Mar

21

Mag

2019

Cassandra

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

A qualcuno di voi è mai capitato di sentirsi come Cassandra? Cioè avere già il sentore di come andrà a finire una cosa, oppure avere gia compreso un pezzo in più della questione a cui gli altri non sono ancora arrivati, e non ricevere ascolto e considerazione?

È una sensazione che provo da tutta la vita. Mi sono sempre sentita di più, cioè ho sempre sentito di avere una visione più ampia delle cose, forse semplicemente più maturità rispetto ai miei coetanei, e per questo motivo essere esclusa dal resto dei comuni mortali a meno che io non decida di abbassarmi al loro livello. Non dico queste cose con un'idea di superiorità anzi, non mi sento migliore di nessuno, vorrei solo che ci fosse qualcuno come me con cui poter condividere ciò che sono, che mi possa prendere sul serio e non come una "strana", arrivando poi magari mesi o anni dopo alle mie stesse conclusioni e buttandomele in faccia come se avesse scoperto una grande verità, verità che io gli avevo detto da molto tempo. Così è con le mie amiche, le poche che non ho allontanato. Forse io pretendo troppo dal genere umano, come ho sempre preteso tanto da me stessa. Ma anche per cambiare avrei bisogno di uno stimolo e idee che considero speciali e autentiche e mi sembra invece che quando le persone parlano lo fanno per cose lette o sentite da altri, che non stiano esprimendo un pensiero frutto del loro ragionamento. Lo so sono io che sono fatta male. Sono destinata alla solitudine eterna. 

15 commenti

Forse ho compreso il tuo sfogo .Io lo chiamo grande intuito ...

Avatar di LetterascarlattaLetterascarlatta alle 11:08 del 21-05-2019

è un comune fenomeno di dissonanza cognitiva, in qualche caso associato anche a depressione. anche la cosiddetta sindrome di dunning-kruger si manifesta con queste modalità. non farci caso, non sei cassandra.

Avatar di AnonimoAnonimo alle 11:52 del 21-05-2019

Anonimo perchè lo vedi come un fenomeno di dissonanza cognitiva? Mi piacerebbe che ti spiegassi meglio dato che detto così può voler dire tutto e niente 

Non si tratta di dunning-kruger, non si sta parlando di conoscenze specifiche e tecniche qui in cui io mi sento più preparata degli altri ma di eventi che si verificano nella vita di tutti i giorni per cui non serve chissà quale sapere specifico. Probabilmente come dice lettera è più una questione di intuito. Per quanto riguarda le mie conoscenze sono sempre pronta ad arricchirle imparando dagli altri, non sento di essere arrivata e poichè studio qualcosa di abbastanza specifico so che non si arriva mai del tutto.

Mi dispiace ma non posso non farci caso. Grazie comunque per il tuo intervento. 

Avatar di AnonimoAnonimo alle 12:36 del 21-05-2019
ciao

ciao, io quando ero piccolo ero esattamente come te. Ad un certo punto facevo finta di non capire le situazioni o le persone e lo facevo quasi di istinto senza nemmeno rendermene conto. Ma un conto è comprendere una situazione e un conto è arrivare ad concetto dove altri non arrivano. Il discorso che non ti ascoltano è molto più semplice di quello che pensi. Tu non ti ascolti e di conseguenza gli altri. Puoi provare a pensare che non sia cosi, puoi dirmi che le cose stanno assolutamente in modo diverso. Ma la cosa è veramente semplice. Tu hai questo sentore e c'è un perchè. E attenzione non ho detto che sia cosi ma che tu lo percepisci cosi. Riascoltati la prossima volta che ti capita di dire qualcosa a qualcuno e questo non ti ascolta facci caso.

Poi se parliamo di cose personali di altri le cose cambiano. Ossia se devi dire ad una persona che sbaglia beh 1 chiediti se quella persona è pronta per ascoltare il tuo consiglio e basta. 2 pensa che ognuno ha la sua personale mappa del mondo. 

e mi raccomando la mappa non è mai il territorio!

ciao ciao 

Avatar di otelloboyotelloboy alle 16:59 del 21-05-2019

@Otello mi spieghi cosa volevi dire quando parlavi di come ti sentivi da bambino? 

Avatar di LetterascarlattaLetterascarlatta alle 17:18 del 21-05-2019

Cassandra.

 

Mitico personaggio che ricevette in dono la divinazione del futuro però con la maledizione di non essere creduta. 

Non ricordo i particolari però fa parte della mitologia greca con gli dei antropomorfi e con sentimenti antropici. 

Approssimando un dio o un semidio greco le fece il dono perché innamorato di lei, però lei lo rifiutò (non gliela volse da') e lui per vendetta aggiunse al dono la maledizione di non essere creduta. 

Pare che andasse in giro per la città di Troia dicendo a tutti che vedeva Troia in fiamme e nessuno le credeva e la prendevano per pazza. Poi bruciò davvero. Ho visto il film con Bred Pitt. 

Così carino nella parte di Achille... Forse la sua migliore interpretazione, per la quale verrà ricordato nei secoli dei secoli amen.

 

A parte Cassandra, ma che ne dite di Criseide? 

A me sembrava bonazza a bestia quando era in tenda con Achille Bred Pitt. 

Propio gnocca davero. E poi la coltellata che tira Criseide ad Agamennone. Bellissima, nel buzzo. Quel bastardo se l'era proprio meritata, siete d'accordo?

 

_____________

 

 

 

 

Avatar di OldJoeOldJoe alle 17:34 del 21-05-2019
parte 2

 

Vabbè. Parliamo di cose serie. 

Sfogger, se ti senti come Cassandra vuol dire che prevedi guai. Altrimenti avresti scelto un altro personaggio. 

 

Perché proprio Cassandra? 

Ci dica...

Avatar di OldJoeOldJoe alle 17:37 del 21-05-2019

Otello cosa intendi per: "tu non ti ascolti e di conseguenza gli altri"? Sarebbe molto bello se potessi darmi un modo per risolvere questa sgradevole sensazione

Oldjoe ahahahah  la risposta alla tua domanda sta proprio nella tua divertente digressione su Cassandra. Non è tanto il fatto di prevedere catastrofi, quanto quello di essere creduta una povera pazza mentre stai per guardare la tua città distrutta e i tuoi parenti morire. Triste destino infame. Una sgradevole sensazione di avere afferrato qualcosa in più ma quel qualcosa non solo non ti serve a nulla, ti provoca anche l'esclusione dai tuoi simili perchè non state conversando su uno stesso piano. Ovviamente in molti casi in cui potrei prevedere catastrofi ho imparato ad adottare il silenzio per evitare certi inconvenienti, ma è comunque fastidioso questo non poter esprimersi.

Avatar di AnonimoAnonimo alle 18:57 del 21-05-2019

Cassandra

 

Per come hai esposto il tuo caso non è possibile capire di più. 

 

Chi sta con te non è lungimirante? 

Si danno la zappa sui piedi senza capire? tu li avvisi ma ti ignorano?

E poi quali guai si sono verificati, da te previsti in anticipo? 

 

Cosa avresti potuto evitare se ti avessero dato ascolto? 

 

Io invece ho l'impressione che siano gli altri a nasconderti qualcosa. Tu prevedi qualcosa di fisiologico, inevitabile, che non ti è stato spiegato. 

E quando ne parli gli altri fanno finta di niente perché è stato deciso che tu non debba sapere. 

È tutta una mia idea campata in aria basata su quel poco che dici.

Oppure hai facoltà divinatorie. Ma in quel caso perché disgrazie e basta?

 

Avatar di OldJoeOldJoe alle 19:39 del 21-05-2019
ciao

@letterascarlatta io da bambino capivo le persone, il loro stato d'animo e comprendevo da subito se una situazione era "strana" come la tensione nell'aria. Oppure era qualcosa di più profondo un intuito sulle cose. Questa cosa era per me normale. Non ci ho mai dato peso e pian piano è svanita con l'età. Forse sono rimasto bloccato nei comportamenti degl'altri. Dove questa cosa non era normale. Prima che andasse via ho smesso di ascoltare e cosi per un certo punto sapevo le cose ma facevo finta di non sapere. Poi il tutto è svanito.

Invece per rispondere alla domanda della sfongante: Io credo molto negli specchi. Quindi quello che tu dici accadere ad altri puoi effettivamente accadere a te. Il fatto magari di sentire una cosa e memorizzarla in testa senza saperlo. Poi una volta che viene fuori il ragionamento la vai a prendere e la tiri fuori credendo che sia solo tua. Questo è quello che accade nella stramaggioranza dei casi. Oltre a questo tu hai la convinzione ( da come scrivi) che sia davvero importante tirare fuori il proprio ragionamento e conviderlo. Cosi tanto che il ragionamento "copiato" ti da fastidio e non lo stai a sentire.

Ma se fossi tu a fare veramente questa cosa? e se non ti ascoltassi come dovresti? 

ecco che gli altri rispecchiano esattamente ciò che senti tu. Facendo in modo di farti sentire non ascoltata.

Questa è la spiegazione più semplice del concetto tu non ti ascolti.

Ma ce ne sono altre: se credi da qualche parte che il giudizio di altri in quello che dici sia più importante del tuo ecco che smetti di ascoltarti. ecco che quando comunichi il tuo corpo manda mille segnali al tuo interlocutore che gli dicono che quello che dici non è importante. Automaticamente questi smette di ascoltarti.

Secondo me il tuo problema è una via di mezzo tra i due.

ciao ciao  

Avatar di otelloboyotelloboy alle 11:55 del 22-05-2019

@Otello ti capisco, anche io ho provato queste sensazioni e le provo ancora oggi per questo non sempre riesco a sentirmi a mio agio in certe situazioni.Non ho smesso di ascoltare Tu forse l'hai fatto per difesa? 

 

Avatar di LetterascarlattaLetterascarlatta alle 12:13 del 22-05-2019

I bambini hanno delle facoltà di pensiero che svaniscono quando cominciano ad andare a scuola e ad apprendere dagli adulti.

La razionalità che gli viene imposta blocca quella parte di pensiero magico che hanno di default. 

Ne parlava lo scrittore Bukowski. 

Aveva una figlia e uno splendido rapporto con lei quand'era piccolina. Intuizioni, chiaroveggenza, pensiero magico che svanirono dopo pochi mesi di scuola primaria. 

Si dice che in media noi umani usiamo il 10% delle nostre facoltà intellettive. C'è gente che studia queste cose e sperimenta un po'di tutto per riuscire a sbloccare quel 90% sopito.

Meditazione, droghe allucinogene, la CIA ha speso milioni di dollari per riuscire a trarre vantaggio da queste cose. 

Basta cercare in rete MK Ultra oppure Monarch per chi non sa niente di tutto ciò. 

Sono cose che confinano con la magia. 

La magia è sempre stata usata per vincere le guerre. 

Ci sono testimonianze degli studi di magia dei nazisti, degli americani, di Francisco Franco. 

Questo mio commento può non significare niente. 

È solo un parlare dell'argomento in maniera generica.

Personalmente non esclui nulla o quasi. 

Ho avuto più guai nella vita quando non ho voluto credere a certe cose piuttosto che quando ho creduto troppo. 

Per cui ti dico, Cassandra: Non mi manca il crede'.

Però se non ci dici qualcosa di più su questo tuo Shining non si arriva da nessuna parte.

 

Poco amore e molte rotture di palle fanno di OldJoe un ragazzo cattivo. 

 

Avatar di OldJoeOldJoe alle 13:24 del 22-05-2019
English

All work and no play makes Joe a dull boy.

Avatar di OldJoeOldJoe alle 13:31 del 22-05-2019

Alcune persone hanno una capacità di elevazione, intesa come visione "dall alto", molto più spiccata della media. Un intuizione profonda, unita ad una specie di pre-cognizione dell cose, che se non correttamente gestita, può sembrare un difetto invece di quello che è realmente: un dono. Il mio consiglio è di approfondire il più che puoi le circostanze da te descritte, su internet ci sono oceani di informazioni al riguardo, che passano per le religioni, le filosofie, la mitologia e così via. Mentre fai questo processo di ricerca, non va necessariamente condiviso con qualcuno a te vicino, che probabilmente non capirebbe. Si tratta di allinearsi piuttosto a persone che ci sono già passate, sia del passato (molti scrittori ad esempio erano così) sia del presente. Nel senso che anche nella vita quotidiana, se ci fai caso, ci sono varie persone con lo stesso dono, anche se magari a loro volta lo nascondono, e non sono necessariamente quelle a noi vicine, magari sono ancora sconosciuti da conoscere. Insomma o se ne parla con le persone giuste, a loro volta da individuare, o meglio non parlarne in società ma allo stesso tempo continuare la ricerca interiore. L'importante è che questo tuo dono non vada perduto, non farti sopraffare, sii forte, paziente e ben piantata con i piedi per terra (per approfondire certe cose, bisogna stare ben saldi alla vita di tutti i giorni). Vedrai che andrà tutto bene e chissà quante sorprese e scoperte stupende che ti aspettanošŸŒ»

Avatar di AnonimoAnonimo alle 09:53 del 26-05-2019

Oldjoe, come diceva Guccini "vedi cara è difficile spiegare, è difficile capire se non hai capito già" E non posso dire altro

Sei davvero tanto simpatico, lasciamelo dire!

Anonimo9e53 tu sei un angelo, mi hai regalato un sorriso e una visione positiva della cosa, niente di meglio quando si è sfiduciati

Cassandra 

Avatar di AnonimoAnonimo alle 21:26 del 28-05-2019

Inserisci nuovo commento



Attenzione: i commenti sono moderati per i non iscritti.

Statistiche:

Voto medio

0 VOTI

Iscriviti per poter votare questo sfogo.
 

Iscriviti!

Iscriviti
Iscriviti e potrai aggiungere commenti senza attendere approvazioni, votare gli sfoghi e gestire i tuoi post ed il tuo profilo senza limitazioni.
Clicca qui per aggiungerti