Tag: tradimento

Mar

24

Mar

2015

complicità tra donne e.. corna!

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Lussuria

Sono una ragazza di 23 anni, fidanzata con M. da circa un anno e mezzo.. una storia perfetta, non litighiamo mai, abbiamo tante cose in comune, parliamo tanto e nn c'è proprio niente che non va.

veniamo al dunque.. 

una sera usciamo tutti in comitiva (più che altro amici del mio ragazzo), e a noi si unisce un ragazzo, amico loro, che avendo trovato un lavoro in Australia voleva salutare tutti prima di partire. Un ragazzo bello, brillante, affascinante...davvero un gran pezzo di figo! durante la serata andiamo in un locale, prima però vado in bagno e con me viene la ragazza del migliore amico di M. con lei non ero proprio amica, ma c'era sempre stata intesa tra noi nonostante non ci frequentassimo spesso.. entrate in bagno mi dice sussurrando: "vuoi fartelo vero..." ed io.. "cosa?" e lei.. "come cosa? lui..." alludendo chiaramente all'amico in partenza... io le dico "beh.. in effetti il ragazzo merita.." ma dicevo solo per dire..

a questo punto mi dice che l'indomani voleva organizzare un'uscita tra ragazze, e che la cosa..insomma.. era fattibile.. lei aveva il numero di questo ragazzo, e mi ha assicurato che lui non si sarebbe tirato indietro. io ho fatto un po' la vaga, perchè ero un po' a disagio, anche se quell'idea folle mi attirava un po'.. lui in fondo sarebbe partito per sempre, nessuno avrebbe mai saputo niente.. e una scappatella in fondo potevo anche concedermela vista l'occasione con questo ragazzo da copertina su Vogue.. ho accettato l'invito a uscire tra ragazze, senza però assicurare niente per questa cosa.. 

l'indomani usciamo io e lei da sole, e andiamo in un locale a bere.. dopo mezz'ora spunta lui...

era chiaro dall'espressione che sapesse già tutto.. prende qualcosa da bere, e chiacchieriamo tutt'e tre per un'oretta, poi ci propone di andare da lui a rilassarci un po'.. io accetto.... 

ho fatto il più bel sesso di tutta la mia vita, mi sono sentita libera, sensuale e perchè no..troia e porca!! sì, sono stata una troia, la sua troia, e mi eccitava da morire fare quel sesso sporco e violento con un perfetto sconosciuto, bello prestante e devo dire molto dotato... e non èsolo "successo", ma è stato premeditato.. per l'occasione mi sono vestita e truccata abbastanza provocante, e sotto ho messo un completino intimo molto sexy con le autoreggenti, insomma le cose che il mio ragazzo mi chede da un anno e che ancora non ha mai visto addosso a me.. per non parlare dei giochetti sessuali che ho fatto e mi sono fatta fare quella sera......

beh..ebbene sì ti ho tradito, e non lo saprai mai.. e lo rifarei perchè mi è piaciuto da morire farmi scopare da quel ragazzo porchissimo che ormai è dall'altra parte del mondo e di cui eri geloso la sera prima... ma ti amo :)

Gio

19

Mar

2015

solitudine

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Quelli che dovrebbero essere i miei amici se ne fottono, ogni proposta che faccio per combattere la monotonia sembra che li scocci.Scaricano sempre tutto su di me, responsabilità sempre e solo mie. Ho un ragazzo che non sono più sicura di amare, siamo in una posizione dove lui si attacca continuamente o non mi considera per giorni interi, non riesco a tornare amica di quello che è stato il mio migliore amico per 3 anni in quanto si è innamorato di me e non vuole un amicizia, non so cosa fare della mia vita, 0 idee per l'università nonostante vada bene a scuola.

vorrei solo conoscere gente nuova,ma ho paura di non essere accettata e magari che nessuno voglia stare con me. Mi sento sola, piango e non posso dirlo a nessuno, l'unica consolazione è la mia gattina

SIETE DEGLI STRONZI! MI FACCIO SEMPRE IN 4 PER VOI E NON VI ACCORGETE NEANCHE CHE STO MALE! 

Dom

08

Mar

2015

Abbandonata

Sfogo di Avatar di francafranca | Categoria: Lussuria

Sono stata tre anni con un uomo sposato che prima ha mi ha illusa facendomi di credere di stare lasciando sua moglie, poi mi ha costretta a cedere a fantasie sempre più spinte e umilianti. Ultimamente mi ha coinvolto anche in serate con altre coppie più o meno regolari ed io non ho avuto la forza di dirgli di no. Ero arrivata al punto che mi bastava non perderlo, però alla fine lui mi ha piantato di brutto, spiegandomi che sua moglie è incinta del terzo figlio e che lui si è stancato di me. In realtà ho scoperto che ha una collega d’ufficio, una ragazza egiziana, con cui mi ha sostituita ed ho fatto un’azione folle. Una sera che sapevo che lui era con l’altra sono andata dalla moglie e le ho detto tutto: di me e della nuova amante. La moglie mi ha guardato tranquilla e mi ha detto che sapeva tutto. Mi ha fatta sprofondare dicendomi che anche lei non era una santa e che io ero una stupida perché a suo marito ero costata pochissimo e non mi ero fatta fare regali costosi.

Ma davvero le storie sono così?

Ieri ho ricevuto due telefonate di uno degli uomini con cui, negli scambi di coppia, ho fatto sesso. Lui mi ha detto che sa che sono stata piantata, che gli dispiace e che però a lui piaccio. Lui non è bello ma è simpatico e non è sposato. A letto ci sa fare. Sento di avere bisogno di un compagno e lui mi dà sicurezza, ma ho paura che dietro ci sia il mio ex che vuole ancora usarmi per divertirsi. Sono paranoica? Posso fidarmi? O faccio meglio a cercare altrove. Ma chi? Ho perso i contatti con tutti in questi tre anni!

Gio

19

Feb

2015

Adulta o cogliona?

Sfogo di Avatar di melovogliofamelovogliofa | Categoria: Lussuria

Ho 23 anni, sono fidanzata, il mio ragazzo è quello che idealmente desidero da un uomo, nonostante mi abbia tradita. prima di lui ho avuto una convivenza di 4 anni. Lui lavora con dei personaggi della musica, niente di estremamente mainstream, ma insomma...sono abbastanza in vista.

Li ascolto perchè mi piacciono e potendoli vedere come persone da frequentare allo stesso tempo....ho iniziato a fantasticare su alcuni di loro.

 Una settimana fa sono andata a un altra serata.... Vuoi perchè non è estremamente bello, vuoi perchè è abbastanza vicino al mio ragazzo...non lo so , ma a lui in particolare non ci avevo mai pensato.

quella sera era silenzioso, incazzato, non parlava con nessuno. Ci siamo ritrovati soli e vicini e ho sentito la voglia di parlargli, nonostante per come si stesse comportando nessuno si era nemmeno avvicinato.

Mi sono girata e gli ho chiesto due cose, lui mi ha sorriso, mi ha risposto...e siamo rimasti vicini, in silenzio.

Ho iniziato a guardarlo con occhi diversi quella sera, l'ammirazione per lui e il modo in cui lavora, la simpatia genuina e tutto il resto...sono diventati voglia di fottermelo....lo so, sono veramente banale.

Gli ho scritto, in modo anonimo...abbiamo iniziato a chiacchierare e a giocare, io dando indizi su chi potevo essere e lui dando risposte che lo hanno fatto apparire ai miei occhi meglio di quello che credevo. 

Mi ha proposto di vederci. Io mi sento una merda da un lato.

Scoparmi uno che lavora con il mio uomo. Bella troia. Magari la cosa salta fuori e io butto al cesso la mia relazione per una scopata che magari è pure di merda. Carica di aspettative perchè "alla fine vado a scopare con tizio". Comportamento degno di una liceale arrapata.  

Dall'altro penso che ho 23 anni, che pure lui mi ha tradita per levarsi uno sfizio...e che alla fine sti cazzi. La cosa non salterà fuori e se salta fuori non potrà mai essere dimostrata. Sfizio levato, fine della storia. 

Che faccio? L'adulta o la cogliona?

 

Gio

08

Gen

2015

Mi sono lasciata tempo fa e sto ancora male per quello che ho fatto

Sfogo di Avatar di VogliadicambiareVogliadicambiare | Categoria: Lussuria

Non voglio la compassione, cercare giustificazioni o altro voglio soltanto scrivere tutto ciò che sto provando da mesi. Ero fidanzata con un ragazzo che chiamerò M da due anni. Lo amavo più di ogni altra cosa e credetemi se vi dico che avrei potuto dargli la mia vita. Ho iniziato a soffrire di ansia, o meglio a realizzare e a capire che avevo n "problema". Avevo capito di essere un ossessiva complusiva e le mie giornate erano sempre più nere. Credevo di non amarlo più, che ci fossero ragazzi migliori. Mi svegliavo le notti ripensando a tuttii i suoi errori. ero convinta che lasciarlo fosse la cosa più giusta. Lui era un po a fatti suoi, se c'ìera un problema a volte era li vicinissimo a me, altre non cercavav minimamente di risolverlo. Gli chiedo una pausa, volevo capire se mi mancava. Lui non mi cercò. Ci rimasi davvero male, e diciamo che la pausa durò pochissimo, due o tre giorni, e mi aspettavo si ribellasse o altro, ma nulla. Devo dare un esame all'università, mi passo a prendere subito dopo, io ero delusa da tutto. lui mi sembrava strafottente, come se non gli importasse e mi fa quasi una battutina. Ci resto male, ma faccio finta di nulla. Mi sarei aspettata che mi invitasse a uscire, ma come al solito ha pensato al suo esame e non mi ha chiesto di vederci. Decisi di lasciarlo. Io lo amavo ma avevo paura del futuro che mi attendeva. Era il mio primo ragazzo serio e non sapevo che in fondo era meraviglioso, che tutti hanno dei difetti. Lo lascio e lui insiste solo per un giorno di tornare, ma poi non si fa sentire. Lo cerco disperata, lo amavo. Era troppo tardi, lui non mi voleva più. Mi cercava solo dopo venti messaggi e mi disse dopo una settimana di totale assenza cose provocanti. Mi sentii morire dentro. Ripetev quello che gli avevo detto. Mi aveva delusa per il suo egoismo e io gli dissi che era finita, lui mi disse ma io e te facevamo l'amore e io gli dissi lo so cosa posso farci, non ci pensi a me e sto male. Lui mi stava trattando allo stesso modo. gli pregavo di smetterla, che potevamo chiarire, ora si potevano aggiustare le cose. Lui non mi voleva, parlava con altre, forse per farmi ingelosire poichè anche io per attirare la sua attenzione lo feci. insomma solo ripicche. Lui mi faceva stare male, non si interessava, non voleva chiarire, io mi sentivo sola e facevo un dispetto, lui continuava. STavo andando in cura in tutto questo e lui non lo sapeva. La mia psicologa mi diceva lascialo se ti fa stare male. Diciamo che erano tante le situazioni in cui ci rimasi male. So che ero anche io una bambina. Lo ammetto e sto male da morire. Vedevo tutti perfetti tranne lui. Insomma alla fine mi lascia e non mi cerca più per un mese, un mese in cui stavo morendo. Lui non mi cercava mai e io piano piano iniziavo a odiarlo. Piangevo e stavo male, vedevo il mondo crollarmi addosso. Bhe dopo le crisi e i silenzi e la solitudine un mio vecchio amico, spudorato spasimante, mi cerca. Bhe quello di cui mi pento sta proprio qui. Io esco con quel ragazzo, che bhè dopo crisi, rifiuti e un mese e più di silenzi da parte del mio ex, mi piaceva o almeno credevo. Prima di uscire con questo pensavo solo a mettere una pietra sopra alla mia storia. Si volvo chiudere quella sofferenza, i pensieri ecc. anche se i pensieri ci saranno sempre per un ossessivo. Bhe pensai e se richiamassi il mio ex? Aveva rifiutato l'invito di mia madre, ogni singolo messaggio, mi avrebbe rifiutata di sicuro. Decisi di uscire con queso ragazzo che mi fece bere un wiskey, e io ingenua stetti al gioco. Facemmo sesso e vi dirò che on mi sentivo colpevole. In fondo ero stata rifiutata ed ero convinta non mi amasse più il mio ex. Bhe storiella di sesso con quest altro e io sto male dentro. io mi sentivo come se avessi tradito il mio ex, piangevo, stavo male e da allora sta cosa mi tormenta. Lo cercai, gli confessai tutto e lui prima che gli dicessi di quest altro mi disse che NON SAREBBE TORNATO INDIETRO. io allora gli dissi , bene io sono uscita con un altro. Lui volle vedermi, disse non mi aveva dimenticata, gia prima con la frase non ti avrei cercata. Insomma lui mi amava ma non sarebbe tornato da me. Io lo avevo cercato e ricercato. Sempre a cadenza settimanale. NIENTE. non sapevo che fare. Insomma ci vedemmo poi e io lo amavo, ma mi facevo schifo e mi faccio tuttora schifo. Con altri ragazzi va solo di merda, diciamo che sono tornata quella cosciente che non fa cazzate ma non mi trovo con nessuno. Io non riesco a tornarci insieme perchè mi sento in colpa anche se lui mi ama, non so più niente. Quel senso di colpa mi uccide ancora. Le sue parole, Fai schifo, ti auguro che un il tuo ragazzo faccia sesso con un'altra dopo che lo hai lasciato. Mi facevo schifo. Io e lui non stavamo insieme ma io sento di avrelo tradito. Questo mi opprime da mesi e vorrei solo uscirne. 

Mar

06

Gen

2015

Basta voglio tradire la mia ragazza....

Sfogo di Avatar di joltjolt | Categoria: Lussuria

Basta voglio tradire la mia ragazza, è anni che ci penso...ssto benissimo con lei e non vi sto a tediare su come vivo il mio rapporto perche non è questo il punto. Voglio incuriosisrmi una tantum di un'altra ragazza, sedurla e farmi sedurre...Assaporare quei momenti in cui c'è la novita, un profumo nuovo, una voce nuova...modi diversi...e lasciarci trasportare fin dove ci va. Ma la realtà è che non sono una persona abile a tradire, non ho la faccia da culo per andare a provarci a destra e a manca perche non ho quel carattere e temo troppo si venga a scoprire qualcosa. Mi servirebbe incontrare una persona che ha le mie stesse esigenze, una scopamica magari! ma non si trovano sotto gli alberi passeggiando...internet è talmente pieno di siti fregature a pagamento dove poi magari c'è un ragazzo che ti scrive che quasi quasi ti fa passare la voglia...non esiste una via piu semplice? e non ditemi " si lascia la tua ragazza" seguito da numerevoli insulti. Voglio incuriosirmi ancora, perche so che poi apprezzerei anche di piu quel che ho...non voglio che la mia relazone vada all'aria per la mia noia, ma non posso permettermi di dire a lei che mi piacerebbe fare almeno una esperienza fuori dalla coppia..

Sab

03

Gen

2015

Sono fidanzata e sono attratta un altro ragazzo

Sfogo di Avatar di FRAFRA | Categoria: Lussuria

Mi ero ripromessa di non scrivere mai più in questo sito, non perchè abbia qualcosa contro, anzi all'inizio lo trovavo molto carino, ma perchè mesi fa alcuni utenti hanno risposto in modo cattivo a un mio sfogo e io, avendo problemi psicologici e di autostima, sono stata davvero male. Ora però ho bisogno di consigli, pareri, qualsiasi cosa.

Ho 21 anni. Soffro di depressione e disagi dall'età di 14 anni, anzi a volte credo proprio di esserci nata con la mente "deviata". Ho conosciuto il mio attuale ragazzo su un sito di incontri, e stiamo insieme da quasi quattro mesi. Non ho mai avuto storie, si potrebbe dire, nulla di serio, non ho vissuto nulla, sono stata sola a vivere come una bambina che sta solo con mamma e papà per anni. Frequento un gruppo di psicodramma per ragazzi giovani con disagi, ansie e paure. Questa estate il mio psicologo ci ha proposto un workshop in montagna, io ero già uscita due volte con il mio ragazzo. In montagna c'era questo ragazzo, quattro anni più grande di me, carino, interessante, finito in reparto pschiatrico dopo esaurimento nervoso per una storia d'amore finita. Ne ero attratta, pur se stavo iniziando a frequentarmi con il mio ragazzo, ma era solo, da certi punti di vista, un'attrazione platonica. Lui aveva atteggiamenti "ambigui" verso di me.

In montagna, un giorno raccoglie un fiore, viene da me e mi fa -ti dispiace se ti chiedo ti portartelo a casa e conservarlo?-, un altra volta si volta verso di me e mi chiede -è possibile che io ti abbia già vista al centro psicologico?-. Lui ha il mio stesso dottore, ho poi scoperto. Scopro da un mio ex amico che era in montagna con noi che lui (il mio amico) aveva chiesto -che ne pensate delle due ragazze che sono in montagna?- e questo ragazzo fa -Francesca (io) è una bella ragazza-. Anche un altro mio amico mi ha confermato questa frase. Però mi dice che secondo lui quello manco mi considera, e che in montagna gli ha detto che di donne non vuole più saperne date le delusioni avute che l'hanno portato all'esaurimento nervoso.

Non credevo che lo avrei più rivisto, ma lui frequenta, almeno per quest'anno, anche il gruppo di psicodramma. Non mi considera più di tanto, lì. Lui dice che si sente già vecchio, depresso e che non ha più voglia di divertirsi in alcun modo. Io al gruppo dico di avere un ragazzo, quindi lui sa che sono impegnata. Un giorno vado al gruppo con un vestitino carino, non era la prima volta, ma forse questo vestito era un po' più "sexy" pure se sobrio ed elegante.Quando finisce la seduta usciamo tutti, lui mi viene vicino e mi fa -Francesca, ma dove si trova il locale dove lavoravi?-. Una sera, dopo continui rifiuti, accetta di uscire in gruppo con noi. Andiamo tutti in un pub, lui guarda le ragazze, dice pure -bona- rivolto a una, dice a un mio amico -andiamo nel mio locale, che lì c'è tanta figa-. Quando gli chiedo -cosa hai detto?- lui mi fa, -nulla, discorsi da uomini-. Dopo chiacchieriamo un po', parliamo di musica anni 80, scopriamo che abbiamo gli stessi gusti musicali. Io gli chiedo -ma tu sei su facebook?-, e lui mi fa -no, ho intenzione di non mettermi per un po', se vuoi però ti aggiungo su twitter-, io rispondo che non ho twitter, e cinque giorni dopo, proprio mentre sono a casa del mio ragazzo, mi arriva una richiesta di amicizia da lui. L'ha chiesta anche agli altri ragazzi del gruppo. Un mio amico, quello che dice che secondo lui non mi considera di striscio, mi fa: -è strano però, anche a me mi ha detto che non aveva più intenzione di mettersi su facebook quando gli e l'ho chiesto, però non mi ha detto di aggiungerlo su twitter-. La sera dell'uscita con noi ha voluto andare via subito perchè diceva di essere stanco, ma mi ha chiesto -Francesca, come si chiama il tuo ragazzo?-. Ora trova scuse al mio amico per non uscire con noi dicendo che è sempre stanco, si sente depresso, prende ansiolitici troppo potenti. Anche in montagna andava a dormire sempre prima degli altri. E al mio amico parlava sempre della sua ex, quella che l'ha fatto esaurire. Secondo voi ha interesse? Mette -mi piace- alle foto di me da bambina su Facebook. Ma non scrive mai a nessuno.

Lo desidero troppo. Fisicamente. Non so se anche mentalmente, credo un po' di sì. Oltrettutto questa estate ho avuto paura di essere bisex e ora penso che, più uomini provo, più scaccio via quel demone. E non sono mai uscita con chi mi piace, con chi rispetta i miei ideali fisici, non ho vissuto nulla, e ho voglia di vivere qualcosa con lui. Ho chiesto a un mio amico di indagare. Il problema è che il mio ragazzo è una persona meravigliosa, dolce, tenera, educata, fa di tutto per me e dice che mi vuole bene. Credevo fosse passata l'attrazione per quell'altro ragazzo. Invece no. Un mio amico mi fa sembre battutine su di lui e io non riesco più a tenermi questa voglia. Mi sento in colpa e cattiva. Non so cosa fare  

 

Ven

02

Gen

2015

attratta da un 50enne

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Lussuria

Ho 24 anni e sono fidanzata con un ragazzo praticamente perfetto. Purtroppo 7 mesi fa ho perso la testa per il padre del mio migliore amico. Io vorrei tanto sedurlo ma ho paura di rovinare tutto. Vorrei semplicemente lui senza però mettere a repentaglio il suo matrimonio ne il mio rapporto. Ogni tanto ci sentiamo su whastapp ma sono sempre discreta pur desiderandolo immensamente. Potrei provarci sono una bella ragazza, penso di piacergli ma non so se è veramente interessato x un avventura. Quando mi vede lui si imbarazza come se fosse in soggezione, eppure con gli altri è un tipo socievole, inoltre se non mi vede x un po, chiede di me al figlio...  Vorrei dei consigli su come procedere e dei pareri. Io mi impegno a dimenticarlo ma appena lo vedo impazzisco...

Dom

21

Dic

2014

Cresciuto con una mamma...

Sfogo di Avatar di YellowYellow | Categoria: Lussuria

..vorrei dire porca, troia o qualsiasi offesa venga in mente. è uno sfogo. è la prima volta che provo a sfogarmi o a parlare di questo. Ho sempre fatto finta di nulla, ho sempre ignorato la stiuazione. O quasi. Cioè, a volte o provato a parlarne con qualcuno ma mi hanno sempre trattato da pazzo, da maniaco o peggio. Vi giuro che fa male. Fa male non poter parlare con qualcuno di qualcosa, vivere con un segreto che non vorremmo avere.

Sono cresciuto con una madre..."finta", falsa. Da una parte una madre amorevole e protettiva, dall'altra una stronza, che tradiva mio padre e forse schiava del sesso, o quanto meno schiava delle attenzioni. Stronza non perchè tradiva mio padre, ma per come mi trattava per come sfogava la sua rabbia repressa (credo) su di me.

Non ho mai parlato a nessuno di queste cose, di come mi facevano\fanno sentire. Ho sempre vissuto con la convinzione di essere abbastanza forte da ingorare tutto questo. Ma non è così. Non ce la faccio più, non so perchè, ma non ce la faccio più! Voglio parlarne, voglio sfogarmi con qualcuno, voglio poter..non lo so. Vorrei solo parlarne con qualcuno che non mi consideri pazzo. Ma possibile che io sia l'unico che abbia vissuto una situazione simile?

So che non ho confessato molto, ma non sono abituato a parlarne. Provo a raccontarvi una cosa.. ogni volta che ero in giro o in presenza di mia mamma da qualche parte, avevo il terrore che mostrasse il culo. Ogni volta si piegava con qualche scusa, con in dosso minigonna e tanga. Mi sentivo terribilmente in imbarazzo, per tutto il tempo in cui ero con lei. Anche prima che succedesse, che si mettesse in mostra. Era come se sapessi che lo avrebbe fatto, e già mi vergognavo in anticipo. In effetti, molte volte succedeva così. Sempre a culo all'aria, sempre a fare la cretina con qualcuno. E sapete una cosa? quando ero piccolo comprava il mio silenzio con i giocattoli. Non bisognava dire nulla a mio padre, perchè lui "era paranoico, si inventava le cose" era geloso e umiliato e incazzato "senza motivo". Credo stesse con lei perchè c'ero io. Forse vivo la cosa come fosse colpa mia..la sofferenza di mio padre intendo.

Cazzo, sto male. parlatemi ditemi qualcosa..ne ho bisogno. 

Sab

13

Dic

2014

Senza Titolo

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Lussuria

sono stato tradito dalla mia ex, e ora non posso fare a meno di essere l'amante di una donna il cui uomo c'ha delle corna che pare 10 cervi perché a quanto pare non la sfiora. Come se non bastasse mi piace anche quando sono a tu per tu con lei e conosco il suo uomo "che c'ha 40 anni mentre io 28, che sospetta di me, ma allo stesso tempo sospetta (giustamente) di chiunque e quindi si fa piu paranoico.

L'altro giorno l'ho vista allontanarsi con un tipo dal pub dove eravamo, cosi sono salito di corsa a per guardare dalla finestra e difatti l'ho beccata in pieno mentre lo baciava di nascosto. cosi quando é tornata al pub le ho restituito le mutande che mi aveva lasciato, mi da la sensazione che faccia le corna pure a me...eppure non sto con lei. e soprattutto perché mai dovrei stare con una del genere? é da folli. 

Credo di farlo per rivivere l'esperienza del tradimento, forse non mi sono mai staccato da quel dolore e contribuendo all' umiliazione quel povero uomo umilio me stesso. come ne esco? non godo nell'essere umiliato