Tag: invidia

Lun

26

Dic

2016

società di merda NOI MAMME SIAMO LE MIGLIORI!

Sfogo di Avatar di redwolfredwolf | Categoria: Ira

urlo in questo sito la mia indignazione per come noi madri siamo trattate e considerate oggi: SFIGATE O COGLIONE FATE VOI CHE NELLA VITA NON HANNO SAPUTO FAR ALTRO CHE FARE FIGLI! una donna single e in carriera ha tutte le agevolazioni di questo mondo e ovunque ti giri è mostrata come esempio di successo nella vita. io direi che ognuno fa le sue scelte, ognuna di esse è sacra, ma NON POTETE PERMETTERVI DI SFOTTERCI! sono circondata da coetanee ultra40enni che mi dicono come ormai il mondo è cambiato, come essere sole sia garanzia di perfezione, forza e virtù, mentre noi madri e mogli, spesso e volentieri precarie/disoccupate perchè scartate a priori dal mondo del lavoro, siamo delle sfigate, delle poverette che incapaci di lavorare e raggiungere il successo, abbiamo ripiegato sulla famiglia. LA FAMIGLIA è LA BASE DEL MONDO, molte di voi senza noi che facciamo ancora bimbi stasereste a casa, non siamo solo dei bancomat presi in considerazione solo per vendere merci, la famiglia non è la più grande sfiga che puoi avere nella vita, è una gran fortuna!! quindi VOI CHE PRENDETE IN GIRO NOI MAMME CHE RINUNCIAMO ALLA PALESTRA PER FARLA FARE AL FIGLIO, SIETE SOLO DELLE INVIDIOSE! se noi non siamo capaci di lavorare, voi siete incapaci di farvi amare da un uomo e soprattutto NON AVETE LE PALLE PER ANDARE OLTRE VOI STESSE E LA VOSTRA PANCIA PIATTA! amare un figlio è il motore di una vita intera, sostenere le tempeste della vita con un compagno accanto ti rende migliore NON SIETE SOLO VOI QUELLE FORTI PERCHè FATE TUTTO DA SOLE!! anche una mamma è sola la notte, quando accudisce un familiare malato. quindi come io mi rendo conto che voi preferiate concentrarvi sul lavoro,su voi stesse, perchè sinceramente avere famiglia oggi è complicato,complesso,difficile,E SOPRATTUTTO NON è DA TUTTI, non tutti vi sono poi portati, ABBIATE RISPETTO DI CHI HA IL CUORE TALMENTE TRABOCCANTE D'AMORE CHE DIVIDENDOLO LO MOLTIPLICA! non siate spavalde quando preferiscono voi a noi mamme, spesso è SOLO PERCHè NON AVETE NESSUNA RESPONSABILITà, perchè siete PERFETTE PER QUESTO MONDO, ciò non vuol dire che siete perfette, perchè nessuno lo è. se qualche genitore si è ritrovato in queste parole, pensate che è QUESTO MONDO SBAGLIATO, non voi. 

Gio

08

Dic

2016

Perché?

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Invidia

Sono una bella donna, felocemente sposata con un uomo benestante, brillante e con un ottimo lavoro.

Il problema è che attiro sempre invidie, soprattutto dalle donne, nonostante io sia sempre umile e gentile con tutti!

Maledetta invidiaaaaaaa!

Tags: donne, invidia

Mar

06

Dic

2016

Eterna Paride

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Invidia

Penso che tutti abbiate in mente Romeo e Giulietta. È, probabilmente, la tragedia più inflazionata di sempre. Almeno fra quelle shakespeariane. Vabbè, il punto è che attorno a lei (la mia migliore amica) mi sento sempre come Paride. Paride shakespeariano, eh, non quello di Omero che se ne scappa con la bella Elena(sennò che lo facevo a fare il preambolo iniziale?). Quel Paride che seppur promesso alla giovane Capuleti non può fare nulla contro l'amore di Romeo per la sua Giulietta. Eh già. Io come Paride. Sempre in ombra. Scommetto che se non avessi citato il Bardo avreste subito rivolto i pensieri al mito di Troia. Perchè al povero Paride non ci pensa mai nessuno. È così ogni volta. Non è che faccia completamente schifo, ma faccio solamente più schifo di lei. Vi è chiara la differenza? A me sì. E brucia tantissimo, perchè lei sarà sempre migliore. Risulterà più simpatica, più piacevole, gli sguardi si poseranno di preferenza su di lei. È questo mi fa sentire sempre peggio. E ancora peggio il fatto che pure io la adori. Ora che viviamo insieme lo noto più spesso. E mi chiudo ogni giorno di più. Non desidero la sua compassione (perchè da un po' ci ha fatto caso anche lei, a tali dinamiche), anzi, in qualche modo mi fa sentire ancora peggio. Paride. Sì, proprio Paride. Eterna seconda. In tutto: negli studi, con gli amici, con i ragazzi.  Lei è buffa e tenera quando dice di essere "depressa" o "ansiosa", quasi fosse un delizioso accessorio che si appunta ai capelli, io che piango ogni giorno, ogni notte da sola (per problemi esterni e sicuramente più gravi di questo qui, intendiamoci!), ma sono troppo orgogliosa per mostrare le lacrime sono...deprimente? Ho idea che le persone vogliano solo ridere. Ridere fino a farsi esplodere quelle testoline piene d'aria. Ipocrisia. Questo è quello che vuole quella Puttana della Capuleti (che come avrete capito è una metafora per indicare tutti quelli che conosco). E se si definisce strana, e allora è originale, e cavolo, "non è la solita ragazza". E nonostante utilizzi idee mie, MIE frasi...e non mi arrabbio neanche, perchè detto da lei sembra carino e particolare, in bocca a me è strano. Strano nel senso di inquietante. Da mente malata. Ah Paride! Chissà che fine ha fatto Paride! Tutti concentrati sulla tragica vicenda dei due rampolli suicidi, e niente ci è dato sapere sulla fine che feci tu. Mi avrebbe dato un indizio sulla fine che farò io. 

Sab

19

Nov

2016

Lei crede che io sia invidiosa... invece è solo una stronza.

Sfogo di Avatar di Sonoarrabbiata92Sonoarrabbiata92 | Categoria: Invidia

Mia cognata è una stronza, si l' ho detto, sono felice. Io e lei vendiamo online abbigliamento ognuna x cazzi propri.Abbiamo quasi le stesse clienti.Una volta mi disse : io non riesco a vendere e tu? Uff, mi servono i soldi per pagare una bolletta in casa (perché i genitori non lavorano)..allora dal dispiacere le ho detto ti do nei nominativi di person che acquistano da me hanno fatto begli acquisti ,proponi quello che hai e vedi che acquistano.. Le do ste 3 clienti, si fa 200 euro, credete che mi abbia ringraziato? O detto sai hanno comprato davvero! No nulla. Un giorno le dico che io non riesco a vendere di mandarmi qualche cliente lei, mi ha detto ; ma io non lo so guarda nei miei album feedback trovateli tu, Mi ha trattato di merda, poteva aiutarmi e dirmi lei chi era che comprava di più invece di darmi ste risposte, poi vedevo che le mie clienti continuavano a comprare da lei e da me No, allora è successo che lei ogni volta che vende non lo dice più si pensa che io sia invidiosa del suo guadagno, se non era per me lei quei 200 euro e gli altri soldi non se li faceva perché a queste 3 non li conosceva proprio . Invece di dirmi grazie io l' ho presa nel culo. Sei solo una stronza ,io non sono invidiosa di te, e quando io faccio soldi online non te lo dico +.. ora ho fatto 100 euro in 2 giorni tu rimani ancora ad 1 euro al giorno. Ti sta bene! 

Quando si dice : la ruota gira. Sta volta ha girato davvero bene. 

Gio

17

Nov

2016

Mi sento ignorante

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Invidia

Diciamo che a scuola non ho mai brillato. Sì, avevo la sufficienza o il "7-8" massimo. Adoro leggere ma studiare poi le materie scientifiche o la matematica proprio no. Sono un tipo curioso,  quindi la voglia di sapere non mi manca ma ammetto che da quando ho iniziato a lavorare, parecchi anni fa... Mi sono un po' arrugginita. Una cara amica ha sostenuto un esame per una specializzazione in una branca di medicina (che comprende vari test di varie tipologie) e l ha superato benissimo, non a pieni voti ma l'ha superato. Per ridere mi ha sottoposto una simulazione dell anno scorso su cui provare anche io. A parte per le domande troppo specifiche-mediche, a cui per ovvietà non so rispondere, mi sono trovata veramente in difficoltà anche con le altre. Facevo molta fatica a concentrarmi e a comprendere le domande. Anche quelle di logica o di interesse sociale. Fatte le 100 domande, ovviamente sono risultata non idonea e anche di molto!! Mi sono veramente sconfortata. Mi sono sentita una stupida. Io e questa ragazza siamo molto amiche, siamo molto simili e abbiamo interessi comuni. Però mi sono sentita inferiore. Ma porca vacca, quanto bisogna essere intelligenti per superare questi test? Io credo che se anche mi applicassi mesi a studiarle non ce la farei comunque. Non è bassa stima di me stessa ma sono veramente arrivata a pensare che certe persone siano corredate di un quid in più. Boh, mi sono veramente sentita un ebete. Provo un po' di invidia, buona ma di invidia. 

Sab

29

Ott

2016

Sono gelosa della mia" migliore amica"

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Invidia

Ciao,sono una ragazza di 14 anni e mezzo, e sono gelosa della mia migliore amica. Per motivi di privacy la chiamaró "LEI".  Lei é bassa e grassa io alta e normale,lei é alta 1.50 e io 1.78.Lei peró a differenza mia a la quinta di seno,e il culo grosso.Io invece ho una terza scarsissima anzi diciamo una seconda e il sedere quasi inesistente.Lei si mette chili e chili di fondo tinta,io invece solo un filo ti mascara e pochissima tinta per labbra. Lei é volgare con gli altri,io  invece sono educata e lei per questo mi prende in giro.Lei se le mette in mostra e a me mi dice sempre "le ossa lasciamole ai cani".

Sono stufa di questa amicizia,poi quando facciamo i pigiama party e si strucca sembra un mostro.A e a lei le vanno tutti dietro.

Mer

05

Ott

2016

Invidio le ragazze

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Invidia

Ehilà!

Sono un ragazzo di non importa quanti anni (sono adulto, OK!?), è da oramai anni dimenticati che ero convinto che fossi uno che si prende cotte troppo fruibilmente, da poc'anzi, però, ho capito che non era proprio così: la veridicità sta nel fatto che io queste ragazze le invidio. Ho determinato (giapprima) che a me alletterebbe essere una ragazza, vorrei essere nata, non nato. La gravità della situazione sta nel fatto che codesta cosa mi deprima assai. Vorrei essere bella come esse; vorrei fosse possibile vestirmi in modo amabile, ma ho un corpo maschile e brutto, non mi starebbero bene quei vestiti. (maledetti giapponesi che lo possono fare!) :(

Vorrei avere una voce graziosa; ma dinanzi tutto vorrei poter essere una lesbica... No, non scherzo.

The End.

*clap**clap**clap*

*fischi*

 ...

 

Dannazione, depressione, muoio...  

Non voletemi male. 

A tutti i moderatori: chiedo venia, potreste accettare questo post senza riguardi? Sono pronto a mettermi un'uniforme da maid e fare tutto quello che mi chiediate, master! Se rifiutate allora mi deprimo perché significa che effettivamente un uniforme femminile non mi starebbe bene solo perché sono maschio. *pianto*

*pianto serio* 

Sab

27

Ago

2016

Dopo 3 anni ancora fa male..quando si viene delusi dalle amiche

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Vi avviso che sarà un pó lunghetto ma purtroppo certe cose non possono essere sintetizzate xD
Dovete sapere che alle medie purtroppo avevo solo una o due persone della mia classe che si degnavano di invitarmi a casa loro e di calcolarmi, tutto il resto della classe mi prendeva in giro perchè sono bassina e all'epoca ero piuttosto bruttina
In terzo superiore misero in classe mia due ragazze di un'altra classe che, insieme ad un'altra della mia classe divennero il mio tutto.
Stavamo sempre assieme in classe e quando potevamo ci trovavamo fuori da scuola (eravamo tutte di paesi diversi)
Eravamo molto diverse tra noi: una era piena di soldi e abituata ad avere l'attenzione, l'altra era un poco altezzosa, l'altra senza spina dorsale e poi c'ero io che ero il contrario di tutte loro.
Aiutavo in particolare la piena di soldi con le interrogazioni, in quanto lei non aveva metodo e prendeva 8 grazie alle mie spiegazioni della mattina in classe.
In quarto questa mi presentó un ragazzo che conosceva da tanto, che mi molló nel giorno del mio 18 esimo perchè innamorato di lei.
Lei non lo voleva ma ci messaggiava di continuo a mia insaputa.
Tra le altre cose, sto figlio di sua mamma mi aveva fatto venire il complesso perchè ho avuto sempre un fisico snello, per lui dovevo assomigliare a lei che era tutt'altro che magra.
Nonostante questo sono rimasta amica di questa ragazza e il gruppo non ha risentito di nulla. A novembre del 5 superiore ho conosciuto il mio ragazzo attuale, ha avuto la loro accettazione per così dire, una volta organizzai una cena tutti assieme per presentarlo a loro.
All'epoca non aveva un'auto sua e non guidava da dopo aver preso la patente, quindi veniva in pullman e andava via in treno, io mi impegnavo per anticiparmi i compiti per stare con lui, studiavo la sera alle 7 quando lui andava via.
A febbraio successe che mio fratello è stato messo in prigione per espiare una pena di una cosa che aveva fatto 10 anni prima, a 20 anni, ci è piovuto tutto così e a me e alla mia famiglia è crollato il mondo addosso.
Per me fu un duro colpo, ero sempre triste, lo sapeva la mia compagna di banco il fatto, alle altre due lo avrei detto presto, non riuscivo a parlarne con nessuno, oltre a lei lo sapeva solo il mio ragazzo.
La condizione di mio fratello ebbe ripercussioni sulla mia amicizia con loro..senza lui che mi accompagnava non avevo passaggio per uscire sempre con loro..mio padre qualche volta mi portava e io, francamente non volevo assillarlo con queste cose con tutti i pensieri seri che già avevano in testa.
D'altra parte, mai avrei pensato che il vedersi di meno fuori dalla quotidianità della scuola avrebbe compromesso un amicizia che ritenevo ingenuamente, solida.
A luglio, pochi giorni prima del mio compleanno mio fratello uscì, io ero fuori di me dalla gioia, loro vennero a trovarmi per beere una cosa del mio compleanno e così feci io con il loro.
Del compleanno di quella piena di soldi io passai a casa sua il pomeriggio a lasciarle il regalo e per trascorrere qualche ora con lei.
Quando arrivarono le 6 iniziai a telefonare a mio padre per venirmi a prendere in quanto lei doveva andare a lezione privata per prepararsi ai test e io dovevo andare a casa perchè quel giorno era la prima volta che il mio ragazzo veniva con la macchina
Quel giorno sbaglió anche strada xD
Forse le sembró brutto che chiamai mio padre insistentemente per andare via ma io mai me la sarei presa per una cosa del genere..lei disse che con le altre due si sarebbe trovata la sera, poichè stava facendo una cena per il suo compleanno. Io mi scusai di non poter esserci ma lei mi rassicuró dicendo che io comunque ero stata il pomeriggio con lei.,
Ad agosto non ci fu occasione per vederci, a settembre, il giorno prima del test di ammissione andammo fuori a mangiare una pizza e tutto era come sempre. Dopo circa due settimane uscirono u risultati dei test e io chiesi a tutte se avessero superato i loro.. mi risposero tutte tranne la piena di soldi che per me sembrava morta ma alle altre due rispondeva..chiesi allora all'altezzosa se fosse stata presa ai test e mi rispose che non sapeva.
Quando la piena di soldi si degnó di rispondermi chiesi del test e mi rispose acida 'non lo sai già?' riferendosi al fatto che io avevo chiesto di lei all'altezzosa, come se mi volessi vantare di essere stata ammessa a differenza sua!!! Roba assurda..
Dopo non mi chiamarono più per uscire ma a ottobre pubblicarono una foto di loro tre assieme!
Io chiesi spiegazioni, domandando loro se c'era qualche motivo per cui non volessero la mia compagnia.
Le risposte furono le seguenti:
-la compagna di banco senza palle mi disse che le uscite non le organizzava lei, lavandosene quindi le mani (eppure lei passava a prendere le altre due e per andare al mare ad esempio doveva passare per forza dal mio paese, ma mai che mi abbia offerto un passaggio) 
-l'altezzosa mi disse che a lei dicevano che io dicevo sempre di no (ma dopo i test di ammissione chi le aveva più sentite?)
-infine la piena di soldi mi attaccó dicendo che trovavo un sacco di scuse per non uscire con loro, che usavo la scusa dello stare male col ciclo per non uscire con loro (beh beata lei che il ciclo non le faceva nulla, io lo avevo abbondante e con dolori atroci)., Mi rinfacció addirittura il fatto che del suo compleanno non passai la serata con lei perchè disse, non sapevo rinunciare al fidanzato per una sera, quando poi lei stessa disse che non faceva nulla e che comunque il pomeriggio ero andata a trovarla.
Le altre due andarono la sera, io il pomeriggio, in concreto cosa le cambiava?
Pensai pure che si riferisse al fatto che uscii di meno con loro quando mio fratello purtroppo non era a casa e infatti tentai di spiegare il motivo!
Non mi volle ascoltare!
Inizió l'università e la compagna di banco veniva insieme a me.. un giorno parló con me di sta faccenda e lei pur SAPENDO il motivo per cui, da febbraio a luglio non avevo sempre passaggio per uscire con loro diede ragione alla stronza, dicendo addirittura che l'avevo fatta rimanere male con la mia risposta 'oggi non è giornata' quando lei, dal nulla, il giorno dopo avermi attaccata così se ne era uscita con 'quando andiamo a ballare?'
Io ero basita, delusa. Non potevo crederci.
Di Halloween senza chiedermi scusa ne altro pretesero che io e il mio ragazzo sedessismo al loro tavolo regale in pizzeria ma io rifiutai categoricamente.
Avevo scoperto che per così poco mi si erano rivoltate contro e non riuscivo a mangiare e a fare finta di nulla.
I rapporti si chiusero così.
L'altezzosa mi chiese un bel giorno se volevo andare a prendere un caffè con lei a Lecce, dove studiamo, io peró non essendo sul posto, in quanto pendolare le dissi un'altra volta volentieri, di dirmelo un giorno prima in modo da poter prendere il pullman per raggiungerla. Chi l'ha piú sentita?
Fu un anno terribile, saltai molto lezioni in uni per non vedere la faccia da culo della mia compagna di banco che mi informava costantemente senza io lo chiedessi sulle vite delle altre due..La piena di soldi fu ripescata a culo e riusci a entrare a biologia.
Per fortuna la compagna di banco si trasferì in Germania col suo ragazzo appena conosciuto, ma non mancó prima di partire, di farmi un regalino: incontró per caso mia cugina e sciorinó un sacco di cose brutte su di me, ma non le raccontó che nonostante sapesse della mia situazione familiare non solo non mi offrì mai passaggio, ma non mi difese nella disputa.
E sti cazzi. racconti solo quello che conviene a te?
L'altezzosa tempo fa incontró in un panificio il mio ragazzo a Lecce e lo fermó per chiedergli come stava, ma lui mi ha detto che lei non riusciva a tenere un contatto visivo. Si vergogna?
Ci pensava prima. Quando vado al bar vicino all'uni la incontro spesso ma non la saluto.. lei ha sempre la faccia da non mi saluti? Ma non ci penso proprio.
Molti m'han detto che la piena di soldi ha fatto tutto sto casino perchè accecata dall'invidia nei miei confronti. La morta di fame aveva passato i test e lei no! Sicuramente il mio chiedere all'altezzosa come fosse andato il SUO test l'avrà fatta pensare che io mi stessi vantando a suo discapito.
Nel giro di 15 giorni ho perso quelle che consideravo le mie migliori amiche.Perchè ci sto ancora male? Perchè è assurdo che delle persone con cui hai condiviso tanto ti mollino per delle cazzate, coalizzandosi tra loro quando tu non hai fatto nulla di male ma anzi, hai avuto seri problemi in famiglia.

Per un fattore di invidia poi! Io mi sono sempre chiesta cosa ci abbia guadagnato lei ad isolarmi così, ma mi rendo conto che le altre due si sono fatte trascinare tranquillamente, in quanto a me più di tanto non tenevano.

Da quel giorno nell'amicizia non credo piú..di fatti ho fatto amicizia in uni ma anche se spesso ci si trova al bar io non mi sono attaccata morbosamente a nessuno, proprio per evitare di soffrire di nuovo come un cane. 

Grazie a chi é arrivato fin qui.. 

Mer

10

Ago

2016

Secondo voi a 25 anni, iniziare a vivere come si deve e un po' troppo tardi?

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Invidia

ciao a tutti, sono un ragazzo percorso ragazza un po' meno. Di anni 25, mi piacerebbe ritornare indietro negli anni aver vissuto un'infanzia e un'adolescenza diversa come la maggior parte degli esseri umani di quell'età. Invece adesso mi ritrovo qui, seduto ancora in questo cavolo di computer a rimpiangere i tempi in cui stavo male ma almeno ero più giovane. Ora e iniziare a vivere come dovevo, forse è troppo tardi! La causa del mio stare male credo che vada ricercata dalle forti percosse che ho avuto da parte dei miei compagni nelle scuole medie soprattutto alle scuole superiori. Il mio malessere sono sempre stati i miei compagni di classe sono sempre stata criticata da loro, deriso per qualsiasi cosa. Sarà perché forse non mi vedevano, al livello della loro cattiveria e cafonaggine. Ragione per cui proprio per questo motivo, mi hanno sempre fatto sentire diverso per qualsiasi cosa. Ma nonostante siano passati 6 o 7 anni lì quanti sono! Continuo ancora ora, sentirmi inferiore umiliato a sentirmi dire dai delinquenti le solite parole che mi hanno sempre detto scuola. Non ho mai avuto una ragazza, perché le poche occasioni che mi sono venuta incontro ma mi sono fatta sfuggire come uno scemo. Non riesco neanche a trovare un lavoro cosa posso fare? Vivo a casa con i miei genitori e con mio fratello. E mia madre nata una cattiva che non fa altro che umiliarmi dalla mattina alla sera andare a vivere da mio padre è molto peggio, faccio cosa?

Tags: invidia

Ven

05

Ago

2016

Senza Titolo

Sfogo di Avatar di RuggitoRuggito | Categoria: Invidia

Invidio i giovani 25enni sociali che hanno un gruppo di amici. Quelli che sanno organizzare eventi per gli amici, chiacchierare in gruppo e essere apprezzati dagli altri per le loro battute pop e adeguate al gusto di tutti. Invidio chi sa smussarsi all'occorrenza per entrare bene a far parte del gruppo, chi sa ingoiare lo schifo che la gente si porta appresso inevitabilmente e allo stesso tempo trovare spunti interessanti in tutti. Invidio i trentenni miei coetanei che decidono di andarsene in vacanza insieme perché se lo possono permettere. Li invidio perché trovano l'espediente più accettabile per mostrare in tutti i canali sociali che possono permettersi una vacanza in villa con piscina in qualche buco di Europa. Li invidio perché poi sembra che si divertano pure a stare a tavola a parlare del nulla, a commentare brandelli di notizie che arivano in frasi sconnesse sui cellulari. Li invidio perché sanno stare tra di loro riuscendo a reprimere l'odio reciproco, o a evitare i conflitti che naturalmente si generano esprimendo opinioni personali. Li invidio perché riescono a ridere su battute prevedibili e ormai già sentite esattamente come se fosse la prima volta che lesentono. Li invidio perché sanno essere falsi, inautentici e ipocriti pur sembrando esattamente l'opposto. Instagram rende autentico il tuo momento, anzi è tanto più autentico quanti più likes ricevi. Li invidio perché gli altri milioni di amici che hanno e che non sono venuti in vacanza, guardano le loro foto postate ovunque anche su per il cessobook e scrivono dicendo di invidiarli e che vorrebbero essere con loro. Li invidio perché non stanno tra di loro e non sentono il bisogno di venire a qui a sfogarsi.