Tag: scuola

Dom

01

Mag

2016

Lo sfogo degli insegnanti

Sfogo di Avatar di HyperHyper | Categoria: Ira

A leggere il titolo avrete pensato: ecco un povero insegnate precario a vita sfruttato dal cattivo sistema scolastico italiano: col c***O!! Sempre bravi e pronti a lamentarsi, ma guardiamo un po' la loro situazione paragonata ai dipendenti delle aziende private che sono il vero termometro e barometro delle condizioni lavorative (a parte i primi che pagano le tasse). Stipendio che va dai 1300 (inizio carriera) ai 2000 (fine carriera) per 18 ore a settimana e 4 mesi di ferie all'anno!!!!!!! Piu' ponti, elezioni, scioperi malattia a gogoo...e hanno il coraggio di lamentarsi!!??!?!?!?!??! Che iniziassero a fare 40 ORE SETTIMANALI e 4 settimane di ferie ALL'ANNO e poi possono iniziare a parlare!!! Se calcoliamo il loro stipendio su prestazione lavorativa hanno una paga base di 5000 euro al mese!!! E se gli dici cosi' iniziano con la manfrina dei compiti da correggere ( ah ah che ci vuole per un laureato specializzato a coreggere dei compiti di adolescenti brufolosi in preda a svarioni ormonali) esami (infatti ci sono tutti gli anni vero? e vi tengono impegnati 14 ore al giorno come il periodo estivo degli agricoltori vero?) o i ricevimenti dei genitori ( uno a quadrimestre) poverini!! Badate bene che non vi venga l'ernia. Si puo' capire l'insegnante di lettere che e' il coordinatore e fa di piu', ma quello di religione?!?!? di ginnastica?!??! Il mio non lo vedevamo mai, d'estate insegnante di sub, d'inverno di sci e d'autunno/priamvera di equitazione, ma lo stipendio quello passava a ritirarlo!!! Che siano tutte lamentale da viziati e' facile dimostrarlo: rapporto richiesta/offerta...come mai ci sono molti piu' insegnanti che posti disponibili? Semplice e' un mestiere moooolto appetibile, specie dal gentil sesso ( e qui ci starebbero bene le quote azzurre). O il malcostume di iniziare a lavorare al Nord per poi chiedere dopo qualche tempo il trasferimento al paesello per problemi di salute legge 104 caxxi e maxxi....avete rotto i coglioni!! Senza contare che non sono sottoposti alle leggi del libero mercato, poverini si vuole proporre il preside tipo manager che li puo' selezionare e avlutare meritocraticamente e non vogliono: hanno paura di essere sottoposti a giudizi...ma andate a cagare!! E poi prima la precedenza agli insegnanti che sono nati e hanno studiato  sul territorio, solo se non bastasse l'offerta allora si possono chiamare da fuori regione. Sui giornali si e' letto di insegnanti che avendo ottenuto il ruolo fuori regione si considerano dei DEPORTATI!! E te saresti una persona che vuole insegnare ai giovani!?!? Vergognati e se non ti va bene rifiuti e fai altro, come fanno tutti i lavoratori sul libero mercato. Del resto si sa, chi vuol fare l'intelettuale non va molto d'accordo con il lavorare. Su questo sono d'accordo con Renzi e la riforma della scuola, anzi dovevi andarci giu' piu' tosto: primo postulato 40 ore a settimana e 4 settimane di ferie, il mantra che deve valere per tutti. Cosi' impieghi meglio il tempo senza ore buche e anche la possibilità del doposcuola che e' utilissimo per la gestione del tempo delle famiglie....a lavurer lazzaraun!!

Mar

26

Apr

2016

Non sopporto più nessuno!

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Oramai è la goccia che ha fatto traboccare il vaso,già da tempo. Ho cercato di ignorare ma adesso basta,non ce la faccio a tenermi tutto dentro. Io sono abbastanza piccolo per affermare "l'odio" verso qualcuno,ma io non ne posso più. Ho tutta la pazienza del mondo ma non ne ho infinita.

È tutto iniziato a scuola,la prof di letteratura ogni settimana o ogni 2 settimane cambia di posto gli studenti (non so perché,ci conosciamo tutti benissimo) e capito con una persona che già da anni non è che mi stesse simpaticissima eh,(nulla di che eh,solo un piccolo odio reciproco,piccolissimo? Però evidentemente lui mi odiava molto di più,tanto da """prendermi in giro""" su internet o con i suoi amici di strada siccome – a detta sua – è molto famoso in città) questa persona si diverte prendendomi in giro,a darmi calci e pugni,schiaffi,offese pesanti e chi più ne ha più ne metta,e se oso dirgli una parola lui mi prende per i fondelli con i suoi "amici" (dette pecore da me ed altri,visto che seguono l'unico pastore tedesco che è ""famoso"" in città) il problema è che,visto l'aver già avuto queste esperienze di bullismo sempre con questa persona,non ne posso parlare con nessuno. E non per una minaccia,no no,è perché chi viene preso di mira da questo tipo qui non può ribattere: mia madre e mio padre avrebbero due reazioni (o direbbero che faccio la vittima e che devo lasciar perdere,o si scatenano in un impeto di rabbia andando dal preside o dalla capoclasse.),se ne parlassi con i miei amici mi prenderebbero in giro (ma a questo ci arriviamo dopo),se ne parlassi con le mie prof direbbero che la colpa è solo la mia e che sono io il problema perché questo tipetto sa girare la frittata come gli pare e piace e i prof non se ne accorgono nemmeno!! In sostanza,non posso sfogarmi con nessuno. Diciamocelo in sincerità,io non so difendermi e tutte le volte che ci provo non ci riesco,è più forte di me. Io non riesco a ferire chi mi ferisce. Io sono un debole sensibile come pochi. D'altro canto,nemmeno i miei stupidi ""amici"" mi aiutano,tutti,dal primo all'ultimo. Sono gli "spettatori" non riescono a prender parte della situazione. Loro non fanno altro che peggiorare la situazione: sanno solo offendermi e prendermi in giro (certo,lievemente,ma di certo non è che sia una cosa piacevole essere offeso dai propri amici dopo che un bullo lo ha già fatto abbondantemente) oltre questo,il bulletto sta spargendo in tutta la classe che io sono "gay" anche se non è  vero,quindi adesso tutti dicono che sono gay etc e mi da fastidio,ed anche i miei amici me lo ripetono in continuazione. A casa,mia madre mi stressa in continuazione e mette ansia per qualsiasi cosa. Tutte queste cose mi turbano e non riesco a studiare. La scuola non va ne bene ne male. Sta andando tutto a rotoli. In questi giorni provo solo un forte disgusto e vomito per tutto e tutti e grazie a queste persone ho capito come sono veramente e ciò mi fa male davvero. Ormai sto solo subendo senza dire nulla con la speranza che prima o poi la smettessero,in fondo lo dicono tutti: "se tu non gli dai corda prima o poi perdono il gusto di farti del male e tu starai bene" ma quando? Ma dove? Fino ad adesso sembro il solito scemo pappamolle,che in parte sono. Mi stanno facendo odiare da solo. Io voglio solo stare da solo chiuso in camera ad ascoltare la musica. Con questo concludo il mio sfogo.

Gio

14

Apr

2016

la vendetta va servita in un piatto d'argento.

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Accidia

penso sempre che io, di carattere, tra queste merde sia la migliore. Ovviamente anche io ho i miei difetti ma almeno sono VERA dico quello che mi da fastidio, sono onesta, disposta ad aiutare, ascolto e cerco di comprendere le persone.

Ma ora mi sono rotta.

La gente SE NE APPROFITTA.

sono cambiata, delle cose sono sempre le stesse ovvero dico quello che mi da fastidio, quasi sempre onesta ma aiutare..basta, non dico che non aiuto nessuno, solo le persone che si sono comportate di merda con me.

  Vi racconto un episodio:

Ero alle medie, un giorno era assente la mia compagna di banco, si mise vicino a me una ragazza. Ridevamo, scherzavamo ect.. dopo mesi la consideravo una amica stretts, anche io per lei. Sapevo che aveva una migliore amica e che a breve sarebbe dovuta andare in Inghilterra per un anno. 

Passano mesi, questa sua migliore amica parte perl'Inghilterra.

Lei sembrava essere l'amica perfetta. 

Per tutto l'anno lo era, mi considerava una migliore amica, anzi una sorella...pure io. 

 Inizio il liceo, avevo scelto il linguistico. 

Pure lei.

Stavamo nella stessa scuola, stessa classe, stesso banco.

 

La sua migliore amica incominciò a non sopportarmi..probabilmente per gelosia. Io rimanevo calma.

Un giorno io mi confidai con lei dicendo che una cosa che aveva detto la sua migliore amica non mi piaceva.

Poche ore dopo la sua migliore amica mi disse che dovevo dirle tutto perché la riguardava. Ah si? io le ho risposto "Allova volevi a forza litigare? che schifo di persona."

Poi io ho saputo che lei era la prima a sparlarmi, ovviamente non me l'ha detto la mia "migliore amica" perché la preferisce, io ero una ruota di scorta. MUORI.

ho litigato con lei e le sue amichette.

dopo un pò io, come una cogliona che sono, ho cercato di parlarle, di farla chiedere scusa perché sono SEMPRE stata io quella a chiedere scusa e lei l'aveva pure ammesso. Ma niente, lei se n'é fregata perché lei aveva le sue amichette false come lei.

Abbiamo fatto "pace"

Volevo vendicarmi.

Ma piano piano.

La presi nel suo debole, l'autostima. La insultai per la sua statura, per i suoi denti.

Come mi aspettavo, lei se la prese.

Litighammo.

Non so come riappacificammo.

Dopo un pò ho capito che era inutile rovinarla, lo sta facendo giá lei. Ha insufficienze in quasi tutte le materie, una volta stava per piangere all'interrogazione di storia. Ma non mi fa pena.Chiamatemi insensibile o come volete ma lei m'ha spezzato il cuore. M'ha fatto perdere anni in un'amicizia falsa.

Comunque dopo l'interrogazione, uscimmo tutti e la lasciai sola, invece io me ne andai con un'altra ragazza. Che goduria.

Ora le volte che lei vuole uscire, io faccio una sorta di recitazione come una "buona amica" ma io le auguro tutto il male del mondo.

Se non avesse preferito quell'altra a me non sarebbe successo tutto questo e io l'avrei aiutata nei compiti, in problemi familiari..in tutto,ma a lei che se ne frega, tanto ha quella sua migliore amica, giusto? 

Mer

06

Apr

2016

Senza Titolo

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Posso abbracciare una mia ex professoressa che incontro spesso per strada? Sapete io le voglio tantissimo bene 

Lun

29

Feb

2016

Nessuno mi capisce e mia madre mi sta scocciando un botto

Sfogo di Avatar di LunavuotaLunavuota | Categoria: Gola

Salve a tutti, ho trovato questo sito da poco percio' vorrei sfruttarlo per sfogarmi; Fra l'altro questa é la seconda volta che scrivo.

Non voglio che sia una di quelle robe adolecenziali della serie "nessuno mi capisce, sono sola nessuno mi ama!1!1!!) e spero che non lo sia, dai.

Ma in questo periodo, non l'avrei mai pensato, é proprio cosi', puo' sembrare contradittorio, pero' nessuno sembra capirmi.

Sono sempre stata un' ottima studente, ho sempre rispettato i prof, sempre studiato (a parte qualche 4 in matematica, ma ci sta).

Ma dopo aver cambiato città (Mi sono trasferita in Francia da due anni, e fa schifo) , studiare mi fa venire un ansia assurda, provo ribrezzo nell'aprire il libro, i prof sono dei gran incompetenti, non si va mai avanti con il programma e ci insegnano cose da 1elementare (sto finendo 4 anno di liceo).

Qui sono tutti infantili, si offendono se esci con la "bff" di un'altra e non ti parlano piu' per farvi un esempio, sono odiose, l'unica "amica" che ho é la mia compagnia di banco, che sta antipatica a tutta la scuola quasi, e che ha da ridire per qualsiasi cosa: "che brutte unghie" "che brutta borsa" "che brutte scarpe".

 E io sto facendo un esorbitante numero di assenze, perché anche se volessi non ci posso entrare in quella scuola, durante le lezioni mi gira la testa, non riesco a concentrarmi, mi fischiano le orecchie, ho un ansia assurda, e l'istinto omicida verso il mondo, ho degli esaurimenti nervosi tutti i giorni, a volte mi capita di svenire, devo sempre chiedere ai prof di uscire perché non mi va di piangere davanti a tutti.

Sono sempre esausta, non ho mai dormito al pomeriggio, invece in questo periodo, anche se mi sveglio alle 10 del mattino devo dormire pure 2 ore al pomeriggio, e andare a letto alle 22 perché non mi reggo in piedi.

Piango ogni mattina e ogni sera, a volte penso di aver esaurito le lacrime, sento come un macigno sul petto che non se ne vuole andare.

Mi fa paura il fatto di pensare che dovro' restare qui per i prossimi anni, non ce la posso fare.

Oggi ho pensato al suicidio, é una cosa che non avrei mai pensato di fare né pensare, mi sembra stupida per la mia situazione, ma a volte ci penso, purtroppo, e mi sento idiota per questo.

Mia madre continua a criticarmi e a dire che dormo troppo che devo andare a scuola bla bla bla, si, facile parlare, perché invece di giudicare non prova a capire come mi sento realmente? senza speranza né futuro? Vorrei vedere lei al mio posto.

CAZZO lasciatemi respirare basta con ste domande basta con "devi essere positiva" perché non é facile, per niente. 

Scusate per gli errori grammaticali ma non scrivo quasi mai in Italiano. 

Lun

22

Feb

2016

Non ne posso più di vivere in sta merda

Sfogo di Avatar di LunavuotaLunavuota | Categoria: Ira

Sono una ragazza di 17 anni, mi sono trasferita con mia madre in Francia da circa 1 anno emmezzo, e in quest'ultimo anno ho cambiato città in Francia ben due volte, ed é stato estremamente stressante per me, qui i Francesi sono antipatici, acidi e non cercano di aiutarti mai e in nessun caso, se poni loro una domanda risponderanno sempre '' Non lo so ''.

Per non parlare della scuola di peggio in peggio, non sto qui a soffermarmi troppo altrimenti scrivrei un libro su quello che penso del sistema scolastico francese, e degli studenti, INUTILE, da quando sono qui non ho imparato un emerito c***o i prof non cercano di capire che possa avere delle difficoltà, non mi aiutano e non insegnano nemmeno bene.

La gente fa finta di capirmi, invece sono tutti degli stronzi superficiali a cui frega solo sapere i problemi degli altri e non come si sentono veramente, vaffanculo. 

Tra l'altro, ho avuto una ricaduta dopo 2 anni nel mio dca, ero arrivata ad avere un bellissimo rapporto con il mio corpo, ero felice, andavo in palestra, mangiavo sano, uscivo con gli amici, avevouna vita sociale insomma, ora sono estremamente depressa, e stanca senza motivo, non ho la forza di fare niente, vorrei starmene tutto il giorno a dormire, sento che qui non avro' un futuro.

Sono disperata piango senza motivo, vorrei tornare ad avere una vita normale in Italia, come 2 anni fa, non ne ho mezza di stare tutto il tempo qui.

Sto pensando di tornarmene in Italia, tanto là ho mio Padre, finisco il Liceo e torno per fare l'uni in Francia, che ne pensate?

Questo weekend l'ho passato in una città in Italia, e non c'é niente da fare, gli Italiani sono Belli, si vestono da dio, il loro cibo é il migliore e sono simpatici.

 (Che poi diciamocelo, volete mettere in confronto un piatto di lasagne a delle lumache e delle rane?) 

Ven

19

Feb

2016

Sfogarsi con un professore?

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Non mi apro mai con nessuno..però lui mi ispira fiducia, pur avendolo pochissime ore a settimana. E giovane. Lui ha accettato di parlare con me...mi ha proposto di andare da uno psicologo, che lui non è una persona adatta essendo insegnante e non psicologo per l appunto..Ho paura di rompergli le cosiddette palle..vi sembra una scelta ragionevole? Ho paura di sembrare troppo vittima però mi hanno consigliato di aprirmi con qualcuno...Non voglio psicologi..Ho fatto la mia scelta..voglio sfogarmi con lui..ma ho paura.

Mer

03

Feb

2016

AAA cercasi prof senza rancori

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Non voglio assolutamente offendere nessuna prof che sta leggendo ma non ce la faccio davvero più. E' da tre anni che questa prof mi perseguita senza che io sappia il perché! Quando vado all'interrogazione me la cavo sempre, e secondo lei sono protetta dai numi, per lei cado sempre in piedi. Inutile dire che mi bombarda di domande perché vuole farmi cadere,e che gli scritti non li legge neanche, perché io valgo 5/6 a giorni alterni. Mi sono davvero stufata.

Ven

22

Gen

2016

Mi sento frustrata per la mia condizione amorosa

Sfogo di Avatar di federicarossi0802federicarossi0802 | Categoria: Altro

Ciao, ho 17 anni e faccio il liceo classico. Vado molto bene a scuola, sono una ragazza solare, sorridente, con abbastanza amiche e sono a detta di tutti una ragazza molto bella. Ma non riesco proprio a liberarmi da questa sensazione di frustrazione, che mi abbassa sempre di piu' l'autostima e mi riempie la testa di domande. A 13-14 ho iniziato a frequentarmi con i primi ragazzi, sempre stata con intenzioni serie, mai fatta usare, sono ancora vergine. Il problema è che, nonostante mi sia sentita con circa 10-15 ragazzi (alcuni sono stata io a lasciarli stare dopo poco, perchè avevo capito che non mi piacevano) con NESSUNO di quelli con cui sembrava fosse tutto rosa e fiori è durata. Se ne sono TUTTI andati dopo massimo un mese, e la maggior parte senza motivazioni chiare. Il primo era abbastanza immaturo ma ne ero innamorata davvero, aveva lasciato "per me" (cosi diceva) la ragazza con cui stava da due anni. Ci si è rimesso comunicandomelo per messaggio. Il secondo, problema simile, si era appena lasciato, dopo poco si è rimesso con lei per poi rilasciarsi, ma non ha voluto continuare a conoscermi. Un altro dopo poche settimane per motivi incomprensibili è sparito, non si è piu fatto sentire. Un altro, un coglion* lo riconosco, siamo molto diversi e ha una vita senza regole, sembrava molto preso da me, ma ha fatto come tutti gli altri. ci vedevamo anche 4 volte a settimana, ma nemmeno con lui ha funzionato. infatti dopo settimane che si faceva sentire ad intervalli, ha detto che non voleva una storia seria e così ci siamo "salutati". potrei fare altri esempi. ammetto che la maggior parte delle volte me li sono trovati immaturi e senza cervello, ma non erano tutti cosi. Alla fine di questa estate ho conosciuto un ragazzo che mi sembrava speciale, diverso dagli altri,a detta di tutti un bravo ragazzo. sembravamo molto simili, lui era presissimo all'inizio come sembravano tutti gli altri ragazzi, ci siamo fidanzati dopo poco (il mio primo fidanzamento ufficiale ahahaha), ma esattamente un mese dopo il nostro fidanzamento (eh si, la sfiga mi perseguita) ci siamo lasciati. diceva che la relazione era "monotona" (ti credo, non mi chiedeva mai di vederci nell ultimo periodo), che l'attrazione non andava oltre quella fisica. Questa cosa mi ha buttata giu, sono sempe stata ottimista ma ci speravo dopo tutte queste delusioni. ormai sono diventata apatica, non mi ha toccata per niente quando ci siamo lasciati, per me era come un deja-vu, sembravano le parole che altri tre ragazzi mi avevano detto. sò che sono giovane, che le storie finiscono a questa età, ma non è nemmeno normale che sto a questi livelli. vedo tutte le mie amiche felicemente fidanzate, che fanno le loro prime esperienze... e io rimango "indietro", sempre più incredula. cosa non va in me? è vero, mi sono resa conto che magari a volte sono stata troppo disponibile, magari non troppo sulle mie, non me la tiro... ma non dovrebbe essere apprezzabile una ragazza cosi? nonostante ciò, ho capito i miei "sbagli" (non so se considerlarli tali, perchè non è mai stata colpa mia effettivamente) e con l'ultimo ragazzo ho cercato di applicare ciò che avevo capito. senza risultati. non so piu che fare.. perchè secondo voi mi va sempre cosi?

Mer

13

Gen

2016

professori davvero ambigui

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

allora, sarà inutile dirvi chi sono e da dove vengo. posso solo dirvi che sono una studentessa. allora un giorno, uno degli ultimi giorni di scuola ero con un ragazzo e il mio ex professore di inglese si è palesemente innervosito: questo ragazzo era semplicemente appoggiato a me, non stavamo facendo nulla di osceno o cosa. lui si è messo a fissare me e mi son sentita parecchio imbarazzata. non abbiamo mai avuto un chissà quale rapporto io e lui, ma spesso c'erano occhiate durante la lezione e qualche battutina insieme ad altri studenti. da quel giorno, invece non mi saluta più. mi guarda e se faccio per salutarlo si volta dall'altra parte. secondo voi perché? qualche consiglio?