Criseide

Mer

15

Giu

2016

Adesso sono nei guai...

Sfogo di Avatar di CriseideCriseide | Categoria: Altro

Ho passato un momento di crisi col mio ragazzo, al punto che non vedevo più il motivo per cui mi ero messa con lui.

Sembrava passata. Insomma, gliene ho parlato, accennandogli anche il fatto che provavo attrazione per un suo amico, a cui non ho mai dato seguito, tanto che nemmeno questo suo amico lo sapeva. Semplicemente, mi rendevo conto che il mio problema stava dentro alla coppia, era inutile cercare distrazioni fuori, il problema non si sarebbe risolto. E poi, dopo aver tradito i miei ex, non avevo voglia di passare per la diatriba del "fidanzata troia". Di nuovo. Avevo giurato che non avrei più tradito i ragazzi con cui sarei stata. Per rispetto nei loro confronti e anche nei miei. E ci sono riuscita. Non ho mai tradito il mio ragazzo attuale e non intendo farlo. Non verrò meno alla mia promessa, neanche sotto tortura.

Alla fine, ho guardato in faccia il mio ragazzo e gli ho spiegato esplicitamente cosa pensavo di lui: troppo chiuso in sé stesso, è rimasto disoccupato e non l'ho visto prendere in mano la sua vita, mentre io, che comunque lavoro, sto facendo il diavolo a quattro in giro per il mondo pur di avere qualcosa da fare, pur di coltivare interessi e non chiudermi tra 4 muri. Ho pensato "dai, è una fase. Sono stata anch'io così, capisco cosa sta passando."

Sembrava una decisione presa. Anzi, la Decisione. La nostra storia ha vinto sulla difficoltà. Evviva!

Tsk... speravo, io! La situazione non è cambiata di molto. Lui continua a cercare, continua ad avere idee sul futuro. Ma, di fatto, le cose non sono cambiate. Sì, cerca lavoro, e ci mette buona volontà. Ha capito che non riesce ad adattarsi bene ai lavori che non gli piacciono. Ci prova, ce la mette tutta, sul serio! Lo vedo! Ma inevitabilmente finisce male. In effetti, se un lavoro non fa per te, è ovvio che prima o poi le cose vadano a scatafascio, perdendo il lavoro, oppure somatizzando. E lui vuole un lavoro nel suo ambito di studi, ed è pronto a tutto pur di fare quello. Infatti, sta battendo per bene quel settore, anche se, per ora, non trova, non lo chiamano. Nel frattempo, lavora in un ristorante nei weekend. Ma per il resto... lo vedo spento, intristito. Gioca alla playstation, si trova con la ns compagnia, che tra l'altro, ultimamente gli sta caldamente sulle balle, quasi quanto sta sulle balle a me... insomma, lo vedo accontentarsi.

Va bene, Cris. Ok. Gli hai consigliato di trovarci con altri amici. E lui no. Cioè, sì, ma poi si finisce col rivedere più spesso anche quelli che stanno sulle balle. Per abitudine. Gli hai consigliato di parlarne con qualcuno. E lui non vuole.

Ok, stargli addosso non gli servirà a nulla. A questo punto è ora che capisca da solo che fare le cose solo per abitudine è dannoso. Deve essere lui ad ammettere che c'è un problema. Lo sai per esperienza personale. D'accordo. Stagli vicino, fagli capire che ci sei. Ok. Ok. Ce la farai. Ce la farai. E ignora quella strana sensazione di essere anche tu parte del problema. Stai cercando di stargli vicino, no? Lo stai lasciando libero di vivere la sua vita, no?

E poi, ricompare lui. Il suo amico. Sapevi che l'avresti rivisto, ma, in vista della Decisione non temevi quel momento. "Ho preso la Decisione, amo il mio ragazzo, qual è il problema?"

Il problema, cara Cris, è che non si scappa all'inconscio. Anche quando col tuo ragazzo andava bene, anche quando il suo amico era impegnato, tu l'attrazione la sentivi. L'avevi semplicemente ridotta ad un "massì, cose che capitano!" "massì, mi piace perché ha quel determinato carattere, ma anche il tuo ragazzo ha tutte le potenzialità per diventare come lui!" "Massì, è una cosa da nulla, anche nelle migliori storie può capitare di sentire un feeling con altre persone, ma mica è detto che si darà seguito alla cosa!" e ci credevi anche!

Cretina, cretina, cretina! Con la depressione del tuo ragazzo, la situazione è degenerata. Era da mesi che quell'attrazione "scomoda" la sentivi. Più violenta del solito. Ti sei persino ingelosita quando una tua amica ha parlato di provarci con lui. Ovvio, hai represso tutto. Hai il ragazzo, che minchia ti inventi di ingelosirti??? E poi, è solo una cosa in testa tua! Vero? Vero??? Dai, limitati a viverla in testa tua. Non ferire nessuno, lascia perdere, non fare stupidate. Stai col tuo ragazzo da cinque anni, non buttare via tutto così! Ed è inutile che pensi "sì, ma ho come il sospetto che questo suo amico ricambi quello che sento!". Insomma, Cris, sul serio, sarai anche carina, ma col carattere di merda che ti ritrovi, col fisico che ti ritrovi (puoi dire quel cavolo che ti pare, hai perso 8 kg e continui a dimagrire, brava, ma resti comunque con il rotolo di pancia e una taglia 46. Sì, finché sei da sola con te stessa va anche bene, sei felice del tuo corpo, ma se si tratta di pensare di piacere ad un uomo che non sia il tuo, automaticamente pensi che sei cicciona.) vuoi davvero che un altro uomo senta attrazione per te? Ahahahahah, carina! Ma la mia è meglio! Sai cosa si dicono due cassaforti che si incontrano? "Che combinazione!"

Ammettiamolo, la tua autostima fa schifo. Certo, è migliorata, prima faceva vomitare i cani rognosi, adesso fa solo schifo.

Quindi, scendi dal pero, tesoro, lui non sentirà mai quello che senti tu!

Ma... ma...

"Ehi, ragazzi!" dici al tuo ragazzo e al suo amico "che due fighi che siete, tutti e due a cucinare! Fate veramente la vostra porca figura!".

"Eccerto!" risponde l'amico "con tutta la gnocca che mangiamo!" e ti guarda di sottecchi. L'amico, non il tuo ragazzo!

Cris, stai buona, non serve agitarsi così. E sì, ti ha fatto delle """""avances""""", in cui facevate finta di mettervi d'accordo per appartarvi da qualche parte. Ma ti rendi conto che erano solo battute, vero? Cala la crestina, dai!

E sì, è solo un caso che poi ti abbia fatto vedere le sue foto in divisa da poliziotto o da biker! Fatti una doccia fredda! E sì, è solo un caso che, mentre eravate soli perché il tuo ragazzo stava mostrando la sua moto ad un altro vostro amico, ti abbia parlato di come abbia fatto un massaggio ad una sua amica, finendole con accarezzarle i capelli perché a lei piaceva moltissimo. Quindi, quel pensiero che hai fatto del tipo "cavolo, vorrei essere al posto di quella ragazza!" ed esplicitato con un "ommioddio, sì, che bello!" era decisamente fuori luogo! Hai anche fatto una gran figura di merda. Peggio di Ted Buckland! "Cris, nooo, idiota! Hai pensato quello che dovevi dire e detto quello che dovevi pensare!" (semi cit.)... fortuna che è stato diplomatico...

E tranquilla, ti ha detto di trovarvi perché gli hai confidato che hai subito violenza, anni fa, visto che lui fa volontariato in quell'ambito e vuole aiutarti per quel motivo. E ti ha scritto ieri sera verso mezzanotte solo per sapere se la sua cucina ti era piaciuta. Lo ha fatto anche col tuo ragazzo. Non c'è altro.

Ok, Cris. Ho finito di raccontarti la favoletta. La verità è che, probabilmente l'attrazione per te la sente. Sono anni che, a parte il tuo ragazzo, nessuno ti guarda con quello sguardo. E tu, effettivamente, hai bisogno di conferme, inutile negarlo. E il tuo istinto, è altrettanto inutile negarlo, è molto raro che si sbagli. Senza contare che, a parte i sensi di colpa (per una cosa che sta in testa tua, in questo momento), era da parecchio che non ti sentivi così viva.

Solo che, mi spiace per te, per ora non puoi. Il tuo ragazzo non si merita il trattamento che hai riservato ai tuoi ex. Quindi, per favore, controllati.

Ora come ora, stanchezza e deliri a parte, trovo incredibilmente profetico lo sfogo che enry80 ha fatto su di me (la principessa in bianco e nero)...

Mer

08

Giu

2016

ma... ma... perché?????

Sfogo di Avatar di CriseideCriseide | Categoria: Ira

In nome del cielo, perché accidenti non ho mai la risposta pronta quando serve???

Rispondo correttamente a una domanda, e mi viene chiesto comunque di verificare. Per amor di Dio, ho abbastanza intelligenza da capire il ragionamento che va da A a B, lo potrei spiegare senza troppi problemi, e il ragionamento filerebbe anche per Forrest Gump, ma mi si ingrippa la lingua e non riesco mai a spiegarmi! La gente mi prende per stupida, quando gli stupidi finiscono con l'essere loro (tra l'altro, sempre le stesse persone che mi conoscono da una vita, non gente che magari non mi conosce, quindi la stupidità aumenta anche!), dato che, puntualmente, salta fuori che ho ragione io! Ma santo cielo, possibile???

Perché quando posso mettere a tacere qualcuno e magari evitarmi ulteriori rogne, me ne sto zitta????

Perché sono così imbecille??????? Dai, cazzo!!!! Di che cazzo ho paura??? Di passare per una stronza arrogante??? Brava cogliona, intanto ti pestano i piedi e finisci col fare il leone da tastiera per sfogare la tua frustrazione!!! Bravabrava, Cris! Complimentoni!!! Coniglio!

Dai, Criseide, datti una stracazzo di svegliata!! Sveiate fora, porca miseria!!!

Mer

01

Giu

2016

Perdono... parola troppo grossa...

Sfogo di Avatar di CriseideCriseide | Categoria: Altro

Sono passati due anni. Abbiamo tentato chiarimenti, ma ho sempre sentito un muro da parte tua. Ma il muro non era da parte tua. Non solo. O almeno, non credo, non lo so, non sono neanche affari miei il come ti senti tu!

Sicuramente, comunque, quel muro che sentivo era mio. Ad oggi, non so proprio come si possa vendicarsi umiliando una persona, invece di andarle a parlare. Non sei venuta a parlarmi, ti ho fatto uno sgarbo e tu hai reagito subito come una bambina, mettendomi alla gogna con i nostri amici. Hai usato qualcosa che mi piaceva e l'hai ritorta contro di me. Solo DOPO mi sei venuta a parlare. Ammetto che ho sbagliato, sono sempre stata brusca, irruente. Ma, sarò strana io, ad una rispostaccia che do, mi aspetto di ricevere una rispostaccia di rimando. Perché, alla fine, di una rispostaccia si trattava, e neanche offensiva! Non ti ho dato della troia, o chissà che altro, ho semplicemente sbottato un attimo! E mediamente non mi aspetto, ad un tentativo di chiarimento in privato, di rivenire trascinata in mezzo al gruppo e insultata pesantemente per una cagata!

Figurati, suppongo ci sia di peggio, al mondo. Anzi, sono sorpresa di avere bisogno di questo sfogo, onestamente, visto che pensavo di avere superato la cosa. Non è un caso se ti ho tenuta distante negli ultimi tempi, non ti ho più cercata. Né tu hai cercato me. Semplicemente, ero convinta di aver messo da parte il tutto. E dopo settimane che non ti sento, e che spero si prolunghino (ma i nostri ragazzi sono amici, quindi non mi faccio illusioni, prima o poi ci rivedremo) mi prende questa sensazione tremenda di qualcosa di non risolto.

Quindi, ecco la verità: per me, sei solo una stronza ipocrita. Non mi fiderò mai più di te. Non posso fidarmi di una che non ha esitato un secondo a ferirmi con le armi che aveva a disposizione. I tuoi baci e abbracci quando mi vedi cacciateli dove non batte il sole. Avrei dovuto prendermi il mio tempo per smaltire quelle pugnalate alle spalle che mi hai inferto senza troppi complimenti, ma non l'ho fatto. Sono fatta così. Il tempo me lo sto prendendo ora, perchè è ora che faccia definitivamente pace col mio cervello. Ultima cosa: non sono perfetta, su questo non c'è dubbio, ma io per te ci sono sempre stata, a differenza di quelle che tu chiami amiche. Sono io che sono venuta a vedere le tue esibizioni, sono io che ti ho sempre ascoltata quando avevi le tue seghe mentali, ti sono sempre stata leale. Tu per me, non hai fatto altrettanto. Vorrei dire che ti renderai conto che sei sola come un cane e che ti mancherò, ma è anche inutile. A parte che, come dice un vecchio detto, tutti sono utili e nessuno è indispensabile, non mi arrogherò l'idea di essere insostituibile per qualcuno. Ma poi, servirebbe? Naaaaaa. Meglio smettere di farmi del male e basta.

 

 

Già che ci sono, approfitto per fare uno sfogo a parte: magari, la prossima volta, cara cognata, non tenermi impegnata perché ti faccia un massaggio, salvo poi farmi scoprire via facebook che il massaggio te lo sei fatto fare da altri! Non mi interessa il massaggio in sè, anzi, ne sono felice, preferisco che vai da professionisti che sappiano il fatto loro meglio di me, visto che sei incinta, ma avevo giocato a tetris per incastrare il tuo massaggio con i miei impegni. Un avviso sarebbe stato gradito.

Bon. Fatto. Cià. 

Mer

25

Mag

2016

ma quanto bene si sta...

Sfogo di Avatar di CriseideCriseide | Categoria: Altro

Da quando è morta mia nonna, mi sono praticamente isolata. Tutti i progetti che avevo in ballo si sono messi in sosta, mi limito ad andare a lavoro e a danza.

Per il resto, sto con i miei familiari, sento e vedo il mio ragazzo e una sola amica.

Degli altri "amici", non sento nessuno, nessuno mi cerca, nessuno vuole niente da me. Non ho neanche voglia di vederli né sentirli, dalla morte di mia nonna ho perso ogni capacità di sopportazione. Le stupidate su cui passavo sopra adesso mi risultano insopportabili. Quindi, meno li vedo e meglio sto!

In pratica, me ne sto per i ca°°i miei a leccarmi le ferite.

Non pensavo, ma... Dio, quanto bene si sta!

Gio

05

Mag

2016

eccertooo!!!!

Sfogo di Avatar di CriseideCriseide | Categoria: Superbia

Tutti buoni, tutti caritatevoli, "ma io mi sacrifico per gli altri e ricevo solo pesci in faccia!", "ecco, lo sapevo, sono troppo buono!", "ah, e io sono felice, alla faccia tua, brutto e cattivo che mi vuoi tanto male!" "'nvidiosssssi!!!"...

Ecco, parliamone. Tu che sei tanto buona e cara, vorrei ricordarti che, per esempio, nei miei confronti non lo sei stata poi così tanto. E ci scommetto che non sono l'unica a pensarla così.

E tu, che ti dichiari tanto felice, non lo sei poi così tanto, se alla fine senti il bisogno di rinfacciarlo così spesso.

Niente di che, non me ne frega un emerito cazzo delle vostre vite. Non vi serbo rancore, davvero! Se siete felici, bene, sono contenta per voi. Se non lo siete, mi dispiace, spero che le cose si risolvano. E sono seria. Non sono sarcastica.

Anzi, vi dirò la verità, perché credo nell'onestà intellettuale. Un po' vi invidio, diciamocela tutta. Invidio il fatto che alla mia età (e anche prima) abbiate avuto il coraggio di andarvene di casa, sposarvi, avere figli. O di avere un lavoro che amate. O magari non lo amate, ma riuscite comunque a fare buon viso a cattivo gioco. Io, per esempio, non ce l'ho fatta ancora. Vivo ancora con i miei, faccio ancora un lavoro che non fa per me, sono in crisi con il mio ragazzo.

Ma tutto sommato non ho di che lamentarmi. Comunque sul lavoro va meglio, e sto imparando anch'io fare buon viso a cattivo gioco su questo fronte. Per vivere con i miei... va beh, se mi si sblocca la situazione lavorativa e riesce ad andare in porto un progetto che ho per le mani (di cui saprò qualcosa a giorni), non vivrò con loro in eterno. Per il mio ragazzo... beh, la cosa si risolverà, in bene o in male. Non è una situazione simpatica, ma in qualche modo se ne dovrà venire fuori. Sto facendo una fatica immane, lottando con le unghie e con i denti contro i miei demoni, ma sto vedendo risultati.

Insomma, non mi va così male. Infatti il mio punto non è questo.

Il mio punto è: volete rendervi conto che siamo tutti esseri umani??? Tutti??? Primo, non siamo santi! E ci sacrifichiamo solo per poche persone che interessano a noi! Ma gli altri, che magari per noi fanno lo stesso, non ce li inculiamo manco di striscio! Perché è così che siamo fatti, è normale!!! Quindi, per favore, piantatela una buona volta di rompere le palle ergendovi a novelli Santi Franceschi e Madri Terese di Calcutta! Perché non lo siete e non lo sarete mai! Per una persona che vi ritiene persone favolose, ce n'è almeno una che vi ritiene degli stronzi di prima forza! E sono generosa nelle stime! Ma non perché siate particolarmente bastardi, o che so io. Siamo tutti così!!! Sul serio!

E se siete così felici, che cazzo di bisogno avete di sbandierarlo in giro??? Tanto, a quelli a cui vi rivolgete non gliene fregava una sega di voi prima, altrimenti non vi avrebbero fatto stare così male, figuratevi se gliene frega qualcosa di sapere che siete felici adesso!!! Eppure siete lì che scrivete, urlate, sbandierate la vostra presunta felicità! Allora vi do una notizia, ciccini: non siete felici, siete semplicemente dei rosiconi!!!

E piantatela, su!!! Abbiate la compiacenza di ammettere che siete esseri umani e fatela finita!!!

Lun

30

Nov

2015

si profila uno scoglio bello grosso all'orizzonte...

Sfogo di Avatar di CriseideCriseide | Categoria: Ira

Ok. Ok. Fortunatamente, novanta su 100 ad aprile vado a convivere, perché sto diventando pazza!

Mamma, allora, chiariamo un po' di punti, perché con tutti i corsi che hai fatto, i guru che hai seguito, non ti è mai venuto in mente di provare veramente a cambiare atteggiamento nei confronti di nessuno dei tuoi figli.

1. Inutile che mi tratti con perplessità per il fatto che vado da una psicologa. Se tu non mi caghi, devo andare da qualcuno che lo faccia!! Tra l'altro, non te ne sbatte un cazzo del fatto che ero depressa! Peggio, sei davvero convinta che la mia condizione cambierà nel giro di due settimane! Eccerto! 27 anni di trascuratezza, di poco ascolto soprattutto da parte tua, e li risolvo in 2 sedute! Vivi pure nel mondo dei sogni!

2. Danza del ventre non è un vero sport e a 50 anni avrò i tuoi stessi problemi di schiena e di spalle? Ma tu lo sai che mi sto facendo il culo a danza proprio per questo? Provaci tu a fare shimmy, belly shimmy, shimmy di spalle, shimmy in rélevé, twist, cammelli, onde, reverse, salti, circonduzioni, spada, allungamenti, ali di Iside, coordinare tutti i movimenti in un'unica coreografia. Poi fallo più volte a settimana. Dimmi se poi non è una disciplina in cui lavori! Che poi, non è una novità che chi fa danza orientale venga frainteso. In realtà il mio problema è: possibile che ogni fottuta volta che faccio qualcosa che sia scelto da me, sono solo stronzate, per te??? Ma vai anche a cagare!!!

3. Piantala di sputtanarci con i tuoi amici! è ora di finirla! Mia sorella ha smesso teatro dopo quattro anni perché non le andava più di farlo. è il caso di definirla stronza davanti a loro? L'altra mia sorella è vittima costante di bullismo, e si è vista un caro amico voltarle le spalle in modo brutale. è fin troppo brava a reggere il colpo e a non volersene andare da scuola, perché comunque altre amicizie a cui appoggiarsi le ha e le materie di indirizzo le piacciono! E invece di essere felice perché ha carattere, le rompi le palle perché il lato oscuro del suo carattere la porta a essere testarda e chiusa nei confronti degli altri! E le dai torto a prescindere perché il suo amico ha fatto lo stronzo! Né tu né io sappiamo come sono andate le cose, quindi lasciala stare una volta tanto!

Pensare che fino a qualche anno fa non sembravi così male, come madre. Ma poi sono cresciuta. E mi sono resa conto che le tue lacune in questo ambito sono veramente serie! Non puoi pensare di andare bene unicamente perché ci dai un tetto sopra la testa e accompagni le mie sorelle in giro quando devono andare da qualche parte. Sì, ok, grazie infinite! Ma vuoi sapere cosa sarebbe ora che tu facessi? Bene, ecco a te:

Piantala di dire che tu fai di tutto per noi. Perché quello che ci serve davvero non lo fai mai. Il mio ragazzo è rimasto scioccato nel vedere che le mie sorelle ti chiedevano una cosa e tu rispondevi loro solo quando ero io a ripeterti la loro domanda! Non ti stupire se io non ti parlo, visto che l'unica volta in cui mi parli a cuore aperto, lo fai con una sfuriata e non mi dai neanche la possibilità di spiegare il mio punto di vista! Quello che sai fare, è giudicare (anzi no, scusami, tu sei una buona cristiana, non giudichi: condanni direttamente!) quando uno qualsiasi di noi fa una cagata. E basta. Se vedi che si sta logorando il rapporto con i tuoi figli, possibile non ti venga in mente di provare un altro approccio? Proprio, neanche uno??? Ma che cazzo!!! 

Piantala di vantarti di avere raggiunto un'età in cui te ne freghi delle opinioni altrui e dici in faccia le cose. Sono solo fottute balle! Sono anni che vedo sempre lo stesso, maledetto, identico copione: la gente che ti fa uno sgarbo, tu che ti incazzi, non dici niente, poi parli alle loro spalle, accumulando talmente tanto nervoso che poi esplodi! Alla zia che vive a 500 km da noi e pur non vedendoci né sentendoci mai si vanta di avere un legame particolare con una delle mie sorelle e di preferirla all'altra, dovevi rispondere che doveva piantarla di fare discorsi del cazzo! Non dovevi fare la beneducata, per poi andarti a lagnare dal papà! Tra l'altro, l'unica volta in cui papà decide di difenderti (perché, ammettiamolo, ha sempre difeso la nonna e le zie a tuo discapito!), gli hai anche risposto di lasciar perdere! Ma che discorsi del cazzo sono???

VOgliamo parlare di mia cognata che si approfitta spudoratamente della tua pazienza e del fatto che non lavori (pur avendo un botto da fare) per renderti partecipe dei suoi progetti e tirarti impunemente pacco? Però a lei non hai detto che non è stata corretta nei tuoi confronti! Ti avevo detto o no che era ora di prendere il toro per le corna??

Ma va bene, lagnati! Fai pure! 

Grazie mamma, per avermi insegnato a fare come te: a reagire come una codarda davanti alle reazioni degli altri.

Stanno cambiando le cose. Ho affrontato la mia amica e sto risolvendo le cose con lei.

Ho affrontato mia zia a lavoro, cosa che tu non hai fatto mai, e mi sta trattando con più rispetto, almeno sembra. Finora è andata bene, ma lei è un caso particolare, ammettiamolo. Ma ciò non toglie che l'ho fatto, le ho detto come mi ha fatto sentire certe volte. Il riscontro è stato positivo.

Resti solo tu. Sei la persona che mi fa più paura affrontare, lo ammetto. Ma non potrai scamparla ancora a lungo.

Lun

16

Nov

2015

per favore, ditemi che non sono l'unica...

Sfogo di Avatar di CriseideCriseide | Categoria: Altro

...a odiare profondamente i complottari!

Si fanno venire l'ulcera inutilmente vedendo i loro personalissimi mulini a vento e poi non fanno altro che sbraitare senza proporre vere soluzioni!

Porco di quel giuda, piantatela che non siete nessuno!

E quando si mettono a dire: "meditate, gente, meditate..."

Che odio profondoooooooooooo!!!!!!!!!!

 

Bene, sclero giornaliero fatto.

Andiamo a pranzo, va là!

Buona settimana a tutti!!!!!!!! 

Gio

12

Nov

2015

odio, odio, ODIO lavorare qui!

Sfogo di Avatar di CriseideCriseide | Categoria: Altro

Odio lavorare come segretaria! Lo odio! è un lavoro noioso da morire, prenderei volentieri a craniate il muro pur di non fare più questo cazzo di lavoro, e spero di non ritrovarmi mai più in futuro a doverlo rifare, perché proprio lo ODIO!

Non vedo l'ora che esca il bando per il patentino di accompagnatore turistico! Vorrà dire che dovrò farmi il culo quadro per portare a casa un mio stipendio la cui entità dipenderà solo ed esclusivamente da me, ma almeno non sarò più alle dipendenze di nessuno (nessuno che mi dice: rimetti in ordine le carte, fai questa cosa che non sai come fare, ma io non te la spiego, arrangiati, e a proposito, scarica le fatture che è arrivato A ME l'avviso e non posso perdere il mio tempo prezioso che uso per ricontrollare tutto quello che fate tu e tuo padre per fare una cosa su cui impiegherei due secondi - DUE SECONDI, PORCA TROIA! - e poi ti ricordi cosa è successo l'altro giorno? perché hai scritto questo? perché mi è stato detto così! Seeee, va beh... e giù parole!) e farò qualcosa che veramente mi piace! Senza contare che ho già i contatti per lavorare, quindi va bene così!! E oltretutto si guadagna anche bene! Ay Dios, sto preferendo un lavoro che comunque potrebbe essermi molto incerto a uno sicuro! Cioè, siamo veramente alla frutta! Mi manca parlare lingue straniere, conoscere gente, è un anno che sto qui e non ne posso davvero più!!! Dai, cazzo, esci, bando! Ti prrrrrrrrego! Così tra l'altro il mio lavoro andrà a chi è più portato di me per queste cose!

Ok, la pressione è tornata normale. Respiro profondo, torniamo a ringraziare di avere un lavoro, ad aspettare che le province si sveglino con i bandi... e torniamo anche a finire di sistemare carte!

Buon pomeriggio a tutti!

PS: non intendo rispondere a nessun commento a questo sfogo, visto che si tratta proprio di uno sfogo e non di una ricerca di solidarietà. Quindi risparmiate tranquillamente i commenti! O quantomeno i commenti insultanti che sicuramente seguiranno!

 

Besos a todos! 

Back to work! 

Lun

09

Nov

2015

riflessioni post-baruffa

Sfogo di Avatar di CriseideCriseide | Categoria: Altro

Dopo un paio di cose che mi sono successe, ho realmente capito l'importanza dello sfogo.

Mi sono ritrovata a litigare con quella che consideravo la mia migliore amica, visto che si è comportata da stronza una volta di più, e io, a quel punto, non ero più disposta a sopportare le sue puttanate. Stavo rischiando persino la gastrite! A forza di dai, la signorina ha capito la mia situazione, ma ci sono state cose che mi hanno infastidito parecchio.

1. Inizialmente ha dato tutte le colpe a me. Ero io che mi ero allontanata, e lei aveva il terrore di avvicinarsi a me, perché ormai la attaccavo su tutti i fronti. Risposta mia: finché vedo che lei fa di tutto per evitarmi e quando le chiedo se va tutto bene tra di noi lei risponde di sì ma poi continua a comportarsi da stronza, direi che ho tutte le ragioni per infuriarmi. Risposta sua: "ma io sono fatta, così, mi chiudo a riccio. Siccome la mia è una risposta automatica, non chiederò scusa per questo.". Sì, certo, io come risposta automatica attacco chiunque mi capiti sotto tiro, anche se non c'entra nulla, ma siccome è una risposta automatica, allora va bene così! Ma che discorsi del cazzo sono?? Con questa scusa, allora divertiamoci tutti a ferire tutti! Ho lasciato da parte la mia solita paura del confronto e le ho detto anche questo, comunque, tra l'altro scusandomi delle mie reazioni automatiche. Ha evitato di rispondere.

2. Le ho spiegato le mie sensazioni, fermo restando che comunque avevo sbagliato anch'io. Nel pieno della depressione, mi sono sentita mollata lì da sola da una delle persone cui volevo più bene. Non avevo intenzione di accusarla, anche perché, effettivamente, avrei potuto dirle io stessa "mi sento sola, sto male". Lei ha chiesto scusa, perché anche lei aveva passato un periodo così, si era sentita abbandonata anche lei da una sua cara amica e capiva perfettamente come mi ero sentita io.

Conclusioni: lei vorrebbe continuare ad avere un rapporto di amicizia con me, ripartendo da nuove basi. 

Bene. Ok. Morale?

Sono due settimane che non ci sentiamo né vediamo. E non ci vedremo per almeno altre due settimane, da quanto ho capito. Ho persino il forte sospetto che mi stia evitando, visto che, ogni volta che abbiamo un evento in comune a cui partecipare (esempio, compleanno di amici), io aderisco e lei, dopo la mia adesione, dice che non ci sarà. Ok che sono in preciclo, riconosco che potrebbe essere una mia paranoia. Io non la cerco, perché non mi va più di correrle dietro. Ho altre amiche, ora come ora preferisco coltivare il rapporto con loro. Rapporto che, tra l'altro, è diventato più semplice da quando lei è fuori dalle scene. Già questo è indicativo.

Infatti, in realtà, l'idea di non vederla non mi dà poi così fastidio. Forse il mio ragazzo ha ragione, dopo tutto quello che abbiamo passato, non lo voglio ancora ammettere del tutto con me stessa, ma probabilmente lei ormai mi sta caldamente sulle palle. Togliamo il probabilmente, anzi. Quindi, davvero, in generale non mi dà fastidio il fatto che non voglia farsi sentire.

Ma c'è un interrogativo che mi perseguita e su cui rimugino da parecchio, e chissà che dopo aver scritto qui mi si affievolisca un po', prima di andarglielo a chiedere a muso duro alla prima occasione. Fermo restando che ognuna in questa vicenda ha le sue belle responsabilità, e le mie le ho riconosciute, con parecchio imbarazzo ma, tutto sommato, senza troppi problemi, io mi chiedo: ma se all'improvviso una tua amica, o un tuo amico, comincia a comportarsi in un modo che reputi strano (che ti urli contro per il cavolo, che ti eviti, che cominci a bere, fumare, e via discorrendo), a te che leggi questo sfogo, prima di sfancularlo, non verrebbe da andargli a chiedere se va tutto bene, se magari sta passando un brutto periodo? Non dico andare all'estremo e perdere le energie per aiutarlo, ma quanto meno fargli capire che ci sei, che ti interessa sapere come sta.

O sono io che ho sbagliato tutto, finora?

Lun

02

Nov

2015

psicoterapia, mesi dopo.

Sfogo di Avatar di CriseideCriseide | Categoria: Altro

Arriva la "diagnosi" (trattandosi di una psicologa, non può essere una vera e propria diagnosi). Vuoto depressivo. In pratica, non avendo ricevuto ascolto quando ero bambina, ho cercato qualcosa che lo compensasse. Ovviamente, non ha funzionato e a forza di ricevere risposte negative, sono caduta in depressione.

Ammetto che è stato un bel colpetto, quando mi è stato detto. Un conto è sospettarlo. Diventa più facile da negare, se hai anche l'umiltà di dire "non sono del mestiere, può essere anche semplice stanchezza". Almeno, negando, non cadi nell'autocommiserazione.

Non che negare sia la via per uscirne. Ma almeno non mi sono ripiegata su me stessa forte del fatto che "sono depressa". Mi sono ripiegata su me stessa per altri motivi.

E sapere che in realtà sono depressa, mi ha scossa. Ho cominciato a riflettere su quello che mi circonda. Ho cercato di ascoltare quello che vuole dirmi quella parte di me che ho sempre ignorato, perché convinta che non andasse bene. E si arriva a capire che non sei una donna da stare chiusa in un ufficio ad ascoltare qualsiasi pirla (non solo i titolari) a trattarti come la sua segretaria personale (minchia, non vedo l'ora che esca il bando per accompagnatori turistici!). Ci si arriva a sorprendere quando intravedi una pala attraverso la porta aperta di una chiesa e praticamente a perdere le bave perché vuoi sapere chi l'ha dipinta e perché. A capire che a te piacciono i colori, i disegni, le storie.

Mi piace sapere che non sono solo quella che gli altri vedono. Sapere che non sono tutta qui. Non sono monocromatica e noiosa.

Se solo avessi più coraggio... 

Comunque, anche prima che mi dicessero qual è il mio "problema", comunque, ho sempre avuto il pensiero che non intendevo cedere di un millimetro. Questo non è cambiato. Non intendo lasciarmi andare ad alcool fino a sfondarmi, a droghe, a promiscuità. Mi ci sono aggrappata con le unghie e con i denti a quest'idea. Ho avuto i miei momentacci, come quando sono andata a letto con uno e ne ho ricavato un'umiliazione che ho vissuto come uno stupro (l'unico motivo per cui dico che l'ho vissuto io così, è che non ci sono state botte, ero semplicemente bloccata). Senza contare che per un breve periodo non ho disdegnato le sbornie. Ma niente di tutto questo è degenerato ulteriormente, le sbornie sono state comunque poche e non troppo serie, e quanto agli uomini, beh, se sto con un uomo da cinque anni, direi che il mio proposito l'ho realizzato. Non intendo ripetere niente di quello che ho fatto, non intendo farmi sopraffare. Ma, se mi consentite la metafora, a volte ho come l'impressione che la mia vita consista solo nel tenere la testa fuori dall'acqua, senza potermi godere una bella nuotata...

Iscriviti!

Iscriviti
Iscriviti e potrai aggiungere commenti senza attendere approvazioni, votare gli sfoghi e gestire i tuoi post ed il tuo profilo senza limitazioni.
Clicca qui per aggiungerti