Ven

30

Ago

2019

Ho tradito e non riesco a sentirmi in colpa

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Lussuria

Ho tradito il mio compagno dopo 9 anni di relazione. Sono sempre stata fedele, ero la prima a dire "il tradimento mi fa schifo" e invece ci sono caduta io stessa in questa trappola. 

La vita matrimoniale andava perfettamente anche se non era proprio amore, forse per abitudine, per compagnia e per la nostra  unica figlia si stava piacevolmente insieme e anche il sesso andava bene, ma il senso di insoddisfazione nella mia vita era lì, sempre presente. 

 Poi ho conosciuto l'altro. Tante, tantissime cose in comune, ore al telefono, incontri clandestini, passione incontrollabile e soddisfazione mentale. Una grande differenza di età(31) che entrambi ignoriamo desiderando giorno dopo giorno sempre "di più". 

E adesso solo una grande confusione nella mia mente, mi chiedo cosa voglio realmente, ma soprattutto quale scelta è la più giusta da fare in questi casi? 

20 commenti

Quello che "vuoi veramente" è un semplice eufemismo deliziosamente femminile. Come dire che non puoi veramente aver voluto quello che è accaduto. Invece non c'è nessun doppio fondo, quello che vuoi veramente *è* quello che stai facendo, se no non ti avrebbe dato la soddisfazione (comprensibile) che descrivi. Assumiti la tua responsabilità in questa storia, prima che di fronte a tuo marito (dipende) di fronte a te stessa. Impara per esempio che quando dici "il tradimento mi faceva schifo" vuol dire semplicemente che presentavi al tuo partner una descrizione inautentica di te stessa e non hai condiviso con lui i tuoi veri desideri. Lui si meriterebbe la libertà e secondo me lo sai benissimo. Non tenertelo attaccato con menzogne o ricatti, è l'unica cosa che non devi fare.

Avatar di AnonimoAnonimo alle 15:45 del 30-08-2019

Avevi bisogno di uno scossone emotivo,di sentire di nuovo le farfalle nello stomaco,lo dico perché da come scrivi,non ci sono problemi rilevanti a parte la tua insoddisfazione personale in una vita fatta di routine 

Quindi ti dico,fai attenzione, potrebbe essere un bel fuoco di paglia,nel senso che nessuno ti garantisce che in una vita con l'amante,una vita vera,intendo,non si inneschi poi,a lungo andare di nuovo quel senso di insofferenza...

Avatar di AnonimoAnonimo alle 15:46 del 30-08-2019

Di solito non c'è nessuna scelta, la storia parallela tende a perdere ogni suo fascino nel momento in cui diventerebbe realtà (convivenza ecc). La sua natura nasce come storia clandestina e -di solito, tranne veri e grandi amori, io ti sto parlando delle tendenze generali- sfuma nel tempo, spegnendosi come una candela e rimpiangendo puntualmente la precedente storia che nel frattempo è saltata. Io direi di tenerle aperte entrambe così come sono, se non ti senti in colpa (con il senso di colpa sarebbe molto diverso). E se anzi questo ti aiuta a mantenere intatta la relazione con tuo marito, ben venga. L unica cosa: se lui lo scoprisse, la prenderebbe male o con filosofia? Ogni uomo ha un suo diverso grado di sensibilità e tolleranza, magari anche lui ha un altra e siete entrambi più sereni così 

Avatar di AnonimoAnonimo alle 15:47 del 30-08-2019

Quindi è stata una scelta priva di un motivo vero... Senza neanche il tentativo di riparare... 

Allora tutte le storie hanno una scadenza? È questa la verità? Mi intristisce questa cosa...  

31 anni sono tanti...  Troppi per un futuro... È solo una parentesi, ti sei fregata da sola. 

Avatar di gagenoregagenore alle 15:47 del 30-08-2019

Ah, ok, per quanto riguarda gli sviluppi della presente storia sono sostanzialmente d'accordo con chi ti dice che non avrà mai una sua autonomia. Ne ho parlato qui sopra anche in passato: è altamente improbabile che le storie nate in clandestinità possano diventare relazioni funzionali fuori da quello schema. Tutti dicono di no, ma questa è la verità (ho innumerevoli esempi). Però questo è un altro discorso. Io non faccio la morale alla sfogante *sul* tradimento. Ha fatto quello che sentiva e di cui aveva bisogno. Tuttavia, se il marito non è una merda (e non sembra una merda), sarebbe il caso di riconoscere qualcosa anche a lui e visto lo schema matrimoniale precedente, cioè il tipo di patto che avevano stretto e che a detta di lei mai avrebbe incluso il tradimento, è giusto che sia lasciato libero. Un'opzione può essere innanzitutto parlarne. Se a lui dovesse andare "bene" il matrimonio in qualche forma può sopravvivere, ma se lui non lo sa, presto o tardi sarà lei a farne le spese. E semplicemente non è lungimirante.

Avatar di AnonimoAnonimo alle 16:15 del 30-08-2019

Capisco la grande confusione che provi in questo momento, ma occhio, potresti rimpiangere amaramente la vita che avevi e che vivevi con noia.

Di solito queste storie nate in parallelo si concludono subito appena diventano ufficiali. 

E gli anni di differenza che ora non notate diventeranno evidenti apoena le farfalle nello stomaco saranno andate via. 

Comunque ti auguro buona fortuna!!! 

Avatar di Ora BastaOra Basta alle 16:53 del 30-08-2019

Però noi siamo già andati avanti, troppo avanti,  quel che dice la sfogante è che si sente confusa, e ci credo, tutti i caposaldi che riteneva inattaccabili sono crollati, magari criticava pure chi va coi "vecchi",  ed ora senza punti di riferimenti è assolutamente indifesa e priva di direzione, il consiglio è solo uno, fai posare la polvere, l'unica decisione da prendere è di non prendere decisioni, non ora almeno, stai immobile, e lascia che la vita scorra intorno a te, almeno per ora... 

Avatar di gagenoregagenore alle 17:33 del 30-08-2019

O chi va coi giovani se è lei la senior nella coppia. 

Avatar di gagenoregagenore alle 17:34 del 30-08-2019

Gagé, ma che immobile dai. Prossimamente non si farà mancare grossi scossoni nelle parti basse (e la capisco benissimo). La vita va avanti anche se non vuoi, e il marito si rivelerà meno fesso del previsto. Le conviene iniziare a ragionare, cosa che fino ad adesso evidentemente non ha fatto a dovere.

Avatar di AnonimoAnonimo alle 17:48 del 30-08-2019

Ecco un'altra merdaccia...e si sfoga pure senza ritegno!!ahahaha che esseri ci sono in giro, veramente ripugnanti

Avatar di AnonimoAnonimo alle 18:30 del 30-08-2019

Vabbè... Punti di vista differenti, se doveva ragionare non ci si doveva buttare in questo ginepraio. Si goda leuforia poi ci penserà, ora non c'è nulla su cui ragionare. 

Avatar di gagenoregagenore alle 19:22 del 30-08-2019

Scusa ma sei da 9 anni con tuo marito, hai una figlia e ti chiedi cosa fare? È normale che dopo tanto tempo le farfalle nello stomaco non ci sono più perché l amore si trasforma, ma questo non significa poterlo tradire.... Se tuo marito ti picchiasse o ti insultasse potrei capire, ma se va tutto bene no... 

 

Avatar di HatshepsutHatshepsut alle 19:46 del 30-08-2019

Hatshepesut...

Due anni fa...   Se la sfogante avesse commentato questo sfogo, avrebbe usato le tue parole, la domanda non è  sè è giusto o no...  La domanda è Quanto conosciamo noi stessi...  C'è un esperienza in grado di cambiare ciò che pensi? Non se è giusto o no...  La sfogante prima lo sapeva, come lo sai tu...  Cosa è così potente da sovvertire tutto? Quanto ti conosci? 

Christian oggi ci ha confermato che qualcosa in grado di "convertirci" esiste... 

Avatar di gagenoregagenore alle 20:22 del 30-08-2019

E cioè?

Avatar di AnonimoAnonimo alle 20:28 del 30-08-2019

Si Gagenore,solo l'esperienza diretta può convertire un valore che si ritiene assoluto 

 

Avatar di AnonimoAnonimo alle 20:49 del 30-08-2019

Hatshepsut anche i miei più vicini parenti, quando gli ho presentato la mia decisione di divorzio mi hanno risposto come hai risposto tu alla sfogante,minimizzando completamente le sfumature che fanno parte di un rapporto a due.

Non è vero che se una persona non ti insulti e non ti Picchi,allora ha assolto il suo dovere di uomo e di compagno. 

Avatar di AnonimoAnonimo alle 20:53 del 30-08-2019

Certo che non è vero.

Avatar di AnonimoAnonimo alle 21:28 del 30-08-2019
Anonimo alle 20:53 del 30-08-2019

Non dico che l' uomo assolve il suo compito se fa il bravo, ma se si comporta bene, ama la sua donna, fanno anche sesso e da come dice lei va tutto bene, non capisco perché tradirlo ...

 La vita matrimoniale andava perfettamente anche se non era proprio amore, forse per abitudine, per compagnia e per la nostra  unica figlia si stava piacevolmente insieme e anche il sesso andava bene

Comunque tu hai fatto una scelta divorziando perché giustamente non te la sentivo più di andare avanti e ora lei deve essere coraggiosa e dite tutto a suo marito e così decidere se accantonare la cosa e tornare come prima, lasciare che lei continui a fare scappatelle con altri uomini o divorziare.  

Avatar di HatshepsutHatshepsut alle 22:00 del 30-08-2019

Hatshepsut infatti credo che lei debba indagare soprattutto su se stessa e sul perché sia insoddisfatta di ciò che ha, questo dovrà farlo ancora prima di prendere qualsiasi decisione drastica

Avatar di AnonimoAnonimo alle 22:04 del 30-08-2019

Quante cazzate leggo ma lo sappiamo! Ormai tutto vale! Sei sposata deduco,tira fuori le palle e abbi un minimo di coraggio...ma si sa meglio tenere i piedi in due staffe. Pensa a come potrebbe sentirsi tuo marito....

Avatar di Nick rivieraNick riviera alle 23:38 del 11-09-2019

Inserisci nuovo commento



Attenzione: i commenti sono moderati per i non iscritti.

Statistiche:

Voto medio

0 VOTI

Iscriviti per poter votare questo sfogo.
 

Iscriviti!

Iscriviti
Iscriviti e potrai aggiungere commenti senza attendere approvazioni, votare gli sfoghi e gestire i tuoi post ed il tuo profilo senza limitazioni.
Clicca qui per aggiungerti