Gio

28

Gen

2016

Può una bambina vivere così?

Sfogo di Avatar di ZambannaZambanna | Categoria: Ira

Ok. Forse sono io che non ho una gran memoria, ma da quanto mi ricordo, ho talmente pochi ricordi positivi con i miei genitori che cinque dita di una mano potrebbero essere troppe per contarle. Certo, i miei genitori hanno sempre lavorato a tempo pieno, e li vedevo solo alla mattina e alla sera. Chi mi ha cresciuto sono stati i miei nonni.

Può una bambina, e poi ragazza, fino ai 17 anni vivere tra le feci dei propri cani? Ok chiarisco: il cane è un impegno. Due cani sono il doppio dell'impegno. Quindi tenete conto di due cani che fanno i loro bisogni in casa, mattina pomeriggio e sera, sul parquet che c'è in tutta casa. Può una bambina vivere in un ambiente dove le finestre non vengono mai aperte e l'aria non cambia mai? Può una bambina vivere senza che mai, nemmeno una volta, il pavimento sia pulito (o quasi almeno) e che non sia stracolmo di polvere, peli di cane, macchie di cibo e di escrementi?  Può vivere una bambina in mezzo alle mosche e ai moscerini? Può una bambina vivere in mezzo al costante odore di escrementi misto aria viziata? Può una bambina avere la nausea e i conati di vomito, avere il naso che brucia, quando vuole entrare in bagno per fare i propri bisogni ma essere assalita da fumi evaporati da asciugamani impregnati di pipì e lasciati a terra come "soluzione"? Può una bambina non invitare nessuno, e dico mai nessuno dei suoi amici a casa perchè se ne vergogna troppo? 

Può una bambina desiderare di cenare a tavola con la propria famiglia? Non ho mai cenato a tavola con la mia famiglia. Nessuno mi ha mai insegnato a fare la tavola, o a cenare tutti insieme. Da noi ognuno mangiava quando aveva fame, chi sul divano, chi sul tavolo, chi sul letto. Mia madre non mi ha mai preparato un delizioso pranzetto o una cena, ma sempre cose confezionate, sempre "mozzarella e pomodoro" e "pasta con la passata di pomodoro". Ho imparato come ci si comporta a tavola solo grazie ad un mio caro amico che mi ha "insegnato" cosa e come bisogna farlo.

Nessuno mi ha mai insegnato come fare il letto, nessuno mi ha mai fatto il letto. E quindi, da quando ho 12 anni, ho sempre vissuto chiusa in camera per far finta che tutta quella merda non esistesse. Andavo in bagno meno possibile, d'altronde quel fetore non faceva respirare. Anni e anni chiusa in quella stanza. Avevamo una casa e soprattutto un garage in stile "sotterrati in casa", come il programma in tv. In garage non si riusciva a camminare, se provavi ad andare finivi col farti male... mia sorella ha una cicatrice sulla gamba perchè con un ferro da piccola si è tagliata.

Non ho mai avuto regole, a 15 anni tornavo a casa alle 04:00 del mattino, girando con persone non raccomandabili, saltando scuola quasi tutti i giorni. Sempre se non tornavo direttamente il giorno dopo. Mai una regola, mai un NO. 

Ora me ne sono andata di casa, e ora vivo come tutte le persone normali. Ma ho sempre paura che qualcosa di loro mi sia rimasto. Sono arrivata ad odiarli, anche se con me sono sempre gentilissimi e disponibilissimi.  

Vorrei soltanto poter girare pagina, e dimenticarmi di tutto quello che è successo. Non so se è per questi motivi, ma io fin da piccola ho incubi tutte le notti, soffro di sonnambulismo e ho allucinazioni notturne, mi alzo, urlo.

Vorrei solo poter dimenticare tutto.... vorrei solo qualche parola di conforto....  

10 commenti

zambanna

...nn so che dirti...sei stata forte a voler voltar pagina...ti stimo molto...penso che sia uno shock per una bimba capire la situazione in casa...penso che sia uno shock capire da adulta i problemi domestici che avevi...penso anche però che può aiutarti a capire che quella che vivevi non era una situazione"normale"e ora (da quello che ho capito)che vivi da sola puoi evitare gli sbagli dei tuoi parenti...forte stima anche per il tuo amico che ti ha aiutata nell'imparare le cose basi della vita...te lo ripeto...TI STIMO!

Avatar di spellspell alle 20:27 del 28-01-2016

Adesso quanti anni hai? con le persone con cui abiti ti senti al sicuro?

 =ho sempre paura che qualcosa di loro mi sia rimasto=
Se qualcosa riaffiorerà saprai cosa è salutare per te e per chi ti sta intornio.

Credo che una infanzia/adolescenza del genere abbia portato ad essere molto precaria e "chiusa", soffocata pure.

Avatar di RorschachRorschach alle 20:29 del 28-01-2016
mamma mia...

che brutta storia piccolè, magari dimenticare no... non potrai mai farlo, però cambiare pagina si, nascere di nuovo si, guardare avanti si. 

 hai fatto il primo passo, la condizione essenziale per rinascere, sottrarsi a quell'ambiente, vedere altro respirare altro cambiare panorama, un bravo a chi ti ha aiutato, a chi non se tirato indietro a chi t'ha voluto bene, ma tua sorella?

 per te solo bacetti e abbracci... stai salda, stai serena, e non girarti mai dietro.

Avatar di gagenoregagenore alle 20:31 del 28-01-2016
si può eccome..

Tu ci sei cresciuta e come te tanti altri,il punto e' perché fare dei figli quando poi si trascurano così...

Avatar di AnonimoAnonimo alle 20:56 del 28-01-2016
ma solo io mi sono commossa?

santo dio ma come possono esistere genitori del genere?

 

Avatar di bimbadolcebimbadolce alle 13:31 del 29-01-2016

Ogni piccola ferita che ci procuriamo nell'infanzia ce la portiamo dentro per tutta la vita....posso solo immaginare i fantasmi che devi affrontare quotidianamente e non mi stupisco dei tuoi incubi...dimenticare sarebbe bello, ma non si può. Ricordati sempre che sei forte, ma davvero, probabilmente più di quanto credi: un'altra al tuo posto non sarebbe riuscita a crearsi una vita "normale" sai...nella tua situazione era un attimo finire in brutti giri e non uscirne più.

Dai, guarda avanti e sorridi, ora sei cresciuta e hai iniziato a rimettere in sesto la tua vita, continua così...Ti abbraccio forte tesoro

PS: riguardo agli incubi...la psicoterapia l'hai provata? un po' aiuta sai...

Avatar di signorinapfsignorinapf alle 14:17 del 29-01-2016
Grazie a tutti...

Per Signorinapf: Si, sarebbe bello poter dimenticare... grazie mille per l'abbraccio. Ci stavo pensando anche io ultimamente alla psicoterapia, mi hai dato una spinta in più per provare a dare un occhiata a qualche psicoterapeuta della mia zona, anche solo per poterne parlare con qualcuno senza dovermi nascondere in un sito o vergognarmi del mio passato... Grazie di cuore.

Per Gagenore: Oh come hai ragione, bisogna riuscire a "nascere di nuovo". Sai, chi mi ha sempre dato una speranza è stata proprio mia sorella.. Chi in un modo, chi in un altro, ne siamo uscite insieme. Ed è per questo che considero lei, come tutta la mia famiglia. Grazie mille per le parole.. cercherò di non girarmi mai! Ma promettimi che anche tu guarderai sempre avanti. Grazie di cuore. 

Per Rorschach: Tra poco compirò 20 anni, abito con due dolcissime coinquiline e con loro sto molto bene... ma non riesco più a tornare a casa dei miei genitori, non riesco più a guardarli in faccia, non riesco più a farmi sfiorare da mia madre... non provo più niente per loro, se non rabbia. 
Ci hai davvero azzeccato: un' infanzia così mi ha portato ad essere molto chiusa, molto riservata, ho attacchi d'ansia e ho problemi di controllo della rabbia e del sonno, ho una leggera forma di depressione, mi piace stare in solitudine e non ho molti amici: tutto ciò a volte mi pesa talmente tanto che preferirei andarmene. Ma, comunque, quei pochi amici mi vogliono davvero bene; riesco nello stare da sola a scavare dentro la mia anima e a perdermici dentro, attraversando ogni universo; ho un ragazzo con il quale sto benissimo e cerca sempre di aiutarmi e di vedermi felice; sto studiando per realizzare il mio sogno di diventare geologa. Ho progetti per il mio futuro ma ogni tanto il passato torna a galla.
Grazie davvero per essermi stato vicino... un abbraccio!

Spell, ultima cosa per te: grazie. Anche se non mi conosci, anche se non ti conosco, grazie! Un abbraccio stretto stretto.

 

Non so se leggerete questa mia risposta, infondo non so bene come funziona questo sito ma davvero grazie per chi ha voluto spendere 5 minuti per me!

Lasciamo il mondo un pò migliore di come lo abbiamo trovato, teniamo sempre duro e.... viva la vita. Un abbraccio e un sorriso a tutti! 

Avatar di ZambannaZambanna alle 21:08 del 31-01-2016

Che tenera che seiiiiii!!!❤

Avatar di spellspell alle 21:25 del 31-01-2016
ho letto piccolé...

Un bacetto...

Avatar di gagenoregagenore alle 21:28 del 31-01-2016

é normale che adesso provi una avversione per i tuoi genitori e per casa loro; non devif artene una colpa.
Magari col tempo e col tuo equilibrio interno, potrai fare dei passi verso di loro.

Dai, brava, sei riuscita a reagire e ad uscire da quella situazione, ed è positivo che crei dei legami con altre persone, e progetti il tuo futuro. 

Avatar di RorschachRorschach alle 21:35 del 31-01-2016

Inserisci nuovo commento



Attenzione: i commenti sono moderati per i non iscritti.

Statistiche:

Voto medio

0 VOTI

Iscriviti per poter votare questo sfogo.
 

Iscriviti!

Iscriviti
Iscriviti e potrai aggiungere commenti senza attendere approvazioni, votare gli sfoghi e gestire i tuoi post ed il tuo profilo senza limitazioni.
Clicca qui per aggiungerti