Tag: invidia

Mar

31

Lug

2018

Gelosia e invidia. Due bastarde che mi hanno sempre rovinato la vita.

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Ciao, sono qui per sfogarmi...

Inizio col dire che, già da bambina, ero la classica pulce solare che amava giocare con gli altri bambini(chi non lo era?) . crescendo, però, le cose cambiarono...

Mi spiego meglio:

Sono nata prematura ed entrambi i miei genitori sono bassi di statura. Genetica vuole che, prendendo sopratutto la corporatura bassa e formosa di mia madre, crebbi bassottina ma proporzionata  al mio corpo. (non pensate che io sia cicciona o altro. Ho dei fianchi molto larghi, ma sono in peso forma. È proprio la mia corporatura.) 

  Che c'entra questo, vi chiederete...

Crescendo, cominciai a capire cosa fosse la Gelosia e L'invidia.

 Il mio corpo mutò prima delle altre mie compagne di scuola. Ovviam ente mi presero di mira per questo motivo.

Non voglio Stare a spiegare cose che potreste già immaginare (depressione, niente amici eccetera), dunque ve lo risparmio.

... 

Non sono quel tipo di ragazza che si fa notare. anzi. Odio essere trattata in modo speciale dagli altri. Io cercavo solamente di starme ne per le mie, cercando di non intralciare nessuno. (Addirittura si lamentano che sono "troppo modesta". Ma se non mi vedo così brava e non me la tiro... non è una cosa positiva, invece?)

Ma la colpa non è la mia...La gelosia e invidia delle altre persone ha sempre rovinato i miei rapporti. 

Ho 18 anni. E in tutti questi anni cercavo almeno un amico con cui parlare. Ma niente.

Ogni gruppetto che riuscivo a fare, andava a finire che mi prendevano in antipatia perché, per loro, ero " troppo immatura e troppo noiosa".

Sì, non fumo e non mi drogo. e dovrei essere immatura?

Oppure, tra di loro, si facevano la guerra per vedere a chi tenevo di più.

Bene, qui inizia la storia...

Ieri sera ho perso la mia unica migliore amica. Per via della sua gelosia.

mi sento male solo a pensarci...

È successo che, per vari motivi, la mia classe è stata chiusa per pochi iscritti (e per troppa immaturità). Ero in 3° superiore, e il preside, vedendo che ero l'unica ad aver voti sufficienti, mi aiutò a poter andare quest'anno direttamente in 5° superiore (ovviamente dopo aver fatto gli esami integrativi.)

La mia migliore amica ha abbandonato la scuola, ma io ho pensato bene di finire almeno la 5°, per poter avere almeno il documento.

Io e lei siamo amiche da ormai 7 anni. Alle medie l'avevo aiutata a superare il bullismo e altre problematiche. Ci volevamo tanto bene, ma verso la prima superiore (sono stata bocciata) cominciò ad avere piccoli atti di gelosia nel confronto delle mie "amiche" dell'epoca.

Cominciò a dire che, sicuro, l'avrei abbandonata. E che trattavo le altre ragazze come migliori amiche pur essendo lei come una sorella per me.

Ora dico: Non ho mai voluto fare a preferenza. Perché so' che è orribile sapere che le altre persone preferiscono altri a posto della tua compagnia. Ma vi assicuro che la maggior parte del mio tempo e delle mie attenzioni la davo alla mia migliore amica.

Qui penso che sia stata anche colpa mia. Perchè mi ritrovai a prestare attenzione solo a lei. Il mio mondo era incentrato su di lei.

Evitavo di uscire con altre persone perché, all'epoca, la mia migliore amica aveva poca autostima. E io cercavo di aiutarla. Non volevo che soffrisse come ho sofferto io, e dunque non volevo farle pensare che non mi importasse niente di lei...

All'inizio, come ho detto, ebbe attacchi di gelosia con le altre persone. (Cioè, è normale. Anche io sono stata gelosa varie volte) ma MAI come lei...

In pratica, usava la tattica della vittima per far passare me nel torto.

Tre/quattro anni fa, capii che la mia "adorata migliore amica" si comportava in maniera immatura. Ma non solo immatura; si comportava da grandissima ipocrita. 

LEI doveva essere al centro dell'attenzione.

LEI aveva sempre ragione, anche se aveva torto marcio. E se non le davi ragione si metteva a fare il muso e ad augurarti le peggio cose, facendo capricci da bambina di sei anni.

Lei ha un comportamento ossessivo compulsivo di lavarsi (pur essendo una persona sporca... Mi dispiace da morire dirlo, veramente. Ma non mi lascia altra scelta...) e ha un 'odio estremo nei confronti delle sue zie (sì. Ciao. Sono la stessa ragazza dello sfogo della migliore amica credulona di magie eccetera...) 

Ieri le ho fatto notare che il suo comportamento malato e ossessivo le stava rovinando i rapporti con la sua famiglia. Le chiesi del perché di questi atti, ma lei andò subito sulle difensive.

Qui comincia il bello, ve lo assicuro.

Io in questi giorni sto studiando per prendere la patente. E ieri sera cominciò ad augurarmi di venir bocciata a scuola guida.

(Wow, da notare la maturità di una ragazza maggiorenne.)

Io, cercando di mantenere la calma, cercavo di essere ragionevole. Le spiegati con calma che il suo comportamento stava diventando estremo. Malato. E che le avrei anche mostrato che tutte le sue credenze riguardanti i malocchi eccetera sono solo suggestioni.

Niente

Cominciò ad essere più aggressiva. Usando la carta della vittima. "Tu non mi capisci", "Ti fai notare dagli altri", " Sei una bambina perfettina". Cazzate del genere. Da qui potevo leggere l'invidia quando ha cominciato ad offendermi.

Le dico che voglio solamente cercare di capire e di aiutarla. E lei che fa?

Mi blocca la chat. Come una brava bambina piccola. A posto di rispondere ad una semplice domanda.

Passano le ore, ma lei non mi sblocca. La chiamo per parlare.

Mi chiude il telefono in faccia.

 Aspetto altre ore, chiamate su chiamate, messaggi su messaggi...fino a che non ce la faccio più e scoppio in lacrime durante la notte, con il cellulare ancora in mano.

Cosa c'entrerebbe la gelosia con questo?

Prima di bloccarmi mi rinfacciò che, lei, " poverina", aveva deciso di ritirarsi da scuola mentre io sono rimasta. Aveva deciso di non prendere patente, e io la sto prendendo.

 Sentivo la sua gelosia e invidia. E io volevo cercare di creare una mia vita. Cominciando a pensare più ai miei desideri.

Volevo prendere patente per aiutare i miei e per essere indipendente.

Volevo finire la scuola per sentirmi soddisfatta.

Oh, quanto l'ha fatta incazzare questo.

 Esatto.

Tutto questo tempo era mia amica (sicuramente) perché aveva solo bisogno di una persona che la riempiva di attenzioni. Se lei non faceva una cosa, non la dovevo fare nemmeno io.

È vero. Non ha un buon rapporto con la sua famiglia, mentre io ho un bel rapporto di fiducia con la mia. Ma non per questo deve essere stronza e cominciare a farmi venire i sensi di colpa perché LEI sta rovinando la sua vita. Mentre io sto per le mie.

Lei voleva che fossi, alla fine, solo uno zerbino. Le servivo solo per aver ragione. Per sentirsi """ amata""". La elogiavo, le dicevo che era fantastico e che ero felice per lei ad ogni suo traguardo.

Ma non è mai successo il contrario. Sminuiva sempre i miei traguardi. O rispondeva come se non fosse una cosa così importante.

 Se vedeste come si comportava con me e come invece si comportava con gli altri, vi sareste accorti che elogiava più gli altri che me. E non usava mai la carta della vittima con nessuno dei suoi amici.

Io l'amavo come una sorella di sangue. E ora mi trovo da sola, senza amici, perchè sono stata così cieca a sacrificare una vita sociale solo per poter far felice una persona.

Ipocrita. Stronza. Ti sei approfittata della mia gentilezza.

Io mi fidavo ciecamente di te. E tu mi blocchi e mi cancelli dalla tua vita così?! Semplicemente senza pensarci?! 

 Ho problemi a fidarmi della gente, perché da quando ero piccola le persone mi usano per loro comodi. Ora non so che fare, perché sicuramente lei non tornerà a scusarsi. Ha l'ego troppo smisurato per farlo.

Ragazzi, voglio consigliarvi una cosa...

Non state solo con una persona. Cercate di farvi altri amici. Non voglio che altre persone soffrano come sto soffrendo io.

Ammetto di essere stata una cretina a dare tutto il mio amore, la mia "fedeltà" a lei. Ma era la mia prima e unica migliore amica con la A maiuscola. 

...almeno, prima di questo... 

Scuso di sembrare una stupida, ma sto malissimo...ho sempre voluto bene ad una persona alla quale non importava un emerito cazzo di me...mi sento usata, delusa...e ora non so come uscire da questo senso di abbandono... 

Sab

28

Lug

2018

che schifo

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Invidia

Penso che il mondo sià la cosa più schifosa che io abbia mai visto.

si, sono pronta a ricevere qualsiasi tipo di romanzina, ma se potete evitare, perfavore fatelo.

Mi sono innamorata di una mia compagna di classe, lei è carinissima, mi capisce ed è dolce, e per finire è l'unica persona al mondo a sapere del mio autolesionismo, si sono pronta alle romanzine, ma questo è il mio stile divita, e comunque non sapete neanche chi sono, quindi non ve ne può fregar di meno, anche perchè non ho intenzione di suicidarmi, a volte. 

Tornando a prima, la amo davvero tanto, e ci sono dei momenti in cui vedendola mi viene voglia di baciarla, però penso mi troverebbe strana, anche se lei è pro al pride, omo, lesbo, bi, pan ecc...

Sto legando con lei davvero tanto, e sto cominciando a pensare che lei sia bisessuale, o al meno lo spero, io sono pan, però dice che le piace un ragazzo che ha però visto solo due volte, e come fa ad innamorarsi di uno che non sa manco come si chama non lo so, e penso usi questa cosa come copertura.

io non so che fare, lui è non troppo alto, biondo occhi azzurri, in pratica ken, e io una ragazza, depressa, autolesionista, con i capelli neri, che arrivano a toccare con le punte le spalle e gli occhi azzurri.

Quindi chiedo aiuto a voi cari sconosciuti, grazie, spero mi aiuterete<3 

Mer

25

Lug

2018

Ragazze con dignità e personalità non ce ne sono proprio più?!

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Invidia

Negli ultimi due anni ho perso più d'una amica per colpa dell'invidia! Non ho la certezza che sia per questo, ma se leggerete credo arriverete alla mia stessa conclusione. Tutto è cominciato ben 3 anni fa, quando in terza liceo un'amica ha introdotto nella compagnia del tempo un ragazzo. Tra me e lui è scattato subito qualcosa e così circa 6 mesi dopo mi ha chiesto di metterci insieme! Nulla fu più fatale : l'amica che lo aveva presentato a tutti era convinta fosse il suo ragazzo (???)...in pratica a detta di lui e da quel che si era visto anche durante le uscite non si erano mai nemmeno tenuti per mano, non avevano nulla in comune e lui non la sopportava, però secondo lei stavano insieme! Da quel momento lei ha iniziato a parlare male di me, di quanto fosse "inutile e da sceme fidanzarsi" ecc. ecc. Questa ragazza l'anno seguente si è fidanzata con un altro ragazzo. Sapete cosa c'è di ancora più osceno in tutto questo? Che entrambi erano suoi ex-compagni di classe alle medie ed era stata lei a contattarli dopo anni...questo non può che far pensare che volesse ad ogni costo far vedere di avere il ragazzo, non vi pare? (della serie "basta che respiri" ecc.) Credo che lei oggi non abbia ancora capito che io e lui invece ci siamo messi insieme perchè ci piacevamo davvero. Comunque, da allora, tra me e lei si è andata via via a perdere ogni confidenza, mi son anche pentita di esser stata sincera con lei a volte perchè questa non ha fatto altro che raccontarmi un sacco di bugie e fare le cose alle mie spalle! La ciliegina sulla torta è che è andata in giro a dire che io rubo gli ex e che ci ho provato col suo ragazzo attuale (quando ahimè è successo il contrario, e io ho anche avuto l'onesta di rifiutarlo! Tra l'altro ora anche lui ce l'ha un po' con me perchè non l'ho ricambiato, ma lasciamo perdere va...) rovinando così la mia reputazione anche con altre persone. Lei non sa che ogni volta che il nostro gruppo è uscito senza di lei lui le ne ha dette dietro di tutti i colori. Ha anche ammesso che sta con lei solo perchè a mollarla si sente in colpa (anche lui non dev'essere troppo sano di mente lol)...a oggi lei dice che stanno ancora insieme, fa di tutto per rimarcarlo quando ci sono io, ma ogni volta che usciamo lui la evita quasi tutto il tempo, non le rivolge la parola e non si baciano da quasi 6 mesi, tantomeno si abbracciano o hanno qualsiasi altra interazione da fidanzati. Mi fa sentire insultata il fatto che lei pensa che io mi beva le sue recite da bambina della materna :(!


Poi c'è una ragazza che al liceo era in classe con me, eravamo sempre insieme, pappa e ciccia...quando sia io che l'altra componente del trio ci siamo fidanzate è partita per la tangente...ogni cosa che le usciva bene doveva vantarsene, doveva fare tutto meglio di me, ma soprattutto DOVEVA fidanzarsi! Ci ha provato con tutti quelli che conoscevamo finchè non si è fissata su un nostro ex-compagno mio amico e dopo ben 2 anni di rifiuti da parte di lui, finalmente si sono messi insieme. (Cosa di cui io mi vergognerei al suo posto, onestamente). Io ho smesso di frequentarla perchè ormai cercava solo pretesti per uscire con lui, non gliene fregava niente di me, bastava che uscisse lui con noi e tutti apposto, o che uscisse lei con lui e non aveva più bisogno di chiamarmi. Bell'amica, visto che io invece anche da fidanzata ho continuato a trovare tempo anche per lei.


La terza è una ragazza che personalmente non mi ha fatto nulla di male...ma a volte parlando di ragazzi mi ha fatto alcuni commenti acidini che facevano trasparire quanto in realtà le rodesse che io avessi trovato qualcuno e lei no...

Vorrei solo avere delle amiche femmine come si deve, ho molti difetti, anzi sono socialmente molto imbranata, ma mi sembra assurdo che trovi solo delle vipere già a quest'età...sono messe meglio quelle di sex and the city!

Me la cavo meglio con i ragazzi sinceramente, solo che a quest'età il 99% se ti calcolano è perchè ti vengono dietro, non per essere solo amici...


Forse sono sbagliata io, forse dovrei solo arrendermi all'evidenza che sono tutte false e che la solidarietà femminilie non esiste più, che dite?

Dom

08

Lug

2018

Conta solo il bel faccino

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Invidia

Contava solo avere il bel faccino in questa vita di merda per scopare e essere felici. #ètuttofinito

Mar

03

Lug

2018

Mia mamma mi blocca la vita.

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Sono una ragazza di 25 anni e sono molto legata alla mia famiglia. Mi ritengo una ragazza buona, gentile, simpatica, ma nonostante ciò che dice sempre quel che pensa, soprattutto usando i modi. Scrivo qui perché voglio bene a mia mamma, la considero probabilmente la mia migliore amica. Litighiamo e facciamo pace. Facciamo tutto sempre insieme. E forse è proprio per questo che sento che mi blocca la vita. In che senso? Non so come spiegarlo, ma ci provo. Lei è una maniaca del controllo e della pulizia. Pensa solo a pulire in casa, passa le giornate intere senza nemmeno un po’ sedersi o rilassarsi. Fosse per lei nemmeno la spesa si potrebbe fare (e lo dico seriamente). Quante volte non abbiamo cenato a casa, e ci siamo dovuti accontentare tutti di un panino, o di quello che c’era in casa. L’unica persona per cui fa qualcosa è per mio fratello nonostante lui la tratti una merda offrendola. Ed io e mio padre? Non siamo nulla, ed anche mio padre la pensa così. Io ho preso il carattere di mio padre, ossia sono molto orgogliosa. Io apprezzo quello che ho. Tipo io vivo in una famiglia normale, non navighiamo nell’oro ma possiamo permetterci vari sfizi. Mia mamma invece è molto gelosa, è invidiosa. Vorrebbe sempre di più. E la cosa che odio che fa pesare questa cosa dei soldi a me. Ma cosa c’entro io? Adesso mi sento oppressa, perché dice che devo finire l’università che devo lavorare. Ecco io tra pochi mesi dovrei finire. Si bello, ma adesso ho l’ansia per dopo. Poi chissà che si pensa mia madre.. che dopo l’università tutto è più bello. Come no, a me proprio quello mi spaventa, di deluderla. Non riesco nemmeno più a studiare. Poi odio quando si lamenta delle faccende in casa. Vuole fare sempre tutto lei, non posso nemmeno lavare una piatto che inizia a sbraitare. Io quando non c’è in casa lei, ho una sensazione diversa, mi sento bene, sono tranquilla e riesco a fare tante cose. Tipo oggi, è uscita per 3 ore. Appena è tornata si è arrabbiata perché ho pulito il bagno. Cioè ci rendiamo conto? E poi ovviamente come sempre ha messo in mezzo il fatto dell’università e del lavoro. Io non sono nemmeno libera più di dirle cose, o di chiederle un consiglio, menomale che per quello c’è il mio ragazzo. E a proposito del mio ragazzo. Io e lui non abitiamo nello stesso paese, ci vediamo poco sia perché lui lavora sia perché appunto stiamo un po’ lontani, ma l’importante che stiamo bene e che stiamo insieme, infatti sono 3 anni che siamo fidanzati. Qual è il problema? Mia mamma. Le sue frasi assurde tipo: “Ma il tuo ragazzo non può portarti a fare un giro in un posto di mare?” “Perché non ti porta a mangiare in quel ristorante?” “Stasera se viene da te andate a mangiare fuori perché se mangia qua devo pulire il doppio!”. Cioè. Mi vergogno. Poi un’altra cosa che odio.. io adoro le borse, le scarpe, i vestiti. Ero in un negozio con mia mamma, avevo visto una borsa che costava quasi €1000. E mia mamma mi fa “Eh al posto di farvi i regali a sorpresa, puoi dire al tuo fidanzato di regalarti questa al tuo compleanno o così, tanto i soldi li tiene!” Quanto l’ho odiata quel giorno. Si, è vero, il mio fidanzato sta bene economicamente, ma non mi sognerei mai di chiedere una cosa del genere. È anche per questo che mi ama lui, e anche la sua famiglia mi vuole bene, perché sono una ragazza che capisce e non mi approfitto di niente e di nessuno. Come è possibile che ho una mamma così?

Sab

05

Mag

2018

Tradizionalismo nel rapporto uomo-donna

Sfogo di Avatar di Tamara95Tamara95 | Categoria: Invidia

Eccomi tornata con un nuovo sfogo! Ne ho tantissimi. Appena posso andrò da una psicologa ahahahah.

Sono una ragazza che crede nell'uguaglianza di genere e per questo devo dire che provo un leggero fastidio in tutte le creature femminili che si approfittano di quel tradizionalismo che è rimasto per spennare il proprio ragazzo. Inizio col dire che il mio non ha tanti soldi, ogni tanto mi offre il caffè o una merenda... Niente di più. Ma a parte questo, in generale, non mi approfitterei di una persona, solrattutto se si tratta del mio fidanzato. Certo è che un po' ci rimango male se mi dice di andare a mangiare fuori, perché io essendo più "squattrinata" di lui fatico a pagarmi una pizza fuori. Ah, premetto che non lavoro e non posso farlo perché sto finendo di laurearmi.

Ma ritorno allo sfogo principale: le donne che si approfittano dei maschi per farsi pagare tutto. Mamma mia che palle, non le sopporto!!! Non so se la mia è invidia, anzi sicuramente un po' lo è, ma NON perché vorrei la loro "furbizia" nel non uscire il portafogli, non per questo... Ma perché io proprio ho pochi soldi ahahahah sinceramente sarei disposta a pagare pure al mio ragazzo se potessi. Quindi quando vedo coppie che vanno spesso a mangiare fuori la pizza, o il classico  panino gourmet, o altro mi viene un po' di invidia... Anche se so che se una persona sente il bisogno di "pubblicare" continuamente cosa fa col suo ragazzo vuol dire che ha bisogno di approvazione.. ma questo è un altro argomento.

Finisco col dire: ma sono io un po' ingenuotta nell'aspirare alla partita di genere, o stronze (nel senso buono di furbizia) le altre a "entrare" nel portafogli del loro frequentante/ fidanzato / marito? 

Mar

17

Apr

2018

invidia indesiderata

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Invidia

Sono sempre andata bene a scuola, però purtroppo, ormai da qualche tempo, non riesco più praticamente in nulla. Non so in quale penoso baratro io mi sia adagiata, fatto sta che le cose non vanno più. E sono al quinto anno. E in realtà non mi importa davvero dei voti... Ma vedo le mie amiche, e sono tutte così normali, tutte così prese e focalizzate su qualcosa, e talvolta un po' le invidio. Le invidio perché non avrei nulla da invidiare loro tecnicamente, ma non so affrontare le cose come dovrei, come vorrei. Loro sono più normali, forse, e allora si pongono nei confronti del mondo con un atteggiamento diverso, più giusto, mentre io non so fare altro che logorarmi in quello che in inglese si chiama "overthinking", e che non fa altro che spingermi più giù. Sono le mie amiche e sono fantastiche, le adoro, ma a volte mi trovo lì, accanto a loro, e non riesco a non provare un po' d'invidia, che tento di mandar giù con tutte le mie forze, ma che soprattutto negli ultimi giorni, imperterrita, si ripresenta.

Gio

15

Mar

2018

Sentirmi troppo fortunata mi devasta mentalmente.

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

A volte sentirmi fortunata la considero come una sfortuna, credo che sia dato dal fatto che sin da quando conosco una mia amica, ella non è stata mai felice per le mie fortune, e me lo faceva pesare, considerandosi sempre sfortunata in tutto. Ho sempre cercato di farle dei regali belli, ma questi venivano casuali, e cosa capitavano? Cose non belle, non quelle che lei voleva. Ogni volta mi sento sprofondare in questo sentimento e non so più come gestirlo. 

Sab

10

Feb

2018

Dolore!

Sfogo di Avatar di SirioBiancoSirioBianco | Categoria: Invidia

Invidioso. Proprio tanto invidioso della felicità degli altri. Amici che uno dopo l'altro trova il/la ragazzo/a e perdono la leggendaria verginità con una persona giusta... dopo due anni e mezzo di relazione precedente sono stato letteralmente abbandonato: un messaggio di addio, voleva restare amica: assolutamente no, dissi. Mi faceva molto male, mi trattava tutti i giorni come pezza da piedi, utile solo a mantenere alto il suo ego. Ebbene, disse che ci temeva a me e mi ha addirittura insultato dopo il mio no.

Pensando di poter andare avanti e trovare una ragazza... che mi volesse davvero bene, mi sono illuso. Dopo un anno e mezzo ho ricevuto solo due di picche e sentito le storie degli altri. Uno dopo l'altro, tutti, hanno trovato qualcuno e hanno perso la verginità con loro. Sì, può trattarsi di status symbol, può essere segno di virilità... ma per me è di più. È manifestazione d'amore, e da qualcun'altro ancora non l'ho ricevuta. Sono stato usato fino alla fine e sfruttato! Spremuto fino all'ultima goccia, senza mai ricevere nulla.

Invece ora scrivo una cosa che odio: 

 Ho un padre che ha avuto un ictus, mi fa imbestialire: sono molto ordinato, pulito, preciso e lui è il contrario. Faccio io da padre a lui! Passa le giornate in bagno...  a fare non so cosa. Porca miseria, a 18 anni devo badare ad un padre che ancora... si masturba? Dopo un ictus, a 55 anni, ovunque. Illuso, pensa che non lo sappia. 

Odio questa situazione. Odio tutto! A tal punto di essermi messo a scrivere testi di canzoni oscuri e depressi, con pensieri negativi.

Mi sono messo ascoltare musica con un'alta concentrazione di toni bassi, come il death metal. Sento una grande tristezza dentro di me che non riesco ad eliminare. Eppure vorrei davvero qualcuno a cui volere bene, che me ne volesse un poco anche a me, almeno un poco. Sono disposto a dare tanto, ancora... ma ho paura di tutto. Sono stato usato e gettato, come un fazzoletto, per soffiarsi il naso e poi buttarlo via. Ho ricevuto due di picche da tre ragazze, nonostante il mio modo di essere che obbiettivamente è giusto e non scorretto. Non sono nemmeno terribile d'aspetto... mi hanno usato pure loro, il mondo conoscerà l'odio che ho in me. Ho odio!!! Odio e tristezza, solitudine. Sto diventando ... cattivo?

Sento di dover fare del male... non è normale, non sono io. Io sono un bravo ragazzo e l'invidia mi sta mutando... non so che fare. Gli psicologi costano e non servono, io non ho soldi. Non ne voglio sapere di psicologi! Voglio che questo mondo capisca il mio dolore, ma non accadrà mai.

 "An utterly terryifing demonstration of natural selection". Il mondo ti vuole morto.

 

Mar

30

Gen

2018

Ma come fanno le ragazze a trovare bello un uomo nudo?

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Invidia

Prendete l'uomo più bello del mondo e mettetelo nudo. Non è ridicolo? Non vi suscita ilarità? Voglio dire, finché un uomo sta a petto nudo posso capire che può essere sexy, ma nudo col cazzo di fuori( non eretto) a me fa scoppiare in una sonora risata

 

Una donna nuda è bella. Anche per le altre donne!! Non solo per noi uomini! Cavolo, una donna nuda senza mutande, a noi ci fa eccitare, alle altre donne invece provoca ammirazione. Non certo ilarità!

 

 Tutto questo per dire che il pene è un organo che esteticamente perde dieci a zero contro la vagina. Il pene è vistoso, penzola, è volgare. Invece una vagina è carina carina, rimane anche chiusa se non è eccitata, si nasconde, si confonde quasi. Boh fossi una donna starei ore davanti allo specchio ad ammiccarmi e a guardarmela