Mer

02

Mag

2018

Matrimonio finito

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Sono sposato da quasi 11 anni, con 2 figli, uno di 6, l'altro di 4.

Il matrimonio è da qualche anno che vacilla, mia moglie ha espresso già una volta il dubbio di non amarmi più. 

Dei due quello che avrebbe voluto continuare sono stato io (ma anche lei), in primis per i figli, in secondo luogo per non buttare via quello che era un bel rapporto sul quale tutti e 2 abbiamo investito molto. 

Cosi al primo dubbio abbiamo deciso in accordo di provarci. Il mio provarci era un far finta di non essere stato messo da parte e cercare di essere un buon marito aiutando in casa (probabilmente con i miei limiti). Dall'altra parte mi aspettavo uno sforzo nell'essere più espansiva e meno fredda per dare un po' di energia al rapporto che si stava spegnendo nella speranza di riaccenderlo. 

Tra alti e bassi abbiamo trascorso gli ultimi 2 anni, da ingenuo quale sono speravo che le cose si sarebbero aggiustate. 

Nei giorni scorsi si è parlato un po' di come vanno le cose, da parte mia vedo un continuo accusare qualsiasi cosa faccia e ovviamente una mancanza di affetto e di rapporti, dall'altra non so bene cosa ci sia, so che ieri ancora mi ha detto che non mi ama più. 

Anche il mio amore oramai è quasi a zero, con l'attenuante che se vedessi in lei un ritorno di fiamma sarei disposto a continuare.  

Ora non so cosa fare. 

Abbiamo una casa di cui stiamo finendo di pagare il mutuo e soldi sempre risicati, ma soprattutto i figli. 

Da quanto ho capito lei sarebbe pure disposta a continuare facendo finta di nulla per il bene dei figli.  

Io non voglio rinunciare al piacere di potermi addormentare e svegliare nella stessa casa dei miei figli per non perderne nulla, ma allo stesso tempo un matrimonio di facciata mi fa inorridire e probabilmente mi farei venire un'ulcera grande come una casa. 

Al momento potrei pure rinunciare al sesso ma non so per quanto resisterei. 

Mi si spezza il cuore all'idea di dire ai miei figli (cosi piccoli!!) che avranno genitori separati, a doverli vedere solo in determinati momenti e sballottarli eventualmente da una casa all'altra. 

Sono incazzato, perchè per scelta di lei, rimarrei senza casa, e chissà, probabilmente un giorno qualcun altro vivrebbe nella casa che ho pagato e per cui mi sono fatto il culo nei fine settimana per fare lavori e condividerebbe il tetto con i miei figli. 

Se non ci fossero i figli me ne sarei già andato da tempo, ma forse non avremmo nemmeno affrontato gli ultimi 2 anni, avremmo chiuso subito. 

Potrei pure provare a farmi un amante, ma sono certo che non sarei disposto ad accettare che se lo faccia lei, e so che non sarebbe giusto avere questa pretesa, ma cazzo è lei che ha scelto per me :-(

Non voglio fare del male ai miei figli, ma ho 40 anni, può essere che la mia vita debba essere una galera per i prossimi 10/15 anni? 

E poi un accordo del genere potrebbe durare così tanto o è solo un rimandare il problema?

L'idea della separazione da mia moglie non mi renderebbe di certo felice e aprirebbe ad un sacco di casini economici, ma potrei affrontarla, l'idea di far soffrire i miei figli o di poterli vedere con il conta gocce invece mi uccide.  

 

77 commenti

Io sono un passo avanti a te e quello che ti posso consigliare è che se vuoi puoi andartene. Io sono rimasto e tuttora non ho ancora capito se ho fatto bene oppure ho fatto male. Quello che so è che più passa il tempo più è difficile decidere. Nel mio caso credo che per i bene dei miei figli di aver fatto cosa giusta a rimanere, perché mia moglie ha problemi mentali e per loro, crescere per buona parte del tempo con lei sarebbe stato insano; ma se nel tuo caso tua moglie fosse in grado  di gestiree adeguatamente i vostri figli, beh, possibilmente non avrebbero particolari handicap a causa della tua assenza. Cazzo sei giovane e hai ancora una vita davanti e il mondo è pieno di donne che con tua moglie non hanno nulla a che vedere. Pensaci.

 

Avatar di SoldatojokerSoldatojoker alle 22:40 del 02-05-2018

Sfogante io sono separato da oltre due anni , della tua esperienza condivido il timore che avrei indotto ai miei figli ( Un po’ più grandi dei tuoi , ma da un lato credo sia meglio ) ed i sentimenti profondi e contrastati che mi legavano alla

donna che oggi chiamo , con un pizzico di orgoglio e convinzione ex moglie . Il problema dei figli , credimi e’ secondario , ti stupiresti del modo e della velocità

 con cui i tuoi figli reagirebbero  . Il problema più grande sei tu  , i sentimenti che ti legano a tua moglie ed i  soldi .  La base di una separazione “ light “ poggia , purtroppo sul pilastro della sostenibilità finiziaria (  sopratuttonel lungo periodo ) , cioè se elimini la questione economica sei a metà dell’opera ,  cosa che tu non puoi fare . I sentimenti col tempo , gli amici , lo champagne , gli impegni , altre donne , il radicale cambiamento del tuo stile di vita , la lontananza , si affievoliscono e se tenui ( come nel tuo caso ) anche velocemente. Visti dal futuro appaino come ricordi visti in una tv in bianco e nero .

Non ho la ricetta per il tuo problema

, posso solamente dirti che decidere di sopravvivere a 40 , sarebbe sbagliato per te’ , prima che per tutto il resto . Non so come tu fossi prima del matrimonio , e quale vita tu conducessi , ma  non credere di poter tornare a quella vita , non illuderti che quel clima , quelle sensazioni , possano ripetersi . Sarà meglio ! Devi guardare al tuo futuro cn insensato ottimismo, rimettiti in forma ( veramente ) cambia orari , abitudini , look se possibile , immergiti nel lavoro , e nel tempo libero , chambola! Volete provare

la convivenza di convenienza , fa sì che almeno ci siano dei miglioramenti Nella qualità della tua vita

. E forse , magari , tua moglie vedendoti uscire dalla doccia un po’ più tonico , ti guarderà come non fa’

da

anni , o forse no , ma almeno avrai migliorato qualcosa nella tua vita . Continua a fare quello che fai , ed avrai sempre quello che hai ( questa non e’ mia purtroppo ),  caro sfogante insomma esci dalla palude

in cui sei finito , altrimenti ci resterai per tutta la vita , e la palude e’ un posto insalubre . 

respect  

Avatar di BorromeoBorromeo alle 23:26 del 02-05-2018

Direi che il consiglio di Soldato è ottimo. Certo se una moglie arriva a dirti che non ti Ama a quel punto direi che puoi anche non andartene di casa ma ognuno dei due si farà la propria vita al di fuori del tetto familiare. Certo non è una gran scelta, forse sarebbe meglio lasciarsi ma bisogna pensare anche al discorso economico, quindi valuta tutto bene e con calma....

Avatar di Ares881Ares881 alle 23:27 del 02-05-2018
Commento o non commento? Torno.

Commento. 

Situazione di merda. E questo ti è chiaro. Ma lei, almeno, ha avuto le palle di dirti la verità.

Le palle che io non ho.  

Avatar di ConfusissimaConfusissima alle 23:31 del 02-05-2018
Le palle che io non ho

Forse quelle no, ma il coraggio di guardare le cose in faccia sembra che non ti manchi. Non è poco.

Avatar di ColeridgeColeridge alle 08:44 del 03-05-2018

Io mi chiedo perchè un uomo si sposa,la donna posso capirla,ha mille ragioni sociale ed economiche per farlo,ma noi uomini no,se ti sposi o sei stupido o ti pieghi al volere della compagna non vedo altre spiegazioni

Avatar di christian1992christian1992 alle 08:53 del 03-05-2018

Guarda, ti dico una cosa per esperienza personale e non solo, il divorzio è per i ricchi. Sappi che, seguendo il tuo cuore e sperando in un’altra vita più gratificante dal punto di vita sentimentale/ erotico, tu e tutta la tua famiglia (specie i bambini) dovete essere disposti a fare tanti sacrifici. A meno che tu non vada a vivere sotto un ponte per dare loro tutto ciò che hanno ora (e che triplicherà con la crescita dei figli).

Vai da un avvocato a farti due conti, non esasperare la situazione con tua moglie e cerca di restare sempre nei termini della civiltà, POI decidi.  

Avatar di AileenAileen alle 09:21 del 03-05-2018

Ciao Confusa cosa succede ?

Avatar di BorromeoBorromeo alle 09:24 del 03-05-2018

Christian...  Può sembrarti strano... Ma ci sono uomini in grado di innamorarsi,  di desiderare una vita in comune, di costruite un futuro insieme, se poi leggi lo sfogo, i rammarichi dello sfogante sono per la casa cointestata e sopratutto per i figli, la condizione di matrimonio non incide nulla.

in caso di separazione di una coppia non sposata ma con prole  il mantineminto dei figli è cominque dovuto come lassegnazione della casa (non una regola, ma orientamento prevalente della giurisprudenza) alla madre, secondo il nuovo diritto di famiglia in teoria...  Potrebbe essere possibile anche una sorta di assegno di mantenimento alla/al compagna/o bisognosa/o. 

 

Avatar di gagenoregagenore alle 09:39 del 03-05-2018

quindi il fatto di aver pronunciato 4 parole davanti a un prete ti rende più innamorato di chi non si sposa?

Secondo me è il contrario,senza vincoli di sorta,io scelgo lei ogni giorno.

 

Guarda cosa sono i matrimoni,coppie che stanno insieme per i figlie,per  i soldi,per la casa... 

Avatar di christian1992christian1992 alle 10:01 del 03-05-2018

Cristian, per quanto mi riguarda, hai scritto una cazzata mondiale. E ti spiego perché:

ho sposato il più “squattrinato” di tutti gli uomini della mia vita;

sono stata la prima delle amiche a sposarsi (non ero convintissima);

la seconda ad avere un figlio (non ero ASSOLUTAMENTE pronta).  

Avatar di ConfusissimaConfusissima alle 10:05 del 03-05-2018
Definitivo

Borromeo, c'è che ho dato una risposta al mio sfogo “confusissima”. Io sono monogama.  

Avatar di ConfusissimaConfusissima alle 10:06 del 03-05-2018

Gage, io non potrei MAI accettare di essere mantenuta. Mai. 

Avatar di ConfusissimaConfusissima alle 10:08 del 03-05-2018

Meglio fare la fame. 

Avatar di ConfusissimaConfusissima alle 10:09 del 03-05-2018

Christian...  Il matrimonio non da nessun valore aggiunto a ciò che c'è (o non c'è), su questo non vi è dubbio, non è questione ne di fede ne di convenzione sociale, il matrimonio esiste in ogni cultura in ogni tempo in ogni luogo, citami una qualsiasi civiltà della storia li ci sarà una cerimonia una formula degli officianti e dei testimoni (tranne che per adamo ed eva) che siano gli dei egizi, gli antenati, il vuoto cosmico o la religione jedi nella forma resta un impegno un contratto, con il quale si tutela stabilità dellunione e la provenienza della prole, stop nientaltro... Non mi sognerei mai e poi mai di affermare una superiorità di chi si sposa verso chi non lo fa.

Avatar di gagenoregagenore alle 10:42 del 03-05-2018
Ultima Cris

prima di sposarci, abbiamo convissuto un paio d’anni. Per me, in primis, la promessa l’ho fatta a Dio. Ricordo perfettamente l’angoscia della mattina del fatidico giorno. Io avrei promesso fedeltà eterna. Nella buona e nella cattiva sorte. E piangevo come una bambina. Avevo tanta paura. 

E anche qui, l’unica (a parte la mia stellina) ad essersi sposata in chiesa. Del contrattino non me ne fotteva meno che nulla.

MASSIMO RISPETTO per chi la pensa diversamente. Io amo la coerenza delle azioni. 

Pippone terminato. :)))) 

Avatar di ConfusissimaConfusissima alle 10:50 del 03-05-2018

Confusissima

mi sono espresso male probabilmente,le ragioni sociali della donna penso le conoscete anche voi,che poi il matrimonio abbia il suo fascino sulle donne lo comprendo(abito bianco ecc) se poi come nel mio caso è pure religiosa si chiude il cerchio.Ma già dalla promessa mi viene un pò da storcere il naso,sei sicura di poter mantenere quel per sempre???

gagenore 

 Ma ci sono uomini in grado di innamorarsi,  di desiderare una vita in comune, di costruite un futuro insieme

tutte cose che voglio pure io(ma senza matrimonio cambia qualcosa?),ho fatto la stessa domanda alla mia ragazza nessuno di voi due mi ha risposto sul perchè sentite il bisogno di sposarvi. I suoi motivi li so,sono pressioni sociali di un mondo arcaico,per gage direi invece per un senso di maggior sicurezza

 

Avatar di christian1992christian1992 alle 11:07 del 03-05-2018

aspetta... il nocciolo della questione era le tue parole "chi si sposa è stupido" a quello ho risposto, a me sembra che tu ti senta in dovere di difendere un rapporto senza si davanti allufficiale di stato civile, io non mi sono mai sognato di metterlo in discussione.

sposati oppure no, io non ti dirò stupido mai...  ma se insisti potrei cambiare idea...

Avatar di gagenoregagenore alle 11:18 del 03-05-2018

Vi ringrazio per i commenti (sono l'autore dello sfogo). 

A distanza di un giorno dal mio sfogo posso dire che il rammarico per il matrimonio che finisce ovviamente c'è, quando ho deciso di sposarmi l'ho fatto perchè ero convinto di passare tutta la vita con mia moglie. La scelta del matrimionio in chiesa è stata più di mia moglie, io non sono per niente religioso, quindi degli occhi di Dio me ne sbatto. 

Sono molto triste, perchè anche se non sento più le farfalle nello stomaco posso dire di amare ancora mia moglie, e sicuramente anche se in una forma diversa l'amerò per sempre. 

Di sicuro non navighiamo nell'oro, però forse riusciremmo ad affrontare la cosa a livello economico, quello che mi uccide è l'idea di vedere meno i miei figli, per farvi un esempio, lavoro tutto il giorno e arrivo a casa alle 19, cena veloce, moemento di condivisione con i figli e poi si mettono a letto. 

Se mi separassi, come farei a vederli? I giorni con la R? il weekend? La cosa che mi fa più rabbia è che per decisione sua perderei io i miei privilegi.

E loro? Piangono quando una volta al mese vado via per lavoro, figuriamoci se gli dicessi che il papà va ad abitare in un'altra casa. Mi chiederebbero il perchè, si sentirebbero responsabili loro, e io non potrei rispondergli "Cazzo non è stata una mia scelta".  

Vedevo un video di Will Smith che dice una cosa tipo "quando qualcuno fa un errore vorresti che fosse lui a pagarne le conseguenze, ma la responsabilità di aggiustare la tua vita  è solo tua, in pratica colpa e responsabilità quasi mai vanno di pari passo".

E' una gran verità, ma sono lontano dall'abbracciarla :-( 

Sono altrettanto certo di non tornare alla vita di prima del matrimonio, sono anche diversi i miei bisogni.  

Mia moglie ha avuto le palle perchè l'ho messa alle strette, ultimamente il rapporto è stato sempre più freddo, ma soprattutto notavo il suo fastidio in qualsiasi cosa facessi, sintomo secondo me di insofferenza immotivata (se non il motivo che finalmente ha esternato).

Abbiamo passato mesi con un'aura di non detto, si faceva anche sesso, ma sembrava sempre fosse una concessione e tutto questo da parte mia era davvero mortificante, ma speravo in un miglioramento.  

Insomma è una situazione di merda e anche le amicizie dopo 11 anni sono tanto affievolite da provare quasi vergogna a chiamare un amico per raccontargli come sto. 

Quindi prima di tutto vi ringrazione per avermi "ascoltato". 

Avatar di AnonimoAnonimo alle 12:18 del 03-05-2018
Mi spiace

Proprio ieri é uscita una nuova statistica, 6 matrimoni su 10 sono saltati nel 2015. La tua situazione è complicata per i figli piccoli  anche se riescono a metabolizzare molto beneicambiamentil'importante èchell'leventuale separazione tra i coniugi sia senza conflitto in modo che ci possano essere comunque momenti di contatto che saranno sempre di più con il crescere dei figli. Convivere sotto lo stesso tetto come due amici per il bene dei figli o per problemi economici è molto duro anche se qualcuno ci riesce. Questo finché non salta fuori un nuovo partner allora la faccenda si complica e di solito la donna vuole immediatamente la sua libertà anche di agire. Quindi la scelta èto difficile, se economicamente puoi andartene fallo  meglio un monolocale che una convivenza forzata. In bocca al lupo. l

Avatar di RizlaRizla alle 12:48 del 03-05-2018
(cit.)

L'idea della separazione da mia moglie non mi renderebbe di certo felice e aprirebbe ad un sacco di casini economici, ma potrei affrontarla, l'idea di far soffrire i miei figli o di poterli vedere con il conta gocce invece mi uccide.  

 Ben presto la penserai esattamente all'opposto non fare passi falsi amico gioca d'astuzia (impara da lei)  engioi 

Avatar di acerbisacerbis alle 13:56 del 03-05-2018

Sfogante, ho letto il tuo commento ( dove comunque ribadisci il contenuto dello sfogo).

Voglio alzare il livello di problematicità del vostro rapporto e ti faccio una domanda: se per qualsiasi motivo tu dovessi avere un problema personale, per esempio perdere il lavoro o una malattia seria,  quanto tua moglie ti sarebbe di aiuto? 

Un unione non è solo rassettare casa insieme, scopare insieme, allevare figli insieme, ma anche, e adesso come adesso mi verrebbe da dire soprattutto, sostenersi a vicenda nelle difficoltà.

Se pensi che alla prima, o anche la seconda tua difficoltà, lei ti possa abbandonare come un cane in autostrada... allora pensaci bene ad affrontare la tua vita futura con lei. Se invece lei saprebbe esserti di sostegno, beh, a questo punto tienitela buona.

 

Ps, un consiglio: col tuo commento ti è andata di culo che oggi ee statpubblicato, se intendi interagire in modo decente con noi ti converra registrarti 

Avatar di SoldatojokerSoldatojoker alle 17:12 del 03-05-2018

@cris 11.07, credo di non avere mai desiderato l’abito bianco. Eccetto che per i miei 18 anni, disegnato da me e cucito da una sarta. Vabbè! 

Inoltre, ricordo anche i preparativi del matrimonio. Non ho fatto quasi nulla. Ho delegato un’amica, che fa questo per lavoro. Io solo lo stretto necessario. Senza gioia. Non avevo voglia. Ero spaventata a morte. 

Sfogante, perdonami per aver sporcato il tuo dolore col mio. 

Avatar di ConfusissimaConfusissima alle 17:40 del 03-05-2018

Confusa , monogama infelice ?

Avatar di BorromeoBorromeo alle 17:45 del 03-05-2018

@ cole, non è esattamente così. Non è coraggio. Non nel mio caso. È più mancanza di spazio. Il crollo del pilastro della mia famiglia, ha preso talmente tanta “pancia”, che il resto lo sto cominciando lentamente a vomitare. 

 

Avatar di ConfusissimaConfusissima alle 17:45 del 03-05-2018

Mi manca l’aria Borromeo. Sono in trappola. 

Avatar di ConfusissimaConfusissima alle 17:47 del 03-05-2018

@confu e non ti sembra coraggio questo?

Avatar di ColeridgeColeridge alle 17:49 del 03-05-2018

No Cole. Io il coraggio non sto dove sta di casa. 

Avatar di ConfusissimaConfusissima alle 17:50 del 03-05-2018

@so. 

Non mi appartiene. Non in questo caso.  

Avatar di ConfusissimaConfusissima alle 17:52 del 03-05-2018

Cosa ti e' successo ?

Avatar di BorromeoBorromeo alle 17:56 del 03-05-2018

mi spiace leggerti cosi ?

Avatar di BorromeoBorromeo alle 17:57 del 03-05-2018

strano non sia ancora uscito fuori... sfogante hai valutato lipotesi di un terzo incomodo? qualcuno che stia con tua moglie a tua insaputa?

certo sarebbe devastante ma lameno un motivo  esterno ci sarebbe ... 

è solo una suggestione non è obbligatorio ci sia un motivo esterno.

Avatar di gagenoregagenore alle 18:21 del 03-05-2018

confu... una volta una persona... mentre era in attesa in sala daspetto dal medico... mi chiamò al telefono... mi fece bene sai... ecco ... parlane con qualcuno, qualcuno che comprenda, che ascolti, che conosca già tutte le note di quella tristissima musica che sta accompagnando ogni istante della tua vita.

devo dirti chi?

Avatar di gagenoregagenore alle 18:29 del 03-05-2018
Bacetto

Gage, se non vuoi che parta una querela, anche no! 

Avatar di ConfusissimaConfusissima alle 22:57 del 03-05-2018

Borromeo gran bella risposta allo sfogante, credo possa essere utile a tutti quelli che sono in un periodo di crisi personale.

Christian sei un bambino, per quanto la tua opinione sia rispettabile non puoi sparare giudizi a zero senza un minimo di sensibilità e di empatia verso il prossimo.

Confusissima ho capito che hai dei problemi coniugali, però da come scrivi in continuo, si denota che hai un EGOCENTRISMO esagerato e hai bisogno costantemente di attirare l'attenzione, tra l'altro lo sfogo non è neanche tuo e continui a parlare dei FATTI TUOI. 

Avatar di Ares881Ares881 alle 23:04 del 03-05-2018
Faccio un passo indietro...

Ares881, hai ragione. Sono una maledetta egocentrica. 

Avatar di ConfusissimaConfusissima alle 23:08 del 03-05-2018

querela?

😲 

Avatar di gagenoregagenore alle 23:09 del 03-05-2018

(OT OT) Confu credo che con Gage sia nato un grosso malinteso

(OT) Sempre Confu, la vita ci mette di fronte alla dura realtà, talvolta, come sta capitando a te adesso, in modo brutale. La tendenza di tutti noi essere umani è di rimuovere e andare avanti come se non fosse successo niente. Prendere atto, trarre tutte le conseguenze, rimettere tutto in discussione richiede un coraggio da leoni, fidati. Reagire in modo adeguato non significa partire lancia in resta contro i mulini a vento. Bisogna capire meglio, trovare una via per cambiare le cose. Non è questione di ipocrisia ma di banale buon senso. Cito sempre Amleto in questi casi, che di macerava per la propria vigliaccheria d incapacità di reagire in modo adeguato alla gravità dell’onta subita. È umano e anche opportuno 

Avatar di ColeridgeColeridge alle 07:58 del 04-05-2018

Ares881

tu invece a 34 anni sei un uomo vissuto? ma vai a cacare 

Avatar di christian1992christian1992 alle 09:30 del 04-05-2018

Cole, era un modo un po’ strano per dirgli grazie. Il gigante buono è il gigante buono. E non si tocca! 

Sai cosa mi dispiace di più? Farlo soffrire. Io, purtroppo, sono un libro aperto. Faccio una fatica immensa a controllare le mie emozioni. Al momento la soluzione è   trascorrere poco tempo a casa. Ogni scusa è buona. Poi la sfiga (o fortuna) vuole che io abbia diverse amiche. Molte delle quali single o separate. Le occasioni per evadere stanno diventando preoccupanti! :D

E, rispetto all’essere fredda, mi rivedo nella moglie dello sfogante. Solo che io caratterialmente sono molto espansiva. Quasi esplosiva. 

 

 

 

 

 

Avatar di ConfusissimaConfusissima alle 09:57 del 04-05-2018

E infine provo a tornare a bomba e mi rivolgo allo sfogante facendo mio il suggerimento di soldato di iscriversi.

Carissimo, la tua situazione è talmente ricorrente da queste parti da poterti individuare direttamente come fratello. Le storie sono diverse. Borromeo è ‘addivenuto’ alla separazione in tempo reale su sfoghiamoci. Soldatojoker e Dario vivono da anni una sorta di situazione a metà tra separazione in casa e matrimonio in bianco. Quanto al sottoscritto. Il mio primo sfogo l’ho scritto da un albergo dopo aver trovato le valigie fuori casa (si chiama Valige infatti). Da allora ne sono successe tante: riconciliazione, nuova luna di miele, nuova crisi, nuova separazione definitiva (?). Tutto debitamente testimoniato sulle ‘pagine’ di sfoghiamoci. Se hai una giornata da buttare puoi farti una cultura. 

Ascolta il consiglio di Borromeo, qualsiasi cosa tu decida di fare è assolutamente urgente che tu dia alla tua compagna un segnale inequivocabile sulla tua determinazione a seguire la via della separazione. Soprattutto se la tua intenzione è quella di tentare di raddrizzare la situazione in extremis. In questi casi chi si mostra esitante soccombe. Male

Avatar di ColeridgeColeridge alle 09:58 del 04-05-2018
Autore, io potrei essere l’altra faccia della medaglia...

Ares, non posso/voglio non rispondere. Fattene una ragione. 

Avatar di ConfusissimaConfusissima alle 09:59 del 04-05-2018

Confusa in fase sciambola....?!?!

Cole il solito mentore !

questo sfoghiamoci , che potenza !

 sfogante sei nel posto giusto , e pensa che tutto aggratiss 

io da stasera inauguro la stagione dello champagne rose', Confusa buttati sul rose' 

Avatar di BorromeoBorromeo alle 11:11 del 04-05-2018

Christian , e portala all'altare sta ragazza  , ma sopratutto perche' no ? E non fare il solito pippone sulle apparenze sociali , il clero , etc etc , La donna che ami ha un sogno, fa si che questo sogno si realizzi! Ma le bomboniere no , quelle assolutamente no, se ti chiede le bomboniere allora lasciala !!!! 

Sfogante chiedo scusa se il tuo post e' diventato un rifugio peccatorum , ma il titolo e' roba dal 50% di share !! 

Avatar di BorromeoBorromeo alle 12:01 del 04-05-2018

Siamo troppo giovani,nessuno si sposa più sotto i 30,non siamo neanche d'accordo sul luogo,poi scusa,tu potessi tornare indietro risposeresti tua moglie? 

Avatar di christian1992christian1992 alle 13:36 del 04-05-2018

Assolutamente si !!!!!! La amavo come mai nessuna  prima , era la donna con cui avrei voluto passare il resto della mia vita , si lo rifarei , anche sapendo come sarebbe andata a finire , anzi probabilmente sapevo come sarebbe andata a finire . Comunque nessuna bomboniera , quella forse e' stata una delle nostre prime discussioni , ricorda,  tutto ma la bomboniera no ! Quello del troppo giovani , poi e' una stronzata , non ti sposi per l'eta'  , ma per quello che senti . Inoltre aggiugo che purtroppo oggo non si sposa piu' nessuno , ed io amo i matrimoni , sono delle feste fantastiche !

Avatar di BorromeoBorromeo alle 13:51 del 04-05-2018

ogni anno facciamo una settimana in romania,e puntualmente capita un matrimonio,purtroppo,loro hanno l'abitudine di fare matrimoni immensi e infiiniti,a me era stato detto che sarebbe stato un matrimonio italieggiante,fatto sta che è iniziato alle 10 del mattino e la torta è arrivata alle 6 del mattino dopo,le donne slave però sono veramente stupende,è l'unica nota positiva.

Avatar di christian1992christian1992 alle 14:13 del 04-05-2018

adesso capisco perche' non ti vuoi sposare , devi andare in Romania !!!

Avatar di BorromeoBorromeo alle 14:19 del 04-05-2018

adesso capisco perche' non ti vuoi sposare , devi andare in Romania !!!

Avatar di BorromeoBorromeo alle 14:19 del 04-05-2018

Vedi christiaC, tu credi che sia il matrimonio che ti freghi. L'anello al dito costa solo se la controparte non ha reddito.

Quello che inguaia la coppia sono in primis i figli e poi i beni in comune che nei momenti buoni si ha avuto la sventatezza di costruire.

Perciò altro che salto della quaglia, se ti scappasse un girino finiresti inguaiato quanto uno sposato.

Ps, rivelazione, io non sono sposato eppure all'atto pratico è come se lo fossi. 

Avatar di SoldatojokerSoldatojoker alle 14:34 del 04-05-2018

Borromeo

no no io se fossi obbligato tra italia e romania sceglierei la seconda,li con 5000 euro te la cavi. 

 

Soldatojoker 

se avessi un figlio sono certo e stracerto conoscendola che il sesso finirebbe.Per i beni in comune non la vedo come un problema,non possiedo queste gran ricchezze

Come non sei sposato? 

Avatar di christian1992christian1992 alle 14:53 del 04-05-2018
se avessi un figlio sono certo e stracerto conoscendola che il sesso finirebbe

Appunto per questo, come gia ti dissi a suo tempo, stai attento col coito interrotto!

 

Ebbene si, per comodità di espressione dico di essere sposato , ma in realtà siamo "semplici"  conviventi. 

Avatar di SoldatojokerSoldatojoker alle 15:03 del 04-05-2018

Soldato , Christiac non e' affatto male !!!

Avatar di BorromeoBorromeo alle 15:05 del 04-05-2018

Christian quanti hanno hai ?

Avatar di BorromeoBorromeo alle 15:06 del 04-05-2018

Scusa mi sono lasciato prendere dall'ironia , e' che dove vivo e lavoro , ci sono molti Slavi e un' po' parlano cosi , anche se sono qui da 20 anni !

Avatar di BorromeoBorromeo alle 15:07 del 04-05-2018

Sto aspettando il pillolo oppure la pomata per uomini,io non sono pro preservativo.Allora sei un genio assoluto soldato,narrami come hai fatto a non sposarti,quando le richieste diventano assillanti e pressanti.

 

 

Borromeo dovessi mai sposarmi(le percentuali sono infime tranquillo)sarai invitato,due ore di aereo e 4 di auto e sei alla meta. 

Avatar di christian1992christian1992 alle 15:11 del 04-05-2018

26 

Avatar di christian1992christian1992 alle 15:12 del 04-05-2018

Ahahah... christiaC e un refuso involontario dovuto a questo sito.Da tempo ormai scrivere direttamente in questo form da ècèellulare e diventato unimoresau  (ho digitato "un'impresa" e questo è quello che mi è uscito, giusto oer far capire il grado di abbandono tecnico di questo sito)...

Christian, all'inizio lei insisteva per regolarizzare ma io ho sempre tenuto duro. Perche? Perche non avevo nulla da perdere, le dicevo "è così se ti pare, se non ti va bene la finiamo qua". Poi sono arrivati i figli e i beni dove ho messo tutta la mia vita, dopodiche, realizzati i sogni di entrambi sono iniziati gli incubi... 

Avatar di SoldatojokerSoldatojoker alle 15:23 del 04-05-2018

Christian , non sei piu'  un ragazzino , sara'  meglio che regolarizzi la tua posizione di fronte a Dio ed alla famiglia ,  vendi la tua Alfa e organizza un bel matrimonio , ti prometto ( a promise it's a promise !)che mi presento con una cassa di donperignone del 2005 !ovviamente rose !

 

 

ma ditemi di confusa cosa le sta succedendo ?

Avatar di BorromeoBorromeo alle 15:29 del 04-05-2018

Christian , non sei piu'  un ragazzino , sara'  meglio che regolarizzi la tua posizione di fronte a Dio ed alla famiglia ,  vendi la tua Alfa e organizza un bel matrimonio , ti prometto ( a promise it's a promise !)che mi presento con una cassa di donperignone del 2005 !ovviamente rose !

 

 

ma ditemi di confusa cosa le sta succedendo ?

Avatar di BorromeoBorromeo alle 15:29 del 04-05-2018

 

Borromeo 

ho grippato un mesetto fa,la trovi a 3000 euro su autoscout 24,ho preso una scirocco usata a 6500 non è male ma non è la brera. 

Avatar di christian1992christian1992 alle 15:37 del 04-05-2018

M intrometto... 

Il problema non è IL matrimonio, per separarsi senza figli ci vuole davvero poco!!! Quindi Cristian non averne così paura. Sono i figli che ti legano a lei almeno fino all età di 16/18 anni!! 

La moglie non ha avuto le palle....semplicemente sa d avere il coltello dalla parte del manico, che tutto sommato a lei non.cambierà più di tanto e che anzi avrà qualche sabato sera in più da passare con le amiche o il nuovo uomo. Avrà il suo bell armadio, il.suo bel divano la sua cucina.....mentre tu autore in un monolocale con divano sfondato a fiori, con le pareti muffe a storditi guardano la tv a tubo catodico appoggiata su un tavolino di vetro pericolante e bevendo Tavernello....dovrai  il volume perché i vicini arabi faranno tanto rumore.....di notte sentirai il loro letto cicolante durante l amplesso e ti.masturberai piangendo.....

Avatar di dariodario alle 15:51 del 04-05-2018

Dario , che immagine tragicomica , ma  verosimile

Avatar di BorromeoBorromeo alle 16:03 del 04-05-2018

Adoro romanzare....Comunque mooolto verosimile!!

Avatar di dariodario alle 16:34 del 04-05-2018
Gagepensiero.

Anche walterkrutz si riferiva alla compagna chiamandola moglie... E secondo me è moglie a tutti gli effetti, come la compagna di soldato, se Dio c'è (metto la forma dubitativa per rispetto di chi non crede), e vede tutto e sa tutto,  come è possibile fare una cosa che non sia a sua cononoscenza?  Il vero matrimonio è la promessa che i coniugi si scambiano un privato... Tutto il resto è solo convenzione sociale (ma c'è bisogno anche di quella). 

Avatar di gagenoregagenore alle 16:51 del 04-05-2018

 

ah gaggggenore 

la religione è ciò che impedisce al povero di uccidere il ricco

 

Avatar di christian1992christian1992 alle 16:56 del 04-05-2018

Dario, ti prego, non scrivere mai la storia della mia vita :*

Avatar di fatadelporto2fatadelporto2 alle 17:31 del 04-05-2018

la religione è la gabbia dove luomo tenta di rinchiudere Dio, penso che la missione principale del Messia... (di tutti i messia), sia quella di liberarci dalle religioni.

Cosa "difficile" anche per Dio a quanto pare... 

Avatar di gagenoregagenore alle 17:41 del 04-05-2018

Minkia Dario, avevo ben presente tutti questi rischi quando ho scelto l'appartamento dove stare. Per cui ho nell'ordine, deciso di non prendere un appartamento ammobilitato. Ne avrò ancora di scatoloni, ancora per un anno minimo, ma i mobili me li ricompro come pare a me. Prendo decisioni moolto ponderate, vivo ancora coome un mezzo profugo ma qua e là con pezzi di design o arredi caldi, fatti da me che alla fine diventeranno il posto in cui vivo.

Deciso di rinunciare alla tv. Sono ormai tre mesi che non ne guardo, e non sopperisco nemmeno con il pc. Semplicemente niente stravaccamento sul divano la sera appena tornato a casa. Mi son preso un signor whisky, altro che tavernello per allietare le mie sere. Oppure sono andato al pub a bermelo dove la sera c'è un po' di umanità che non disdegna il contatto umano. In compagnia o anche da solo.

In questo momento mi sono imposto un periodo di personal ramadan con tre mesi di alcohol free. Non di più, non ho intenzione di rinunciarci, ma è meglio spezzare da subito l'insorgere di abitudini che la solitudine potrebbe far diventare dannose. Ci do come un matto in palestra e finalmente la bilancia comincia a regalarmi qualche piccola soddisfazione.

L'incontro profetico l'ho avuto al Carrefour aperto h24 alle 10 di sera. Un mia vecchia conoscenza, anni che non ci sentivamo. Non sapevo fosse separato da dieci anni. E' un'altra vita, mi ha detto, non ho mai avuto tante donne come da quando sto da solo, non l'avrei mai creduto.

Non è esattamente il mio obiettivo, ma mi ha aiutato a vedere le cose sotto un'altra prospettiva che ormai è la mia nuova prospettiva

Avatar di ColeridgeColeridge alle 17:46 del 04-05-2018

Cole ricorda e di sciambola che hai bisogno , non di solitarie bevute , se non hai idea di come ripartire offro a te e chi ne ha di bisogno una sessione ( ospiti) con  Borromeo .
Il programma e' semplice .

Prima di tutto la location o Milano o Zurigo , le due citta' che meglio conosco , zurigo per i casi piu' gravi , Milano  per chi invece e' ancora all'inizio del tunnel e non vede neanche la luce .

Si parte dal pomeriggio , qualche ora in un centro benessere , un bel riposino sul lettino con materasso ad acqua caldo , spotify e un paio di tisane , quelle che sanno di fieno , ma che ti danno l'idea di esserti purificato . Il riposino e' fondamentale , altrimenti mi crollate verso mezzanotte .

L'aperitivo lo lasciamo ai ragazzini, noi si va diretti al ristorante , la scelta del cibo la lascio a voi , poi un salto veloce in un locale di musica Jazz ( se Milano) Blues se Zurigo, a me il Jazz annoia , ma l'ambiante e' piu consono per chi come noi non ha piu' 20 anni, poi dobbiamo parlare ! Dopo che abbiamo parlato , e ci siamo rotti abbastanza i maroni, con il jazz , si va a ballare , ma non in discoteca , si va o sui navigli/sempione , bar open air sul lago se Zurigo , roba veramente di altissimo livello  , e questo quello di cui parecchi di voi qui avrebbero bisogno , posti nuovi , gente nuova , divertimento . Ovviamente solo alle prime 10 telefonate

Avatar di BorromeoBorromeo alle 18:10 del 04-05-2018

Milano e Zurigo sono i luoghi in cui lavoro Borromeo. Il jazz non mi annoia, sulla compagnia alterno momenti di compagnoneria ad altri di estrema selettività. Sulla finalizzazione in serata stessa ho qualche riserva più caratteriale che etica

Avatar di ColeridgeColeridge alle 18:24 del 04-05-2018

Cole allora ci incontreremo senza sapere di averlo fatto....

Avatar di BorromeoBorromeo alle 18:35 del 04-05-2018

@borromeo, sì. Esco spesso e mi allontano abbastanza spesso (ultimamente) dalla mia città. 

A proposito di sciambola, con due amiche abbiamo appena appena staccato. Si parte! Ci spareremo una tre giorni in allegria. O meglio, loro sono free. Io mi godrò lo spettacolo. 

 

Avatar di ConfusissimaConfusissima alle 22:50 del 04-05-2018

Confusa se non sciamboli , rischi di implodere

Avatar di BorromeoBorromeo alle 09:07 del 05-05-2018

Autore, fra i tanti aspetti toccati dal tuo sfogo ce n'è uno che vorrei approfondire con alcune riflessioni legate alla mia esperienza diretta. Esiste un momento più indicato per separarsi quando si hanno dei figli? se sì qual è il momento migliore. Tutti ritengono per motivi abbastanza ovvi che è preferibile aspettare che i figli siano almeno maggiorenni o quasi. Ma è davvero sempre così?

Mi trovo sempre più d'accordo con chi ritiene che la separazione in sé non sia il vero problema. Il punto vero è la conflittualità della coppia. E la conflittulità è un problema a prescindere, da sposati, separati in casa, fuori casa o divorziati. La separazione spesso è solo un'aggravante, a volte letale, ma non è mai la radice del problema. 

Ma torniamo alla questione dell'età. Mi trovo nella fortunata (diciamo così) posizione di poter offrire due diverse testimonianze sulla separazione con figli grandi. Uno riguarda me nelle veci di figlio. I miei si sono separati quando io avevo già 23/24 anni e non abitavo più a casa da anni. Mio padre aveva un'amante con cui poi è andato a convivere per un po' di anni, non fino alla fine. La seconda testimonianza è storia di questi mesi, settimane e giorni e mi vede dall'altra parte della barricata. Mio figlio ha 20 anni e studia all'università in un'altra città.

Perfetto, diranno tutti. Autonomia emotiva e organizzativa ormai raggiunta (economica no) quindi situazione analoga, ai fini della separazione, a quando non si hanno figli a carico.

Ma le cose non sono così semplici. Qualche piccolo effetto collaterale permane e vado ad elencarlo. Con mio padre, ad esempio, da un certo momento non ci siamo sentiti per due interi anni. Lui non è mai venuto a trovarmi nella città dove frequentavo l'Università e non si è presentato nemmeno alla laurea. Gli ho portato un sordo rancore per anni per questa cosa. Il fatto è che quando si è grandi e si va via, ci si scopre pochissimo flessibili ad accettare che le cose nella tua casa di origine siano cambiate. Continui a far riferimento a casa tua chiunque ci sia. E capita che ci sia solo uno dei componenti: tua madre che diventa l'unica persona con cui identifichi la famiglia, il resto sparisce. E per qualche motivo anche tu esci fuori dall'orizzonte esistenziale del tuo genitore. Intendo dire. E' ovvio, sei sempre nei suoi pensieri e continui ad essere la cosa più importante, ma subentrano nuove necessità anche da parte sua. Deve riorganizzarsi un'esistenza dove tutto è cambiato. Ha bisogno di nuovi punti di riferimento, niente è più lo stesso rispetto a quando si stava tutti insiemte nella stessa famiglia. Apparentemente poi i figli grandi non hanno più bisogno dello stesso punto di riferimento, Non è così in realtà, tuttavia non quotidianamente. Hanno la propria vita, i propri ritmi. Trovare i punti di contatto diventa più difficile. Così ci si ritrova a parlare di calcio, pur di trovare un argomento di interesse comune, perché nessuno ha davvero voglia di parlare di sé e tutti devono difendersi dal fatto che, a diverso titolo, ognuno manca all'altro.

Per certi versi la situazione è molto più complessa rispetto a quando la separazione avviene con dei bambini. La lontananza pesa molto di più in quel caso. E tuttavia l'aspetto positivo è che ci si abitua reciprocamente a trovare uno spazio di condivisione, limitato per carità, ma stabile. Quello che si patisce nei primi anni di separazione, a mio parere lo si recupera in seguito, quando i figli, abituati ormai a pensare al genitore separato come figura esterna, continuano a ritenerlo come un riferimento effettivo anche dopo. Frequentando una casa che sono abituati a pensare in parte come propria. In prospettiva, secondo me, questa opzione si dimostra preferibile. Quando i figli sono grandi e ci si separa, spesso si rischia di perdere anche loro insieme alla moglie.

Avatar di ColeridgeColeridge alle 09:17 del 05-05-2018
Misunderstanding

Borromeo, probabilmente non sono stata chiara. Io, quando esco o parto, mi diverto un bordello e faccio divertire chi è con me. Ecco perché mi cercano. Ho condiviso da pochissimo il mio magone. Le mie amiche non potevano crederci. Io sorridevo, loro piangevano. 

Quindi se sciambola per te ha un taglio pulito, io sono la Regina. 

 

Avatar di ConfusissimaConfusissima alle 13:01 del 05-05-2018

Confusa , se sei capace di divertirti sei una baronessa , ma se sai anche far divertire allora  si sei una regina ! Buon fine settimana champagne !!

Avatar di BorromeoBorromeo alle 17:49 del 05-05-2018

Inserisci nuovo

Inserisci un Titolo al commento:

Commento:*

Inserisci il codice antispam: CAPTCHA image
Attenzione: i commenti sono moderati per i non iscritti.

Statistiche:

Voto medio

0 VOTI

Iscriviti per poter votare questo sfogo.
 

Iscriviti

Iscriviti
Iscrivendoti potrai aggiungere commenti senza attendere approvazioni, votare gli sfoghi e potrai gestire i tuoi post ed il tuo profilo senza limitazioni.
Clicca qui o sull'immagine per aggiungerti