Tag: solitudine

Gio

12

Giu

2014

Forse sono sbagliata io

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

E' un anno che tutto mi va male. Non ho finito la scuola per colpa di professori sbagliati, una scuola dove per concludere qualcosa devi mandare tua madre a leccare ai professori. 

Sono grande, coi ragazzini 3 anni più piccoli mi vergognerei. Non ho trovato lavoro per frequentare una scuola privata ed è un anno che non ho mai smesso di cercare. In più la casa è invivibile da quando è stata aperta una moschea illegale nel garage sotto casa. Rumori a tutte le ore che ti assillano e peggiorano il tuo stato d'animo.

Non lo so se il mio è un principio di depressione, ma mi aggrappo alle cose più piccole e quanto svaniscono è come se la poca, piccola gioia dentro di me svanisse.

E mi riferisco a semplici serate in chat con un'amica. Ma per me sono momenti di totale gioia, svago... poter parlare di tutto, scherzare... non pensare al resto. Ma per lei non credo sia altrettanto importante... per ogni motivo che trova la sera esce. No non per divertirsi con gli amici, la capirei. Ma cene con parenti e genitori, conferenze perché non sa dir no alla cugina, addirittura "volontariato" per servire i tavoli ad una stupida sagra di paese. Per me volontariato sono cose serie, non queste futilitá.

Io le ho spiegato come sto, come mi sento, ogni dettaglio. Sembra non importargliene della mia richiesta di non lasciarmi sola così spesso.

Saremmo dovute partire per un motivo con altre amiche ma non se ne fa più niente. Le ho proposto di partire noi due e basta, per non stare a casa... e lei dice non lo so. Lei preferisce prenotarsi ad agosto un last minute per Londra. Lei...per sé. Quando io più che a dove vado, mi interessa se vado con persone con cui sto bene. Sono delusa, amareggiata, non capisco più nulla! Non so se sono io a sbagliare, ma mi chiedo... posso davvero credere sia mia amica? Sono senza certezze. 

Mer

11

Giu

2014

ha ancora significato la parola dolore?

Sfogo di Avatar di RorschachRorschach | Categoria: Altro

posso scriverlo e non cambia nulla, posso parlarne e non cambia nulla, non so se non vengo creduto o se a loro non importa, e non so cosa sia peggio.

Ansia, paura, angoscia, solitudine, sono solo una ammucchiata di lettere che rimangono solo parole dette e/o scritte. 

La parola dolore ormai non ha più significato, dovrei inventarne una io per spiegare come sto, ma nessuno mi capirà (sempre se qualcuno mi ascolterà).

un ragazzo non può passare la notte a piangere con la testa infilata sotto le lenzuola per non fare rumore, senza nemmeno voler piangere perchè tanto non cambierà niente, senza nemmeno voler usare un fazzoletto perchè verrà sprecato per una cosa inutile.

potrei parlare o scrivere così..34r43rt ui4unju3f fj9rf -.òò@e3e  3e289j&)=)(.. tanto arriverò alle persone nella stessa maniera, cioè come un nulla.

Intanto continuo a voler bene, ma nemmeno questo arriva.

sono senza energie ne voglie, e nemmeno mi accorgo più di quanto sono messo male; e il bello(o il brutto) è che non me ne frega! 

Sab

07

Giu

2014

Quando vorresti bruciare i tuoi amici

Sfogo di Avatar di Antonia StarkAntonia Stark | Categoria: Ira

La cosa che più mi infastidisce è quando un mio familiare mi dà dell'asociale solo perché non esco mai.

Non è che non esco mai, sono i miei amici che sanno contattarmi solo per fatti loro.

Secondo voi io 15 anni non voglio uscire? Specialmente adesso che è estate? Che posso farci se le mie amiche mi contattano solo quando devono uscire con tipi conosciuti su Facebook e vogliono anche me solo per non rimanere sole? Oppure quando vogliono usare la mia chitarra? Che ci posso fare?

La cosa triste è che poi se taglio i ponti con loro, sono definitivamente asociale.

E ci si mettono anche i miei che mi prendono per apatica.

Non so più cosa devo fare, in questo momento vorrei bussare alle porte delle mie compagne e bruciarle. Solo questo. Anche io vorrei uscire e divertirmi, andando in discoteca, andando nei pub..e invece niente, da sola in casa davanti al pc, che ormai è diventato il mio migliore amico.

Purtroppo veri amici li ho solo su Facebook. Peccato che sono tutti lontani! Mi sentirei meno sola!

Io già sono triste di mio che mi perderò il concerto più bello dell'anno a causa dei miei (a dire la verità per quell'infame di mio padre) , poi ci si mettono anche loro. Vi giuro non scherzo. Piango come un'idiota. Non so più cosa fare.

 Scusatemi. 

Dom

01

Giu

2014

Mi sento sola!

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

È la prima volta che scrivo in questo sito e volevo sfogarmi un po'. Ho 19 anni e mi sento terribilmente sola, ho solo due vere amiche ma con cui non esco molto, ci vediamo a scuola e qualche volta usciamo, ma loro sono sempre occupate ad uscire con i loro fidanzati e io non so mai con chi uscire! Ho un fidanzato, ma abita lontano e quindi ci vediamo poche volte. Quest'anno ho la maturità e a settembre incomincio l'università. Premetto che non sono molto socievole e sono un po' timida, come faccio a conoscere nuovi amici? Mi sembra davvero un'impresa e invece ci sono persone che cambiamo amici da un giorno all'altro. So già che a settembre riuscirò a socializzare, ma non tanto da crearmi una comitiva con cui uscire la sera, perchè sono davvero incapace di prendere iniziative. Consigli?

Dom

25

Mag

2014

Senza Titolo

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Sono una fuorisede al primo anno di medicina e non ho frequentato nessun corso, ho studiato tutto da sola e ora sono con l'acqua alla gola. Sapete perchè? Perchè non riesco a farmi amici. Quando inizio a parlare con una persona non reggo più di 5 minuti poi non so più cosa dire e inizio a sparare puttanate, credo che la gente pensi che io sia un po' strana. Ho il terrore delle pause a lezione, perchè non so con chi stare. Anche con le mie coinquiline non ho legato granchè e le due-tre ragazze con cui esco non mi danno stimoli...ridiamo, scherziamo, ma viaggiamo su linee diverse, sono culturalmente scarne, non hanno interessi per musica, cinema, arte, cose che io adoro. Stessa cosa col mio ragazzo, stiamo insieme da sei mesi, ma non mi soddisfa a pieno mentalmente (nè fisicamente in realtà). Ci sono giorni in cui mi sento veramente estranea dal mondo, mi chiudo in camera a guardare serie tv/film/ascoltare album senza mangiare o avere contatti, giorni invece in cui sono "iperattiva" e vado a correre, esco, mi sento propositiva e positiva. Bipolarismo? Non lo so. Fatto sta che non so più come farmi amici, come uscire da questo limbo grigio e  spersonalizzante 

Mar

20

Mag

2014

sono sola, lo voglio davvero?

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Ciao a tutti, sono una ragazza sola. Sola, sola, sola. Ho solo mia mamma, che è mamma, non amica. Tuttalpiù, condividiamo passioni, come le mostre di arte, o semplicente, abbiamo entrambe interessi pedagogici. Sono sola, non perchè io sia timida, anzi, è il contrario. Sono solare ed estroversa, e in ogni nuovo ambiente mi trovo a mio agio, e mi relaziono con persone sconosciute. La battuta mi viene facile, l'empatia pure. Sono anche sensibile e capace di ascoltare. Il problema, è che non sono intenzionata a continuare la relazione, e a proseguire nella frequentazione\amicizia. Sono rimasta scottata nel percorso elementari-medie-superiori, la mia migliore amica, mi abbandonava e mi riprendeva enne volte. Io l'ho vissuta come un lutto. Ora, a distanza di anni e anni, non solo sono non sono riuscita a superare la cosa, ma ogni volta che conosco nuove persone (maschi o femmine, è indifferente), prima sono culo e camicia, poi, abbandono la presa, mi allontano e sparisco. Ho sempre paura di essere di nuovo abbandonata, e per prevenire tale comportamento, lo faccio io per prima. La cosa si accentua, quando ho dei problemi o delle preoccupazioni, in quei momenti, mi isolo e non permetto a nessuno di aiutarmi e non condivido con nessuno i miei pensieri per paura di essere un peso. Risultato: posso apparire strana e di sicuro non costante, non una persona su cui contare. Sono amica di tutti e di nessuno. Vivo in una aridità, che solo il lavoro, lo studio e i libri possono colmare. Ma esistono le amicizie? Io ho solo incontrato vipere che ti pugnalano alle spalle, ti sparlano e addirittura alle superiori mi suggerivano sbagliato. Le poche perle rare che ho incontratp, per colpa di questi miei atteggiamenti, non le ho coltivate e le ho perse. Si può vivere senza amici? So che, per gli uomini, tutto ciò è più semplice, meno problematico, siete, infatti, più diretti. Si può essere sereni anche da soli? G.

Sab

03

Mag

2014

Quando le parole non servono...

Sfogo di Avatar di stellina25stellina25 | Categoria: Altro

Avrei voluto mettermi a piangere forte, ma non potevo. Non avevo più l’età per versare lacrime, avevo fatto troppe esperienze.
Esiste anche questo al mondo, la tristezza di non poter piangere a calde lacrime. È una di quelle cose che non si può spiegare a nessuno, e anche se si potesse, nessuno la capirebbe. Una volta, avevo provato a esprimerla a parole. Ma non ne avevo trovata una che potesse esprimere il mio sentimento ad altri, anzi nemmeno a me stesso, così avevo rinunciato. E avevo chiuso sia le mie parole sia il mio cuore. La tristezza troppo profonda non può prendere la forma delle lacrime.

 Haruki Murakami

Ecco come mi sento...esattamente così

Mer

30

Apr

2014

I ragazzi non mi calcolano nemmeno di striscio!

Sfogo di Avatar di PaperinaPinkPaperinaPink | Categoria: Ira

salve allora ho 19 anni, ho finito la scuola superiore, al momento non faccio nulla anche perchè sono molto indecisa sulla mia vita ecc.  Tralasciando questo, ho un altro problema cioè che tutti i ragazzi con cui sono stata per molto tempo mi hanno sempre mollata per un'altra ragazza di facili costumi per cosi dire. Io di solito ai ragazzi mi concedo molto molto poco e solo dopo molto tempo che sto con questa persona. E non mi concedo sempre. Inoltre non sono il tipo che usa magliette scollate o che si veste volgare, che mostra il petto oppure che fa la civetta...ecco non sono questo tipo io e i maschi non mi apprezzano. Ci sto molto male soprattutto ora sono stata lasciata da 2 settimane (per un altra) e ho saputo pure che lui con questa ci è andato a letto subito.  LAsciando perdere questa cosa, in questo periodo ho conosciuto due ragazzi che mi piacciono di cui uno ha 18 anni mi sembrava serio ma poi su facebook vedo che mette mi piace a tutte le ragazzine con le forme di fuori,,, poi ne ho conosciuto un altro più grande di me che  mi ha chiesto se un giorno ci vediamo  (però dice che ancora non ne è sicuro perchè è timido un pò),,,, ma poi mi collego su facebook oggi e cosa vedo ??? che mette mi piace a tantissime ragazze scostumate. E sicuramente con cui lui parla anche perchè si fa sentire raramente. E devo dire che questo ragazzo mi stava attirando pensavo fosse serio.  Poi di solito quando esco con la mia migliore amica che è fidanzata, tutti i ragazzi fanno i complimenti a lei, lei è bionda più magra di me e più provocante di me. Io non lo sono, io ho i capelli neri lunghi (e già è un passo indietro) la pelle chiara, poi non sono magra magra ma un pò formosa, però le mie forme non le voglio mettere in mostra perchè sembro volgare. Ho i fianchi larghi e un fondoschiena enorme. Non mi posso permettere gonne o vestiti corti. Sono alta 1.57 circa e peso 52 kg.  Insomma faccio schifo !!!! l'unica cosa che di me è buona sono gli occhi e me lo dicono tutti...ma non basta ai ragazzi, questo non basta. loro guardano altro e io per rispetto di me stessa non voglio mettere in mostra le mie forme x farmi desiderare da loro......anche se cosi non mi vuole nessuno

Sab

26

Apr

2014

madonna che solitudine

Sfogo di Avatar di RorschachRorschach | Categoria: Altro

voglio avere persone intorno, ma la gente mi annoia e mi stranisce, così torno constantemente a viaggiare dentro la mia mente perchè lì dentro trovo molto più di quello che trovo fuori.

Che me ne frega cosa ha fatto il Milan ieri sera? o del nuovo locale sulla spiaggia?

Ho sempre perso le amicizie, non ho mai avuto un vero migliore amico/a; la gente mi dice che so essere un tipo socievole con cui dialogare, ma il più delle volte fingo e mi annoio e mi sento un alieno; poi mi ritrovo ad essere un amico qualsiasi mentre vorrei di più dagli altri, e ci rimango male.

Negli ultimi due anni per diversi motivi me ne sto molto tempo in casa, anche quando uscivo spesso con diverse persone mi sentivo solo.

e per le ragazze rimango un buon amico. 

Gio

24

Apr

2014

Rabbia e odio in generale

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

E' da questa mattina che mi va tutto una merda e non ce la faccio più, ok, lo so che è solo una giornata no e blahblah, ma in tutte le mie giornate no sono presenti sempre le stesse problematiche: il mio odio per la gente in generale, la mia rabbia e la mia insicurezza, il tutto spesso condito dalla stronzaggine degli altri. A parte che più che un "giorno no" è un "periodo no", anzi, adesso ho anche la fortuna di non dover andare a scuola per tre giorni, non sopporto più andarci, infatti sto facendo tantissime assenze. E non è perchè mi sento male o perchè non ho fatto i compiti, non sono le materie da studiare a darmi fastidio (almeno, non tutte hah), sono le persone. Odio passare cinque ore circondato da quegli idioti che si fanno paladini della giustizia solo quando conviene a loro, così come odio passare cinque ore tra persone mie pari che si credono superiori a me solo perchè sanno risolvere un problema di geometria analitica. Odio anche dover fingere di interessarmi a parlare con loro, che è una cosa che neanche mi riesce bene e che mi crea solo ansia e paura di sembrare strano o stupido. In poche parole, sono un asociale di merda, riesco a parlare con qualcuno solo se sono davvero interessato e comunque, anche se la persona mi interessa, non so mai come rompere il ghiaccio. Strano a dirsi, ma una persona asociale come me ha anche un gruppo di amici (in cui mi trovo male, ovviamente), a volte direi che è perchè sono io a non fidarmi abbastanza e avere comportamenti strani, ma spesso mi viene da pensare che magari non è solo colpa mia o del mio carattere, visto che mi hanno fatto un bel po' di carognate. Non riesco mai a capire come comportarmi, ma, soprattutto, non riesco a capire se mi aspetto troppo o troppo poco da loro. E soprattutto, anche se volessi uscire dal gruppo e iniziare a uscire con altre persone non potrei, perchè non riesco a trovare nessuno di interessante nella mia città. In questo periodo sto anche perdendo la mia unica vera amica, visto che di me non le interessa più, ora che ha un ragazzo, e devo ammettere che è una delusione piuttosto grande e non mi sarei mai aspettato che potesse accadere. Ci parliamo ancora, ma non è più come prima, lei sembra sempre costantemente distratta e sto iniziando ad aver paura di annoiarla con le mie parole o di essere preso in giro mentre lei è con i suoi amici.