Tag: ira

Ven

23

Dic

2016

Non auguro a nessuno di trovarsi in questa situazione. Ragazzo bipolare o semplicemente indeciso (?)

Sfogo di Avatar di AnonimusGirlAnonimusGirl | Categoria: Ira

Bene, con questa penso di aver ufficialmente esaurito i modi di sfogarmi. Sto impazzendo. Non ne ho parlato con nessuno perchè mi vergogno e ho paura di essere giudicata, ma questo sito mi ispira AHHAAHAHAH (Anche se onestamente non credo che parlarne qui risolva miracolosamente questa situazione ma ci proverò comunque.)

Avete mai provato la sensazione di tristezza mista a rabbia che lascia un amore non ricambiato? Piangi, ti arrabbi per ogni cosa, ti deprimi e pensi che non rivedrai mai più la luce.. ma alla fine prima o poi te ne fai una ragione e volti pagina.

Ok, fin qui tutto normale. Non si può piacere a tutti e questo lo so per certo.. Ma avete mai provato invece la sensazione tremenda che lascia il dubbio? Come quando qualcuno non riesce a dirvi qualcosa, la curiosità vi uccide lentamente.. Quella rabbia che ti porta al non chiudere occhio di notte, perchè non sapete la verità, ed è l'unica cosa che desiderate conoscere.

Sono arrabbiata, triste, nervosa e piena di ansie per questa cosa. Lui mi ama oppure no? E Ragazzi, non pensate che io non abbia ricevuto risposta a questa domanda, lui può dirmi di sì tutte le volte che vuole, ma sono i gesti a dimostrare un determinato sentimento.. Le belle parole sono soltanto parole.

Un ragazzo che ti bacia tutte quelle volte, che si dimostra interessato, che ti scrive una marea di quei messaggini smielati e romantici da fidanzatini del cazzo, facendoti ILLUDERE che finalmente qualcosa nella tua vita stia andando bene, che lui ricambi i tuoi fottuti sentimenti, che la felicità sia arrivata anche per te. E Poi cambia. Da un giorno all'altro, comincia a risponderti freddamente, a visualizzare i messaggi senza neppure rispondere e sparisce per ore se non giorni, per poi ricomparire con una scusa, continuare la messa in scena per qualche ora e sparire di nuovo. Bello. 

E la cosa più fastidiosa sapete qual è? Mi ha detto ''buonanotte, sono stanco, vado a dormire bla bla bla'' per poi rimanere ovviamente sveglio ed andare a dormire all'alba. (Premetto che non sono una maniaca, ma scorrendo sulla home di facebook ho visto i suoi post condivisi alle 3/4 di notte e mi sono fatta due domande)

Io non so cosa dire. Spero di non vedere commenti tipo ''Che esagerazione'' o cose del genere perchè credetemi che è stressante. Io cerco di non far vedere che sono nervosa o che mi dispiace del suo comportamento, dico sempre che non importa se sparisce e torna dopo giorni, o se mi risponde male ecc. Ma dentro ci soffro molto, vorrei solo sapere la verità, ma al contempo ho una paura fottuta di scoprirlo  e di rimanerci doppiamente di merda. E tutto ciò perchè non è stato chiaro con me fin dall'inizio. Ragazzi, prima di baciare una ragazza o dirle tutte quelle cosine romantiche che ci piace sentirci dire, assicuratevi di essere CERTI dei sentimenti che provate, e di sapere a cosa andate incontro. 

Siamo giunti alla fine.. Ammetto che mi ha fatto bene parlarne, mi sento già meglio. Se volete lasciate un commento, nel salutarvi vi ringrazio per aver letto e vi auguro Buone Feste.

Alla prossima. <3 

Dom

27

Nov

2016

Comportamento particolare

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Sono una ragazza di diociotto anni che abita in un piccolo paesino in provincia di Salerno. È esattamente un mese che il mio (ex) ragazzo mi ha lasciato perché non gli è piaciuto un mio comportamento di ribellione quando mi ha detto che nel nostro periodo di pausa, si è fatto un'altra ragazza che poi ha appeso successivamente lo stesso giorno perché voleva me. Forse mi rendo conto di esser stata un po' esagerata, ma addirittura lasciarmi dopo quello che mi ha scritto? Dopo che mi ha detto di non riuscire a star senza di me, che voleva me e nessun'altra? Dopo che ha conosciuto i miei, che è venuto a casa mia e che voleva presentarmi la madre? Dopo essersi confidato con me, fidato di me, dopo avermi detto tutti i suoi problemi, i suoi tormenti, i suoi dubbi, le sue aspirazioni, i suoi sogni? Dopo aver praticato del petting insieme e dopo aver giurato, ansimanti, di aver bisogno l'un dell'altra? È finita, me ne son fatta una ragione. Un paio di settimane lo contatto perché è il giorno del suo compleanno e gli faccio gli auguri. Lui sembra dolce e anziché fermarsi al solito "grazie", ha mandato avanti la conversazione e abbiamo scherzato anche un po'. Improvvisamente, sempre scherzando, mi ha detto: "quindi ti stai masturb.ando senza di me?" Ed io scherzando, gli ho risposto: "sì, ma se vuoi puoi darmi una mano"... lui la sera mi ha detto: "eh..." e poi nulla più, gli ho chiesto spiegazioni ma lui mi ha detto: "nulla", "esco con amici, ci sentiamo" ed io l'ho semplicemente visualizzato. Ma perché ha fatto così? Ho sbagliato a scrivergli quello? Io volevo semplicemente stare al suo gioco... cosa ne pensate? 

E maschi, vi prego, crescete. 

Ven

18

Nov

2016

Separato eppure più incazzato con la ex di quando ero sposato

Sfogo di Avatar di piklekpiklek | Categoria: Ira

Sono separato da 11 anni ed ho 2 splendidi figli di 11 e 10 anni.

Fortunatamente li vedo e li seeguo quotidianamente senza limiti o barriere,

E' l' accordo positivo preso con la madre per il miglior benessere dei nostri figli, che quindi non hanno subito alcun trauma e vivono serenamente avendo come punto di riferimento e di sicurezza ancche la mia figura di padre che ovviamente è importante e indispensabile come quella della madre.

Fine delle note positve.

C' è da dire che il rapporto con la ex è di sicuro anomalo visto che non si ferma alla semplice frequentazione di casa sua per stare coi bimbi.

Siamo rimasti comunque legati sotto ogni aspetto , anche l' intenzione di farlo è reciproca.

Il problema è che questo legame comporta un forte investimento, ma quasi sempre io ne esco negativamente,visto che ciò che porto a casa sono sempre e solo incazzature e delusioni,cosa che addirittura non succedeeva nemmeno quando eravamo sposati.

Mi rendo conto che quasi sempre vengo usato perchè le servo ,partendo dai bisogni pratici fino al supporto morale o allo spalleggiamento per aiutarla a raggiungere i suoi obiettivi, e quando non ha bisogno sono puntualmente snobbato , anche perchè erroneamente non mi considera e non mi coinvolge quando si tratta della vita dei figli.

Purtroppo non sono capace di limitare la mia presenza solo a favore dei bambini , ma mi faccio carico anche di lei .

Di fatto sto peggio ora che sono separato e solo io sò quante incazzature mi porto a casa; investo tempo ed energie per lei come non mai e di ritorno ricevo puntualmente facciate.

Continuo a ripetermi chi me lo fa fare ma il giiorno dopo sono ancora li a crcare di aiutarla come posso e non dico maai di no pur saapendo disbagliare nuovamente.Sono scemo ? non credo . Troppo buono ? forse si.

Sta di fatto che non mi piace questa situazione maormai è diventata quasi normalità. Sono incazzato. 

 

Tags: ex, ira, la, con

Mer

19

Ott

2016

Sentirsi in colpa per essere arrabbiata

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Ho bisogno di sfogarmi qui perchè non ho un altro luogo o una persona di fiducia con la quale parlare di queste cose.

Sono una ragazza di 24 anni, mi sto per laureare alla laurea specialistica e sto affrontando il percorso difficile in preparazione della tesi; vivo ancora con i miei genitori e mia nonna materna. Mia madre da sempre è stata interessata alla scuola: ricordo ancora, quand'ero adolescente, le numerose litigate per i risultati mediocri che ottenevo alle superiori (scuola che ho odiato incredibilmente, sia per le materie e l'ambiente che non avrei mai scelto di mia spontanea volontà, sia perchè lei me l'ha fatta vivere in maniera terribile). Ogni volta che non ottenevo quello che lei riteneva il giusto risultato la casa si riempiva di urla e parole “sei una delusione”, “che cosa ti ho messo al mondo a fare”, “non ti sopporto più”, “vattene via” e io in questi anni per il quieto vivere ho sempre ingoiato tutto e fatto finta di niente, sbattendo qualche porta ogni tanto e chiedendo scusa subito dopo per il gesto.

Mio padre in tutto ciò è stato praticamente inesistente: ha tradito mia madre quando ero piccola, entrambi mi hanno usata e coinvolta in questa situazione e non sono mai arrivati ad una conclusione in quanto litigano ancora pesantemente ma non sono stati in grado di separarsi (a mio avviso esclusivamente per i soldi). Lui non si interessa a me né alla famiglia in generale, ha sempre pensato esclusivamente al suo benessere, esce ed entra in casa quando e come vuole ed è praticamente un parassita: l’unica cosa che costantemente riesce a fare è stressare ulteriormente mia madre che reagisce sfogandosi su di me, probabilmente perché sono l’unica che non le dice niente.

Mia nonna materna vive con noi da sempre ed è inutile dire quanto anche lei sia coinvolta in questa situazione assurda: quando ero piccola entrava nei loro litigi e aiutava a fomentarli, ad oggi soffre di demenza senile ed ha perso ogni forma di autonomia, quindi io e mia mamma ci occupiamo di lei a tempo pieno (e credetemi non è facile prendersi cura di un’anziana che da sola non è più in grado nemmeno di bere un bicchier d’acqua).

In tutto ciò sono comunque riuscita a finire in tempo l’università, andando a studiare in un posto lontanissimo da casa ma dovendo tornare ogni weekend proprio per aiutare la madre che forse non mi ha mai amata.

Più di una volta mi ha confessato di essere rimasta con mio padre a causa mia, per darmi un futuro migliore ma credo, in fondo, che sia troppo debole per rimanere da sola.

Da due anni sono fidanzata con un ragazzo che è quasi estraneo a questa vicenda: sa poche cose e quelle che sa le travisa a modo suo e la colpa diventa sempre la mia perché “sono i miei genitori non dovrei pensare quelle cose di loro”, forse perché lui vive nella famiglia del mulino bianco dove tutti sono felici e si amano e non c’è nessuna lite rilevante.

La verità è che io sono stufa di sentirmi ospite a casa mia, stufa di essere trattata come un’incapace, come una schifezza e vorrei solo mandare tutti a quel paese e andarmene via ricostruendomi una vita nuova, ma non ci riesco: tutto quello che hanno fatto finora è stato inculcarmi un enorme senso di colpa, come se la causa principale di tutti i loro dolori e dispiaceri fossi io. Io non posso, non riesco, ad andarmene, è come se mi dovessi “autopunire” per essere nata e aver fatto vivere a mia madre questo tormento ed aver tolto a mio padre la sua libertà.

Ma può un figlio sentirsi in colpa per il malessere dei genitori pur non dipendendo da lui? Può un figlio dover chiedere scusa ai suoi genitori per essere nato?

Non può! Ma io mi sento così.

Sono arrabbiata e mi sento terribilmente in colpa.l 

Tags: genitori, ira

Mar

18

Ott

2016

Senza Titolo

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Ho deciso di fare uso di droghe per dimagrire, con la sola dieta arrivo ad un certo punto e non calo più di  però.... le ho provare tutte questa oltre alla chirurgia erano le opzioni in extremis... e se per avere una vita decente devo far così lo farò . Non sopporto più di essere single o lo scarto di turno perché peso 15 kg in più.... chiedo solo un po' d'amore dopo tutto quello che ho passato... Sarebbe l' unica medicina di cui ho bisogno... Non  sopporto più l'idea di esser sola e di non poter dare amore...sono così piena d'amore e anche piena di paure. .. paura di dare amore alla persona sbagliata. ..Ma se non ho nemmeno quella.... senza amore non dò nemmeno il 40% di quello che si fare e mi sento vuota . Specificando una cosa ! Tutto questo per la società ! Non basta che son bionda occhi azzurri con delle belle labbra ... tettona per giunta!no non basta ! Non basta essere una brava organizzatrice, cuoca, sarta, amante e chi più ne ha più ne metta. .. no non basta.

Dom

16

Ott

2016

Amici approfittanti

Sfogo di Avatar di LoveLove | Categoria: Ira

Salve a tutti vorrei chiedervi un parere. Da una settimana circa ho rotto con il mio ragazzo con cui ero fidanzata da ben 10 anni. Tutta colpa di una coppia di suoi amici invadenti. Questo suo amico chiamava ogni secondo perfino quando stavamo in intimità, ed è per questo che abbiamo deciso di comune accordo di rompere. Lui non voleva abbandonarli io volevo che li accantonasse. Mi sento vittima in questa storia perchè ho fatto di tutto per far capire a lui che tipo di persone erano. Le classiche persone strizza denari approfittanti e invidiose. Io lo sò che mi ama ancora ma c'è qualcuno e sono sicura che gli fa il lavaggio del cervello e lui stupido se lo fa pure fare. Tutto è iniziato cquesta stronza della moglie del suo amico una battuta spiacevole uscita dalla sua bocca mi ha fatto comprendere che non mi sopportava. Praticamente eravamo in 12 una delle sue amiche galline faceva apprezzamenti sui ragazzi abbronzati e palestrati e ha espresso il desiderio di avere un avventura con un ragazzo tipo. La moglie dell'amico del mio fidanzato rispose " se vuoi un figlio di colore c'è qui D" puntanto il mio ragazzo e non fregandosene che io ero li. Poi sono susseguiti vari liti con il mio ragazzo sempre per colpa loro. E questa mi ha chiamata 2 volte . Nella prima mi ha rimproverata dicendomi che non dovevo permettermi di alludere che la sua amica era una bip e che dovevo truccarmi di meno vestirmi meno elegante. Alche io la risposi che io personalmente sono una ragazza semplicissima non mi trucco quasi mai, non metto quasi mai tacchi anzi sono sportiva e quindi non capivo se avesse sbagliato persona o cosa. Poi mi disse "sei in grado di pagare una bolletta?" ....cioè proprio una stronza per via che sono una ragazza molto riservata gli sembro una stupida.  Poi nella seconda telefonata successa ieri non ci ho visto più e quando mi ha detto tu sbagli il tuo ragazzo vorrebbe io l'ho subito zittita mettendo da parte la mia educazione e l'ho mandata a quel paese e gli ho detto che mi ha letteralmente rotto i coglioni. Lei si è messa ad urlare ed io gli ho risposto a me non interessa nulla più non mi piacete come persone anzi ti diro no sei una donna seria perchè una donna sposata non si fa vedere da sola in negozio con l'amico e non ci esce in macchina da sola quando il marito lavora. Comunque poi si è lamentata che il mio ex ragazzo va da loro a cena tutte le sere e che gli dovrebbe ritornare 23 euro...io gli ho risposto voi prima lo chiamavate per farlo stare lontano da me , lo avete sfruttato economicamente ora che è in disoccupazione e non ha una lira vuoi i 23 euro mi dispiace devi parlare con lui perchè non sta con me...te lo chiami e gli dici che non lo vuoi a cene ecc ecc... A quel punto ha detto che doveva staccare xkè aveva una cena e che mi avrebbe richiamata. Io so che il mio ragazzo ha sbagliato xkè doveva mettere me al primo posto. Voi cosa pensate sono io che vedo male oppure anche a voi da l'impressione che queste persone siano false come una banconota dei cinesi

Tags: ira

Dom

02

Ott

2016

Madre parassita

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Non sopporto più mia madre. È umanamente impossibile sopportare una donna del genere. È praticamente nata per lamentarsi, non fa altro dal momento in cui si sveglia al momento in cui va a dormire. Una volta è perchè sta male, l'altra è perchè si sente sola, l'altra è perchè il marito non la apprezza. Ma scusami, come vuoi trovare amici se il tuo unico argomento di conversazione sono le tue lamentele? Seriamente, non sa parlare di altro. È la classica casalinga frustrata che pensa solo alla casa e alle pulizie, ma non è nemmeno capace di portarle avanti. Lavora TRE ore al giorno, nella stessa città e vicinissimo a casa, ma comunque non riesce ad organizzarsi. Per tre ore che manca al giorno si ritrovano cumuli da vestiti da stirare, pulizie arretrate a non finire e pranzo inesistente. Cioè lei torna alle 12 e si pranza alle 14, ma cosa fa nel frattempo? Perchè non è che abbia fatto qualcosa eh. Perde tempo al telefono o facendo commissioni per altri. Non è capace di chicchierare e non è capace di divertirsi, sa solo sbraitare sugli altri perchè poverina, nessuno l'aiuta! Eppure ogni volta che torno a casa la trovo a dormire o a chiacchierare a  telefono. Mio padre non fa altro che invitarla ad uscire ogni domenica ma lei non ne vuole sentire: deve pulire adesso!! E io sono una bestia perchè nel mio unico giorno libero non ho voglia di pulire (il pomeriggio si intende, la mattina non me la scampo mica). Pensa che tutto le sia dovuto e che tutti debbano starle dietro. Ha bisogno di aiuto in TUTTO. Si lamenta che è sempre stanca e che fa sempre un mucchio di cose, quando in realtà nel migliore dei casi fa soltanto quello che fa yba qualsiasi casalinga. Lei invece la fa sembrare una cosa da super eroi, come se le dovessimo baciare i piedi per quello che fa. Inoltre è una tirchia a livelli incredibili. I soldi non ci mancano, ma continuiamo comunque a vivere in uno stato di semi povertà. Da quando ho iniziato a lavorare non ho mai più visto un euro da parte sua. Non le interessava se avevo bisogno di vestiti o altro, perfino le visite mediche mi dovevo pagare e questo va avanti da quando avevo 19 anni. Lo stesso vale per il resto dei suoi figli. Se loro hanno risparmiato qualcosa devono usare i loro soldi ma non i suoi. E meno male che sono tutti minorenni! 

È sempre, costantemente negativa. Non riesce mai a fare un complimento o un apprezzamento su qualcuno. Anche quando uno dei suoi figli riesce in qualcosa il massimo che sa dire è "uhm". In cambio però ci va giù di brutto con le critiche. Su quelle non fa mai elemosina. Trova sempre qualcosa da ridire in qualsiasi occasione, anche se è una cosa felice. Vai fuori la domenica per fare una gita in città? "Ah brava e adesso chi mi aiuta a pulire? Sei soltanto un egoista" I figli vanno a giocare con gli amici? "Ah quindi adesso dovrei darvi altri soldi per farvela spassare?"

È solo una vipera e niente di più. Tutto quello che le esce dalla bocca è puro veleno. Se un'altra persona dovesse passare 24 ore con lei uscirebbe fuori di testa. Non ha voglia di fare niente e si lamenta di tutto. Non so se mi fa più schifo o più pena. 

Dom

02

Ott

2016

Lavatrice

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Caro fidanzato, la devi smettere di rompermi i coglioni perchè ti lavo le mutande a 40° anzichè a 30° come ha sempre fatto tua madre. Di quello che fa lei non me ne frega una beata minchia! Se non ti comoda come faccio le cose fattele tu dato che sei un professorino. Ahn, le tue mutande puzzano. Le laverei a 90 ° se potessi

Tags: ira

Dom

11

Set

2016

Fidanzata in Erasmus

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Cercherò di essere breve e conciso: io e la mia ragazza stiamo assieme da più di due anni, durante i quali io sono stato varie volte lontano da casa, ma anche da lontano ci siamo amati tantissimo e quelle volte che ci vedevamo eravamo affiatatissimi. Dopo questi vari periodi all'estero finalmente per un periodo di tempo siamo stati vicini e il nostro amore è continuato a crescere. Adesso però è iniziato il "dramma": lei è partita in erasmus per solo 4 mesi, e già mesi prima di partire mi aveva confidato la sua paura di voler provare quella "libertà" che le mancava. Premetto che non solo io ero felicissmo che partisse, ma anzi l'ho spronata ed aiutata affinchè lei andasse, perchè so per esperienza personale quanto può essere gratificante un esperienza all'estero. Non sono un tipo possessivo ne estremamente geloso, visto che anche io volevo la mia libertà quando ero lontanto, sempre però rispettando chi mi aspettava a casa.


I giorni prima di partire li abbiamo passati sempre assieme, con lei che mi continuava a promettere amore eterno e che non mi avrebbe tradito per nessun motivo al mondo. Frasi d'amore, poesie e sesso a più non posso.
Adesso, dopo neanche 3 settimane dalla sua partenza durante le quali ci siamo sentiti poco per via di problemi ad internet, è tornata a manifestarmi questa sua voglia di "libertà", perchè chiaramente ha visto come funzionano le cose durante l'erasmus. Ha però continuato a dirmi che non vuole cadere in tentazione e che mi ama alla follia, che fin quando starà con me non farà assolutamente nulla, ma si dichiara "preoccupata" per questa situazione.

Io però adesso non so che fare: lasciarla definitivamente?

Chiederle di essere una "coppia aperta" e ognuno si diverte quanto si vuole, e alla fine del periodo si stendono le conclusioni?

O sperare che mi sia fedele, senza però averne la certezza effettiva? 

Mer

07

Set

2016

Non ci capisco più un *****

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

allora ragazzi, questa più che una confessione è uno sfogo, e spero che qualcuno abbia la pazienza di leggere e dare la sua opinione, sopratutto i consigli degli uomini ( che non conoscendomi e di conseguenza non volendoci provare con me,spero possano dare un consiglio imparziale).

 

sto da poco meno di un anno con un ragazzo di 30 anni, quindi non più un ragazzino. Ci siamo conosciuti su un social network nonostante venissimo dalla stessa zona e avessimo amici in comune. Lui mi ha fatto una corte serrata, complimenti su complimenti relativi alla mia fisicità, voglia irrefrenabile di vedermi e conoscermi. Di certo io non l'avevo presa come una cosa seria perché, sia il modo in cui ci siamo conosciuti, sia il fatto che la sua attenzione fosse tutta focalizzata sul mio aspetto fisico, sicuramente non erano indice di un interesse profondo.

Sta di fatto che cominciamo a frequentarci e lui si dice innamoratissimo dopo due settimane. Mi dice di amarmi quasi subito, la cosa comincia a farsi seria perché mi presenta la famiglia ( i genitori sono separati ed entrambi hanno un rispettivo compagno e altri figli ), mi coinvolge in tutte le uscite con gli amici e la sua presenza nella mia giornata è costante. Purtroppo partiamo svantaggiati perché viviamo distanti: lui al nord Italia per lavoro ed io al centro perché ancora studio all' università. Nonostante questo troviamo il modo di vederci tutte le settimane ed io trascorro a casa sua spesso metà settimana, come una sorta di convivenza. Abbiamo fatto tantissime esperienze insieme, siamo andati a sciare con amici, week e d in varie città italiane, è quest' estate pur di non farmi mancare nulla ha chiesto addirittura un prestito (nonostante venga da una famiglia agiatissima ) pur di portarmi in vacanza in un paradiso tropicale. Fin qui sembrerebbe tutto perfetto, ma purtroppo non è così.

nel tempo ha cominciato a rispettarmi sempre di meno ed io ho iniziato ad avere sempre meno fiducia in lui.premetto che nella fase iniziale della nostra conoscenza, lui aveva nei miei confronti una gelosia quasi malata, ero costretta a girare con il caricabatterie del cellulare sempre appresso, nel terrore che mi si spegnesse e lui impazzisse pensando che lo stesso tradendo. Più di una volta è successo che non gli rispondessi per circa un' ora, e lui mi ha sempre insultata dicendo che ero una poco di buono e che io in realtà volevo annientarlo. Allora ho cominciato ad evitare qualsiasi occasione di non risposta al telefono e a concentrare tutte le mie energie su di lui. Poi di punto in bianco, è cambiato ed ha smesso di essere geloso, motivandolo con il fatto che aveva capito che di me si poteva fidare, e che non aveva più le energie per starmi appresso. Nel tempo l' ho visto sempre più cambiare: sempre più concentrato sugli sport e sugli amici piuttosto che su di me. Dal punto di vista fisico non ci sono mai stato grossi problemi, anzi, ma dal desiderio estremo che aveva di me è arrivato quasi a dire che lo mettevo in soggezione perché gli richiedevo troppo sesso ( all' inizio era capace di voler fare l' amore anche 3 volte di seguito ). Quando siamo partiti per le vacanze ha dato il peggio di se': con la scusa che mi aveva portata in un paradiso tropicale completamente a sue spese, non voleva assolutamente che io gli rompessi i coglioni e che lo lasciassi fare quello che voleva: quella che per me doveva essere una vacanza romantica, si è trasformata in un viaggio in cui al primo posto per lui c'erano surf e sport all' aperto. Tutto questo a me ha fatto star molto male, e quando ho provato a dirglielo, è impazzito e mi ha cominciato ad urlare fortissimo che sono un' ingrata e che non vedo nulla di tutto quello che fa per me, e come se non bastasse mi ha spintonata e mi ha provocato un livido enorme su una natica perché mi ha fatta cadere, e sono stat fortunata perche ho sbattuto la spina dorsale e sarei potuta rimanere paralizzata. Tutto questo non era una noviTa ( a parte lo spintone ) perché sin da quando uscivano insieme le prime volte ha sempre avuto eccessi d' ira e ha sempre manifestato la sua violenza verso le cose: pugni contro muri, urla in pubblico, minacce di suicidio e vittimismo.

ovviamente dopo l' episodio dello spintone mi sono resa conto che così non potesse continuare e gli ho detto che era finita, ma l' impossibilità materiale di andarmene ( eravamo dall' altra parte del mondo ) e la voglia di stare bene hanno fatto sì che dopo le sue innumerevoli scuse e giuramenti che non sarebbe mai più successo, l'ho perdonato.

Siamo poi partiti per raggiungere la madre ed il compagno per una crociera sulla barca di loro proprietà, ed anche lì è stato l' inferno, la madre è una persona molto invadente che mette bocca su tutto e mi ha fatto sempre sentire ospite sulla loro barca, e lui dal canto suo continuava a nutrire una passione sfrenata più per gli sport che per me. Quella che per me doveva essere una vacanza rilassante, in realtà era una prigione in cui era quasi impossibile addirittura fare l' amore: lui faceva di tutto per sfuggire le occasioni giustificandosi con la circostanza che non volesse farsi sentire dalla madre. Di conseguenza questo ha fatto sì che mi sentissi trascurata e che avessi un atteggiamento distante: lui per tutta risposta, ha avuto una crisi di rabbia in cui mi ha strillato fortissimo davanti alla madre, che non era colpa sua se non poteva scoparmi, e che non mi reggeva più, e quindi che il giorno dopo avrei dovuto prendere il traghetto per andarmene.

Poi è venuta la volta della sua casa al mare: ha invitato tantissimi amici ed anche in quell ' occasione il tempo per stare con me era ridotto, non solo, non ha fatto altro che umiliarmi davanti a loro dicendo che sono stupida e che non so cosa voglia dire la vita adulta ( solo perché ci sono 5 anni di differenza tra noi ed io sono ancora all' università ), che le donne dei suoi amici sono grandi donne perché lavorano e sono tutte intelligentissime, mentre io non valgo nulla perché oltre la mia bellezza non so fare altro ( mi sto per laureare in una facoltà molto difficile ed ho la media del 28 )

ha cominciato anche a dirmi che sta con me solo per l' aspetto fisico e sessuale, che se non ci fossero queste due cose di certo non starebbe con me. Non mi ha mai supportata in quello che faccio, anzi, il suo unico obiettivo con me era quello di farsi i weekend e che io non gli rompessi i coglioni.  Come se non bastasse, ha cominciato anche a fare battutine sul seno prosperoso di mia sorella davanti agli amici, scherzando sul fatto che tradire con la sorella in realtà non è vero tradimento. Saranno battute per carità, perché so che non mi farebbe mai una cosa del genere, ma sono davvero fuori luogo e soprattutto fatte davanti agli amici ( con cui tra l' altro sparla anche di me alle mie spalle!) sono veramente fastidiose  

 Due giorni fa mi ha lasciata dicendo che non ce la fa più perché  sono asfissiante e che in realtà io non ho mai creduto nella nostra storia e che gli voglio tarpare le ali mentre lui mi ha dato tutto di se', si è indebitato, mi coinvolge in tutto e sono la donna che ha amato di più in vita sua,con cui voleva dei figli. Dopo due giorni però è tornato dicendo che non riesce a vivere senza di me e che però sono io che devo cambiare, perché io, l' ho messo troppo al centro della mia vita mentre lui vuole che io torni ad essere quella di prima, cioè una donna con le palle che sa quello che vuole e non si lamenta sempre. io come sempre, ho mollato i miei buoni propositi di andare avanti per la mia strada e mi sono fatta abindolare dalle sue parole e sono tornata indietro. Abbiamo chiuso la telefonata con le migliori intenzioni, ed io subito dopo gli ho mandato dei messaggi su whatsapp.ho visto che era online ma non apriva la mia conversazione, perché ovviamente era impegnato a parlare con qualcun altro. Ad una mia richiesta di spiegazione mi ha detto una palese bugia! Mi ha detto che parlava con un amico e con la madre e MI HA MANDATO ANCHE LA FOTO DELLA SCHERMATA con le conversazioni che aveva in corso, e la cosa più assurda è che la conversazione con la madre era avvenuta quasi 14 min prima, e con l' amico ben 7 min prima!! Ha palesemente cancellato una conversazione che stava avendo contemporaneamente alla mia, e ha per giunta cercato di dimostrarmi il falso! Ovviamente glielo ho detto e lui mi ha contrattaccato dicendo che sono assurda e che senza fiducia non si può costruire nulla.

 

ora gente del forum, che devo fare con questo uomo? Lui è un egoista nato e si vede, è sempre stato viziato fin da piccolo e rasenta la maturità di un 15enne. Purtroppo sono innamorata e perciò avrò gli occhi foderati di prosciutto. Non gliene frega niente di me? Riuscirà mai a maturare e a cambiare?  

Iscriviti

Iscriviti
Iscrivendoti potrai aggiungere commenti senza attendere approvazioni, votare gli sfoghi e potrai gestire i tuoi post ed il tuo profilo senza limitazioni.
Clicca qui o sull'immagine per aggiungerti