Mar

17

Set

2019

Ahi Ahi Ahi

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

164€ sulla carta prepagata.....Tutto ciò che mi resta 

Disoccupato da 3 anni causa invalidità....Nessun sussidio statale poiché per legge non mi tocca niente..una madre con una forma depressiva che sta tentando di appiccare a me...Vivere in un paesino desolato del sud...Ed ecco a voi una vita in malora.......Direte: ''perché non ti suicidi?'' Perché già immagino la soddisfazione di tutti i parenti e l'allegria di mio padre che andrebbe a festeggiare con i suoi colleghi a vino e a bagasce e l'odio di mia madre che proverebbe vergogna più che dolore :O. Qui a Messina la gente si mette a ridere se vai cercando lavoro porta a porta..Espatriare? Si ma ci vogliono soldi Idem se si va in un altra città italiana...Nessuno contratta sconosciuti online si fa tutto tramite agenzie e conoscenze anche al nord...La stabilità economica ormai è lusso di pochi...quando lavoravo guadagnavo a giornata ed in nero..Se non hai precedenti penali qui al sud non lavori,se ti vedono benestante,aspetto curato ma non ricco vestito con capi semplici ti scambiano per figlio di papà ''tanto questo non ha bisogno di lavorare'' Anche se io sono andato sempre vestito da lavoro a cercare lavoro con t>shirt vecchia e jeans e scarpe da poco conto...Tutti gli imprenditori con cui ho parlato lagnano miseria che hanno figli a spasso e l'impresa guadagna poco:ASSUMERE COSTA ed io li capisco..La voglia di lavorare la gente te la fa passare con quel loro modo di fare lassista e perditempo ed infatti sono qui a scrivere sul letto con mia madre esaltata di là....Andare a spasso a fare il vago non mi va mi sentirei inutile,manco nelle pompe di benzina si può lavorare più per pochi euro e al mercato grossista di frutta gli extracomunitari si buscano la vita guadagnando quella ventina di euro a spese dei cittadini locali.....Non c'è soluzione...io mi sfogo qui poiché nel real world non ho nessuno con cui parlare....Ultima precisazione:

Sono un'elettricista senza carte in regole (mi mancano 2 anni di contributi per potermi dichiarare ditta) sempre lavorato in nero....Che darei per andare a fare il manovale..... Spero siate comprensivi con me in quanto la mia ''famiglia'' mi schifa e mi disprezza....Grazie!

5 commenti

Comprendo le tue frustrazioni e spero che la tua disabilità non sia troppo invalidante per lavorare. Nonostante ciò, dare la colpa al sistema è un facile modo per scaricarsi le proprie responsabilità. Sono il primo a dire che al sud sia più complesso trovare lavoro, è un dato di fatto, nonostante ciò complesso non significa impossibile. Comprendo che tu stia cadendo quasi in un vortice depressivo ma se non hai una disabilità troppo invalidante dovresti rimboccarti le maniche fin quando non trovi una soluzione a quelli che sono i tuoi problemi, lamentarti può sollevarti sul momento ma poi.....

Avatar di SetantaSetanta alle 10:02 del 17-09-2019

Spero senza peccare di poca delicatezza, ma serena dell anonimato (tuo) ti faccio alcune domande per capire CONCRETAMENTE il da farsi: che tipo di invalidità? Con che percentuale? Quanti anni hai? Hai altre esperienze pregresse? Se ti va con queste poche informazioni ma decisive, si può fare un piano di fuga (o di permanenza, se dicidi di restar lì) il più possibile valido, concreto e  fattibile. Ma la domanda principale è: qualunque, e ripeto qualunque, siano le condizioni attuali, sei pronto a rimboccarti le maniche, a non lamentarti (lo dico nel senso buono) e a tirar fuori tutta la tua grinta per emanciparti e uscire vincente o Comuqnue sereno dalla situazione in cui ti trovi? O, magari, avevi bisogno solo un attimo di sfogarti e di comprensione, e il che ci sta anzi è altrettanto giusto , ma non senti L esigenza VERA e profonda di cambiamento? Perché nel primo caso, se avevi solo magari un attimo bisogno di uno sfogo, allora la funzione è già stata espletata e io ti abbraccio con affetto e tutta la mia comprensione anche se non ci conosciamo, se invece non era un semplice sfogo ma una vera richiesta d aiuto, io sono qua, per darti magari alcuni spunti, non per altro, ma perché quando si è nelle situazioni davvero non si notano vie di fuga e soluzioni che invece dall esterno si notano meglio, tutto qui. Non saprei, fammi sapere un abbraccio in ogni caso 

Avatar di AnonimoAnonimo alle 10:57 del 17-09-2019

 

Anonimo 10:57 

5% braccio sx,disturbi del sonno,33 anni esperienze pregresse: manovale,aiuto cuoco,giardiniere ma più che altro parentesi,ho sempre lavorato nell'edilizia come elettricista quello era il mio lavoro...Grazie della comprensione 🤕🙏🤗

Avatar di AnonimoAnonimo alle 11:51 del 17-09-2019

Eccomi qua, perfetto 😊🍀Allora mi sembra di capire che, a tutti gli effetti, tu sia un elettricista. L'età è ancora giovanissima, e il 5% al braccio sinistro, per quanto posso immaginare fastidioso e Comuqnue a suo modo possa dare lievi problemi nei movimenti, non ti preclude un ottimo lavoro.L'elettricista, insime all idraulico, è uno tra i lavori più ricercati e ben pagati, ci si può costruire una fortuna con questi due lavori, non c è mese che i gazzettini del lavoro non pubblichino articoli e statistiche in cui dichiarano L eccesso di domanda in questo settore, in altri termini: c è molta richiesta e tutto sommato poca manovalanza, e quando c è può permettersi di farsi pagare profumatamente. Mi sarei preoccupata di più (al tuo posto) se mi avessi detto che sei un laureato in scienze della comunicazione, o se mi avessi detto che hai 40 anni e nessuna esperienza. Invece come elettricista, appena ti senti pronto, puoi iniziare a lavorare praticamente da domani mattina.

Quindi, le soluzioni concrete sono due, parlo tra quelle immediate, con 164€ in tasca: se vuoi partire e non stare lì, la soluzione più veloce sono le crociere e i villaggi turistici, un bel curriculum da inviare in giro, cercano sempre e le partenze sono immediate. Gli stipendi non sono altissimi, ma anche 3/6 mesi passati fuori ti permettono di mettere da parte quelle 3.000€/5.000€ da parte per poi con quel minimo in tasca decidere il da farsi, se vuoi sceglierti in altra città avresti almeno la base per i primi affitti, caparre ecc. 

Se invece non hai poi intenzione di spostarti, ma decidi Comuqnue di rimanere al sud, allora puoi iniziare da subito a fare lavoretti, iniziando a spargere la voce o a mettere piccole inserzioni gratuite sui giornali locali. Poi appena ti sei fatto un minimo giro di clientela (se sei in gamba in pochi mesi iniziano ad aumentare) puoi aprirti la partita iva come libero professionista, che ormai con il regime fiscale nuovo costa zero aprirla e hanno semplificato le cose in una maniera stupefacente, si pagano tasse solo in base al guadagno, non c è molte carte o burocrazia, io sono rimasta stupefatta dalla semplificazione dell agenzia dell entrate, per una volta bisogna spendere una nota di merito. Si entra, si compila un modulo, e stop, si ha già aperto una partita iva.

Spero di averti dato alcuni spunti concreti, ora sta a te valutare il da farsi, ti auguro tu possa fare il meglio e dare una svolta perche la vita è bella, anche quando sembra andare tutto male, anche quando "gli dei" non sembrano fare il tifo per noi, un grande abbraccio e in bocca al lupo per tutto 

Avatar di AnonimoAnonimo alle 12:18 del 17-09-2019
Disoccupato da 3 anni causa invalidità

5% braccio sx,disturbi del sonno

terun

engioi 

Avatar di acerbisacerbis alle 22:30 del 17-09-2019

Inserisci nuovo commento



Attenzione: i commenti sono moderati per i non iscritti.

Statistiche:

Voto medio

0 VOTI

Iscriviti per poter votare questo sfogo.
 

Iscriviti!

Iscriviti
Iscriviti e potrai aggiungere commenti senza attendere approvazioni, votare gli sfoghi e gestire i tuoi post ed il tuo profilo senza limitazioni.
Clicca qui per aggiungerti