Tag: ragazzo

Mer

21

Mar

2018

Che mi prende?

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Lussuria

In questo periodo non so cosa mi succede, vedo apatia ovunque.

Sono fidanzata da 3 anni e fino a qualche mese fa, un paio circa, la mia storia sembrava perfetta. Certo è normale che ci siano alti e bassi, ma percepisco in me un calo di interesse sentimentale, dettato dalla paura della minotonia, che effettivamente sta investendo la nostra relazione.

Premetto che il mio fidanzato lavora lontano dal mio Paese, e scende ogni weekend, e questa cosa non mi ha mai procurato molti problemi visto che mi permette di concentrarmi sulle mie cose. Ultimamente peró i weekend  stanno diventando noiosi, passare il tempo con lui sta diventando noioso, non abbiamo mai niente da fare di diverso, e in questo periodo sembra anche che non abbiamo niente da dirci, niente di cui parlare. Esauriti i discorsi cade il silenzio. Con questo non sto dicendo che stare con lui mi infastidisce, perché anche se non parliamo io sto ugualmente bene, mi sento serena quando lui è presente, non aspetto altro che il weekend per stare con lui.

è una persona, a mio dire perfetta, e questo e un lato negativo sotto certi punti di vista. Ha la testa sulle spalle, è sempre presente, posso raccontargli i miei problemi e lui si mostra sempre disponibile e comprensivo, mi da consigli e cerca di direzionarmi verso la soluzione più appropriata. Ma c'è anche da dire che non ama molto lo svago, non ci siamo mai presi una sbronza insieme, non andiamo mai a ballare, non possiamo fare viaggi perché i miei sono molto trafizionalisti e nonostante io abbia 23 anni, hanno paura di legarsi a quacuno e farlo salire a casa, per tanto il mio ragazzo conosce i miei solo esternamente alla mia casa. 

Sono sicura che è la persona adatta per vivere una vita insieme, perche appunto lui e rassicurante, ma ho cosi tante idee, desideri di realizzarmi sotto diversi profili, che mi turba l'idea che lui possa non rssere d'accordo al cento per cento, visto che toglierebbe tempo alla nostra storia. Presto lui partirà ancora più lontano e non sarà più così semplice vederci, e ne sono preoccupata. 

 Ma la cosa che più mi spaventa è la mia testa che gioca brutti scherzi. Inizio ad immaginare di stare insieme ad altri ragazzi, chiunque susciti il mio interesse o curiosità, diventa il protagonista dei miei film mentali, anche attori di film, cantanti, il salumiere del supermercato. Non c'è interesse particolare, infatuazione o cose simili, è solo un'attrazione fisica verso persone che saltano ai miei occhi.  

Dal punto di vista sessuale siamo abbastanza regolari, o meglio ogni volta che ci vediamo abbiamo rapporti, anche se non sempre terninano bene perché lui è abbastanza precoce e subito dopo mi passa il desiderio di ricominciare. Cerco sempre di non fargli pesare questa cosa, dicendogli che per me non e la priorità il sesso, per me la priorità è il dopo, stare con lui abbracciati e addormentarci. Le sue braccia per me sono la cosa più sensuale, non ho bisogno di altro, non sono mai stata una donna passionale, ma riconosco che nei miei film mentali mi piacerebbe esserlo. 

Mi piace vestirmi in maniera provocante, guardarmi allo specchio e sentirmi donna, sentirmi sexy sia ai miei occhi che a quelli degli altri, senza scopo, solo per sentirmi attraente, e destare un po' di gelosia nel mio ragazzo ( e ho successo in questo).

Come posso fare a recuperare me stessa e la relazione col mio ragazzo? Lo amo tanto e ho il terrore di perderlo, per queste mie stupide seghe mentali. Ho paura del futuro di cui spesso parliamo, e finiamo per dirci "come va va" "se son rose fioriranno". Ma io voglio che sia cosi, voglio condividere la mia vita con lui e al tempo stesso respingo l'idea per paura di questa monotonia.  

Sab

17

Mar

2018

Il mio ragazzo non VUOLE avere rapporti con me e non ha mai voglia

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Salve,sono qui per esporvi un mio problema che mi affligge,il mio compagno non vuole più fare l'amore con me!Non sono pensieri ma è un dato di fatto,addirittura quando cerco un approccio lui si difende dalle mie mani o mi sposta la mano quando provo a toccarlo..siamo insieme da 10mesi e conviviamo da 4,lui fa un lavoro molto faticoso e stressante che lo tiene fuori da casa 9ore al giorno..io non voglio più giustificarlo dicendo "dai è stanco"perché con una dormita la stanchezza passa,sono quasi 3 settimane che non abbiamo rapporti,a parte quella volta che capita lui arriva subito e l'atto è senza passione e pare una cosa automatica come per dire "me dai lo faccio perché si deve fa",esludo tradimenti perché non ha il tempo materiale è un ragazzo casa lavoro(a lavoro non potrebbe tradirmi)e in altri ambiti mi da dimostrazione che mi ama e sono importante..ma io penso che il sesso e la passione siano la base di ogni coppia che si ama,da li nasce tutto..se non c'è quella si può solo definire abitudine..Ho provato a dirglielo spesso in ambiti scherzosi però buttandogli sempre delle frecciatine,lui se ne esce con una risatina..Il fatto che mi fa stare male è che mi rifiuta quando cerco un approccio..non mi sento desiderata e spesso mi pongo problemi fisici dicendomi forse faccio così schifo?non so che fare..vorrei andarmene ma non ce la faccio..vorrei parlarne con lui e aiutarci ma so che non capirebbe..eppure è giovane e parole sue la sua vita precendente sessuale era molto attiva..a detta sua..poi boh tutti ci allarghiamo con le parole..i primi mesi sono stati fuoco e fiamme..ma qui non stiamo parlando di anni..ma mesi che stiamo insieme..con il passare degli anni posso capire se cala il desiderio..che devo fare?help..non so più cosa pensare..spero in un vostro confronto..Grazie

Mar

06

Mar

2018

È amore?

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Penso di essermi innamorata di un mio amico..io ho 21 anni, lui ha dieci anni in più di me... Ci frequentiamo da parecchi mesi...frequentiamo lo stesso corso .. Abbiamo le stesse passioni...a volte sembra quasi che il destino voglia avvicinarci  facendoci incontrare negli stessi posti .. In effetti stiamo molto bene insieme ...ultimamente messaggiamo tantissimo...  Ma lui non mi invita mai a uscire . Forse perché è un po' timido..  Non so.. Poic'è un altro fatto, io sono una bella ragazza, lui è bruttino...le mie amiche non immaginano che provo qualcosa per lui, spesso lo prendono in giro... Ma non sanno che lui  è un ragazzo diverso,, anche se èbrutto,, per me non conta l'aspetto fisico, ma è importante che mi faccia stare bene e che possa sentirmi libera di essere me stessa . 

Quindi i problemi in  generale sono : 

L'età perché ha 10 anni   in più 

E il fatto che è brutto . 

Cosa mi consigliate di fare? Devo portare avanti questa relazione? Oppure devo dimenticarlo....?  Purtroppo penso di essermi innamorata.. Lo penso continuamente 

Dom

25

Feb

2018

Coincidenze

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Buonasera a tutti coloro che stanno leggendo questo mio sfogo.

Ho bisogno di un consiglio, o meglio, di un’opinione da una persona che è esterna alla storia.

Ho sempre sognato il ragazzo perfetto, il principe azzurro, ma con il passare degli anni mi sono convinta che quest’ultimo non esistesse, finché non è arrivato lui. Sin dal primo momento in cui l’ho visto mi è piaciuto. Mi piace ogni cosa di cosa di lui: il suo aspetto, il suo carattere, tutto. È come se qualcuno mi avesse letto nella mente ed avesse creato l’identica copia del mio ragazzo ideale. 

Siamo “amici”, diciamo... Ovviamente è fidanzato... 

Comunque, in questi giorni ho pensato ad alcune coincidenze e volevo sapere la vostra opinione a riguardo.

  1. Il suo nome è la via di casa mia
  2. Il suo cognome è la via dove lavoro
  3. Noi scherziamo sempre su una brutta figura che ha fatto: ha detto “immaginazione” al posto di un’altra cosa e la mia canzone preferita s’intitola “Imagination”
  4. Come nei film americani, siamo entrati più in sintonia quando, per sbaglio, mi ha rovesciato la cioccolata calda addosso

Le coincidenze sono poche, ma sono abbastanza da suscitare la mia curiosità.

È tutto nella mia mente o possono significare qualcosa? 


Sab

17

Feb

2018

Il mio compagno è stupido?

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Sono fidanzata con questo ragazzo da poco più di un anno, lui è cui che ho sempre sognato e sono davvero tanto innamorata di lui, ma delle volte ha dei momenti in cui non riesce ad arrivarci nelle cose più semplici e banali, come se fosse rimbecillito... 

Oggi non è stato capace di capire come funziona un comunissimo spray per il mal di gola, bella classica boccetta che si vede miliardi e miliardi di volte begli spot pubblicitari! Credeva di doverlo smontare del tutto e spruzzare la medicina con il beccuccio posizionato sungo il corpo della boccetta...

Altre volte mi chiede come funzionanno oggetti di uso comune e mi viene da chiedermi se non fosse cresciuto in una grotta o se ha semplicemente dei momenti in cui il suo cervello smette di funzionare!

Devo ammettere che mi fa vergognare non poco, è come aver a che fare con un bambino piccolo...

Potrà sembrare che me la prenda per poco, ma sono molto delusa in quanto lo credevo molto più sveglio... 

Dom

14

Gen

2018

pentita

Sfogo di Avatar di NobadyNobady | Categoria: Altro

allora dovete sapere che io sono una di quelle ragazza che si innamora del carattere delle persone, e non scherzo infatti tutte le mie relazioni sono state a distanza senza che conoscevo il loro volto, o più che altro, ho conosciuto dopo il volto. ecco vi volevo parlare di uno dei due, io mi ero innamorata di una persona 3 anni più grande di me, ok tutto normale, il problema è che la relazine era a distanza, io mi sono fidata di questa persona perchè mi ha accettata con tutti i miei problemi e le mie caratteristiche strane, il mio carattere, lui aveva accettato tutto. Io però ingenuamente ci avevo creduto davvero, infatti 3 mesi dopo lui mi tradisce con la sua ex, che tra altre cose, io conoscevo molto bene, lui non lo vuole ancora ammettere, ma stalker come sono, io ho le prove le foto, le testimonianze e tutto, ci sono rimasta davvero male, e mi sono messa a piangere, io non l'ho personato, e ormai non lo sento da 2 mesi, secondo voi ho fatto bene? Certo alcune persone diranno che lo dovevo prendere a parole e vendicarmi, ma se faccio ciò non sono io e non mi sentirei bene con me stessa, la mia ingenuità poi si trova nel fatto che lui voleva farlo, ma io non ero e non sono pronta, ed è anche per questo che mi ha tradita, davvero era una persona fantastica, ma purtroppo mi ha tradita ed io non lo prdono, vi prego datemi consigli o supporto o qualsiasi cosa, ho davvero bisogno di parlare con qualcuno

Mer

03

Gen

2018

Attrazione per un altro

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Lussuria

Sono giorni che non riesco a trovare pace. Credo di essere fortemente attratta fisicamente e mentalmente da un altra persona. Sto con il mio ragazzo da cinque anni, abbiamo una relazione altalenante che riusciamo a portare avanti non senza difficoltà. Quello che mi ha spinto sempre a superare le nostre divergente è stato l’amore che provavo(?) per lui. Preciso che viviamo anche una relazione a distanza, così io ultimamente grazie ad amici ho conosciuto un ragazzo, che non definirei esattamente il mio tipo ma che con un mese o più di uscite comuni è riuscito a catturare la mia attenzione. Non faccio che pensare a lui e fanstasticare. Non mi era mai successo di pensare a qualcuno altro durante la mia relazione, sento addirittura le farfalle nello stomaco come una sedicenne. Mi piace perché è una novità nella mia vita? Una fuga dalla quotidianità? O è il campanello d’allarme per dirmi che la mia storia è finita? E sopratutto come gestire questa cosa con il mio ragazzo? 

Mar

02

Gen

2018

Gatto di merda e altri problemi

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Io sono stanca, esausta, non ce la faccio più. Sono 2 mesi che mi sono trasferita dal mio ragazzo, a 400 km da casa. È stata una scelta quasi obbligata in quanto a casa mia era un inferno. Con i miei mi sono lasciata male e tutt'ora non mi danno un minimo di appoggio. Si vergognano a dire ai parenti che me ne sono andata, non gliene frega un cazzo della mia vita e mia nonna continua a farmi terrorismo psicologico facendomi credere che mio padre venga colpito da infarti o che se vogliono possono arrestarmi per essermene andata. Qui la vita è piatta, monotona. Sia io che il mio ragazzo stiamo cercando lavoro. Non ho amici, non conosco nessuno e lui passa il tempo a dormire (sono le 17.40 e non si è ancora alzato dal letto) o a giocare al pc. Mi sono anche interessata ai videogiochi per fare qualcosa insieme, ma non si può sempre continuare così. Non fraintendetemi, lui mi ama davvero tantissimo, ma vorrei anche mettere il naso fuori casa ogni tanto..ma lui non lo capisce. Da quando mi sono trasferita ho problemi con il ciclo mestruale; prima un ritardo di quasi 20 giorni, poi un ciclo davvero tanto abbondante, una settimana di perdite durante il mese e adesso è ancora in ritardo. I due test di gravidanza che ho fatto erano negativi. Tutto questo è ulteriore fonte di stress. Il suo maledetto gatto di merda mi ha rotto abbondantemente il cazzo. Carina e tutto (riesce ad essere molto dolce), ma sta diventando assillante e inizia a farmi paura. Non posso usare il telefono perché appena vede il riflesso dello schermo mi salta addosso, se mi cambio i pantaloni mi graffia, se cerco di spostarla mi morde e quando dormiamo passa le ore a graffiare sulla porta perché vuole entrare. Vorrei buttarla giù dal balcone. Ormai quando la vedo mi viene l'ansia. Quando sono andata al centro dell'impiego quella cretina a cui mi hanno assegnata non ha capito un cazzo e mi ha chiesto la certificazione del diploma. La scuola non me lo da se non sono presente e io non posso risalire a prendermelo. Ho chiesto ai miei se potevano aiutarmi almeno in questo e hanno acconsentito manco mi avessero dato una concessione cardinalizia. E quella scema del centro non si è fatta più sentire. Mi sento frustrata e sola da morire. Non so come fare. Non posso manco tornare dai miei perché sarebbe come passare dalla padella alla brace. 

Mer

27

Dic

2017

Chattare con uno sconosciuto

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Ma che ho combinato.. 

Ero su un forum a leggere discussioni a caso. Vedo la discussione di un ragazzo che espone i miei stessi problemi, rispondo, iniziamo un batti e risposta fino a che non ci sentiamo in privato. Entrambi fidanzati, parliamo a lungo delle nostre storie, dei problemi, della distanza che viviamo durante la settimana dai rispettivi fidanzati/e che abitano fuori città. Ci sentiamo sollevati, ci comprendiamo, ci aiutiamo. Ci scambiamo i numeri, ogni tanto ci scriviamo, sento la sua voce, vedo qualche sua foto e lui le mie. Smettiamo entrambi di scriverci perchè cè una strana sintonia. Dopo qualche settimana di silenzio lui ammette di pensarmi e di voler incontrarmi in semplice amicizia. Vuole a tutti i costi conoscermi dal vivo, senza secondi fini, ha delle sensazioni positive, ma io rifiuto. Poco dopo entrambi ci diciamo che quell'incontro potrebbe essere pericoloso, lui comprende, si pente della proposta ma mi confessa che gli piaccio molto come persona e che mi pensa. Entrambi non vogliamo far star male nessuno o rompere gli equilibri delle relazioni. Smettiamo di sentirci di nuovo.

Entrambi sappiamo che l'altro esiste. Non è certo ma sappiamo che quell'incontro forse qualcosa avrebbe provocato. Non è successo nulla. Lui è lì. Io sono qui. Un po' distanti, ma non troppo. Dice che non cancellerà il mio numero e che se non mi scrive è perchè poi la voglia di vedermi aumenterebbe. 

Io non l'ho più cercato. E non ci ho capito nulla.

Lun

18

Dic

2017

Lasciata 3 volte

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Ho 25 anni e sono fidanzata da 3 anni con un ragazzo. La nostra relazione è sempre stata meravigliosa...Ricca di viaggi,passione e tenerezza. Lui con me si è sempre comportato bene, riempiendomi di attenzione e gesti carini, presente ed innamorato...Mi parlava di una possibile convivenza futura, di un possibile matrimonio...Tutto procede per il meglio quando un giorno, precisamente la mattina di Pasqua, lui mi lascia. Senza nessun preavviso o comportamento che nei giorni precedenti lasciasse presagire nulla di simile...Mi lascia per messaggi, rifiuta le mie chiamate (perchè non voleva sentirmi piangere). Mi scrive che non mi ama più, che non sente più nulla, che è stato un bellissimo rapporto ma me ne sarei dovuta fare una ragione e andare avanti per la mia vita...Tutto ciò il giorno di pasqua, giorno che avevamo programmato di passare insieme con la sua famiglia e lui che fa? Mi lascia, perfettamente conscio del fatto che avrei passato la pasqua sola dato che i miei erano partiti e mio fratello era fuori roma... Passo una pasqua orribile, e giorni di dolore indicibile. Due giorni dopo, torna sui suoi passi dicendosi pentitissimo, che non sapeva cosa gli fosse preso, che ero la donna della sua vita, che mi amava...Lo perdono. Mi dico ok, un momento, un errore, può capitare a tutti. Riprendiamo il nostro rapporto, io cerco di mettere una toppa sull'episodio e andare avanti, voltare pagina. 
Verso luglio, mentre eravamo alle terme, gli faccio notare il suo comportamento distaccato e distratto...Per la seconda volta mi ritrovo davanti ad una persona che mette in dubbio i suoi sentimenti, che mi dice "io non ti amo con lo stesso slancio con cui mi ami tu"...E alla mia domanda "perchè non mi ami?" lui tace. Io faccio per andarmene, ma lui durante la giornata mi chiede scusa. Un momento. Dice di essere triste e che io non c'entro nulla, ma quando si sente triste tende ad isolarsi e questo lo porta a prendere decisioni dettate dall'istinto. Passano i mesi, dopo un bellissimo viaggio in Kenya e due giorni prima del nostro anniversario e di un colloquio per me importantissimo...Per una banale discussione (sempre via messaggi) mi lascia. Mi lascia in tronco, ha bisogno di stare solo. Passa così un mese, durante il quale più volte ho cercato di spronarlo a riprovare,ma lui non ha mai fatto nulla e anzi, mi ha trattata spesso con sufficienza e in modo brusco. Non è mai venuto sotto casa mia. Ogni tanto mi inviava messaggi in cui diceva che gli mancavo...ma all'atto pratico rimaneva sempre della sua posizione. Dopo un mese, quando oramai iniziavo a farmene una ragione e a rimettere insieme i tasselli della mia vita...Torna. Pentito di tutto. Dice che lui non ha mai pensato di lasciarmi davvero, che mi dimostrerà che mi ama e sono l'unica donna della sua vita..Che non ricapiterà mai più..Che era un momento di tristezza e ha preso le distanze per quello. Ci stiamo rivedendo, ma io non sono convinta. Benchè a sentirlo parlare sembrerebbe sincero non mi fido più di lui e mi sento nel limbo...Se tentare un'ennesima volta(con il rischio di pentirmene amaramente) o seguire la ragione e dargli un benservito una volta per tutte come meriterebbe. 
Help