Gio

07

Nov

2019

La sua doppia vita

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Premesso che ognuno di noi ha un giardino segreto in cui è giusto che nessuno entri, ma lui va ben oltre questo. 

Lavora da 15 anni nello stesso posto e non mi ha mai,e dico mai, raccontato un episodio, una dinamica,nulla. Non so i nomi dei suoi colleghi e delle sue colleghe, quelle poche informazioni che son riuscita a estrapolare sempre tirandogliela con le catene, forzandolo.

Lui dice che non ha nulla da nascondere, che è solo il suo carattere, il che è vero: non racconta mai nulla della sua famiglia, dei suoi pensieri, ha un modo d'essere fatto così, con tutti. È silenzioso oltre ogni misura, ma in un modo molto particolare, quasi come un tempio giapponese, nel suo silenzio c è molto, infatti è molto ricercato per questo modo d'essere, il suo non è un silenzio da "emarginato".

 È il motivo per cui anche io mi innamorai di lui,colsi in lui qualcosa di speciale che andava oltre le parole e le chiacchiere quotidiane,ma questo suo modo ora mi è diventato ingestibile, essermi resa conto che lui, di fatto, ha una doppia vita alle mie spalle, mi rende furiosa.

Magari non fa nulla di male, o forse sì, ma io non ci credo che in 15 anni mai una sbandata.Vive 10 ore al giorno li, sta più tempo al lavoro che a casa. I primi anni mi fidavo e non ci pensavo,ma ora questa cosa è diventato un problema serio e sto arrivando ormai a chiudere questa storia,perché è un litigio infinito, sempre con la stessa dinamica:io lo accuso di nascondere qualcosa,lui nega e mi accusa di non poter parlare a vuoto,senza sapere,io lo rimprovero per questo suo silenzio disumano,che non è normale che non mi dia almeno modo di conoscere un po' la sua vita,che mi pare un comportamento assurdo,da alieno,e da questo scambio accesso parte un clima cupo e teso per casa,che dura anche giorni,fino al nuovo litigio.

Ditemi qualcosa perché io non so più che pensare e cosa fare,così è diventato un incubo. 

Tags: silenzio

54 commenti

Il posto di lavoro è una copertura molto probabilmente è un agente segreto o un serial killer. 

Avatar di AnonimoAnonimo alle 21:23 del 07-11-2019

Grazie anonimo 21:23 molto simpatico e vorrei poter esserlo io, qualche anno fa ci avrei scherzato su ma ora sono troppo stanca, vediamo altre opinioni che mi diano qualche spunto vero, grazie lo stesso 

Avatar di AnonimoAnonimo alle 21:43 del 07-11-2019

Oppure un alieno 

Avatar di ScandyScandy alle 21:53 del 07-11-2019

10 ore al giorno al lavoro e non si sa nulla del suo lavoro.

La gente così di solito nasconde qualcosa. Io non potrei starci. Ti capisco.

Avatar di AnonimoAnonimo alle 21:57 del 07-11-2019

Effettivamente, potrebbe essere dei servizi segreti. Oppure dei servizi paraculi.

Avatar di MoonmadnessMoonmadness alle 21:58 del 07-11-2019

Sono la sfogante e un tempo avrei sorriso con voi, ora sono un po' stanca, aspetto risposte se possibile che mi diano qualche spunto vero 

Avatar di AnonimoAnonimo alle 21:59 del 07-11-2019

Ps: non lavora ai servizi segreti e non è un killer, non ha nessuna copertura, lo accompagno spesso io stessa al lavoro o lo vado a prendere, in più occasioni Son dovuta andare sul posto di lavoro a prendere di corsa le chiavi dimenticate, ma fa un lavoro che non consente (come molti lavori) l'ingresso a esterni,mi hanno fatto passare come cortesia, in pochi istanti non ho avuto il tempo di approfondire colleghi e company, ma battute a parte escludiamo categoricamente che sia una copertura, lavora lì, stop. È proprio un suo modo di essere e di fare nella vita, è identico con sua madre, con la sorella, con i parenti, è proprio fatto così, e mi piace, ma il prezzo che sto pagando è troppo salato, me ne accorgo proprio per la questione lavoro. Grazie per eventuali spunti di riflessione perché sto per lasciarlo e dopo tanti anni è un vero peccato  

Avatar di AnonimoAnonimo alle 22:04 del 07-11-2019

Sono il primo anonimo. Provo a darti un'opzione seria. Potrebbe forse vergognarsi del suo lavoro? Magari ti ha mentito dicendoti che ricopre una posizione e invece svolge mansioni più umili. Magari non dice proprio nulla perché per mentire in continuazione ci vuole ottima memoria, tanta elasticità e tanta fantasia, non è da tutti. Non è affatto detto ti tradisca, credo più voglia nascondere qualcosa che lede la sua dignità...forse...

Avatar di AnonimoAnonimo alle 22:07 del 07-11-2019

Perché non riesci a prendere in considerazione il fatto che sia solo una persona che tiene il lavoro separato dalla vita privata?E perché pensi che ti nasconfa qualcosa?Solo perché non te ne parla?Anche io non racconto nulla,ma questo non sta a significare che abbia una doppia vita,è solo il mio carattere.

Prova a intavolare tu il discorso, iniziando con domande anche un po'banali,e digli che ti piacerebbe essere più coinvolta nella sua vita. 

Avatar di AnonimoAnonimo alle 22:07 del 07-11-2019

Quella sui servizi segreti non è una battuta, i dipendenti dell'AISE devono mantenere assoluto riserbo sulla loro professione. Ok, magari è una sparata, ma non è impossibile. Per caso si assenta per dei periodi? Hai mai provato a pedinarlo? O a farlo pedinare da qualcun altro? Hai mai controllato il suo cellulare? Ha della documentazione o non c'è nulla che ti faccia risalire al suo lavoro? Poi magari ha un'altra famiglia e basta, ma io non scarterei l'ipotesi dell'AISE

Avatar di MoonmadnessMoonmadness alle 22:11 del 07-11-2019

Ah ok, niente allora

Avatar di MoonmadnessMoonmadness alle 22:12 del 07-11-2019

Anonimo 22:07 ( il primo, ce ne sono due allo stesso oraio) grazie mille,non credo si vergogni, sarebbe una opzione valida, da non escludere, ma nel suo caso ricopre effettivamente la mansione che dice -impiegato- ho avuto modo almeno quello di verificarlo quando mi sono recata sul luogo di lavoro in maniera imprevista.

 Anonimo 22:07 (il secondo) ok ma a me sembra assurdo arrivare a ragionare in questi termini, dopo anni e anni insieme, non lo conosco da pochi mesi, lo "conosco" da una vita, ho provato cento volte a volerne sapere di più, magari per tenermi contenta mi da il "biscottino", qualche informazione minore così, ma se gli chiedessi, con calma e dolcezza "Ma che rapporti hai con i colleghi?", "Vai d'accordo?, sarebbe una risposta seccata e frettolosa del tipo "Che rapporti vuoi che abbia? Normali,di lavoro". Quando divento incalzante diventa scorbutico,per il resto è la dolcezza fatta persona,proprio non accetta domande di nessun tipo. 

Bho,a me non mi pare normale proprio tutta questa storia,non so come facessi prima a prendere sottogamba la cosa. La prendevo apputno alla leggera, dicevo "ok è fatto così, vuole tenere separate le due cose",ma non so perché con il passare degli anni mi sta sembrando invece inaccettabile,forse sono cambiata io,non lo so.

Avatar di AnonimoAnonimo alle 22:29 del 07-11-2019

Moonmadeness grazie lo stesso e anche all'anonimo di prima che ha detto che mi capisce, anche io credo che non potrò più starci, nonostante credo di esserne ancora innamorata ma un modo di fare che ormai mi è ingestibile, sono entrata in vera e profonda difficoltà nei confronti di questo rapporto. 

Avatar di AnonimoAnonimo alle 22:33 del 07-11-2019

Magari non gli piace il lavoro che fa - quindi quando è fuori dai suoi obblighi non ha voglia di parlarne - 

Avatar di ScandyScandy alle 22:43 del 07-11-2019

Sono la sfogante, dimenticavo un'ultima cosa, nella speranza che qualcuno, magari una donna ma non solo, possa capire davvero le mie sensazioni: a parte questo suo lato, che non parla e non racconta NULLA che lo riguardi, nei miei confronti è giusto. Dolce, presente,sempre pronto all'ascolto, passiamo il tempo libero insieme,mi mette serenità e  allegria, pur essendo uno di poche parole,quando parliamo di cose normali (cosa comprare per cena o cose del genere) riesce spesso a farmi sorridere, ha un velato senso dell'umorismo che mi riempie di buonumore e io a lui, ma ormai anche i litigi sono all'ordine del giorno, sempre uguali, da anni: io che mi ingelosisco e voglio sapere, lui che nega, ecc ecc.

Mi sembra di esser caduta in un loop da cui non sto riuscendo a uscire, percepisco questa sua seconda vita e la rabbia profonda che lui non la condivide in NESSUN modo con me  credo mi abbia creato ormai una ferita difficile da sanare.

Sto scrivendo qui per ascoltare opinioni prima del "Goodbye" finale che sto per darli,ma il vaso ormai s è bell che rott! Peccato,peccato davvero,eravamo una bella coppia e tuttora c è ancora sentimento,ma a volte l'amore non basta.

Avatar di AnonimoAnonimo alle 22:45 del 07-11-2019

Scandy si un po' si, non è esattamente il lavoro dei suoi sogni ma neanche gli dispiace, lo vive come un lavoro e basta (come direbbe lui). Ok, mettiamo che non voglia parlarne,ma MAI e ripeto MAi in 15 anni un racconto? Un compleanno di un collega simpatico? Un cliente particolare di cui raccontare qualcosa? Un fatto insolito? Un furto? Le cose succedono, succedono, altro che, e più scrivendo qui metto a fuoco chissà quanti episodi non so, più fomenta la rabbia per questa doppia vita che lui continua a negare dicendo che è solo un lavoro.

Avatar di AnonimoAnonimo alle 22:49 del 07-11-2019
non racconta mai nulla della sua famiglia, dei suoi pensieri, ha un modo d'essere fatto così, con tutti. È silenzioso oltre ogni misura,

Ma scusa, c'è qualcosa che mi sfugge...

Da quello che scrivi non parla di nulla.  

"E' chiaro, che il pensiero dà fastidio
Anche se chi pensa è muto come un pesce
Anzi è un pesce
E come pesce è difficile da bloccare
Perché lo protegge il mare
Com'è profondo il mare"

(L.  Dalla)

 Se è un pesce perché mai dovrebbe parlarti proprio del lavoro?

 

Avatar di SoldatojokerSoldatojoker alle 22:56 del 07-11-2019

Ho letto solo adesso gli ultimi commenti, soprattutto il penultimo. 

Vabbè

Per solidarietà con quel pover uomo, mi ritiro in religioso silenzio.

Notte 

Avatar di SoldatojokerSoldatojoker alle 22:59 del 07-11-2019

Soldato lo so, ma infatti i primi anni lo amavo così com'era, un pesce muto e silenzioso protetto dal mare. Coglievo in lui (non solo io,anche molte altre persone) un dono nel suo silenzio,la questione lavoro non me la ponevo più di tanto,magari facevo bene e vivevo bene.

Non so perché negli ultimi anni qualcosa in me sia cambiato, questo suo modo di fare ho iniziato a viverlo come un problema serio,portato all'estremo arrivo a pensare che se ora scoprissi che si è fatto un'altra famiglia e ha un figlio di 12 anni,lo reputerei plausibile. Non mi fido più di lui,questo suo modo di fare mi ha portato a reputarlo capace di qualuque cosa,magari non fa nulla,ma ormai il mio pensiero nei suoi confronti è compromesso,ne prendo atto pienamente. 

Avatar di AnonimoAnonimo alle 23:05 del 07-11-2019

Soldato visto ora il secondo commento,ok, vada per il religioso silenzio anche per me, ritiriamoci tutti in religioso silenzio come fa lui, io non so più cosa dire, tranne che un grande bho. 

Notte 

Avatar di AnonimoAnonimo alle 23:07 del 07-11-2019

Hai un uomo che non rompe i co*.e ti lamenti?

Le corna potremmo averle tutti. Indipendentemente da quanto il partner parli di sè. 

Avatar di AnonimoAnonimo alle 23:31 del 07-11-2019

Non è rompere i co*i o meno, è tacere completamente su una dimensione in cui trascorre 10 ore al giorno, per circa 320 giorni all'anno. Trascorre 3200 ore circa, ora più ora meno, ogni anno,da 15 anni, in un luogo di cui a me non ha mai neanche accennato. Ha vari colleghi uomini e molte colleghe donne, carine e coetanee. Non so se sono amici, di cosa parlano, che rapporto hanno, il nulla. Ti pare normale?A me no.

Ma grazie lo stesso per questa opinione. 

Avatar di AnonimoAnonimo alle 23:43 del 07-11-2019

Non riesco a crederci, tu stai mandando a monte un rapporto perché non ti parla del suo lavoro, non ti fidi perché non hai modo di coglierlo in fragrante, perché non hai spunti per stanare contraddizioni, è assurdo, io credo che la strana sei tu non lui, se ha una doppia vita può intortarti con una marea di perticolari e comunque avere una doppia vita, è proprio il luogo di lavoro quello deputato al tradimento  ma lo è per tutti, per chi ne parla e per chi no, fra tutte le scuse per lasciare una persona è in assoluto la più triste e banale, hai accolto piccoli dubbi nella tua testa e li hai nutriti e pasciuti fino fargli occupare tutto il tuo orizzonte ed ora non vedi altro, il suo non è un atteggiamento che ha assunto da poco, è sempre stato così, occam dice proprio questo, che la soluzione più semplice è quella vera. Te lo dico io che succederà ora, tu lo lascerai ed i tuoi piccoli demoni ipertrofici spariranno all'istante e ti renderai conto dell'immane cazzata che hai fatto, complimenti...  È proprio vero che se uno i problemi non ce lha se li cerca. 

Avatar di AnonimoAnonimo alle 07:18 del 08-11-2019

Ooooops...  Ammetto che preferisco la fragranza, ma la parola giusta era "flagranza". 

Avatar di AnonimoAnonimo alle 07:20 del 08-11-2019

@anonimo 7:18 anche a me puzza di paranoia. 

@autrice In fondo è sempre stato così, non è cambiato nel corso degli anni, no? Perché dopo 15 anni ti svegli e decidi che non va più bene?

" lo accuso di nascondere qualcosa,lui nega e mi accusa di non poter parlare a vuoto"

Cioè su che base lui avrebbe avuto sbandate? E anche se le avesse avute, pensi che te lo sarebbe venuto a dire? Perché tutti gli altri che parlano e hanno sbandate, lo vanno a dire al coniuge, vero?

 

 "da questo scambio accesso parte un clima cupo e teso per casa,che dura anche giorni,fino al nuovo litigio"

Tuo marito ti vuole molto bene se, dopo essere accusato a vuoto e dover litigare per forza, non ti ha ancora mandato a cagare. 

Avatar di XyzXyz alle 07:51 del 08-11-2019

Anonimo 7:18 se ho scritto qui è perché son pronta ad ascoltare altri spunti e punti di vista sulla questione.

Bho,quindi alla fine la strana sarei pure io? Cioè a te piacerebbe avere un partner di cui non sai nulla? Io faccio fatica a crederci,ma correggimi se sbaglio.

Non ho capito dallo scritto se sei uomo o donna,giusto per esempio immaginiamo che sei uomo,ti piacerebbe che la tua donna lavorasse in un ufficio per 20 anni,tra colleghi uomini e aitanti, suoi coetanei, e che tu ne sia tagliato completamente fuori,fosse anche in maniera benevola o comunque "involontaria",sol perché lei nel carattere è una taciturna e riservata?

Non è questione di demoni ipertrofici o forse sì,ammetto che ormai sulla questione sono accecata,non ossessionata (qui sto parlando solo di questo ma ho cento altri pensieri per la testa,che riguardano il mio lavoro e le mie cose), ma accecata si. È come se il mio cuore ormai ha deciso, troppe volte lui mi ha deluso,troppe ho cercato risposte che mi ha negato. Son sicura anche del rasoio di Occam,come dici tu alla fine magari davvero la questione è molto semplice,allora poniamola in un altro modo: ho bisogno io di un uomo che condivida la sua vita con me. Comunque grazie per tutte le opinioni,le sto ascoltando con attenzione

Avatar di AnonimoAnonimo alle 07:55 del 08-11-2019

Xyz vale anche per te quanto appena scritto per l'anonimo 7:18.

Quindi tu riusciresti, con tuo marito o moglie, ad accettare l'idea che lavori in un ufficio tremila ore l'anno circondato da donne che tu non conosci e di cui non conosci neanche i nomi? Io faccio fatica a credere che lo accetteresti.

E non mi sono svegliata una mattina all'improvviso cambiando atteggiamento, è stato un cambiamento lento e graduale ," un'acqua cheta." I primi anni non ci pensavo,forse mi sentivo forte del suo amore, forse ero presa dalle mie cose, di fatto non ci pensavo.I problemi sono iniziati quando, piano piano, ho iniziato a far qualche domanda in più, ma non da indagine, all'inizio erano semplici domande quelle che si pongono anche" di cortesia." per la serie "tutto bene oggi al lavoro?".

È stata la sua chiusura a fomentare i miei demoni,come dicono su,se lui avesse risposto con normalità "si, oggi Mario si è licenziato",ora non sarei qui a scrivere.Ma la sua chiusura ermetica mi ha fatto vivere ormai tutto come un tabù,ormai non posso più neanche sentir nominare quell azienda,mi sale una specie di ansia, e sono arrabbiata con lui per avermela fatta vivere così, quando poteva essere gestita diversamente,comunque ok.

Avatar di AnonimoAnonimo alle 08:04 del 08-11-2019

Sono 0718 , maschio  caucasico, sposato con prole, per anni mia moglie al rientro da casa mi ha martellato i cabbasisi con la sua giornata lavorativa, filippo, fausta, angelina, Roberto, uno sfrantumamento continuo di lamentele, pettegolezzi, e cazzatine varie, subivo il mio supplizio di 15 minuti e poi poteva cominciare il mio rientro a casa da guerriero stanco,  non ho esultato quando è stata licenziata, ma il supplizio quotidiano era finito....  Ah...  Aggiungo che della mia giornata lavorativanon glie ne è fregato mai una beata cippa, non fare cavolate, dei milioni di motivi per cui è lecito mandare a cagare il proprio oartner hai scelto il più insulso, ti sei scelto un uomo perché dici che il suo valore aggiunto è un silenzio consapevole, e poi ti lamenti perché non condivide con te?  Si confermo e sottoscrivo la trana sei tu! n

Avatar di AnonimoAnonimo alle 08:33 del 08-11-2019
8

*strana. 

Avatar di AnonimoAnonimo alle 08:34 del 08-11-2019

Bho va be, hai fatto Comuqnue un esempio estremo, di lamentele inutili e pettegolezzi. Io lo apprezzavo proprio perché lui non è così, ma a un certo punto si passa davvero da un estremo all'altro, cioè è incredibile come proprio la qualità che ci affascina di qualcuno,possa ritorcersi contro. 

Se lui mi parlasse lamentandosi 15 minuti ogni giorno non mi piacerebbe,ma neanche questo silenzio estremo in chi si è chiuso,neanche lavorasse come ha detto qualcuno si servizi segreti, e che caz..dai.

Ci sarà pure una normalità in mezzo, ok grazie comunque a tutti per spunti e opinioni. 

Avatar di AnonimoAnonimo alle 08:53 del 08-11-2019

*in cui si è chiuso

Avatar di AnonimoAnonimo alle 08:54 del 08-11-2019

"se lui avesse risposto con normalità "si, oggi Mario si è licenziato",ora non sarei qui a scrivere."

Ripeto: se avesse tresche non te lo verrebbe a dire. E ti parlarebbe di Mario omettendo che si è fatto Marta sulla fotocopiatrice. In poche parole, preferiresti che ti mentisse pur di sentirgli dire qualcosa.

Avatar di XyzXyz alle 08:54 del 08-11-2019

"I primi anni non ci pensavo,forse mi sentivo forte del suo amore"

Allora forse quello che cerchi sono conferme del suo amore? Non tanto il sapere del suo lavoro? 

Avatar di XyzXyz alle 08:56 del 08-11-2019
Sono 0718

A questo punto non è la tresca, vuole essere più partecipe della vita del suo amore, e questo lo capisco, quel che non capìsco è che sia.arrivata a pensare di risolvere il rapporto  per una cavolata, non c'è equilibrio in questo, è assolutamente fuori calibro. È la paura di scoprirsi alla periferia affettiva del suo uomo, comprendo ma non giustifico. 

Avatar di AnonimoAnonimo alle 09:04 del 08-11-2019

Io ho un'altra teoria: a te non è mai piaciuto il fatto che fosse riservato. Ti affascinava, ti incuriosiva, e alla fine vi siete messi insieme, con la speranza che lo avresti cambiato e che ti avrebbe confessato tutti i suoi pensieri. Ma lui non è cambiato e adesso tu, frustrata nelle tue ambizioni, hai infranto l'illusione e ti sei accorta che, intimamente, questo suo modo di fare ti sta sul culo. È possibile?

Avatar di MoonmadnessMoonmadness alle 09:04 del 08-11-2019

Xyz si ci siamo, ora ci hai preso in pieno, il suo lavoro deve essere diventato per me una "scusa" per tastare il suo amore, nel mio inconscio devo essermi accorta venire via via meno (la famosa crisi del settimo anno) e deve essermi venuto via via istitintivo iniziare a cercare di capire meglio se stava accadendo qualcosa sul lavoro, ma all'inizio tutto senza "indagine", non ero la "moglie gelosa", forse via via vedendo un suo graduale distacco deve essermi venuto spontaneo interessarmi un po' di più alla sua vita, senza malizia.

All'inizio agivo in buona fede, la "mala" fede deve essere iniziata nel trovare, sgomenta, il suo muro. La sua chiusura ai limiti dell ostilità (sull'argomento lavoro) deveevidentemente avermi via via "insospettita",i conti non mi tornavano, sempre ribadendo che non reputo comunque un atteggiamento normale non dire UNA parola,una, su un luogo che frequenta per tante ore, cioè al di là della mia gelosia e incomprensione, ma mi sarebbe sembrato anomalo proprio come comportamento umano,seppur in linea con il suo carattere. Prendo atto che ormai questa storia a suo modo mi ha devastata, è strano come alcune goccioline cinesi scorrano giorno dopo giorno, lente, sotto il ponte, poi all'improvviso ti accorgi che il ponte sta per crollare. Sono troppo amareggiata e arrabbiata, probabilmente come mi hanno detto mi pentirò,ma al momento non vedo altra scelta,sto per lasciarlo e lui non se ne rende conto.

Avatar di AnonimoAnonimo alle 09:12 del 08-11-2019

No,io credo che tutti questi dubbi nascono da qualche insicurezza in te Sfogante, perché dopo anni insieme non ci sveglia una mattina e ci si inizia chiedere se il nostro partner ci stia nascondendo qualcosa.

Perché se così fosse qualcosa non mi torna.Sei sicura che non sia tu a proiettare alcune tue paure su di lui? 

Avatar di AnonimoAnonimo alle 09:19 del 08-11-2019

Moonmadness ci siamo, iniziano i commenti che iniziano a prenderci, anzi grazie perché iniziò a mettere meglio a fuoco nel parlarne qui, sì probabilmente quella caratteristica che mi affascinava, ora mi è diventata insopportabile, la vivo come ostilità e segretezza nei miei riguardi. 

Magari lui ha una sul lavoro da 8 anni o magari no, magari ha una simpatia per una o magari no, io queste cose non le saprò mai, mi sento completamente impotente al riguardo e ormai mi sta come dici tu sul c..o perché reputo il suo carattere la fonte del mio malessere.In realtà so bene che nessuno mai può essere fonte vera del nostro benessere o malessere, ma il suo modo sulla mia psiche all inizio sembrava complementare ma alla fine della partita si è rivelato devastante, mi turba molto, credo ormai si sia capito, nonostante in molte altre situazioni sia una persona ragionevole e di buon senso,ma con lui ormai sono turbata, i momenti piacevoli ancora ci sono,ma prevale il turbamento. 

Avatar di AnonimoAnonimo alle 09:20 del 08-11-2019

7:18 esatto, iniziano a fioccare i termini giusti,, mi ha messo alla sua periferia affettiva e ci sta, non sono una bambina e non voglio stare al centro dell'attenzione, ma così è stato troppo.

Avatar di AnonimoAnonimo alle 09:21 del 08-11-2019

Anonimo 9:19 forse non hai avuto modo di leggere i miei commenti precedenti,non mi sono svegliata una mattina all'improvviso, è stato un graduale "innervosirmi".

Le mie domande nascevano "neutre" e benevole, si magari era un modo per interessarmi di più alla sua vita (i primi anni amando il suo carattere avevo capito che non c era bisogno di troppe parole), o forse un modo per recuperare un po' terreno, in ogni caso nascevano benevole.

Un po' come quando butti giù una domanda così, ma nel vedere la reazione dell altro inizi a insospettirti. Sono state le sue reazioni ha innescare in me un meccanismo ormai compromesso. Come hanno detto su, se anche avesse risposto "normalmente" Comuqnue non avrei saputo che si è fatto Marta sulla fotocopiatrice, ci sta, ma la sua chiusura totale mi ha indispettita ormai oltremodo,al momento non credo di essere più recuperabile. Che peccato guarda, peccato, mi farà bene stare un periodo sola, di questo sono sicura. 

Avatar di AnonimoAnonimo alle 09:30 del 08-11-2019

Chi sta zitto e parla poco non è detto che sappia ascoltare. Lui ne è l esempio.... Se nonostante litighiate solo per questo dovrebbe aver capito che dovrebbe sforzarsi e raccontare qualche cazzata oppure anche solo lamentarsi.. Comunque non credo abbia una vita parallela o qualcosa da nascondere. Credo di più che viva in un suo mondo dove tutti gli parlano ma a lui fondamentalmente non gliene fotte nulla di quello che gli dicono. La differenza tra te e gli altri è che tu te ne sei accorta. 

Avatar di dariodario alle 09:31 del 08-11-2019

(Ha senza h, il t9)

Avatar di AnonimoAnonimo alle 09:32 del 08-11-2019

Dario sono la sfogante e ci sta anche questa, si fondamentalmente non se ne f...e nulla, questo suo atteggiamento me lo ha fatto sembrare affascinante, è distaccato dalle cose, come se vola sempre alto e senza neanche vantarsene, non lo fa per fare il superiore, è distaccato davvero, ma questo suo modo ormai mi è insopportabile, applicato al nostro rapporto lo ha gravemente compromesso. C è molta condivisione ma perché la creo io, gli ho sempre raccontato tutto di me, sa tutto, ogni mio pensiero, ogni cosa,per me è anche un amico, non ho segreti con lui e lui mi amava perché ero così, non lo facevo da "rompicogl..." o logorroica, eravamo in simbiosi pur nei caratteri diversi, ma questa cosa del lavoro ha creato una frattura insanabile, ho dato il titolo doppia vita allo sfogo perché è come aver preso atto che lui da 15 anni (non due mesi o due anni, ma 15 anni) ha un intero mondo parallelo che a me ha tenuto BLINDATO.

Avatar di AnonimoAnonimo alle 09:37 del 08-11-2019

Come ci si fa a non incazzarsi scusa? Che dicono che la strana sono io, a mio parere invece il suo è un atteggiamento che alla lunga farebbe incazzare chiunque 

Avatar di AnonimoAnonimo alle 09:40 del 08-11-2019

In effetti anch'io ho vissuto una situazione simile, solo da uomo a uomo perchè lui era mio amico. Il fatto che non facesse mai partecipe dei suoi pensieri e mi trattasse con distacco nonostante ci conoscessimo da 12 anni mi ha ferito e ho finito per malsopportarlo, quando prima era il mio migliore amico. Alla fine ho smesso di frequentarlo, ora siamo come due estranei. È brutto ma è così. A mia parziale discolpa, siamo entrambi giovani e dagli 11 ai 23 anni si cambia molto e inevitabilmente si finisce per perdersi

Avatar di MoonmadnessMoonmadness alle 09:44 del 08-11-2019

Si ma il suo mondo parallelo è davvero nulla! Il suo lavoro, i suoi colleghi sono davvero insignificanti per lui e quindi non ha nulla da dirti.

Forse la cosa che brutta è che essenzialmente è una persona vuota e apatica 

Avatar di dariodario alle 09:45 del 08-11-2019

Si moonmadness sono la sfogante, alla fine è un atteggiamento che risulta insopportabile è scusa eh. Magari nasce anche come "nobiltà d animo",a lui gliela riconosco altrimenti non sarei qui a parlarne e magari anche al tuo amico, però alla fine dei conti ok che i rompiscatole ti sfiniscono, ma neanche così va bene, è eccessivo anche così eh!!

Avatar di AnonimoAnonimo alle 09:48 del 08-11-2019

Non so cosa sia peggio, lui che ti tiene volutamente fuori dal suo lavoro o lui che davvero in 15 anni non ha provato interesse a conoscere qualche collega. 

Avatar di dariodario alle 09:49 del 08-11-2019

Mmm Dario, non è proprio vuoto, apatico un po' si, ma vuoto no,perché a suo modo ha una nobiltà d animo che tutti gli riconoscono, sto pensando alla parola che lo descriva e non la sto trovando,forse "metallico" rende, ha qualcosa del metallo, trasmette quella sensazione, su molti aspetti funziona, ma in questo rapporto ormai non più. Va bene, con fatica e a malincuore dovrò prendermi un periodo lontana da lui, non vedo altre soluzioni al momento.

Avatar di AnonimoAnonimo alle 09:53 del 08-11-2019
Sono 0718

Ora ho capito. ...  Cerchi solo un casus belli per stare in pace con te stessa, il processo è già avvenuto ed anche la condanna, irrevocabile!

Sono stronzate!  Stai mandando tutto al diavolo per delle stronzate, questo bisogno di autodistruzione per attirare un suo cenno non lo capisco, dici che è lui a non capire, ma guarda te stessa. 

Avatar di AnonimoAnonimo alle 10:26 del 08-11-2019

Ok 7:18, visto che accennavi di tua moglie, ora facciamo una prova, che ora inizia un nuovo lavoro, per i prossimi 15 anni, ma cambiando completamente atteggiamento rispetto al precedente, in cui ti coinvolgeva fin troppo con lamentele, pettegolezzi ecc, in questo nuovo lavoro sin dal primo giorno non ti racconta NULLA, non ti dice se si trova bene,male,se lavora con donne o con altri uomini, nulla. Poi ne riparliamo tra 15 anni come ti senti, facile sindacare dall'esterno, io ho capito il tuo punto di vista,sei tu che non stai cogliendo il mio, comunque ok e grazie 

Avatar di AnonimoAnonimo alle 12:23 del 08-11-2019
Sono 0718

In effetti hai ragione, tu vedi un problema, io no. Le cose sono due,  o tuo marito è un fedigrafo patentato che in tutti questi anni ti ha continuamente cornificato con festini sessuali con colleghe...  Oppure il problema non esiste....  A te la scelta,  hai già scelto vedo. 

Avatar di AnonimoAnonimo alle 14:06 del 08-11-2019

7:18 ok, mettiamo che il problema non sussista, ma si presenterebbe il problema che prima mi hanno anche segnalato tra i commenti: non so se è più grave che ti tradisca o che sia stato 15 anni senza mai guardare una collega.

Comunque il discorso ha preso una piega diversa da quella di partenza, sembra lo sfogo di una donna gelosa e sospettosa, un po' è anche così, ma soprattutto è la constatazione lucida di come sono andate le cose finora, che di fatto lui vive in un altra dimensione.

Spesso le cose accadono in un modo così particolare e graduale che con fatica le si vede in diretta. Sto pensando alla vicenda Pamela Prati, in cui la Michelazzo giurava e spergiurava di aver creduto per 10 anni a un marito fantasma. Che sia vero o no, che tutto il caso sia una montatura o no, ma quel che mi fa specie (e ci credo) e che a volte ci sia bisogno di molti anni per realizzare la piega che hanno preso le cose.

Tornando a me, non che io non lo sapessi già, ma è nata in un modo anni e anni fa che mi sembrava pertinente al suo modo di fare, era allineato al suo modo d essere e di fare nella vita, non la vedevo come una anomalia,per poi gradualmente iniziare la "messa a fuoco" del problema.

Comunque terrò bene a mente tutti i vostri spunti per decidere ormai il da farsi,una posizione ormai in merito a questa lunga vicenda va presa 

Avatar di AnonimoAnonimo alle 15:38 del 08-11-2019

Gli "incompresi" sono dei cagacazzi. Se sto qua ha un carattere come il mio vecchio amico, allora fai bene a mollarlo da solo come un coglione. Sto leggendo un libro di Philip K. Dick intitolato "Lo stravagante mondo di Mr. Fergesson". In esso c'è un personaggio, Al Miller, che, come un moderno Humpty Dumpty, si fa trascinare dagli eventi incapace di reagire alla vita, restando sempre in uno stato di alienante apatia. Se tuo marito è così, allora non c'è niente da fare, non cambierà mai, non scenderà mai a compromessi ed è giusto che gli crolli tutto addosso.

Avatar di MoonmadnessMoonmadness alle 16:00 del 08-11-2019

Inserisci nuovo commento



Attenzione: i commenti sono moderati per i non iscritti.

Statistiche:

Voto medio

0 VOTI

Iscriviti per poter votare questo sfogo.
 

Iscriviti!

Iscriviti
Iscriviti e potrai aggiungere commenti senza attendere approvazioni, votare gli sfoghi e gestire i tuoi post ed il tuo profilo senza limitazioni.
Clicca qui per aggiungerti