Tag: ragazzo

Ven

06

Mar

2015

Uomini 😩😩😩

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Uomini ... Io non vi capisco! E forse non vi capirò mai! Hanno un problema sul lavoro e il mondo crolla! Sono di pessimo umore, magari credono che chiudendosi dentro se stessi, stando incazzati e magari perché iniziando un litigio con la propri compagna (o con chiunque altro) il problema possa risolversi! Mah.. Davvero con capisco. Offri aiuto ad un uomo e lui si sente "menomato" (????) cerchi di essere carina con lui e siamo fortunati se dopo due o tre giorni se ne rende effettivamente conto, gli concediamo i loro spazi e che succede? Siamo menefreghiste! Lo abbiamo fatto solo Xke magari oggi C andava di stare cn l'amica, o c'era un bel film al cinema! Cazzo!no! Volevi stare da solo e per conto tuo a riflettere? Io t ho solo concesso il tuo spazio! Come giusto che sia. 

Ma la cosa eclatante e quando, essendo loro nervosi per conto proprio, si appellano su ogni cosa che la donna in questione dice o fa. Magari non ha fatto nulla e quella poverina c va sotto solo per aver detto B al momento sbagliato!

Poi alla fine si rendono conto che trattandoci come gli strofinacci non risolvono nulla ... Si allonanano e tornano indietro come gli elastici! Il che va benissimo... Ma si può fare sempre questa storia ogni volta che nella vostra vita c'è un intoppo o in problema? Io adoro quando il mio compagno fa così ma quando c'è qualcosa che non va preferirei che si comportasse diversamente ( parlo di lui ma è generico il discorso, anche i miei due precedenti ex sono così e anche mio padre ) quando c'è un problema! Ricordatevi che anche la donna più innamorata del mondo ha una pazienza e la maggior parte delle volte quando scoprirte che soffre in silenzio e anche troppo tardi per rimediare!  

Dom

22

Feb

2015

tanta paura

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Il mio ragazzo non sta bene. Ho tanta paura che sia qualcosa di brutto. 

Dopo una lunga relazione finita malissimo ho finalmente incontrato lui, il mio vero amore, che mi ha mostrato cosa sia la felicità, e ora ho una fottuta paura di perderlo.

Mi sento scoppiare. 

Tags: ragazzo, paura

Mar

17

Feb

2015

Sono stanca, demotivata, e spettatrice della mia stessa vita

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Davvero, non ce la faccio più! Ma come è possibile che qualsiasi cosa io faccia la faccio in modo mediocre? Anche se mi impegno al massimo, o al minimo, sempre risultati mediocri? Sono stanca, sono completamente priva di motivazioni per impegnarmi seriamente in qualcosa! ... non so più cosa fare, non so davvero come dare una svolta a tutto questo, mi sento priva di speranze di cambiamenti, senza un peso nella mia stessa vita, come se fossi solo spettatrice di tutto quello che è destinato ad accadermi ... 

Ven

13

Feb

2015

Non voglio il Macho ma nemmeno un Micio

Sfogo di Avatar di GanglioGanglio | Categoria: Altro

Amo il mio ragazzo, io ho 25 anni e lui 26, stiamo insieme da 5 anni e nonostante i fisiologici alti e bassi mi ritengo soddisfatta della nostra relazione, quindi non posso e non voglio lamentarmi. Vorrei un consiglio però : come posso aiutarlo a sentirsi più sicuro di sè? Si sente sempre debole e fragile di fronte al mondo, a volte per lo stress ha crisi di pianto e mi telefona in lacrime per sfogarsi, (io sono felice che si fidi così tanto di me da sapere di poter essere sè stesso senza temere di sminuire la sua virilità, però un pò mi dispiace di sentirlo crollare così per problemi comuni e anche un pò banali, perché mi viene da chiedermi: come reagirà un giorno davanti ai veri stress?ll lavoro, le bollette, ecc..), non si piace, si trova grasso (anche se non lo è affatto), e spesso chiede con insistenza di fare l'amore perché "si sente teso" e perché "lo fa sentire uomo,virile e desiderato" (e questo inizia a seccarmi un pò, perché mi impegno molto per aiutarlo a piacersi, lo rassicuro sempre sul fatto che per me è molto attraente e sexy).

Sono stata prolissa scusate!  

Gio

12

Feb

2015

Uffa!

Sfogo di Avatar di marghevicinsmarghevicins | Categoria: Lussuria

Non capisco cosa mi succede! Io e lui siamo amici da anni, non è mai successo niente tra noi, è un'amicizia platonica al massimo. Ma quando ci siamo conosciuti non sembrava che sarebbe nata un'amicizia, eravamo entrambi mezzi ubriachi, pensavo fosse un ragazzo incontrato per caso, un'infatuazione, e che lo avrei perso di vista subito il giorno dopo, e invece è nata questa amicizia.

ultimamente mi stavo chiedendo come mai tra noi non è mai successo niente. Certo, potrebbe essere che non siamo fatti l'uno per l'altra, forse siamo troppo uguali, e via dicendo. Ma non capisco, perchè non riesco a capire quello che provo? A volte credo di essermi innamorata, a volte non lo so nemmeno io.. Merito anch'io di essere felice? O no? ultimamente mi chiedo se sono io ad avere qualcosa di sbagliato, perché non ho nessuno? Perché a lui non interesso? Perché?

Di confessargli i miei sentimenti non se ne parla... Sono certa al 100% che non ricambia, non sono esattamente la sua ragazza ideale..

Sono soltanto abbastanza triste.. Vorrei avere anche io una bella storia, come tutte le persone intorno a me... 

Mer

11

Feb

2015

"Ma se la tua ragazza ingrassa 20-30-40-50 etc. chili, ci resti insieme?"

Sfogo di Avatar di iAlwaysAskToMySelfiAlwaysAskToMySelf | Categoria: Altro

Era da un po' che non loggavo su Sfoghiamoci.
Oggi mi è venuta voglia di fare una domanda generale a tutti per sentire il vostro parere, prima però devo raccontarvi come mai è nato questo sfogo

Questo capodanno, come al solito, è saltato fuori dopo qualche bicchiere di troppo, il gioco "Obbligo o Verità".

Una delle tante domande che mi sono capitate, riguarda quella che ho messo come titolo.
La mia ragazza, conoscendo i miei gusti, i miei ideali e senza darmi il tempo di rispondere ha detto "No xD".
Dopo la sua risposta, tutti mi hanno guardato per sentire anche la mia, che è stata "Esatto".
Non appena finisco di parlare, una ragazza che mi siede affianco (anche lei fidanzata e accompagnata dal suo ragazzo) mi guarda e mi dice: "Che infame!".

Sentendo la sua risposta non me la prendo neanche per la sua esclamazione perchè ognuno ha i suoi punti di vista e mi fa piacere metterli al confronto.
Però le spiego che se la mia fidanzata ingrassasse così tanti chili, significherebbe che si è lasciata troppo andare, che non ci tiene alla sua salute, che il mio interesse verso il suo aspetto fisico calerebbe drasticamente andando a complicare la nostra relazione sessuale e successivamente il nostro rapporto (che se vogliamo dirla in parole povere: io sono un tipo sportivo,  le ragazze in sovrappeso non mi piacciono e il sesso in un rapporto ci deve assolutamente essere).
Inoltre, concludo il mio punto di vista dicendole che a mio parere, chi dice che l'aspetto fisico non conta, mente a se stesso (Posso dare conferma a questo mio ideale perchè quando ero più giovane, anche io ero in sovrappeso e mi sono dato da fare per migliorarmi).
Dopo aver finito di parlare, è calato il silenzio.
La ragazza che mi sedeva accanto non ha più saputo rispondere e siamo andati avanti con il gioco.

La domanda che voglio porvi, oltre a quella del titolo (sia al maschile che al femminile), è sapere cosa pensate delle ragazze e dei ragazzi che sono in sovrappeso, escludendo quelle persone che hanno problemi di salute.
Per intenderci meglio: quelle persone che non possono dimagrire perchè hanno delle malattie particolari che in qualche modo impediscono di perdere grassi.

Mer

04

Feb

2015

Mai rimpianti.

Sfogo di Avatar di ClaireClaire | Categoria: Altro

Nel mio primissimo sfogo qua, ma anche in diversi sfoghi anonimi, ho parlato di un collega molto molto timido che mi piaceva tantissimo e con cui mi sentivo qualche volta. Ho sempre sperato che mi chiedesse di uscire... ci sentivamo spesso, cercandoci a vicenda, ma non si è mai sbilanciato in un invito. E' un ragazzo di provincia che studiava da esterno. Mi ha colpita dal primissimo giorno, lo aggiunsi io su facebook e mi contattò quasi subito. Pensai: "E' il mio ragazzo ideale..." timido, riservato, all'apprenza dolcissimo, super mediterraneo come piace a me. Sono passati due anni ormai da quel giorno... Ad agosto mi ha comunicato di aver lasciato gli studi... Mi ha ricontattato a settembre per chiedermi come erano andate le mie vacanze a Salina, mi ha raccontato le sue in Croazia... da quel momento non ci sentimmo più. Ho sempre attribuito il non farsi troppo avanti ad un mix di situazioni: alla timidezza, al fatto di non abitare vicini, al fatto di non sapere tanto su di me... Mi mancava e a dicembre decisi di fare un passo avanti... lo ricontattai, parlammo tutta la serata e alla fine gli diedi una buonanotte per lui inaspettata... gli dissi che mi sarebbe piaciuto continuare a sentirlo spesso e lui mi rispose che valeva anche per lui. Ci siamo risentiti solo a Natale e a Capodanno. Una bella bugia, insomma... a parte per gli auguri non si è fatto più sentire. Stasera ho deciso di cancellare il suo numero dal mio cellulare... Ci ho provato... era chiaro che lo volessi sentire e non in amicizia... Le cose d'ora in poi le chiamo con il nome che hanno... non timidezza, ma mancanza di interesse... Ad oggi non ho rimpianti... il mio passo verso di lui l'ho fatto e ogni esperienza serve a crescere.  

Lun

02

Feb

2015

rottura, esaurimento, esami, qui non si dorme mai

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Quando ne usciró?  Prima ho passato la fase Bridget Jones,  quindi grandi scorpacciate di cioccolata e biscotti, consumati in pigiama di pile, l'antisesso per eccellenza. Capelli arruffati a nido di vespa. Unghie, un tempo laccate ora mangiate. Non penso che profumassi di marsiglia e rosa. Attiva sportiva? Non pervenuta. O meglio, letto-divano-cucina-letto. Della serie, vogliamoci bene. Studio? Certo, evidenziavo le prime 3 pagine di tutti i libri. Ho anche compilato il programma di ogni esame da preparare, fermo ovviamente al primo giorno. Rapporti sociali: con persone dai 70 in su, i miei nonni. Poi, finalmente, un bel giorno, mi risveglio dalla paralisi amorosa, e torno ad essere quella di un tempo. Almeno ci provo. Sveglia alle 6, studio, poi studio ancora, poi studio inglese, poi sport, poi leggo una guida turistica del posto che ho visitato quest'estate, memorizzo anche le vie, faccio commissioni e via così, per NON PENSARE. Ora sono l'iperattiva mentale che si riempie di cose per non pensare. Durante il giorno funziona, ma la notte è un inferno. Non riesco a dormire, seghe e seghe mentali, viaggioni immaginari con io e lui da far concorrenza al Renzo e Lucia di Manzoni. Tisane le ho provate tutte, alle erbe, digestiva, relax,  del buon sonno, ma nada.  Fiori di bach: fatti. Melatonina ce l'ho. Farmaci, non li voglio prendere. Non riesco a dormire. La mattina ho la sveglia prestissimo, cerco di stancarmi più che posso durante il giorno, ma niente, il mio cervello mi frega! Non prendo sonno e penso e penso e più penso più sto male e mi viene l'ansia! Io spero che lui ritorni. Spero di recuperare questa cazzo di sessione è di dare almeno un esame visto che sono due mesi che ho perso tempo a piangermi addosso e a guardare il muro bianco davanti alla mia scrivania. Ma cazzo, lo so solo io che sforzo devo fare per concentrarmi e non pensare. Ma ci riusciró!  E che vergogna presentarsi alle lezioni con cosí pochi esami dati, con quelle vipere che ti chiedono i voti e li scrivono in ordine crescente sui fogli per fare i confronti. È stato bruttissimo, io provavo a leggere ma non capivo niente, non so come spiegarmi. Anche se leggevo cose basilari da memorizzare solamente, ero incapace di ricordare ed il giorno dopo non ricordavo nulla. Adesso va un pó meglio, mi sottopongo ad una tabella rigida per recuperare il tempo perso, ma di notte ho gli occhi sbarrati e tanti brutti pensieri :-( 

Sab

31

Gen

2015

Problemi con un ragazzo

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Ciao a tutti! Ho conosciuto un ragazzo che mi piace. Purtroppo credo che a parte il fisico non gli interessi il mio carattere e non capisco perché. So che non si può piacere a tutti...ma secondo voi neppure un minimo di conversazione è possibile? Agli inizi parlavamo un sacco e non mi creavo problemi su cosa dire, lui mi rispondeva sempre, poi è andata scemando perché abbiamo litigato molte volte, spesso gli rimproveravo il fatto che fosse molto egoista. Al che uno dice "ma una persona così sarà sola" a dire la verità no. Non dico che sia pieno di amici, anzi, ricordo che in passato si lamentava del fatto che non è molto soddisfatto delle sue amicizie, però a differenza mia, le ragazze le trova. Anche a me succede ma finisce lì, invece le ragazze che trova lui (ovviamente non sempre) vogliono conoscerlo anche caratterialmente. E' vero però che noi ragazze siamo diverse. Ultimamente mi sono rifatta viva perché lo conosco da tanto e lo considero un amico. Mi piace quando ho dei problemi sfogarmi con lui, a volte non mi ascolta molto, (mi dà l'impressione che lo faccia per gentilezza o forse per ottenere qualcosa) ma forse mi basta la sua presenza. Però mi sento anche deficiente perché lo cerco solo io, poi mi faccio mille paranoie del tipo se gli do una risposta a qualcosa e lui non risponde "avrò scritto male? dovevo scrivere diversamente?" non sono mai me stessa. Sinceramente le ragazze che frequenta sembra che abbiano sempre la risposta giusta e pronta...non so che fare.

Ven

30

Gen

2015

Sto con una "donnina"?

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Ciao a tutti,

scrivo perché sono un po perplessa dal comportamento del mio ragazzo che più vado avanti nel tempo stento a comprendere.

Siamo assieme da 4 anni e abbiamo 26 anni.

Ancora non conviviamo, nonostante io ultimamente spinga un po' (entrambi siamo ancora in famiglia) e gli abbia fatto capire che avrei l'esigenza di uscire di casa e se potessi farlo con lui non mi farebbe che piacere. Lui è restio per n.1000 motivi suoi/famigliari e forse, per me, anche un po per la strizza di intraprendere un nuovo stile di vita sicuramente più indipendente.

Quello che mi lascia basita è il fatto che sembri una "donnina". Tutti atteggiamenti apprezzabili eh? Ma fino ad un certo punto… mi spiego meglio.

Quando non sa cosa fare o in generale sempre è dietro a pulire casa sua. Sua mamma e suo babbo rispetto lui, non toccano casa (tantomeno nonna che è anzianissima) e non è che abbiano dei deficit da dire "gli risparmio tutto se no muoiono"… ma soprattutto, sua mamma qualcosa in casa fa ma a sentire lui, lui è sempre dietro a lavare/pulire/cucinare…

Ripeto…tanto di guadagnato per me che teoricamente dovrei andare a vivere con un uomo così… ma quando io gli faccio le battutine del tipo: "ohh bene, così quando avremo casa assieme ci smezziamo i compiti di pulizia e non ci saranno fatiche, tanto tu sei già abituato a pulire…"

lui reagisce con un: nono, casa mia poi vedremo.

COME! In casa tua ora, non fai toccare mocio a mamma "per non affaticarla" e un giorno che avremo SE avremo casa nostra, VEDREMO?

Quello che mi lascia un po perplessa è questa sua quasi "dipendenza" dal lato piuttosto femminile della casa che maschile, sembra una di loro.

Poi, guai toccargli la mamma! Se gli fai un riferimento, o la prendi in mezzo per qualche discorso: la mamma ha sempre ragione, la mamma non può affaticarsi, la mamma doveva fare così… la mamma. Sembra quasi dire dalle sue risposte: "cos'è, ce l'hai con mia mamma??" Sempre sulla difensiva.

Non so questa cosa sta cominciando a darmi un po fastidio… sbaglio? Vostre esperienze al riguardo? :) Grazie (so che mi aspetteranno molti: SCAPPAAA!).