Ven

17

Gen

2014

Senza Titolo

Sfogo di Avatar di senzacielosenzacielo | Categoria: Altro

vorrei che esistesse una medicina che liberasse l uomo dalla sofferenza.di qualsiasi genere.parlo di sofferenza interiore.(per quella fisica,la medicina é in continua evoluzione) possibile che si riesca ad andare nello spazio,che si sia sia inventato di tutto e non esista ancora un qualcosa che porti serenità,ottimismo nelle persone?ricollegandomi all osservazione di un amico qui,che reputa la gente lamentosa e pessimista,credo che questo sia assolutamente vero.e che questo malessere generale sia dato,non tanto dagli eventi,ma dal modo in cui si affrontano i vari problemi,la vita in generale.i vari psichiatri,psicologi ci ammorbano con le loro riflessioni,su cosa fare e cosa non fare per essere felici,per vivere bene,per superare un lutto ,una separazione...la verità é che sono solo belle parole e restano tali.non sempre la teoria é applicabile alla pratica.mi direte che il dolore fa parte della vita ma ,realmente,a cosa serve?

26 commenti

viviamo un centinaio di anni(si spera)e piu di 3/4 lo passiamo infelici,scontenti,frustrati,stressati,impauriti,ansiosi e chi piu ne ha piu ne metta.mi ripeto,gli eventi della vita non si possono gestire, la maggior parte delle volte,si puo solo affrontarli meglio.l uomo non ne é capace.sono pochissimi quelli che prendono la vita in modo positivo nonostante eventi nefasti.e sono gli unici che vivono bene.per gli altri é un inferno quotidiano.e ci scanniamo tra di noi,e ci odiamo,ci rifugiamo in alcool,droghe,arriviamo ad uccidere e ad ucciderci causa il nostro malessere personale.un mondo di persone positive e serene,e di conseguenza piu altruiste,pacifice.ci vorrebbe questo.é assurdo che non ci sia una soluzione per arrivare a ciò,un vaccino.perdonate la pesantezza del post.ma, sopratutto ultimamente,sento fortemente la sofferenza degli altri.dovrei cambiare lavoro...un abbraccio a tutti

Avatar di senzacielosenzacielo alle 05:09 del 17-01-2014

Hai perfettamente ragione, senzacielo. Anche io sono molto empatica e sto male per le sofferenze dell'umanità. Non parliamo poi di quelle delle persone a cui tengo! Ma si parla di sofferenze vere, quelle che come dici tu avrebbero bisogno di una bacchetta magica o di un antivirus. E proprio perché la vita ci può riservare dei dolori veri, non capisco come ci si possa rovinare il fegato per le sciocchezze fili tutti i giorni: il traffico, la già alle poste, proprio come scriveva Setanta. Basterebbe qualche sorriso in più e un po' di pazienza da parte di tutti...

Avatar di logicalogica alle 09:36 del 17-01-2014
non capisco

Ciao, come in un altro sfogo che tu riporti ti posso assicurare che c'è un errore nella tua interpretazione. Noi nasciamo e per natura non proviamo dolore, una persona sana non ha dolore fisico. E quindi una persona sana per quale assurdo motivo deve prevare dolore interiore? come per il nostro fisico noi dovremmo preoccuparci ogni volta che proviamo dolore ( se ti fa male una gamba dopo tot giorni vai a farti vedere o no?) bene noi trattiamo la nostra mente in modo diverso e sopportiamo il dolore senza preoccuparci, è comodo cosi. Come in questo sfogo, ci lamentiamo che al gente si lamenta e c'è del mal contento generale. Io penso una cosa nettamente diversa. Innanzi tutto tu tenderai sempre a vedere nel mondo quella cosa che coferma una tua idea, quindi se pensi che la società sia malata e dolorante coglierai tutti quei dettagli che avvaloreranno la tua idea, e tenderai di conseguenza a non far caso a quelle cose che invece possono dimostrarti il contrario. E spesso la gente che si lamenta cosa fa? come fai tu. Vedi del marcio e vorresti che fosse la società stessa a modificarsi per essere un pò più bella. Ci lamentiamo perchè infondo ciò che possiamo modificare è dentro di noi e non abbiamo potere sulle cose al di fuori di noi. Questo è un ragionamento finito, non ti porta da nessuna parte. Ci si lamenta e basta. Prova a cambiare prospettiva verso il mondo e non pesare che sia tutto brutto e vedrai che il mondo cambierà intorno a te. é una cosa difficile, io lo chiamo svegliarsi, e come un risveglio non è indolore, quando sei nel tuo lettuccio e suona la sveglia, non è facile svegliarsi, non è facile andare a modificare i propri schemi mentali. Perchè te lo giuro, quello che fa male alla gente sono i loro schemi mentali, la realtà assolutamente no. ciao e buona giornata 

Avatar di otelloboyotelloboy alle 09:53 del 17-01-2014

Otelloboy, mi inchino.

Avatar di fatadelporto2fatadelporto2 alle 09:55 del 17-01-2014

Cara senzacielo, quello che tu chiedi e penso che sia un desiderio comune per tutti, non è facilmente realizzabile. L'ottimismo, la serenità e la gioia non arrivano grazie a una medicina o a un'operazione, arriva attraverso noi stessi. Siamo noi gli unici in grado di poter trovare il modo. E' vero che nella nostra vita passiamo molto più tempo a lamentarci, essere scontenti, frustrati, nervosi o arrabbiati. Ma è la vita, non possiamo farci nulla. Nel nostro percorso ci vengono date cose bellissime e altra meno, quasi sempre alla fine ci accorgiamo che queste ultime sono nettamente superiori. Ma è così la vita....non ci possiamo fare nulla.

Quello che dobbiamo cercare di fare, nel possibile umano, è rendere la nostra vita il più dignitosa possibile. Dobbiamo cercare di non avere rimpianti quando arriviamo alla fine. Dobbiamo cercare di fare tutto il possibile. 

Tu ora ti rapporti con la vita di persone che si sono abbandonate alla droga rinunciando a vivere. Loro magari hanno fatto tutto il possibile per cercare aiuto, magari hanno provato a chiedere sostegno nei genitori o fratelli. Magari la loro sfortuna è stata quella di non aver mai avuto vicino dei genitori in grado di farli crescere con dei sani principi. Magari hanno avuto la sfortuna di trovarsi vicino ad amici che alla fine hanno pensato solo di distruggere la sua vita, invece che di aiutarlo. Non puoi guardare loro e trovare una risposta, perchè non sarai mai in grado di trovarne una.....

Ognuno di noi reagisce al suo modo, lo fa come il suo carattere gli insegna. Chi affronta la tristezza con un sorriso e una battuta, chi disperandosi, chi tirando pugni al muro, chi cercando un dialogo. Ognuno al suo modo. L'importante è saper reagire, consapevoli che magari gli sforzi saranno vani e che la sconfitta può arrivare da un momento all'altro....ma almeno ci abbiamo provato, almeno potremmo un giorno dire "ho fatto tutto il possibile".

La vita non è facile, non lo è mai stato per nessuno. Ci mette ogni giorno alla prova e noi dobbiamo farci trovare sempre pronti. Basta una piccola distrazione per trovarci per terra doloranti e tutte le volte dobbiamo rialzarci e proseguire. La verità è che siamo noi la cura di noi stessi.....niente medicine, solo noi!!!

Avatar di harleyharley alle 10:02 del 17-01-2014

sono fuori,perdonate come scrivo.io non ho detto che la società é marcia o che io vedo la vita nera.anzi piano piano ho ricostruito la mia vita e mi reputo una persona felice.ma sai ...lavoro con dei tossicodipendenti.e non hai idea di cosa ci sia nel vissuto di queste persone.persone di una fragilità immensa.vorrei cancellare come per magia la sofferenza nei loro cuori.non tutti sono forti,non tutti hanno quella volontà o quella possibilità di avere un aiuto.e come loro tanta altra gente,segnati da lutti,violenze,abusi ecc.sofferenze che si portano dentro.vorrei poter avere il potere di vedere la gente felice.hai frainteso completamente il senso di ciò che volevo dire.o forse non riesco ad esprimermi io?

Avatar di senzacielosenzacielo alle 10:08 del 17-01-2014

ovviamente mi riferisco ad otello e harley...ovvio che non esiste medicina.il mio era un fantasticare.noi ci possiamo dare aiuto quando abbiamo quella forza d animo per farlo.non tutti ce l hanno.quando non si vivono certe situazioni é facilissimo parlare e dire"la forza é dentro di noi" oppure "rivolgiti ad uno specialista e fatti curare".ci sono persone che non possono neanche permetterselo oppure che non hanno neanche la lucidità per andarci.ribadisco:non mi riferivo a gente che ha problemucci e si lamenta in continuazione perche vuole la vita comoda

Avatar di senzacielosenzacielo alle 10:18 del 17-01-2014

ps.volevo scrivere il potere per rendere la gente felice

Avatar di senzacielosenzacielo alle 10:20 del 17-01-2014

Il tuo sfogo senzacielo è comunque bellissimo, dimostra quanto tu sia altruista e molto dolce a pensare agli altri prima che a te stessa. Se solo si potesse aiutare tutti a trovare la felicità, mi troveresti in prima fila per dare il mio contributo. Credo che ricevere un "grazie" o un sorriso da qualcuno sia il regalo più bello che si possa avere. Se solo potessimo aiutare tutti...

 

Avatar di harleyharley alle 10:35 del 17-01-2014

No, io ti ho capito perfettamente, tu parlavi di dolore vero, per una malattia incurabile, un lutto. Non si parla di tristezza o insoddisfazione, ma purtroppo per esempio dell'impossibilità di aiutare un figlio, un genitore, la persona amata... La sofferenza nel mondo esiste e non si può semplicemente dire che dobbiamo trovare la forza dentro di noi. Certo, questa aiuta e non deve mancare, altrimenti c'è solo la disperazione, ma a volte la realtà può essere davvero crudele

Avatar di logicalogica alle 11:10 del 17-01-2014

Senzacielo anche io soffro molto per gli altri e ti posso dire che soprattutto i tossicodipendenti sono persone che soffrono talmente tanto che so danno la colpa per qualunque cosa...

e quelli che vedi nei centri sono un minimo di quelli che ci sono...

sicuramente ognuno di noi ne ha uno insospettabile come amico/parente/collega/vicino di casa in questo momento proprio accanto.

Uscirne si può,bisogna solo che queste persone si rendano conto che la colpa di tutto non è solo loro,che così facendo,quando passa l'euforia e il senso di onnipotenza causato dalla assunzione delle sostanze,dopo si sprofonda in angoscia,paura, senso di colpa..

poi fisicamente è dura,ma molto meno se si ha un motivo. 

Avatar di ChoppyChoppyChoppyChoppy alle 11:15 del 17-01-2014

So = si 

 

Avatar di ChoppyChoppyChoppyChoppy alle 11:16 del 17-01-2014

lo so ragazze.e otello quando ho citato l altro post non ho frainteso quello che ha detto l amico.ho condiviso il fatto che é vero che la gente si lamenta perché é insoddisfatta.e l infelicità porta rabbia e cattiveria.ed io vedo anche loro come persone deboli,incapaci di reagire e di migliorare la propria vita.ma la" pillola magica" la vorrei per aiutare altre persone con problematiche gravi,segnate da sofferenze diverse.harley non sono niente,é stato uno sfogo di rabbia a dire il vero.

Avatar di senzacielosenzacielo alle 11:28 del 17-01-2014
senza cielo

Ciao, forse ho male interpretato ciò che dici, ma ora che lo comprendo meglio penso proprio che ti avrei risposto allo stesso modo. Stessa cosa e stesso ragionamento è per quel grazie e quel sorriso che ti riempie il cuore. Per carità è veramente bello riceverlo. Ma questo ti sei chiesta perchè? perchè è cosi bello riceverlo? 

Noi confondiamo spesso la carità, io seguo molto le parole del vangelo e lo leggo abbastanza. Al di la della chiesa e tutti i problemi legati ad essa penso che le parole usate da Gesu siano un grande insegnamento: "lascia che la mano sinistra non sappia ciò che fa la destra" oppure quando ha incontrato gli apostoli e gli dice di abbandonare mogli e figli e seguirlo. Che cosa intende con queste frasi? dove sta l'inghippo? bene, lui ti sta dicendo: la carità che si fa ogni santo giorno da moltissimo a chi la professa e aiuta gli altri. cosi tanto che le persone si nutrono di questa cosa e ne hanno bisogno, le fa sentire bene giusto? ecco Gesu ti dice attenzione, questa non è carità, ma egoismo. Tu fai qualcosa per averne un ritorno. E questo è dato dal fatto che un sorriso o un grazie ti possano aiutare e far sentire meglio. Però se dai il potere a questi gesti o parole di farti sentire bene stai dando automaticamente il potere ai gesti e alle parole di buttarti giù! 

" la mano destra non sa ciò che fa la sinistra" significa che io se faccio carità la faccio perchè è nel mio percorso di vita, la faccio senza accorgemene " ah si, vi ho aiutato? non me ne sono reso conto" questa è vera carità, questo è vero amore. senza ritorno.

Lui dice ai suoi apostoli abbndonate le vostre famiglie, morite a loro usa. Questo significa perdere i collegamenti limitanti, perdi il legame mentale per essere libero.

Ci sono sirtuazioni di sofferenza nel mondo, situazioni diverse e persone che hanno una vita impossibile. Però abbi pazienza io sono responsabile della mia felicità come tutti gli altri lo sono della loro. cosi ragiona la natura.

tu vorrsti aiutare di più queste persone ma perchè? dentro al tuo cuore sai rispondere a questa domanda? se potessi provare felicità assoluta senza nulla di ciò che fai lo vorresti? cosa è che conta infondo?

Sai io penso spesso che le persone che si lamentano ( qualsiasi sia la loro situazione) stanno scansando la propria responsabilità di esere felici. Io do la colpa al mondo che mi ha messo i bastoni fra le ruote, do la colpa al mondo se sono cresciuto con una madre alcolizzata e un padre puttaniere ( la mia realtà) e ora soffro per colpa loro. OHHH poverino... ma devo svegliarmi cazzo! sono solo io il responsabile per la mia felicità nessun altro, se do la colpa della mie pene a qualcosa al di fuori di me io non posso stare bene, rimarrò li a lamentarmi. Se mi prendo la responsabilità di essere felice e ammetto dentro a me stesso che la causa del mio male sono solo io e i miei pensieri allora si posso cambiare le cose. Ah e una delle cose più importanti da capire è che si è giusto prendersi le proprie responsabilità, ma non serve assolutamente a niente sentirsi in colpa se non siamo felici. Non sentirti in colpa, prenditi la tua responsabilità e lavora per la tua felicità. a volte le persone che soffrono molto arrivano da sole a questi ragionamenti, te lo rammento. ciao. E rimane comunque  la mia grandissima stima per quello che fai. complimenti! 

Avatar di otelloboyotelloboy alle 12:20 del 17-01-2014

complimenti a te per quello che hai scritto.rifletterò sulle tue parole.sono toccanti,mi sono commossa mentre le leggevo. un abbraccio

Avatar di senzacielosenzacielo alle 12:29 del 17-01-2014

Ma è una mia impressione o senzacielo ha davvero la lacrima TROPPO facile?

Avatar di rosarossarosarossa alle 12:59 del 17-01-2014

si chiama sensibilità rosa,se vuoi te ne do un pò :)

Avatar di senzacielosenzacielo alle 13:02 del 17-01-2014

scherzi a parte, certi argomenti e certe parole mi toccano.mi ha commosso che citasse Gesù,in questo caso.

Avatar di senzacielosenzacielo alle 13:05 del 17-01-2014

Senzacielo sei sicuramente una bellissima persona e anche credo una persona che ha sofferto molto e questo capita a persone del tuo stampo.

E inevitabile . Vai avanti così lo stesso . Il mondo fa il forte ma ha estremo bisogno di gente come te. 

Avatar di ChoppyChoppyChoppyChoppy alle 13:14 del 17-01-2014

grazie choppy ma trovo io in te una bellissima persona.ho letto quello che hai raccontato,del periodo economico che stai passando,con una bambina piccola da mantenere(ho un figlio anch io so che vuol dire e ho passato un periodo come il tuo dopo la separazione)e intanto ti vedo qua sul sito porti allegria,dai una parola di conforto a tutti.é ammirevole .ti anzi vi auguro ogni bene.e un pochino in piu di soldini che non guastano :)

Avatar di senzacielosenzacielo alle 13:36 del 17-01-2014

Grazie senzacielo ti auguro altrettanto di cuore .

Sai anche la mia mamma che purtroppo vive lontana da me ha subito una separazione ormai 13 anni fa.

Non si è mai ripresa la sua vita purtroppo..e mi piange il cuore..mio padre invece cambia donne in continuazione perché a lui piace tenere il piede in due scarpe,non merita considerazione . eppure lei non lo ha mai dimenticato..E dura.

Tu non fare come lei un bacio

Avatar di ChoppyChoppyChoppyChoppy alle 13:42 del 17-01-2014

bhe senzacielo ti sento triste in questo post e la tua bontà e sensibilità ti spingono forse a risolvere non solo la tua tristezza ma quella di tutti, questo è molto bello da parte tua, sei proprio una bella persona. Tu incentri il discorso sul dolore. guarda una canzone di domenico modugno dice amerai persino il tuo dolore, in "meraviglioso". a parte ciò il dolore a cosa serve, bella e complicata domanda, ciò che penso io è viceversa come sarebbe la vita senza dolore, quel tipo di dolore che dici, io non riesco a immaginarla considerato come siamo fatti noii esseri umani. ma il dolore è un concetto relativo che ha aperto ampi settori di studi. Andando nel basso basso e al più vicino a noi, un dolore non ha caratteristiche identiche sia in quantità che in qualità in ogni persona, per non parlare del dolore se si riferisce poi a popoli diversi che hanno concetti di dolore persino all'opposto di altri popoli. io credo che la vita deve essere sempre vissuta in base alle possibilità che si hanno o che si sono avute, per esempio, l'aver amato e la possibilità di essere stati amati, non sul dolore di aver perso l'amore ciao cara :-)

Avatar di Brigante liberoBrigante libero alle 15:50 del 17-01-2014

la medicina si chiama: fregarsene.

Avatar di JanasJanas alle 16:33 del 17-01-2014

scusate torno adesso. choppy mi dispiace per tua mamma.e mi dispiace per tuo padre che abbia lasciato una donna a soffrire cosi per la sua lussuria(immagino sia stato per questo )io non provo piu sentimenti per quell uomo,per fortuna.i problemi sono stati altri.economici e un bambino disperato.c é voluto un pò ma ora sto bene perché mio figlio sta bene. brigantuccio mio ti adoro per la tua sensibilità. janas hai dato il tocco finale,hai sdrammatizzato tutto da gran figo che sei . vi bacio tutti chi cojo cojo :)

Avatar di senzacielosenzacielo alle 19:52 del 17-01-2014

Secondo me,il dolore di qualsiasi genere.in amore o altro fa parte della vita.e in un certo senso e' giusto che ci sia.ci da l'opportunita' di metterci alla prova e tirare fuori la forza per uscirne da quella determinata situazione.ci da la possibilita' di riflettere,rafforzarci e una volta superato l'ostacolo saremo piu' forti e determimati di prima,nell'affrontare la vita

Avatar di vaiserenovaisereno alle 14:51 del 18-01-2014

Nel senso che bisogna trasformae il dolore,in lezione di vita.e farne tesoro

Avatar di vaiserenovaisereno alle 15:47 del 18-01-2014

Inserisci nuovo commento



Attenzione: i commenti sono moderati per i non iscritti.

Statistiche:

Voto medio

7.00

1 VOTO

Iscriviti per poter votare questo sfogo.
 

Iscriviti!

Iscriviti
Iscriviti e potrai aggiungere commenti senza attendere approvazioni, votare gli sfoghi e gestire i tuoi post ed il tuo profilo senza limitazioni.
Clicca qui per aggiungerti