Ven

08

Mag

2015

Senza Titolo

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Accidia

Beh diciamo che è un periodaccio brutto ma brutto brutto. Sono stata tanti anni inchiodata a un bugiardo che mi amava in un modo talmente egoista, che mi ha fatta sentire inutile e sola per troppo tempo. Mi ha chiesto del tempo, l'ho ringraziato del tempo speso con me e l'ho lasciato. Ora lui è fidanzato con una cosarella strana e io sto con un ragazzo splendidio, che davvero non merita l'indifferenza che gli regalo. Non che non lo ami, ma un pò per rabbia per quello che ho vissuto, e un pò per timore di riprovare quella sensazione di annientamento, lo tengo a una relativa distanza. 
Il fatto è che per quanto la mia precedente storia sentimentale fosse fallimentare, era la mia. nel bene e nel male, quella persona mi era accanto ed era la mia famiglia. La colpa che sia tutto finito è certamente la mia, perchè gli'ho perdonato ogni cosa abbia avuto il coraggio di fare...fino a quando non ha scambiato questa mia volonta di far funzionare le cose per una mancanza di carattere, e ha sopraffatto la mia personalità con una teoria del tipo"se valevi qualcosa ti saresti fatta valere...ora sei mia è scontato".
Volevo solo che l'amore che provavo per lui fosse la colla. che dal fatto che passavo sopra a tutto, che avessi torto o ragione, lui deducesse la mia voglia di trascorrere con lui la mia vita...e invece il tempo e l'astio che covavo mi hanno logorata, e sopportare è stato sempre più difficile...sopportare anche meno. Ora è come se tra lui e il mio attuale ragazzo ci fosse un ponte invisibile...so che lui è diverso, ma io no. Sono sempre la stessa, e passo la giornata a scherzare e ridere perchè come chiudo la bocca parte il cervello, e non sempre sono capace a trattenere le lacrime. Non riesco più ad uscirne, il mio pensiero va sempre a lui, e non perchè mi manchi...solo perchè non concepisco come qualcosa in cui abbia messo tanto impegno, possa essere finita a merda. Poi guardo il mio fidanzato...che dorme accanto a me e mi stringe le mani...perchè nella sua infantilità crede nell'eterno amore...e non capisce che anche contro il nostro volere cambiamo. Perchè un essere umano è in continua mutazione e non possiamo farci niente. Lui ha bisogno di me e io di lui, ma non riesco a fidarmi e sto andando in depressione. 

Ho bisogno di parlare con qualcuno, ma con lui non riesco perchè per cercare di rassicurarmi mi azzittisce e io perdo solo la pazienza...La mia amica mi risponde sempre che non posso permettergli di farmi soffrire ancora, e devo pensare solo al futuro,,,e in questo modo mi sento azzittita anche da lei. Mia sorella qualunque discorso prendo, inizia a prendere spunto per parlare dei fatti suoi...e anche lei così facendo...mi azzittisce!!! Spero passi da sola questa sensazione di tristezza...perchè non ho il tempo di essere triste. quel poco di tempo in cui non lavoro, vorrei riuscire a godermelo con il sorriso in faccia 

12 commenti

io ho imparato a dimenticare un marito che ho molto amato,anche tu ci puoi riuscire ma devi darti del tempo,non siamo pc che vengono formattati e i ricordi,specie quelli belli,dopo fanno molto molto male.e una cosa importante: non paragonare mai l'ex col ragazzo attuale,primo perché sono due entità distinte e secondo se tu ti concentri ancora sull'altro ti perderai le belle qualità del nuovo fidanzato e un giorno te ne potresti pentire.mi raccomando

Avatar di CopyCatCopyCat alle 09:16 del 08-05-2015
mi sento come te

Potrei averlo scritto io lo sfogo, quasi mi spaventa.

Per giunta devo anche sbrigarmi a farmela passare perché gli anni passano e voglio un  bambino.

Quindi devo cercare di sveltire i tempi della mia relazione di adesso e soffocare i miei sentimenti, oltre alla consapevolezza che anche questo compagno potrebbe cambiare.

Bella merda.

L'unica soluzione che ho trovato è fare come te, ridere e scherzare e tenere la mente occupata. E quando la mente è attiva con i pensieri, rimanere razionale e pensare ai miei obbiettivi.

È una merda perché sto diventando una macchina...ma non ho trovato soluzione migliore per ora. E con la gente intorno a me non posso parlarle perché non capiscono. Sento solo discorsi su come sia sbagliato volere figli per forza...e vengono da donne che già ne hanno o da uomini...insomma tutta gente che non capisce il desiderio di maternità insoddisfatto.

 Così è la storia.... 

 

Avatar di AnonimoAnonimo alle 09:25 del 08-05-2015

anonima io sono donna,non ho figli e ne vorrei,ma non sono ossessionata,ho capito che molto probabilmente non ne avrò e sto iniziando a farmene una ragione.ricorda,mettere al mondo un figlio è molto spesso un atto di puro egoismo e non tutti quelli che procreano si possono definire genitori

Avatar di CopyCatCopyCat alle 10:10 del 08-05-2015
@copycat

Reagisci come le persone che non capiscono.

Se tu questo desiderio lacerante non ce l'hai buon per te. Io si. 

Avatar di AnonimoAnonimo alle 10:14 del 08-05-2015

Anonima sfogante, non hai mai pensato che il tuo stato interiore attuale sia una specie di continuazione dell'atteggiamento che hai avuto nel corso della storia finita? Scrivi che il tuo ex era bugiardo ed egoista (purtroppo è normale, ce ne sono tanti e tante in giro) e che hai cercato di passare sopra a tutto per fargli capire quanto lo amassi (è una scelta che non condivido ma che anche io in passato ho fatto, e credo purtroppo  abbastanza normale). Le cose poi sono finite, e meno male perchè il tuo ex anzichè apprezzare la tua comprensione è diventato ancora più arrogante. Se è un idiota, purtroppo è normale, anzi abbiamo la prova che è tale.  Insomma, da parte tua molta disponibilità, ma forse anche un pò di rassegnazione e passività, immagino forse anche perchè lui era la tua "famiglia" (forse il guaio è quello?). Adesso stai con una persona diversa che ti vuole bene, ma non ti basta perchè sei ancora invischiata nei ricordi e ti lasci un pò vivere. Insomma, per un motivo o per l'altro ancora passività, poco essere al centro della tua vita. Azzardo una ipotesi:  forse il problema non sta in queste relazioni? Devi concentrarti a capire qualcosa di te che non ha direttamente a che vedere con i fidanzati?  In bocca al lupo.

 

 

Avatar di AnonimoAnonimo alle 10:50 del 08-05-2015

anonima come ti pare,però non sono né uomo né donna con figli e già ti ho detto che li vorrei.a me fanno paura gli ossessionati come te,che se avessero un figlio quasi certamente lo metterebbero in una campana di vetro fino all'asfissia.impara ad accontentarti di ciò che hai,non ricercare ossessivamente quel che ti manca

Avatar di CopyCatCopyCat alle 10:54 del 08-05-2015

-possa essere finita a merda.
ma è finita...
non riesce ad esserci un nuovo inizio?

-per cercare di rassicurarmi mi azzittisce 
cioè?

Avatar di farnightfarnight alle 11:42 del 08-05-2015

Quoto Copy e qui non si tratta di mettere al mondo un figlio e poi ficcarlo sotto una campana di vetro ma di volerlo a prescindere da tutto. TU vuoi un figlio, punto e non ti interessa neanche dargli una famiglia.Fossi in te mediterei su due frasi che hai scritto:"Devo sbrigarmi a farmela passare..." insomma, nonostante il tuo istinto ti stia dicendo che qualcosa che non va, l'istinto materno prevale (scusami per me questo è egoismo)"Devo sveltire i tempi della mia relazione..." forse ti sfugge che una relazione non è una pratica burocratica e non può essere sveltita.Però, ovviamente, tu, sei liberissima di mettere al mondo quanti figli vuoi, pazienza se poi il donatore di sperma (questo è in fondo) non è quello giusto, se la relazione vacilla, se non funziona.Il tuo desiderio sarà lacerante, ma se amassi davvero quell'ipotetico figlio dovresti volere il meglio per lui, non sarà lui a chiederti di farlo nascere e di certo dovrà venire al mondo con l'unico scopo di colmare i tuoi vuoti.Guarda bene dentro te stessa e non forzare una relazione che non va solo perchè miri ad avere un figlio. 

Avatar di AnonimoAnonimo alle 12:31 del 08-05-2015
@anonimo 12:31

Ovvio che c'è una componente egoistica. Come fa a non esserci visto che l'ipotetico bambino al momento non esiste? Non hai scoperto l'acqua calda...

E comunque non c'è nulla di male ...altrimenti secondo il principio del non voler essere egoisti non si riprodurrebbe nessuno, nè umano nè animale.

L'unica cosa sensata in natura è proprio l'egoismo. Si segue l'istinto, si scopa e di conseguenza ci si riproduce. Per me dovrebbe andare così. Se non si vogliono figli, che ci si astenga. Ma vi pare normale che l'essere umano si ribelli come unico mammifero alla riproduzione?

E chi invece vuole vivere secondo natura e procreare viene additato come egoista, antiquato e approffittatore?

Fatevela una riflessione: ma che cosa siamo diventati? 

Avatar di AnonimoAnonimo alle 14:54 del 08-05-2015

secondo natura è se uno è adatto o meno a procreare,parole tue,quindi se non vengono non vengono e tocca farsene una ragione,punto

Avatar di CopyCatCopyCat alle 15:22 del 08-05-2015

=e non capisce che anche contro il nostro volere cambiamo. =
Cioè cosa ti dice? e in merito a cosa?

Secondo me dovresti sistemare qualcosa dentro di te, o scegliere che ruolo vuoi avere in una relazione. 

Avatar di RorschachRorschach alle 15:54 del 08-05-2015

Quindi chi non vuole figli non dovrebbe scopare? E visto che secondo l'ISTINTO si scopa e ci si riproduce allora uno dovrebbe fare figli a frotte?Nell'egoismo non vedo nulla di sensato, non è sensato fare 10 figli o anche solo uno o due o tre senza avere ben in mente che quei figli andranno educati e mantenuti, invece i fatti ci dicono che la gente segue ampiamente l'istinto (senza attivare cuore e cervello) e l'egoismo e mette al mondo figli di cui poi se ne frega, a cui fanno mancare tutto, sia materialmente che affettivamente. Si, è proprio una bella cosa l'egoismo, forse se pensi una cosa simile sono io che chiedo a te dove siamo arrivati, per pensare una cosa del genere.Inoltre, oltre all'istinto, si dovrebbe considerare il raziocinio, cosa che a quanto pare tu non contempli. Per me mettere al mondo un figlio solo per colmare i proprio vuoti esistenziali e la sensazione di inutilità o per incastrare un uomo è la base sbagliata per dare avvio ad una nuova vita. Ok, l'istinto ma pure la RAGIONE deve avere il suo peso.Preferisco molto di più una donna che, nonostante la voglia di maternità, riflette (cosa che riesce a esseri dotati di raziocinio) se il compagno/a sia quello più adatto, che una che  vuole affrettare le cose, passare sopra al fatto che l'istinto le dica che forse sta con una persona sbagliata per lei (strano, quel tipo di istinto non viene ascoltato, come sempre sentiano e capiamo solo ciò che ci fa più comodo) perchè vuole un pargoletto che la faccia sentire utile. Saremo pure animali, ma siamo esserei evoluti, in grado di pensare e di dominare gli istinti se necessario. E poi stati tranquillo/a che l'umanità non si estinguerà.Come vedi siamo di idee divergenti, io credo nell'amore, sentimento astratto che ha molti sostenitori e altrettanti detrattori e tu decanti  l'egoismo giustificandolo come qualcosa di sensato. ma il troppo stroppia soprattuto quando in ballo c'è al vita di un'altro essere umano, ma si parla di egoismo e l'egoista ama solo se stesso, si interessa solo al proprio bisogno, peccato che la maternità e la paternità siano il contrario dell'essere egoisti. Ripeto, idee divergenti.

Avatar di AnonimoAnonimo alle 16:12 del 08-05-2015

Inserisci nuovo commento



Attenzione: i commenti sono moderati per i non iscritti.

Statistiche:

Voto medio

0 VOTI

Iscriviti per poter votare questo sfogo.
 

Iscriviti!

Iscriviti
Iscriviti e potrai aggiungere commenti senza attendere approvazioni, votare gli sfoghi e gestire i tuoi post ed il tuo profilo senza limitazioni.
Clicca qui per aggiungerti