Mar

19

Mar

2019

Mancata felicit√°

Sfogo di Avatar di TheBlackRose87TheBlackRose87 | Categoria: Altro

Mi sento sola ma non lo sono. In verità ho un marito, una vita tranquilla, una famiglia che mi vuole bene. 

Mi sento sola nel cuore... Ogni giorno percepisco la mia solitudine che mi piomba addosso come un pesante mantello. 

Ho fatto scelte sbagliate, me ne pento troppo tardi. 

Dieci anni fa desideravo figli, ero viva, attiva, solare.

Durante il fidanzamento con mio marito sono diventata sempre piú apatica e non capisco il perché. In dieci anni sono regredita senza accorgermene.

Mio marito ogni due per tre fa tardi in ufficio o é in palestra, la sera guardiamo la televisione o lui gioca al pc. Forse il desiderio si é spento. Eppure dieci anni fa ero attiva, prendevo l'iniziativa!

I mesi prima del matrimonio sono stati tranquilli rispetto a ció che si dice in giro: finalmente una festa dopo una mezza dozzina di funerali! Ero felice, mi sentivo bella, era la mia giornata.

Ma... ero confusa.

Mio marito mi ha conosciuto in un periodo molto buio della mia vita. Anni dopo mi aveva dato un ultimatum: o vivevo con lui o niente storie a distanza. Ovviamente sono andata a vivere con lui: ho lasciato tutto dopo la morte di mio padre, lontana da ció che restava della mia famiglia, dalla mia casa e dalla natura. 

Ho sempre voluto molto bene a mio marito fino all'anno scorso. Non capisco come mai una mattina mi sono svegliata e sono piombata di nuovo nel buco nero di dieci anni prima. 

Ho visto in mio marito un uomo serio, troppo impostato, stressato e noioso. Non facevamo piú nulla nei week-end, era sempre stanco. Insomma, alzarsi, spesa, mangiare pranzo, lui si riposava e io facevo le faccende, poi magari un giretto e dopo la cena. 

Noia, noia, noia!

Negli anni é peggiorato. Gli voglio bene ma non riesco piú a sopportarlo. Appena prova a baciarmi provo ribrezzo per l'odore di sigaro. Ultimamente gli ho detto di curare di piú la sua igiene in generale e lui sbotta dicendo di guardare la mia. 

Spesso si litiga per stupidaggini. Forse sta diventando vecchio. Abbiamo piú di dieci anni di differenza. 

Cosí ho cominciato a divagare e sognare di essere ancora desiderata, di avere un uomo pieno di brio e col desiderio sempre piú forte di avere figli. Pochi mesi prima del matrimonio avevo come il sentore che per lui i figli fossero un peso, vedendo che non sapeva giocare con nostro nipote o con altri bambini. 

Mesi fa volevo un figlio ma mio marito non si é mai deciso di fare le analisi di prevenzione. Ho buttato tutto nel cestino, ho represso il senso di tristezza e ho continuato con la mia vita. Mai una volta che mi abbia chiesto perché aspetto di fare figli. Anzi, mi ha confessato che a lui sta bene anche non averne. Mi si é stretto il cuore, spezzandosi.

Otto anni fa ho conosciuto un suo amico, dolcissimo e simpatico da morire, con un forte attaccamento alla famiglia e al suo adorato nipote. La famiglia per lui veniva al primo posto, credo gli affetti in generale. Con lui ho instaurato subito un feeling dolce, galante e protettivo. Lo abbracciavo e mi sentivo a casa.

Cretina.

Ci scrutavamo, ci raccontavamo la nostra vita e scoprivamo qualcosa di piú tutte le volte che ci vedevamo. Un tempo ci frequentavano spesso, poi mio marito ha sempre piú smesso di contattare gli amici. Ogni volta che volevamo scambiarci il numero di cellulare qualcuno interferiva al momento giusto.

Mi mancava tanto quella compagnia, ne avevo bisogno. É a lui che ho fatto vedere per primo la foto del mio abito da sposa, a lui ho detto che non ero sicura che i figli sarebbero arrivati, dei miei problemi col lavoro o gioie in particolare. Adoravo i suoi occhi che mi ascoltavano attenti, i suoi complimenti, il suo sorriso e i suoi pizzicotti sulla guancia. Adoravo abbracciarlo stretto, inspirare il suo profumo e sentirlo ridere.

Mi sono affezionata molto a lui. Non so se tutto ciò fosse ricambiato. Fatto sta che ogni tanto ci scambiavano sguardi da lontano, lui notava sempre se avevo qualcosa di diverso, il mio profumo o mi faceva i complimenti. 

Tre anni fa si é fidanzato e ci siamo visti sempre meno. Qualcosa era cambiato ma il suo atteggiamento verso di me era sempre piú o meno lo stesso. 

Una sera eravamo soli, in mezzo a tanta gente, musica assordante, lontani da mio marito. Non ricordo bene come e perché ma lui mi ha guardato negli occhi, mi ha aperto i palmi delle mani e ha intrecciato le sue dita con le mie. Ricordo il suo sorriso dolce, gli occhi teneri. Ad un tratto mi ha tolto le mani strattonandole e ha cambiato espressione appena ha visto tornare mio marito.

Ecco, da quel giorno sono rimasta impietrita. Da lí ci siamo visti sempre meno.

É diventato un pó piú freddo con me ma i suoi occhi e il suo abbraccio sono rimasti quelli di prima.

Ci credete che un solo abbraccio mi faceva sorridere?

Non volevo ferire il mio futuro marito raccontandogli tutto, erano dieci anni che stavamo insieme. Non vorrei aver commesso uno sbaglio.

Il paradosso é che ero gelosa della ragazza del mio amico ma avevo il terrore di perdere mio marito.

Quando guardo il mio amico ho paura di perderlo, che non mi abbracci piú, che non mi sorrida piú.

Abbiamo intrecciato le nostre mani, mi ha confusa a poco dal matrimonio. Ho sentito una scarica elettrica e il viso avvamparmi, ero immobile, desideravo altro e questo mi ha spaventata. 

Perché l'ha fatto? Perché non mi ha detto il perché del suo gesto? É stato meschino da parte sua. 

Forse é un bene vederlo poco, ci starei male e basta. É una cavolo di droga: crea astinenza. 

In tutto questo la vita con mio marito é sempre piú apatica e io soffro come un cane. Ho una vita monotona, senza sfumature. Mi esalto per cose di poco conto, per una piccola felicitá. 

Forse é meglio non avere figli, allora. 

16 commenti

Allora, i figli non sono un palliativo al resto che non funziona, sfatiamo questo mito. Hanno bisogno di due genitori che si vogliono bene.

E l’amico...è la prima alternativa disponibile a tua portata di mano, idealizzato. Di lui conosci solo le emozioni positive che ti ha dato, in alternativa alla tua insoddisfazione. Pensa bene a quello che vuoi dalla vita e alle conseguenze, nel bene e nel male, delle tue scelte, a quale prezzo e se ne vale la pena. Perché quello che perdi è molto probabile che non lo ritrovi.

Avatar di AnonimoAnonimo alle 18:28 del 19-03-2019
Anonimo 18:28

Grazie per la risposta. Tanto l'amico si sposerá a sua volta. Sará anche idealizzato ma é una bella sensazione.

Avatar di TheBlackRose87TheBlackRose87 alle 18:43 del 19-03-2019
Oddio lascialo

Lascia tuo marito subito. Trova l'amore e fai figli! Starai malissimo se vuoi figli e non ne avrai...scappa fatti una famiglia vera!

Avatar di AnonimoAnonimo alle 18:48 del 19-03-2019
Anonimo 18:48

Grazie della risposta. É una decisione molto difficile.

Avatar di TheBlackRose87TheBlackRose87 alle 19:54 del 19-03-2019

Carissima. Devi essere una persona molto dolce, si vede da come scrivi. Sono d'accordo con l'ultimo commento: se vuoi figli questo deve essere la priorità. Se rinunci ad averne per non avere problemi con tuo marito il vuoto crescerà sempre di più. Lui in fondo non ha mai dato il suo no definitivo alla cosa, e non sa quanto ciò che spaventa oggi possa riempire e dare felicità domani. Certo, è vero che un bambino dovrebbe crescere nell'amore dei genitori, ma anche se fosse che solo tu lo ami al 100% e lui solo la metà tuo figlio sarà amato pienamente. Ora pensi a quel tuo amico solo per questa mancanza di amore che senti, ma un figlio ti riempie così tanto da non desiderare nessun'altra, marito compreso. Io direi che adesso la cosa principale da fare è parlare con lui e porglintu l'ultimatum: o abbiamo un figlio o io mi cerco un'altra vita senza di te. Se ti ama lo farà. Non ti preoccupare del dopo, del fatto che magari lui non gli vorrà bene. Quasi tutti gli uomini hanno paura, mio marito lo era, e ora mi chiede di avere il terzo. L'ignoto fa sempre paura. Ma sarebbe un peccato che una futura mamma così dolce come sembrintu non possa dare tutto il suo amore a un bambino. Sii coraggiosa. La felicità si conquista col coraggio. Un abbraccio

Avatar di AnonimoAnonimo alle 20:09 del 19-03-2019
Anonimo 20:09

Grazie mille per il bel commento che hai lasciato. Hai ragione, ne parleró meglio con lui e vedró che fare: ho tanto amore da dare, é vero. Ho sempre adorato farmi una famiglia.

Avatar di TheBlackRose87TheBlackRose87 alle 20:20 del 19-03-2019

Sono ancora l' ultima commentatrice. Per quanto riguarda il rapporto con tuo marito: tante volte alle persone bisogna insegnare loro come interpretarci. Cerca di confidarti con lui, di spiegargli la tua difficoltà a parlare con lui perché ora lo senti distante, e cerca di dirgli che hai bisogno della sua presenza. Non aspettarti che lui capisca da solo: bisogna che tu stessa glielo dici senza vergogna. Se dieci anni ti era stato d'aiuto po trebbe esserlo di nuovo. Forse ti concederà il figlio come fosse un regalo, senza vera partecipazione. Ma non importa. Un figlio scombina le carte e tu ti troverai ad essere obbligata ad uscire da quel buio che è ti piombato addosso. Certo, un figlio non deve essere un rimedio o un tappabuchi. Ma forse quel buio è dovuto solo al fatto che non riesci a dare né ricevere tutto l'amore che puoi... Mi hai fatto tenerezza. Ciao

Avatar di AnonimoAnonimo alle 21:48 del 19-03-2019
IMHO

ti ha lasciato le mani quando ha visto arrivare tuo marito. non c'è niente da spiegare e niente di meschino. mi sembra che ti lamenti di lui perché lo stai perdendo, visto che è fidanzato. come dire che tanto l'uva era acerba.

il tuo matrimonio è stato in piedi, finora, grazie alle tue fantasie sull'amico. e allora è un momento cruciale perché una volta sposato lui resterete solo tu e tuo marito, che sembra lasci un po' a desiderare.

pensa bene a cosa vuoi fare. se credi che l'altro sia quello giusto per te parlaci, chiaritevi. forse sei ancora in tempo, forse no. però è sempre meglio non avere rimpianti. 

auguri. 

Avatar di OldJoeOldJoe alle 00:07 del 20-03-2019
OldJoe

Grazie per la risposta.

Non sará meschino ma faceva prima a non fare allusioni inutili: se fa il furbo con me anche il suo rapporto allora imbarca acqua. Per quanto ne sappia io non si intrecciano le mani ad un'amica... o no?  E soprattutto a un mese e mezzo prima che mi sposassi! Ha avuto 8 anni di tempo per fare passi falsi... Ha aspettato fosse troppo tardi.

Avatar di TheBlackRose87TheBlackRose87 alle 07:42 del 20-03-2019

ma tu stai "costruendo" un rapporto su quattro mani che si intrecciano? non nascondo che come gesto è intimo... ma può significare anche altre cose... lascia perdere questa figura ... concentrati sul tuo matrimonio, e comprendi che fare...

Avatar di gagenoregagenore alle 08:04 del 20-03-2019
Gagenore

Grazie per la risposta.

Io non sto costruendo un bel nulla, ho solo detto che mi ha spiazzata. É un gesto, Sí, ma fosse solo quello allora lo dovrebbe fare anche davanti mio marito e non toglierle e comportarsi diversamente appena lo vede! 

Lui mi piace, vero. Da sempre.

Non capisco perché lo abbia fatto... Sará un gesto ma ha lasciato in sospeso qualcosa. Dal giorno del matrimonio si é comportato quasi diversamente con me. Non é normale che prima mi prendi le mani, mi vieni vicino e dopo mi abbracci solo a comando e soprattutto fai piú il tenero quando la tua ragazza non c'é. Uhm...  

Avatar di TheBlackRose87TheBlackRose87 alle 08:18 del 20-03-2019

BlackRose non è mia intenzione sminuire ciò che dici ma questo è essenzialmente il motivo per il quale la gran parte dei matrimoni finiscono e il perchè molte donne sono delle illuse.  Chiunque e ripeto, CHIUNQUE dopo 10 anni di frequentazione/matrimonio insomma quel che è, diventa noioso. Te lo posso assicurare al 100%.  Il tuo amico ti sembra fantastico perchè con lui è come se tu avessi passato quelle che sono le primissime fasi del fidanzamento che sono eccitanti, adrenaliniche ecc.  Tuo marito è sicuramente in parte deformato dalla tua visione monotona e in questo caso anche sminuente di lui. Poi ricordati che le persone, soprattutto nella quotidianità a lungo tempo, è come se fossero immerse in un fiume, si adattano alla corrente, al flusso di energie della loro vita, quindi di amici, partner e luogo in cui vivono.   Ergo, in buona parte sei tu ad essere colpevole di questo suo stato attuale.  Quindi comincia con il cambiare tu, soprattutto nei suoi confronti. Anche perchè, da quello che hai scritto qui, sembri trattarlo veramente male. Cazzo dopo magari una giornata stancante a lavoro finalmente torna a casa da te, vuole consolarsi e tu ammazzi tutto al bacio perchè ti da fastidio un pò di odore di sigaro? Eddai!! 

Avatar di AnonimoAnonimo alle 08:41 del 20-03-2019
Anonimo 08:41

Consolarsi?! Come no! Da me non viene se non una volta nel wek-end... altri giorni non se ne parla perché é stanco. Se prendo iniziative mi blocca! 

Lo tratto male??? Lo tratto come un re, sono ai suoi servigi, perfetta sempre. Ovvio ogni tanto si litiga, come tutti, ma faccio tutto ció che vuole, mi adatto ai suoi tempi, sono paziente.

Lui stesso mi ha detto che mi ha sposata perché sono perfetta. Non gli manca nulla, ci sono mogli che pretendono ed esigono, fanno capricci. Io mai: raramente usciamo, vediamo gente. Non gli manca il denaro, manca la voglia di fare. 

Ci credo che dopo 10 anni la vita sia diversa, sicuramente, ma ti assicuro che mio marito é felice di tutto ció che ha. Sono IO quella che sente mancanze. Gli parlo e lui risponde: "Discorsi a c...o, non ti lamentare". Ottimo. 

Avatar di TheBlackRose87TheBlackRose87 alle 09:10 del 20-03-2019
@theblackrose

ma 87 è il tuo anno di nascita? chiedo perchè se sei del 1987 sei giovane per essere coinvolta in un matrimonio così infelice

Avatar di AnonimoAnonimo alle 16:29 del 20-03-2019
Anonimo 16:29

Sí, é il mio anno di nascita. 

Avatar di TheBlackRose87TheBlackRose87 alle 17:19 del 20-03-2019


Cara TheBlackRose87
Errare è umano, perseverare è diabolico.
Hai tanto amore da dare e non devi sentirti in colpa o colpevolizzarti tanto da rovinarti la vita.
Sei tu che decidi della tua vita, nulla è scritto e solo quando tocchi il fondo hai la forza di risalire.
Se pensi che il rapporto con tuo marito sia logoro e finito.... bè cambia strada.
Non avete figli, quindi non ci sarà nulla che vi lega per tutta la vita se non il ricordo di lui.
Non esiste l'assioma "Doveva andare così" ... tu sei causa della tua vita e frutto delle tue scelte.
Per cui, trova coraggio e non sentirti in colpa di nulla.
Buona fortuna :)

Avatar di keepcalmkeepcalm alle 15:44 del 17-04-2019

Inserisci nuovo commento



Attenzione: i commenti sono moderati per i non iscritti.

Statistiche:

Voto medio

0 VOTI

Iscriviti per poter votare questo sfogo.
 

Iscriviti!

Iscriviti
Iscriviti e potrai aggiungere commenti senza attendere approvazioni, votare gli sfoghi e gestire i tuoi post ed il tuo profilo senza limitazioni.
Clicca qui per aggiungerti