Tag: relazione

Gio

24

Nov

2016

Capolinea

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Manca qualcosa e non so cosa sia successo.

Il nostro rapporto dopo 5 anni è standard. Tutto scontato. Da mesi non mi dici un ti amo. E quando te lo faccio notare tu mi dici subito: "perché, tu"? Hai questa mania di girare subito le frittate. Giuro siamo diventati scontati, morti. I soliti 2 giorni prefissati alla settimana e poi il weekend. Sesso nei weekend (ma più di 2 volte, ti si logorerà il pene forse). Progetti di vita, sì...ne abbiamo parlato ma io sinceramente sto perdendo la spinta. Sei un morto. Non ti va mai di fare nulla insieme. Anche il dialogo ultimamente si è ridotto. Io non so più cosa fare. Vorrei recuperare il rapporto,vorrei tornassimo come i primi tempi. Ad ora mi sembra tutto così spoglio e ripetitivo. Tra l'altro tu romanticismo ZERO. Io non sono un tipo estremamente romantico ma tu.... santo cielo. Non una foto assieme... presente le foto che si fanno tra fidanzati? Giusto per avere un ricordo di noi. No. Non abbiamo una foto di noi da anni e se raramente ti dico "facciamo una foto, dai?" FIGURIAMOCI quelle cose lì da innamorati 15 enni???? Non una cosa dolce. Non un gesto inaspettato. Sembriamo due amici che si frequentano e ogni tanto trombano piuttosto che INNAMORATI. Stiamo delle gran ore senza sentirci durante il giorno, perché lavoriamo entrambi e quando abbiamo tempo per confrontarci non viene fuori nulla. Non so, non so se siamo al capolinea ma io così sono un po stufa. Trovo tu non mi dia grandi stimoli.Poi una te ne parla e tu"certo che ti amo..... ma cosa ti inventi"! Poi sempre la stessa storia, due amici che vanno al parco.

Mer

23

Nov

2016

Ho fatto una cazzata

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Venerdì sera mentre, come al solito, cazzeggiavo sul telefono mi arriva un messaggio su Facebook, una ragazza di 14 anni (io ne ho 15) che voleva avere una semplice conversazione. Dopo un'oretta di chat lei inizia a dire cose del tipo che sono un bel ragazzo... mi vorrebbe vicino per coccolarmi e cose del genere... io ho pensato che questa voleva scambiare foto hot allora ho pensato di cogliere l'occasione, solo che poi... mi dice che le piaccio! ci rimasi un pò all'inizio ma ripensando alle cose che mi aveva scritto prima decisi di dirle, falsamente, che lo stesso lo provo io. ''tanto questa fa quello che deve fare e se ne va'' pensai io... in effetti le foto arrivarono ma ora mi ritrovo con lei che mi dice che mi ama, che un giorno vorrebbe incontrarmi (le sta al nord e io al sud Italia), mi fa dei disegni, video e foto... io però non provo nulla e mi dispiacerebbe un sacco dirle che non la amo, ci rimarebbe malissimo! poi se aggiungiamo che vuole farmi conoscere la sua famiglia... non so più che fare, vorrei lasciarla ma non so come fare... Aiuto

Tags: relazione

Sab

29

Ott

2016

Lei non vuole una storia seria

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Lussuria

​Sto impelagato in un pasticcio e mi servono donne in grado di comprendere una donna, che io sono un uomo e sono geneticamente impossibilitato a capirci nulla.

​Da un po' di tempo sto uscendo con una tipa che mi piace davvero tantissimo, come non accadeva da almeno un decennio (siamo ragazzi grandi, che hanno abbondantemente superato la 30ina)

​La sua situazione è abbastanza classica, ma delicata.
​In pratica ha lasciato il suo fidanzato storico un mese e mezzo fa (circa) dopo 10 anni di fidanzamento e un paio di convivenza.
​Noi ci conosciamo già da un anno, e ci frequentiamo da 2 mesi (si, da prima che lo mollasse) durante i quali la nostra "relazione" ha visto un'inevitabile ascesa.
​Andiamo a letto, usciamo insieme, stiamo imparando a conoscerci, ci sentiamo e vediamo assiduamente.
​Dal punto di vista del comportamento, se ci incontraste per strada, saremmo indistinguibili da una coppia comune (e di certo speciali non siamo)

​Ma abbiamo un problema, o meglio, IO ho un problema.
Lei non ha alcuna voglia di impegnarsi, promettere nulla, assumersi obblighi ecc ecc.
​Non parliamo di matrimoni, bambini, convivenze, o roba di questo tipo, ma del più semplice "patto di fedeltà" che c'è in una coppia, per esempio.
Insomma, vuole mantenere piena libertà personale e la possibilità di cancellare questa cosa in qualunque momento senza sentire di stare infrangendo alcuna promessa, e la cosa mi preoccupa.

​Parliamoci chiaro, è ovvio che dopo 10 anni di relazione schiantatisi a terra nel modo più sofferto possibile chiunque vorrebbe un minimo di spazio per respirare e sono già sorpresissimo di essere arrivato fino a qui (ero talmente convinto di stare andando a prendermi un 2 di picche storico che mi è dovuta saltare addosso lei la prima volta).
​Ma anche io ho le mie dolorose esperienze passate e, sebbene il cuore mi dica che la cosa migliore da fare è procedere per questa strada senza pressarla, aspettando che le acque si calmino, il logorroico cervello mi suggerisce di avere paura, di coltivare dubbi, di aspettarmi la fregatura, e di non stupirmi se tutto verrà infine cestinato come un temporaneo trastullo per allietarsi il passaggio doloroso.

​In preda a questi timori, due giorni fa, ho quasi chiuso tutto io stesso.

​Un consiglio mi aiuterebbe molto.
Sto buttando il mio tempo?
Dovrei solo aspettare?
​Quando si è presentata la possibilità (niente affatto remota) che io finissi a letto con un'altra lei ha avuto un attacco di gelosia, che dovrebbe tranquillizzarmi, se non fosse che so bene che "non voglio impegni" non significa necessariamente che "se mi scappi mentre ho ancora voglia di te va bene"

Mar

18

Ott

2016

Sei dannatamente bello.

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Lussuria

Sei dannatamente bello, porca miseria... e io sono una ragazza seria... che si vergogna anche solo a fare questi pensieri e che se sapesse che il proprio ragazzo facesse pensieri del genere, troverebbe da discutere.

Lavori alla Coop del mio paese, casualmente capito una sera ed eccoti. Bello, alto, biondo, un sorriso che toglie il fiato, un modello che non fa il modello e sembri anche molto umile, non ti spari il viaggio. Inizialmente ci manteniamo sulle nostre ma le volte dopo scatta qualche parola e qualche battuta, abbiamo la stessa età, è facile. E' indubbio il fatto che se devo andare a fare la spesa, scelgo quella Coop... però non ti becco sempre. A volte fai i turni a volte sei da altre parti e non ci si incontra, diciamo che ti vedo 1/2 volte al mese. Così quando faccio la spesa e ci si vede si scambia 2 chiacchiere, nulla di personale. Ti cerco online su Facebook senza chiederti l'amicizia perché mi sembrerebbe troppo, ti trovo, sei fidanzato, guardo il profilo di lei. Dopo mesi vi capisco che vi lasciate e io un po' sono felice. Io sono fidanzata, sto bene con il mio lui ma ovviamente una bellezza come te non passa inosservata (provate a pensare di vedere Brad Pitt al banco salumi della Coop)........

Smetto di cercarti, ogni tanto però ci si incontra comunque. Vivo serena anzi non ti penso neanche più. Un giorno però mi arriva la tua richiesta di amicizia su Facebook, vuol dire che mi hai cercata anche tu. Accetto. Mi scrivi una volta, nulla di che anche qua due chiacchiere blande. Io rispondo con cortesia ma poi il tutto si smorza lì io non insisto nè mi mostro interessata. Ovviamente ora che siamo amici mi guardo tutte le tue foto/video. Noto che sei un ragazzo di cultura, laureato, ami la lettura.... il cinema... la scultura... la musica... lo sport... LE HAI TUTTE! Cavolo... sei dannatamente bello.Io indubbiamente mi sento male a fare dei "pensieri" così. Non tradirei mai il mio ragazzo,non sono così scorretta... ma già il fatto di: ripassarsi il trucco, aggiustarsi i capelli, e vestirsi bene se si sa di dovere andare alla Coop quel giorno mi fa dire di non essere completamente onesta e limpida con il mio lui. Ho pensato anche a mettermi nei panni del mio ragazzo. Se io sapessi che lui va a comprare il pane tutti i giorni in quella panetteria perché la panettiera è Belen e lui ci fa un pensierino, mi darebbe fastidio?? OVVIO CHE SI'. Ecco perché non mi sento corretta.

Dom

09

Ott

2016

L'Eterno Ritorno: A I U T A T E M I

Sfogo di Avatar di Azer092Azer092 | Categoria: Altro

Tutto è incominciato circa tre settimane fa. Ero al tranquillamente al computer che stavo scrivendo la mia tesi di laurea, quando mi scrive via messaggio Twitter (!), una persona: si tratta della mia ex "storica". Una relazione durata circa 2 anni e mezzo (la mia relazione più lunga), ormai finita da quasi 5 anni. Per me la storia era ormai morta e sepolta, considerando anche le terribili vicissitudini che hanno portato alla nostra rottura (poca fiducia, bla bla), anche se, come si dice, certe cose fanno fatica ad andarsene via; non nego che in tutto questo tempo mi sia capitato di pensare a lei (non come un pensiero fisso sia chiaro), ma la cosa che mi è sembrata strana è il fatto che dopo tutti questi anni di silenzio sia rispuntata dal nulla (e ammetto, io non mi sono minimamente posto il problema di riscriverle, forse per il semplice fatto di aver voltato pagina); ma vabbé nulla di grave, alla fine non ho trovato nulla di sbagliato nel "riaggiornarsi" con una persona che non vedi da tempo. Dopo una veloce chat ci accordiamo ed usciamo alla sera. La serata va anche bene, abbiamo parlato delle nostre vite e di quante cose siano cambiate...ma tra il parlare e il bere qualche birra di troppo, finiamo per avvicinarci ed iniziamo a baciarci. Amen, succede. Finita la serata diamo amorevolmente tutta colpa all'alcool (e mi sembra anche la cosa più giusta). Non finisce qui. Secondo Round: decidiamo di rivederci (dopo esserci sentiti ogni sera) un'altra volta, sempre alla sera, stavolta stando alla larga da ogni forma di alcolico. La serata non è delle migliori: frecciatine sul passato, il ravanare sulle mie relazioni, insomma finiamo la serata abbastanza innervositi e ci si saluta. MA NON FINISCE QUI. Terzo round: ci scriviamo ancora (per lo più è lei che scrive, io rispondo per cortesia) e decidiamo di vederci ancora. Il tutto è successo ieri sera: andiamo a fare un rapidissimo aperitivo e poi ci stacchiamo, lei raggiunge la sua compagnia, io la mia. Finita la serata e tornando verso casa e mi ritrovo per strada lei (al 50% lei lo avrà fatto apposta nel fare la mia stessa strada per il ritorno a casa, ma sinceramente voglio sperare di no, anche perché è da stalker la cosa), decidiamo quindi si stare fuori per diverso tempo, prendiamo la mia macchina ed andiamo in riva al fiume. Parliamo di diverse cose, come sempre ed alla fine ci si riavvicina ancora ed ancora altri baci. Ma stavolta decidiamo di stopparci e di inizare a parlare di quello che stiavamo facendo: lei dice che quando mi aveva scritto la prima volta, voleva solo vedermi e risentirmi, forse come una sorta di amicizia (cosa che detto fuori dai denti, la vedo abbastanza vaga e lontana come cosa) e che queste effusioni, nascono da diversi desideri 1) dovuti al fatto di un'attrazione da ex 2) l'aridità sentimentale che in questo periodo lei ha; Cerco di scavare più a fondo ma alla fine ritorna sempre su questi due punti. Le dico che comunque non mi fido minimamente di lei. Ci si saluta. Fine della serata.

 

Ora mi sorgono troppi dubbi: i due punti che mi ha dato, possono benissimo essere veritieri, ma qualcosa ancora non mi convince. Vi spiego un gigantesco retroscena: lei ha avuto una relazione poco dopo la mia, abbastanza lunga, finita (da quello che mi ha detto lei) in maniera parecchio disastrosa. In poche parole ora lei è una madre single (ha una bimba di tre anni). Posso capire l'imbarazzo di risentire un ex nel periodo di maternità/quando stavi con quello che è il padre di tua figlia, ma lo trovo davvero ridicolo e bambinesco, lo scrivermi sei mesi dopo che sei "single", per di più io che sono il tuo ex. 

Oltre questi dubbi, ora non so cosa fare: a me piace molto parlare con lei, mi fa piacere, ma stando a tutte le cose che sono accadute, non ci penso minimamente a riavere una relazione con lei, non avrebbe senso per 200 motivi. Sarà brusca come cosa, ma sento che la cosa migliore sia evitarle di scriverle, o per lo meno di risponderle (anche se è una cosa abbastanza scortese). Io e lei detto sinceramente, non potremmo mai riuscire ad essere amici.

 

Voi cosa fareste? Ho agito male? Sto reagendo male? 

Mer

28

Set

2016

Amare una persona bipolare.... come?

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Avete mai incontrato/avuto a che fare/amato una persona bipolare? Magari non riconosciuta proprio da un percorso psichiatrico ma con atteggiamenti che avete riscontrato essere decisamente bipolari? Se sì, come vi relazionavate? Io amo una persona bipolare. Un giorno è una cosa, un giorno è un'altra. Cambi repentini di umore. Segue molto il "vento" e le emozioni del momento magari poi pentendosene giorni dopo e/o rimangiandosi scelte o decisioni. Segue anche molto quello che dice o fa la famiglia. Si lascia molto influenzare da discorsi sentiti. La amo da 6 anni. Inizialmente la cosa era meno evidente e ci davo meno peso ma ora, sinceramente... visto che si sta parlando di un percorso di vita assieme la cosa mi affatica e spaventa. Piuttosto perché mi sembra di avere accanto una bambina e non un DONNA. La vita sembra su una montagna russa.

Oltre allo SCAPPA fin che puoi... (cosa che mi sono sentito già dire ma che ahimè, quando in mezzo ci sono dei sentimenti è difficile), come si può convivere con una persona che è come una bandiera? Io poi.. che sono tutto l'opposto ovvero: se sostanzialmente prendo una decisione è quella a meno di cose particolari, che sono molto lineare e con pochi "si, no... però si, però no.. aspetta sì" sta cominciando veramente a essere complicato. In questi anni mi sono piegato molto al suo comportamento, cercando di capirla, andarle in contro e avere pazienza. Ora che le cose si fanno più serie però ho un po paura di come affrontare la cosa a lungo termine, perché devo dire la verità in questi momenti mi sento stanco.

Lun

19

Set

2016

Calo del desiderio?

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Lussuria

Mi è sempre piaciuto il buon sesso. Ho 32 anni, ho avuto qualche relazione negli anni passati e sono sempre stata predisposta. A qualsiasi ora, più volte... anzi, quando il mio partner dimostrava poca spinta/voglia mi arrabbiavo, perché mi sentivo poco desiderata e/o non la trovavo una vosa accettabile il non sfruttare momenti liberi per poter fare l'amore, soprattutto perché io lo avrei fatto no stop per più volte e quindi non riuscivo a mettermi nei panni di un NO. Da poco più di un mese però mi rendo conto che non ne ho voglia IO. Sono con il mio compagno da 3 anni, ci amiamo e per quanto riguarda il sesso non ci sono mai stati problemi di sorta. Io come dicevo sempre molto disponibile, lui ogni tanto tirava indietro ma insomma avevamo una buona media. Da tempo però giuro che non ne ho voglia. Lui ha anche sollevato il problema. Io non so cosa dirgli. Lui mi ha chiesto il come mai ma io non sapevo dirgli altro oltre al: ultimamente ho poca voglia, non sei tu ma ho poca voglia. Lui ci è rimasta male e io sinceramente non so cosa mi prenda. E' la prima volta in vita mia. Preferisco dormire, guardare un film, fare altro... piuttosto che sesso. Lo sento quasi come un obbligo o comunque una "fatica" ecco sì una fatica. E non è una cosa normale! Eppure lui mi piace, lo amo e ritengo che in linea generale non sia cambiato nulla! Lui per tutto questo tempo ci prova ogni tanto e io cambio discorso o prendo a fare altro, oppure gli dico "tesoro non ora" e poi ovviamente non riprendo l'iniziativa. Sono un po' perplessa io stessa da questo comportamento, non so cosa fare.

Gio

08

Set

2016

Futuro

Sfogo di Avatar di tncgintncgin | Categoria: Lussuria

Sei tutto ciò che ho sempre desiderato.
L'ho capito lentamente, l'ho capito troppo tardi, mettendo a rischio un nostro futuro assieme. Controcorrente, contro tutti quelli che direbbero che è sbagliato semplicemente perché sei il fratello del mio ragazzo precedente.
Ragazzo che ho capito che non fosse giusto per me, che ho lasciato e ferito. Ero la sua prima ragazza. Da grandi poteri derivano grandi responsabilità, dicevano a Spiderman. Il "potere" del primato è un qualcosa di troppo grosso, che non so gestire, e che non voglio mai più gestire. Me lo sono detto, promesso, giurato in tremila modi possibili. E poi, galeotto fu quell'angolo di labbra, il mio, che ogni tanto, con un bacio affettuoso,sfioravi.
"Avrò capito io male", "Certo che proprio di lui devo pensare male". E andavo dritta per la mia strada, senza pensarci troppo.
Quel che è successo fra me e te è venuto dopo, inaspettato, ma con naturalezza. Nulla di noi era in programma. 
E in un attimo, il tempo di uno sguardo e l'angolo delle labbra viene dimenticato. Ti interessano di più le labbra stesse, e ho capito che a me, nel momento in cui è successo, interessavano le tue.
Sono quasi quattro mesi che andiamo avanti così, senza dire niente a nessuno, e non ho rimpianti. In quello che c'é fra noi. Mi fa schifo dover volare bassa per via del nostro segreto, odiato da tutti. Vorrei vivere questa storia in maniera più serena, poter dormire almeno una notte assieme, passare una giornata intera fianco a fianco senza frette e ansie.

Ti amo, e ci auguro ogni bene. 

Dom

21

Ago

2016

Non so cosa pensare

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Lussuria

Premesso: sono una ragazza di 24 anni lesbica che sta con una ragazza di 22 anni lesbica con un passato da etero.

Non riesco più a capire come fare, la nostra storia è iniziata ad aprile del 2015, io mi ero innamorata di lei senza nemmeno volerlo, uscivo da una storia di sei anni conclusa a dicembre quindi ero ancora un po' scossa forse, di base sono fatta per le relazioni lunghe e con lei eravamo partite che era solo sesso. Dopo tre mesi di prova della relazione a Luglio mi lascia, io ne esco distrutta, lo confesso, accetto la cosa perché la devo accettare e lavoro su di me per due mesi, dimagrisco, non la cerco, lei torna a fine Agosto dicendomi che mi ama che ha fatto uno sbaglio, che nessuno riesce a farla stare bene quanto me. Ci rirproviamo e piano piano la nostra relazione diventa incredibilmente concreta, usciamo la sera, dormiamo una a casa dell'altra, cene, viaggi, insomma costruiamo un rapporto incredibile e con una complicità anche sessuale non inidifferente. Cerchiamo addirittura casa e vogliamo trasferirci prima di Natale 2016. Lei però ha un sacco di problemi, cura la sua depressione va dallo psichiatra una volta al mese e ogni tanto dei brutti scatti e dei brutti litigi vengono fuori. A maggio di questo anno il primo dramma: facciamo un incidente in auto. La mia macchina sfasciata porta una spesa di 1700 euro, per fortuna nessun ferito ne dalla nostra parte ne dal conducente opposto, certo è che in ogni caso l'assicurazione liquida tutto dando la colpa ad entrambi e io mi ritrovo rovinata. Lavoro precario soldi che mancano, il mio posto di lavoro che da Luglio a settembre chiude: un vero incubo che piomba. Inoltre a lei viene una fissa strana: le piacerebbe che le facessi la cacca addosso, la ecciterebbe, ecco che io inizio a impazzire. Sono stitica, non ci riesco, mi imbarazza la cosa e per colpa di tutto questo arriviamo quasi a lasciarci. Ci provo due volte poi arriva l'incidente e si fa prendere da attacchi di panico che obbligano il CSM ad aumentarle gli psicofarmaci. Si abbassa la libido. Non mi vuole più e io mi dispero perché il sesso per me è sempre stato importante, altri litigi, altre crisi fino a che a Luglio non muore suo zio. Li il colpo è duro per tutta la famiglia, cerco di essere vicino a tutti, cerco di aiutarla e un po' sembra farle piacere la mia presenza, ne ha bisogno dice. Passano altri giorni, arriva Agosto, andiamo in vacanza, scendiamo giù dai suoi parenti al sud per fare una vacanza più low cost possibile le occasioni non mancherebbero ma lei continua a non averne voglia. Io ci rimango sempre più male e qualche giorno fa scoppio: non ce la faccio a sentirmi rifiutata. "Sei un mostro, è un periodo, lo stress tu non mi capisci mai" E no qui ti sbagli: io ti capisco eccome, sei tu che non capisci me.

Cosa devo fare? Per riavere il nostro rapporto! A me lei fa impazzire e stiamo costruendo un futuro insieme ma non posso stare con una persona che non mi permette di toccarla. Io la voglio. Voglio scoparla per ore!! Ogni maledetto giorno!

Cosa pretende da me??? Solo che sia il suo bancomat? Vado bene solo per farle regali e portarla fuori. Non so davvero che pensare.  

Lun

08

Ago

2016

Stanca....

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Sono stanca, stanca, stanca! Convivo col mio partner da un anno e mezzo, siamo fidanzati da quasi 5 anni e mi sono rotta il cazzo!

Dapprima sembrava tutto così perfetto...facevao l amore in modo così travolgente, non smettevamo di sperimentarci, poi col passare del tempo tutto è cambiato.. alcuni suoi gesti non hanno fatto altro che allontanarmi da lui...il nostro dialogo è pari a zero, lavora tutto il giorno ( va via alle 6.30 e torna alle 22.30), tutti i giorni, compreso la domenica...ed io mi sono allontanata.. non metto in discussione il suo amore, so che mi vuole bene, che fa tutto questo per noi..ma non si pu vivere così, sono sola ogni maledettissimo giorno,durante l'anno fortunatamente lavorando la situazione pesa di meno, ma in questi periodi estivi è una tortura... e sono arrivata al punto di desiderare di tradirlo, per punirlo. Perchè una donna non va lasciata sola a se stessa, perchè una donna va amata, va sorpresa, va stimolata..e così dopo l' ennesima volta che mi ha telefonato dicendomi alle 22.30 "Amore faccio più tardi e dopo passo prima da mia madre" cioè cazzo non ti vedo un intera giornata, ieri che è stata domenica sono stata chiusa in casa xkè lavori oggi mi vieni alle 23.00!! ma vaffanculo!!!mai che mi dicessi "tesò fatti trovare pronta, non importa che ore sono ma usciamocene..." niente invece, torna, si fa la doccia e si mette a letto..ma che cazzo di vita è?????

Mi manca il sentirmi felice, completa, appagata, viva... e a pensare che ho mollato il mio ex con cui stavo per sposarmi per lui...che stupida che sono ....