HappyDeathDay

Lun

21

Ott

2019

HappyDeathDay n°1

Sfogo di Avatar di HappyDeathDayHappyDeathDay | Categoria: Altro

Forse ho solo bisogno di capire, forse ho solo bisogno di non sentirmi così, così stupido, così inutile, così fuori posto. Non so cosa ci sia di sbagliato in me. In questi mesi, forse un pò troppi, mi è capitato di sentirmi completamente sbagliato, come se il problema fossi solo io. Nelle amicizie infrante, negli amori finiti, continuavo a ripetermi che fossero loro ad aver sbagliato ma credo lo facessi solo per nascondere a me stesso che in realtà quello sbagliato, sono solamente io. Fa veramente male pensare che ci sia qualcosa di sbagliato in te, continuare a farsi del mae non è una cosa ana, sanguino solo perchè so comportarmi così. Mi sento vuoto e mi manca sempre quel qualcosa che non riesco mai a provare, ma forse non sono destinato a farlo. Non ho più voglia nemmeno di provarci, mi sono arreso. Non riesco ad esere ciò che non sono, non rieco ad offrire più di questo nulla che mi avvolge, non riesco a dare diversamente da come do. Credo sia autocommiserazione, anzi, credo sia proprio tutt'altro, ho semplicemente smesso di credere. Smesso di aspettare quel qualcosa che probabilmente non arriverà mai, perchè in realtà, non la merito. Perciò credo sia giunta l'ora di smetterla di farsi mille paranoie se alla fine il vero problema è uno, io. Non ha davvero più senso autoinfliggersi tutto questo. Alla fine non sarò poi così triste, continuo a ripetermi, mi rimangono i miei libri, i miei film, la mia passione per continuare a sognare in un mondo che odio. Non ho biogno di un amore che non merito, l'amore è morto nel momento in cui ho smesso di credere nelle favole. Non sono depresso, anche se in questi mesi credevo di esserlo, sono semplicemente solo, il che è diverso. A volte mi capita di scomparire, anche in mezzo ad una folla di persone, mi sento davvero solo. Sento il freddo accarezarmi la pelle, il silenzio che mi circonda sembra quasi assordante, il frastuono dei miei penieri continua ad attaccarmi senza sosta, e io, inerme li a subire il peso di una solitudine che piano ti fa scomparire, ti fa dissolvere. In quel momento nulla esiste, solo tu, il più grande errore, che ti ha portato a provare quella vuota e agghiacciante sensazione, che ti trascina in fondo senza sosta fino a farti cadere in un abisso senza fine

Iscriviti!

Iscriviti
Iscriviti e potrai aggiungere commenti senza attendere approvazioni, votare gli sfoghi e gestire i tuoi post ed il tuo profilo senza limitazioni.
Clicca qui per aggiungerti