Gio

14

Mar

2019

La fase della vita che non termina

Sfogo di Avatar di LottascudoLottascudo | Categoria: Ira

Sono in una fase della mia vita da quando ho cominciato ad acquisire consapevolezza di ciò che mi circonda.

Non è una fase così strana, è l'unica che ho vissuto fin'ora. Eppure sembra strana se mi relaziono con gli altri, che siano persone per bene o schifose puttane.

Mi sento come se dovessi morire tra un'ora ogni ora che passa eppure non muoio mai. Mi chiedo se troverò mai una parodia di affetto oltre quello familiare e amicale. Affetto o amore dai quei frocioni? Ma ne saranno in grado? Ma se non so nemmeno chi diavolo sono! Non lo so io, non lo sanno i miei, non lo sanno i miei amici. Mi sento così sfigato in culo, a volte. Ma in fondo so di non esserlo.

Mi sento come se non avessi nulla da perdere. Vorrei essere uno spregiudicato del cazzo. Invece sono un moraleggiatore. Perché non sono una troia? Le troie non fanno fatica. Devono stare ferme e dare adito a doti attoriali discutibili. Sì bevono un bicchiere di vino e alzano le gambe.

Perché sono stato messo al mondo? I miei genitori mi amano e non mi fanno mancare nulla. In giro si sente dire che un figlio trattato come lo sono stato io dovrebbe solo che essere grato. Lo sono, ma non del tutto. Che cosa sono io per i miei genitori? Sono forse un servo? Faccio fede al compito della felicità altrui? Provo dolore, emotivo e fisico, e un giorno morirò. Sono nato perché qualcuno potessere essere felice. Solo questo?

Mi sento tradito. Ho quasi 25 anni e non c'è stato anno in cui non mi sia impegnato. Ho studiato, ho lavorato e ho ristudiato. Lo fanno tutti e lo faccio anche io. Perché è questo che la società si aspetta da me. Sì? Ognuno al suo posto perché tutto funzioni.

Perché esiste la misericordia spicciola? Perché un omicida doloso non viene ucciso? Perchè la società civile si ostina a voler rieducare delle persone malvagie? Non possiamo semplicemente accettare che la cattiveria non sia una malattia, ma un lato umano come un altro? Perché se il simbolo della giustizia è la bilancia si pareggiano i piatti con degli anni che non hanno lo stesso peso di una vita tolta?

Perché non siete umani? Perché non siete persone buone? Per cosa vale la mia fatica se un domani, vicino o lontano che sia, io non sarò più?

So che la maggioranza delle persone la pensa esattamente come me, ma tutti lo nascondono. 

Sono arrabbiato. 

6 commenti

You are young, my dear. E' normale che tu ti faccia tutte queste domande. Col tempo arriveranno le risposte.

Avatar di OldJoeOldJoe alle 23:17 del 14-03-2019

Chiosa al commento di Old: 

O magari non arriveranno, ma imparerai ugialmente a fottertene.

Avatar di OzymandiasOzymandias alle 06:24 del 15-03-2019

Secondo me, e già lo scrissi in un vecchio post, è una storpiatura della troppa libertà concessa. Informandomi sul "tranquillo" Medioevo ho potuto constatare come la libertà era attenuata dalla dura legge di Dio, o di chi ne faceva le veci. Ora, di sicuro ci saranno stati approfittatori preti do ogni tipo e chi più ne ha più ne metta, ma il rispetto di Dio, quando anche solo di facciata, permetteva l'allontanamento dell'empio. Insomma rassicurava. Oggi, per convivere con tutti, legalmente "fino a prova contraria", "oltre ogni ragionevole dubbio" hanno permesso, in nome del denaro e dello scambio, di non avere più una visione netta e chiara di cosa potrebbe essere empio, ma tutto assume sfumature grigie.

Avatar di AnonimoAnonimo alle 17:36 del 17-03-2019

Lotta, sai cosa penso? Che se non lavorare ti porta a ste infinite pugnette mentali che stanno sfociando in un mezzo delirio, avresti cazzo fatto meglio ad accettare quel lavoro che t'avevano proposto. I monaci zen menano a quelli come te con un bastone, perché sì, in certi casi non c'è un altro modo per interrompere il loop. Le emozioni dove le hai lasciate? Pensieri su pensieri su pensieri, a che pro? Il fatto che ti sta stretto il concetto convenzionale delle scopate può essere davvero un motivo sufficiente?  Peché secondo te allora c'è anche gente che fa boxe, arti marziali, va a cavallo o  balla, forse perché capisce l'importanza di un'emozione diretta e magari non si vuole scordare cosa significa SENTIRSI vivi, no?  C'è differenza tra il SENTO e il penso che...bla bla bla..mentre passo le giornate a crearmi i castelli s'aria nella mia testa.  

Avatar di FucktotumFucktotum alle 18:54 del 17-03-2019

Lotta sei forte, unico e perla rara. Vai forte che non sbagli.

Avatar di AnonimoAnonimo alle 19:43 del 17-03-2019

Lotta hai bisogno di viaggiare !

Avatar di BorromeoBorromeo alle 21:05 del 17-03-2019

Inserisci nuovo commento



Attenzione: i commenti sono moderati per i non iscritti.

Statistiche:

Voto medio

0 VOTI

Iscriviti per poter votare questo sfogo.
 

Iscriviti!

Iscriviti
Iscriviti e potrai aggiungere commenti senza attendere approvazioni, votare gli sfoghi e gestire i tuoi post ed il tuo profilo senza limitazioni.
Clicca qui per aggiungerti