Tag: ragazzo

Gio

27

Lug

2017

L'ho lasciato, e adesso??

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Ciao a tutti!!!

pochi giorni fa ho rotto con il mio ragazzo.

il problema che mi affligge più di tutti è che non sono certa di aver preso la decisione giusta e ho paura di pentirmi.

 Ci siamo conosciuti due anni fa, e da li sono state solo innumerevoli tarantelle. Ci siamo lasciati e rimessi per ben tre volte!!! e tra una paura e un altra sia io che lui abbiamo avuto altre storie.il motivo principale di queste rotture è che nonostante io non sia il tipo di donna rompiscatole, gli lascio davvero tutto il tempo che vuole per fare quello che vuole, ossia partire in moto, uscire con gli amici quando ne ha voglia, insomma fare quello che gli pare e piace con la consapevolezza di essere cmq l'ultima ruota del carro, mi sono sempre accontetata giustificando questi atteggiamenti come componente caratteriale e non come mancanze. Nonostante tutto questo il nostro problema è sempre stato l'alcol. Ogni sabato puntualmente si ubriaca da far schifo, e io non riesco piu a sopportarlo. innanzi tutto si deve uscire separati il sabato, e fin qui ancora posso accettarlo, ma non posso accettare di trovarti alle 4 del mattino in discoteca ubriaco e di doverlo anche riportare a casa. L'ultima volta abbiamo fatto delle figure di merda davvero pessime e stavamo anche per farci male con il motorino perche lui non voleva lasciar guidare me. 

Insomma, potrei chiudere un occhio ogni sabato se il resto della settimana lui fosse presente, ma non lo è. io abito da sola e non cè mai un sera in cui stia con me, ci sono solo io, un tavolo e un piatto e mi sono rotta la scatole anche di questo. la causa? la mattina deve svegliarsi presto! va benissimo vieni qui alle sette e va via alle nove, almeno mi tieni compagnia per cena non chiedo molto! Oppure fammi cenare da te! Quindi cmq ci vediamo duante la settimana per farci un giro di due ore e dire sempre le stesse cose!!! Mi sono rotta anche di questo. Ogni tanto andiamo al cinema ma nulla piu di questo! Viviamo su una delle piu belle isole del mondo e mai una volta che fossiamo andati al mare insieme, causa? detesta il mare! 

Ok dopo questo quadro mi sono quasi convinta da sola, forse ci ho creduto troppo io proprio perche è stato lui a ritornare da me con la promessa che molte cose sarebbero cambiare ma quando gli ho espresso il mio malessere lui mi ha rispsota che faccio solo storie inutili e che non mi sta mai bene nulla. Boh non so, davvero non chiedo nulla solo di essere presente e di smettere di credersi un 18enne quando esce visto che sta quasi per i trenta. 

 

Forse mi sono convinta da sola dopo questo sfogo. ma gli voglio ancora bene, e non so eprche credo che me ne voglia anche lui anche se è molto difficile da vedere dopo queste parole e ne sono consapevole.

 

Jo paura di pentirmi di questa scelta ma so che se lo chiamo torniamo pue insieme ma le cose non cambieranno mai e io continuero ad essere infelice.

Ho 27 anni, lavoro, abito da sola e non mi manca assolutamente nulla tanto vale essere liberi e fare le proprie esperienze mi rattrista solo l'idea di dover ricominciare con un altra persona da capo. :(

 

Sto sbagliando a lasciarlo e dovrei cercare di rimediare oppure nO??

 

Mar

18

Lug

2017

la gelosia è una brutta bestia

Sfogo di Avatar di welcome to my worldwelcome to my world | Categoria: Altro

GELOSIA: Sentimento tormentoso provocato dal timore, dal sospetto o dalla certezza di perdere la persona amata ad opera di altri.

tutti prima o poi la provano... io pensavo di esserne immune! si proprio così... eppure ora è comparsa!

ultimamente mi sto chiedendo se abbia senso stare con una persona e vivere con la paura costante che qualcuno migliore di te possa arrivare a portartela via, o peggio ancora che la persona di cui ti sei innamorata ti tradisca. So che è assurdo questo pensiero perchè l'uomo non è fatto per stare solo, e in una relazione non esiste solo la gelosia! ma il sentirsi amati, condividere la propria vita e fare affidamento su un'altra persona.

personalmente la gelosia mi sta corrodendo! la causa scatenante il più delle volte è il non fidarsi di una persona e anche perchè ci si sente insicuri! quello che succede a me è un mix di queste due cause! 

vi è mai capitato di lasciare un/a ragazzo/a per pura gelosia?

vi siete mai sentiti così stanchi di provare la gelosia per una persona e pensare di lasciarla per togliervi un peso dallo stomaco che vi fa vivere male?

ripeto non sono mai stata una persona gelosa, non ho mai fatto dei gesti di pazzia per qualcuno, non mi è mai venuta l'idea di spiare il telefono del mio ragazzo, ma non so come mai ora come ora non mi fido della persona che ho vicino! e spesso quando lascia il telefono vicino a me mi viene voglia di guardarlo.

 

Lun

10

Lug

2017

Se?

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Se qualcuno dicesse al mio ragazzo "lasciala", probabilmente non lo farebbe.

Su questo si incentrava il discorso, con un mio amico. Sto con il mio ragazzo da tre anni, ma ultimamente (gennaio), le cose vanno male. Mi è passata ogni voglia, e intendo ogni. Non c'è più quella scintilla, il cuore che batte più forte.. Tutto è diventato monotono, ripetitivo, noioso. Ho 19 anni, lui 22. A questa età la passione non dovrebbe spegnersi, come farebbe un fuoco sotto una pioggia battente. Questo mio amico mi ha proposto una cosa: scrivere anonimamente al mio ragazzo di lasciarmi, e vedere la sua reazione. Da questa proposta mi è venuto un dubbio atroce.

Lui non ha una sua volontà, dipende totalmente dalla mamma&papi, per lui la loro opinione conta più di qualsiasi altro (cosa che sarebbe bella, se loro non lo disprezzassero ogni volta) e se loro dicono corri lui corre. Sempre.

Per questo mi chiedo, se i suoi genitori gli chiedessero di lasciarmi, lui lo farebbe? Sì, senza alcun dubbio. Non ne posso più di essere l'ombra della madre, arpia che reprime il suo caratteraccio sulla famiglia(e quel povero marito, che sembra essere lui il debole dei due!), e di conseguenza io dovrei comportarmi come vuole lei. Ogni azione che fa il figlio è dettata dalla madre, e di conseguenza uscite/anniversari/compleanni/feste sono stati guastati da lei, più volte. Okay, capisco che mammina ha la precedenza, ma non può essere un'angoscia costante! Burattino della madre, non ha una volontà sua, cosa che vorrei molto. Nessuno deve controllare nessun altro, come se fosse una marionetta. Nè in una relazione, ma neanche in famiglia!

E' un ragazzo adorabile, gentile e tutto, ma se penso ad un futuro con lui.. no, non ci riesco. Penso che, prima lo lascio, meglio sarà per tutti.. 

 

 

Lun

10

Lug

2017

qualcosa non va in me?

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Ciao a tutti! voglio sfogarmi con voi... sono una ragazza di 22 anni che non ha mai avuto un ragazzo!

da piccola ho vissuto una brutta situazione in casa. Mio padre era violento con mia madre. la figura maschile di riferimento è sempre stata lui, non c'erano altri uomini in famiglia e quindi fin da piccola credevo che tutti gli uomini fossero così. cattivi e prepotenti. io dormivo in camera con loro e ogni volta che lo facevano sentivo tutto, mia mamma non voleva e lui la obbligava con la forza. queste esperienze mi hanno cambiata.. vedevo il sesso come una cosa brutta e soprattutto ero arrivata a credere che l'uomo volesse solo quello e che non potesse provare dell'amore verso una donna. Probabilmente è per questo che mi ritrovo a 22 anni senza nessun bagaglio di esperienze. da poco più di due mesi sto uscendo con un ragazzo, è stato colpo di fulmine per entrambi, è molto bravo e mi tratta bene.. nonostante la paura e l'imbarazzo ho fatto sesso con lui! la mia prima volta è stata con lui. l'ho fatto sinceramente per curiosità! non è stato brutto solo che ora ogni volta che siamo a casa sua succede. Sono sincera, io non ho mai voglia di farlo, lo faccio per far piacere a lui, il che è sbagliatissimo perchè dovrebbe piacere ad entrambi ma non è così! lui è innamorato perso e io no.. non capisco se ci sia qualcosa che non vada in me... finchè usciamo insieme o con gli amici tutto ok, quando siamo soli mi prende l'ansia perchè so che qualcosa succederà e io mi concedo per "fargli un piacere" 

lui fisicamente e caratterialmente mi piace, e quindi mi chiedo perchè io non voglia fare sesso con lui.. mi piacciono gli uomini non ho mai avuto dubbi su questo però non riesco a capire perchè non trovo piacere a farlo e mi terrorizzi il solo pensiero di andare a casa sua. E si anche i preliminari non mi piacciono... quindi veramente penso di avere qualcosa che non va! forse è successo tutto troppo in fretta e ora mi ritrovo in una situazione che mi fa stare male..

ho provato a parlargli del mio passato però penso che non riesca a capire fino in fondo e che prenda la cosa superficialmente.. solo chi ha vissuto certe cose può capire come ci si sente. 

Tags: sesso, ragazzo

Lun

10

Lug

2017

qualcosa non va in me?

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Ciao a tutti! voglio sfogarmi con voi... sono una ragazza di 22 anni che non ha mai avuto un ragazzo!

da piccola ho vissuto una brutta situazione in casa. Mio padre era violento con mia madre. la figura maschile di riferimento è sempre stata lui, non c'erano altri uomini in famiglia e quindi fin da piccola credevo che tutti gli uomini fossero così. cattivi e prepotenti. io dormivo in camera con loro e ogni volta che lo facevano sentivo tutto, mia mamma non voleva e lui la obbligava con la forza. queste esperienze mi hanno cambiata.. vedevo il sesso come una cosa brutta e soprattutto ero arrivata a credere che l'uomo volesse solo quello e che non potesse provare dell'amore verso una donna. Probabilmente è per questo che mi ritrovo a 22 anni senza nessun bagaglio di esperienze. da poco più di due mesi sto uscendo con un ragazzo, è stato colpo di fulmine per entrambi, è molto bravo e mi tratta bene.. nonostante la paura e l'imbarazzo ho fatto sesso con lui! la mia prima volta è stata con lui. l'ho fatto sinceramente per curiosità! non è stato brutto solo che ora ogni volta che siamo a casa sua succede. Sono sincera, io non ho mai voglia di farlo, lo faccio per far piacere a lui, il che è sbagliatissimo perchè dovrebbe piacere ad entrambi ma non è così! lui è innamorato perso e io no.. non capisco se ci sia qualcosa che non vada in me... finchè usciamo insieme o con gli amici tutto ok, quando siamo soli mi prende l'ansia perchè so che qualcosa succederà e io mi concedo per "fargli un piacere" 

lui fisicamente e caratterialmente mi piace, e quindi mi chiedo perchè io non voglia fare sesso con lui.. mi piacciono gli uomini non ho mai avuto dubbi su questo però non riesco a capire perchè non trovo piacere a farlo e mi terrorizzi il solo pensiero di andare a casa sua. E si anche i preliminari non mi piacciono... quindi veramente penso di avere qualcosa che non va! forse è successo tutto troppo in fretta e ora mi ritrovo in una situazione che mi fa stare male..

ho provato a parlargli del mio passato però penso che non riesca a capire fino in fondo e che prenda la cosa superficialmente.. solo chi ha vissuto certe cose può capire come ci si sente. 

Tags: sesso, ragazzo

Dom

18

Giu

2017

Non sopporto più il cane del mio ragazzo.... e anche il mio ragazzo...

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

 

Premessa: abito in un bilocale di 25mq e da un anno convivo con il mio ragazzo, che più volte ha espresso il desiderio di avere un cane e gli ho chiesto più volte di aspettare di cambiare casa per poter scegliere un'abitazione più grande per noi e con un giardino per la bestiola. Da aprile devo convivere con un cane di grossa taglia che il mio ragazzo ha deciso di prendere (l'occasione di una vita, continua a dire), ma lui non essendo mai a casa a causa del suo lavoro, devo guardare io il cane, addestrarlo e impartigli tutta l'educazione necessaria, senza contare tutte le spese annesse alla cura dell'animale e al suo mantenimento e addestramento, della casa, spese personali di necessittà, bollette e affitto. In tutto questo mi ritrovo da sola e aggiungo tutto quanto concerne l'ordine, la pulizia e il mantenimento di una vita di coppia e in casa. Ah si... lavoro anche a tempo pieno. Insomma, un bel delirio.... 

Ecco, fatta questa premessa, spero non mi giudichiate. Io NON odio gli animali, anzi, sono fermamente convinta che essi siano creature bellissime e intelligentissime, ma la situazione che sto vivendo mi sta facendo mal sopportare la presenza di un cane in casa mia. Vero è che la colpa non è del cane, ne sono consapevole, lui fa ciò che la Natura gli ha dato da fare, il cane. Doveva essere il padrone, il mio ragazzo, a dover pensare prima di prendere la bestia e portarla a casa. Purtroppo, però, non essendoci mai l'uomo a casa e dovendomi occupare io del quadrupede per il 90% del tempo, comincio a non sopportarlo più. E' un animale troppo grande per uno spazio troppo piccolo, i vicini di casa, con i quali prima avevo un ottimo rapporto, ora mi detestano per via dei rumori molto molesti del cane (dall'ululare al correre al versare i pochi vasi rimasti delle mie piante sotto i loro balconi e sporcargli il bucato.... insomma, elenco lungo.... aggiungete e immaginate voi....), non posso più pensare di godermi la mia giornata libera da lavoro o altri momenti liberi perchè è comunque un cucciolo che comporta moltissime cure, attenzioni ed esercizi d'addestramento; negli ultimi due mesi non ricordo una sola notte passata tranquilla e con un sonno sereno, la pulizia della casa oramai è dettata da quanto mi permette di fare la bestia ovvero poco o niente, avevo diverse piante cresciute da quando erano semi e hanno sopportato due forti temporali e un traslocco ma sono state distrutte in pochi secondi dalla bestiaccia, non posso uscire di casa senza preoccuparmi di qualche disastro... e queste sono le cose più eclatanti.

Anche i rapporti con il mio ragazzo si sono trasformati in peggio: lui pensa più al cane che a me, alla sera sono talmente stanca ed eseusta che non posso che crollare a letto e oramai ci vediamo di sfuggita e i rapporti fisici tra di noi sono quasi azzerati, il cane mi ha invaso ogni spazio e ciò non importa minimamente al padrone che invece permette ogni trasgressione, litighiamo quasi ogni giorno e la causa scatenante è la stanchezza provocata dal quadrupede, pur essendo il padrone non rispetta gli esercizi e si rifiuta di occuparsi di gran parte delle cose, all'osservazione di quanto io patisca il pelo d'animale (starnutisco dalla mattina alla sera e di notte spesso mi sveglio per tossire e sfregarmi gli occhi) mi son sentita dire che intanto ho gli antistaminici, cambieremo casa fra qualche mese e temo che dovrò fare tutto da sola proprio come adesso... insomma, la sitazione è veramente insostenibile. A questo si aggiunge l'azzeramento dei rapporti sociali, sia tra gli amici sia tra i famigliari perchè il cane come vede un ospite entrare in casa mia, lo aggredisce e la stessa cosa accade quando siamo a passeggio e questo ha causato l'allontamento di amici e parenti, anche quando ci incrociamo per strada. 

So bene che la colpa non è del cane, lo ripeto, ma dell'uomo, ma purtroppo sono costretta a casa e alle cure di questo essere per la maggior parte del tempo e non riesco a vederla se non come una catena che mi tiene in gabbia. Non sono per nulla felice e non vedo vie d'uscita. Devo accettare la presenza del quadrupede e finirla qui, ma trovo la cosa estremamente difficile e dover rinunciare alla vita che avevo prima con il mio ragazzo per un animale che non ero pronta ad accettare in casa mia e nella mia vita, mi rende il tutto troppo faticoso sotto tutti i punti di vista. 
Più che uno sfogo è uan richiesta d'aiuto... non so cosa fare e mi sento un po' uno schifo per quanto ho scritto. Ma questa è la situazione. Non prendetemi per una brutta persona, non fare mai del male al cane anche se non lo sopporto, non ne può nulla, e neanche al padrone, che comunque è la persono che ho scelto per la mia vita, ma.... boh.... non so come fare per accettare una cosa che non voglio e che non sopporto... 
Grazie per lo sfogo. 

Mar

06

Giu

2017

Friendzone...o forse no?

Sfogo di Avatar di RosaSimonaRosaSimona | Categoria: Altro

Ho diciassette anni, mi piace un ragazzo della mia età conosciuto quest'anno a scuola. Siamo vicini di banco dall'inizio dell'anno e lui mi piace molto. All'inizio dell'anno, un paio di mesi dopo che ci conoscevamo gli ho confessato i miei sentimenti ma lui mi ha friendzonato dicendo che vuole stare da solo e roba varia. Io non so che fare, a me piace e mi piace anche il modo in cui si comporta con me. Siamo ottimi amici, ridiamo e scherziamo, ci teniamo compagnia e ci aiutiamo a vicenda. Quando ci separano sembra che si crei un buco nero tra di noi, specifiche parole che ha usato un mio compagno di classe. Lui sa che ancora mi piace e sa anche che molti professori e molti compagni di classe credono che stiamo insieme o vorrebbero che stessimo insieme. Io non so cosa fare perché lui sembra l'unico a non pensarla così eppure molte volte mi sembra persino geloso del mio migliore amico... Che faccio? Qualche consiglio?

Ven

26

Mag

2017

Voglio fare sesso con ***

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Lussuria

Dico in giro che ho già fatto sesso e tutti i preliminarei,in realtà ho solo fatto una sega a una specie di orco mutante che era l'unico che mi si filava, io non chiedo tanto ma vorrei solo passare una giornata da fidanzata con un ragazzo bellissimo per farci tutto quello che mi pare,voglio uno che mi scopi per bene anche solo una volta ma deve essere Bono. Attirò solo merda perché sono la merda.

Lun

08

Mag

2017

il mio ragazzo è un c******e

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Odio il mio ragazzo di cuore. È un grandissimo s****o complessato che sfoga su di me le sue insicurezze derivanti dalla sua autostima di m***a! I primi mesi erano piccole cose, commenti sul "sei così bella non hai bisogno del trucco" e siamo arrivati ora al "con il trucco mi fai c****e"dopo quasi tre anni che stiamo insieme. Se mi vesto elegante allora è perché "voglio imitare le altre ragazze",lui mi vuole semplice a detta sua,senza troppi fronzoli o ornamenti,allora esco in felpa e in jeans per non farmi sfracellare le p***e e se ne viene con "eh ma sei vestita come una barbona,vatti a cambiare!",insistendo fino a portarmi allo sfinimento.

Non lo sopporto più, non ho idea di cosa voglia dalla mia vita,e forse non lo sa nemmeno lui!

Ogni volta che provo a dirgli che può esprimere la sua opinione,però senza imporla o stressarmi dice "eh per una cosa che ti ho chiesto,che ti cambia",ma il problema è che un anno ha 365 giorni e lui accumula 365 richieste e non mi importa che non costa niente andare a cambiarmi,perchè mi sa tanto di umiliazione,quando nemmeno mio padre si permette a mettere bocca su come mi vesto.

Potrei capirlo se mi vestissi come una z*****a,ma le mie gonne sono qualche centimetro sopra il ginocchio,non ho maglie scollate o cose volgari quindi non ha nemmeno la scusa della gelosia! I suoi modi per giustificare le sue richieste insistenti sono due

1.mi fa sentire in colpa perché "eh non mi ascolti mai sono il tuo ragazzo e se dico che mi piaci in un modo fai sempre il contrario"

2.eh ma fa freddo per questa maglia/gonna,non si abbiano i colori e s*******e simili

Sto s b r o c c a n d o

A 17 anni sono prigioniera di quaesto essere che pretende di decidere sul mio aspetto,non se ne parli di parrucchiere o rossetti o fondotinta!Mai sia! Lui vuole la donna nature,però non troppo altrimenti sembra una barbona! E allora prima che usciamo sali te a prepararmi,che ti devo dire!

Inoltre io sono una ragazza piuttosto matura per la mia età, vuoi per le situazioni in famiglia,vuoi per questioni caratteriali,e all'inizio sembrava maturo anche lui ma da qualche mese a questa parte non ho più nessun gusto nè a parlarci nè a litigarci perché in entrambi i casi prende le cose a scherzare e/o si mette a giocare al telefono non prestando attenzione a ciò che dico. Mi sembra di parlare a un bambino di sette anni.Nessuno discorso su di noi come un tempo,nessun tipo di riflessione profonda,niente di niente! Parliamo solo di cose stupide,di cosa abbiamo mangiato a pranzo e di cosa abbiamo fatto a scuola! Io ho bisogno di fare discorsi logici e articolati ma con lui è impossibile! Mi ferma a metà, fa qualche battuta di cattivo gusto o dice cose tipiche delle scuole elementari. Bho mi sale il nervoso. 

Lasciarlo mi piacerebbe molto,ma mi ha isolata da tutti e ormai non ho più nessuno resterei sola come un cane,ma credo ne valga la pena,sono giovane posso ancora salvarmi,devo solo trovare il coraggio di staccarmi da questo parassita che giorno dopo giorno mi ha succhiato via libertá,autostima e forza di volontà... 

 

Lun

08

Mag

2017

Che mxxxa che sono!!!

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Accidia

33 anni, un uomo di 44 che mi ama e che io non sono più sicura di amare. Gli ho chiesto una pausa di riflessione durante la quale mi spacco lo stomaco e il cuore dai sensi di colpa. Lui si ammazza di malinconia, ogni giorno mi scrive quanto sta male e di essere disposto a tutto pur di riavermi. Il brutto è che io accanto a quest'uomo sono sempre stata bene ma ho provato poche emozioni. Finora ho sempre ricacciato indietro dentro di me questa sensazione, convincendomi di essere la donna più fortunata della terra, ricordandomi di tutte quelle batoste che ho preso nella mia vita e che ora con lui accanto non prenderò mai più.  Adesso sento un grande vuoto di senso, da mesi ho sviluppato attacchi di panico e rabbia verso il mondo e una grande mancanza di autostima. Inoltre ho conosciuto un ragazzo che abita a 800 km di distanza, incontrandolo una sola volta a un meeting della nostra passione in comune e poi scambiandoci degli affettuosi (ma nulla piu) messaggi su what s up, per provare una sensazione nuova e molto bella. Non voglio frequentare questo ragazzo, almeno finché non sono arrivata a capire cosa cavolo mi stia succedendo. Il mio uomo è un angelo, una persona esemplare, non ci posso credere di stare per lasciarlo. In questi giorni senza di lui sensazione sono molto triste ma anche sollevata perché mi sento di nuovo me stessa senza dover corrispondere le aspettative di nessuno. Lui è molto a padre di famiglia più che un fidanzato e un amante ed è molto razionale e statico. Io sono una persona di mmmmerda, devo solo avere il coraggio di accettarmi