Ven

11

Mar

2016

Solo in vetta

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Superbia

Da un po' di tempo mi sento insoddisfatto.
Mi sento solo, assolutamente solo.

Chiariamoci, conosco un sacco di persone, e la mia vita sociale potrebbe definirsi più che attiva, più della media delle persone, ma dà un po' di tempo non ce la faccio più.

Ho cominciato ad uscire di meno, a lasciarmi andare, a non impegnarmi in nulla, e a non vedere nessuno. Questo perchè, nonostante tutto mi sento solo, incompreso, sempre costretto in un ambiente che non è il mio, qualunque ambiente.

Fin da piccolo sono stato definito un bambino prodigio, e ho sempre primeggiato in qualunque test, prova, esame, che coinvolgesse la mia mente. Anche nella vita sono sempre stato quello "Che risolve la situazione", "Che sa sempre cosa dire", e, a differenza di molti altri bambini e persone "diverse", questo non mi ha alienato dalla società, nella quale so muovermi con discreta agilità.

Ma mi sono sempre sentito frenato, mai totalmente me stesso con nessuno.

Per tutti i 26 anni della mia vita ho sempre dovuto trattenere la mia intelligenza con chiunque, perchè anche quando non lo facevo, questo creava problemi.
Fosse anche solo per invidia, che ha portato qualcuno a cercare di farmi fallire per sentirsi meglio, o semplice irritazione nel sentirsi più limitati di me. Mentre magari altri (come nelle relazioni intime che ho avuto) diventavano col tempo assolutamente dipendenti, assumendomi al rango di leader, che fa piacere, ma non è un rapporto paritario e veramente soddisfacente.

Soffro la mancanza di qualcuno con il quale non debba stare attento a sembrare più deficiente di quanto non sia per evitare di offenderne i sentimenti o intimorirlo.

Qualcuno che mi tenga testa e che in una discussione riesca a darmi torto almeno quando non ho ragione.

So che può sembrare strano, ma non avete idea del sogno che sarebbe potere intrattenere una discussione su qualunque argomento, sentendosi intrigati, stimolati, pareggiati o superati, dall'interlocutore.

Libero di non sentirmi come appartenente ad una specie diversa. Oppure l'unico adulto in un mondo di bambini di 7 anni

Negli ultimi tempi ho persino cominciato a detestare la stupidità, ad aggredirla con ogni mezzo, a provare rancore per chi si dimostra inferiore a me.

Basta una delle solite stupidaggini condivise dai più sui social network per farmi impazzire contro l'ottusità di tali ragionamenti, a me così alieni, così ridicoli. Ed è ancora più frustrante non sentirsi nemmeno capiti quando si parla. Doversi spiegare mille volte perchè in quelle zucche anche il concetto più basilare può metterci delle decadi a venire assimilato (se viene assimilato) 

Ed è infantile e inutile, lo so, ma è frutto di questa rabbia che mi porto dentro da troppo. 

Davvero, basta.

Voglio svegliarmi totalmente ritardato, oppure con qualcuno di simile a me.
Perchè suvvia, ho scritto nella categoria "Superbia" perchè ritengo di essere un ragazzo normale, non sono un luminare di nulla, e non ritengo il mio livello poi chissà che livello.

E' così difficile sopportarlo.

O almeno, lo sta diventando.

Mi scuso per la superbia che traspare da questo scritto, ma è effettivamente come mi sento. 

11 commenti

Il tuo sfogo non trasuda superbia, ma sofferenza ed insofferenza. Anzi, il fatto che tu ti sforzi di non far pesare agli altri la tua intelligenza è indice di empatia e grande umiltà. 

Non saprei cosa consigliarti se non di non scoraggiarti, ma di continuare a conoscere persone nuove e ambienti diversi e di smettere di frequentare coloro che ti provocano frustrazione ed insofferenza, non sei mica obbligato.

Fossi in te, però, rifletterei sul fatto che, nonostante la tua prodigiosa ed inconsueta  intelligenza , il problema che lamenti è, di base, molto comune. Capita spesso di sentirsi soli, non compresi, di dover fingere di esserè qualcuno che non si è, di non poter esprimere se stessi al 100%, di sentire la necessità di trovare nostri "simili". Questo non trova soluzione al tuo problema, ma, come si suol dire, mal comune mezzo gaudio.

Avatar di RukiaRukia alle 20:17 del 11-03-2016

Io ho agito così: prova ad indirizzare la tua intelligenza verso "azioni" (che è generico e che intendo come attività, lavoro, relazioni sociali, voglia di apprendere, ecc) che ti porta soddisfazione lavorativa e soprattutto economica.

Gira la frittata a tuo vantaggio: se gli altri sono "stupidi" o quantomeno "prevedibili" e tu non lo sei, allora puoi fare dei lavori (ce ne sono diversi, non sto qui a dirli) per i quali sicuramente potrai catalizzare le tue energie e la tua intelligenza e ricevere in cambio soddisfazione economica. E ovviamente soddisfazione economica implica anche soddisfazione sociale, perché uno che ha i soldi può dire, fare, affermare, disfare, ecc ciò che vuole, nessuno lo contraddice mai.

Avatar di bardeibardei alle 23:06 del 11-03-2016

Bardei l autore non cerca un metodo per fare soldi(se é intelligente come dice di essere, quasi sicuramente avrá giá sfruttato il tutto a suo vantaggio), cerca qualcuno con cui poter avere un reale confronto rimanendo se stesso. 

Avatar di GingerBreadGingerBread alle 23:29 del 11-03-2016

Figurati se sei un fenomeno in TUTTO!? Caro il mio tuttologo a 26 anni pensi che nessuno abbia qualcosa da insegnarti?  Proprio l'opposto, tutti hanno qualcosa da insegnare, basta saperlo cogliere. Già se non arrivi a recepire questo non sei particolarmente dotato a livello intellettivo. Più che superbo mi sembri leggermente depresso, ovvero senza stimoli. Una mente attiva è costantemente curiosa e alla ricerca di novità.

Avatar di HyperHyper alle 23:29 del 11-03-2016

Spesso anche io mi sono ritrovato con persone dalla mente limitata e com argomenti noiosissimi; quindi o mi omologavo a loro o venivo escluso (e mi ritrovavo a parlare con me stesso).

La gente spesso non ha voglia di grandi discorsi o castelli mentali, molti vivono di emozioni piuttosto che di pensieri; come vanno le tue emozioni?

Considera che forse pure tu hai delle mancanze che gli altri percepiscono ma tu ignori. 

Avatar di RorschachRorschach alle 11:27 del 12-03-2016

La tua unica mancanza è non capire e apprezzare la diversità. Il mondo non lo puoi cambiare, ma non devi neppure cambiare tu per esso. Vivi,con onestà verso te e gli altri,troverai persone da apprezzare e amare. E sta sereno :)

Avatar di Cherryred85Cherryred85 alle 11:30 del 12-03-2016

Hai già raggiunto la vetta? A soli 26 anni?
Cosa farai da qui alla morte?

Avatar di LottascudoLottascudo alle 13:14 del 12-03-2016
Sola come un cane bastonato .....

Sono caduta nella stessa barca credo, e  per quanto mi sono isolata dai tutti ,ho un desiderio di sparire ....non ho bisogno di tanto...vorrei vivere senza darmi.....non voglio morire così come sono ora ....

Avatar di AnonimoAnonimo alle 13:46 del 12-03-2016

@anonimo 13:46; ma sei la stessa che ha commentato l'altro sfogo?

scrivi uno sfogo tuo? 

Avatar di RorschachRorschach alle 18:58 del 12-03-2016

*bardei Tu hai dei problemi seri!

Avatar di AnonimoAnonimo alle 11:44 del 13-03-2016

Secondo me tutta questa intelligenza non la hai. Altrimenti non ti tangerebbero delle frasette scritte sui social. Evidentemente non sai stare al mondo, confrontarti con gli altri. Ecco allora che li definisci intellettivamente inferiori per giustificare la tua incapacità. 

Devi fingerti più stupido? Ma con quali persone hai avuto a che fare fino a ora. Io credo che la tua mente abbia creato questa superiorità e questo mondo dove tu aresti  migliore degli altri, ma la realtà è che fatichi a relazionarti e dovresti lavorare su questo anziché sminuire gli altri. 

 

Avatar di AnonimoAnonimo alle 17:34 del 15-05-2016

Inserisci nuovo commento



Attenzione: i commenti sono moderati per i non iscritti.

Statistiche:

Voto medio

0 VOTI

Iscriviti per poter votare questo sfogo.
 

Iscriviti!

Iscriviti
Iscriviti e potrai aggiungere commenti senza attendere approvazioni, votare gli sfoghi e gestire i tuoi post ed il tuo profilo senza limitazioni.
Clicca qui per aggiungerti