Tag: stanchezza

Dom

17

Mar

2019

Stanca della sfiga

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Invidia

Ero una persona determinata e socievole, adesso non sopporto più nessuno e la colpa non è delle persone, perchè loro non fanno niente per rendersi insopportabili. è proprio la vita che a me ha deciso di non dare nulla, ambito salute male, ambito relazioni più male che bene, ambito studi/lavoro: bene, ma solamente perchè mi impegno tantissimo in quello che faccio e comunque quando le cose non dipendono dall'impegno ma dalla botta di culo vanno male. Normalmente non ne parlo in questi termini, anzi cerco di convincermi come dicono certe persone che la ruota gira... ma dopo 28 anni ad essere spettatrice delle "fortune" degli altri, sono proprio stufa. Non è che io pretenda tanto, ma che nelle cose di base e con la giusta dose di impegno qualcosa possa andare bene anche a me. Faccio un esempio per un ambito, ma vale in realtà per tutti una ragazza con cui sono uscita un pomeriggio a bere qualcosa mi racconta della sua vita amorosa e del fatto che stava con un ragazzo con cui stava molto bene, però poi si è invaghita di un altro, non riusciva più a capire che cosa volesse e alla fine l'ha tradito. Ha descritto questi eventi con estrema sofferenza e dice di essersi sentita molto in colpa per il tradimento e per questo di averlo confessato al suo ragazzo, lui la molla perchè non riesce ad accettare la cosa. Lei all'inzio ci rimane male, però poi si mette con l'altro con cui si trova bene, ma si accorge di non essere innamorata di lui... e vorrebbe tornare con il primo... che dopo un mese si accorge di essere in grado di passare sopra al tradimento e si rimette con lei. Questo è solo un esempio... ma nella mia vita anche se non ho mai tradito nessuno non ho avuto neanche un centesimo di tutto sto culo. E come questo esistono altri mille esempi persone cattive, che hanno palesemente sbagliato vengono personate, gli capitano le occasioni dal cielo...e io mi impegno nelle cose... ma non ottengo mai niente di più di quello che mi spetta... anzi in tutte quelle situazioni che dipendono dal fatto che qualcosa possa andar bene ... vanno male. Così è la salute (e non parlo di influenza parlo di problemi invalidanti), il lavoro, le relazioni. Le ho provate tutte, ma adesso sono proprio stanca... e l'unica domanda che mi riesco a fare continuamente è ... ma perchè tutti hanno qualcosa per cui sono soddisfatti così gratuitamente senza aver fatto nulla per meritarselo e io non devo avere prorpio niente, nonostante mi impegni, mi adatti, non dica mai un cazzo? 

Mer

06

Mar

2019

Sono stancaa (ma non riesco a smettere di fare cose per gli altri)

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Questa doveva essere una settimana di pausa dopo un mese pesante di spostamenti e corsi e lavoro. Una settimana di cui ho bisogno per riuscire a partire per questa nuova stagione con un po' di energie, che adesso mi mancano. Sento il bisogno di staccare dal lavoro, di prendermi qualche giorno in cui non pensare a ciò che ho da fare, preparare, programmare, pianificare per i mei a venire.
Ovviamente da quando ho deciso di mettermi a riposo, si sono presentate una serie infinita di cose da fare che ho bisogno di completare prima di poter staccare definitivamente la testa. Progetti da visionare, compleanni di persone a cui vuoi bene che però vorresti tanto poter rimandare, amiche che a breve partiranno per lungo tempo e che non sto frequentando abbastanza, scadenze, colleghi che mandano materiale o chiedono pareri.
E io sono stanca,esausta, esaurita e vorrei solo fermarmi, ma non riesco a smettere.

La mia terapista è in maternità e io ho voglia di urlare e sparire per un po'.

Anche il tempo che ho etichettato come svago mi pesa e lo sento come un dovere: non sono capace di prendermi del tempo davvero per me.
Tempoper uscire con le amiche diventa tempo da passare con loro perchè presto non le vedrò più.
Tempo per la creatività diventa tempo in cui provo laboratori o attività che mi servono per lavoro.
Tempo per leggere diventa dempo per leggere tutto quel materiale che devo approfondire per non sentirmi inadeguata al prossimo incarico.

E allora qualsiasi cosa diventa un peso: prepararmi da mangiare, mettere via i vestiti, lavarmi, leggere, riordinare, pensare.

Sono stanca,stressata ed esausta e non riesco a smettere di fare

Vorrei solo sparire dalla vita di chiunque per un po', così che non possa avere bisogno di me e io non mi senta in dovere di accorrere o debba chiedere una tregua.

Gio

31

Gen

2019

L'ansia non mi fa dormire

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Sono stanca. Vorrei gridarlo al mondo, ma il mio mondo si riduce a 4 mura. Tutti quelli interessati davvero a me, poi spariscono. La mia mente va che è uno schifo. A memorizzare ci mette millenni, e poi, forse, non memorizza affatto. Vorrei scomparire per un po' dalla faccia della terra, vorrei ritornare tra qualche anno, rigenerata. Non sopporto il mondo ne la presunta onesta delle persone. Non sopporto me stessa e la mia ansia che mi impedisce di dormire la notte e di stare sveglia durante il giorno. 

 

Dom

02

Dic

2018

Castità per scelta.

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

 

Le donne m'hanno stancato. Gira e rigira sono sotto sotto tutte uguali, e francamente non capiscono mai chi hanno davanti - guardano solo apparenza e convenienza nei rapporti.

Quindi sì, mi hanno stancato. Preferisco pagarle per togliermi lo sfizio sessuale, a parte questo non ce ne manco una con la materia grigia al giorno d'oggi guardano Maria de Filippi e crescono stupide, cattive e vanesie.

 Ma andate a cagare, preferisco andare in Brasile e trombare una volta all'anno che avere 365 giorni 24hsu24 voi rincoglionite intorno

Sfigate. 

Mer

24

Ott

2018

Sono stanca di chi si finge interessato a me

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Mi sono rotta il c**** di chi si finge interessato a me e sfrutta questa cosa a suo favore per sfogarsi completamente con me e quando sono io quella che ha bisogno di aiuto ricevo:"reagisci su", "hai rotto di fare la capricciosa della situazione, reagisci" e con tante parolacce. Basta. Avete rotto. Se la vostra sensibilità fosse misurabile con il quoziente intellettivo sareste intelligenti quanto un sasso. Io ho tentato il suicidio e loro continuano a parlare sempre e solamente di loro stessi. E io? Che ho detto che potrei rifarlo di nuovo? No eh, non esisto. Maledetta me che vi cercava ansiosa anche quando avevate la febbre. V*********!! 

Ma non solo voi, il mondo è orrendo. Egoistico, ripetitivo. Basta, mi sono rotta. Infami andate tutti a f****** che per i c******* come voi l'ingresso è gratis 

Mar

18

Set

2018

imbucata

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Per lavoro dovevo andare dal commercialista e avevo buona parte della mattinata dopo a disposizione.

Dal commerialista ho fatto presto così cercavo di pensare a come sfruttare al meglio e in modo rilassante quell'ora e mezza che restava a disposizione per me stessa prima di tornare a lavoro.

Così ho preso nella pasticceria più buona e costosa della mia città una brioche da portar via, sono andata al supermercato a prendermi un succo, acqua da portare a lavoro. Avevo mezza idea di tornare a casa mangiare la brioche comodamente seduta sul divano, poi lavarmi i capelli così ero già apposto per stasera..ma mi è venuto in mente che c'erano i miei genitori che stavano preparando le valigie per andare al mare..quindi la tranquillità che tanto cercavo non l'avrei trovata.

Mi viene un lampo di genio e penso di dirigermi verso un parco molto carino e vicino dove lavoro io così poi senza fare tanti giri sarei stata li comoda.

Non ricordavo bene dove girare in mezzo a quella vietta di campagna, quindi piano piano l'ho percorsa tutta in auto a 40 km ..stradina stretta, piena di sassi ma convinta di ricordarmi dove si trovasse sto benedetto parco. 

Già mi immaginavo io tranquilla seduta su quella panchina immersa nel verde..a gustarmi la brioche buonissima alla crema e un succhetto di frutta.

Ad un certo punto vedo che non mi capisco, e vedo dietro di me un auto bianca ..penso fosse stata una peugeot 307..io che inizio a pensare"mannaggia a me dove cazz mi son imbucata, non mi ricordo più dove è, come faccio a girarmi qui..chissà dove mi porta, mannaggia a me e la mia  voglia di non fare un cazzo.."

improvvisamente la macchina gira ed entra in un cancello..il tizio è arrivato a casa.

Ed io dove cazzo vado..con una fatica immane e con il rischio di finire dentro al fosso...dopo aver sudato come una mucca facendo 1000 manovre per fare inversione..riesco a girarmi..

tornare indietro piano piano..e andare dritta al lavoro.

Mi chiudo dentro, mi siedo nella mia scrivania e mangio la brioche. Sudata più stanca di prima.

Buongiorno. 

Dom

09

Set

2018

Stanchezza

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Ho 33 anni e in tutti questi anni ho sempre anteposto le esigenze degli altri alle mie, ho sempre agito in base a cosa sarebbe potuto piacere agli altri.Il risultato è stato che adesso che vorrei pensare davvero alle mie esigenze, non so quali siano le mie esigenze, non so cosa voglio davvero. Ho sempre fatto mie le esigenze degli altri, non mi sono mai fermata a pensare a cosa voglio davvero io. Continuo a riempirmi di svariate attività per avere qualcosa da raccontare per distinguermi, ma adesso penso che avrei più bisogno di pensare alla qualità (nel senso, a ciò che mi piace davvero), mentre finora ho sempre pensato solo alla quantità. Questa ricerca spasmodica di tante cose da fare mi ha sfinita, davvero. Sono davvero stanca.Sapete consigliarmi qualcosa per capire cosa possa farmi stare bene? Finora mi sono veramente riempita di qualsiasi cosa ma senza fermarmi a pensare a cosa mi piace e cosa no (intendo attività e luoghi da visitare, assolutamente non parlo di droghe, anzi non ho mai fumato nemmeno una sigaretta, ci tengo a precisarlo).Per fare degli esempi concreti, sono stata a concerti di cantanti che nemmeno conoscevo, cerco sempre nuovi ristoranti, nuovi cibi, nuovi luoghi in cui viaggiare, per non parlare dei libri, leggo continuamente. Vado continuamente al cinema, alle mostre, ma lo faccio solo per poter dire "ho fatto anche questo". Ho anche un lavoro ovviamente, le attività di cui parlo sono nel tempo libero.Però, sarà l'età, ma vorrei riuscire a calmarmi un attimo perché sono stanchissima. Ogni viaggio che faccio, fosse pure un semplice weekend, è un tour de force perché cerco di vedere più cose possibili. E torno a casa esausta.La motivazione che mi spinge a fare tutto ciò è la paura di non essere abbastanza interessante agli occhi degli altri.Cosa posso fare per selezionare e capire quali sono le attività che mi piacciono davvero? Vi ringrazio 

Lun

02

Apr

2018

GenitorI che mi chiedono se sono nervosa alle 2 di notte

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Heyla! Ho 15 anni, un mucchio di problemi nella testa e attacchi di panico all'ordine del giorno. Oggi sono stufa, stufa dei miei che mi chiedono sempre se sono nervosa e semmai in quel momento fossi così felice, tutto verrebbe demolito (appartenenti he la felicità è un concetto astratto che è ancora in via evolutiva, nella mia vita ). Sono stanca del loro preoccuparsi, ma non sufficientemente. Quando ho veramente bisogno di qualcosa, loro mi mettono così in soggezione che alla fine rinuncio. Soprattutto stasera, che non mi sento più del solito, loro iniiano  a ridere e scherzare, e io, che sono solo ed esclusivamente stanca, vengo presa per nervosa. Ma io mi chiedo, sanno che cosa sia il nervosismo? Io ho ANSIA.  Non nervoso. Ho ansia per la malattia di mia madre che deve riiniziato quella fottuta chemio, ho ansia per questa scuola di merda che dopo 10 ore di studio giornaliere mi portano direttamente a un fottuto 4, e sono in ansia per questo mondo malato che ha aiutato la mia autostima a prendere un biglietto per fanculandia. Uff. Okay.respiro. Faccio finta di nulla. Sono le 02:35 di notte ew. Sono stanca. Eppure la notte dormo si è no 3 ore. Massimo 4. Sino esausta. :((

Gio

08

Feb

2018

Non so più cosa fare...

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Sono fidanzata da tre anni con un ragazzo che amo... durante questi tre anni di relazione, peró, lui ha fatto delle cazzate: i primi mesi di fidanzamento lui frequentó un’altra ragazza per una settimana per poi troncare questa frequentazione in quanto capì di volere me; un’altra fu che nell’estate del 2016 io lo feci partire per Gallipoli per fare una vacanza con i suoi amici che lui voleva tanto fare e quando tornó successe che una ragazza lo aggiunse su Facebook e io riuscii a scoprire che con questa ragazza lui fece sesso quando si trovavano li a Gallipoli e mi si distrusse il cuore peró non riuscivo a non perdonarlo perché purtroppo ero innamorata e non riuscivo a stare senza di lui e mi giuró che non avrebbe mai fatto più un errore simile per non vedermi stare male... In questi giorni, peró, sono venuta a sapere da diverse conoscenze e amicizie che a maggio del 2017 (quindi 9 mesi fa) lui frequentó diversi giorni una ragazza e quando lei chiese una relazione seria lui rifiutó e le disse che non poteva. Io per un pó di tempo ho sospettato di questa ragazza ma lui mi ha sempre giurato di non aver mai parlato ne di essersi visto con questa ragazza anzi non sapeva chi fosse (a detta sua) peró lui con questa ragazza ha parlato e io ho la certezza perchè mi fido ciecamente di queste persone che mi hanno detto ció. Io in tre anni non ho mai parlato con un ragazzo diverso da lui in quanto lui è una persona gelosissima. Premetto che anche io sono molto gelosa peró lui in un modo o nell’altro ha sempre fatto ciò che voleva mentre io ho sempre avuto il limite che se avessi fatto ciò che volevo, lui mi avrebbe lasciato. Il problema adesso è che io non so come comportarmi, non so se lasciarlo o meno perché questa cosa mi ha veramente ferita di nuovo e non riesco a sopportare più un dolore simile... avevo pensato di chiamare questa ragazza è vedermici per parlare e farmi dire per filo e per segno tutto quello che è successo ma se lui a lei avesse detto qualcosa del tipo “se ti scrive la mi fidanzata io e te non abbiamo mai parlato” ?? Come potrei fare? Alcune mie amiche mi hanno detto che è una cosa senza senso visto che ho perdonato un tradimento a tutti gli effetti (quello di Gallipoli) peró non è giusto nei miei confronti... vi prego aiutatemi sono in una fase di confusione totale, non mi è mai capitato di chiedere consiglio su dei siti ma veramente sono disperata, non so chi ascoltare o cosa fare... vorrei tanto aprire gli occhi...

Gio

28

Dic

2017

La vita che mi passa davanti

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Non so nemmeno da che parte incominciare, ma sento da giorni il desiderio di scrivere cosa mi passa per la testa. Sono una ragazza di 24 anni, ogni tanto mi sento una vecchia, come ogni tanto mi sento come una teenanger imprigionata in un corpo vecchio. Sento che c'è qualcosa di sbagliato in me e c'è sempre stato. Fin da quando ero piccola sentivo di essere diversa dagli altri, ero più sensibile e rimurginavo riflessioni su riflessioni su tutto quello che mi dicevano le persone, come mi guardavano, come si rivolgevano a me, se ero l'ultima assegnata in una squadra: mi chiedevo il perchè di tutto. Credo che il problema fosse che da piccola, essendo figlia unica passavo troppo tempo da sola. Pensavo che con il tempo tutto questo passasse, ma invece nonostante abbia avuto dei veri momenti di felicità nella mia adolescenza tra "amicizie", serate, pomeriggi e altro, questa mio isolamento e questi miei pensieri di paranoia o angoscia non mi hanno mai abbandonata.

Ho sempre avuto il timore di alcune persone, ragazzi o ragazze che fossero, non so per quale motivo, ma alla fine succedeva sempre che mettevo in soggezione le persone e ciò mi deprimeva, perchè lo vedevo nei loro occhi che non gliene fregava nulla di me come a me non ne fregava nulla di loro. Non sapevo di cosa parlare. La verità l'ho scoperta solo ora. Quando non si sa di cosa parlare vuol dire che con loro non vuoi proprio parlare. Sono entrata in un loop tremedo, pensando che avrei dovuto accettare tutte le proposte ricevute dai ragazzi mettendo la mia dignità chissà dove, perchè ero convinta che facessi talmente schifo che se qualcuno mostrava interesse nei miei confronti avrei dovuto ringraziarlo a vita.

Per un periodo ho pensato che se avessi migliorato il mio aspetto fisico sarei stata meglio, quindi iniziai a dimagrire, a vestirmi meglio e a truccarmi (cosa che faccio tutt'ora, ma ora lo faccio per me). Eppure le persone continuarono a mettermi a disagio e io mettevo a disagio loro. Questo disagio ora si è trasformato in disprezzo puro. Odio la loro ignoranza, le t-shirt trash che si mettono, i film del cazzo non impegnati, il loro non sapere stare da soli,il non sapere leggere un libro, le batutte a cui non riesco a far finta di ridere, le faccine da coglioni di whatsapp, le storie su instagram, le fotone di rimpatriate con gli amichetti su Fb, le domeniche passate al centro commerciale. Se solo penso a queste cose mi viene voglia di buttarmi a letto e non alzarmi mai più dalla noia che mi schiaccia. Sono un'insoddisfatta e arrabbiata,una 24enne chiusa in un mondo che non mi piace.