Dom

07

Ott

2018

Trasferimento

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Ho vissuto quasi tutta la mia adolescenza vicino Roma, mi sono sempre trovata bene ma per problemi in famiglia mi sono dovuta trasferire vicino Napoli. Ormai e un anno che sono qui e ancora ci soffro molto, ho 19 anni e sono all'ultimo anno del liceo. Ero una aa cui piaceva molto studiare, era una cosa che mi piaceva fare davvero tanto e se c'era un giorno che non lo facevo mi sentivo in colpa, ma da quando mi sono trasferita non riesco più ad aprire libro, non riesco a motivarmi come facevo quando abitavo a Roma. Per molto tempo ho supplicato i miei genitori di farmi tornare li ma non c'è stato verso. Ora sono fidanzata con un ragazzo di Roma, tre anni più grande di me e con un lavoro. Stavamo pensando di andare a convivere così oltre a passare molto più tempo insieme io tornei nella mia vecchia scuola dove ho tutte le mie amiche e i miei professori, ma i miei genitori continuano ad impedirmelo. Sono convinti che da soli non riusciremmo a mantenerci (premetto che io ho ancora casa a Roma, quindi dovremmo solo pagare le bollette ed eventuali spese). Come posso fare per convincerli, nonostante loro sappiano il mio disagio qui?

6 commenti

x me

Non si può convincerli. Sei ancora giovane per andare a vivere da sola, fra un anno sarai diplomata e i tuoi, allora, potrebbero convincersi a dirti di sì. Questo se sono sinceri (e mi sembra che hanno le loro ragioni). Se invece non sono sinceri può darsi che ti abbiano detto di no perché non vogliono affidarti la casa (e mi sembra che anche in questo caso hanno le loro ragioni), è solo che non vogliono dirti il vero motivo.

Magari la casa è usata ogni tanto da tuo padre, non so, e se la danno a te, che oltretutto ci porti a vivere un estraneo, perdono la disponibilità della medesima. Se poi vi lasciate o litigate che succede?  Cioè, potrebbe succedere che ci resta dentro lui e loro si attaccano al tram. Dirti di sì è un rischio per quanto riguarda la proprietà della casa. Non so, prova a accennare questo discorso e vedi che ti rispondono.

Avatar di OldJoeOldJoe alle 19:02 del 07-10-2018
Grazie della risposta

La casa non è utilizzata da nessuno della mia famiglia, non penso ci sia il problema che possa rimanere il mio ragazzo nel caso ci lasciassimo. La cosa che preoccupa di più mio padre é il fatto che con un solo stipendio non riusciremmo a mantenerci e loro non potrebbero aiutarci economicamente, mia madre cambiao gni giorno motivazione ma credo che quella che la blocca di più é il fatto che mi allontani dalla famiglia. Io sono super decisa ad andarmene perché qui sto davvero male e il motivo più grande per cui lo faccio è la scuola, perché se dovessi rimanere qui finirei il liceo nel peggiore dei modi..

Avatar di AnonimoAnonimo alle 20:00 del 07-10-2018
Io sono andata fuori di casa a 20 anni

Non è vero che sei troppo giovane. Solo in Italia si rimane a casa oltre i 18-19 anni. 

Trovati un lavoretto part time, anche solo il fine settimana. Vedrai che poi i soldi da darti li trovano (ora mica campi d'aria no? Spenderanno soldi per te per vitto e alloggio? E che mi diano a te quei soldi. Anche se fossero 200 euro al mese. Poi magari riesci tu a guadagnare 200 con un lavoretto. E vedi che con una stipendio pieno del tuo ragazzo e 400 euro tuoi ce la fai) 

Non cercare di convincerli. Informali e basta. Informati per le procedure per rientrare a scuola a Roma, poi informa i tuoi. Fatti le valigie, il biglietto e parti. 

L'indipendenza non te la daranno mai in mano. Devi prendertela.  

Avatar di AnonimoAnonimo alle 21:21 del 07-10-2018
Roma

Roma è una citta di merda, te lo dice un romano che se ne vuole andare. 

Avatar di AnonimoAnonimo alle 21:46 del 07-10-2018

Sempre meglio di Napoli (ho vissuto in ambedue).

Avatar di AnonimoAnonimo alle 11:03 del 08-10-2018
Non fare scelte avventate

E soprattutto non buttarti in una convivenza se il motivo principale è la disperazione di voler tornare a Roma, per carità sono sicura che vi amate tantissimo ma questo secondo me non è il momento giusto per poter iniziare una cosa così importante: le premesse non sono delle migliori.

Cerca almeno di diplomarti, poi se questo tuo desiderio di libertà è ancora così forte almeno avrai un titolo di studio e magari trovare un lavoro, ma senza neppure quello dubito che la storia possa avere risvolti positivi...

Avatar di SolelunaSoleluna alle 16:26 del 08-10-2018

Inserisci nuovo commento



Attenzione: i commenti sono moderati per i non iscritti.

Statistiche:

Voto medio

0 VOTI

Iscriviti per poter votare questo sfogo.
 

Iscriviti!

Iscriviti
Iscriviti e potrai aggiungere commenti senza attendere approvazioni, votare gli sfoghi e gestire i tuoi post ed il tuo profilo senza limitazioni.
Clicca qui per aggiungerti