Ven

09

Mar

2018

la dura vita di una childfree

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Non ho mai avuto un debole per i bambini. Questo fin dall'adolescenza. Ora ho quasi 30 anni e l'istinto materno ancora non si e palesato. Nom provo empatia verso i bambini, non mi interessa abbracciarli ne giocarci. Non mi interessa occuparmene. Aborro l'idea del parto e dell'allattamento. Trovo che occuparsi di un'altra piccola vita sia molto limitante per la persona. Mi viene un senso terribile di soffocamento al pensiero di sacrificare la mia vita, i miei hobby, il mio tempo, il mio partner, per un piccolo essere umano che volere o volare un giormo crescerà e magari al contrario di me, se ne sbatterà, e mi caccera un bel giorno dentro a un ospizio. E anche se per assurdo un gg dovessi cambiare idea, non sono nemmenp certa che potrò averlo un figlio, dati vari problemi di salute che ho. Nono fiderei di mettere al mondo un figlio che potrebbe avere le mie stesse magagne! Detto questo... nom sopporto chi mi attirbuisce termini quali "vipera" , "cattiva", "anaffettiva" solo perchè non avendo questa naturalezza verso i bambini, non mi sento nemmeno di essere una zia con la Z maiuscola. Col mio nipotino purtroppo la questione e sempre la stessa. Non riesco a rapportarmici e non ho intenzione di prendermene cura qualora mi venga chiesto questo piacere dai miei cognati. Chi li fa, se li governa! Questo è il mio motto. Con la storia dei bqmbini, hanno proprio rotto. Sono stufa di sentire dire che i bambini portano gioia e di esser vista come una aliena, come un mostro, solo perchè mantengo le distanze anche da mio nipote. Finchè si tratta di passare un pomeriggio tutti insieme, va bene (ovviamente solo se i genitori sono presenti). Ma finisce lì! Ficcatevelo in testa. Quel che piace a voi non è detto che debba piacere a tutti.

31 commenti

Ma ce ne fossero come te!

Avatar di VargasVargas alle 12:30 del 10-03-2018

ai ev a soluscion

#gattini

engioi 

Avatar di acerbisacerbis alle 12:50 del 10-03-2018

A me, dopo i 35, hanno progressivamente smesso di rompere le palle. Tieni duro. 

Avatar di fatadelporto2fatadelporto2 alle 14:13 del 10-03-2018

A me l’ultima volta hanno detto, di fronte alla mia espressione poco entusiasta alla vista di un pargolo: “eh ma hai proprio l’utero secco!”

😂

Avatar di MultiversoMultiverso alle 15:35 del 10-03-2018

@multiverso 

Ma che idioti😂 

A me invece dicevano sempre "saresti una bravissima madre!"

Ma che ca@@o ne saiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii 

Avatar di fatadelporto2fatadelporto2 alle 16:09 del 10-03-2018
Quel che piace a voi non è detto che debba piacere a tutti.

E questo è sacrosanto, soprattutto se il loro volerti vedere affezionata ai bambini mi sembra molto molto poco disinteressato.

Detto questo, non è detto che tu debba per forza fare la faccia storta e manifestare la tua insofferenza ogni volta che hai a che fare con dei nanetti rompiballe. Alla fine ti accorgeresti che, nella peggiore delle ipotesi,  non sono tanto diversi dai loro simili cresciuti. Il fatto di lasciarti incuriosire come con qualsiasi altro essere umano non farebbe di te un esponente del movimento #childfree meno degno di portare la tessera.

A proposito le magliette  #childfree detesto i bambini stanno?

Avatar di ColeridgeColeridge alle 16:26 del 10-03-2018

Un conto è non volerne, un altro è "non provare empatia verso..."

Più generalmente, il secondo è un caso psichiatrico importante. 

Come hai spiegato tu, se ti danno della cattiva o della vipera hanno torto, ma con "anaffettiva" hanno ragione. Prendine atto.

"Mantengo le distanze anche da mio nipote...", sono convinto che invecchiando questa frase si tramuterà in "quell'ingrato di mio nipote non viene mai a trovarmi".

 

Avatar di LottascudoLottascudo alle 19:14 del 10-03-2018

Minkia, quotone per Lotta. Anche le virgole.

Avatar di ColeridgeColeridge alle 19:18 del 10-03-2018

Che c’entra il diritto sacrosanto a non volere figli e a non essere rotta le balle con domande inopportune in merito, con la scortesia verso un tuo parente? Sono la prima che risponde male a chi mi intasa chiedendomi quando ne farò un altro, e a non gradire in generale tutto il mondo dell’infanzia (mi annoia), ma se ci sono i miei nipotini sono cortese per educazione e per principio, idem se mi viene chiesta la gentilezza di badargli ogni tanto (capita, nelle famiglie, che ci si aiuti a vicenda).

Nomen omen, vipera anaffettiva. 

Avatar di AileenAileen alle 19:26 del 10-03-2018

Non ha mai detto che come lo vede si nasconde sotto il tavolo! Anche io moglie childfree, anche io evito accuratamente i bambini perché devo essere onesta mi indispongono. Urlano, ti toccano, ti spingono, ti parlano sopra ( l'ultima volta stavo facendo un discorso serio di salute con una persona, il figlio di 2 anni gli strappa il telefono di mano e comincia a "dibifima bababa du dududlilila?" E il padre che se la rideva di gusto.) Il problema è che spesso i bambini sono decisamente maleducati e come ha giustamente detto Coleridge non sono molto diversi da quelli grandi e anche gli adulti maleducati non li reggo

Avatar di AnonimoAnonimo alle 09:28 del 11-03-2018
buoni tutti

Vorrei proprio vedere se quelli che ti chiamano vipera anaffettiva solo perchè non ti vanno giù i "dolci, gentili, simpatici pargoletti" dei nipotini, poi si sciroppano la zia acida, il parente invadente o la cugina odiosa che in ogni famiglia c'è.

 I bambini, solo perchè bambini, non sono diversi dagli adulti e da ogni altra persona. Come ci sono adulti rompi, così ci sono bambini che non si sopportano, a prescindere dai legami, dai vincoli di sangue e dalle parentele.

Deve anche finire l'era e la mentalità che ai bambini tutto è permesso e concesso solo perchè sono bambini. Chi ragiona e si regola così è il primo che ha poi intorno e cresce bambini, figli, nipoti viziati, maleducati e capricciosi, incapaci di stare al mondo e con gli altri, nel rispetto degli altri.

 

 

 

Avatar di AnonimoAnonimo alle 17:18 del 12-03-2018

"mantengo le distanze anche da mio nipote."

se vogliamo parlare di "normalità", questo non è tanto "normale", come non lo è il rompere i coglioni a qualcuno per farlo figliare. forse ti vedono come un mostro nella stessa misura in cui tu vedi il nipote come un mostriciattolo.

"Chi li fa, se li governa! Questo è il mio motto."

Giustissimo. ma non è che tutta sta avversità per il piccolo rigurgito è nata per il semplice fatto che te lo vogliono appioppare? in quel caso basterebbe un semplice "non posso mi spiace, sono allergica alla cacca aliena / al vomito latteo / alle urla disumane", senza per questo perderti il rapporto affettivo con tuo nipote, che di solito fa sempre parte della famiglia.

 

@Anonimo 09.28 in quel caso sono i genitori ad essere maleducati.

Avatar di XyzXyz alle 00:10 del 13-03-2018

siete talmente acide che , anche solo chiedervi “ quando “ vi indispone , meglio che di figli non ne facciate , meglio per loro sia chiaro ! 

Avatar di BorromeoBorromeo alle 13:30 del 13-03-2018

@ Borromeo

Una non è necessariamente acida, magari semplicemente un po' stufa delle continue ingerenze anche da parte di semisconosciuti. Perchè evidentemente tutti quanti hanno il diritto, quando sei donna, di spiegarti cosa sarebbe meglio fare del tuo corpo e (peggio ancora) della tua vita. Vedo che tu non fai eccezione.... :/

Avatar di fatadelporto2fatadelporto2 alle 14:35 del 13-03-2018

posso spezzare una lancia oper Borromeo @fata.

La questione che io trovo bizzarra è la necessità di catalogare una legittima scelta con una sorta di appartenenza ad una cateogoria ideologica, come un partito o un'associazione scacchistica.

Mi dici: non ho voglia di avere figli. Affari tuoi, io non mi intrometterei mai.

Mi dici: sono una childfree. Affari tuoi lo stesso. Però scusami se non riesco a trattenere un moto di ilarità e una punta di sarcasmo 

Avatar di ColeridgeColeridge alle 15:23 del 13-03-2018

No questa cosa non piace nemmeno a me, a partire dal termine stesso (childfree) che trovo irritante fuori ogni misura.

Qui però mi pare si stia confondendo il contenuto con il contentore...

Avatar di fatadelporto2fatadelporto2 alle 15:28 del 13-03-2018

*contenitore, chiedo venia :P

Avatar di fatadelporto2fatadelporto2 alle 15:29 del 13-03-2018

si comprendo,  deve essere snervante , semi sconosciuti che ti chiedono quando avrai un figlio  , continuamente ... poi c’è l’anonima delle 9.28 che è stata addirittura interrotta da un bambino di due anni mentre LEI,  stava facendo un discorso serio sulla salute di una persona , bambino maleducato ( 2 anni), poi c’è chi storce il naso alla sola vista

di un pargolo , poi  c’è chi non rinuncerebbe mai alla propria emancipazione  ai propri spazi. Avere un figlio oltre che un grande sacrificio  e’ una grande dimostrazione di amore ed altruismo ( sopratutto per una donna) che viene però ripagata , dalla immensa gioia di averli tra le braccia , vederli crescere , o

anche solo vederli .  una gioia di cui nessuno dovrebbe privarsi , per niente al mondo .

Avatar di BorromeoBorromeo alle 15:37 del 13-03-2018

@ Borromeo

La mia decisione è frutto di una vita intera di esperienze, e di ragionamenti e considerazioni che vanno ben oltre l"emancipazione dei miei spazi", per citarti.

Questo modo semplicistico e generalista di catalogare ma anche di cercare di decodificare chi compie una scelta (a volte non facile) diversa è uno degli aspetti meno sopportabili di tutta la questione.

Avatar di fatadelporto2fatadelporto2 alle 15:44 del 13-03-2018

Fata il mio commento si riferisce a ciò che ho letto ,

senza decodifiche o generalismi semplicistici ,

hai scritto “continue ingerenze da parte di semi sconosciuti” , a me sembra poco credibile .  

Avatar di BorromeoBorromeo alle 16:07 del 13-03-2018

Borromeo vince a mani basse,tra l'altro quando coincide il non volere figli e non sopportarne la presenza dovrebbe essere un grosso campanello d'allarme,achtung tenersi alla larga,donna instabile e/o psicopatica

Avatar di christian1992christian1992 alle 16:20 del 13-03-2018
“continue ingerenze da parte di semi sconosciuti” , a me sembra poco credibile

No Borromeo, questo a me pare plausibile. Spessissimo si incontrano persone che pretendono di sapere cosa è bello e cosa è giusto e pretendono di applicare il proprio metro alla vita dei chiunque.

Ognuno ha una sua storia, un suo vissuto, non si dovrebbe sentenziare.

Detto brutalmente: ci sono troppe persone che non si sanno fare i cazzi propri. In questo la mia solidarietà con la sfogante e con Fata è totale

Avatar di ColeridgeColeridge alle 16:23 del 13-03-2018

Ma dai Borromeo, forse non vivi in Italia? La litania sul figliare è continua, passati i 30. E c’è una letteratura sterminata in merito.

@fata l’hai letto No kid? 😂 

Avatar di AileenAileen alle 16:27 del 13-03-2018

@ Borromeo

Io do il mio contributo alla discussione senza fare il portavoce di nessuno, quindi non si capisce il procedimento secondo cui, per scardinare la mia tesi, prendi in prestito e pensieri non miei.

@ Coleridge

Centrato il punto.

@ Aileen

No, non so nemmeno cosa sia. Dopo lo gugolo.

Avatar di fatadelporto2fatadelporto2 alle 16:52 del 13-03-2018

No non vivo in Italia( non prevalentemente ) , quindi sostenente che essere donna a 30 anni senza

figli , significa essere importinati da semi sconosciuti che ti chiedono continuamente quando ?? Non mi sembra credibile , e poi childfree come

sugarfree, ozonfree.....  cosa zzo vuol dire ?!  Non vuoi avere figli , sono affari tuoi , ma cercare di passare per una perseguitata , mi sembra eccessivo !  

Avatar di BorromeoBorromeo alle 16:53 del 13-03-2018

*prendi in prestito PAROLE e pensieri non miei.

Ri-chiedo venia :D

Avatar di fatadelporto2fatadelporto2 alle 16:53 del 13-03-2018

Fata i non voglio scardinare la

tesi di nessuno  ,  do il mio contributo esattamente come te , dimmi a quando il lieto annuncio ?

Avatar di BorromeoBorromeo alle 16:57 del 13-03-2018

@ Borromeo

Messa giù così sembra che mi inseguano per la strada :D ovviamente non è così.

Ma, se a te pare che un (dico uno per fare un esempio, mi è successo molte volte) cliente/fornitore che bazzica saltuariamente qua in giro e mi spiega che io i figli li dovrei fare per questo, questo e quest'altro motivo non sia importuno, allora mi chiedo dove hai tu l'asticella del buonsenso e del buongusto.

Io non mi sono mai permessa di spiegare a nessuno come vivere la sua vita.

Avatar di fatadelporto2fatadelporto2 alle 16:58 del 13-03-2018

È fondamentalmente mi riferivo alla sfogante , poi sei arrivata tu 

Avatar di BorromeoBorromeo alle 16:59 del 13-03-2018

Spessissimo si incontrano persone che pretendono di sapere cosa è bello e cosa è giusto e pretendono di applicare il proprio metro alla vita dei chiunque.

Ognuno ha una sua storia, un suo vissuto, non si dovrebbe sentenziare.

Detto brutalmente: ci sono troppe persone che non si sanno fare i cazzi propri.

interessante, merita uno sviluppo. c'è uno studio psicologico che afferma che le persone reazionarie hanno una visione più limitata del mondo in confronto ai "progressisti". in parole povere sono più stupidi della media e il brutto è che - per avere certezze - impongono il proprio stile di vita IDEALE (secondo loro) agli altri ANCHE CON LA VIOLENZA. 

quindi omofobia, antisemitismo, fascismo, donne che devono FIGLIARE perché è giusto così eccetera eccetera (e chi ce l'ha più lungo se lo tiri). 

è uno dei mali del mondo. la religione, poi, non aiuta. 

homo homini lupus, beati gli ultimi se i primi so' educati eccetera. 

se non figliate non potete essere dei loro. non vi capiranno. non c'è soluzione, portate pazienza. 

Padre Pizarro (Guzzanti) diceva che alle donne che abortiscono va tolta la patente perché se non porti avanti la gravidanza non pòi porta' manco la maghina, sei un'assassina delinquente

Avatar di OldJoeOldJoe alle 18:58 del 13-03-2018

Qui non si tratta di ideologia o di opinione. L'umano è geneticamente programmato per trasmettere una eredità, ed avere la volontà di avere bimbi.

Magari 30 anni sono ancora pochi, hai ancora dei tratti infantili.

Già solo che paragoni i tuoi hobby ad un bimbo mi fa capire che non hai ancora ottenuto una scala di valori adulta e responsabile.

Poi vieni pure a dire, che potrebbe nascere con i tuoi stessi problemi, e che in più mantieni le distanze dai bimbi in generale... La dice lunga sul modo che hai di intendere la vita altrui.

Sei anaffettiva anche con gli adulti?

Avatar di AnonimoAnonimo alle 21:16 del 15-03-2018

Inserisci nuovo

Inserisci un Titolo al commento:

Commento:*

Inserisci il codice antispam: CAPTCHA image
Attenzione: i commenti sono moderati per i non iscritti.

Statistiche:

Voto medio

0 VOTI

Iscriviti per poter votare questo sfogo.
 

Iscriviti

Iscriviti
Iscrivendoti potrai aggiungere commenti senza attendere approvazioni, votare gli sfoghi e potrai gestire i tuoi post ed il tuo profilo senza limitazioni.
Clicca qui o sull'immagine per aggiungerti