Tag: solitudine

Gio

26

Mar

2015

solitudine

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Quando ripenso a quelle parole pronunciate dal mio primo maestro di chitarra"non è solo uno strumento, ti fa compagnia nei  momenti in cui sei solo", capisco cosa voleva dire, eppure le trovai così profonde, forse il mio istinto già presagiva le mie fortune in amore,  quel bimbo con una chitarra in braccio più grande di lui.

Mer

25

Mar

2015

Se solo avessi saputo...

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Se solo avessi saputo che la nostra amicizia valeva più di ogni cosa; se solo mi fossi resa conto che era solo un brutto periodo... se solo avessi aspettato invece di agire di impulso: forse saresti ancora qui. Probabilmente usciremmo insieme e ti aspetterei fino al momento di farti prendere il pullman. Verrei da te il giorno del tuo compleanno, e gireremmo la città come i vecchi tempi.

Ci sarei ancora io a dirti che sei importante e sei una persona fantastica; continuerei volentieri a passare le mie giornate componendo poesie per te. Cercherei di valorizzarti quanto meriti, ricordandoti quanto vali.

Sarei la spalla su cui piangere ogni volta che ne potresti avere bisogno, come ho già fatto in precedenza. Sarei disposta a saltare su quei due maledetti treni, per venire a consolarti in un giorno di pioggia, senza curarmi di poter perdere la coincidenza e di non poter tornare a casa in orario.

 
Tornerei ad essere quella che ero: la tua migliore amica.
Ma è davvero quello che anche tu vuoi? 

Dom

22

Mar

2015

bugie e pena

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Ciao, ho 18 anni e ho un tumore

La presentazione è delle più rudimentali, ma credo sia fondamentale per capire la situazione.Avevo appena compiuto 17 anni quando me lo hanno diagnosticato e, se devo essere sincera, la cosa all'inizio non mi ha spaventato più di tanto: avevo già subito altre operazioni e mi sembrava solo una delle tante...sono rimasta 3 mesi in ospedale,mesi nei quali quei pochi amici che ho sono sempre stati accanto a me...Il problema si pone una volta uscita: la gente inizia a trattarmi con pietà, non mi prende sul serio e spesso mi fa regali anche costosi probabilmente per mettersi la coscienza a posto, quando fino al giorno prima non mi considerava minimamente...il padre di quello che oggi è il mio ragazzo ho scoperto tramite la sorella che non vuole che il figlio abbia una relazione con me, perchè a suo parere non sono una persona forte e non potrei dargli un degno futuro. Io nonostante tutto mi impegno sempre al massimo, ho recuperato 3 mesi scolastici in poco piu di un mese,spaccandomi la schiena sui libri tutti i giorni e inoltre ho trovato il tempo di rimettermi in forma (3 mesi nel letto d'ospedale mi avevano un po distrutto fisicamente) non mi reputo una persona debole ma ultimamente anche quelli che erano i miei amici di sempre,quelli che venivano in ospedale, iniziano a sembrarmi piu distaccati, ad ogni mia proposta sembra che accettino solo per pena e io non riesco più a reggere un mondo dove non capisco più chi tiene davvero a me e chi mi asseconda per pena..

ho sempre cercato di dare il massimo per tutti,ma forse adesso sto crollando io... 

Gio

19

Mar

2015

solitudine

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Quelli che dovrebbero essere i miei amici se ne fottono, ogni proposta che faccio per combattere la monotonia sembra che li scocci.Scaricano sempre tutto su di me, responsabilità sempre e solo mie. Ho un ragazzo che non sono più sicura di amare, siamo in una posizione dove lui si attacca continuamente o non mi considera per giorni interi, non riesco a tornare amica di quello che è stato il mio migliore amico per 3 anni in quanto si è innamorato di me e non vuole un amicizia, non so cosa fare della mia vita, 0 idee per l'università nonostante vada bene a scuola.

vorrei solo conoscere gente nuova,ma ho paura di non essere accettata e magari che nessuno voglia stare con me. Mi sento sola, piango e non posso dirlo a nessuno, l'unica consolazione è la mia gattina

SIETE DEGLI STRONZI! MI FACCIO SEMPRE IN 4 PER VOI E NON VI ACCORGETE NEANCHE CHE STO MALE! 

Mar

10

Feb

2015

c'è la devo fare

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Devo trovare una via di uscita, alla faccia del lavoro decente che non ho, a chi mi ha buttato i sogni nel cesso, alle donne che si sono prese gioco di me, perché sono da serie b, a differenza di quei grandi latin lover che poi sono spariti, come un ruscello , piano piano arriverò all'oceano.

Sab

07

Feb

2015

Sabato sera solo

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Il titolo dice tutto.

Porca troia, ma perché tutti riescono ad avere una cazzo di vita normale, con degli amici normali che non ti escludono per uscire l'unico giorno che puoi! E' veramente triste stare in casa il sabato sera, sapendo che tutti i tuoi amici sono fuori a spassarsela, chi più chi meno, guardare le persone su Facebook e vedere che gli unici connessi come "Web" (cioè che stanno a casa) sono i più sfigati dell'universo, e allora capisci che non sei tanto diverso da loro...

Ogni weekend la stessa storia, ho un sacco di tempo ma non riesco mai a fare nulla perché cosa facico da solo?La solutidine è tremenda, ho provato a iniziare nuove relazioni da quando la mia ex mi ha mollato un anno e mezzo fa ma cazzo mi vanno tutte storte! Una praticamente sicura mi silura, poi su internet aiuto aiuto trovi gente che smette di risponderti di punto in bianco senza motivo o.o ma cosa ti costava dirmi "ho trovato un altro scusami"? La gente non ha nessun rispetto degli altri, siamo proprio bestie in una giungla.

Solo in casa a pensare a come passare questa serata tristissima, sapendo che i tuoi amici, la tua ex e le altre con cui c'hai provao se la stanno spassando alla grande! Bella vita.

 

Sab

31

Gen

2015

via via, vai via

Sfogo di Avatar di NinerxNinerx | Categoria: Altro

ti sto portando con me dall'inizio dell'anno, mi stai ammazzando lentamente, preferirei di gran lunga avere dolore fisico che te credimi! La gente mi vede e vede un ragazzo.. un uomo, triste e allora camuffo tutto dietro la mia solita allegria. Non riesco a capire cos'è questo dolore, son tornato a lavorare, ho di nuovo un posto nella comunità, presto me ne andrò di nuovo, non voglio restare da mamma e papà, sono invisibile a loro, ma non mi importa, a me importa soltanto della mia sorellina, le voglio bene, l'unica che mi è stata vicino, ci abbracciamo ogni giorno al risveglio perchè sente in cuor suo che presto me ne andrò di nuovo.

La notte piango, piango per questa solitudine, per questo dolore in corpo, l'astinenza mi uccide, ma ho vergogna di tutti, mi nascondo da tutti, l'unica cosa che conta adesso è il lavoro e il futuro, dover vedere la stronza (la mia ex) con un altro non mi fa più male, ma con ciò auguro a loro tutto il male possibile haahha perchè alla fine sono solo un povero bastardo e cattivo...

aah beata solitudine, quanto fai male, ti stai portando via l'anima, cazzo non mi rendo nemmeno conto che sono io la causa di ci, sono parecchio cambiato, silenzioso, arrogante e scontroso, non vorrei ma non posso farne a meno di essere cosi. Vorrei tornare indietro ai 16 anni, cambierei MOLTE cose...

punto primo: non mi fidanzerei, meglio aspettare i 25, 26 anni fidatevi

punto secondo: niente droga, niente amicizie, meglio starsene da soli tra videogiochi e seghe, oppure farsi gli amici giusti

punto terzo: trascorrerei più tempo in famiglia

punto quarto: avrei voluto esserci al funerale di mio nonno, è totalmente fuori luogo ma son solo pensieri scritti

Ma quanto sono ridicolo? sto scrivendo uno sfogo mentre ho di la i miei amici, però non mi importa di loro, perchè sono egoista, non fa più per me questa vitaccia. Ho sempre guardato il mondo con occhi curiosi, adesso invece me ne sto in disparte fregandomene di tutto, fanculo questo 2015 mi mancano gli anni novanta :D

adesso torno dai miei amici con questo finto sorriso sulla faccia e tanta allegria recitata

Ven

30

Gen

2015

ma in realtà...

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

ma in realtà lo scopo della vita qual è? 

corriamo, sudiamo, cerchiamo un lavoro, cerchiamo un matrimonio, cerchiamo dei figli, cerchiamo un mutuo... ogni volta che ci manca qualcosa pensiamo che quando la troveremo saremo felici. per esempio: hai la fidanzata ma non il lavoro? con il lavoro saresti felice! lavori ma non hai la ragazza? ti senti solo. e se poi abbiamo entrambi, ci sarà sicuramente qualcos'altro che non va, che sia la routine con lei, o il capo molesto...

a volte ho la sensazione che ci diamo degli obiettivi da perseguire per dare un significato alla nostra esistenza, nasciamo, cresciamo e finiamo di vivere inseguendo una stabilità, un'identità... ma niente di quello che accumuleremo ce lo porteremo nella tomba.

Mer

14

Gen

2015

Quando gli amici diventano qualcosa di più

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Sono una ragazza. Avete presente quel senso di essere soli al mondo e che tutti vadano avanti benissimo senza di te? Bene il fatto di essere una persona solitaria con pochi buoni amici non mi era mai pesato, finche non divento molto amica di questo ragazzo, lui fidanzato da anni e piu grande di me, ci prova con me che metà basta, ci troviamo alcune volte di nascosto dove gli atteggiamenti sono tutt altro che da amici, per il resto non lo vedo perché abita lontano... un giorno dopo che una discussione va a degenerare gli ricordo che ha una ragazza e che io non ho intenzione di essere usata come una delle tante, dopo quella volta ci sentiamo ancora con la stessa frequenza di prima però neanche un mi manchi, un ti voglio bene, niente di niente... dovrei essere contenta perché dopo mesi si è riusciti a ritornare ad essere normalissimi amici ma invece sto malissimo e mi sembra che tutto quello che mi circonda faccia schifo.. non ho mai avuto un ragazzo ne un migliore amico, lui era l'unica persona che mi faceva sentire apprezzata. Non so cosa fare

Mer

07

Gen

2015

Bene!

Sfogo di Avatar di AudreyAudrey | Categoria: Superbia

Sono convintissima di possedere delle Verità a cui altre persone non sono ancora giunte. Mi sento superiore rispetto a molte persone più "adulte" di me, lasciatesi intorbidire dalle convenzioni, dalle formalità, dalla solita vita medio borghese. I miei coetanei non li guardo più da una vita. E tutto questo mi fa sentire solo molto sola. Nessuno vuole condividere i miei pensieri, e non posso sapere se qualcuno "sente"  e "percepisce" il mondo tanto quanto me. Perchè non vogliono neanche ascoltarmi.