedo l'ora di lavorare con lui quando mi è possibile (nonostante mi stressi molto per le pretese alte che ha). E mi sembra di percepire che anche a lui non dispiaccia la situazione visto che adesso mi saluta sempre, mi sorride, ci diamo del tu (d'altra parte siamo quasi coetanei), fa battute, e non mi ignora come faceva anni fa.

Oltretutto, credo, se devo dirla proprio tutta... credo di aver sviluppato una cotta nei suoi confronti. Non so fino a che punto si tratta di stima per la sua bravura e quanto diinteresse nei suoi confronti. Fatto sta che mi sento sempre agitata e in imbarazzo se mi tocca o mi guarda per paura che intuisca qualcosa.

Ora arriva il dramma. 

un mese fa circa ho visto che stava lavorando a un progetto(ve lo paragono a un problema matematico per questioni di privacy) e gli ho chiesto se potessi rimanere ad osservare. Voleva risolvere questo problema come sfida personale perchè nessuno all'interno dell'università ci era riuscito. Immaginate che sia un'equazione difficilissima e nessun professore di matematica (lui compreso) fosse mai riuscito a risolverla. Quel giorno sono rimasta con lui un paio di ore finchè non si è arreso. Poi ha continuato a provarci per tutto il resto del mese. 

La scorsa settimana fumiamo un sigaretta insieme dopo le lezioni (ci siamo beccati per caso). E' venuto diretto verso di me (anche se c'erano altre persone che conosceva con cui andare a parlare). Lui sembrava particolarmente scherzoso e in confidenza. Mi guardava dritto negli occhi. Faceva battute. Abbiamo chiaccherato del piu' e del meno. 

Ero molto in imbarazzo perchè non sapevo come comportarmi e allo stesso tempo contenta che mi stesse trattando come una sua amica. Prima di andare via gli dico ''ho un po' di tempo libero, vedrò di risolvere il problema di matematica dell'università'', lui ride e io me ne vado.


E qui succede il casino.

...riesco a risolvere il problema matematico.
 Ero da sola in un'aula vuota quando lo vedo passare e su di giri lo chiamo.
Faccio un respiro profondo per ricompormi e non sembrare una pazza. Gli faccio vedere la soluzione al problema. Lui la guarda e fa una faccia sconvolta e incredula. Era basito.
Gli dico '' e' giusta no?'' con indifferenza
Lui ''sì, sembra di sì... come hai fatto?''
E io che volevo scherzare perchè ero felice dico è ''ehh.. è un segreto professionale'' senza rendermi conto che poteva essere una battuta fuori luogo!
Lui ha fatto un'espressione offesa e io ho subito detto ''no vabbè.. ho fatto così '' e gli ho spiegato brevemente il procedimento che avevo utilizzato.
Lui annuisce dice ''brava'' a denti stretti e se ne va.


E io ci rimango di merda.

Non volevo assolutamente offenderlo o mancargli di rispetto. 
Lui ha un po' di manie di superiorità (perchè in effetti è bravissimo nel suo lavoro) perciò è facile che si sia offeso sul serio.
Avrà pensato che la prima studentessa cretina che spunta dal nulla viene a mettere in discussione le sue capacità.
Ho davvero paura che mi odi. Accidenti alla mia boccaccia e alla mia incapacità di relazionarmi cazzo. Ma cosa mi è saltato in mente di rispondere in quel modo? Perchè non so comportarmi come una persona normale?!
Mi sento davvero una merda perchè non volevo offenderlo... ero contenta e volevo condividere il mio successo, non ho pensato che l'avrei fatto sfiguare!! 
Sono giorni che non riesco a pensare ad altro! Mi odio tantissimo! 
Ho paura di aver perso il rapporto che avevo costruito con lui e l'opportunità di lavorare insieme!
Sono proprio una cretina!!

Mi aiutate? cosa ne pensate di tutta questa storia? Cosa fareste al mio posto? Come interpretate i suoi comportamenti e la sua reazione? Vi prego, vi prego rispondetemi e datemi dei consigli perchè non so piu dove sbattere la testa per il casino che ho combinato. :(

Ven

18

Mag

2018

E che cavolo!

Sfogo di Avatar di SoldatinaSoldatina | Categoria: Ira

Oggi ho mandato a quel paese un ex amico. Si è fatto sentire con una mail, per raccontarmi delle sue magagne. Gli ho risposto di non parlare a me dei sui problemi, che ne ho già di miei, e per me sono più seri, proprio perché miei. L'amico in questione è il cugino del mio ex marito. Quando stavo male non mi ha mai mandato nemmeno un messaggio su Facebook, neppure una mail, che tanto è gratis. E adesso che ha bisogno lui, si è permesso di scrivermi. Ma non ti vergogni, IDIOTA????

Questo mi ha riportata ad un pensiero che ogni tanto mi passa per la testa: il chiedere aiuto. L'ho fatto. E l'ho chiesto a persone per le quali io c'ero stata. Ma mi son ritrovata con le porte sbattute in faccia. E poi, quando chiedevo il perché, mi veniva detto che anche loro avevano i loro problemi e che non potevano aiutarmi. E più chiedevo, e più venivo messa in disparte. Giuro che non ho capito cosa si debba fare quando si sta male. Forse è meglio esser soli, che male accompagnati. 

Non so perché, ma anche dopo anni mi vengono in mente certi torti che ho subito. E le battute CRETINE che si accompagnano agli atteggiamenti sbagliati: ''Sai, la colpa è tua. Hai un brutto carattere'', oppure il classico :''Hai sbagliato''. Oppure le persone, che non vogliono starti a sentire, ma ti raccontano le loro menate, o di un loro amico, che secondo loro sta MOOOOOLTO peggio di te. Ma andate a quel paese!!! Vorrei non pensarci, ma capitano cose che mi fanno tornare indietro nel tempo. E se penso che certa gente non ha ancora pagato, mi incazzo come una bestia.

Ed è facile dire che la colpa è nostra, che siamo noi a farci trattare male. Vorrei vedere questi geni in una situazione difficile, dove tutto ti rema contro, ed ogni volta che ti tiri un po' su, chi ti sta accanto, per invidia, fa di tutto per ributtarti giù. Forse c'è una scelta, ma non sempre è visibile... O forse le cose son diverse da come sembrano, ma io non 'ho ancora capito.

Ven

18

Mag

2018

Lo lasciato ๐Ÿ˜ฃ

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Ciao a tutti, io stavo con lui da 3 anni lui sposato io separata lui diceva di amarmi geloso da premettere che lui è 10 anni più grande di me abbiamo vissuto un amore da favola io non le ho mai chiesto di lasciare la moglie ma ogi mi sentivo molto trascurata colpa del suo lavoro un po’ la gelosia mi sta prendendo un po’ vorrei molto di più cmq lo L lasciato lui non avuto reazioni ๐Ÿ˜” da qsto suo gesto deduco non mi abbia mai amata! Sto morendo dentro ๐Ÿ˜ฉ 

Tags: amore, perduto

Gio

17

Mag

2018

DELUSIONE TOTALE

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Da circa 6 mesi mi vedo con un ragazzo, fino a poco tempo fa tutto bene fino a quando non ha inziato ad avere periodi in cui non dice niente, non chiama, risponde a monosillabi, magari la settimana dopo torna normale. Si è verificato da poco un altro episodio di questi, stavolta dura da più di due settimane, la cosa mi sta stancando, anche perchè ha detto di amarmi e non sono cose che dovrebbero dirsi così facilmente. Non so cosa fare se mollarlo o chiedere ulteriori spiegazioni, non che non l'abbia ancora fatto.. ma lui sembra deviare il discorso o dire che sono pazzo io.. il fatto è che io non mi sento ne pazzo ne altro, vorrei solo delle spiegazioni e non riesco a capirci nulla, e sono anche molto incazzato. 

Mar

15

Mag

2018

Odioso

Sfogo di Avatar di ScarsoFecciaScarsoFeccia | Categoria: Altro

Sono odiosissimo, ho deluso mia madre oggi

Mar

15

Mag

2018

Un padre/compagno egocentrico

Sfogo di Avatar di MillemortMillemort | Categoria: Altro

Quanto odio il tuo essere così egocentrico! Io sono stanco, io sono infelice, io lavoro (mentre tu spendi i soldi...se, magari...), io non ho voglia di fare questi o quello, ma perchè devo venire anchio ecc. Ti poni mai il problema che esistiamo anche noi? No, vero?

Non ti rendi conto neanche di quanto sei fortunato, ha una compagna che ti ama (decisamente troppo) e delle figlie meravigliose che non vedono l'ora di poter stare con te, una bella casa ed un lavoro che ci permettere di vivere dignitosamente. Ed allora non capisco, perchè ti lamenti? Perchè non hai quello che hanno gli altri? E cosa pensi che abbiano più di te/noi? Vestiti nuovi? Ti lamenti sempre per questa cosa e non ti accorgi neanche che io i miei li cambio solo quando hanno i buchi, mentre tu un paio di volte l'anno, ti lamenti che non hai amici e non esci? Dici? A me sembra che esci abbastanza, vai al cinema, a mangiare fuori e fare serata, mentre io sto a casa ed esco con un'amica 1 o 2 volte l'anno e non mi lamento eh...

Le bambine rompono? Ma se non le guardi mai! O sei davati al pc, o al lavoro o in palestra, mi sembra palese che quando ti hanno a tiro vogliano stare con te, ma noooo!!! Se troppo stanco persino per sdraiarti con la grande (3 anni e mezzo) 10 minuti finchè si addormenta, prferisci uscire di corsa dalla sua camera, tenere la maiglia e farla sciogliere in lacrime e urla di disperazione finchè non riesco a convincerla che vado io da lei nel letto, quanta rabbia che mi fa sta cosa!

A me non chiedi mai nulla, non t'importa nemmeno se sto male fisicamente, figuriamoci a livello sentimentale! Non mi permetti di parlare di nulla di importante, perchè se ci provo ti innervosici come una bestia e cerchi subito lo scontro, che io invece cerco di evitare con tutta me stessa.

Sai come andrà a finire? A forza di pensa a te stesso perderai noi, io mi stancherò di te e di tutte le tue lamentele, mentre le bimbe cresceranno, e ad un certo punto smettereanno di cercarti, inizieranno a criticarti, forse ad odiarti per averle ignorate per buona parte della loro vita, a quel punto sarà difficile recuperare. Forse in quel momemento ti renderai conto di cosa hai perso e di quanto tempo hai buttato, ma probabilmente sarà troppo tardi.

 

Lun

14

Mag

2018

adrenalina

Sfogo di Avatar di HeremitHeremit | Categoria: Altro

non so se vi è mai capitato 

io sono timida e quando devo socializzare e mi trovo in una sitauzione con tante persone tipo una festa ecc in cui devo interagire mi succede una di queste due cose: se mi sembra che la serata sia andando male mi prende il panico e la disperazione e penso che mi odiano tutti, che gli sto sul cazzo e che nella mia vita sarò sola come un cane e dovrò rinchiudermiin un eremo solitario; se mi sembra che stai andando bene perchè a gente mi ascolta, mi dà retta e mi sorride e mi fa sentire accolta, invece sento una scarica di adrenalina fortissima ed euforia, è tipo un'agitazione ma non in sens negativo, mi sento come iperattiva, continuo a fare mille cose, a parlare, mi sento tipo tutta accelerata xD a volte se esco con tanta gente che non conosco di sera quando torno a casa non riesco a dormire per 2 ore perchè sono troppo emozionata. socializzare è una cosa così nuova d eccitante per me che sono stata chiusa in casa tutta la vita che mi emoziono troppo, vi giuro. il fatto è che per me ha un grande valore avere delle persone che mi vogliono bene e non vorrei stare sola, vorrei avere qualcuno con cui parlare, da abbracciare o anche solo per scambiare quattro chiacchiere, io sono timida ma a me piacciono le persone, e a sentirmi sempre sola e rifiutata per tutti questi anni mi veniva la tristezza perchè non sto bene così sola. quindi socializzare o mi fa sentire in paradiso o all'inferno. 

ecco tutto qua, volevo sapere se qualcuno si sente nello stesso modo. io ci tengo tanto a creare dei rapporti con gli altri e non essere in grado di crearne perchè sono timida mi fa sentire tristissima. 

Lun

14

Mag

2018

Dove sono i veri uomini?

Sfogo di Avatar di DeaDellaCacciaDeaDellaCaccia | Categoria: Lussuria

Ciao Gente, 

ho 24 anni e sono una donna che si fa notare, ho un viso molto bello, e sono formosa quanto basta per farmi notare.

Sono sempre io a dover prendere l'iniziativa, i pischelli della mia età non hanno le palle per una come me, io cerco un uomo che mi tenga testa, ma dove sono finiti gli uomini con le palle?

Ho sempre voglia di fare sesso, e la persona con cui mi sto frequentando non mi soddisfa abbastanza, non riesce a tenermi testa, non è il classico lecca culo come tutti gli altri, però non riesce a prendere iniziative che mi intrighino, mi sento insoddisfatta.

Faccio un lavoro particolare, e per la mia età ho una posizione importante, l'altro giorno ho ricevuto complimenti sessualmente espliciti da un mio cliente, peccato sia amministratore delegato di una azienda che ha stipulato un contratto a lungo termine, e non posso andare a letto con un mio cliente! Soprattutto se ha un contratto di cosìlunga durata con la azienda per la quale lavoro...difficile spiegare.

Vorrei un uomo con le palle che sappia soddisfarmi ma che abbia anche un cervello per poter comunicare anche tra un rapporto sessuale e l'altro. Che sia culturalmente aperto.

Possibile che non esista?? Ma in che cazzo di mondo viviamo? Non amo essere scurrile, ma era il caso di esserlo!!!

Possibile che non ci sia un uomo che mi soddisfi sessualmente e che sappia tenermi testa anche mentalmente parlando? Possibilmente che abbia un'età compresa tra i 25 e i 45 anni?

Sono io che sono troppo esigente?

Datemi un vostro parere, popolo dello sfogo! 

Tags: sesso, uomo

Lun

14

Mag

2018

Finita

Sfogo di Avatar di ScarsoFecciaScarsoFeccia | Categoria: Ira

Per me è finita.

La personalità è plasmabile fino all'età di 25 anni, poi inizia a stabilizzarsi e diventa estremamente difficile ristrutturarla da quell'età in poi. Almeno così ho letto.

Non ho un futuro. 

Tags: fine
Succ » 1 2 3 4 101 ...201 ...301 ...401 ...501 ...601 ...701 ...801 ...901 ...1001 ...1101 ...1201 ...1301 ...1401 ...1501 ...1601 ...1701 ...1801 ...1901 ...2001 ...2101 ...2201 ...2301 ...2401 ...2501 ...2514

Iscriviti

Iscriviti
Iscrivendoti potrai aggiungere commenti senza attendere approvazioni, votare gli sfoghi e potrai gestire i tuoi post ed il tuo profilo senza limitazioni.
Clicca qui o sull'immagine per aggiungerti