Tag: incomprensioni

Mer

21

Gen

2015

Vorrei un'amicizia sincera.

Sfogo di Avatar di FlussodicoscienzaFlussodicoscienza | Categoria: Altro

Ed ecco il mio primo sfogo. 

Ci sono cose che non ho mai sentito mie: l'amore, l'amicizia, l'affetto, la sincerità, la complicità. Su quest'ultima si basano quasi tutti i rapporti, no? Tra maschi, femmine, nonni, lama e delfini. Non importa come sei, cosa sei e cosa fai tra di noi deve esserci complicità, il resto è di parte. Durante la mia breve vita ho avuto varie amicizie, alcune per ipocrisia, altre per bisogno.. insomma non ho mai goduto di un'amicizia vera, incontaminata. Un'anno fa ero molto amica ad una ragazza e stavo per raggiungere quel tipo di amicizia. Dopo vari accorgimenti, ho capito che le piacevo. Lei, fidanzata, io lo stesso. Da parte mia c'è stata una grande confusione, credevo di ricambiare il sentimento. Questa cosa mi ha destabilizzato molto. Stavo perdendo tutti i miei ideali, le sicurezze che avevo svanirono. Lei perse la mia fiducia, non mi chiamava più come prima, non voleva vedermi e nemmeno io. Sapevo che era meglio per entrambe allontanarci. Ero incazzata, delusa..ma non posso dare tutte le colpe a lei. Oggi so che avrei potuto dare tanto e ricevere tanto, senza allontanarci così. Ormai il rapporto di prima non c'è più, ogni tanto parliamo ma niente di speciale. 

Intanto da tre anni sono amica ad un'altra ragazza e vale tantissimo. E' dolcissima, gentile e bella, le voglio bene e il pensiero che qualcuno la prenda per il culo mi fa salire il sangue al cervello. Però, però. Sento sempre che c'è qualcosa che mi manca. Non mi sento più la ragazza di una volta. Talvolta, quando passo del tempo con le persone a cui voglio bene ( familiari, amici, ragazzo) non sento nulla. Non sento affetto, non so dare affetto. So che dovrei concentrarmi sulle cose positive, lo faccio, perchè tengo molto a queste persone. Ma non sento il legame. Credo di essere sbagliata. Credo di avere qualche problema che non capisco. Spesso, per esempio, litigo con il mio ragazzo sempre sullo stesso argomento. Dice che si sente poco desiderato e che io non faccio nulla. Io, vi giuro, che lo amo, ci tengo, è un ragazzo perfetto, gentile, educato, mi ama, è intelligente, vero e con sani principi.  Perderlo amplificherebbe tutti i miei problemi. Con lui mi sento libera di raccontare le mie passioni, le mie preoccupazioni. Lui invece è un po' più riservato. Quando mi sfogo dice che sono pesante, si vede che non ha voglia di subire l'ennesima nenia perchè ogni volta non ho mai niente di nuovo da dire! Tutto gira su un punto cardinale, la depressione. Litighiamo spesso perchè non faccio nulla per migliorarmi, dice che non si sente desiderato così tanto. Sono una paraculo, dice. I litigi mi demoralizzano molto, mi chiudo in me stessa, mi deprimo e penso di sbagliare tutto. Che forse non amo, non so amare. Le persone però dicono che sono una ragazza molto dolce. So far ridere, le persone qualche volta si divertono, dicono che ho un bel carattere e che per la mia età sono molto matura. Ho molte passioni, progetti, idee. Ma quasi sempre sono stressata, triste e nevrotica. Questo mio carattere rovina i momenti tranquilli delle persone. Mi hanno detto, recentemente, che sono noiosa quando parlo dei miei problemi. Capite che significa per una persona sentirsi dire che si fossilizza continuamente? Tutto ciò che voglio è essere ascoltata, tra l'altro non lo chiedo io ma sono gli altri che mi chiedono "cosa c'è che non va?" con aria di sufficienza e nemmeno rispondo con la verità! A me dispiace essere così. So benissimo di essere una palla al piede. Per non dare fastidio a nessuno scrivo continuamente, ma i fogli non rispondono. Un periodo di tempo decisi anche di non parlare più. La mia impressione è che, nonostante ci siano visi familiari, non so di chi fidarmi, non so con chi essere me stessa. Spesso non sono me stessa nemmeno quando sto da sola, ho una strana paura di essere spiata. Dico sempre che se non la smetto di essere così paranoica finirò per perdere la ragione e rovinare tutti i rapporti che con fatica tengo ancora in piedi.

Mer

14

Dic

2011

Credo di non essere normale...

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Invidia

Sto con un ragazzo da 4 anni...Tempo fa ho litigato con un amico in comune con il mio ragazzo e sono arrivata ad odiarlo perchè mi ha fatta stare malissimo... ma il mio ragazzo ci parla e scherza come fosse successo niente!! non gli chiedo di rovinare la loro amicizia, ci mancherebbe altro, ma io per lui ho litigato con un mio amico perchè gli ha fatto un torto e lui ma ha praticamente costretta a litigarci! quando invece è successo a me se ne è fregato! anzi, quando gliel'ho detto si è incazzato parecchio e per poco non mi lasciava! Quello che mi ha dato fastidio è che io per lui l'ho fatto! quando ci scherza, ci ride, io ci sto malissimo! come faccio a smetterla di stare così? io credo di essere in torto, so che non è giusto volere che ci litiga per me, quindi vorrei risolvere questo mio problema... ma come...??

« Prec 1 2