Tag: problemi

Lun

20

Giu

2016

Ripropongo visto che il mio sfogo non è stato notato

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Ciao a tutti, ho bisogno di qualche consiglio da chi è sposato e lotta x mantenere in piedi il suo matrimonio.Io non sono sposata ma convivo col mio uomo da qualche tempo. La nostra storia è particolare xche lui si è innamorato subito di me ma x me era solo una cosa passeggera.... Solo che x via di un progetto che stavamo facendo vivevamo assieme in un altr a città e alla fine io mi sono sentita sempre più legata a lui, anche se a volte mi sentivo costretta dal destino a starci assieme. Lui è stato un pessimo fidanzato anche se non ci siamo mai tradito, ma ogni.volta che io sbottavo e stavo x lasciarlo lui si impegnava e migliorava molto gli atteggiamenti nei miei confronti... Non parlo di violenze fisiche anche se litigavano quasi tutti i giorni perché abbiamo due caratteri impulsivi e lui si divertiva a provocarmi. Negli ultimi anni i litigi sono continuati ma il suo atteggiamento è migliorato molto e io sento che mi ama ma io sono piena di dubbi nei suoi confronti. La prova del 9 è stata un lavoro che io ho accettato all'estero, ho pensato che mi avrebbe rivelato stando da sola un anno all'estero se lo amavo oppure no. È stato un anno molto difficile, mi mancava da morire e piangevo sempre all'aeroporto quando veniva a trovarmi. Il problema è che da quando son tornata comunque litighiamo quasi ogni giorno, l'amore lo facciamo mooooolto raramente tra una cosa e l'altra (ogni tre settimane) e io che pensavo di essere innamoratissima mi trovo di nuovo piena di dubbi, sento di volergli bene e nulla più, ma so anche che tra qualche tempo mi sentirò innamorata di nuovo... Ma è normale?? Abbiamo meno di 30 anni quindi non abbiamo altre storie alle spalle con le quali fare paragoni... Grazie a chi risponderà!! Aggiungo che sento che i cambiamenti che ha avuto sono dovuti a mie pressioni, ho paura che sia migliorato solo xche io lo stressavo e presto o tardi tornerà quello di una volta... Ma a parte questo non so proprio perché faccio alti e bassi!! Io con lui vorrei davvero fare una famiglia, ma..... Grazie per le risposte Si avete ragione, io lo voglio cambiare perché a volte mi sembra troppo infantile e troppo con la testa tra le nuvole per la sua età, ma penso che sia un bravissimo ragazzo che mi ama molto e per me farebbe di tutto... Un altro motivo che spesso mi spinge a essere ipercritica nei suoi confronti è.... Rullo di tamburi..... Mia madre!!!! Ebbene sì, non c'è cosa peggiore di tua madre che ti elenca ogni difetto del tuo uomo dal primo momento che l'ha visto e ti prospetta scenari apocalittici sulla vostra futura vita assieme!!! Io l'ho sempre tenuta fuori dalla nostra vita sentimentale, ma è pur sempre mia madre e mi rendo conto che in qualche modo queste critiche senza pietà hanno lasciato il segno in me... Anche perché io la sgrido sempre quando lo fa, ma puntualmente dopo qualche mese ci riprova!!!! Ma comunque penso che sia normale voler cambiare le persone che ci circondano, perché non incontreremo mai delle persone nostre copie che ci vanno perfettamente a genio, no? Quello che mi preoccupa sono questi alti e bassi che io ho (lui non ha mai avuto dubbi invece), questi dubbi che ogni tanto mi vengono.... Poi penso anche che non è detto che se ci lasciassimo incontreremmo delle persone migliori, lui so che mi è fedele e mi ama davvero, ha un grande rispetto per le donne e queste per me sono virtù rare e fondamentali.... Però allo stesso tempo passi dei periodi pieni di dubbi..... Anche a voi succede? È normale? Dipende dal fatto che non ho mai avuto altre storie serie?

Lun

20

Giu

2016

Piango.

Sfogo di Avatar di DonnadaicapellicortiDonnadaicapellicorti | Categoria: Altro

Ascolto "The house of the rising sun", casualmente tramsessa su Virgin Radio e piango, dopo aver passato una bella giornata di sole, in cui mi sono dedicata a me (oggi niente scuola, hahaah, ma domani sì, però). Ho fatto shopping (cosa che non faccio mai perché mi annoio e perché odio sperare il denaro) e ho comprato cose utili e di cui avevo bisogno. Ne parlavo coi miei al telefono, allegramente, fino a mezz'ora fa.
Ma ora piango perché la madre di un'alunna che seguivo privatamente, una ragazzina undicenne, intelligente e matura per la sua età, vispa, scaltra e carina, ha risposto al mio messaggio di dieci giorni fa, in cui chiedevo come fosse stata la pagella e che voto avesse preso nelle materie in cui seguivo sua figlia.
Si è scusata per non avermi risposto prima e ha aggiunto che suo marito è venuto a mancare qualche giorno fa e che lei e sua figlia stanno passando un periodo terribile, che hanno cambiato casa e che però la pagella è stata bellissima e che la ragazza ha avuto 8 nelle mie materie.
Mi si è gelato il sangue nelle vene e mi è venuto da piangere. Una crisi di pianto. Chi l'avrei detto che avrei pianto per dei quasi sconosciuti? Avevo visto il marito una volta sola, mentre guardava la tv in salotto...
Erano una bella famiglia, di quelle che sembrano uscire da un film americano. Quelle famigliole americane che hanno una casa piene di comodità e il cane. Appena entravo in casa loro, due cagnolini bianchi come batuffoli mi facevano le feste e volevano essere presi in braccio da me. Poi mi offrivano il caffè e andavo in cameretta; una camera rosa e bianca, con la casa delle barbie, i peluches, il mac... Una famiglia benestante ma non ricca né ostentatrice. La madre veniva sempre a prendermi con l'auto alla stazione insieme alla figlia. 
Una volta la figlia non venne e la madre mi disse che era da due anni che stava combattendo con la malattia del marito e che aveva cambiato vari ospedali. Mi si gelò il sangue nelle vene già allora. Non avrei pensato che una bella famiglia stile mulino bianco avesse un simile problema. Povera donna. Una donna bellissima, simpatica, giovane, lavoratrice, che si occupava di marito malato, figlia e cani. L'ho sempre stimata e voglio un gran bene a lei, a sua figlia e ai suoi cani.Vorrei abbracciare madre e figlia e dire loro che possono sempre contare su di me.Non pensavo che avrei pianto per la morte di un conoscente.
Alla fin dei conti, la vita è così: straordinaria a volte, imprevedibile, ingannevole e amara altre. Per questo dobbiamo viverla intensamente e non dobbiamo lamentarci per cavolate. La salute è il bene più grande che ci sia stato dato.Scusate. Ma questo è il mio mood di oggi. Piango. 

Ven

17

Giu

2016

Vita di coppia

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Ciao a tutti, ho bisogno di qualche consiglio da chi è sposato e lotta x mantenere in piedi il suo matrimonio.Io non sono sposata ma convivo col mio uomo da qualche tempo. La nostra storia è particolare xche lui si è innamorato subito di me ma x me era solo una cosa passeggera.... Solo che x via di un progetto che stavamo facendo vivevamo assieme in un altr a città e alla fine io mi sono sentita sempre più legata a lui, anche se a volte mi sentivo costretta dal destino a starci assieme. Lui è stato un pessimo fidanzato anche se non ci siamo mai tradito, ma ogni.volta che io sbottavo e stavo x lasciarlo lui si impegnava e migliorava molto gli atteggiamenti nei miei confronti... Non parlo di violenze fisiche anche se litigavano quasi tutti i giorni perché abbiamo due caratteri impulsivi e lui si divertiva a provocarmi. Negli ultimi anni i litigi sono continuati ma il suo atteggiamento è migliorato molto e io sento che mi ama ma io sono piena di dubbi nei suoi confronti. La prova del 9 è stata un lavoro che io ho accettato all'estero, ho pensato che mi avrebbe rivelato stando da sola un anno all'estero se lo amavo oppure no. È stato un anno molto difficile, mi mancava da morire e piangevo sempre all'aeroporto quando veniva a trovarmi. Il problema è che da quando son tornata comunque litighiamo quasi ogni giorno, l'amore lo facciamo mooooolto raramente tra una cosa e l'altra (ogni tre settimane) e io che pensavo di essere innamoratissima mi trovo di nuovo piena di dubbi, sento di volergli bene e nulla più, ma so anche che tra qualche tempo mi sentirò innamorata di nuovo... Ma è normale?? Abbiamo meno di 30 anni quindi non abbiamo altre storie alle spalle con le quali fare paragoni... Grazie a chi risponderà!! Aggiungo che sento che i cambiamenti che ha avuto sono dovuti a mie pressioni, ho paura che sia migliorato solo xche io lo stressavo e presto o tardi tornerà quello di una volta... Ma a parte questo non so proprio perché faccio alti e bassi!! Io con lui vorrei davvero fare una famiglia, ma.....

Ven

03

Giu

2016

Troppi dubbi

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Vi é mai capitato di mettere tutti voi stessi per qualcosa o per qualcuno senza ricevere in cambio quello che vi aspettereste?

A questo punto allora perché impegnarsi così tanto se poi gli altri se ne fregano e rispetto a te che magari  metti il 100% loro non mettono nemmeno la metà? 

Parlo del mio ragazzo. Io cerco in tutto il modi di organizzarmi lasciando liberi dei momenti per vederlo e per sentirci ma lui sembra quasi non accorgersene.. come se non gli cambiasse sulla vederci o no.

Organizzare le vacanze per poi sapere all'ultimo che non verrà perche non si é "ricordato" di avere altri impegni.

Mi sento davvero una stupida a stargli dietro così tanto..

A questo punto.. ne varrà davvero la pena?  

Mar

31

Mag

2016

Senza Titolo

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Beh sai che ti dico, stronzone che non sei altro? Ti sta bene! E adesso i tuoi casini finalmente te li risolvi da te, io ho finito di pulire la merda, capito imbecille? Puoi venire a darmi la colpa per tutto ma adesso dovrai rispondere tu. Ed è inutile, io non mi sento in colpa. Arrangiati! Mi hai dato 20 anni di problemi, e ora te li rendo con gli interessi caro mio. E non mi tocchi più!

Sab

14

Mag

2016

"Ama il tuo prossimo come te stesso", ma come?!

Sfogo di Avatar di saraassaraas | Categoria: Altro

Okay ci sto prendendo gusto a scrivere tutto quello che penso ma preferisco parlare con persone che non conosco. 

In questo sfogo volevo dire che mi sento un po' egoista. Nel senso che a volte non mi importa più di tanto degli altri, mi importa più di me. Non è una cosa eccessiva ma comunque c'è. Ad esempio, pensando al futuro non mi  viene in mente di fare volontariato per i poveri per tutta la vita ma mi viene in mente l'immagine di me dopo aver preso la laurea e con la vita che reputo ideale per me. Non penso al bene altrui, penso più che altro a quello che piacerebbe a me.

Oggi il mio professore di religione ha iniziato a parlare del comandamento dell'amore, "ama il tuo prossimo come te stesso". E in quel momento ho iniziato a pensare a tutto ciò ... Vorrei riuscire ad essere più altruista, ma quanto basta per pensare anche a ciò che merito io. 

Gio

12

Mag

2016

Senza Titolo

Sfogo di Avatar di saraassaraas | Categoria: Altro

Sarò strana io ma nelle relazioni che ho (amicizia e amore) ho sempre bisogno di conferme e di gesti che mi facciano capire che questo qualcuno tiene a me. Peccato che la migliore amica più stretta che ho non fa mai questo genere di gesti e se lo fa è tramite uno stupido messaggio. Non mi dimostra mai niente ma io ne ho bisogno. Lei dice che tiene a me anche se non me lo dimostra ma come ho già detto io ho bisogno di dimostrazioni di affetto o come le vogliamo chiamare. Come inventare un nuovo teorema di geometria senza dimostrarlo. Secondo voi sono esagerata o è una cosa normale aspettarsi questo genere di cose?

Mar

10

Mag

2016

Eh già

Sfogo di Avatar di saraassaraas | Categoria: Altro

 

Sono una ragazza molto timida, ho pochi amici e non esco quasi mai, un po' per lo studio, un po' perché non saprei con chi uscire... Ho dei problemi di autostima (niente di eccessivo), perché mi vedo al massimo carina e sono circondata da migliori amiche perfette che piacciono sempre a  tutti. Immaginate quanto possa essere dura. Loro (ad eccezione di una) non sanno niente perché non riesco davvero a parlarne. Sto passando un periodo pessimo, litigo con loro in continuazione, sto sempre dentro casa a non fare niente tranne studiare e ho bisogno di una persona che mi dimostri davvero che tiene a me più di quanto facciano le mie tre migliori amiche. Ma,  come ho detto prima, sono molto timida e quindi di persone non ne conosco tutti i giorni. Ho solo loro tre, anche se molto spesso sono due, e non so mai con chi parlare, con chi sfogarmi...sono sempre molto impegnate e spesso non me la sento di raccontare a loro queste cose. quindi sono qui a chiedere consiglio a qualcuno che come me ha trovato questo sito ed è in vena di scrivere.

Mer

27

Apr

2016

Ti parlo di me

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Avarizia

Buongiorno. Ho 19 anni e fin da piccola ho avuto difficoltà a stare con la gente. Che siano i miei genitori, amici, conoscenti, sconosciuti mi preoccupo di quello che potrebbero pensare. Vorrei migliorare questo carattere perché soffro molto. Ci penso spesso e mi chiedo perché sono così: penso che ho preso abitudini sbagliate fin da piccola. Mio papà è chiuso, passa la maggior parte delle ore sul cputer, da piccola se dicevo qualcosa di sbagliato o fuori dal luogo (ad es ridevo troppo) mi sgridava forte. Mia mamma invece è tanto buona, fa tante cose per gli altri e poi sta male lei, da piccola non mi vestiva tanto bene e la mia autostima descresceva e mi mandava da zii e parenti perché lavoravano, vuole sempre avere ragione e a volte mi comanda come se fosse un soldato. Poi da piccola venivo emarginata nei gruppetti, quando mi piaceva qualcuno non mi facevo mai avanti perché ho sempre pensato che  gli altri sono meglio di me. Oggi i miei mi hanno detto che devo svegliarmi, so che sono impacciata con la gente, devo parlare, conoscere ma sono cresciuta così e cambiare in punto è difficile. Non posso chiedere ai miei di andare dal psicologo altrimenti mi dicono ancora di più su e le uniche amiche che ho mi chiamano quando serve e basta.

 

Tags: problemi

Mar

26

Apr

2016

Non sopporto più nessuno!

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Oramai è la goccia che ha fatto traboccare il vaso,già da tempo. Ho cercato di ignorare ma adesso basta,non ce la faccio a tenermi tutto dentro. Io sono abbastanza piccolo per affermare "l'odio" verso qualcuno,ma io non ne posso più. Ho tutta la pazienza del mondo ma non ne ho infinita.

È tutto iniziato a scuola,la prof di letteratura ogni settimana o ogni 2 settimane cambia di posto gli studenti (non so perché,ci conosciamo tutti benissimo) e capito con una persona che già da anni non è che mi stesse simpaticissima eh,(nulla di che eh,solo un piccolo odio reciproco,piccolissimo? Però evidentemente lui mi odiava molto di più,tanto da """prendermi in giro""" su internet o con i suoi amici di strada siccome – a detta sua – è molto famoso in città) questa persona si diverte prendendomi in giro,a darmi calci e pugni,schiaffi,offese pesanti e chi più ne ha più ne metta,e se oso dirgli una parola lui mi prende per i fondelli con i suoi "amici" (dette pecore da me ed altri,visto che seguono l'unico pastore tedesco che è ""famoso"" in città) il problema è che,visto l'aver già avuto queste esperienze di bullismo sempre con questa persona,non ne posso parlare con nessuno. E non per una minaccia,no no,è perché chi viene preso di mira da questo tipo qui non può ribattere: mia madre e mio padre avrebbero due reazioni (o direbbero che faccio la vittima e che devo lasciar perdere,o si scatenano in un impeto di rabbia andando dal preside o dalla capoclasse.),se ne parlassi con i miei amici mi prenderebbero in giro (ma a questo ci arriviamo dopo),se ne parlassi con le mie prof direbbero che la colpa è solo la mia e che sono io il problema perché questo tipetto sa girare la frittata come gli pare e piace e i prof non se ne accorgono nemmeno!! In sostanza,non posso sfogarmi con nessuno. Diciamocelo in sincerità,io non so difendermi e tutte le volte che ci provo non ci riesco,è più forte di me. Io non riesco a ferire chi mi ferisce. Io sono un debole sensibile come pochi. D'altro canto,nemmeno i miei stupidi ""amici"" mi aiutano,tutti,dal primo all'ultimo. Sono gli "spettatori" non riescono a prender parte della situazione. Loro non fanno altro che peggiorare la situazione: sanno solo offendermi e prendermi in giro (certo,lievemente,ma di certo non è che sia una cosa piacevole essere offeso dai propri amici dopo che un bullo lo ha già fatto abbondantemente) oltre questo,il bulletto sta spargendo in tutta la classe che io sono "gay" anche se non è  vero,quindi adesso tutti dicono che sono gay etc e mi da fastidio,ed anche i miei amici me lo ripetono in continuazione. A casa,mia madre mi stressa in continuazione e mette ansia per qualsiasi cosa. Tutte queste cose mi turbano e non riesco a studiare. La scuola non va ne bene ne male. Sta andando tutto a rotoli. In questi giorni provo solo un forte disgusto e vomito per tutto e tutti e grazie a queste persone ho capito come sono veramente e ciò mi fa male davvero. Ormai sto solo subendo senza dire nulla con la speranza che prima o poi la smettessero,in fondo lo dicono tutti: "se tu non gli dai corda prima o poi perdono il gusto di farti del male e tu starai bene" ma quando? Ma dove? Fino ad adesso sembro il solito scemo pappamolle,che in parte sono. Mi stanno facendo odiare da solo. Io voglio solo stare da solo chiuso in camera ad ascoltare la musica. Con questo concludo il mio sfogo.