Criseide

Lun

27

Lug

2015

parlando con la psicologa...

Sfogo di Avatar di CriseideCriseide | Categoria: Altro

...ho realizzato che cosa spingeva la gente a trattarmi come se fossi merda.

Il mio ex. Gli stavo rubando clienti, senza farlo apposta, perché, a quanto sembra, risultavo molto più simpatica e competente di lui. Io non mi ero accorta di questo, mi è stato riferito anni dopo dal mio ex titolare. E il mio ex ha cominciato a sminuire il mio lavoro e, col tempo, anche la mia persona. Certo, quando massaggia provoca ematomi, prima di cominciare il suo turno di un lavoro a contatto col pubblico mangia aglio, ai clienti dice che pratica orinoterapia, ma prendiamocela con Criseide, che magari non è bravissima neanche lei, ma si limita semplicemente a usare un po' di buonsenso!

Il mio ex titolare (non quello sopracitato). Ho commesso l'incredibile leggerezza di dirgli che il voto finale delle superiori era così basso (cosa ti interessa, poi!) perché andavo male nelle materie scientifiche, e comunque non mi importava molto di raggiungere voti eccelsi, senza contare che nelle materie di indirizzo (lingue straniere) avevo voti alti (e si vede anche, trovami una che parla spagnolo così fluentemente da essere scambiata per argentina dagli spagnoli, senza mai essere stata in Spagna se non per una gita e un weekend!). Il tutto senza studiare. E lui, che, a detta sua, doveva passare ore e ore sui libri per raggiungere il 7, non ha gradito questa cosa, ritenendola indice di persona non abituata a sudare per ottenere quello che vuole, come se l'impegno non fosse importante. Innanzitutto, che discorsi sono? Ho sempre reputato l'impegno importante, sempre! Soprattutto se una cosa mi interessa, ci metto anima e corpo! E poi, scusa, ho più talento di te, e decidi di fiaccare il mio spirito, portandomi all'esaurimento, perché non ti sta bene che sia più brillante di te? Ma scusa, se fai una gara di corsa ad ostacoli, ti sei allenato duramente, eppure arrivi secondo perché uno che conosci e sai che non si è allenato quanto te vince, cosa fai gli spezzi le gambe??? Ma dai! Capirei l'invidia, ma questa non è invidia, è essere figli di puttana!

Ci sono altri casi così. Ho citato solo i più eclatanti. Non so neanche come reagire. Personalmente mi viene da piangere. Ho lasciato che delle persone qualsiasi stabilissero chi sono. Ci ho creduto, quando mi hanno detto che ero un'incapace, un'incompetente. E non era vero. Me l'hanno garantito in tanti che non sono un'incompetente. Tanti altri titolari.

Adesso che so cosa succede e perché succede, penso sarà più difficile per gli altri camminarmi in testa. Non impossibile o improbabile, ma almeno più difficile.

Tuttavia, vorrei avere davanti le persona che hanno approfittato della mia coglionaggine e dire loro che sono solo dei poveretti. Che schifo.

Ven

24

Lug

2015

ma dico io...

Sfogo di Avatar di CriseideCriseide | Categoria: Ira

...perché accidenti i centralini non possono darmi tutte le stramaledettissime informazioni subito??? Sono mesi che li chiamo e gli scrivo, fra un po' mi denunceranno per stalking, e questi mi danno le informazioni incomplete!

Aprile: chiamo un'azienda per telefonia per sapere la situazione contabile, dato che, secondo la contabilità, ci devono un tot di soldi. Mi rispondono di mandare richiesta scritta via fax. Mando.

Maggio: non ho ricevuto nulla. Telefono. Rispondono che la pratica viene chiusa di lì a poco, poi manderanno. Rimando la stracazzo di richiesta.

Giugno: ancora nulla. rimando un'altra richiesta scritta.

Luglio: nada. Chiamo di nuovo. Mi dicono che in realtà non sono loro a doverci rimborsare, ma noi che dobbiamo ancora finire di saldare una fattura. Io chiedo che mi mandino un riscontro scritto. Oltretutto, cominciano a fumigarmi le orecchie perché dalla contabilità mi hanno detto fischi per fiaschi, tanto la figura barbina la faccio io! Rimando un'ennesima richiesta scritta. Dopo una settimana non ho ancora ricevuto un cavolo di niente, li richiamo, pronta a pelare vivo chiunque ci sia all'altro capo del telefono. Mi viene riferito che, il giorno 30 giugno, è stata inviata una lettera con posta prioritaria alla sede legale dell'azienda (casa mia). Ma i deficienti con cui ho parlato la settimana scorsa non potevano dirmelo, visto che, da come parlavano, sembrava fosse un'informazione a cui comunque avevano accesso???

Maddai!!!

Gio

23

Lug

2015

niente di meglio di jeans troppo stretti per riflettere...

Sfogo di Avatar di CriseideCriseide | Categoria: Altro

Perché i jeans mi sono stretti? Semplice, sono ingrassata. Tralasciando il fatto che i jeans che indosso ora mi erano stretti anche 10 kg fa. Fatti da cani, li tengo per quando ho tutto a lavare. La gamba mi va giusta, ma la vita stringe qualsiasi sia la mia taglia. Sembrano maledetti!

E come mai sono ingrassata? Semplicissimo, mangio un sacco. Troppo. Sembrava che sul fronte sovrappeso andasse meglio, e infatti da un lato è così. Faccio danza orientale, mi muovo spesso, quindi non ho dolori di sorta, come li avevo anni fa, quando sono ingrassata la prima volta. Oltretutto, pur essendo ancora sovrappeso, ho comunque perso tre kg. E sul più bello che mi sento più tranquilla, ecco che ricominciano gli attacchi di fame nervosa. Tra l'altro, molto più subdoli del solito, dato che finisco con strafogarmi a pranzo o a cena. Pur mantenendo una certa disciplina (colazione, eventuale merenda, pranzo, merenda, cena, bevendo litri d'acqua, nel frattempo), quindi non ci sarebbe neanche ragione di strafogarmi durante i pasti principali. Ma come mai mangio così tanto? Perché è ricominciata la fame nervosa?

Alla fine ho capito. Sono anni che, qualsiasi cosa faccio, mi ritrovo sempre qualcuno tra i piedi. Per lo più è il mio ragazzo. Sono rare le volte in cui ho fatto qualcosa solo con le mie amiche. Praticamente mai da sola. Sul serio, amo il mio ragazzo, ma a volte non ne posso davvero più, ormai ho una vita completamente inquadrata. Azienda, casa, casa del mio ragazzo. Quindi, famiglia, famiglia, il mio ragazzo. Magari anche amici, ma lui c'è quasi sempre. E il mio destino? Già tracciato. Convivenza. Quindi, lui. Considerando che voglio fare la guida turistica e lui comunque vuole mettersi in proprio, facendosi un ufficio a casa, mi sa tanto che ci saranno dei periodi in cui lo vedrò 24 ore al giorno. Mi sta venendo male al pensiero.

Ho fatto il corso di apprendistato, ed è stata una ventata di aria fresca, ho conosciuto gente nuova, e la voglia di stare sola per un po' si è rifatta sentire di prepotenza.

Ne ho parlato con lui, ma ho come il sospetto che non abbia capito. Gli ho comunicato la mia intenzione di fare un weekend completamente sola. Quindi, il 10 agosto ho prenotato una camera nel mio vecchio posto di lavoro, in modo da salutare un po' di gente che non vedo da parecchio tempo. Indovinate? Inizialmente si è offerto di venire con me! Ho dovuto fargli notare che non gli avevo chiesto di venire. Che volevo stare da sola. La sua candida risposta? "Beh, vengo su con te, mi lasci da qualche parte, fai le tue cose e ci rivediamo a sera!"

No, amore mio, non hai capito. Non ti basta che faremo dieci giorni di ferie insieme? Proprio non ti basta? Non ti basta che passiamo tutti i weekend insieme, di cui la maggior parte solo tu e io? Senza contare che soffri la macchina. Pensi sul serio che abbia voglia di sentirti lamentare della nausea e a vederti fare versi per tre ore? Anzi per sei, perché mettiamoci dentro anche il ritorno a questo viaggio? Perché lo sai che guiderei io. Peggio, nonostante il tuo mal d'auto, saresti tu a dirmi di guidare! Alla fine sono riuscita a farglielo capire. Quindi, il 10 agosto, torno in montagna per una notte. Da sola. Io e basta. Me and myself! Non vedo l'ora! Un ritorno a essere solo Criseide, come anni fa! Una vita fa...

Da un lato mi sento in colpa. Lui fa davvero di tutto, per me. Ci tengo a lui, non voglio assolutamente farlo soffrire. Ma se si tratta di lasciarmi un po' di spazio di manovra, cominciamo ad aver problemi e a soffrire sono io.

E poi, santo cielo, sono stanca di essere indicata come "la ragazza di...". Ormai è solo questo che vedo, quando mi guardo allo specchio! Non voglio lasciarlo, anche se a volte la tentazione ci sarebbe. Ma mi rendo conto che non è solo colpa sua. Quando lavoravo in campeggio, fuori dalla portata della mia famiglia, un lavoro che avevo trovato da sola, e che mi prendeva tanto tempo, quindi non avevo nessun problema a vederlo ogni volta che potevo. è proprio la situazione generale che mi sta facendo sentire in trappola. Quindi, prima di passare ai tagli netti, vedo di ritrovare un po' di autonomia personale. Mamma mi ha sempre detto che ho sempre avuto la tendenza a essere un po' vagabonda. Infatti, non ho mai avuto problemi a fare stagioni, magari senza sentire i miei e i miei amici per mesi. Devo ammettere che, se mi capitasse un'occasione di andarmene via di nuovo, la coglierei al volo senza troppi scrupoli. Magari facendomi sentire di più a casa. Ma mi manca la Criseide vagabonda.

Scusate la lunghezza dello sfogo, avevo bisogno di rimettere in ordine le idee.

Ven

10

Lug

2015

guardo e non tocco!

Sfogo di Avatar di CriseideCriseide | Categoria: Lussuria

siamo entrambi impegnati, io non tradirei mai il mio ragazzo e, da come ne parli, neanche tu pianteresti le corna in testa alla tua ragazza. Se anche saltasse fuori un certo interesse da parte tua, neanche lo vorrei, che tu tradissi la tua ragazza per me, comunque. Ed è praticamente sicuro che dopo questo corso non ci vedremo più.

Ma mi fai parecchio sangue, figliolo, lasciatelo dire!!!

Come rendere meno noioso un corso per apprendistato: presentatemi un pezzo di figo da guardare (e basta!), e mi sollevate la giornata!

Gio

02

Lug

2015

son soddisfazioni!

Sfogo di Avatar di CriseideCriseide | Categoria: Altro

Dovevamo trovarci per fare un giro ad un mercatino, io, tu, e un nostro amico comune.

Il nostro amico comune arriva in anticipo. Alle 10, orario di ritrovo, non sei ancora arrivato. Sapendo che tendi a ritardi anche considerevoli (tipo 40 minuti!), anche su orari che stabilisci tu, ti segnaliamo di muoverti che stiamo per partire. Stavamo più o meno scherzando, non intendevamo sul serio. Tuttavia, il messaggio era fraintendibile, senza le faccine a segnalare che ti stavamo prendendo in giro amichevolmente.

Anche noi, più tardi, abbiamo ammesso che forse un po' di acredine per via di quel messaggio ci sarebbe stata tutta. Salvo poi chiarire che non stavamo parlando così seriamente, e sarebbe morta lì.

Invece tu sei arrivato, hai cominciato a urlare come un pazzo che tante volte c'è stato chi è arrivato tanto in ritardo e tu non hai mai detto niente, che non bisognava farti storie per i 5 minuti di ritardo e Dio solo sa quali altri deliri ha partorito la tua testa bacata.

Gioia bella. Parliamo delle scene tipo con te:

"ci troviamo alle 20 a casa di tizio!" "Ah, io arrivo alle 20.20!" e puntualmente arrivi parecchio in ritardo.

"ci troviamo alle 20 a casa di caio!" "Ah, io non so se vengo!" e puntualmente neanche ti degni di dare conferma, presentandoti a bomba, oppure tirando pacco.

Per non parlare di quando siamo andati in ferie con alcuni amici, o abbiamo fatto grigliata con amici che conoscevamo noi, e tu ti sei autoinvitato. E nessuno ti ha mai detto niente.

Parliamo anche di quanto sei cafone con le ragazze? 

Sono mesi che dico che, per quanto mi riguarda, te ne puoi andare a quel paese, che se non ti vedo vivo meglio e che sarebbe ora di farti notare che stai stancando tutti. Ma, giustamente, non posso decidere per tutta la compagnia. Devi ringraziare loro, che sono troppo politicamente corretti, al limite dell'idiozia, se esci ancora con noi.

Ma dirti che potevi anche andartene a casa e che hai rotto i coglioni è stata la cosa più soddisfacente della mia vita! Dopo il sesso, ovvio!

Ven

19

Giu

2015

Il ruggito del coniglio...

Sfogo di Avatar di CriseideCriseide | Categoria: Ira

Mappporcadiquellavaccazzaboia!!! Per non dire troia!

Sì, li faccio firmare dal tuo pupillo ogni volta che posso, quei documenti! Ma non è sempre fattibile!

Che poi, fossimo una grande azienda, potrei anche capire di dare questo ruolo specifico a una persona soltanto. Ma in un'azienda così piccola, ha più senso che controlli chi può in quel momento! Proprio mezz'ora fa, ho interrotto il lavoro del tuo pupillo per fargli controllare una bolla! Che comunque non ha neanche potuto firmare, perché si trattava di materiale che non ha caricato lui dai fornitori! Non puoi angosciarmi con questa storia ogni sacrosanta volta che ci vediamo! E poi non mi sta in tasca che mi chiedi se faccio firmare i documenti al tuo pupillo, io ti rispondo un frettoloso sì perché ho altro da fare (dopo che, comunque, tutte le volte che me lo chiedi io ti rispondo "sì, ma non mi è sempre fattibile per tale e tale motivo"!) e poi tu vai a controllare se ti ho detto la verità quando io me ne sono già andata a casa! Controlla mentre ci sono e chiedimi spiegazioni del perché non seguo alla lettera tutte le tue istruzioni! Porca di quella puttana anche a te! Sono anche stufa di sentirmi chiedere le stesse, identiche cose ogni fottutissima volta, e doverti rispondere le stesse identiche cose ogni fottutissima volta! Ma capirai, prima o poi??? O sei destinata a non capire un cazzo??? Che poi, comoda a rompermi i coglioni, tanto sai che non ti dico niente, perché non sono neanche nella posizione di dirti niente! Stronza! E io mi ritrovo tra l'incudine e il martello, cioè tra te e mio padre, a cui però non posso dire nulla perché ha già troppe rotture di palle e, alla fine, per colpa tua è preso esattamente come me, con la differenza che non hai il coraggio di dirgli niente! Bene, direi! Brava! Vigliacca! 

E caro il sig. pupillo, è inutile che ti arruffiani tanto la suocera dicendo "eh, ma cosa vuoi che i camion vadano fuori peso prendendosi i vuoti a rendere! Comodi loro, tanto li paghiamo!"... Sì, stronzi loro che non ci segnalano che hanno cambiato politica e che bisogna segnalare al momento dell'ordine i vuoti da rendere! Ma se quello che c'è scritto sul ddt non corrisponde al carico reale, rischiano un multone da record! Inutile fare lo sgaio, che tanto sgaio non lo sei! Abbassa le alucce, che sei qui da due mesi scarsi! Neanch'io, che sono la figlia del capo, mi permetto di fare la stronza così!

E per favore, sig. furbino, dimmi esplicitamente "non voglio spendere tanti soldi, per favore, passami a prendere tu quando cazzo fa comodo a me!". Ti rispondo male, ma almeno non perdo ulteriore tempo dietro le seghe mentali degli altri!

Mer

17

Giu

2015

No, ma dai!

Sfogo di Avatar di CriseideCriseide | Categoria: Avarizia

Ci sta che sei studente fuori sede e vuoi risparmiare.

Ma così mi scadi nel ridicolo! A parte che hai la rara capacità di beccarmi sempre e comunque quando mi fanno innervosire! Non so, sei in contatto con mia zia? "Ehi, hai fatto incazzare Criseide?" "Sì, vai tranquillo, te l'ho tenuta bella calda!" (niente di grave, in realtà non ce l'ho neanche con mia zia, in questo momento, ma con me stessa perché ho realizzato una cagata che ha detto e che non ho avuto la prontezza di smentire. Già passata. E pensare che lei e il suo pupillo pensano di essere i meglio della piazza quando fanno delle colossali cappelle comunque è più che sufficiente a tirarmi su!)

Dicevo: ci sta tutta che vuoi risparmiare. Ma a parte che, secondo me, un lavoro serale o per i weekend te lo puoi anche trovare. Tipo in una pizzeria per asporto. O il dog sitter. O ripetizioni. Porco giuda, l'ho fatto per anni, vuoi che non sappia quanto tempo può occuparti?

Ma va bene, preferisci lavorare una volta ogni tanto per ripulirti la coscienza e avere le serate libere. D'accordo. Cazzi tuoi. Però poi non puoi farmi discorsi del tipo "5 euro per una grigliata sono troppi!", dopo essere andato a bere allegramente spritz con i tuoi compagni di corso, sapendo comunque che avresti avuto la grigliata di lì a pochi giorni a cui avevi già dato disponibilità! Dai, su! Non puoi avere la botte piena e la moglie ubriaca!

Poi, non vuoi farti il weekend al mare, ospite di una nostra amica, perché il venerdì sera hai una cena. Va ben... Non è forse il fatto che noi partiamo venerdì sera, usando la mia macchina e se tu partissi sabato mattina dovresti spendere i soldi di tasca tua per la tua benzina? Ma lo sai, mio bel furbino, che comunque anche se fossimo partiti sabato mattina, avresti dovuto darmi 7 euro di benzina, in ogni caso? Insieme ai soldi dell'autostrada, che comunque sono parecchi? E che dovresti pagare anche la parte di spesa della nostra amica che ci ospita, per ringraziarla? e sommati ai soldi della cena sarebbero stati almeno 40 euro, se ti andava bene? Hai fatto storie per una grigliata da 5 euro, e saresti stato davvero disposto a spendere 40 euro??

Dai, se vuoi risparmiare, fallo con un minimo di testa e non venirmi a raccontare palle!

Lun

15

Giu

2015

รจ ora di accorgersi che tanto bene non va...

Sfogo di Avatar di CriseideCriseide | Categoria: Altro

Passo un periodo di sfiga nera. Ma già a scrivere così mi sa tanto di balla. Ok, la mia macchina sembra essere messa peggio di quanto mi avessero preventivato. Ma non è in parte colpa mia? Non potevo proprio aspettare un po', prima di prenderla, magari attendendo che il mio meccanico me ne trovasse una? E poi, da quando ho così tanti problemi ad accettare gli imprevisti? Li ho sempre buttati in ridere, l'ho sempre presa con filosofia! Si rompe qualcosa? Ok, la riaggiusto, oppure la sostituisco. Oppure, se proprio non riesco a fare nessuna delle due, imparo a farne a meno. Così, ragionavo! Adesso invece piagnucologo come una bambina.

Ma che fine ha fatto la Criseide che, se aveva un problema, in qualche modo lo risolveva, in un modo che, spesso e volentieri, aveva del miracoloso? Che fine ha fatto la Criseide curiosa, la Criseide che imparava e memorizzava con una facilità tale da lasciare sorpresi tutti? Che fine ha fatto la Criseide che cascava sempre in piedi?

Che fine ha fatto la Criseide appassionata? La Criseide che, se voleva veramente qualcosa, la otteneva a qualsiasi costo? E la ottenevo, cazzo!

Che fine ha fatto la Criseide che aveva comprensione per tutti? Ben più di quella che ha adesso, senz'altro! Che si incazzava, ma che se la faceva anche passare in breve, soprattutto le stupidate!

Che cosa le è successo? La ragazza che c'è adesso non la riconosco più. Si è chiusa in sè stessa, ha il terrore di affrontare il mondo. è incapace di prendere le sue decisioni.

Ho letto da qualche parte che, in realtà, quando una persona dice di non sapere cosa vuole, mente. In realtà, sa cosa vuole, ha solo paura di prenderselo. Beh, almeno nel mio caso, è vero. So esattamente cosa voglio, solo che ho il terrore delle conseguenze. Paradossalmente, rimpiango il periodo con il mio ex. Non lui di per sè, se n'è andato in Australia e che ci resti, per quanto mi riguarda! Ma il bello di quel periodo, nonostante le corna e i maltrattamenti, era che volevo farlo. Volevo stare con lui, e al diavolo le conseguenze! Con questo non dico che voglio un ragazzo che mi maltratti. Ma in quel periodo facevo esattamente quello che volevo. Non c'era niente che potesse fermarmi. Per lui ho attraversato l'Italia, ho fatto stagioni. Lui, in seguito, se ne è attribuito il merito, ma non era merito suo. Ho scelto io, perché lo volevo io. E sono stata pronta a pagare il prezzo. Poi con lui è finita, e ho visto i danni che ho fatto. Non sono stata più disposta a pagare. Ho scelto la vita che pensavo che gli altri volessero per me. E mi sono accorta che lo scotto è stato ancora più caro. E mi stupisco di essermi arenata così, come un balenottero (considerando che sono dieci kg in sovrappeso, l'immagine non è scelta a caso)?

Paradosso: le cose che voglio di più, sono quelle su cui sono bloccata. Laurea. Scrittura. Voglio diventare guida turistica e scrittrice. E non riesco più ad andare avanti. Non riesco più a scrivere, non riesco più a studiare per laurearmi. A riguardo, non c'è molto altro da aggiungere.

Alla fine ho preso appuntamento da una psicologa. è stato chiaro come il sole. Se ho tutti questi problemi, non voglio parlarne con nessuno che mi conosca, ma da sola non riesco a venirne fuori, è ovvio che altro non posso fare.

Ho parlato con la mia amica, quella dell'ultimo sfogo. Alla fine avevo ragione. E mentre parlavo con lei, ho capito. Finalmente ho capito. Cosa c'è da dire? Sì, magari ha degli atteggiamenti discutibili. Ma, considerando che, ultimamente, tutti, compreso il mio ragazzo, finiscono nel mio mirino, non è il caso di capire che forse non sono gli altri il mio problema, ma io? Parlare con lei mi ha convinto che sì, ho davvero bisogno di parlare con qualcuno. Qualcuno che non sappia chi sono. E quindi, non cerchi di dirmi cosa devo fare perché mi conosce, ma che cerchi di farmi vedere le cose da un'altra prospettiva.

Non voglio più vivere così, in attesa di una mano dal cielo.

Ho perso la strada. Ma credo di avere appena intravisto uno spiraglio di sentiero.

Mer

10

Giu

2015

due sfoghi in uno.

Sfogo di Avatar di CriseideCriseide | Categoria: Altro

Primo sfogo: ma 'sto c@220 di condizionatore di deciderà a funzionare, prima o poi! Ma proprio a me doveva capitare il condizionatore lunatico, che va in modalità ventilatore da solo (e neanche al massimo, da poter dire che almeno c'è il giro d'aria!) e aziona l'aria condizionata quando gira a lui, nonostante l'ufficio sia un forno??? Cioè, a mio padre il condizionatore va! Va persino quello di mia zia, che lei tiene spento per risparmiare! Non posso neanche andare nel loro ufficio, sennò alla reception non ci sta nessuno! Uffa! Odio l'aria condizionata, ma stare 8 ore in una sauna non mi va neanche tanto! Che palle! Chissà che arrivi il tecnico, che non ce la faccio più!

___________________________________________________ 

 

Secondo sfogo (decisamente più serio): Il mio disprezzo per te è calato, adesso sono semplicemente preoccupata. Mi hanno detto degli amici in comune che sembri praticamente impazzita. E quando ti ho rivista, ho come avuto il sospetto che tanto torto non ce l'avessero. Negli ultimi mesi sei ingrassata. E tanto. All'improvviso, il tuo attaccamento per i rituali pagani diventa un'ossessione. Tanto che, se prima concordavi con me sul fatto che certe cose è meglio farle in privato, perché la gente non capirebbe (lo direi anche di un cattolico convinto, non solo di un neopagano), all'improvviso ti sei messa a purificare pietre in spiaggia, durante il ponte del 2 giugno, con la spiaggia piena di gente. Da quello che mi hanno detto (ma questo lo prendo con le pinze, date le circostanze) hai pure strillato verso tua madre qualcosa tipo "ehi, guarda, mamma, ho purificato le pietre!".

E quando parli sembri come assente. Come se andassi avanti col pilota automatico.

Non parliamo di quando il mio ragazzo ti ha trovata fuori da casa sua mentre aspettavi il tuo ragazzo, dato che dovevano trovarsi. E hai fatto una scenata al poveretto perché avevi dimenticato lo spazzolino da denti a casa sua. Tralasciamo la soluzione ovvia del comprartene un altro. Fingiamo che tu abbia avuto un motivo più che valido per volere per forza quello. Lui alla fine è dovuto venire fino a casa tua. Poi, anche se non ho capito perché, ha scavalcato la recinzione per ridarti lo spazzolino e si è pure beccato una serie di improperi perché ti eri convinta che ti avesse distrutto il tuo angolo di giardino. E da quello che so, era stato bene attento alle tue piante. Il mio ragazzo era indignato all'ennesima potenza per come lo tratti.

Io, invece, ho scoperto che, tutto sommato, ti capisco. Capisco come tu possa sentirti bloccata, perché così mi sento anch'io. Capisco le tue manie. Capisco persino il tuo sovrappeso. Ci sto passando anch'io, per quelle fasi. Se mi chiedessi la mia opinione, ti direi che è inutile cominciare una dieta. Se anche perderai peso, il momento di sconforto tornerà, così come torneranno tutti i kg. è inutile attaccarsi con ossessività alle tue attività. Poi ti accorgerai che non sai neanche tu perché le fai. Ti accorgerai che i rituali non fanno miracoli. Non aiutano nel senso che intendi tu. E persino il ragazzo da cui compri le pietre te l'ha fatto notare.

Ti accorgerai che è inutile prendersela con il tuo ragazzo. Sì, è un immaturo. Sinceramente, quando ho scoperto che ha rifiutato un lavoro con buone prospettive, senza neanche provarlo, unicamente perché gli orari non gli andavano, l'avrei preso a sberle io, figurati tu come avrai reagito! Ma non è lui il tuo problema. E ci sono senz'altro soluzioni migliori al prenderlo a male parole. Tipo mollarlo o metterlo spalle al muro perché si dia una svegliata.

E lo so. Lo so come ti senti. Perché sto sentendo anch'io per le stesse, identiche sensazioni.

Non so come uscirne. Davvero non lo so. Altrimenti potrei anche pensare di darti una mano. Ma sto facendo tanta fatica con me stessa, non sono in grado di pensare di aiutare anche gli altri. Sappi solo che adesso capisco cosa ti ha spinto a voltarmi le spalle. E, forse, ti ho anche perdonato. Di questo non ne sono sicura, però. A parte che non so mai cosa mi frulla in capo, ma il perdono mi sembra una strada un po' più lunga da affrontare.

Sappi solo che la mia rabbia nei tuoi confronti non c'è più. Hai tutta la mia comprensione.

Lun

08

Giu

2015

ma sei tu che mi meni gramo???

Sfogo di Avatar di CriseideCriseide | Categoria: Ira

Com'è che conto le ore degli operai più e più volte, mi tornano perfette tutte le sacrosante volte, ti passo i fogli così che tu possa ricontrollare (che non ci imbertiamo soldi, perché è questa la verità!) e all'improvviso non torna più un cazzo e devo rifare i conti da capo!? Maddaicazzo!!!! Non è possibile!!!

Come guastare il buon umore post weekend... Happy fucking Monday!

Tags: uffa

Iscriviti!

Iscriviti
Iscriviti e potrai aggiungere commenti senza attendere approvazioni, votare gli sfoghi e gestire i tuoi post ed il tuo profilo senza limitazioni.
Clicca qui per aggiungerti