Invidia

Sfoghi più votati:

Sfoghi: (Pag. 1)

Mer

16

Ago

2017

La mia migliore amica mi da' sui nervi

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Invidia

si mangia tutti i miei biscotti!! Poi si lamenta se ingrassa! Sono più magra di lei, ci credo, io ne mangio massimo cinque al giorno. 

Dom

13

Ago

2017

Invidiosa di mia sorella?!

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Invidia

Ciao ho 13 anni mia sorella ne ha 11. Non ci girerò in torno. Sono invidiosa di lei...intendo fisicamente è piccola ma molto carina ha un naso piccolo proporzionato occhi azzurri e capelli castani.

Io occhi castani naso enorme piena di brufoli capelli castani lisci.

Mi vergogno ad invidiare mia sorella ma è più forte di me 😭 

Tags: invidia

Ven

11

Ago

2017

Invidiosa di una parente

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Invidia

Sono invidiosa di una mia parente, fa la casalinga ed è mantenuta dal marito che si spacca la schiena, gli compra tutto quello che vuole, e viziata ha una figlia e si crede intelligente quando invece è ignorante e non ha né studiato e quasi non è mai uscita dal suo paesello. Non ha mai visto il mondo, mai viaggiato mai avuto esperienze spiacevoli e delusioni mai lavorato in vita sua e si crede pure meglio di chiunque altro e di potersi permettere di criticare e sparlare e prendere in giro chi non ha ottenuto dei traguardi nella vita. Lei non ha fatto NIENTE nella vita e ha ottenuto tutto spende un sacco si soldi, si vanta di tutto quello che compra si crede una gran signora invece è una cafona e proprio una persona odiosa. La invidio perché brutte persone e ignoranti come lei dalla vita hanno avuto tutto invece io ho solo avuto delusioni, la vita è ingiusta e premia chi non se lo merita.

Lun

07

Ago

2017

Ho scoperto una cosa che riguarda la mia migliore amica

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Invidia

ciao ragazzi, leggo questo sito da un po' ormai e visto che da tempo ho scoperto una cosa che non ho ancora detto a nessuna e che probabilmente finché non sarà la mia amica in questione a dirmi, ho deciso di sfogarmi qui. Ormai da un anno sono a conoscenza del fatto che la mia amica E. ha una relazione amorosa con quello che a tutte dice di essere il suo amico farmacista R. Un pezzo di uomo che se lo presentasse alle sue "amiche" la invidierebbero e non poco. La cosa che più mi dà fastidio è la sua non sincerità nei miei confronti perché mi reputo la sua migliore amica. Io dal primo momento che li avevo visti insieme avevo capito qualcosa ma poi li ho beccati in fragrante una sera che stavo rientrando a casa tardi. Lui all'1 di mattina saliva da lei e il giorno seguente la sua macchina era ancora parcheggiata dove avevo visto che l'avevano messa.

 

Dom

06

Ago

2017

Ho 16 anni e niente, non sto bene

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Invidia

Salve a tutti, mi sono appena iscritto. Dunque sto vivendo una situazione parecchio complicata e non ci capisco nemmeno molto probabilmente. Dunque. Sono sempre stato un po' timido con chi non conoscevo, alle elementari i primi anni stavo sempre da solo e non parlavo con nessuno, ero super introverso; alla fine sono passati diversi anni e in 5a ero grande amico di tantissima gente e con loro ero diventato il massimo dell'estroversione, quasi l'opposto di prima. Poi ho iniziato le medie, anche li ci ho messo sicuramente un po per integrarmi, anche se di meno probabilmente perché nonostante fossi in una classe completamente nuova in altre classi di quella scuola c'erano alcuni miei ex compagni delle elementari, che vedevo sempre alla ricreazione. Con la classe pero non sono mai uscito, e se c'erano delle pizze di classe non mi sentivo di andarci. Allo stesso tempo in quegli anni frequentavo sempre però alcuni amici del cortile sotto casa, con cui invece uscivo nell'isolato sempre d'estate a quel tempo. Le cose sono poi cambiate da quando ho finito le medie, perché i compagni delle medie non li ho più visti, e quelli del cortile, dopo che erano passati mesi senza frequentarli, non mi ero sentito di riuscire a rivederli (non mi sentivo più la confidenza e. probabilmente dalla timidezza, non sono tornato con loro). Ho iniziato cosi le superiori, e cosi appunto sono cambiate molte situazioni. Perché ho riscontrato di nuovo anche qui diversi problemi a relazionarmi con tutta gente che non conoscevo, cosi il primo anno non ho fatto nessun amico, mi sentivo anzi spesso a disagio e in forte ansia a socializzare con altri della classe, e cosi ho dovuto saltare gite e altre cose del genere. Nel secondo anno io ho avuto ancora questi problemi di sicuro, e sono stato sempre un po' zitto, non ho parlato, ed ero ancora sempre un po impacciato, e cosi la classe si è fatta di me un po l'idea di quello comunque molto calmo e che parla poco, PERO sicuramente di sicuro le cose al secondo anno sono comunque un po migliorate: è stato un po meglio, e ho preso comunque un po più confidenza con alcuni, pur ovviamente non abbia fatto ancora veramente amici proprio o altre cose insomma eccetera. Nonostante questo, sono un po migliorato in classe con alcuni perché li conosco da più tempo, ma avendo fatto qualche attività extra scolastica (molto breve, non sto a specificare) ho visto che a incontrare gente nuova della mie eta o a ritrovarmi in una classe con gente che non conosco, ho sempre gli stessi problemi di forte ansia ad andare là, e sono sempre impacciato, e diciamo "vado un po via di testa", e ho queste difficolta relazionali, soprattutto questa ansia per degli eventi sociali del genere, (mentre altri dopo poco che si conoscono sono gia amici o quasi). Al momento cosi non ho gente con cui uscire, ho questi problemi. Ed adesso che è estate sto a casa o esco coi genitori o qualche volta da solo, fatto sta che tutto questo certe volte mi fa star male e anche mi deprime, anche perche a volte i genitori litigano anche in casa e io non so piu cosa cavolo fare. Non ho mai dato ancora il primo bacio, (quindi anche sono vergine), ho avuto soltanto una ragazza se cosi la pssiamo chiamare, quando ero bambino tra le elementari e poco prima delle medie piu o meno, in cui ero in un periodo molto piu diverso, avevo appunto come ho scritto della gente a scuola e in cortile che vedevo con cui pero poi mi sono slegato come ho spiegato prima, quindi non ripeto. Al momento sono in questa fase un po critica, e so che sono sempre un po stato cosi, timido, e quindi non so se anche per fare amicizie in classe sia questione di tempo come negli anni passati anche alle elementari, medie o altro. Pero al momento ho 16 anni, compiuti da qualche settimana, poco fa, e sono qua cosi. Diciamo che non sto veramente vivendo ecco. Ho sempre questa ansia con chi non conosco, non so se sia fobia sociale o ansia sociale o cose del genere, in certi casi ho avuto ansie anche abbastanza esagerate. Oltretutto mi sento un po insicuro in tutto, nel fare le cose da solo; ad esempio c'è chi magari va anche in palestra o in altri luoghi del genere, io non me la sentirei nemmeno probabilmente di andarci da solo, mi sento quasi fin troppo "piccolo" per certe cose, e non vorrei essere cosi, piccolo nel senso che mi sento insicuro ad andare da solo, e probabilmente a causa del fatto che ho queste ansie e insicurezze sociali in fin dei conti. Se esco di casa da solo nell'isolato, non mi sento nemmeno molto sicuro, perche non so se magari poi incontro qualcuno dei miei vecchi amici che ora non frequento piu e mi scatta l'ansia e divento timido. In genere se ho interazioni con altri, magari poi della mia eta, mi sento un po cosi (almeno che non li conosca bene naturalmente). Non so cosa dire. Vedo oltretutto gente che a questa eta ha la ragazza esce eccetera, io mi sento cosi e non capisco. Oltretutto non mi sentirei nemmeno in grado di averla una ragazza ora, ceh vorrei ma avendo queste difficolta non mi sento in grado di far nulla. Essendo un'età anche un po degli ormoni, vorrei anche interessarmi al sesso opposto eccetera ma sento sempre queste ansie. Mi sento in un altro mondo rispetto a tanti altri della mia eta, mi sento lontano da loro, mi sento diverso. C'è da dire che poi io mi sono sempre sentito un po cosi, e gia alle medie, vedevo che tanti altri avevano la ragazza e altre cose, mentre io no e mi sentivo abbastanza "sfigato" sotto certi punti di vista, rispetto ad altri che erano i piu duri, i piu fighi, eccetera, e adesso che sono in questa situazione ancora di piu. Continuo a dire che prima o poi dovra cambiare qualcosa, nel senso che dovro anche avere delle esperienze con delle ragazze, degli amici ecc, anche perche poi il secondo anno come ho detto alle superiori perlomeno è stato di certo un po meglio alla fine, e cosi continuo a pensarci e non sto in pace. Ma ho ansia nelle questioni sociali, a parlare con altri coetanei gente che non conosco, di fatto sotto questi punti di vista vorrei essere l'esatto opposto di cio che sono al momento. Mi sento diverso, anche perche non mi sento nemmeno al livello degli altri socialmente, essendo cosi, mentre vedo altri, piu duri, che escono, eccetera. A volte mi sento quasi imprigionato qua, e mi scatta una strana voglia di ribellione incondizionata, da tutto, di ribellione, trasgressione, anche dai genitori ovviamente, ma al momento non ho gente con cui esco e appunto, ho questa ansia, e timidezza . Non vado in palestra o altri posti simili e sinceramente non ne la sentirei oer i motivi detti. Non ho una ragazza e non mi sento neanche in grado di averla, e fare anche quello che fanno gli altri tipo anche andare a casa l'uno dell altro, sempre per i motivi che ho detto, per questa ansia e perche mi sento sempre insicuro e quindi mi faccio mille paranoie, non so, saranno pure infondate/irrazionali. Forse mi sento un po piu bambino, forse troppo, non so se possa essere che magari sono stato troppp attaccato alla famiglia e ora non so essere autonomo in queste cose e mi sento insicuro in tutto

Dom

06

Ago

2017

Ho 16 anni e niente, non sto bene

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Invidia

Salve a tutti, mi sono appena iscritto. Dunque sto vivendo una situazione parecchio complicata e non ci capisco nemmeno molto probabilmente. Dunque. Sono sempre stato un po' timido con chi non conoscevo, alle elementari i primi anni stavo sempre da solo e non parlavo con nessuno, ero super introverso; alla fine sono passati diversi anni e in 5a ero grande amico di tantissima gente e con loro ero diventato il massimo dell'estroversione, quasi l'opposto di prima. Poi ho iniziato le medie, anche li ci ho messo sicuramente un po per integrarmi, anche se di meno probabilmente perché nonostante fossi in una classe completamente nuova in altre classi di quella scuola c'erano alcuni miei ex compagni delle elementari, che vedevo sempre alla ricreazione. Con la classe pero non sono mai uscito, e se c'erano delle pizze di classe non mi sentivo di andarci. Allo stesso tempo in quegli anni frequentavo sempre però alcuni amici del cortile sotto casa, con cui invece uscivo nell'isolato sempre d'estate a quel tempo. Le cose sono poi cambiate da quando ho finito le medie, perché i compagni delle medie non li ho più visti, e quelli del cortile, dopo che erano passati mesi senza frequentarli, non mi ero sentito di riuscire a rivederli (non mi sentivo più la confidenza e. probabilmente dalla timidezza, non sono tornato con loro). Ho iniziato cosi le superiori, e cosi appunto sono cambiate molte situazioni. Perché ho riscontrato di nuovo anche qui diversi problemi a relazionarmi con tutta gente che non conoscevo, cosi il primo anno non ho fatto nessun amico, mi sentivo anzi spesso a disagio e in forte ansia a socializzare con altri della classe, e cosi ho dovuto saltare gite e altre cose del genere. Nel secondo anno io ho avuto ancora questi problemi di sicuro, e sono stato sempre un po' zitto, non ho parlato, ed ero ancora sempre un po impacciato, e cosi la classe si è fatta di me un po l'idea di quello comunque molto calmo e che parla poco, PERO sicuramente di sicuro le cose al secondo anno sono comunque un po migliorate: è stato un po meglio, e ho preso comunque un po più confidenza con alcuni, pur ovviamente non abbia fatto ancora veramente amici proprio o altre cose insomma eccetera. Nonostante questo, sono un po migliorato in classe con alcuni perché li conosco da più tempo, ma avendo fatto qualche attività extra scolastica (molto breve, non sto a specificare) ho visto che a incontrare gente nuova della mie eta o a ritrovarmi in una classe con gente che non conosco, ho sempre gli stessi problemi di forte ansia ad andare là, e sono sempre impacciato, e diciamo "vado un po via di testa", e ho queste difficolta relazionali, soprattutto questa ansia per degli eventi sociali del genere, (mentre altri dopo poco che si conoscono sono gia amici o quasi). Al momento cosi non ho gente con cui uscire, ho questi problemi. Ed adesso che è estate sto a casa o esco coi genitori o qualche volta da solo, fatto sta che tutto questo certe volte mi fa star male e anche mi deprime, anche perche a volte i genitori litigano anche in casa e io non so piu cosa cavolo fare. Non ho mai dato ancora il primo bacio, (quindi anche sono vergine), ho avuto soltanto una ragazza se cosi la pssiamo chiamare, quando ero bambino tra le elementari e poco prima delle medie piu o meno, in cui ero in un periodo molto piu diverso, avevo appunto come ho scritto della gente a scuola e in cortile che vedevo con cui pero poi mi sono slegato come ho spiegato prima, quindi non ripeto. Al momento sono in questa fase un po critica, e so che sono sempre un po stato cosi, timido, e quindi non so se anche per fare amicizie in classe sia questione di tempo come negli anni passati anche alle elementari, medie o altro. Pero al momento ho 16 anni, compiuti da qualche settimana, poco fa, e sono qua cosi. Diciamo che non sto veramente vivendo ecco. Ho sempre questa ansia con chi non conosco, non so se sia fobia sociale o ansia sociale o cose del genere, in certi casi ho avuto ansie anche abbastanza esagerate. Oltretutto mi sento un po insicuro in tutto, nel fare le cose da solo; ad esempio c'è chi magari va anche in palestra o in altri luoghi del genere, io non me la sentirei nemmeno probabilmente di andarci da solo, mi sento quasi fin troppo "piccolo" per certe cose, e non vorrei essere cosi, piccolo nel senso che mi sento insicuro ad andare da solo, e probabilmente a causa del fatto che ho queste ansie e insicurezze sociali in fin dei conti. Se esco di casa da solo nell'isolato, non mi sento nemmeno molto sicuro, perche non so se magari poi incontro qualcuno dei miei vecchi amici che ora non frequento piu e mi scatta l'ansia e divento timido. In genere se ho interazioni con altri, magari poi della mia eta, mi sento un po cosi (almeno che non li conosca bene naturalmente). Non so cosa dire. Vedo oltretutto gente che a questa eta ha la ragazza esce eccetera, io mi sento cosi e non capisco. Oltretutto non mi sentirei nemmeno in grado di averla una ragazza ora, ceh vorrei ma avendo queste difficolta non mi sento in grado di far nulla. Essendo un'età anche un po degli ormoni, vorrei anche interessarmi al sesso opposto eccetera ma sento sempre queste ansie. Mi sento in un altro mondo rispetto a tanti altri della mia eta, mi sento lontano da loro, mi sento diverso. C'è da dire che poi io mi sono sempre sentito un po cosi, e gia alle medie, vedevo che tanti altri avevano la ragazza e altre cose, mentre io no e mi sentivo abbastanza "sfigato" sotto certi punti di vista, rispetto ad altri che erano i piu duri, i piu fighi, eccetera, e adesso che sono in questa situazione ancora di piu. Continuo a dire che prima o poi dovra cambiare qualcosa, nel senso che dovro anche avere delle esperienze con delle ragazze, degli amici ecc, anche perche poi il secondo anno come ho detto alle superiori perlomeno è stato di certo un po meglio alla fine, e cosi continuo a pensarci e non sto in pace. Ma ho ansia nelle questioni sociali, a parlare con altri coetanei gente che non conosco, di fatto sotto questi punti di vista vorrei essere l'esatto opposto di cio che sono al momento. Mi sento diverso, anche perche non mi sento nemmeno al livello degli altri socialmente, essendo cosi, mentre vedo altri, piu duri, che escono, eccetera. A volte mi sento quasi imprigionato qua, e mi scatta una strana voglia di ribellione incondizionata, da tutto, di ribellione, trasgressione, anche dai genitori ovviamente, ma al momento non ho gente con cui esco e appunto, ho questa ansia, e timidezza . Non vado in palestra o altri posti simili e sinceramente non ne la sentirei oer i motivi detti. Non ho una ragazza e non mi sento neanche in grado di averla, e fare anche quello che fanno gli altri tipo anche andare a casa l'uno dell altro, sempre per i motivi che ho detto, per questa ansia e perche mi sento sempre insicuro . Forse mi sento un po piu bambino, forse troppo, non so se possa essere che magari sono stato troppp attaccato alla famiglia e ora non so essere autonomo in queste cose e mi sento insicuro in tutto

Gio

03

Ago

2017

Mi faccio schifo e sono confusa, la odio!

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Invidia

Okay, non so da dove cominciare..è la prima volta che scrivo qui..sono al liceo e mi ritrovo in una classe completamente di riccone, piena di gruppetti e come se non bastasse sono perfette tutte quante, senza brufoli,naso perfetto, bel fisico... e poi ci sono io che senza un mascherone (anche adesso che è estate) non uscivo di casa..mi svegliavo alle 6 del mattino solo per truccarmi nonostante sia abbastanza vicina alla scuola..tutta questa mia insicurezza non mi ha fatto mai avvicinare ai ragazzi perché se non piaccio a me stessa come posso piacere agli altri? In ogni caso ormai a questo non ci penso più perché ho un problema più grande...nella mia classe c'è una delle ragazze 'perfette' che è seriamente la perfezione in persona, ricca come pochi,alta magra sempre abbronzata bionda  e la odio con tutto il mio cuore, ha anche un caratteraccio e mi fa sentire tutto il tempo sottomessa e inferiore ma nonostante questo, nonostante io veramente la odio e non le sono neanche amica sono come ossessionata da lei, controllo il suo profilo Instagram ogni minuto, sono sempre la prima a mettere like alle sue foto ed è meravigliosa...sono veramente annebbiata da lei e ripeto nonostante la odi con tutto il mio cuore sono innamorata persa di lei..è la prima volta che lo ammetto non mi sono mai sentita così...la vorrei fuori dalla mia vita ma non faccio altro che avvicinarmi a lei, le mando sempre snapchat in pose piuttosto flirtanti mentre con le altre mando anche foto imbarazzanti come si fa tra amiche...non so che fare...non diventerò mai una di quelle del suo gruppo perché non sono come loro e mai lo sarò...sono giorni che piango per il mio aspetto...con questo caldo la mia acne è nettamente peggiorata! Ragazzi perché lei e le altre ragazze della mia classe non hanno un brufolo e io sono piena??!! Cosa ho fatto di male??? Mi fa seriamente andare fuori di me questa ragazza ma è così perfetta e vorrei solo proteggerla da tutto...sono così confusa...mi odio e odio tutti....

Lun

31

Lug

2017

Perchè non gli ho detto quel fottuto ti amo.

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Invidia

Inizio dicendo che sono innamorata di questo ragazzo, ma non siamo mai stati insieme. 
Io ho 18 ann e lui ne deve compiere 20, siamo migliori amici da 2 anni anche se ci conosciamo da più tempo.
Vi racconto brevemente cosa è successo prima (perchè poi vorrei parlare di me e lui adesso)
Capodanno 2017, festeggiamo a casa mia, mi ubriaco e lui è un po' brillo. Lo bacio, 2 volte (bacio a stampo di 1secondo neanche) dicendogli che "non è una cosa sessuale, ma è perchè ti amo- ti amo di bene".
Ne parliamo e decidiamo che ero ubriaca perciò lasciamo stare. 
Aprile: noi ci avviciniamo sempre più, restando amici, poi nella nostra compagnia arriva una tipa. Cominciano a frequentarsi (anche ora) e io ci rimango un po' male. Al che lui mi chiede se sono gelosa e io rispondo di sì. 
Ne parliamo e scopro che lui è da tempo che gli piaccio. Lo ricambio,ma lui frequenta lei. 
A quel punto mi sono chiesta se non fosse innamorato di lei e se mi stesse prendendo in giro.
Continuiamo a essere amici, lui si arrabbia perchè mi sento con uno. Mi fa capire che comunque ci tiene e vorrebbe qualcosa. E voi vi chiederete "qualcosa"-cosa? Bene, non lo so nemmeno io. Vorrebbe rimanere amici o fidanzarci?
Litighiamo per una cazzata e non ci parliamo per un mese e mezzo,avevo scoperto che tutti i weekend lei dormiva a casa sua. WOW.  Beh facciamo pace e ritorniamo amici, ma tra noi si vede e si sente che c'è qualcosa, tutti i nostri amici lo notano. (scopro che lui ha parlato con la ragazza e le ha detto che provava qualcosa anche per me, lei dice che è tutto a posto, continuano a fequentarsi)
Una sera di 2 settimane fa mi alza la gonna per scherzo. Mi chiede scusa. Non me la prendo. 

Sabato scorso: vado a dormire a casa sua e di sua sorella con altri amici a fare una maratona di film. Praticamente verso le 3 tutti si addormentano,tranne io, lui e un ragazzo. (La ragazza NON c'era, come tutte le volte che capita qualcosa)
Io vado sul balcone a fumare, lui viene lì da me e mi prende da dietro, mi chiede da quanto ho iniziato e io gli rispondo che è da poco e perchè non mi fa pensare. Rientriamo e mi chiede se voglio dormire sul letto di sua sorella in camera loro, visto che sarebbe stato scomodo dormire sulla poltrona. Va beh poi non ho accettato e non ho dormito, ma tanto poi siamo rimasti fino alle 6 a guardare il film e ci siamo alzati alle 8 quindi amen. E poi la mattina si alza e facciamo una sorta di gioco. Mi fa cadere e mi abbraccia a terra.

FINE. CIOE' FINE PER ORA, PERO' NON SO PIU' CHE COSA PENSARE. Aiuto, sto impazzendo. Io non sono andata avanti e lui da quello che mi ha fatto capire neanche. Eppure c'è sempre lei di mezzo. Che sia solo per sesso o solo perchè la ami io mi sento gelosa. Non so che fare. Aspettarlo mi sembra da stupidi, parlarci ancora di più.  


Ven

28

Lug

2017

Sono paffuto

Sfogo di Avatar di ScarsoFecciaScarsoFeccia | Categoria: Invidia

Che invidia le facce magre e scavate!

Venderei l'anima al diavolo per averne una così. Invece la mia è paffuta e rotonda e mi fa apparire come un immaturo quattordicenne agli occhi del mondo che quindi non mi considererà mai un "vero uomo". 

Tags: paffuto

Gio

06

Lug

2017

I got plenty o' nuttin'

Sfogo di Avatar di BanyaBanya | Categoria: Invidia

Oggi ho provato a sfogarmi con una mia amica raccontando vecchie esperienze di pianoforte.Siccome non mi ha calcolata proprio e si è tornati subito a parlare di cose tristi e di lei, lo racconto a voi. Così se tra voi c'è qualche pianista che pensa di mollare o ha paura di suonare in pubblico magari riesco a fermarvi dal desistere, con lei non ce l'ho fatta. E se solo io potessi tornare a suonare... quando sento i pianisti che 'non sono bravo, mollo', non hanno idea di che darei per poter riprendere il pianoforte come lo suonavo una volta. Lo sfogo è unicamente perchè non sono stata ascoltata, non è per il racconto in sè.  Mio zio è un musicista, quando seppe che io (anzichè i figli) avevo cominciato a suonare disse a tutti che ero promettente e che mi dovevano venire a sentire... e un giorno si radunarono i parenti a casa, che tenevano le aspettative dello zio. C'era anche mio nonno, che ora non c'è più, era un artista anche lui e siccome venne lui ci tenevo a fare bella figura. Chiesi al maestro di farmi studiare un pezzo difficile (al primo anno) e lui che mi vide motivata scelse "I got plenty o' nuttin" di George Gershwin, un pezzo jazz; a me piaceva tantissimo, ma era difficilissimo per una studentessa del primo anno e a metà brano mi bloccai. da dietro qualcuno mi fece "mah, forse non sei tanto portata..." e "perchè non suoni una cosa più normale? tipo lucio battisti?" ...non ho più suonato per ERE davanti a loro! Poi mi vergognavo a mettere mano a quel brano perchè mi ricordava la figura di merda, ma era l'unico brano allegro che imparai a suonare...Dopo qualche tempo ho cominciato a suonare in una chiesa perchè il parroco mi sentì strimpellare quel brano con la pianola che avevano per i vespri e mi disse che mi voleva a suonare tutti i rosari con i brani che volevo: un po' mi passò l'ansia di suonare in pubblico... non del tutto, ma quello aiutò, e il parroco così facendo mi restituì un sacco di fiducia in me stessa che avevo perso. Devo ancora molto a questo parroco e a come si scagliava contro le vecchiette per difendere gli aspiranti musicisti di quella parrocchia, troppo 'moderni' per i loro gusti.

Succ » 1 2 3 4 70
L'invidia è il peccato più difficile da ammettere, è il mostro dagli occhi verdi che ti rode dal di dentro quando un altro ottiene qualcosa.
Non per forza ciò che tu desideravi, non qualcosa che tu non hai.

Iscriviti

Iscriviti
Iscrivendoti potrai aggiungere commenti senza attendere approvazioni, votare gli sfoghi e potrai gestire i tuoi post ed il tuo profilo senza limitazioni.
Clicca qui o sull'immagine per aggiungerti