Sab

23

Feb

2019

Questioni di cuore

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Ciao a tutti. Conosco questo sito da diversi anni,ho letto tante storie accadute tanto agli utenti registrati del posto quanto agli anonimi. Ho postato qualche storia mia,commentato qualche racconto altrui,ma ora temo di essere io ad avere bisogno di un parere da chi possa vedere la mia situazione oggettivamente, senza gli inevitabili coinvolgimenti emotivi che amici e familiari sperimentano quando cercano di consigliarti. Vivo in una località turistica sul mare,ho cinquant'anni, lavoro a stagione e durante l'inverno mi arrangio con svariati lavoretti. Sono stato sposato per dieci anni,a vent'anni appena nacque un figlio che ora di anni ne ha trenta compiuti,ho girato diversi posti in lungo e in largo per la penisola. Ed essendo sempre stato bisex,dopo il divorzio mi son dato ad avventure di ogni tipo e variando spesso il genere di persona che mi si trovava a fianco. Ora una donna,poi un uomo,di nuovo una donna,di nuovo un uomo...così per anni. Poi,spinto anche da mio figlio,che di me sa tutto e che ha sempre cercato di vedermi felice e stabile con qualcuno, ho incontrato lui. Più grande di me di dieci anni,carino e buono,stesso passato burrascoso con donne,stessa ambivalenza,niente figli. Quando ci mettemmo insieme io avevo trentotto anni e lui quarantotto. Viviamo insieme da ormai dodici anni, e sono stati,nonostante le difficoltà dell'essere una coppia di maschi,anni belli,costruttivi,quasi sempre felici. Solo che ora qualcosa è cambiato. Lui mi ama come un tempo mentre io non più. Siamo diventati diversi,su tutto. Lui ama l'opera, io il rock e il pop. Io sono uno sportivo, nuoto,palestra,lui è la pigrizia fatta persona. Lui è un asso in cucina, prepara manicaretti che Cracco neanche si sogna,io detesto mangiarli perché mi ingrassano. Lui è casalingo e pantofolaio,io l'opposto. Tra l'altro siamo venuti a vivere in un posto che a me non piace,fin troppo isolato,sempre lui e io. Cosa questa che a lui basta,ma a me no. Negli ultimi tempi abbiamo spesso discusso e litigato,ero arrivato anche a lasciarlo. Ma vedendo come stava male, quanto stava male,sono tornato sui miei passi e siamo tornati insieme,con la benedizione di mio figlio,legatissimo al mio compagno. E ora pian piano sto cominciando a odiarlo. Detesto i suoi difetti,la sua pigrizia, il suo lassismo davanti a cose che a me fanno invece andare il sangue alla testa, detesto la sua bontà sempre pronta a cercare un compromesso, detesto che lui mi ami ancora nonostante abbia capito che io invece non lo amo più. E detesto il suo sorriso, così bello,sincero,buono. So di non essere una bella persona,so di essere parecchio egoista e molto concentrato su di me,ma questo suo amore comincia a soffocarmi. Mi sento come se non fossi più padrone della mia vita. Lo odio e mi distrugge questo sentimento,perché non se lo merita. In più comincia ad avere qualche problema di salute, come a sessant'anni capita. Mi sentirei una merda cubitale a lasciarlo così, ora,proprio ora che comincia ad avere sul serio bisogno di me. Lui per me c'è sempre stato,in qualunque momento,con la devozione che solo un vero innamorato ha. Io no,quello che faccio per lui sa più di dovere, di responsabilità, ma non di amore. Siamo ormai lontani anni luce,lui a volte nel letto mi cerca,fosse solo anche per un abbraccio prima di dormire, e io spesse volte gli nego anche quello,con qualunque scusa. La verità è che mi da fastidio sentirmelo addosso, mi da fastidio la sua tenerezza, a volte lo prenderei a pugni. Mi sento in trappola con una persona e in una storia che non voglio più. Ma non so come uscirne. Consigli?

5 commenti

Essere d'appoggio a una persona cara è una cosa, amarla è un'altra. 

Secondo te esiste il modo di chiudere definitivamente la vostra storia continuando ad essere presente nei momenti di bisogno in qualità di buon vecchio amico?

E comunque non vedo soluzioni pulite che vi consentano di uscire dalla situazione senza che uno dei due ne soffra.

Avatar di OzymandiasOzymandias alle 09:25 del 24-02-2019

Sei un uomo molto tenero... Mi piace come scrivi... Vuoi preservarlo nonostante ti vada stretto il rapporto con lui... È indubbio che gli vuoi bene, ma non basta... Non basta a te, forse a lui si.

 

non puoi fare la frittata senza rompere le uova. 

Per favore, scrivi ancora... 

Avatar di gagenoregagenore alle 09:52 del 24-02-2019

Fischia sgagagnone come sei smieloso๐Ÿ˜‘ se fossimo negli stati uniti le compagnie di assicurazione ti farebbero causa per l'impennata di casi di diabete di chi ti legge!๐Ÿ’Š๐Ÿ’Š

Avatar di AnonimoAnonimo alle 10:21 del 24-02-2019
quoto gegenore

il tuo scritto denota sensibilità e notevole intelligenza, ma non si può fare la frittata senza rompere le uova.Il mio consiglio è di lasciarlo comunque perché non si può vivere accanto a una persona che detesti anche se buona e innamorata di te.Alla Lunga non funziona.Restagli amico e appoggialo nel bisogno.Ma fra il dire e il fare c'è di mezzo il mare.Auguri e tienici informati. 

Avatar di AnonimoAnonimo alle 10:25 del 24-02-2019

forse servirebbe che ne parlasse con suo figlio.

Avatar di OldJoeOldJoe alle 14:58 del 24-02-2019

Inserisci nuovo commento



Attenzione: i commenti sono moderati per i non iscritti.

Statistiche:

Voto medio

0 VOTI

Iscriviti per poter votare questo sfogo.
 

Iscriviti!

Iscriviti
Iscriviti e potrai aggiungere commenti senza attendere approvazioni, votare gli sfoghi e gestire i tuoi post ed il tuo profilo senza limitazioni.
Clicca qui per aggiungerti