Lun

26

Gen

2015

Come va la situazione..

Sfogo di Avatar di Lola19Lola19 | Categoria: Altro

Ho già scritto un paio di volte su questo sito, e mi avete rincuorato molto.. La situazione stava andando meglio, ma ora sta dinuovo peggiorando. Mio padre mi tratta malissimo, come se fossi un'estranea. Cerco di dargli soddisfazioni dicendogli che sto andando bene a scuola e sto prendendo buoni voti, ma per lui non è mai abbastanza. Ho provato a parlargli seriamente, anche con l'utilizzo di messaggi, ma lui dice che sono ossessionata.. Per chi non li sapesse, mia madre è morta un anno fa e lui esce tutte le sere vista che ha già una nuova compagna, apparte a darmi fastidio, anche se adesso lo sto superando, credo che questa donna lo stia cambiando. Ho trovato un sogno, voglio fare l'università all'estero, e questo mi da la carica, ma ci vorrà ancora qulache anno e in questa casa proprio non ce la faccio più, mi sento fuori posto. Ho provato a chiedere a mio padre se posso andare a stare un pó da mia nonna, che abita qulache palazzo dopo il nostro, ma lui ha detto che qualora volessi tornare verrei trattata da lui uno schifo.. Sinceramente non so che fare per me, per stare meglio..

20 commenti

ciao lola19, tu vorresti andartene da quella casa? oppure non vuoi deludere tuo padre? in queste situazioni difficili devi scegliere, te ne vai dalla nonna che magari ti tratta anche meglio, altrimenti resti con tuo padre e sopporti. La scelta migliore sarebbe un università all'estero, ma prima vattene dalla nonna

Avatar di NinerxNinerx alle 13:54 del 26-01-2015

Ricordo la tua storia.

non c'è nessuno che riesca a fargli capire che si sta comportando male con te? Dei tuoi zii o nonni?

te cavolo non puoi sopportare tutto questo.

Avatar di RorschachRorschach alle 14:20 del 26-01-2015

Ciao, mi sono permessa di andare a leggere i tuoi sfoghi, visto che sono iscritta da pochissimo. Spero, in primis, che quelle idee suicide siano state dei pensieri fugaci dettati dallo sconforto.

Tuo padre si commenta da solo e non perchè ha una compagna, ma perchè ti ha lasciato indietro, escluso totalmente. Il mio consiglio è concentrarti su te stessa e soprattutto di sfruttare la situazione a tuo vantaggio. Ragionando in maniera molto cinica e materialista, se tu vuoi frequentare l'università all'estero, ti serviranno dei soldi, ecco, in questi due anni che ti separano dal diploma cerca di fare buon viso a cattivo gioco, inzia a preparare le basi per il tuo futuro progetto informandoti su la possibilità di fare viaggi studio durante le vacanze così da apprendere meglio la lingua del luogo e lo stile di vita, ovviamente impegnati seriamente nello studio così d apoter accedere a eventuali borse di studio. Coltiva i tuoi interessi, vivi e cresci, oltre a tuo padre hai fortunatamente anche dei nonni, quando ti senti demoralizzata vai da loro ma non lasciarti mai abbattere.

Non lamentarti più delle sue uscite notturne, delle sue mancanze, criticando non farai che aumentare l'astio, purtroppo non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire. E' lui a perderci, non tu, di un padre così non hai bisogno, un giorno si guarderà attorno e tu non ci sarai.

Il futuro che ti aspetta è luminoso ma dovrai lavorare duramente affichè ciò accada. 

 

 

Avatar di UroborosUroboros alle 15:40 del 26-01-2015

Ninerx, non lo so. È questo il problema. Sinceramente non so più mio padre quante me ne ha fatte, mi ha lasciata a casa da sola a Capodanno nonostante stessi piangendo e mi stessi disperando e se ne è andato dicendo io vado a giocare a carte, mi ha solo disprezzata negli ultimi tempi, e questo solo perchè non accettassi il fatto che lui esce. Mia nonna, la madre di mia mamma mi adora, e con lei vivono i due miei zii, uno di 27 anni e uno di 38 che tra poco si sposerà. La soluzione migliore sarebbe andare da loro, ma se avessi bisogno di soldi? Se mi mancherebbe mio fratello? (Mio fratello ha 12 anni e mio padre lo ha ammaliato con parole false e regali per fargli accettare il fatto che uscisse di continuo. E io non posso dire nulla sul comportamento di mio fratello, che ormai non mi ascolta e anch'egli mi da torto, anche se mi vuole bene) 

Avatar di Lola19Lola19 alle 17:28 del 26-01-2015

Ioenrico, ci hanno parlato tutti i miei parenti sia paterni che materni, non vuole sapere niente, dice che la vita è sua e non deve dare spiegazioni a nessuno e che decide lui su come educare i suoi figli

Avatar di Lola19Lola19 alle 17:30 del 26-01-2015

Uroboros, grazie per le belle parole. Non mi sto piu lamentando sulle sue uscite, ed è arrivato il momento di avere comportamenti a mio favore. Ho trovato il mio sogno, e non me lo faró scappare, mi impegneró al massimo perchè so che ce la posso fare. L'unica cosa che mi preoccupa è il tempo.

Avatar di Lola19Lola19 alle 17:36 del 26-01-2015

Non dire  "Sogno". I sogni sono figli della notte che svaniscono alle prime luci del giorno. I sogni spesso finiscono in cassetti polverosi, di buie soffitte.

Tu hai un progetto e come tutti i progetti ci devi lavorare sopra. Prendere informazioni, pianificare, fatti aiutare da un insegnante. Per quanto riguarda il tempo, non preoccupartene, non metterti fretta, essa è sempre cattiva consigliera. Nel frattempo, però vivi. Esci, vivi, divertiti, innamorati della vita e non pensare mai più a faral finita.

Non avercela con tuo fratello, è molto giovane e come dici facilmente manipolabile. Stagli vicino, bada a lui,  che non prenda cattive strade, prenditi cura di stessa e diventa forte, per te. Solo per te.

 

Avatar di UroborosUroboros alle 17:53 del 26-01-2015

il fatto che tuo padre ti minacci di trattarti male se vai da tua nonna è deplorevole. non so cosa consigliarti. tuo padre dovrebbe aiutrti in un momento difficile e invece ti rende la vita più dura. è un brutto egoista.

Avatar di spasiba1spasiba1 alle 18:32 del 26-01-2015

D'accordo con spasiba, ogni volta che leggo un tuo sfogo m'innervosisco per te. Ascolta i consigli che ti hanno dato sopra sarà lui un giorno ad avere bisogno di te e tu non ci sarai. 

Avatar di mielefiele79mielefiele79 alle 22:44 del 26-01-2015

No, il padre non è egoista. Dice che, se lei va dalla nonna, lui la tratterebbe male perché sta parlando a sua figlia, che probabilmente vede ancora come una bambina, e cerca di convincerla con una cavolata colossale a desistere dal proposito. Sbagliato, ma non egoista. E non la tratterebbe male per questo.

Prima di consigliare a una ragazza di sentenziare "sarà lui un giorno ad avere bisogno di te e tu non ci sarai", ci andrei con un po' più di calma. La situazione non è semplice: ci sono tre persone che soffrono, ognuna a suo modo, con bisogni diversi, forse in contrasto con ciò che gli altri possono (o sanno) offrire.

Avatar di rosarossarosarossa alle 23:00 del 26-01-2015

Rosa ma se lui da padre le sta dimostrando di non esserci in un momento così delicato come la perdita della mamma,  addirittura la minaccia di trattarla male se lei va dalla nonna, si può supporre che un domani lei metta in atto ciò che lui le ha insegnato, è lui adesso il suo esempio. Non credo di aver detto una cosa così strana

Avatar di mielefiele79mielefiele79 alle 23:14 del 26-01-2015

Io non le ho consigliato di non esserci, ma ti ripeto se questo è il suo esempio un domani potrebbe ritorcersi contro lui. 

Avatar di mielefiele79mielefiele79 alle 23:15 del 26-01-2015

In genere dovrebbe essere che un padre deve cercare di capire una figlia adolescente che ha perso la mamma e sta soffrendo, e non che la figlia deve capire le ragioni di un uomo adulto, le capirà un giorno ma adesso è lei che va sostenuta più di tutti, a mio avviso. 

Avatar di mielefiele79mielefiele79 alle 23:23 del 26-01-2015

@mielefiele79:

Spesso le persone dicono di fare cose che non farannno mai. Sono frasi dette così tanto per dire qualcosa o per cercare di convincere l'altro a desistere. Prendilo come un piccolo bluff. Voler stare lì a impuntarsi su questa o quella parola non migliorerà certo la situazione.

Non ho detto che il padre si sta comportando in modo perfetto. Anzi, sono consapevole che lui sta facendo tanti errori. I motivi per cui sbaglia possono essere tanti: incapacità di affrontare qualcosa, sottovalutazione dello stato d'animo altrui, applicare soluzioni non adatte alla figlia,... Ma non è egoista. A modo suo, ad esempio, il padre sta cercando di aiutare il figlio riempiendolo di regali. E questo è segno di buona volontà.

Lei e il padre sono persone diverse per età, per sesso, per esperienze di vita. Capire davvero cosa l'altro prova, cosa l'altro necessita non è semplice (basta pensare che spesso non lo si sa nemmeno di se stessi). Serve una capacità di empatia non banale.

Ora, appurato che il padre non è il superman che lei credeva da bambina, cosa fare? Negarsi fin d'ora nel momento in cui lui avrà bisogno? Se fosse stata lei a dirlo tra rabbia e dolore, poteva starci. Se sei tu a dirlo da esterna, indica mancanza di buon senso.

Avatar di rosarossarosarossa alle 23:40 del 26-01-2015

A parte che io non ho mai scritto che suo padre è un egoista, piuttosto è meschino nei suoi atteggiamenti, poiché con la figlia femmina, che gli sbatte in faccia le sue mancanze, si arrabbia arriva a minacciarla di maltrattarla, in quanto la vede come una minaccia alla sua libertà di movimento, con il figlio maschio dodicenne, quindi meno cosciente della situazione, cerca di portarlo dalla sua parte. Questo è un ottimo atteggiamento direi, da padre su cui si può contare vero rosa? 

Poi sullamancanza del mio buon senso possiamo parlarne, io ti posso dire p

Avatar di mielefiele79mielefiele79 alle 06:18 del 27-01-2015

Ho sbagliato a cliccare, comunque volevo dire e te lo ribadisco, se lui oggi si comporta così con lei, molto probabilmente lei un domani farà la stessa cosa, dico così per esperienza personale, mia madre è sempre stata molto distaccata con me, indifferente non mi ha fatto sentire quasi mai la sua vicinanza, mi ha fatto sentire sempre sola contro il mondo nelle mie battaglie, pensa che a volte quando siamo io e lei e parliamo di figli lei mi dice: i miei figli non hanno mai fatto così, i miei figli sono sempre stati educati ecc ecc. ... sembra che stia parlando dei suoi figli con un'amica, scusa e io di chi sono figlia di nessuno? Non sono anch'io sua figlia?  Non sarebbe stato più corretto dire:voi da piccoli non avete fatto mai così, voi siete stati sempre educati. Tante piccole e grandi mancanze che oggi all'età di 35 anni me la fanno vedere quasi come un'estranea, perché quando soffrivo e avevo bisogno di lei, non c'è mai stata.  Da quando vivo a casa mia non mi viene quasi mai voglia di cercarla ne di uscire con lei, ne di farle un regalo, a dispetto del mio essere affettuoso e presente. Ti ho parlato di queste mie cose per farti capire che purtroppo questi errori i genitori li pagano ecco perché ti dico che un giorno sarà lei a non esserci, magari non sarà così, magari sistemano tutto prima, e la situazione non precipita così

Avatar di mielefiele79mielefiele79 alle 06:37 del 27-01-2015

@mielefiele79: 

Il fatto che il padre stia cercando di portare il figlio dodicenne dalla propria parte è un'interpretazione del tutto opinabile di Lola19, che nella sua mente ha già dato la sua condanna alle intenzioni del padre. Sono certa invece che il padre non è questa macchina calcolatrice senza scrupoli che vuole creare terra bruciata intorno alla figlia 19enne.

Ho già detto che il padre sta sbagliando: perché me lo chiedi ancora? Sono convinta che lui sia incapace di comprendere e soddisfare le reali esigenze della figlia.

Noi qui stiamo con la figlia. E' del tutto inutile ricordarle che un giorno lei potrà abbandonare il padre. Non la solleva nemmeno un po' né dal dolore né dalle difficoltà di comprensione che ha con il genitore. Al massimo, queste cose andrebbero ricordate al padre (possibilmente non dalla figlia perché suonerebbero come minacce gratuite), che però non è qui.

Suppongo che non avere un vero rapporto con tua madre ti renda felice e soddisfatta, altrimenti non capisco in che modo proporre questa prospettiva (e di fatto l'unica cosa che le hai proposto) a Lola19 può aiutarla.

Avatar di rosarossarosarossa alle 10:06 del 27-01-2015

La ragazza dello sfogo ha 16 anni non 19. E i figli non si aiutano con i regali, quello è un modo subdolo per comprasi l'affetto e tenerlo buono, mente lui si fa i cavoli suoi.

Avatar di UroborosUroboros alle 13:40 del 27-01-2015

Rosa va bene così tu interpreti come vuoi e io pure, ognuno da consigli in base al proprio vissuto. Qualcuno le ha consigliato di continuare gli studi all'estero e di farsi la sua vita e io concordo con questo, non mi sembra di averle consigliato altro. A volte è meglio tenere i genitori a distanza se sanno farci male per vivere una vita più serena, ,niente di più e niente di meno. Magari qualcuno mi avesse fatto vedere un'altra prospettiva invece di accanirmi sull'aspettare del bene da chi non voleva darmelo e non voleva esserci. 

Avatar di mielefiele79mielefiele79 alle 13:50 del 27-01-2015

-qualora volessi tornare verrei trattata da lui uno schifo.. 
Cambierebbe effettivamente qualcosa?

-decide lui su come educare i suoi figli 
Se lo stesse facendo, ma non è così.

Avatar di farnightfarnight alle 23:12 del 18-02-2015

Inserisci nuovo commento



Attenzione: i commenti sono moderati per i non iscritti.

Statistiche:

Voto medio

0 VOTI

Iscriviti per poter votare questo sfogo.
 

Iscriviti!

Iscriviti
Iscriviti e potrai aggiungere commenti senza attendere approvazioni, votare gli sfoghi e gestire i tuoi post ed il tuo profilo senza limitazioni.
Clicca qui per aggiungerti