Tag: solitudine

Mar

22

Ott

2019

Ci metto una vita ad andare avanti

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Ci metto una vita a dimenticare gli ex e a superare le rotture nei rapporti anche quando sono io che me ne vado. Ho una vita relazionale abbastanza turbolenta, sento sempre un vuoto dentro di me, mi sento delusa dalle persone e sono abbastanza asociale. Raramente trovo qualcuno che mi vada veramente a genio, mi impegno nei rapporti, ma poi se si sfasciano resto sempre a guardare gli altri che si rifanno una vita mentre io rimango sola. Può sembrare un discorso infantile, l'ho espresso in maniera semplicistica, ma ha radici ben più profonde. 

Lun

21

Ott

2019

HappyDeathDay n°1

Sfogo di Avatar di HappyDeathDayHappyDeathDay | Categoria: Altro

Forse ho solo bisogno di capire, forse ho solo bisogno di non sentirmi così, così stupido, così inutile, così fuori posto. Non so cosa ci sia di sbagliato in me. In questi mesi, forse un pò troppi, mi è capitato di sentirmi completamente sbagliato, come se il problema fossi solo io. Nelle amicizie infrante, negli amori finiti, continuavo a ripetermi che fossero loro ad aver sbagliato ma credo lo facessi solo per nascondere a me stesso che in realtà quello sbagliato, sono solamente io. Fa veramente male pensare che ci sia qualcosa di sbagliato in te, continuare a farsi del mae non è una cosa ana, sanguino solo perchè so comportarmi così. Mi sento vuoto e mi manca sempre quel qualcosa che non riesco mai a provare, ma forse non sono destinato a farlo. Non ho più voglia nemmeno di provarci, mi sono arreso. Non riesco ad esere ciò che non sono, non rieco ad offrire più di questo nulla che mi avvolge, non riesco a dare diversamente da come do. Credo sia autocommiserazione, anzi, credo sia proprio tutt'altro, ho semplicemente smesso di credere. Smesso di aspettare quel qualcosa che probabilmente non arriverà mai, perchè in realtà, non la merito. Perciò credo sia giunta l'ora di smetterla di farsi mille paranoie se alla fine il vero problema è uno, io. Non ha davvero più senso autoinfliggersi tutto questo. Alla fine non sarò poi così triste, continuo a ripetermi, mi rimangono i miei libri, i miei film, la mia passione per continuare a sognare in un mondo che odio. Non ho biogno di un amore che non merito, l'amore è morto nel momento in cui ho smesso di credere nelle favole. Non sono depresso, anche se in questi mesi credevo di esserlo, sono semplicemente solo, il che è diverso. A volte mi capita di scomparire, anche in mezzo ad una folla di persone, mi sento davvero solo. Sento il freddo accarezarmi la pelle, il silenzio che mi circonda sembra quasi assordante, il frastuono dei miei penieri continua ad attaccarmi senza sosta, e io, inerme li a subire il peso di una solitudine che piano ti fa scomparire, ti fa dissolvere. In quel momento nulla esiste, solo tu, il più grande errore, che ti ha portato a provare quella vuota e agghiacciante sensazione, che ti trascina in fondo senza sosta fino a farti cadere in un abisso senza fine

Dom

20

Ott

2019

Sono stanca...

Sfogo di Avatar di nadia99nadia99 | Categoria: Accidia

Perché non sono una persona come tutte le altre?

Perché non ho una vita normale?

Perché sono dovuta da crescere sempre come straniera?

Perché non riesco a fare amicizia?

Sono stanca di dover essere sempre la ragazza solitaria e di trovare conforto in persone lontane da me e che decidono di punto in bianco di voltarmi le spalle, ho bisogno di qualcuno di cui potermi fidare, una persona con cui passare sempre il tempo insieme e fare qualcosa, ho bisogno di esternare come mi sento... Ho bisogno di esternare le mie insicurezze! Ho bisogno di qualcuno con cui CONFIDARMI!

Mi sento così terribilmente sola e ho l'impressione di diventare stupida stando sempre in silenzio...

Potrei anche raccontarlo ai miei, se solo potessero capirmi, ma so già che non faranno altro che dirmi che sono io la responsabile dei miei problemi e sinceramente ne sono stufa...

Magari ho solo voglia di sentirmi capita e di sentirmi dire che andrà tutto bene!Vivendo come straniera è come se da un momento all'altro qualcuno decide di strapparti dalla tua quotidianità e posizionandoti in un posto che non fa per te, non sai come comportarti e soprattutto che non riesci a capire... Invidio tutti quei ragazzi della mia età che hanno vissuto sempre nella stessa città concludendo i loro studi senza dover cambiare paese distruggendosi in qualche modo la serenità e la tranquillità... Che hanno sempre vissuto con mamma e papà senza dover vivere con la nonna (o con chiunque altro) perché i genitori sono chissà dove per "testare il territorio"... Mi sembra che in quegli anni in cui i miei siano stati via, io abbia perso del tempo prezioso per poter rafforzare il rapporto che c'è tra genitori e figlia e che in quel tempo, se non fossero stati via, mi avrebbero aiutata a formare meglio il mio carattere e a crescere meglio :(

A volte odio la mia vita, mi sembra di stare qui solo a perdere tempo, sono timida e piena di insicurezze, molte volte ho l'impressione di essere inutile su questo pianeta... 

Ven

18

Ott

2019

Inquietudine

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

 

Relazioni virtuali

non sono reali

Ma la paura di impegnarsi è troppo immane  

Così ti aggrappi a una persona che non puoi sfiorare

Pensi che in questo modo non c'è pericolo di rimaner ferita

Finché non ti rendi conto che lo desideri abbracciare 

  

Dom

13

Ott

2019

Sto Impazzendo

Sfogo di Avatar di Uomo94Uomo94 | Categoria: Ira

Il lavoro a Londra è andato male (Causa BREXIT. Dio quanto somo stupidi questi inglesi) e sono stato costretto a tornare a vivere da mia madre.

Mia madre è una perosna che non capisce ne ha voglia di capire le esigenze altrui esiste solo lei e gli altri no.

Inutile dirle che sono nervoso anche perché la ragazza che Domenica scorsa mi guardava sorridendo questo Sabato non ha mai tolto gli occhi di dosso ad un mio collega anchs lui nero come me, non pensavo di essere così iroso, non pensavo di essere così geloso e suscettibile, quando il mio collega è venuto per firmare l'uscita ho fatto tutto il possibile affinché andasse in una direzione opposta da quella della ragazza, e sinceramente, mi faccio schifo. Mi faccio schifo perché sto volomtariamente sabotando un essere umano per cercare di avere più chance con una ragazza,mi faccio schifo, perché ho speso tutti i soldi guadagnati in cazzate quando avrei potuto ricominciare in Italia vivendo molto meglio rispetto a Londra. Mi faccio schifo perché mi fa male... 

Pensavo di aver superato i problemi di autostima e di fiducia dato che a Londra avevo una ragazza ma la realtà è che il mio cervello, la mia psiche è ancora fragile, mi basta che la agazza che mi ha sorriso la settimana scorsa voglia un altro per distruggermi, cazzo che uomo patetico che sono. Nom ho manco la macchina e quando lei mi ha chiesto della macchina ho mentito dicendo che era dal meccanico, il bello è che hoanche il numero di questa ragazza le ho scritto e non mi ha risposto oggi chiedemdole spiegaziomi mi dice che non risponde a nessuno su Whatsapp. Certo ed io somo bianco. Capisco che tu non voglia ferirmi dicendo che da quando è arrivato il collega mi vedi come un compagno di viaggi in autobus ma almeno sii sincera, dimmi la verità, preferisco una verità che faccia male.

Domaii tutto si ripeterà,almeno il mio colelga andrà via prima ed io andrò nella sua stessa fermata. Volevo baciarla fino a settimana scorsa.

Comunque devo trovare un posto mio al più presto. Non ce la faccio più a stare con mia mamma che nonostante abbia 25 anni e sia stato fuori per anni mi tratta ancora come un bambino. Le ho regalato un telefono che mi serviva per lavoro compandone uno di tasca mia per sostituirlo al lavoro. Ho pagato le bollette di internet ed i soldi della scuola di calcio e nonsolo di mio fratello, mi prendo responsabilità che non dovrei prendere eppure esistonp solo rimproveri su rimproeri cazzo. Ho vissuto da Dio a Londra fino a qualche mese fa, come posso essere rimproverato quando sono io che mi sobbarco metà delle spese? Da oggi fino alla fine del 2020 risparmierò se riesco compro una casa piccola sennò vsdo in affitto finoa quando ho abbsstanza soldi per comprarmi una casa e se mia mamma non cambiail comportamento smetteròdi essere così buono.

La ifonia della sorte è che i gay invece gli attiro. Gli attiro eccome, ioche sono extra etero, perché non accade lo stesso con le donne, perché devo sempre essere quello col cuore spezzato? Per fortuna che gli altri miei colleghi non si sono accorti di nulla o sarei diventato lo zimbello del negozio.

Forse è Dio che mi sta punendo per le cose che ho fatto con le mie cugine, se fosse così chiedo perdono a Dio. Ho sbagliato, ma non voglio soffrire, soffrire e peggio che morire di improvviso, perché almeno se muori il dolore sarà lieve e l'agonia veloce mentre se soffri ti farà male a lungo. Tutto il resto delle ragazze/donne al lavoro sono sposate/fidanzate oppure lanciano chiari segnali che non sono interessate a me, devo lasciare questo lavoro al più presto, non vedo l'ora che il capo mi licenzi, non vedo l'ora di tornare in palestra, di sbiancarmi i denti, di farmi le treccine, di stare bene, non posso tornare a casa ogni giormo e sentirmi di merda, non posso tollerare ancora che le donne scelgano sempre altri quando l'occasione si presenta, cosa ho di sbagliato? Dove sbaglio? Come si seduce una donna? Perché non riesco a farlo capire che mi piace cazzo.

Spero di diventare famoso e sentirmi meno solo, perché sì ho tanti "amici" ma queste cose che dovrei dire ad un amico le sto dicendo in un sito pieno di persone che non conoscerò mai, mi sento così solo e triste.

Voglio essere amato, spero di essere amato.

Voglio una donna che mi ami per quello che sono che sia fiera di me, che mi metta come foto profilo su FB, si Instagram, su Whatsapp. Che sia ansiosa di presentarmi ai suoi genitori ed alla sua famiglia che voglia figlida me, che voglia prendere il mip cognome, che dica Ti amo spontanemante, che mi salti in braccio come un bambino fa con i suoi genitori perché è contento di vederli, ma quella ragazza non c'è e... Fa male, fa veramente male, vedi i tuoi amici che sono fidnazati da anni che hanno figli, che sono felici mentre tu stai piangendo per una ragazza che hai conosciuto una settimana fa, sono ancora fragil, sono ancora un bambino indifeso, non riesco a difendermi dalla vita e dalle sue trame stronze che ti fanno male quando sei disposto a riceveredel bene.

Anche con la mia ex Tunisina quante cose ora che ci rupenso ho dovuto assorbire, prima sapere che ero l'amante, poi sapere che non voleva fare l'amore cin me, e poi vedere sul suo instagram che come foto metteva quel deficiente del suo ex mentre a me metteva solo nelle storie, come se fossi una cosa da nascondere, mi ha fatto di un male che non immagina ma non gliel'ho mai detto perché sono stufo di venire al secondo posto, mi ha lasciato lei ovviamente perché ero troppo rigido , e mi ritrovo qui a 00:24 a scrivere su Sfoghiamoci quello che dovrei dire ad amici (com cui parliam osolodi cazzate) ed a parenti (che mi direbbero che la depressione nonesiste, che mi sto facendo pippe) io vorrei accarezzare mia mamma, baciarla ma non l'ho mai fatto perché semba che lei nonlo voglia e credo sia questo il motivo per cui faccio fatica a stabilire relazioni amorose con le donne.

Ci sarebbero tante altre cose da dire ma meglio fermarsi qui...

A volte ho pensato di suicidarmi... 

Sab

12

Ott

2019

Addio amore mio...

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Vorrei soltanto amarti, ma a quanto pare non ci riesco.

Mi sforzo, ci metto l’anima, cerco di essere me stessa sempre e comunque, per quanto impegnativa e imperfetta io sia…

Ma non basta, è questa la verità.

L’amore non sempre è sufficiente, lo hai detto anche tu, quindi forse in cuor tuo lo sai che così non va…

E sono mesi oramai che ci proviamo, che perdiamo il sonno, l’appetito… Che siamo irritabili e fragili…

Ti amo tantissimo, probabilmente troppo. E’ proprio questo il problema… Il mio unico pensiero, la mia unica preoccupazione è che tu sia felice, ed è evidente che la tua felicità non è compatibile con me… Perciò, per quanto questa decisione mi faccia morire dentro… Volevo dirti che ho deciso di farmi da parte… 

Sei una persona speciale, intelligente, sensibile, buona, disponibile, leale, paziente, onesta… Unica nel suo genere. E pensare che ti ho portato a credere il contrario, che ti ho fatto sentire un mentecatto…

Meriti di stare con qualcuno che ti regali ricordi stupendi, serenità, sorrisi, abbracci… Qualcuno che ti sostenga, anziché trascinarti a fondo con sé. 

Ed è tristemente evidente che questo tipo di persona, non posso essere io…

Scusami, scusami se ho aspettato così tanto tempo, scusami se ho voluto crederci, se ho voluto provarci, se ti ho illuso di potercela fare… Scusami se per un po’ continuerò a portare al collo questa collana… Stringerla probabilmente sarà straziante, ma sono sicura mi aiuterà a desistere dal tentativo di ricontattarti in futuro. 

 

Perché come dice Amy Lee nella meravigliosa canzone “My immortal”:

<< E se hai deciso di andare via, vorrei che tu andassi semplicemente via, perché la tua presenza aleggia ancora qui e non mi lascerà sola >>

 

Spero tu possa davvero tornare a splendere, sei forte, determinato e deciso.

Riprenditi la tua vita e la serenità che a quanto pare ti ho sottratto…

 

Addio amore mio, ti auguro ogni bene…

Ven

11

Ott

2019

Non mi vuole dopo che io...

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Salve a tutti. Sono un ragazzo di 37 anni. Recentemente è finita con la ragazza con cui stavo. Lei non ne vuole più sapere di me. Io non la amo, ma spesso cerco comunque di mettermi in contatto con lei, le scrivo messaggi ad esempio, ma non mi risponde mai. L'ho vista con un altro, solo un amico, ma non sopporto di non essere più al centro della sua attenzione e mi sento solo. Per me lei è stata un vanto, perché è una ragazza davvero molto bella e in gamba, e il fatto che stesse con me mi gratificava davanti a tutti i mei conoscenti. Soprattutto perchè facevo si che mi venisse dietro in modo evidente. Non ho voluto passare a un livello di conoscenza più serio, speravo che potessimo continuare sul superciale a stare più o meno insieme. Credo che lei provasse un sentimento profondo per me e ora, in conseguenza del mio comportamento, non mi vuole più. 

Lun

07

Ott

2019

E quando arriva la notte

Sfogo di Avatar di redhood91redhood91 | Categoria: Accidia

Rimani sola con te... 

Adoro quella canzone, sarà che è così vera. Come adoro il ibro della Yoshimoto, Kitchen. E' di una delicatezza disarmante, come è disarmante il suo metterti di fronte che la solitudine t'imrpigiona malamente e ti prende sempre, lo fa con poche parole lei. Io invece me la vivo tutti i santi giorni. Mi sveglio, vado a lavoro, pranzo, torno a lavoro, cena, vado a dormire. Tutti i giorni, tranne il lunedì, il lunedì dormo fino a tardi, più o meno, svolgo le questioni burocratiche del negozio, sistemo casa, stiro, lavo tutto, forse una passeggiata, commissioni, cena e nanna, per tornare a riprendere la rputine di sopra. Sesso, qualche volta, ma è di una noia mortale oramai. Le mie sorelle mi cercano solo se hanno bisogno di me,  ma se io ho bisogno di loro spariscono, Idem per mio padre. Amicizie, mai avute, ho sempre svolto una vita che non mi permetteva di averne. L'affetto del mio compagno che prima avevo tutto per me, ora ce l'ha il cane che si è preso e questa cosa, anche dopo tre anni, non mi va giù. Per nulla. Odio dover pensare di condividere quel piccolo posto nel mondo di qualcun altro con un cane, che oltretutto è trattato meglio di me. E dopo tante lotte, tanti litigi, tante parole urlate o tante lacrime versate per sfogo o tristezza, adesso mi ritrovo vuota, svuotata da tutto. Sono stufa di tutto. Non ho più forze per reagire. Mi sento esausta. Ho lottato per 24 anni contro una malattia che mi ha portato via buona parte della mia famiglia, ora che potevo essere felice, altri ostacoli, inferiori a prima, ma più subdoli. Che accidenti di senso ha lottare se alla fine ti portano sempre via tutto? A starci male sono sempre e solo io. Ditemi voi il senso.... io non lo trovo più. Mi ritrovo in cucina, come in quel libro, siamo io e lei, la mia cucina, mia.... no, non è neanche mia, perchè non l'ho scelta io, me la son trovata così e non mi piace. Ma l'accetto. Eppure sento che anche questa cucina, questa casa, mi stia urlando "vattene", come tanti altri posti. Non so perchè.... ho questa sensazione addosso da tempo. Da troppo tempo.... Rimarrò sempre quella esclusa, quella che se rimane o sparisce, tanto non fa alcuna differenza, anzi, se andasse via, sarebbe meglio. Sarò sempre così..... 
Ma tra poco sarà notte. Grazie, almeno si chiude il sipario. Giornata finita. Domani, rooutine, nessuno si accorgerà di me. Di nuovo...  

Lun

07

Ott

2019

Paura di restare solo

Sfogo di Avatar di TheScientistTheScientist | Categoria: Altro

I giorni passano e la sua malattia progredisce.
I medici non mi aiutano a capire come peggioreranno le cose. Io ho paura. Tanta paura.
Dei giorni sembra sia in punto di morte, dei giorni sembra stare meglio di me. Il non capire per me è letale. Come posso rendermi utile se non capisco cosa sta succedendo? Non ho più la forza di continuare, inizia a scivolarmi tutto addosso..la badante è scappata, non se ne trova un'altra e sapete cosa? Non ho più nemmeno la voglia di cercarne una..vado avanti e indietro da lavoro per darle da mangiare quando serve e tutto questo mi sta distruggendo..lei conta su di me ma tutto questo mi sta schiacciando..come si fa a deludere una persona che sta morendo? Io non ho più la volontà di alzarmi dal letto alla mattina ma ho un lavoro che mi aspetta. Alla sera non voglio più tornare a casa ma ho una persona che mi aspetta. Non vedo un traguardo, non vedo una fine..tutto questo mi schiaccerà e a cosa sarà servito? Sto donando qualche giorno in più ad una persona che un futuro non ce l'ha. Com'è possibile che nessuno capisca che anche io ho bisogno di aiuto? Com'è possibile che le persone oggi si soffermino solo alla maschera che uno porta? E sapere che tutto questo distruggermi mi condurrà comunque alla solitudine mi spaventa. Io sono timido. Io non riesco a legare con le persone perchè non mi sento capito. Mi sento solo ma sono consapevole che dovrò affrontare una solitudine ancora più profonda. Lei morirà. Ne sono consapevole. Io sarò solo.
Ho paura che non ci sia più nessuno in questo mondo che sappia tenermi a galla e io non so più nuotare.

Sab

05

Ott

2019

Non ne posso più! Fottiti Milano.

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Ciao ragazzi, il mio nome è Chiara.

Ho 22 anni, sono pugliese, studio a Milano da circa un anno e ho toccato il fondo.

No, non c'è mai fine al fondo, quindi non lo sto toccando, anzi, sto cadendo sempre più in basso.

Vaffanculo. Da quando sono qui non ho uno straccio di amico! I weekend li passo sotto il mio piumone, sperando di addormentarmi il prima possibile così da smettere di piangermi addosso.

Mi sono rotta il cazzo. Cosa ho che non va? Sono disponibile, socievole, di compagnia, mi piace scherzare, sono buona e? Perchè non c'è nessuno che voglia passare il suo tempo con me? Ho un sacco di coinquilini. Ce ne sono alcuni che, beh... definirli superifciali sarebbe un neufenismo. Però loro hanno un sacco di amici. Loro non si piangono addosso. Loro non restano chiusi in stanza per tutti i weekend dell'anno. Perchè? Non me lo spiego.

Ho tentato mille volte di conoscere gente (senza secondi fini, chiaramente), di simpatizzare anche con chi non mi andava a genio... risultati? ZERO.

Ma che cazzo deve fare una persona per avere uno straccio di vita sociale in questa città? Davvero, continuando così ho paura di ammalarmi e non voglio... vorrei sorridere, vorrei divertirmi, vorrei chiacchierare di fronte ad una birra. Invece cosa faccio? Mi dispero, nella mia solutidine, consumando fazzoletti e giorni della mia vita.