Mar

12

Giu

2018

Non capisco le sue intenzioni ma sono innamorata

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Cercherò di essere breve. Fino a un mese fa ero fidanzata, storia lunga (5 anni), quasi convivenza. Un anno fa circa mi prendo quella che credevo fosse una semplice infatuazione per un altro ragazzo, più grande di me e che conosco a malapena. Cerco di non dar molto peso alla cosa, ma inconsciamente inizio a pensare sempre più spesso a lui, a immaginare una vita con lui, inizio a curarmi di più e a essere più motivata in tutto quello che faccio, solo pensando a lui. Ed è lì che scatta qualcosa. Colpo di fulmine? Boh, chiamatelo come volete, fatto sta che nonostante lo conosca pochissimo sento che è lui la chiave per la mia felicità.
Arriviamo a un mese fa: le cose con il mio ex precipitano per motivi seri che non sto a raccontare e ci lasciamo, di comune accordo. Pensavo di starci malissimo, invece la cosa quasi mi lascia indifferente. Cerco ogni modo possibile per avvicinarmi all'altro ragazzo e riesco a parlarci un po' di più, riesco a raccontargli qualcosa di me e soprattutto che mi sono lasciata. Mi invita per una passeggiata tranquilla una domenica mattina, passo forse le due ore più belle degli ultimi 5 anni, sto benissimo. Poi ognuno a casa sua e nessun contatto per una settimana, quando un sabato sera mi scrive e chiede un aiuto che però non potevo dargli perché non c'ero.Passa un'altra settimana, sempre di sabato, mi scrive se quella sera sono in giro. Rispondo che sono con un'amica e chiedo che sta facendo lui. Dice che sta uscendo, ci auguriamo buona serata e stop. Passano pochi giorni, ci incontriamo per caso, chiacchieratina veloce poi, non appena rientro a casa, mi arriva un suo messaggio. Mi chiede una cosa riguardo un vicino di casa, penso sia una scusa banale per attaccare bottone, parliamo un po' e arrangiamo un'altra uscita per il finesettimana, questa volta di sera, mi passa anche a prendere. Di nuovo passo una delle serate più belle della mia vita,e alla fine mi bacia. Passiamo tre ore in macchina, tra baci e toccatine ma di più non gli concedo. Il giorno dopo silenzio totale, fino a sera quando non resistendo più decido di scrivergli io, gli chiedo se quella sera esce. Risponde di sì, ci vediamo per pochi minuti e parliamo ma nessun accenno alla sera prima. Il giorno dopo a sorpesa mi richiede di uscire, e a fine serata finiamo come la volta prima, ma solo baci e coccole, nulla di più. Riesco a lasciargli il numero con una scusa. Per tutta la settimana successiva silenzio totale. Alla fine arrivo al venerdì che non ce la faccio più e gli scrivo io: gli chiedo che sta facendo, lui sa che sto fuori città quindi non c'è il secondo fine di vederlo. Mi risponde, parliamo un po' e stop. Il giorno dopo mi scrive lui, tardi, chiedendomi se sono rientrata. Ne nasce un'altra breve chiacchierata ma sempre di argomenti di tutti i giorni. La sera dopo mi riscrive, brevissimo scambio di messaggi sul fatto che c'erano ragazzini che davano fastidio in giro per il centro. Ricomincia la settimana e ricomincia il silenzio.
Ora, non mi spiego questo atteggiamento usciamo-sparisce-mi cerca-sparisce-lo cerco io-mi cerca-sparisce. Gli piaccio? Non si fa avanti per paura che io non voglia impegnarmi perché mi sono appena lasciata? Vuole solo piacere fisico (anche se sono passati 10 giorni dalla seconda volta e non me l'ha più chiesto)? In ogni caso, se non gli interesso in quel senso o vuole solo divertimento, perché cercarmi ogni tanto per cose banali ed essere così gentile?
Ma lo volete sapere qual'è il problema più grosso? Come ho già detto, quando l'ho conosciuto dentro di me è scattato qualcosa, non so cosa. Senza rendermene conto ho basato la mia felicità su di lui, e se non dovesse volermi sprofonderei in un baratro che mi spaventa. Sto già avendo problemi con il lavoro perché non mi concentro. Ogni giorno in cui non si fa sentire è sempre più doloroso da sopportare. E il bello è che non sono un'adolescente alla prima cotta, vivo da sola e ho anche delle responsabilità... eppure ogni giorno che passa è sempre peggio, mi sto lasciando andare perché è come se senza di lui non avessi senso nemmeno io. E dire che lo conosco veramente poco...

Tags: amore

2 commenti

Ciao anonima autrice ti stendo una lista:

1 ha paura di fare il primo passo

2 è fidanzato

3 vuole solo bombare

4 è troppo impegnato

Cose che potresti fare:

1 dichiararti

2 farti desiderare, quindi sparire per un po' e rifiutare i suoi inviti

3 farlo ingelosire

4 mandarlo a quel paese  

Avatar di MeaowMeaow alle 17:11 del 12-06-2018

Non fare voli pindarici: se un uomo si comporta in modo gentile c on te, non significa che è interessato a te.  Magari è semplicemente gentile con tutti. Se ti cerca per cose banali, può essere una scusa per sentirti, ma può essere anche che non aveva niente di meglio da fare in quel momento. 

A meno che non abbia diciott'anni, per quanto mi riguarda, un ragazzo che ti vuole (davvero) ti cerca senza ambiguità e compie azioni finalizzate a conoscerti. Gli altri, quelli poco lineari dalle scuse inflazionate, appartengono alla vasta categoria de " La verità è che non gli piaci abbastanza". Il problema è quando ci intestardiamo su quest'ultimi. Lì sono cavoli amari.  

Avatar di AuroraAurora alle 18:22 del 12-06-2018

Inserisci nuovo

Inserisci un Titolo al commento:

Commento:*

Inserisci il codice antispam: CAPTCHA image
Attenzione: i commenti sono moderati per i non iscritti.

Statistiche:

Voto medio

0 VOTI

Iscriviti per poter votare questo sfogo.
 

Iscriviti

Iscriviti
Iscrivendoti potrai aggiungere commenti senza attendere approvazioni, votare gli sfoghi e potrai gestire i tuoi post ed il tuo profilo senza limitazioni.
Clicca qui o sull'immagine per aggiungerti