Tag: mancanza

Sab

11

Feb

2017

Insonnia

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Insonnia, dormire di giorno e non la notte, dormire e non sentirsi riposati, chiamatelo come vi pare. É da quasi due mesi che va avanti in questo modo, da quando mi ha lasciato. Ci conosciamo da una vita, più di una volta abbiamo detto chiaramente che ci piacevamo e poi è partito. Sono passati diversi anni e quando ci siamo incontrati è scattato qualcosa, mi ha scritto il giorno dopo e pochi giorni dopo abbiamo iniziato a frequentarci. Ero molto insicura all'inizio, perché abitiamo in città diverse e lui non era per le lunghe date. Per mesi sono stata "incantata", belle dichiarazioni, passione e romanticismo, mi piaceva da impazzire. Poi silenzio, "sto male", non vuole parlarne e qualche giorno dopo se ne esce con "sono confuso, sono un problema, ma tu sei meravigliosa" NO NO NO. Se io fossi meravigliosa non mi metteresti in dubbio, se io fossi meravigliosa ti apriresti a me, mi daresti un motivo. Il problema? Io mi affeziono troppo alle persone, a tal punto che ho smesso di mangiare, mi hanno forzato a ricominciare e non mi stanno più i vestiti. Mi dicono che sono diffidente, guarda cosa è successo a fidarmi, sempre così. Quando pensavo di aver raggiunto l'equilibrio dopo un periodo molto faticoso mi arriva una valanga nel petto. Adesso sono triste, non riesco a dimenticarlo, voglio sentirlo ma passarei.da disperata anche se voglio solamente sapere come sta. Vado avanti con quello che ho da fare, ma vorrei che tornasse, perché non voglio altri all'infuori di lui (e adesso ho il diabete da quanto zucchero ci ho messo)

Sab

21

Gen

2017

L'ho lasciato ma manca...

Sfogo di Avatar di Silviasad94Silviasad94 | Categoria: Altro

 Ho lasciato il mio ex per una serie di motivi, tra cui anche il seguente. Dopo 9 mesi di relazione ha cominciato ad avere i suoi primi dubbi: "Non so se ti amo perché guardo le altre e penso che siano più belle di te" (nemmeno fossi un cesso!) io lì per lì rimango basita, poi lui sembra aver risolto e dice di amarmi quando è il momento di salutarci (rapporto a distanza). Dopo 4 mesi sembrava di nuovo freddo e io non capivo, diceva di nuovo che non sa se vorrà stare per sempre con me, se mi ama e che non si può sapere cosa accadrà. Io, innamorata pazza, corro da lui e improvvisamente diventa felicissimo e dice di nuovo di amarmi. Poi è successo un'altra volta una cosa simile... ma nel frattempo io sono diventata estremamente gelosa, dato ciò che mi ha detto. Ad agosto mi prende da parte e mi dice che non prova più nulla, che quando vede le altre a volte gli viene voglia di conoscerle (ma non lo può fare), si sente incatenato, era più divertente quando era single... non avendo mai fatto esperienze prima di me non sa se vorrà stare per sempre con me. Un'ora dopo si rimangia il fatto che non prova più niente e dice di amarmi. Pian piano i miei sentimenti vanno a scemare, sono molto delusa... la gelosia si fa sempre più forte e sto male, nonostante lui, verso ottobre abbia di nuovo un periodo in cui mi ama alla follia e in cui mi dice che ora mi mette sul piedistallo, prima invece no, e addirittura afferma di voler andare a convivere... L'ho lasciato 1 mese fa ma mi manca. Nei suoi periodi no lui mi trattava con freddezza, indifferenza, non mi sosteneva mai. Inoltre mi ha ribadito che non vuole un futuro con una famiglia ma il suo obiettivo è fare il vagabondo (non scherzo)... e allora perché cavolo mi dici che vuoi andare a convivere? Oggi sto veramente di mer.da perché mi sento sola, ho pianto tutto il giorno, i miei litigano, io non ho voglia di uscire. Gli ho scritto mezz'ora fa e non mi ha ancora risposto... non dovevo scrivergli...

Tags: mancanza

Dom

27

Nov

2016

Comportamento particolare

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Sono una ragazza di diociotto anni che abita in un piccolo paesino in provincia di Salerno. È esattamente un mese che il mio (ex) ragazzo mi ha lasciato perché non gli è piaciuto un mio comportamento di ribellione quando mi ha detto che nel nostro periodo di pausa, si è fatto un'altra ragazza che poi ha appeso successivamente lo stesso giorno perché voleva me. Forse mi rendo conto di esser stata un po' esagerata, ma addirittura lasciarmi dopo quello che mi ha scritto? Dopo che mi ha detto di non riuscire a star senza di me, che voleva me e nessun'altra? Dopo che ha conosciuto i miei, che è venuto a casa mia e che voleva presentarmi la madre? Dopo essersi confidato con me, fidato di me, dopo avermi detto tutti i suoi problemi, i suoi tormenti, i suoi dubbi, le sue aspirazioni, i suoi sogni? Dopo aver praticato del petting insieme e dopo aver giurato, ansimanti, di aver bisogno l'un dell'altra? È finita, me ne son fatta una ragione. Un paio di settimane lo contatto perché è il giorno del suo compleanno e gli faccio gli auguri. Lui sembra dolce e anziché fermarsi al solito "grazie", ha mandato avanti la conversazione e abbiamo scherzato anche un po'. Improvvisamente, sempre scherzando, mi ha detto: "quindi ti stai masturb.ando senza di me?" Ed io scherzando, gli ho risposto: "sì, ma se vuoi puoi darmi una mano"... lui la sera mi ha detto: "eh..." e poi nulla più, gli ho chiesto spiegazioni ma lui mi ha detto: "nulla", "esco con amici, ci sentiamo" ed io l'ho semplicemente visualizzato. Ma perché ha fatto così? Ho sbagliato a scrivergli quello? Io volevo semplicemente stare al suo gioco... cosa ne pensate? 

E maschi, vi prego, crescete. 

Mer

07

Set

2016

non so che mi manca

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

mi sembra di essere sempre alla ricerca di qualcos'altro. Qualcosa che non ho. Anche i bei momenti sembrano sempre migliori quando ci ripenso che mentre li sto vivendo. Non capisco perchè non riesco a concentrarmi sul qui e ora e vivermi la vita invece di pensare sempre a quello che non ho. Come devo fare?

Tags: mancanza

Mer

17

Ago

2016

É passato troppo tempo

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Ciao io sono Alice, ho 16anni. É successo che mi sono innamorata di una persona... proprio da impazzire.

Avevo chiesto di metterci insieme esattamente il 27 aprile 2015, dopo alcuni messi di tira e molla di ' sei davvero speciale', 'non so cosa farei senza di te'.

Aveva detto che necessitava di un po' di tempo perché c'era un'altra ragazza. Io ovviamente non ho insistito e il 15 maggio é stata quest'altra persona a chiedermelo. Ero molto felice di questa cosa... era ufficiale ma non del tutto.

Siccome ci siamo conosciute tramite Facebook e io ero sotto la chiara e rinomata protezione dei miei stupendi genitori, non approvavano il fatto che io scrivessi con persone estranee. Posso capirlo ovviamente.. Avevano ragione.Ma separarmi da questa persona é stata la peggior decisione che abbiano mai potuto scegliere. Avevo paura di dirlo ai miei. Stavo zitta e solo qualche settimana fa ho detto a mia mamma: Mamma , io sono innamorata, non mi interessa se tu vuoi o non vuoi che mi senta von lei ma io lo faccio. Potevo farlo da mesi, perché sapevo il suo numero a memoria ma ho penato che tu dovessi saperlo. Alla fine lei ha detto che andava bene, così presi la bici e andai nei campi dove era mio solito pensare a questa persona. La chiamai e... insomma... non ë andata come speravo.Ha detto che é passato molto tempo e che non prova le stesse cose. Insomma ha ragione...era da agosto che non ci sentivamo più, ma io retop dell'idea che una promessa resta una promessa e io non emetterò mai di amarla.

 

Ieri mi ha scritto... e mi ha detto: ho conosciuto un'altra persona... (e ho detto... ok) poi mi ha scritto' é troppo carino, mi tratta come una principessa) e con ciò ero tipo" e io come ti ho trattata?"

 

 

scusatemi per questa cagata come storia ma avevo proprio bisogno di sfogarmi da qualche parte😂

Sab

06

Ago

2016

Sto ascoltando quella canzone...

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

La stessa che ascoltavo l'anno scorso, di questi tempi, mentre pensavo a te

Quando tutto è finito la cancellai, la ritrovai per caso nella memoria del cellulare mesi dopo, quando te ne sei andato

Il cuore mi batteva, gli occhi mi illuminavano, perché in quella canzone ho lasciato un po' di te 

Sei ritornato ma le cose non sono più andate come prima, mi hai detto definitivamente addio 

Non conosco il titolo, c'è scritto solo "Audio", non so nemmeno di che parla dato che è una canzone straniera e poco conosciuta, ho provato a fare varie ricerche ma niente

Però è come un punto di riferimento, capace di trasportarmi al passato quando avevo la certezza che tu eri con me

Ho cercato varie volte di sapere il titolo senza risultati, nonostante ciò continua a piacermi e non mi stancherò mai di ascoltarla

Un po' come te, cercavo tante volte di capirti senza riuscirci molto bene ma nonostante tutto ero con te sempre, senza stancarmi mai

E ti porteró dentro, sempre 

Ven

05

Ago

2016

Sono troppo triste e credo che nessuno può capire questa situazione se non dirmi le solite cose scontate, questo amore impossibile mi distrugge. Vi prego, rispondetemi!

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Premetto che sono una persona molto insicura e non so se questi sentimenti sono dovuti al fatto che abbia una bassa autostima. Magari quello che vi racconterò sembrerà il solito racconto di un'adolescente rincoglionita, ma chi ha superato questa fase sa che non è molto semplice lottare con tutte le emozioni che circolano dentro. Il fatto è che conoscendo lui, anche tutti i complessi che mi facevo da una vita sono passate diciamo in secondo piano. Soprattutto ero una persona molto contraria alle storie a distanza, l'anno scorso mi capitò di vedere una coppia alla stazione, lui sul treno e lei sul binario (?) che si salutavano e pensai che le storie a distanza erano tanto complicate quanto belle, perché secondo me c'è più desiderio, più voglia di vedersi. Un mese dopo conosco questa persona lontana da me settecento chilometri e man mano quel semplice bene iniziò a trasformarsi in qualcos'altro, lo stesso era anche per lui. E quindi fantasticavamo sul vederci, litigavamo, eravamo entrambi gelosi l'uno dell'altra, ci sentivamo a telefono e giuro che provavo cose fortissime, mai provate prima, qualcosa di diverso da una semplice cotta, per lui ho addirittura pianto perché non è che nella sua città stando a contatto con altre ragazze si metteva a guardare altro, ma questo succedeva solo quando non ci sentivamo, perché era tutto come un “lasciarsi” e “prendersi” e io assolutamente non riuscivo e non riesco ad immaginarmi con un altro ragazzo, PERCHÉ VOGLIO LUI, IO VOLEVO VEDERLO, VOLEVO SENTIRLO, VOLEVO GUARDARLO NEGLI OCCHI, PER LUI AVREI AVUTO ANCHE IL CORAGGIO DI CAMBIARE, QUEL CAMBIAMENTO CHE DA ANNI ASPETTO! Dal trenta marzo di quest'anno, ci siamo distaccati tanto perché disse che si era fidanzato, e io decisi di non sentirlo più e stargli lontano, e così iniziavamo a sentirci una volta ogni quindici, venti giorni, anche se durante questo periodo si è confidato con me su una cosa abbastanza delicata e io facevo di tutto per potergli star vicino almeno mentalmente se fisicamente non potevo! L'ultima volta che ci siamo sentiti è stato agli inizi di Luglio, e non ci siamo più cercati, fino a quando ieri ho deciso di scrivergli. Arrivati a un certo punto della conversazione dove non c'era più niente da dirsi mi fa “Ci sentiremo in un futuro prossimo”  e sicuramente questo è stato un addio solo detto più gentilmente. Io gli ho risposto scrivendo che nemmeno in un futuro prossimo avrei voluto sentirlo, e lui "Vabbe ahah, ciao è stato bello finché è stato” e dopo ho pianto per l'ennesima volta, anche se a lui non l'ho mai detto e non lo saprà mai. In fondo, in tutto questo mese mentre aspettavo un suo messaggio cercavo solo una conferma, e questa è stata la sua risposta che mi ha fatta rimanere molto male. Anche se sono tra la gente mi manca comunque, sento un vuoto dentro e non avrei mai voluto incontrarlo perché nonostante sia finita non me ne capacito e mi faccio mille domande se nel caso ritornasse, ma la parte cosciente di me sa che non ritornerà, che non riusciremo mai a vederci, che non ci abbracceremo mai (visto che era una cosa che entrambi volevamo) E CHE LUI FA SCHIFO ED È UN SENZA PALLE, PROPRIO COME L'AVEVO DESCRITTO PERCHÉ NON HA AVUTO IL CORAGGIO DI DIRMI DI VOLERLA FINIRE. Si, l'ho aspettato per troppo tempo, ma io che me ne faccio di chi mi dice "Ti innamorerai" "Meriti di meglio" e altre cazzate simili. Quello che provo e ho provato per lui non sono cose che si provano tutti i giorni. Ho il coraggio di stare lontana da lui e la forza di sopportare tutto a prescindere dall' “amore”, ma io non me ne faccio niente di chi dice che è meglio questa situazione, perché in questa situazione non vedo il meglio visto che sono lontana da lui. Al solo pensiero che si innamorerà, al solo pensiero che ormai siamo ritornati come prima di conoscerci, e sapere che io ci sto una merda mentre lui chissà con chi ride e scherza mi distrugge, perché io volevo e voglio solo lui e il fatto di dover andare avanti senza di lui mi distrugge, non importa quanto ridicola o patetica possa sembrare tutto questo agli occhi degli altri. So che passeranno mesi e mi abituerò a questa mancanza, so che le cose non miglioreranno, so che devo andare avanti, so anche che merito di meglio, ma non mi capacito di questa perdita,, la cosa brutta è che non l'ho nemmeno visto e devo sopportare che qualcuna lo abbraccia al posto mio, che lo guarda negli occhi al posto mio. E un'altra cosa, fin da piccola ho sempre pensato che le relazioni mi annoiano, e se devo immaginarmi con qualcun altro in futuro mi fa lo stesso effetto perché a me piace essere libera, ma con lui tutto cambia, e se un giorno ritornerà da me spero di esserci comunque. Io non ho rimpianti perché ho sempre fatto di tutto, ho sempre dimostrato di volere lui, cercavo di aiutarlo e gli ho dato troppa importanza. Sono triste da stamattina, cosa faccio? Voglio lui, qualsiasi messaggio o chiamata mi arrivi spero sempre che sia lui. E che cazzo però, perché certi amori devono essere solo dei bei ricordi, magari nostalgici? Sarà difficile abituarsi a non aspettarlo, sarà difficile credere al fatto che lui non ritornerà più, ma soprattutto sarà difficile pensare a lui considerando il fatto che ogni giorno si allontana da me sempre di più tanto da non ricordarsi nemmeno del mio nome.

Mar

12

Lug

2016

Pensieri distruttivi

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Lussuria

Da un po' di mesi ho ricominciato a pensare al mio ex.
Abbiamo avuto una relazione lunga finita da parte mia a causa delle sue bugie e tradimenti, gli tolsi ogni minima speranza di un futuro insieme. Non ero pronta a superare tutto ciò, non ero pronta ad ammettere a me stessa che era lui quello giusto.
Adesso, a distanza di un paio d'anni, ho ricominciato a pensarlo. Abbiamo iniziato a risentirci ogni tanto, "in amicizia" .. anche se pian piano capisco che da parte mia c'è molto altro dietro. Lui è fidanzato da 2 anni, dice innamorato ma quando capita che ci sentiamo non mancano mai le sue battutine piccanti, ovviamente la sua ragaazza non sa nulla.
Mi trovo in confusione, è costantemente nella mia testa, mi faccio mille fantasie su di lui e nel mio futuro vedo e voglio lui. Non provo interesse e attrazione per nessuno, non vado a letto con nessuno .
Lui alterna momenti di silenzio a momenti in cui mi riscrive. Lo stesso faccio io. 
Di recente, dopo mesi che non ci sentivamo, mi chiese che  sarei potuta andarlo a trovare nella sua nuova citta(la sua ragazza non vive li) , inizialmente lo lasciai nel dubbio "chissa, vedremo" ..continuammo a sentirci nei giorni, scherzare, parlare, conversazioni normali. Dopo un paio di settimane gli chiesi cosa ne pensasse di un weekend ad agosto e lui rispose in modo freddo inventando scuse del tipo "non credo sia possibile con il lavoro mi viene difficile"..La sera prima era molto amichevole, il giorno dopo solo freddezza. Ridendo gli chiesi in base a cosa mi avesse invitata se non poteva, e lui continuò con la scusa del lavoro. Da quel giorno non gli scrissi più, lo stesso fece lui (contando che per il momento è in vacanza dalla fidanzata).
Tra noi ci sono stati un po di incontri privati, dove non è mai successo nulla, ma solo tante lunghe conversazioni sulle nostre vite.. fino a quando in un incontro pochi mesi fa siamo andati a letto assieme, lui tradì la sua ragazza. 
Da quell'incontro non ci siamo più visti anche perchè viviamo lontani, e smisimo di sentirci, fino a quando lui si fece risentire con qualche messaggio per sapere come sto, e da li riniziarono i messaggi , pochi ma c'erano. 

Purtroppo io sono una ragazza che crede nella persona giusta, nel primo e unico amore, nelle sensazioni.. e lui in passato è stato tutto questo per me, la rottura è avvenuta per cause di forze maggiori. Lui la prese molto male a suo tempo, tutt'ora mi ricorda sempre che stette cosi male per me che non vorrà mai piu rivivere quelle sensazioni.

Vorrei dei consigli, perchè con il dubbio non riesco a stare. 
Io non capisco questi suoi atteggiamenti, c'è/ sparisce, mi invita/ritira l'invito , battutine piccanti/freddezza, ogni qualvolta che ho bisogno lui è li a rispondermi ed aiutarmi, i suoi "dobbiamo salutarci quando vengo, vediamo di incotrarci " e poi sparisce.
Penso, e se lui si tirasse indietro perchè da me vede lo stesso atteggiamento ? Nel senso, ci sono e poi sparisco. A volte ho la sensazione che lo faccia per paura, come per evitare di volersi riattaccare a me. Mi ha tradita, ma mi ha amata e ha pianto tanto in passato, non ho mai visto un uomo che potesse tradire e poi distruggersi per la fine della sua relazione. So che mi amava e non faceva altro che ripetermi che avrebbe voluto sposarmi. 
Quando io sparisco, lo faccio per proteggere me stessa, per soffrire di meno, per non fargli capire ciò che provo, perchè lui ha una ragazza e non voglio essere io a pressarlo. Non gli ho mai fatto capire che lo rivorrei nella mia vita, riesco a nascondere bene i miei sentimenti,ma questi sentimenti mi stanno tormentando, credo che potete capire quanto è brutto non poter avere la persona che desideri.
Sto male, davvero tanto. Vivo sola e passo molto tempo a pensare. Più penso più i miei pensieri di rafforzano.

Dovrei dirgli una volta per tutte ciò che provo e liberarmi di questo enorme peso? Se dovesse respingermi, soffrirei ma almeno potrei accettare la realtà dei fatti e smettere di sperare in un qualcosa che non potrà mai piu esserci.
Se dovesse provare le mie stesse cose , beh tutto potrebbe ricominciare.
Non capisco il suo atteggiamento. Non so che fare, non so quale sia la scelta migliore, ho sempre seguito l'istinto ma adesso ho paura però non voglio correre il rischio di perdere la persona che vorrei nella mia vita e correre un rischio per paura.
Io non ce la faccio davvero, fa tanto male, vorrei tornare dalla mia famiglia, chiudermi nella mia stanzetta,guardare i cartoni animati ed essere felice, come quando ero piccola.

Ma no, sono cresciuta, ho un lavoro, ho una casa, vivo lontano e questo amore perduto mi sta ditruggendo.

Gio

23

Giu

2016

Io e il senso di colpa siamo una cosa sola

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Sono una ragazza benvoluta da tutti e do sempre il mio meglio nei rapporti con la gente, sebbene abbia una situazione familiare difficile, un passato oscuro alle spalle e un peso che non mi lascia mai...il signor SENSO DI COLPA.

Introduco dicendo che sono stata imbottita di sensi di colpa sin dall'età più tenera: dai piccoli ricatti da bambina fino al disagio adolescenziale di frequentare un liceo assolutamente inadatto a me, finendo per piangere sui libri perché odio tutto quello che ho studiato, durante i primi anni avevo persino sviluppato dei disturbi e una fortissima ansia...ma ogni tentativo di ribellione era vano. Dovevo pensare ai sacrifici di mio padre, piccolo imprenditore in crisi senza un soldo, che si accontenta di fare lo splendido con amici e clienti perché ha mandato la figlia nella scuola più prestigiosa della città. E vabbè. Non faccio e non dico niente, sennò passo per l'ingrata, ancora una volta.

Ora il senso di colpa passa a un livello successivo, acquisisce il vero senso della parola (o meglio, della locuzione): ho ferito una persona di importanza fondamentale, peccando di ingenuità. La mia reazione è sempre la stessa, fortissima; lacrime, rabbia e malesseri a non finire. Io mi sento una persona orribile...ma non voglio sentirmi così.

E in fondo, sono consapevole di non esserlo: come detto all'inizio, io sono quella che si fa in quattro per gli altri. Però, anche tra i miei amici (in tutto questo, ho anche un problema con il parlare agli altri dei miei sentimenti, quindi loro non sanno nulla della mia situazione) sento continuamente roba del tipo "basta, io non riesco a perdonare", "l'altro giorno Tizio mi ha cercato implorandomi di perdonarlo, ma io l'ho mandato a fanculo, le sue sono lacrime di coccodrillo!"...e io mi sento tremendamente in soggezione...e mi chiedo: perché la gente parte così prevenuta sul perdono?

Perché non capisce che oltre alle "lacrime da coccodrillo", i "finti pianti", esistono anche pentimenti sinceri? Io non dormo la notte...il giorno lo passo sperando nel suo perdono; darei la vita per averlo. Ma ho capito anche che con il senso di colpa non si va da nessuna parte: se vuoi veramente il perdono da parte di qualcuno devi prima liberarti di questo peso...il problema è che devo capire come devo fare perché ce l'ho da una vita.

Sono stanca. Sono tanto stanca. Vorrei tanto dimostrarti che a te ci tengo, però non so da dove cominciare se so solo fare la disperata e leggere articoli della serie "grazie al cazzo" sul come abbandonare il senso di colpa. Non leggerai mai, ma sappi che mi manchi, ti penso e credo in te. 

Mer

18

Mag

2016

DOMENICO MI MANCHI TANTO ....

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Gola

Caro domenico mio unico grande collega, so bene che leggerai questa dedica... in forma anonima.. non penserai mai che sono io a scrivere perchè sono un pò acida e non mi permetterei mai a farlo.. Ma devo dirti la verità .. è quasi un mese che non ci sei, e che ti hanno trsferito, e mi manchi davvero tanto . Sei l'unica persona con cui potevo condividere tutto ( cipolle , il fatto di giudicare le persone black , il fatto di uscire sempre e fare mille cose ) MA SOPRATUTTO QUELLO DI GIUDICARE LE PERSONE . mi manchi e te lo dico con il cuore in mano, ritorna da me ti prego e quasi un mese che non mangio più cipolle e ho bisogno di te .