Dom

10

Feb

2019

Ho bisogno di un consiglio

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Se parlando di lavoro con un amico, esso si vanta che ha lavorato più di voi e alla richiesta di esser lasciato perdere dopo essersi sentiti un attimo puntati dall'ego del vostro amico, esso continua la sua linea ferrea di dover affermare che ha avuto una vita  più difficile della vostra e addirittura arriva a provocarvi in certi atteggiamenti che avete di voi sbagliati, tipo, arrivare da una famiglia disagiata che risolve ogni cosa con l'ignoranza, alzare e le mani ecc. Ma nonostante tutto, cercate di trattenervi... Che amico è? Vero o falso? Possibile che cercavo un momento di comprensione, l'unico dopo anni passati ad ascoltarlo ed a compatirlo.. E dopo vi tira pure fuori la favola del  'lo faccio x ol tuo bene'...che amico è  ... Lo chiameresti amico? O addirittura '' fratello''!?? Che invece di capirvi continua nella sua linea appunto, imprescindibile, dove non comprende che stai passando un periodo difficile e vi rinfaccia che avete atteggiamenti nervosi (per forza, per via di un periodo difficile..) 

Io so per certo che non è un vero amico e vuole solo imporsi nella sua ragione, ma io mi chiedo.. Non posso avere un momento di comprensione, nella mia cazzo di vita?? Ho bisogno di sapere cosa ne pensate. Tutto è nato dal fatto che passo un momento stra difficile e colui si deve vantare, sbagliando proprio atteggiamenti che vi possono irritare.. 

Vi prego é importante perché mi sento giusto ma allo stesso tempo mi fa passare x sbagliato . 

Ma che amico è ?? 

7 commenti

Mah detta cosi' piu' che un amico pronto ad aiutarti e sollevarti nel momento del bisogno (che nelle amicizie vere dovrebbe essere un siffatto rapporto ambivalente) pare un tronfo pieno di se che non perde occasione per farti notare che lui ha carattere formato dalla vita difficile a differenza tua che sarebbero secondo lui solo balle. Quindi e' amico di se stesso, non tuo. Lascialo perdere e declassalo a conoscente. Un VERO amico capisce con uno sguardo quando hai bisogno di una mano tesa e di una pacca sulla spalla, lui evidentemente no; dal suo punto di vista e' una amicizia a senso unico.

 

Avatar di AnonimoAnonimo alle 10:13 del 10-02-2019

Forse è il fatto del commiserare che non funziona. Tu volevi solo essere ascoltato, perché diciamoci la verità, spesso non ci sono risposte o soluzioni a portata di mano. L'ascolto è una cosa che pochi sanno regalare, molto più spesso scatta il giudizio e anche l'invidia. Secondo me sono sentimenti umani, chi ha detto che un amico non può provarli? È successo anche a me, in un momento di sconforto, avrei solo avuto bisogno di un abbraccio, ma visto che ognuno ha la sua sofferenza, mi sono beccata una bella romanzina, du scatole. Perché? Perché apparentemente non mi manca niente, ma avere delle cose non basta, magari. Visto che sono permalosa, ci sono rimasta male e ho preso le distanze. Semplicemente mi sono rotta, non ho più voglia ascoltare chi apre bocca, prima di aver acceso il cervello (vedi? Il giudizio è automatico). Sono veri amici? A questo non so rispondere, però una cosa l'ho imparata, se vuoi una mano, fa che sia la tua.

Avatar di RevyRevy alle 10:28 del 10-02-2019

Non ti aspettare mai niente da nessuno.il detto che gli amici si riconoscono nel momento del bisogno, è vero in quanto ti mandano sempre a cagare quando proprio di bisogno non ne hai. Meglio dei lassativi. 

Avatar di SilenzioAssenzioSilenzioAssenzio alle 10:55 del 10-02-2019

Non ti aspettare mai niente da nessuno.il detto che gli amici si riconoscono nel momento del bisogno, è vero in quanto ti mandano sempre a cagare quando proprio di bisogno non ne hai. Meglio dei lassativi.

Questo no, il meglio è Verecolene...

Avatar di PussyloverPussylover alle 12:38 del 10-02-2019

non ti so aiutare per la tua situazione, ma il pronome esso si usa per le cose 

Avatar di farnightfarnight alle 20:19 del 10-02-2019
ma

innanzi tutto non essendo una cane ma un tuo amico di Lui e non esso. 

ti metti una camicia orribile un giorno. Arrivi da un tuo amico che ti guarda e ti fa mille complimenti sulla tua camicia.

Ma tu sai che è una camicia di merda e sai che questo probabilemnte ti sta prendendo in giro.

Poi incontri un tuo amico, vero amico. e la prima cosa che fa è dirti che hai una camicia bruttissima.

Chi è il migliore amico?

Il secondo.

Il tuo amico ti sta dicendo proprio questo, ossia che sei tu a sbagliare, che hai tu la camicia brutta e di cambiartela.

Quello è un amico. Il primo è qualcuno che vuole qualcosa da te.

tu cosa vuoi da lui? le menzogne? con quelle non risolverai mai nulla. Con la verità invece lui ti insegna qualcosa.

Pensaci

ciao 

Avatar di otelloboyotelloboy alle 12:32 del 11-02-2019

Grazie. Ho capito e compreso, scusate l'italiano ma ero ubriaco.. heheh

comunque grazie per i vostri consigli, cambierò modo di rapportarmi con le persone perché se son circondato da questo è colpa mia che non ho saputo riconoscerlo prima.

So per certo che non è un vero amico, ma la cosa che mi ha fatto imbestialire è che al mio "A te non fotte un cazzo", lui mi diceva pure "No ma va è per te, per il tuo bene.." Non sa manco cosa significa il bene degli altri.

Era egoista e viziato prima, figuriamoci ora che ha avuto due batoste dalla vita, dove tra l'altro è stato al centro dell'attenzione ed è stato compatito e compreso da tutti. Mentre per una baggianata da compagni di classe non è manco capace di mettere da parte il proprio ego.

Ho sbattuto la testa ed imparato. Grazie a tutti. Che il sipario cali e che lo spettacolo finisca, non c'è piu' nulla da vedere. :) 

Avatar di AnonimoAnonimo alle 18:37 del 11-02-2019

Inserisci nuovo commento



Attenzione: i commenti sono moderati per i non iscritti.

Statistiche:

Voto medio

0 VOTI

Iscriviti per poter votare questo sfogo.
 

Iscriviti!

Iscriviti
Iscriviti e potrai aggiungere commenti senza attendere approvazioni, votare gli sfoghi e gestire i tuoi post ed il tuo profilo senza limitazioni.
Clicca qui per aggiungerti