Lun

09

Lug

2018

Odio la maleducazione

Sfogo di Avatar di ButterflyEffectButterflyEffect | Categoria: Ira

Non tollero la maleducazione delle mie compagne di università. Loro hanno fatto gruppo perchè si conoscevano già da prima e per un periodo hanno lavorato insieme. Capita sempre che mi escludono dai loro discorsi perchè parlano sempre e solo di lavoro e di cose che sanno solo loro, conoscendosi già da prima. Per questi motivi mi risulta difficile intervenire, mi scoccia fingere interesse per cose delle quali parlano e nelle quali non c'entro nulla, e poi dopo ore di lezione subentra la stanchezza e sinceramente non mi va di fare ulteriore sforzi per entrare nei loro discorsi. E comunque ritengo poco educato fare gruppo parlando solo di lavoro e fatti personali pregressi senza fare minimamente uno sforzo per far integrare una persona "esterna". 

Diciamo che sono "costretta" a passare del tempo con queste persone perchè viaggiamo assieme quindi non riesco neanche a togliermele dalle palle. Qualche volta siamo andate anche a cena assieme ed è stata una rottura di coglioni per ore: parlavano solo di lavoro, di fatti loro, quasi a voler evidenziare che loro hanno già una conoscenza da tempo quindi parlano di cose totalmente decontestualizzate mentre io sono l'ultima cretina arrivata e giustamente mi è difficile seguire i loro discorsi o dire la mia.

Queste stronze poi hanno ben pensato di dire davanti ad altri dell'università che quando stiamo insieme sembra che io stia in disparte, che intervengo poco, che sembra che chissà dove stia con la testa. E certo care coglione, e di cosa dovrei parlarvi che quando state assieme sembrate una setta di pazze con l'ossessione del lavoro, se non mi date modo come dovrei fare ad inserirmi nei vostri discorsi?

Ma andate a cagare 

7 commenti

Scusa ma non eri mica laureata con il massimo dei voti nello sfogo di 4 anni fa? o_O

Avatar di ProtagonistaProtagonista alle 17:46 del 09-07-2018

sono ad un master universitario post laurea.

Avatar di ButterflyEffectButterflyEffect alle 18:12 del 09-07-2018
Olio di gomito

Purtroppo questo accade sempre al passaggio in contesti nuovi, specie i primi tempi, in tutti i gruppi già consolidati: cambio scuola con nuovi compagni di classe; cambio posto di lavoro con nuovi colleghi; cambio facoltà con nuovi colleghi universitari. Da come hai elaborato il tutto, non credo te ne importi davvero di integrarti (sei pigra), eppure ti frustra che ti credano un'asociale...E sai perché? Perché dentro di te lo avverti che questo in parte dipende da te, che la responsabilità è anche tua insomma. Da un lato loro - è vero - ti ignorano, non ti coinvolgono né degnano più di tanto della loro attenzione; dall'altro però, tu nemmeno ti sforzi di inserirti nelle conversazioni, perché offesa dalla loro scarsa considerazione nei tuoi riguardi. Se davvero ci tieni a cambiare la loro opinione, allora tira fuori gli attributi, l'intraprendenza: mostrati socievole e allegra, intervieni spesso, dimostra che sei diversa da come ti considerano attualmente. Non c'è bisogno di esagerare, altrimenti penseranno che necessiti della loro approvazione; ma non puoi neanche restare passiva, o ti crederanno un'apatica. Il punto è che se vuoi il risultato, non esiste una scorciatoia, una via che non richieda sforzi da parte tua. Considera comunque che già il fatto di esserci uscita a cena è molto positivo. Dialogo a parte, sono le esperienze in comune a rinsaldare i legami, quelle concrete. Ti auguro di costruirti una piacevole amicizia.

Avatar di AnonimoAnonimo alle 20:27 del 09-07-2018

Bruciale!

Avatar di MeaowMeaow alle 16:57 del 10-07-2018

PORCO CANE è quello che capita sempre anche a me!!! Bastarde di merda... mandale a fanculo il prima possibile che è meglio soli che male accompagnati, fidati che anche da soli possiamo stare bene finché non si trovano le persone giuste. Sempre che in questa società esistano... ma sono positivo in merito.

BASTARDE!

Avatar di AnonimoAnonimo alle 12:19 del 21-07-2018

Idem! Farsi delle amicizie già è difficile, se in più ci si mette la gente stronza che non si sforza un minimo di farti inserire è ancora peggio. Io avevo un gruppo di amiche al liceo e già all'epoca era difficile legare. Poi iniziata l'università, dopo che io mi sono iscritta ad un'altra scuola rispetto alla loro, hanno iniziato a chiamarmi meno. Le vedevo su facebook che andavano a cena insiemeuna volta a settimana, condividevano viaggi e altre esperienze che io non avevo la possibilità di fare e quando si ricordavano di invitarmi e finalmente uscivamo insieme, daje a parlare solo di quello di cui io non ero a conoscenza. Poi non è che ti raccontavano i dettagli per farti comprendre la storia esilarante, no! Partivano con "Ehi tizia, ti ricordi quando blablabla..?" e tutte a ridere mentre io me le guardavo inespressiva, indecisa se mandarle a cagare o andarmente, tanto c'ero o non c'ero non faceva differenza. Che schifo di gente!

Avatar di blackdaggerblackdagger alle 18:52 del 21-07-2018

anche a me sembra maleducazione, perché basta seguire delle normali regole di cortesia e il nuovo arrivato ha la possibilità di integrarsi. se c'è una cena collettiva dovrebbero esserci delle presentazioni. e il resto viene da sé.

mi sembra che ci sia maleducazione e anche compiacimento nell'emarginare i soggetti esterni. probabilmente competizione. faranno strada nella vita... 

di fronte a certi comportamenti "sforzarsi" per integrarsi? boh. io direi di no, ma questa è solo la mia opinione. x me vale la regola del meglio soli che male accompagnati. 

Avatar di OldJoeOldJoe alle 19:36 del 21-07-2018

Inserisci nuovo

Inserisci un Titolo al commento:

Commento:*

Inserisci il codice antispam: CAPTCHA image
Attenzione: i commenti sono moderati per i non iscritti.

Statistiche:

Voto medio

0 VOTI

Iscriviti per poter votare questo sfogo.
 

Iscriviti

Iscriviti
Iscrivendoti potrai aggiungere commenti senza attendere approvazioni, votare gli sfoghi e potrai gestire i tuoi post ed il tuo profilo senza limitazioni.
Clicca qui o sull'immagine per aggiungerti