Tag: invidia

Dom

18

Ago

2019

l’invidia forza motrice del mio successo

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Invidia

Sono una ragazza di vent’unanni, quindi in realtà forse ancora non ho vissuto abbastanza per sapere con certezza cosa stia per affermare qui di seguito.

Comunque sia, in questi ultimi due anni “la forza motrice”, ciò che mi ha motivata e spinta ad ottenere ciò che volevo e desideravo, è stata l’invidia nei confronti degli altri.

E con altri intendo davvero chiunque: amici, familiari, sconosciuti visti per strada, conoscenti di amici di cui ho sentito parlare... letteralmente, qualsiasi persona che avesse quel qualcosa in più di me faceva scattare questa molla nel cervello che prontamente mi ordinava di fare qualsiasi cosa per averla anche io.

Purtroppo dopo il diploma ho dovuto ritardare gli studi all’università a causa di ristrettezze economiche, avendo solo un genitore che percepiva uno stipendio medio, perciò mi sono rimboccata subito le maniche trovando lavoro in un locale.

E propri qui è iniziato il mio tormento.

Mentre io ero “rimasta indietro”, i miei amici benestanti con famiglie perfette andavano all’universitá, andavano sempre in discoteca, per locali esclusivi, vestivano bene e così via.

A me non era mai mancato nulla e questa differenza non l’avevo mai sentita così pesantemente finché non mi sono sentita incastrata nella mia vita di merda.

Cameriera, single, che a 19 anni doveva pagare metá dell’affitto e le bollette, senza patente, senza macchina, pochi amici perché estremamente timida, l’universitá se la volevo fare doveva essere pagata di tasca mia ed ero stressata ed invidiosa di tutto e di tutti fino all’insopportabile.

E allora mi sono detta che era necessario fare qualcosa.

Ho iniziato a fare due lavori full time, uno diurno e uno notturno in nero...non avevo tempo per nient’altro se non il lavoro, ma almeno mi ha portato tanti soldi, mi sono fatta la patente, mi sono comprata la macchina.

Lavorare tanto mi ha fatto dimagrire tantissimo, arrivando a pesare 44 kg per 1.74.

Sono sempre stata consapevole di essere molto bella e con un volto particolare, quindi con il drastico dimagrimento mi sono convinta ad investire in un book fotografico.

mi sono lanciata nell’ambito della moda, gli unici momenti liberi che avevo venivano adibiti ai casting.

non ero mai a casa, non vedevo più la mia famiglia tantomeno i miei amici.

avevo tante relazioni con il pubblico, con la gente, ma niente di personale. mi sono sentita vuota e triste per tanto tempo, un annetto, ma ciò che mi spingeva a continuare era l’idea che io dovevo essere come loro, dovevo avere anche io ciò che avevano loro, mi fossi dovuta spezzare la schiena e farmi in quattro per tutta la vita. 

poi dopo qualche mese hanno iniziato a chiamarmi per shooting editoriali, pubblicità.

ma non era abbastanza, nei miei amici, nei passanti per strada, trovavo sempre qualcosa che io non avevo.

capeli più sani, unghie più belle, vestiti di qualità migliore, stronzate del genere, ma le dovevo avere anche io. 

invidisa del successo delle mie amiche con i ragazzi, dei tanti fidanzati che potevano vantare, della sicurezza con cui si muovevano, del gran carisma che le caratterizzava ho deciso di lasciarmi andare e smetterla di di chiudermi in me stessa.

e anche se tutt’oggi sono ancora timida e terrorizzata quando devo ordinare la pizza o prendere un appuntamento dal medico, sono molto più aperta, solare, vivo tuto con più tranquillità, tutto ciò solo perché volevo essere come loro.

però non mi bastava mai, ero diventata veramente ossessionata, accecata dall’invidia. pensavo tutto il giorno, tutti i giorni a cosa avevano gli altri più di me, beni materiali e non, e come avrei potuto ottenerli anche io.

anche se piano piano stavo ottenendo tutto ciò che volevo ero profondamente infelice.

e poi ho conosciuto lui, che mi ha scossa da tutto ciò che stavo passando, che mi ha fatta sentire perfetta anche così com’ero, con le cose che avevo. 

non so se sia stata la mia rovina o la mia fortuna questa mia improvvisa invidia generale verso l’intero pianeta, però ora sto per iniziare l’università dei miei sogni, pagata con i miei sforzi, sono completamente indipendente, con tanti soldini messi da parte, un lavoro che mi appaga e mi diverte, il guardaroba che la mia anima da ricca ha sempre sognato ed un lui che mi piace chiamare come “quello giusto”.

 

volevo solo raccontare tutto ciò per dire che secondo me, ci sono tanti tipi di invidia.

l’invidia negativa ti fa star male, ti abbatte e ti deprime, non facendo altro che metterti in stallo e in un loop da cui è difficile uscire.

poi però c’e quella positiva, che al contrario ti spinge a fare di tutto per essere migliore di loro, migliore di te stesso, ti induce a superare i tuoi limiti e a non accontentarsi mai.

certo, se ora ripenso a come ho passato questi ultimi due anni....

depressa, infelice, sempre scontenta,

una pazza furiosa insomma, maniaca e ossessionata dall’apparenza.

e penso che avrei preferito saper gestire il tutto e contenere l’invidia in un sentimento normale e non così esasperato come l’ho vissuto io.

però davvero, se non fossi stata così invidiosa... chissà come starei adesso...

voi che ne pensate? succede anche voi di fare qualcosa di positivo o di raggiungere traguardi solo perché eravate invidiosi? 

 

Ven

16

Ago

2019

Immagine fisica

Sfogo di Avatar di XXXXXXXX | Categoria: Altro

Premetto che ho sempre avuto complessi per come apparivo, dalle medie circa (ora sono in università). Non mi piace il mio corpo, vorrei essere leggermente più magra, avere meno gonfiore sulla pancia e in generale perdere quei cinque chili che mi sento male addosso. Vorrei perderli per star bene con me stessa, per indossare tutto quello che voglio senza star a vedere se mi stanno bene oppure no, senza cercare soluzioni e sotterfugi per coprire la pancia perennemente gonfia. Inizialmente ho provato a mettermi a dieta, studiando tantissimo e iniziando a fare pesi (il nutrizionista mi ha fatto I complimenti per la mia composizione corporea). Ma continuo ad aver voglia di strafogarmi di cibo anche se il mio obiettivo è quello di dimagrire... Mangiare nutella, pizza, gelati e tutto quello che c'è di buono senza preoccuparmi delle calorie ecc. Mangiare quello che voglio e non ingrassare come tutte le ragazze che vedo in giro, ragazze che escono dal Mc e sembra che non abbiano bevuto nemmeno un bicchiere d'acqua. Inoltre mi chiedo perché io devo passare tutto questo, perché devo avere delle tendenze ad abbuffarmi, complessi sul peso, su come appaio in una maglia aderente ecc. L'unica cosa che chiedo è trovare una sorta di equilibrio, una forma fisica in cui mi piaccia e mangiare la giusta quantità di cibo senza strafare ogni volta o aver paura di esagerare...

Non ce la faccio più... Non ho nessuno, se non il mio ragazzo che ha un'anima d'oro a sopportarmi per tutte le volte in cui crollo e piango sulla sua spalla, ma non posso far gravare tutto su di lui, nessun altro con cui sfogarmi e non so più che fare... 

Voglio star bene con me stessa e basta, raggiungere il mio obiettivo il prima possibile e starci senza più preoccuparmene

 

Scusate se non si capirà molto, ma ho scritto tutto di getto. Non riuscivo più a tenermi tutto dentro. 

Ps. In famiglia non ne posso parlare perché i miei hanno problemi più gravi con l'altra mia sorella e inoltre pensano che queste siano cazzate (una volta glielo avevo provato ad accennare) 

Mer

14

Ago

2019

Quanto invidio i protagonisti di certi porno amatoriali

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Lussuria

 

Sono un patito dei porno amatoriali veri e genuini (no camgirl e co.), quelli fatti da ragazze/i e non 50enni lardosi (mi smontano proprio), a volte ci passo serate intere a selezionarne alcuni che secondo il mio personale gusto sono davvero mirabili.

D'altro canto il più delle volte provo un'invidia fortissima per i protagonisti maschili, perchè hanno a che fare con delle ragazze stupende (di cui in giro se ne vedono davvero poche) con un livello di porcaggine che mi fa morire, fanno di tutto e hanno una sensualità e un'iniziativa sessuale che mi lasciano sbigottito. Conducono il gioco in maniera decisa, non sono imbranate, non disdegnano lo sperma ma a momenti lo degustano, ridono e sono allegre, passano da un orifizio alla bocca senza lamentarsi o mettere in mezzo bronci o fazzoletti vari, una favola insomma. E i maschi che sono con loro sono ragazze normalissimi e non certo adoni superpalestrati, che non si rendono conto della fortuna che hanno in quel momento.

 Sono l'unico che rosica/muore di invidia pesantemente o succede anche ad altri uomini? PS ovviamente l'impietoso confronto va fatto con le proprie storie personali, fatto di donne che dicono no a tutto, non toccarmi lì non sporcarmi là ecc... 

Tags: invidia, porno

Sab

10

Ago

2019

Mi stanno tutti sul cazzo

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

I miei compagni di classe avevano dei gruppi senza di me, ho dovuto urlargli contro per farmi aggiungere. Mio padre è uno stronzo, tirchio, anziché fare quello che voglio spende soldi in cazzate, e dato che ho i genitori separati stasera ha preferito stare con la compagna che venirmi a prendere, se può scetliere tra spendere 11 euro per un buon servizio e 10 per un servizio di merda sceglie la seconda opzione. I miei compagni vanno a Ibiza, Tenerife e Sharm el Sheikh per un mese , per me una fantastica vacanza di cinque giorni a Civitanova Marche:(

Dom

04

Ago

2019

Fallimenti

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Invidia

Sono stanco di essere l'eterno secondo. 

Mi impegno sempre al 100%. Rinuncio ad avere una vita sociale per raggiungere i miei obiettivi, e, se devo essere sincero, a volte ne soffro un po'. 

Eppure non riesco mai a raggiungerli, o perlomeno non ottengo dei risultati che rispecchino il mio impegno. 

Mi ritrovo circondato da due gruppi di persone:

 

  • chi ottiene dei risultati ottimi, che io invidio tantissimo, talvolta senza nemmeno rinunciare a tutto quello a cui rinuncio io;
  • chi si impegna poco, ma conduce una vita soddisfacente, allegra, spensierata, in cui è circondato da un mucchio di persone con cui può divertirsi e che lo fanno sentire amato. 

 

Io non riesco a rientrare in nessuna di queste due categorie. 

Non è nelle mie corde rinunciare a un mio obiettivo - come ho detto, mi impegno sempre con anima e corpo per raggiungere uno scopo. 

Ma, a quanto pare, sono anche incapace di eccellere, o quantomeno di trovare nei risultati un riscontro delle mie fatiche.

Per le quali ho rinunciato a vivere, ho perso i migliori anni che ora invidio alle persone che li stanno vivendo appieno. 

E così rimango solo. Nei miei fallimenti. 

 

Sab

20

Lug

2019

Ho sbagliato... dunque?!

Sfogo di Avatar di redhood91redhood91 | Categoria: Ira

Dunque VAFFANCULO
Nessuno ha mai sbagliato in vita sua?!
Ok, abbiamo rilevato una vecchia attività che faceva faville, più o meno, abbiamo avuo un'eredità pesantissima, ma senza istruzioni, senza linee guida, senza che nessuno ci spiegasse nulla e abbiamo commesso molti errori. 

Ma abbiamo fatto anche molte cose giuste. 

La strada è difficile, ma non molliamo. 

Ma vorrei spaccare molte teste a chi mette male lingue, invidiosi del cazzo.... cosa volete da noi?! Nessuno avrebbe potuto fare di meglio, NESSUNO. 

Quindi, ripeto, a tutti voi, invidiosi di merda, che non sapete fare altro che mettere in giro brutte voci...

VAFFANCULO. 

Con tanto amore, Ovviamente.  

Mer

17

Lug

2019

Mantenuto

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Invidia

Sei un mantenuto dal papino e contemporaneamente sfacciato. Hai 20 anni non studi e non lavori,stai tutto il giorno a chattare con altri (che ha differenza tua sono studenti universitari) e repudii il lavoro umile tipo barista,facchino,manovale e cameriere. Esci con la macchinina e ti paga tutto quanto tuo padre e non te ne vergogni.Fossi stato io tuo padre ti avrei fatto desiderare pure l'acqua: Vuoi uscire? Guadagnati i soldi con il sudore della fronte! Neanche i soldi per bere e mangiare ti do..fatti offrire tutto dagli amici tuoi e fatti portare da loro con la loro macchina...una volta,la seconda ti mandano affanculo nel migliore dei modi..Quelli se le meritano gli sfizi perché DANNO risultati! Tu se ti negano auto e soldi per cazzeggiare poveri tutti!

Sono tra l'incazzato e l'invidioso: io i miei pomeriggi da ventenne me li passavo lavorando: senza avere amici che rompessero o che mi scroccassero niente! Lavoravo quasi sempre,riposavo a casa nel tempo libero,non frequentavo mai bar o discoteche e pizzerie,e RARAMENTE scopavo..MA SOLO CON I MIEI SOLDI e solo perché vivevo in famiglia mi dicevano MANTENUTO. Cioè per scrollarmi questa etichetta sono arrivato al punto di lasciare la casa (per motivi di lavoro prioritariamente chiaro...)

Questo invece che è un cugino mio più piccolo di me di molti molti anni e vivendo nello stesso quartiere: NESSUNO DICE NULLA!!! ANZI GLI DICONO PURE CHE FA BENE! La cosa mi fa rivoltare l'intestino dal nervoso.

So che gli fa guidare l'auto a gente senza patente e che l'amica lo scrocca nel migliore dei modi quando deve uscire(non ha le palle nemmeno per trombarsela o farsi fare un servizietto,me l'hanno detto quelli che frequenta😏):

💪Spero per lui che uno di questi un giorno si faccia male con la macchina per colpa sua e che tutti lo isolino e lo lascino solo,perché solo si merita di stare questo mantenuto di merda! In casa e senza divertimenti.

Dom

07

Lug

2019

Invidiosa

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Invidia

Il fatto che non ne parli più con nessuno non vuol dire che non ci pensi. 

Mi chiedo cosa fanno loro due, il mio ex marito è quella che me l'ha portato via, che gli ha fatto perdere la testa e in quattro e quattr'otto l'ha sposato. Sento ogni giorno storie come la mia, e vedo queste donne diventate dei relitti umani, e mi chiedo se anch'io avrò quello stesso destino. Mi chiedo se della coppia così bella e fortunata che eravamo, adesso tocchi a lui tutto il buono della vita, e a me di andare sempre più in basso. Adesso la coppia perfetta sono loro, hanno tutto. E quando dico tutto, intendo tutto.

Io: sono sola, sono senza casa, mi ammazzo per lavorare, mi sono ammalata, sono senza famiglia, senza nessuno che possa o voglia chiedermi come sto.  Questo è come mi sento. Quello che vedono fuori è una giovane donna, bella e sempre sorridente, che va in vacanza, che si veste bene, che va dal parrucchiere, che esce con gli uomini, che è indipendente con un lavoro, il ritratto della salute. Invece mi sento di aver già toccato il fondo eppure di continuare a scendere.. Mi viene da ridere solo quando vedo che qualcuno invidia me: se sapessero!!

 E no, la soluzione non la trovo. Smettere di lamentarmi, rimboccarmi le maniche, trasmettere speranza e positività, fare cose nuove...tutto già fatto. Infatti chi sta con me si trova benissimo. Talmente bene che gli ricordo quanto invece va male a loro che preferiscono evitare il confronto. E gli uomini, gli uomini!! 

 

Per rimanere in tema, sì, quello che ho è la mia invidia. Il resto è il vuoto.

 

Però so che questo supplizio non durerà in eterno, perché non siamo immortali. Quindi aspetto, pregando che ci sia un'accelerata in questo senso. Buona domenica. 

Tags: invidia

Ven

28

Giu

2019

Invidia verso mio fratello e problemi personali

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Invidia

ciao sono una ragazza di 16 anni e sono invidiosa di mio fratello più piccolo perché ha molti amici rispetto a me che ne ho pochi e non disponibili .inoltre lui esce più spesso di me e i miei si domandano perché non faccia lo stesso pensando persino che sia asociale . Il punto è che io uscirei ogni giorno se fosse per me ma se non ho la compagnia giusta cosa ci posso fare ???!😰e in più questa situazione si fa più evidente in estate proprio adesso 

in più i miei genitori si chiedono perché non abbia ancora il ragazzo in un modo di disprezzo solo perché loro a quest età ce l avevano . Io so che non bisogna rimanerci male però io mi sento delusa da me stessa e non so come uscirne  

Tags: invidia

Mer

26

Giu

2019

Fallimento...Invidia?

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Ciao a tutti, credo di avere un grosso problema.

Sono laureata in una triennale sanitaria, dopodichè ho conseguito anche la laurea magistrale. Ho quasi 25 anni, ma mi sento già una fallita. Ovvio, non ho mai pensato di trovar lavoro il giorno dopo la laurea, anche perché non lo sto seriamente cercando, attualmente ho previsto di fare esperienza presso un'azienda ospedaliera e studiare per i concorsi pubblici. Sono tutti orgogliosi di me, tranne io. Sono consapevole della mia scelta. Al tempo stesso, però, mi sento una fallita in quanto poi ho amiche che lavorano, una p.san. che fattura, una che vince il "concorso" da navigator e prenderà una barca di soldi per almeno 2 anni senza neanche un'abilitazione. Io lavoricchio, ma non avere un'entrata fissa al mese comincia già a darmi noia.

Il problema però non è tanto questo, ripeto, sono scelte. Il problema è che comincio anche ad essere invidiosa, non sono più felice neanche delle gioie delle mie migliori amiche... anzi, da quando ho saputo della navigator, il mio atteggiamento con lei è cambiato. In negativo. E me ne vergogno. Sto diventando una persona che non voglio essere, che sta già antipatica a sè stessa e rischia di diventarlo anche agli altri. 

E nulla, volevo solo parlarne un po'.