Lun

25

Gen

2010

SONO UNA FALLITA

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Ecco l'ho scritto finalmente. Confesso che sto male e che vorrei qualcuno mi rispondesse. Per favore rispondetemi, almeno leggetemi. Sto male, sono una fallita non so perchè lo sto facendo, ma mi sono messa a ricercare tutti i miei ex compagni di liceo, e tutti, tutti hanno combinato qualcosa nella vita. Avvocatesse, architetti, medici... e io? niente. NIENTE. Un amore che mi ha succhiato la vita per anni, un tentato suicidio, il ricovero in clinica psichiatrica, un disturbo di personalità, droga, alcool, anche al liceo ero una ragazza strana, mi consideravano pazza, un cattivo soggetto, da evitare. Pochi amici. Voglio morire. morire non sono niente. Due anni fa riprendo l'università, ma sono ancora lontana anni luce dalla laurea. Studiare mi è difficile, anche se poi rendo tantissimo. Ma trovare non dico la mia strada, ma almeno UNA strada, piccola, sporca, è stata dura. e ora? Aiuto, certe volte penso con una lucidità assoluta "adesso mi vado a buttare dal balcone", e non lo faccio solo per i miei genitori, che pure cercano di portarmi su, che dicono "almeno ora ha messo la testa a posto", ma che ne sanno che da piccola un amico più grande mi ha molestata, quasi violentata, che ne sanno che mi ricordo quando mi picchiavano per un nonnulla, o solo perchè ero più vivace, che ne sanno che già mi drogavo di fantasia, fissavo il muro e mi mettevo lì a non fare nulla perchè avrei voluto essere in un posto dove la gente mi spiegava le cose invece di picchiarmi. sono una fallita, solo una fallita

Tags: liceo

56 commenti

ho trovato per caso questo post, stavo male e cercavo su google la parola suicidio..., non piangere...ti sono vicino...

Avatar di AnonimoAnonimo alle 00:05 del 01-02-2010

ciao... sono in una situazione simile alla tua... ho sofferto per cinque anni di depressione..a volte non riesco a spiegarmi bene come sia successo, mi sembra assurdo non essere stata mai capace di reagire..  era apatia, non riuscivo a trovare un senso per la mia esistenza, non volevo alzarmi dal letto e la sera invece che uscire spegnevo la luce e andavo a letto al buio a piangere e poi dormire... per quasi cinque anni... mi sono sempre sentita inferiore a tutti, invidiavo le vite dei miei amici... finchè un giorno piano piano ho cercato di tornare a vivere, scrivendo in tutta sincerità una lista di cose che vorrei fare e cose che mi fanno star male... ho capito che il mio ruolo di essere umano è comunque vivere, senza esagerare con le pretese, accettando il fatto di essere caduta e cercando di volermi bene comunque.

Non sei una fallita, conosco delle persone che hanno avuto un passato difficile ma si sono rialzate anche con poco..non hanno un lavoro di prestigio e uno stipendio esagerato, ma comunque si rendono utili, sono ottime persone umili ma davvero ricche dentro... quelle persone che è sempre un piacere incontrare...

fatti forza, non tenerti dentro quelle cose ma parlane,butta fuori tutto anche se non è facile e vedrai che poi ti sentirai meglio e troverai la forza di ricominciare

ciao

Avatar di AnonimoAnonimo alle 10:54 del 01-06-2010
aiutatemi

sto proprio male! il mio capodanno lo ho passato a piangere! continuo a piangere e non passa! sono una fallita inconcludente, non lavoro da un anno e non risesco più ad inserirmi in società ho 34 anni e sono sola come un cane!

Avatar di AnonimoAnonimo alle 18:00 del 01-01-2011
Tutta la mia solidarietà

Ce la puoi fare, ma devi volerlo veramente con tutto il cuore. Quello che dici è molto triste e ti do tutto il mio virtuale appoggio. Ma mi chiedo, cos'è che impedisce al tuo corpo e alla tua mente di liberarsi dei frutti avvelenati e di cogliere quelli buoni che pur in una società difficile anche se apparentemente del benessere, in qualche modo ci sono? Ci sono impedimenti oggettivi? O sei tu che non ami più la vita e quindi agisci lasciandoti andare alla deriva? Fatti aiutare se decidi di provare ancora ad amare questa cosa preziosa anche se talvolta difficile da afferrare che è la VITA. Ci sono dei validi psicologi anche, fatti consigliare bene, ti tolgono i "superpoteri" ma forse ti rimettono in condizione di amare  di nuovo la vita. In bocca al lupo e buon anno!

Avatar di AnonimoAnonimo alle 16:59 del 03-01-2011
Forza!!!

So che non è facile nella pratica, ma io credo che in questa società seppur in realtà complessa e emarginante nonostante sia apparentemente del benessere, a meno di grandissimi impedimenti fisiologici (mente compresa), ma anche lì per fortuna ci sono straordinarie smentite a riguardo, è comunque ancora possibile cogliere i frutti buoni che in ogni caso ci sono e allontanare il più possibile quelli cattivi.

Bisogna volerlo con tutti sè stessi, ma per far ciò bisogna tornare ad amarla questa vita che noi ora odiamo, perchè da tante parti c'è ancora bellezza e sopratutto bisogna tornare ad amare proprio noi stessi.

Forza!!! Io idealmente, come sono sicuro tanti, che siano o meno nella tua condizione, ti appoggio e condivido la tua attuale sofferenza, che può, si deve risolvere, se si possono e si vogliono mettere a posto certe cos...in bocca al lupo!!! :-)

Avatar di AnonimoAnonimo alle 20:46 del 04-01-2011

Come si fa a volerlo...io non ci riesco più. Dopo così tante volte che mi sono detta PROVIAMOCI, ANDRA? TUTTO BENE e dopo l'ennesima volta che sono stata delusa, come faccio ancora ad illudermi che ce la farò? Ogni volta devo ricominciare da capo...sono stanca, sono arrabbiata, sono invidiosa di chi ce la fa. E' brutto lo so, ma è inutile mentire a me stessa dicendomi che non è vero che sto male ogni volta che vedo qualcuno che si sistema, che sto male ogni volta che penso a quanti anni ho e a cosa ottenuto dopo tanti sforzi...COME SI FA A VOLERE in queste condizioni? Per me volere ora significa solo prendersi in giro per l'ennesima volta. Non vedo cose belle in questa vita, almeno non vedo cose belle che mi riguardino, odio me stessa perchè non riesco ad essere reattiva...è un cane che si morde la coda quindi NON BASTA DIRE BASTA VOLERLO! 

Avatar di AnonimoAnonimo alle 10:59 del 02-03-2011
Un consiglio

Io consiglio a chi si senta in questo modo, e lo possa fare, di andare via, e ricominciare altrove, dove nessuno sa nulla di noi. Mettetevi a fare il lavapiatti, a portare a spasso i cani, qualsiasi cosa. Andare via dai brutti ricordi può aiutare, andare via da ciò che ogni giorno ci ricorda quante volte abbiamo sbagliato, può aiutare.

Avatar di AnonimoAnonimo alle 18:11 del 06-04-2011
sono come te

Ho 22 anni, sono mamma ma mi sento solo una fallita, non trovo lavoro da un anno, vedo anche io che tutti i miei compagni di liceo stanno studiando e si stanno laureando e io non ho concluso niente,, è vero ho fatto un figlio ma quante donne ci sono in carriera con un figlio?

io non riesco a combinare niente e ogni giorno mi sento sempre piu inutile, per fortuna che il mio compagno lavora ma io stando a casa mi sento depressa ogni giorno di più....non voglio ritrovarmi a 40 anni con il rimorso che a 20 anni non sono andata all'università e non mi sono fatta valere nella vita...

il problema è ke non so neanche cosa mi piace fare...

sono depressa ,triste,amareggiata,non so come fare a sentirmi felici

Avatar di AnonimoAnonimo alle 13:45 del 07-11-2011

guarda..io sono all'università e mi sono laureata alla triennale, ma se tornassi indietro,probabilmente avrei scelto di fare altro. oggi frequentare l'università non è tutto, forse senza laurea non avrai un posto da dirigente, ma secondo me bisogna seguire ciò che davvero ci piace fare nella vita o almeno fare il minimo per avere una vita tranquilla. la felicità è fatta di piccole cose..a volte basta uscire, fare 4 chiacchere con amici, divertirsi ascoltando un po' di musica per dimenticare tutti i problemi. più rimani lì a pensarci, più perdi tempo che avresti potuto impiegare diversamente. trovati degli interessi,frequenta nuovi posti,pratica uno sport (almeno conosci persone nuove) e anche quando non ti va di uscire sforzati di farlo,fidati,andrà meglio!per lavorare non c'è bisogno di una laurea (tant'è vero che molti laureati sono senza lavoro). all'inizio è sufficiente arrangiarsi lavorando in un bar, in un pub,in una pizzeria... che poi alla fine non è neanche così male. ma è stupido considerarsi falliti solo perchè non si ha frequentato l'università. vedrai che verranno giorni in cui ti dirai : quant'è bella la vita,come ho potuto sprecarla così?? buona fortuna  a tutti ;)

Avatar di AnonimoAnonimo alle 00:49 del 08-11-2011

La vita delle persone che mi circondano va avanti, si laureano, trovano lavoro, fanno una familia, vanno a lavorare all'estero..Tutti in qualche modo stanno trovando la loro strada.. io invece a 22 anni mi ritrovo sola, senza un ragazzo, senza sogni o progetti. Non so veramente quello che voglio fare della mia esistenza. Ho portato solo guai ai miei genitori e anche loro hanno ormai capito che sono una fallita. E per questo ne sto male. Per quanto abbia provato a mostrarmi capace in tutto in realtà ho fallito. Ho sempre giudicato mio fratello come uno che non era capace di affrontare la vita invece non è cosi. Io non lo sono. Quando vedo i miei genitori e mio fratello li vedo contenti, felici. Quando ci sono io tutto è molto triste. Non riesco più a sopportarmi non riesco piu a vedere i miei che pagano per i miei errori. Non capisco perchè tutto quello che faccio porta sempre dei casini. Non mi merito niente.  Vorrei tanto tornare indietro nel tempo e risolvere certe questioni ma questo non è possibile e tutto questo mi logora dentro l'anima. La mia esistenza non ha mai avuto un senso ed ora sono certa che è così, io come persona non ho senso. Sono la rovina di chiunque mi stia accanto.

Avatar di AnonimoAnonimo alle 17:39 del 18-11-2011

Ragazze ho 24 anni neanche so se riuscirò a laurearmi alla fine, l'università mi ha risucchiato un sacco di energie mentali anche se alla fine ho combinato poco, perchè mi sono fatta prendere dalla bramosia di guardare gli altri quelli che si laureavano trovavano lavoro e io rimanevo sempre al punto di partenza.

io so solo che dalla depressione non se ne esce da soli ci vuole aiuto, punto e basta io l'aiuto lo trovato nella fede e in un gruppo di giovani che vivevano la mia stessa esperienza di fede, sono cattolica cristiana preciso niente gruppi new age o cavolate simili.

Io so che Dio mi ama e questo mi da un sacco di forza certo non so se alla fine andrà tutto come spero ma so che la mia vita sarà sicuramente bella perchè ho Dio. Prego per tutti voi , ricordate che siamo stati creati per amare e per la felicità quello è il nostro fine

Avatar di AnonimoAnonimo alle 14:13 del 05-01-2012
anch'io sono solo una fallita

Ciao, ho quasi 40 anni e sono solo una poverina fallita. Nella mia vita non ho concluso assolutamente niente,non ho mai trovato lavoro, ho fatto quello che che volevano i miei bnestanti genitori e mi ha sempre fatto schifo. GFrazie alle loro belle frasi di merda io mi ritrovo con un pugno di mosche in mano. L'unica cosa bella è mio marito che mi  capisce e anche lui da la colpa ai miei genitori ... Non so cosa voglio nella vita, chi mi da  un lavoro oggi? Nessuno. Sono anni che la mia vita va avanti sempre uguale, non una soddifiazione, niente,.. Spesso ho voluto farla finita ma non l'ho mai fatto per via dei miei e di mio marito. Oggi però non mi interessa neanche quello. Sono stufa, che vita è la mia? NOn ho nessuna prospettiva, nè lavorativa, nè di altro genere. Se penso di dover andare avanti così, mi ammazzo.. E' buffo perchè da fuori tante persone mi invidiano, non ho problemi economici, ho un marito che mi ama, abito in una bellissima casa.ma la mia vita fa schifoooo... SOno solo un fallimento. Ci sono persone che meritano di essere al mondo e purtroppo se ne vanno prima del tempo, e persone come me che potrebbero benissimo andarsene e farebbero un bene alla società, e sono qui. Lo so la vita è bella ma per me in questo momento proprio no. Ho veramente realizzato di essere solo una merda!

Avatar di AnonimoAnonimo alle 17:58 del 09-02-2012
anch'io

anch'io sono una fallita. Ho 34 anni e niente altro. Non ho un lavoro, non ho un fidanzato, non ho nessun amico/a, vivo lontana dalla mia famiglia che pure ha fatto schifo. Mi sono laureata con un buon voto, ma lo stesso non ho trovato mai un lavoro non dico che mi piacesse, ma almeno decente. Ho provato diverse strade, ma ho fallito sempre. Risultato: non ho mai lavorato e vivo dei pochi soldi che mi passa mio padre fra mille rinfacci. Mio fratello si è sistemato, vedo che altri conoscenti trovano lavoro, vanno all'estero, si sposano. Io non so più cosa volere, quello che volevo non si è realizzato e ora non ho più desideri. Mi alzo al mattino e aspetto che si faccia di nuovo sera per potermi coricare. Le giornate che si allungano sono una pena perchè passo il tempo a sperare che faccia buio. Per di più soffro di bulimia. Non esco mai, non mi diverto mai, sto sempre in casa perchè non ho nessuno con cui uscire.Sono sola e senza scopi e dire basta volerlo che ce la fai è un'assurdità, perchè ormai non c'è più niente, e non esagero, vedo solo come vivo.

Avatar di AnonimoAnonimo alle 17:48 del 16-02-2012

ma la fate finita di piangervi addosso?

Avatar di rabarbarorabarbaro alle 21:31 del 16-02-2012

siete tutte patetiche!!! suicidatevi se siete cosi' depresse!!! siete nel pieno della vita e siete depresse?!?!?!?! ma FATEVI CURARE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Avatar di AnonimoAnonimo alle 15:16 del 17-05-2012
Marta

All'ultimo anonimo: chiudi quel maledettissimo cesso che chiami bocca. Chiudilo. Testa di cazzo ignorante,ma che ne vuoi sapere tu della vita degli altri? sei nelle loro cazzo di scarpe e nella loro cazzo di famiglia? sai il loro nome? NO. Allora risparmia fiato che fai un favore a tutti. Che cosa ne sai tu del dolore? un cazzo. E si vede. Immagino che sei sempre stato uno di quegli individui patetici che hanno tutto dalla vita. Se qualcuno arriva a pensare al suicidio avrà sicuramente le sue cazzo di buone ragioni,e io devo sentire dire da un cretino che neanche si firma che questa gente va curata? IDIOTA non hai un minimo d'intelligenza,e non sai un cazzo della vita. Fatti curare, TE.

Avatar di AnonimoAnonimo alle 15:43 del 25-05-2012
Marta

P.S: dimenticavo; sempre all'essere patetico senza cervello voglio dire che l'induzione al suicidio si può considerare tentato omicidio. Ahah,sei un idiota.

Avatar di AnonimoAnonimo alle 15:46 del 25-05-2012
che perdita di tempo!

a sentire queste storie dai ventenni (giovanissimi) e veramente patetico, come ha detto un anonimo, pero mi rattrista molto perche anch'io ho provato questi stessi sentimenti parecchi anni fa, ma so anche che a quell'eta e "facile" superare qualsiasi cosa...avete il mondo ai vostri piedi e un futuro davanti e non ve ne accorgete!!! E se invece di 20 anni ne avreste 50 o 60? Allora cambia tutto, perche poi veramente non potete piu andare indietro e "rifarvi" la vita. Se non trovate il lavoro forse e ora di rivalutare le vostre scielte...tanto per dire...Un giorno vi sveglierete (e mi auguro presto) e vi direte perche stavo piangendo allora e qual'era il mio problema? E proprio vero che la gioventu è sprecata sui giovani!!!!

Avatar di AnonimoAnonimo alle 21:49 del 13-06-2012
senza casa, solo come un cane, lasciato dall'uomo amato

ho 27 anni, non ho un lavoro, sono depresso. sono un ragazzo gay che e' stato sfruttato dal suo capo (omosessuale non dichiarato) e poi mi ha licenziato, dicendo che non avrei dovuto insistere e portare avanti una relazione non etica dal punto di vista professionale e coniugale ( dato che lui ha moglie e figli). Ora mi sento svuotato, addolorato e annoiato. Con i miei genitori non ho rapporto. mia sorella ha 21 anni ed e'sbandata. in realta' sono stati i miei genitori con i loro moralismi e la loro chiusura mentale a renderla una ribelle. mia sorella vive con un ragazzo disoccupato che non mi piace.Io le passo i pochi soldi che ho. Ora come ora non sono piu in grado di pagare il mio affitto pero'!! rischio di essere sfrattato... 

Avatar di AnonimoAnonimo alle 00:43 del 25-11-2012

L'ho fatto anch'io di cercare i miei amici delle superiori su internet: tutti belli e realizzati. Io qui, senza lavoro, amici, un marito con cui non van incomprensioni a settimane alterne. 

E oggi, un'altra giornata che poteva andare meglio, per quel poco che faccio. Invece, a letto a deprimermi senza nessuno a cui chiedere aiuto (ma almeno mi sono evitata le solite "devi reagire..." MA VA'?!) 

Avatar di AnonimoAnonimo alle 19:24 del 06-02-2013
Anche io

Non sopporto più i miei genitori.. Mi dicono ogni giorno che sono una fallita che gli fa pietà solo per il gusto di farmi star male, ho quasi 20 anni , sono sempre stata un ottima studentessa sono uscita dalle superiori con un voto molto alto e sono al primo anno di università ( architettura ) , mio padre si divertiva a dirmi ogni giorno che io facevo l'università degli Sfigati solo perché non ho scelto facoltà come ingegneria medicina, mi dicono ogni giorno che sono una buona a nulla e fallita, mia madre non mi rispetta .. Ho lasciato l'estate scorsa un ragazzo con cui stavo da pochi mesi, a me lui non piaceva , era un ragazzo molto molto immaturo , mia madre a cui non lo avevo mai presentato è andata ad indagare su di lui e ha scoperto che era un bravo ragazzo intelligente e di chiesa, ha iniziato una guerra contro di me che dura ormai da sei mesi mi dice che io rimarrò zitella finiro a trent'anni a ubriacarmi nei bar con amici Sfigati , poi ha anche messo in mezzo delle mie amiche dicendo che loro le avevano detto che io ero una stronza che avevo trattato malissimo questo ragazzo ( quando è stato lui a trattare male me dicendomi che forse mi vedeva come un'amica e io ho deciso di lasciarlo )..erano cose che si era inventata mia madre le mie amiche non le avevano detto nulla del genere, mi ha fatto litigare con loro senza motivo e mi ha detto che ero una figlia di merda e altre cose simpatiche .. Perché le avevo fatto fare brutta figura chiedendo spiegazioni.. Comunque poi sono venuta a scoprire che lei mi ha rubato il cellulare e ha letto la conversazione tra me e questo ragazzo , c'era stata una litigata tra me e lui, lei ha invaso la mia privacy ed è venuta a dirmi che facevo schifo come persona , quando ho saputo questa cosa non le ho parlato per mesi , e le uniche conversazioni erano litigate.. Ho pianto per mesi finché abbiamo raggiunto una tregua... Sta sera dopo tanto tempo che non tornavamo sull'argomento mi ha detto che era venuta a sapere che lui era fidanzato ha fatto una risata e ha detto in tono cattivo che mi stava bene, invade la mia vita senza rispetto senza pensare che quello che mi dice fa male... Sempre questa sera mi hanno detto dopo che ho avuto una brutta litigata con mia mamma che è meglio che me ne vado via di casa che sono una merda fallita buona a nulla è che ho 19 anni ed è ora che mi mantengo...Io ho una sorella più piccola , non molto brava a scuola , ma comunque la preferita dei miei, io se prendevo brutti voti venivo messa in punizione lei viene mandata a ripetizioni aiutata e messa nel piedistallo..le comprano il doppio dei vestiti e oggetti.. E mi dicono sempre che sarà migliore di me solo perché frequenta una scuola privata... Un giorno abbiamo fatto la solita litigata fra sorelle.. Lei aveva i miei jeans le ho chiesto di ridarmeli e mi ha risposto no sono miei e mi ha spinto contro il muro... Abbiamo iniziato a picchiarci mio padre ci ha sentite e ha messo ovviamente le mani addosso a me , mi è andato via il respiro e mi è venuto un attacco di panico, ho chiamato mia madre che è tornata dal lavoro volevo denunciarlo ma non me l'ha permesso, mi ha fatto una camomilla e ha detto con questa t passa, quel giorno davvero volevo suicidarmi..anche con mio padre non ho parlato per molto tempo, ha smesso di offendermi tutti i giorni come faceva prima dopo che ho smesso di parlargli, anche perché a causa di tutti i fallita che mi prendevo volevo mollare e andare a lavorare scappare e allora i miei si sono dati una regolata , però sta sera dopo la litigata hanno ricominciato... Ad offendermi a dire che ero una fallita che non farà mai nulla nella vita.. Sono sempre stata una brava figlia credo, e questo non lo merito,non ho mai causato problemi con scuola o altro ...io non ce la faccio più io non reggo più , non riesco ad essere felice, sto male , piango , mi viene da vomitare... Mi sono persa e vorrei che tutto finisse.

Avatar di AnonimoAnonimo alle 00:54 del 20-02-2013

Ragazza dell'ultimo commento, fatti un favore:scappa. Cerca di raggiungere un minimo di indipendenza economica per andare via, oppure, se proprio sei costretta a restare, cerca di non assorbire tutto e inizia a pensare a come fare per evadere. Quand'ero adolescente anche i miei genitori non facevano che avercela con me, per qualsiasi cosa, immotivamente e alla cieca:sono sempre stata brava a scuola, non ho mai frequentato brutti giri, non mi sono mai drogata. Ma niente:sembrava quasi che si divertissero a coalizzarsi contro di me per darmi addosso, sembrava quasi che sperassero di vedermi fallire in qualcosa per incazzarsi, per sfogarsi. Una volta mio padre, con pura cattiveria, mi disse:"Oh, vedo che non ti chiama più nessuno (all'epoca si chiamava sui telefoni di casa..), cos'è, non hai più amici?Non ti sopporta più nessuno?" e altre amenità del genere. Un bel giorno mi sono rotta le scatole e ho iniziato a farmi scivolare tutto addosso, facendo la vita che volevo fare io, per me sola. Naturalmente liti e incazzature senza fine,però ne sono uscita. Ora di anni ne ho 27, vivo da sola e quando si cresce, se può consolarti, di solito, i rapporti con i genitori migliorano molto, difatti ora, soprattutto con mia madre, ho un ottimo rapporto (pensare a quanto sapeva farmi piangere quando avevo 15 anni..e anche ora, che cerco di capire il perchè facesse così, non riesco a darmi una spiegazione..forse era il suo unico modo di scaricare tensione e frustrazione. Non lo so. Tralasciando il fatto che tuo figlio è proprio l'ultima persona su cui dovresti farlo.).Però, cosa devo dirti?Certe cose non si dimenticano. Loro forse hanno rimosso tutto, a me certe cose fanno ancora male, perchè poi l'autostima me la sono dovuta ricostuire da sola, e non è stato un lavoro facile. Hai tutto il mio appoggio e ti ripeto..la fuga è l'unica soluzione. 

Avatar di IrisIris alle 10:14 del 20-02-2013
Kahlil Gibran-Il Profeta che sia ispirazione per la vita...bisogna leggere..leggere tanto

 

Allora una donna disse: Parlaci della Gioia e del Dolore

Ed egli rispose:

La vostra gioia è il vostro dolore senza maschera.

E quello stesso pozzo che fa scaturire il vostro riso fu più volte colmato dalle lacrime vostre.

Come potrebb'essere altrimenti?

Più a fondo vi scava il dolore, più gioia potete contenere.

La coppa in cui versate il vostro vino non è la stessa coppa cotta nel forno del vasaio?

E il liuto che addolcisce il vostro spirito non è lo stesso legno intagliato dal coltello?

Quando siete felici, se scruterete il vostro cuore, troverete che è ciò che vi ha fatto soffrire a darvi ora la gioia,

E quando siete afflitti, guardate ancora nel cuore, e scoprirete che state piangendo solo per ciò che vi ha reso felici.

 . . . .

Alcuni di voi dicono, "La gioia è più grande del dolore" e altri dicono, No, il dolore è più grande".

Ma io dico a voi che sono inseparabili.

Essi giungono insieme, e quando l'una siede a tavola con voi, ricordate che l'altro dorme nel vostro letto.

In realtà, oscillate tra il dolore e la gioia come i piatti d'una bilancia.

Solo se vuoti, state fermi e in equilibrio.

E quando il tesoriere vi alzerà per pesare il suo oro e il suo argento,

allora la gioia o il dolore dovranno per forza sollevarsi o cadere.

Avatar di AnonimoAnonimo alle 18:45 del 11-04-2013
Sorridiamo alla vita....

Capito per caso in questa pagina....O forse no.Fra pochi giorni arrivano  i miei 41 anni...:single, senza lavoro ormai da due anni, con un passato poco felice alle spalle...Diverse crisi depressive  per le botte che la vita mi ha "regalato"....Ho pianto tantissimo, Dio solo sa quanto...Poi incontri persone lungo  la tua strada con malattie incurabili, che lottano per ogni minuto della loro VITA....e mi dico :cammino sulle mie gambe, vedo,sento, respiro autonomamente...A volte dimentichiamo quanto siamo FORTUNATI....Sorridiamo alla vita, sempre... :)

Avatar di AnonimoAnonimo alle 01:46 del 04-08-2013
Dolore prodotto da una società ipocrita

Sono arrivata in questa pagina per caso, scrivendo "sono una fallita" su google, dopo un mio fallimento, in questo brutto momento che sto vivendo. E leggo di gente che soffre molto più di me. Il problema è questa società in cui conta solo apparire dei vincenti e la sconfitta non è socialmente accettata.

Ragazzi, nessuno di voi è fallito, accettate la sconfitta, mandate a quel paese questa società benpensante e ipocrita e siate voi stessi aldilà di tutto! Essere se stessi è l'unica vittoria, e ci si arriva attraverso la sofferenza. Reagite, fatelo per voi, la vita è solo una, non sprechiamola!

Avatar di AnonimoAnonimo alle 16:56 del 03-12-2013

Io non ho voglia di commentare vorrei solo tanto andarmene via da questo mondo

Avatar di AnonimoAnonimo alle 05:08 del 09-01-2014
non credevo ai fantasmi fino a che non mi sono visto

sono un altro dei tanti falliti vago in giro qua e la senza concludere niente sono sempre solo vacanze estate capodanni ho provato a fare vacanze da solo uscire la sera da solo ma ho solo ottenuto ancora piu solitudine sono come un antico fantasma che continua a vagare senza meta nel nulla

Avatar di AnonimoAnonimo alle 23:56 del 31-07-2014
Ragazzi ma facciamo qualcosa!inventiamoci qualcosa!

Ciao..sono una ragazza di 27 anni e oggi mi sento particolarmente SOLA, mi sento invisibile e insignificante. Ho fatto una ricerca su google e sono incappata in questa pagina. Ragazzi io mi sento esattamente come voi e vi capisco eccome cazzo! Svegliarsi, realizzare quanti dei nostri sogni siano stati infranti e quanto maledettamente dificile sia trovare una strada alternativa, che ci dia almeno la possibilità di essere fieri di noi stessi, perchè TUTTI e sottolineo, TUTTI hanno il diritto di vivere con dignità...Ma questo è un circolo vizioso, il male oscuro ci costringe a ritirarci, per paura o per vergogna, il dolore è dipinto sulle nostre facce, gli amici spariscono, il lavoro diventa un miraggio..l'amore quasi un'utopia...Gente se potessi, se solo potessi conoscervi, vi proporrei quasi quasi di creare una cooperativa ahahah!!! E perchè no? Io sarei molto lieta di fare la vostra conoscenza..almeno ci sentiremmo soli in compagnia!! Non so neppure i vostri nomi ma vi voglio bene comunque..e vi auguro il meglio..perchè so che voi capireste ccome mi sento e quello che sto passando...un bacio a tutti voi!!

Avatar di AnonimoAnonimo alle 19:38 del 02-01-2015

@anonimo 19:38; registrati e fa uno sfogo tutto tuo allora.

Avatar di RorschachRorschach alle 20:25 del 02-01-2015
Lottare ogni giorno e soprattutto migliorare...

Ciao a tutti, mi chiamo Valentina e ho 29 anni; mi sono imbattuta su questa pagina grazie al mio fidanzato, che mi ha fatto presente che venivano riportate storie simili alle mie. Leggendole mi sono resa conto che non sono l'unica e soprattutto mi sono commossa perchè posso capirvi con tutto il cuore.

Brevemente vi dico che sono cresciuta sin da piccola con i nonni (che mi hanno voluto un bene dell'anima e che purtroppo non ci sono più), a causa del fatto che ho due genitori disgraziati.... . Da piccola mio padre ci picchiava (sia a me che a mio fratello), non siamo vissuti mai in pace, tutte le feste erano rovinate da mio padre, ecc ecc ecc; mia madre invece ha fatto sempre la vittima, non ha mai lasciato mio padre e ci ha costretti a vivere così. La mia adolescenza e gli anni a seguire li ho passati completamente sola, tranne che con i nonni... . Sono stata fidanzata con un ragazzo, con cui ho avuto una storia travagliata e dopo cinque anni decisi finalmente di lasciarlo ma a mia mamma non andava giù (il perchè l'ho scoperto negli anni a seguire ed era il fatto che stando con lui rivedeva lei e le sue sofferenze con mio padre quindi voleva vedrmi soffrire come lei). Ho frequentato amicizie sbagliate, che volevano solo il mio male, risultato: non credevo in me, autostima a zero, ho pensato al suicidio ma ero troppo debole per farlo, mi sentivo vuota, senza un futuro nè obiettivi, insomma come voi.

Un bel giorno, esattamente tre anni fa, ho incontrato Giovanni e la mia vita è cambiata radicalmente, ho imparato finalmente che cosa vuol dire amare, esserre apprezzata per quello che si è, la vera felicità, ma nel frattempo mia madre, mio fratello e mio padre, hanno iniziato ad invidiarmi perchè ero felice e ne hanno fatte di tutti i colori, sia a me che a Giovanni. Purtroppo a tutt'oggi vivo con i mie e sopporto le loro invidie e frustrazioni, perchè ancora non abbiamo un lavoro e non possiamo sposarci, ma cerco di andare avanti, di lottare, sperando che questo incubo finisca.

Quindi vi dico di non arrendervi mai, nonostante tutte le avversità, continuate a lottare perchè anche la sofferenza fa parte delle vita...., sono sicura che la vita dà una change a tutti e spesso mi sno sentita una perfetta egoista di fronte a quelle persone che lottano a causa delle malattie...., vi auguro il meglio.

Avatar di AnonimoAnonimo alle 20:56 del 01-10-2015
sono anni che vorrei riuscire ad essere felice

Ciao a tutti stasera dopo l'ennesima litigata con mia madre che non perde occasione per ripetermi quanto sono una fallita e quanto non valgo niente mi sono imbattuta in questa pagina. Non sono abbastanza forte per suicidarsi ma ci penso a volte. Non ho un lavoro fisso, ho perso la mia persona di riferimento, mia nonna paterna, che mi ha cresciuto ed era l'unica a non vedermi come uno sbaglio, come una nullità. Qualsiasi cosa faccio non è mai abbastanza, a scuola ero la prima della classe ho vinto anche 2 borse di studio ma tra le botte di mio padre e mia madre che urlando addosso rompeva tutto quello che capitava a tiro, mi sono convinta che non c'è la farò ad uscirne. Ora vivo a casa e faccio lavori saltuari, non esco mai, motivo per cui mia madre mi rifaccia che me lo merito, che nessuno mi vuole. Non riesco a fidarmi degli altri perché temo che mi facciano star male come fanno i miei. Vorrei solo essere felice e dimostrare che si sbagliano ; ogni giorno non vedo l'ora che sia sera sperando di fare qualche sogno bello che mi faccia dimenticare la mia schifosi vita, invece ho sempre incubi e a volte anche attacchi di panico nel sonno. Tiro avanti grazie alla fantasia e ai film che mi appassionano facendomi dimenticare i problemi. Prima o poi però torno alla realtà è vorrei solo morire o trovare qualcuno che mi aiuti ad uscirne senza giudicarmi. 

Avatar di AnonimoAnonimo alle 21:33 del 08-10-2015
depressione

Sono un uomo di 40 anni che da poco ho chiuso una convivenza di 8 anni, è dura sono sempre depresso sono solo senza nessuno 

Avatar di AnonimoAnonimo alle 23:41 del 13-03-2016
pensieri insopportabili

Io spero di riuscire a farla finita al più presto 

Avatar di AnonimoAnonimo alle 03:17 del 20-05-2016

@anonimo 3.17: raccontaci la tua storia, scrivi uno sfogo, vedrai che troverai tanti spunti di riflessione :)

Avatar di XyzXyz alle 13:48 del 20-05-2016

Bisogna imparare a bastarsi, volersi bene è l'inizio, poi buttarsi a capofitto nelle cose e rischiare sempre, io sono giunto al punto di non aver più nulla da perdere , 14 ANNI della mia vita persi buttati, la depressione è un bruttissimo parassita che vive alle tue spalle , per come la vedi io ragazzi utilizzando una citazione del film "le ali della libertà " o "fai di tutto per vivere o fai di tutto per morire" .

Avatar di AnonimoAnonimo alle 16:21 del 20-05-2016
Io ho fatto tutti i tentetivi

Ciao io ho 36 anni appena compiuti, soffro di depressione da quando ne avevo 16 dopo essere stato gravemente ferito al ginocchio sinistro da due colleghi della societa´ sportiva che mi aveva selezionato per le Olimpiadi giovanili, da li´ e´ iniziato l´inferno , ginocchio sinistro distrutto e carriera finita  a soli 16 anni, dopo anni di psicoterapie ho provato a rimettermi in gioco trovando la forza di continuare con gli studi e sono riuscito a laureami ma inutilmente poiche´ non avendo nessuna amicizia importante che mi raccomandasse sono sempre rimasto escluso, e poi sapete come gira in Italia, discriminazione assurda per eta´, io mi sono laureato tardi perche´ ho iniziato tardi, ho dovuto fare un attimo un attimo per anni psicoterapie per non ammazzarmi, ma sapete cosa gliene frega a questa societa´ di merda basata proprio sulla discriminazione e sull´esclusione sociale per non parlare dell´emarginazione e dei pregiudizi verso chi ha purtroppo malattie mentali???? Cosi´ per altri anni salvo lavori stagionali e a nero ho tentato il tutto per tutto, sono partito per l´estero, sono in Germania da tre anni adesso pero´ manco qui ho avuto fortuna anche se il clima devo ammettere e´ tutt´altro rispetto all´Italia, qui sto ricevendo molto aiuto per uscire da questo circolo vizioso ciononostante gli anni sono passati e pure qui candidarsi per un lavoro a 36 anni con un curriculum pressoche´ vuoto non porta a risultati............che dire signori, non posso biasimare chi non ce la fa piu´ e vuole togliersi la vita, io vi dico pero´ prima di uccidervi valutate se avete giocato tutte le vostre possibili chances, il suicidio e´ davvero l´ultima carta da giocare, io penso che molti di noi ne abbiano ancora alcune nella propria mano.......pensateci.......

Avatar di AnonimoAnonimo alle 08:29 del 18-08-2016
Ma suuu dai...

Il suicidio e da Codardi...da rammoliti bisogna combattere.

E una ruota,prima o deve girare anche a Noi giusto?? 

Io ho 31 anni,sono stato licenziato,la ditta ha chiuso.Non trovo lavoro,prima ero pagato bene,mi concedevo quasi all usso...ora sono un pezzente senza soldi e lavoro....con mio padre ammalato e devo badare a lui. Ma vado avanti.....forza dai che le belle cose arrivano

 

Avatar di AnonimoAnonimo alle 18:47 del 30-09-2016
Ma suuu dai...

Il suicidio e da Codardi...da rammoliti bisogna combattere.

E una ruota,prima o deve girare anche a Noi giusto?? 

Io ho 31 anni,sono stato licenziato,la ditta ha chiuso.Non trovo lavoro,prima ero pagato bene,mi concedevo quasi all usso...ora sono un pezzente senza soldi e lavoro....con mio padre ammalato e devo badare a lui. Ma vado avanti.....forza dai che le belle cose arrivano

 

Avatar di AnonimoAnonimo alle 18:47 del 30-09-2016
capita anche a me

Ciao anche io sono molto a terra da un po di anni.non riesco ad uscire da questo limbo e come se un energia più forte mi tirasse indietro ogni volta che tento di reagire.ho pensato anche io di farla finita ma il pensiero di far stare male a chi mi vuole bene mi fa sentire in colpa! Aiutiamoci 

 

 

Avatar di AnonimoAnonimo alle 00:54 del 17-11-2016
Perdita di identità....

  1. Ho trovato una pagina che mi rispecchia a pieno. Purtroppo da 7 anni ho vissuto delle scelte degli altri, di mio padre sull'università  del mio ex sulla mia vita, sono stata una vera moscia. L'unico momento che ho avuto per me è stato quando ho deciso di iscriversi a un Master pagato da me dopo un lavoro che odiavo a morte, che non è servito a nulla e da cui sono scaturiti 2 anni di disoccupazione successiva. Sono andata anche all'estero e avevo un lavoro decente ma la vita costava tanto e i miei genitori non hanno più potuto passarmi un euro. Sono rientrata, ho incontrato l'uomo della mia vita, ma il vero problema è che il problema persiste da un annetto. Oramai ho 28 anni e non so come faccia a sopportarmi, la verità è che ho perso qualsiasi senso di ciò che voglio fare nella vita, ancora imposizioni esterne che mi hanno portato negli ultimi mesi a uno stato cattolico di sopravvivenza dove sono felice solo quando vero il mio uomo. 8 anni buttati nel cesso, 8 anni di imposizioni, insulti che non ero mai abbastanza, che ho sbagliato sempre tutto, con il risultato che la mia autostima non esiste più, non esiste più la vecchia me, non esiste più nemmeno un progetto che potrei avere in mente di fare perché ho perso il senso di me stessa. A volte davvero ti puoi pure scervellare ma quando non è il momento, quando non hai una motivazione e non la trovi, quando hai la mente annebbiata possiamo anche provarci a fare qualcosa ma il risultato è che non è il nostro momento. Non credo che uccidersi sia la soluzione anche se a volte è spesso ci penso, e quando mi succede ripenso al film CastAway quando lui dopo un tentato suicidio ha deciso che doveva "continuare a respirare"...solo questo...continuiamo a respirare e chissà mai un giorno una illuminazione un qualcosa arrivi a bussare alla vostra porta. Io attualmente sto affrontando il mio dolore a pieno vivendo praticamente in casa, ma ora è così, ora mi si può dire qualsiasi cosa ma la mia testa non è che non recepisce ma non riesce a reagire. Chissà un giorno....vi voglio bene ragazzi anche se non vi conosco e vi sono vicina....non fatevi rovinare la vita dagli altri, non fatevi imporre le cose, purtroppo l'età dopo i 20 è fondamentalmente per costruire la nostra identità pure se vanno male le cose, almeno qualcosa rimane...non fate questo errore, perché sono gli anni più importanti. Sbattevene a fate quel cavolo che volete!!!! Io due volte l ho fatto con il master e il lavoro all'estero, però purtroppo non riuscivo a campare ma ci stavo bene li perché era una scelta mia. Un abbraccio a tutti 

Avatar di AnonimoAnonimo alle 14:02 del 28-11-2016
un'altra vittima

Boh, sono arrivata qui, ed ho letto le Vostre lettere, tutte,piene di emozioni, di sentimenti, anch'io come voi sto vivendo una situazione difficile, a 50 anni ho perso il lavoro, dopodiché una serie di contratti a tempo, ed ora di nuovo disoccupata pero con la,differenza che ora ho 56 anni e di nuovo nella disoccupazione, mi sento depressa, inutile, ci sono dei giorni che sto pensando come suicidarmi, poi magari mi passa...accendo la tv la Maria di filippi...Forum...Il segreto e cosi via..fino a che non vado al letto...Buh mi chiedo il perché?..perche nella vita mi va tutto male, un matrimonio fallito, una vita se si puo chiamare vita sempre di merda, mai in vacanza, ogni tanto una pizza, e una t.shirt da cinesi ...questo mi ha,dato solola vita...e alla fine neanche una pensione...sto perdendo anni di contributi...e quindi mi chiedo ma vale la pena vivere?...

Avatar di AnonimoAnonimo alle 15:45 del 17-02-2017
Sono uno come voi

Ciao a tutti,sono diciamo uno dei tanti che ha un esistenza merdosa.Ho subito bullismo alle medie e da allora fatico veramente a fidarmi di altri.Ho lasciato le superiori al compimento della maggiore età  (ora ne ho 23)..ammetto che è stato un errore.Da poco ho ripreso a studiare per avere almeno uno straccio di diploma ma combatto da 10 anni con la depressione e apatia..sono veramente stanco,per di più ho deciso di andare da uno psichiatra.Mio padre non fa che rinfacciarmi il mio essere una nullità.Vorrei solo stare tranquillo,avere pace e poche preoccupazioni.Un giorno vorrei andarmene,chiudere con tutti e tutto e viaggiare a piedi per conto mio

Avatar di AnonimoAnonimo alle 21:33 del 06-04-2017
Tutto finito

A 20 anni all0universita' un amore intenso, unico, accecnte ancora oggi salvo che lei prima volle abortire nostro figlio (ambedue lavoravamo ma non se la sentiva) e poi (dopo 8 anni di relazione) comicio' a dire che doveva lavorare nel weekend salvo scoprire che andava a spassarsela con un suo collega. ma intanto le cose andavano bene, a 35 anni avevo una vita piena, un lavoro che mi piaceva, gite con amici, una ragazza e tutto il resto. Poi un parente inguaia tutti facendosi fare garanzie e rubando denaro.
Risultato: senza amici perche0 scappano quando sei inguaiato, temono sia contagioso, non sei divertente perche' ti devi fare i conti in tasca e non puoi mai, senza un lavoro fisso, coi soldi contati, tutto pignorato auto compresa.

Non mi sono ancora ammazzato perche' il tizio che su internet mi doveva vendere una pistola per spararmi (volevo essere sicuro di morire) mi ha fottuto 1000€ per sparire.
Manco quello son capace di fare e per ora ho desistito.
Un avvocato delle associazioni per i poveri (pignoramenti e tutto il resto sono cause legali ocstose) mi ha detto che difende solo i senzatetto ed io una casa la possiedo ancora percio' debbo arrangiarmi. avevo un cane che amavo ed ho dovuto regalarlo perche' non potevo dargli da mangiare per poter pagare le bollete di casa e fare la spesa.

La prossima volta spero mi abortiscano per non dover finire a 40 anni cosi'.  

Avatar di AnonimoAnonimo alle 19:28 del 25-04-2017
Come si fa a cambiare?

Io di anni ne ho quasi 38. Esco solo per andare al supermercato, alla posta, per andare a comprare vestiti da riporre nell'armadio perché non li indosserò mai in quanto non ho occasioni.

Da oltre 10 anni non ho amici con cui uscire. Il fidanzato? Non ne ho mai avuto uno vero, sono sempre stata l'amante di qualcuno, a volte consapevolmente, altre volte invece sono stata ingannata da finti single. Nessun uomo mi ha mai voluto bene davvero, portata a cena fuori, fatto regali. Lavoro da casa, vivo con i miei genitori, guadagno troppo poco per pagare un affitto, per comprare casa dovrei dare fondo a tutti i miei risparmi e ciò mi spaventa, non.me la sento. 

Ho provato ad iscrivermi a qualche chat online. La verità è che ho grosse difficoltà a relazionarmi con gli altri, l'idea di incontrare realmente qualcuno mi spaventa perché andare a prendere un caffè, beh, mi sentirei mpacciata,  a disagio. E l'unica volta che ho fatto il grande passo ed uno, l'ho incontrato, si è sentito in diritto di provarci mentre io vorrei "conoscere " qualcuno. L'idea di rimanere sola per sempre mi spaventa ma non uscendo è così che andrà, rimarrò sola.

Non sono mai andata in vacanza, mai! E dove vado sola se non sono capace nemmeno di andare a prendere un caffè?

Ogni tanto sbotto con la mia famiglia, piango davanti a loro, la risposta di mia mamma e mia sorella è "mica è colpa mia? " . Se mia sorella non avesse smesso di uscire con me quando si fidanzò , forse non mi sarebbe andata così male. In fondo la colpa mia. Mi sento come un animale in gabbia, vorrei tanto riuscire a scappare ma fuori non saprei come comportarmi.  E poi come si fa a cambiare?  Quelle rare volte che esco non succede mai niente. Andrà sempre così perché va così da più di 10 anni. ..

Avatar di AnonimoAnonimo alle 22:09 del 21-07-2017
avevo scritto anni fa

E non è cambiato niente! Ho quasi 40 anni, non ho un lavoro, nè amici, nè fidanzato nè niente. Ho tentato di uscirne ma all'ennessimo fallimento ho capito che non ci sono riscatti, bisogna accontentarsi di quello che c'è, ovvero il nulla. Gli altri hanno non dico la felicità, ma realizzano qualcosa, io no, questo e quanto, e ne prendo atto. Chiedo soldi a mio padre e mio fratello, elemosine per campare, e le mie giornate consistono in attesa, più velocemente passano meglio è, anche se l'indomani il problema si ripresenta, peggio ancora durante le feste piene di gente felice e io che sono sempre sola. Così è, non ci possiamo fare niente, le belle frasi fatte non servono nella realtà.

Avatar di AnonimoAnonimo alle 16:58 del 17-04-2018
Piu' in basso di cosi' c'e' solo da scavare

Intanto parto da me: 41 anni divorziata con una malattia seria e ovviamente senza lavoro...famiglia dimmerda che non capisce perche' troppo occupata a pensare ai cazzi propri e si scarica la coscienza facendomi la spesa e psgandomi le visite mediche. Uomini dopo il verme vigliacco del mio ex mi terrorizzano e sto qui a far passare la vita guardandola dietro una finestra...e sono pure contenta perche' almeno mi si permette di guardare. Soldi zero chiaramente e quei due vengono spesi per il mio cucciolone che e' tutta la mia vita ...veramente se non fosse per lui che abbaia gioca e fa i capricci credo che avrei smesso di combattere...e passo a voi...tutto finito: nessuno puo' capirti meglio di me vengo da situazione con alcune affinita'ragguardevoli...ti prego non andartene perche' se te ne vai mi lasci da sola a combattere il vuoto...avevo scritto anni fa: se ti va e sai come si fa contattami in privato teso' magari ci sediamo sull'orlo dell'abisso con una birra..tanto non peggiora mica.

Vi abbraccio tutti ognuno di voi con tutto l'amore del mondo 

Avatar di AnonimoAnonimo alle 00:59 del 23-04-2018
E vi prego

Non pensate al suicidio sembra idiota dirlo cosi'...io ci ho pensato tanto in passato anche recente poi quando stavo tra la vita e la morte in ospedale oh incredibile mi e' venuta voglia di viverla sta vita del cazzo che ho da menomata dalla malattia e dalle infinite delusioni e sberle in faccia...almeno sai che questo e' uno schifo che conosco...sai mai che con la sfiga boia che ho di la' trovo peggio?sto vivendo decidendo di accontentarmi di respirare di non stare a letto e di poter ancora stare a guardare. Una merda?? E che vi avevo detto che ero una principessa?? Poi alla fine ti ci abitui a vivere di riflesso come i vecchi...ma io vecchia ci sono nata per cui sti cazzi..eppoi magari mi dice culo se sono sopravvissuta e' tutto possibile.no?

Avatar di AnonimoAnonimo alle 01:12 del 23-04-2018
Smetto quando voglio

Ok ok non ho resistito a chiudere con la battuta finale del primo film...li adoro perche' rappresentano tanta parte dei miei fallimenti da laureata provetta ( solo sfruttata) e da ex  collaboratrice di prof che mi ha solo spremuta gratis per anni..per cui eccomi qui fallita in tutto e me ne fotto di tutti i pezzi di merda che mi giudicano.

 

Avatar di AnonimoAnonimo alle 01:25 del 23-04-2018
Disperazione

41 anni single, senza lavoro, problemi di salute, sono stata una bella ventenne, e ho fatto tutte scelte sbagliate, deve essere per forza colpa mia se mi ritrovo in questa situazione poi vedo anche che la vita con me è stata un po' dura. Ed io ormai non so più cosa fare. Alla mia età tutti quelli che conoscevo si sono sistemati.. lavoro, figli, matrimonio, ma poi mi chiedo ma che senso ha questa vita? Io mi addormento quasi ogni notte pensando di morire perché ho dei problemi di salute, ma poi la mattina apro gli occhi e sono ancora qui e mi chiedo Dio cosa vuoi da me? Ti prego aiutami perchè io sento una sofferenza che mi sta risucchiando e le lacrime mi rigano il volto

  

Avatar di AnonimoAnonimo alle 03:51 del 26-06-2018
Anche io

Io ho 41 anni, nella solitudine ci sono praticamente nata. Non ho mai combinato niente a livello lavorativo nè personale, e come molti di voi ho visto tanti ex compagni di sucola felicemente accoppiati e con buoni lavori, più o meno. Io nulla di tutto cio'. Non ho mai finito l' università,a volte lo rimpiango,altre meno, in realtà con lo studio ho sempre avuto problemi, benchè fossi stata sempre una persona curiosa e intelligente.

Mi manca molto un compagno. Figli no, non ne ho mai voluti, vedo le vite dei genitori e mi fanno orrore. Sempre di corsa, sempre mille problemi e orarai da incastrare, ma per carità. Un compagno di vita però mi manca.

Me ne vado in vacanza da sola, viaggio da sola, penso tanto...mi auguro sempre che arrivi un riscatto e lo auguro a tutti coloro che si trovano nella mia situazione. Voglio darvi un consiglio spassionato : non abbiate paura di fare cose da soli. Andate in vacanza,al ristorante , andate al cinema, fate quello che volete fare, non aspettate gli altri.

Avatar di AnonimoAnonimo alle 15:11 del 16-09-2018

Avatar di AnonimoAnonimo alle 00:59 del 30-12-2018

E se andasse bene così com'è? Voglio dire è oggettivamente impossibile avere sempre tutto in regola nella vita, sarà pure normale avere dei periodi in cui si riesce malapena ad arrivare in qualche modo a fine giornata. La ruota cmq gira 😊.

Ps: 'Come a Capodanno così x tutto l'anno' È una grandissima stronzata 😂

Avatar di FucktotumFucktotum alle 10:31 del 30-12-2018

Non posso che essere d'accordo con Ftotum,siamo esseri umani fallibili.

Poi,credo che il fallimento noi lo percepiamo in proporzione alle nostre ambizioni o aspettative che creiamo o ci impongono .

Alla fine il succo e'sempre quello ...la ricerca della felicità.

Avatar di LetterascarlattaLetterascarlatta alle 10:54 del 30-12-2018

Oddio, ma sei me? 

Sono uguale a te, non ho combinato un cazzo, son stata ricoverata, tentativo di suicidio, un semi stupro da ragazzina, bullismo a scuola ... Tutto quel che leggo è uguale alla mia storia, eccetto per il fatto che non ho cercato nessuno dei miei odiati ex compagni di scuola, che mi sfottevano. Perché farmi ulteriormente del male? 

Avatar di AnonimoAnonimo alle 17:57 del 23-05-2019

Mi sento una grande fallita della vita...con un cervello che farebbe a gara con una dodicenne..dal quanto è immatura e codarda..nn so affrontare le situazioni...sn stanca di essere come sono..sarebbe meglio farla finita con tutti!

Avatar di AnonimoAnonimo alle 23:13 del 08-10-2019

Non ho mai saputo inserirmi e integrarmi nel tessuto esistenziale..mi sn sentita sempre come un'intrusa,una disadattata sociale con poca personalità e midollo spinale...guardavo da  dietro un grande filtro gli altri miei coetanei vivere la loro vita pienamente.  Mentre io avevo solamente un surrogato di vita...sempre sola..ad affrontare la malattia mentale di mia madre..le assenze di mio padre x lavoro..i loro litigi furibondi..le risse e gli insulti tra di loro e io  sempre in mezzo.non mi sono creata una forte struttura ...mi seneteo spesso così vulnerabile e indifesa...ansiosa..insicura...nn è vita questa...nn verrò mai considerata .

Avatar di AnonimoAnonimo alle 23:38 del 08-10-2019

Inserisci nuovo commento



Attenzione: i commenti sono moderati per i non iscritti.

Statistiche:

Voto medio

0 VOTI

Iscriviti per poter votare questo sfogo.
 

Iscriviti!

Iscriviti
Iscriviti e potrai aggiungere commenti senza attendere approvazioni, votare gli sfoghi e gestire i tuoi post ed il tuo profilo senza limitazioni.
Clicca qui per aggiungerti