Tag: solitudine

Ven

30

Ago

2019

Sfogo

Sfogo di Avatar di Mr NMr N | Categoria: Altro

Ciao, questo è il mio primo sfogo. Mi sono iscritto perché ho bisogno di sfogarmi con qualcuno. Non trovo niente di positivo nella mia vita, ho 30 anni non sono fidanzato, niente amici e una famiglia composta da persone menefreghiste. Il più delle volte non me ne frega nulla, sono sempre stato una persona solitaria, ma quando lo sconforto prende il sopravvento cerco di tenermi impegnato  di non abbatermi ma non trovo una soluzione a questa vita priva di senso. Praticamente nelle condizioni in cui mi trovo non so se sia possibile ricominciare e soprattutto da dove iniziare. 

Ringrazio in anticipo chi vuole darmi un consiglio o chi semplicemente si trova in una condizione simile alla mia e vuole commentare. 

 

 

 

 

Mar

27

Ago

2019

Sola!

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

è come se fossi trasparente, come se ogni singola persona del sesso opposto cerchi qualsiasi cosa al di fuori che me. La verità è che ormai si cerca e si desidera solo chi posta una foto in custume, con sguardi provocanti e frasi copiate dappertutto solo per far colpo. La realtà è che tutto questo è una finzione, che un giorno vi stancherete di tutto ciò che ormai è solo una moda; scattarsi foto solo per il gusto di ricevere like, come se fosse tutto una sfida a chi ne riceve di più ma in fondo non sarà quello a rendervi felici.

Tutto questo è frustrante! La cosa più bella e che fa davvero ridere è che nel momento in cui trovi davvero una persona giusta ecco che arrivano di corsa tutti gli altri, quasi per magia..la verità è che ormai desiderano tutti le stesse identiche cose e soprattutto le stesse identiche persone!

Dom

25

Ago

2019

Sfigata che non sono altro

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Niente sono una sfigata altrimenti non si spiegano tante cose della mia vita. Voglio solo un po'di affetto amore e attenzioni, che vorrei ricambiare con gioia. E invece niente sulla mia strada, partendo dalla famiglia, marito e amicizie, gente opportunista falsa e arrogante.

Lo so già che mi direte manda a fanculo tutti, lo sto facendo sono rimasta sola, il marito c'è, ma non abbiamo via di scampo per ora ci dobbiamo sopportare perché non sapremmo dove andare se ci lasciassimo. Amicizie poche a che non si fanno mai sentire, non sono né figa né ricca, né popolare, né lecco il culo, però ho personalità e da una come me ci si aspetta di essere sottomessa e che faccia il volere degli altri solo perché esteticamente non rispetto i canoni estetici. 

Ma che sfiga, perché? Eppure mi ritengo una persona allegra socievole, che ascolta, che c'è davvero e non a parole. Forse sono nata nel periodo storico sbagliato. Oggi sto mondo è troppo falso per me. Mi viene da urlare e piangere, non riesco a cambiare questa situazione del cavolo e dentro mi corrodo. Ma capita solo a me? Voi non vi sentite soli al mondo, senza affetti? Ditemi che c'è qualcun altro che è nella mia stessa situazione.

Ven

23

Ago

2019

Come si ritrova la luce?

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Ogni mattina mi sveglio di cattivo umore, per il semplice fatto di avere aperto nuovamente gli occhi. Un altro giorno che comincia, con i suoi affanni, con i pensieri. Un altro giorno in cui non ho la forza e probabilmente anche il coraggio di cambiare la mia vita. Ho paura, mi sento stanca, debole, non in grado di ricominciare altrove la mia vita da sola con tutte le difficoltà che comporta. La cosa che maggiormente mi preoccupa sono le crisi di panico, una cosa a me del tutto sconosciuta fino a qualche anno fa, che ancora non ho imparato a gestire. Ho paura che qualche giorno potrei fare qualcosa di estremo, perché so che in periodi di forte stress si ripresentano e ormai vivo con il terrore perenne di trovarmi a lungo sola senza una persona cara che, eventualmente non so come, potrebbe calmarmi. Ad aumentare le mie paranoie l'idea che la mia vita, nonostante sia caratterizzata quasi unicamente da diffidenza, solitudine, ansia, rabbia, nervosismo e senso costante di incertezza sotto quasi tutti i punti di vista, può solo andare a peggiorare perché sulla carta effettivamente (forse solo all'apparenza) gli ingredienti di una vita normale ci sono tutti. Ma io non so come darmi aiuto, sento di stare affogando, ma non riesco a muovermi e non riesco a salvarmi. Il fatto di non avere praticamente punti di riferimento mi angoscia e deprime. Questi pensieri li tengo per me, quando ho cercato in minima parte di introdurre un discorso con qualcuno che facesse intravedere un mio disagio interiore, il mio "grido di aiuto" è rimasto inscoltato. Vorrei solo trovare qualcuno a cui appoggiarmi, che mi aiuti a superare questo momento buio che dura ormai da troppi anni, ma non sono più capace di avere rapporti umani. Mi pesa tutto, mi annoia parlare, mi deprimo facilmente e non avrei neppure la forza di sostenere una delusione qualora dovessi aprirmi con qualcuno. So e sono consapevole del fatto che dai problemi non si fugge, e soprattutto, che dai problemi ci si tira fuori da soli. Ma sono stanca di lottare sola contro il mondo, vorrei solo un sostegno anch'io, qualcuno che mi aiuti e mi guidi verso la fine di questo tunnel. Vorrei solo trovare il mio equilibrio, una vita senza costanti sofferenze e delusioni. Esiste? 

Gio

22

Ago

2019

Pensieri notturni

Sfogo di Avatar di PsiilocybePsiilocybe | Categoria: Altro

In momenti come questi, con la mia cara ed oscura amica notte che da sempre accompagna le mie migliori introspezioni, vorrei solo urlare, urlare l'infinità di pensieri che attanagliano la mia mente.
Un po d'erba alla mano, mi giro la mia cannetta notturna eh... Nulla, certe volte stai cosi male che nemmeno un cannone può tirarti su. Allora si mette un bel pezzo metal o anche qualcosa di electro nelle cuffie da usare come sottofondo per pensare e creare la giusta atmosfera nella tua testa ma anche questo, ahimè... Vano tentativo di fuga dalla mia vita di merda.
Bah...
Mi sento solo, tutto qui.
E brutto non poter condividere, è brutto non aver mai trovato nessuno sulla mia stessa lunghezza d'onda, e alla lunga diventa anche estenuante la continua ricerca di un qualcosa che non so neanche se esiste.
A 25 anni ho perso la speranza negli altri, ormai la misantropia ha preso il sopravvento.
Ma tutto ciò a chi lo racconto?
Boh. Pensieri notturni.
\m/

Mar

20

Ago

2019

Help

Sfogo di Avatar di FreyjaFreyja | Categoria: Altro

Sono stufa di tutto, è il periodo peggiore della mia vita, a mia mamma hanno trovato un tumore e dopo due mesi è morta, nel periodo in cui era malata ho perso il lavoro per poterle stare vicino, il mio ragazzo che dovrebbe sostenermi pensa solo a se stesso e mi fa sentire inutile perché senza lavoro(sono a casa da giugno), ovviamente sto già cercando ma per ora nulla.

Il punto è che mi sento più sola che mai. vorrei solo un po' di tranquillità 

Dom

18

Ago

2019

Pensiero

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

A tutti quelli che cercano una metà della propria vita.

Credo nell' amore, nelle favole, nelle persone. Ma ho visto che per me non è possibile trovare nessuno. Nessuno che mi piaccia per condividere la mia vita dove tutto apparentemente è facile e senza fatica, dove non mi manca nulla. Nessuno che mi piaccia e mi ricambi, perché quelli che attirano me... bè evidentemente hanno altri gusti. Puo darsi che ci sia una percezione sbagliata di me alla base, che chieda troppo o pensi di poter guardare qualcuno di troppo lontano da me, da come sono, dal mio stile di vita. Ma a questo punto meglio stare sola e sopportare me stessa, piuttosto che fare infelice un altro chre non riuscirei ad amare. Perché qualcuno mi desidera, ma ma fa per me.

 

Oramai il mio treno è perduto. Puo darsi che sia solo colpa mia. Lo accetto. Mi impegno ad accettare tutto quello che la vita mi ha fatto sperimentare, ad accettare che mi abbia tolto tutto quello che sognavo, che non abbia piu nulla da offrirmi. 

 

Accetto tutto. Questa è l'unica strada. Posso piangere in silenzio, senza disturbare nessuno, e sperare che la mente regga e che nessuno mi possa mai trovare compleamente pazza ormai, incapace di sopportare ancora.

 

Possibile che sia così concentrata sul mio essere sola? Che mi senta così in difetto perché sono sola?? A pensarci è proprio da stupida, ma è dura abbattere una convinzione tale.

 

Non so che pesci pigliare, e non scrivetemi di pigliare uccelli, perché quella non è una soluzione. Grazie. 

Mar

13

Ago

2019

Innamorata / Ossessionata dalla mia ex..

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Salve,
premetto che ho 20anni, so che sono ancora un ragazzo, ma ahimè questo è quello che mi passa per la mente.
Due anni fa incontrai per chat una ragazza di Napoli, mentre io sono di Palermo, dove ci siamo trovati subito, ci capivamo avvicenda, c'era una fiducia imparagonabile, insomma, ci amavamo per davvero.Purtroppo in quel periodo ero in difficoltà economica e la andavo a trovare quando potevo, facevo i salti mortali per raccimolare quello che bastava per partire. Nel novembre del 2018 mi lascia dicendomi che non c'è la fa più ad avere una relazione a distanza, che vuole vivermi, vuole avermi ogni giorno accanto, all'inizio accettai la cosa, ma dopo la seconda settimana impazzii del tutto, crolli emotivi ogni secondo, crisi nervose, non mangiai, mentre lei tranquillamente andava già avanti, in tutto questo continuavamo ancora a scriverci. A febbraio di quest'anno non ce la feci più e prendendo la scusa del litigio la bloccai, passarono 5 mesi dopo che la sbloccai(in questi 5 mesi trovai lavoro e mi trasferii a Milano), dove mi raccontò cose fece e che in quel periodo lei sentì la mancanza e che se avessi scritto prima magari ritornavamo assieme, ma, ovviamente, la sfiga me la porto a passeggio quindi non è successo nulla. Qualche settimana fa scoprì che nello stesso giorno in cui la sbloccai si mise insieme a una persona che fin dall'inizio non mi piace, ma lasciamo stare. La persona in questione non le da nulla che io le ho dato, se non attrazione fisica e basta. L'ha fatto soffrire e non poco ma ancora vuole avere questa relazione, ovviamente non capisco il motivo. Perchè ho scritto tutto questo? Bene, perchè sono ancora fortemente innamorata di lei, e lei lo sa, sa ogni cosa, quella fiducia c'è ancora, ci parliamo, scriviamo di ciò che veramente ci passa per la mente senza che l'altro giudichi, ma non ci posso fare nulla, la amo ancora e pensare che stia con quel tizio che non la merita per niente mi fa stare ancor più male. So che vivo di speranza, fin quando l'ho conosciuta ho sempre pensato come trasferirmi nella sua città per poter finalmente starle vicina e viverla, tutt'ora ci penso ancora. Vivo appunto di speranza, so che dovrei andare avanti, "dimenticarla", avere altre relazione, conoscere più persone. Sono tutte belle parole ma non aiutano, almeno non ora. Oltretutto la mia cerchia di amici è inesistente, non ero molto amico di tutti prima, e quelli che "mi sono portato a Milano" non erano veramente amici ma solo delle persone che conosco da 10 anni, eh già. Quindi alla prima scusa se ne sono andati lasciandomi appeso. Ho il mio team di lavoro dove parliamo solo quando siamo a lavoro. Dopodichè quando torno a casa mi ritrovo solo fisicamente, quindi questo non mi aiuta neppure a superare il tutto. Quasi 1 anno di rottura e ancora sono innamorato di lei, già..
Grazie per la lettura, scusatemi se ho scritto in maniera errata o se qualcosa non si capisce, è tutto scritto a caldo e dopo il millesimo crollo emotivo..
Una buona serata

Mer

07

Ago

2019

La cara Adelina

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Avete presente Amici miei?

Ebbene: solo da tempo, vivo nel ricordo della cara Adelina, sposa e amante impareggiabile.

Non si chiama Adelina ma fa lo stesso.

Ricordarla mi aiuta un po' però penso che un uomo non dovrebbe ridursi così male.

Tutto qui.

Saluti.

Mer

07

Ago

2019

Vivi e lascia morire

Sfogo di Avatar di Peccato OriginalePeccato Originale | Categoria: Altro

Avevo un certo bisogno di buttare giù alcune righe sulla mia condizione attuale. È una cosa piuttosto ambigua, siccome io stesso forse non so più se pendo più da una parte o più dall’altra.

Mi spiego: negli ultimi mesi la mia vita è lentamente cambiata. In passato soffrivo di depressione ed ero molto solo, mestre adesso, pur essendo altrettanto solo, mi sentoavvolto da una ventata di menefreghismo. È possibile, e non lo so per certo, che io sia stato cosí male per la mia passata condizione, che adesso l’unico dato di fatto è che non ho nulla da perdere.

A cosa mi ha portato questa presa di coscienza? In primo luogo non sento più lo stesso impellente bisogno di socializzare come una volta. In passato mi struggevo al pensiero di stare perdendo la mia adolescenza senza aver assaporato la felicità; invece adesso che sto per compiere la maggiore età, mi sento molto più indifferente.

In secondo luogo, precedentemente ero fin troppo influenzato dai pensieri e dalle dicerie altrui, e mi vedevo schiavo di quell’ostracismo che quei pochi conoscenti che avevo mi stavano infliggendo. Oggi, al contrario, ho l’impressione di poter essere loro contrario, nelle parole e nei fatti, senza la paura di perdere posizione rispetto a loro, forse perchè non ne ho mai avuta una.

Potrei anche finire nel torto dicendolo, ma in questo caso io “vivo e lascio morire”: nessuna persona al mondo potrebbe mai turbare il mio stato di autosoddisfacimento, e per quanto qualche crudele persona si sforzi a compromettermi, io percepisco che non mi interesserebbe comunque, e vado per la mia strada.

Certo, una fonte inesauribile di tristezza e nessun supporto per contrastarla sono una combinazione ben più che dolorosa. È una condizione debilitante, patologica ed autosostenuta. Ma nonostante questo, sento che l’ansia sociale non mi perseguita più come prima. Forse sto diventando apatico, o forse il mondo è stato fin troppo apatico verso di me, ed ora sto solo inconsciamente reagendo.