Tag: genitori

Mer

02

Set

2015

I miei genitori mi hanno distrutto l'adolescenza

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Fin da quando ero bambina (fino ai sette anni) mia madre mi urlava contro e mi dava la colpa di tutto ciò che le succedeva, mentre con mio padre ero in buoni rapporti. Poi mia madre cominciò a mostrare la sua intenzione di divorziare (dicendo DAVANTI A ME che non lo amava più, che sarebbe stato meglio se non si fossero sposati, etc..); mio padre, terrorizzato, cominciò a fare tutto ciò che lei gli chiedesse, e quindi iniziò anche lui a sgridarmi per cose a caso e a vietarmi tutto. La mia adolescenza è stata tutto un "era meglio se abortivo", "tornassi indietro ti rifarei solo perché dopo di te è nato tuo fratello" e così via; non mi era concesso fare niente: non potevo uscire, non mi hanno mai comprato dei vestiti (ai miei fratelli pagano tutto, dalla palestra, ai vestiti, alla benzina, all'affitto) e sono costretta a usare quelli che a loro non stanno più, quando vado a scuola non mi danno soldi per mangiare e ogni cosa che dico è motivo di urla e insulti. Ormai ho 17 anni e da più di un anno sono fidanzata con un ragazzo che purtroppo è molto lontano da me. In questo anno lui è venuto a casa mia tre volte rimanendo fino a 10 notti (l'ultima volta), io ho chiesto di poter andare da lui a Natale e mia madre ha iniziato a urlare che non se ne parlava, che non sarei mai uscita di casa e che sarei rimasta con loro per molti altri anni perché non mi avrebbe concesso di uscire; allora io ho risposto che il giorno stesso dei miei 18 anni me ne sarei andata e non li avrei più neanche chiamati, e ha cominciato a deridermi e ad insultarmi, dicendo che non sopravvivrei e che tornerei sicuramente da loro in pochi giorni.
Io me ne voglio andare, col mio ragazzo abbiamo già organizzato tutto, io sto mettendo soldi da parte e lui lavora già, ma come resisto fino al mio prossimo compleanno?

Lun

24

Ago

2015

HO DUE GENITORI DI MERDA

Sfogo di Avatar di B26B26 | Categoria: Ira

In questo momento non sono arrabbiata, ma sto solo ripensando al mio passato e alla mia storia e mi accorgo di come i miei genitori non lo siano mai stati pienamente. Mia madre impone limiti, su qualunque cosa, è iperprotettiva, ma non per affetto, quanto per paura, credo, che mi faccia una vita vera. Non posso uscire da sola, non posso fare attività che qualunque 16enne farebbe, non sono mai andata a fare un giro con i miei amici e mai a nessuna festa per ragazzi (a quelle che si facevano alle elementari sì). Mi tratta come una bimba, mi ha più volte detto di non fare nulla in casa, di non aiutarla e che quindi deve fare tutto lei. A cinque anni a chiuso me e mia sorella in camera al buio contro la nostra volontà perchè le erano saltati i nervi, noi piangevamo, urlavamo, ma solo quando si era calmata ci ha fatto uscire. Mi urla spesso contro. Quando alcune volte le parlo lei non mi ascolta, perchè le vedo gli occhi vuoti, non partecipa e ogni tanto m'interrompo a metà frase e lei non mi chiede di continuare: non mi sente proprio, ed io ci sto davvero male, perchè non ho motli amici, e neanche parenti con cui confidarmi. Non vi racconto i "traumi", se così si possono chiamare, che ho subito da piccola, con lei che mi umiliava in posti pubblici, che mi sgridava con tutti che mi fissavano. Io non dimenticherò mai quei momenti. Lei non lo sa, perchè per lei tutto passa, ma non si ricorda, non capisce quello che mi porto dentro da tempo... Per lei non posso neanche avere un ragazzo, perchè lei il primo lo ha avuto (si parla degli anni 70) a circa 20 anni, se non mi sbaglio. E se io ne trovassi uno non so nemmeno come farei a dirglielo. 
Mio padre invece è un uomo a cui piace vantarsi di sé, a cui piace screditare le persone ed i loro sogni, è così concretamente duro, mi ha spezzato il cuore più volte e non è mai venuto con me a ricomporlo. Mi ha più volte detto di avere un "cuore di pietra", mi ha accusata di farmi influenzare da mia madre e quindi di non avere un cervello tutto mio, le mie idee, i miei pensieri... ogni tanto si incazza  con me per nulla, soffre d'ansia quindi immaginate cose tipo le partenze per viaggi: sono esperienze allucinanti. Sin da quando ero bambina, quando le mie compagne venivano a casa mia e mia madre (perchè mio padre non partecipava mai, ovviamente) ci portava la merenda e cose simili, loro mi dicevano che avrebbero tanto voluto una madre come la mia ed io, già allora, dicevo loro che non la conoscevano bene, che non vedevano ciò che realmente era senza quella maschera. Non so se mi hanno mai creduto. I miei genitori di merda, insieme, formano una macchina letale. Litigano quasi ogni giorno, mia mamma stuzzica apposta mio padre, perchè lo odia per fatti che io non so bene (o di cui non so la vera versione) perchè accaduti prima della mia nascita, e lui per ogni piccola cos o frase innocente di mia madre si accende. Urlano. Ormai sento grida quotidianamente. Il massimo di calma a casa mia è stato 2 giorni e 1/2. Ho contato. Perchè era un evento così insolito. 

Scusate per la lunghezza, ma avevo bisogno di condividere tutto ciò con qualcuno che mi possa dare dei consigli o semplicemente che mi scriva qualcosa che mi possa dare la forza di continuare, perchè devo stare qui, non ho il fegato per scappare, sono una ragazza ordinata, che ha bisogno di organizzarsi e di sicurezze, non posso partire per l'ignoto. E mi stanno rovinando gli anni che dovrebbero essere i più belli della mia vita. E non è giusto.  

Ven

14

Ago

2015

genitori invadenti

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

ciao a tutti! ragazzi questa volta è proprio seria... premessa: sono figlia unica, da 3 mesi convivo con il mio compagno ed abito a pochi minuti di macchina dai miei genitori.

 Con il mio compagno è tutto bellissimo, ogni cosa davvero! aiuta in casa quando può, è ordinato, rispettoso etc. l'unico motivo per cui stiamo litigando? i miei genitori.

Quando vengono non gli importa se è orario di cena, se sono le 21.00 e potresti essere già in pigiama... a volte non avvisano... insomma come se fosse casa loro, e giustamente il mio compagno che si alza alle 07.00 alle 19 vuole cenare e alle 21 riposarsi stando tranquillo. sia chiaro lui dice ok se vogliono venire avvisano e vengono per le 18 ma io non ho coraggio di dirglielo, non so proprio come dirglielo...

Oppure ci vorrebbero sempre li, siete usciti? perché non siete passati? potevate passare! e oggi non venite? ma cosa fate tutto il giorno a casa da soli? etc.

Ragazzi vi prego, non ho bisogno di insulti ma di consigli seri. come faccio a fargli capire, senza ferirli, che devono mollare la presa? 

Help :-(

grazie

Sab

08

Ago

2015

Non ce la faccio piĆ¹

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Salve, premetto che scrivo qui perché ho molta rabbia in corpo e fatica a controllarla. La questione è che ho 20 anni, sono adulto e vaccinato, costretto a vivere a casa dei genitori. Vorrei vivere per i fatti miei, ma purtroppo la crisi qui da noi è tremenda, non assumono più, ormai anche i tirocini sono un miraggio, quindi non ho modo di muovermi. Ora i miei genitori sono completamente incapaci, stupidi, con un modo di ragionare animalesco. Mio padre era molto violento quando io e i miei due fratelli eravamo piccoli, tanto da creare problemi psicologici a mio fratello maggiore che è stato ricoverato due volte ed è ancora sotto terapia, sebbene in maniera molto più leggera, ora vive una vita abbastanza normale, ma continua ad assumere farmaci per la psiche tre volte al giorno. Ora mio padre si è abbastanza calmato, o meglio cerca di far vedere questo, non ci mette più le mani addosso, visto che siamo cresciuti soprattutto, ma ci rompe le scatole in continuazione. Faccio un esempio: l'altro giorno i miei fratelli sono dovuti andare alle Poste per ritirare gli estratti conto a fini ISEE, quelli del 2014 richiesti dalla legge. Tornato a casa a sera mio padre ha iniziato ad urlare come un pazzo, i miei fratelli hanno provato a spiegargli cosa avevano giustamente fatto, lui ha iniziato ad insultarli dicendo cose tipo che non sanno fare niente (lui usava altre parole) che erano inutili, che andavano a scuola per il c***o ecc. (mio fratello maggiore è all'università, con risultati eccellenti, mio fratello minore si è appena diplomato), alla fine ha lanciato una busta con dei documenti sul viso di mia madre, mio fratello minore ha reagito urlandogli di smetterla e di non permettersi più, il maggiore pure. Io stavo appena salendo le scale e mi sono ritrovato coinvolto in questo casino. Risultato mio fratello maggiore, quello malato, si è chiuso in camera sua e non ha mangiato per 2 giorni ne parlato con nessuno. Mio padre non ha mostrato il minimo segno di pentimento, anzi da la colpa alla reazione dei miei fratelli. Tornando ad ora, si è bevuto due bicchieri di vino, non reggendo l'alcool è praticamente ubriaco e si è messo a fare casino, è entrato nella mia stanza, con la scusa di pulire le finestre  ha tirato la zanzariera e l'ha quasi rotta, ha iniziato a bestemmiare e prendersela con me, perchè non tengo mai spalancate le finestre, gli ho risposto male, lui ha capito, perché ho dovuto alzare molto la voce, e se n'è andato. Ora sono ancora furioso e non riesco a stare calmo. Cosa dovrei fare?

Ven

07

Ago

2015

VI PREGO AIUTATEMI A CAPIRE!!

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Una sera il ragazzo di mia sorella è venuto a cena da noi e poi è rimasto a dormire. Siccome non abbiamo una stanza degli ospiti, lo abbiamo fatto dormire su una brandina nella cameretta dove dormiamo io e mia sorella. Durante il mio dormiveglia sento dei rumori, mi sveglio e mi accorgo che sti due zozzoni stanno SCOPANDO nel letto di mia sorella mentre io dormivo!! Mi sono alzata di scatto e infuriata gli ho urlato "MA CHE CAZZO FATE? ANDATE A FARLE DA UN ALTRA PARTE STE COSE! MA NON VI VERGOGNATE? NON C'AVETE IL MINIMO RISPETTO PER ME! MI FATE SCHIFO!" Il giorno dopo, infuriata come una belva, ho raccontato tutto ai miei genitori, sicura che avrebbero risolto loro, ma mio padre si è incazzato con me. é andato su tutte le furie ed è venuto contro di me perchè io non mi potevo permettere di parlare male del fidanzato di mia sorella. Scoppiata in lacrime, ho cercato in tutti i modi di fargli capire quanto mi fossi sentita umiliata da quello che era successo la notte precedente e soprattutto dal fatto che loro non mi stavano difendendo. Ma niente da fare: i miei genitori mi sono venuti contro entrambi! Io ancora non riesco a crederci che è successo davvero! E non ci posso credere che un padre permetta che un qualsiasi stronzo entri in casa sua e faccia come cazzo gli pare!! Oltre al fatto di aver mancato di rispetto anche ai miei genitori, sto coglione non mi ha neanche chiesto scusa, e tantomeno mia sorella, con la quale ormai non parlo più da mesi. ADESSO vorrei sapere da voi SINCERAMENTE COSA NE PANSATE DI QUESTA STORIA, se sono davvero pazza e esagerata perchè davvero non capisco piu se ho ragione o torto. VI SEMBRA NORMALE CHE UN QUALSIASI COGLIONE ENTRI IN CASA VOSTRA, MANCHI DI RISPETTO A VOSTRA FIGLIA, NON CHIEDA NEMMENO SCUSA E VOSTRO PADRE NON ALZI UN DITO PER DIFENDERVI?? CARI PADRI, VORREI SAPERE SE DAVVERO LI PORTATE STI CAZZO DI PANTALONI O SIETE DIVENTATI RITARDATI?? CREDO CHE PER UNA FIGLIA NON CI SIA NIENTE DI PEGGIO CHE NON SENTIRSI TUTELATA E DIFESA IN CASA PROPRIA E VEDERE LA SUA FAMIGLIA ANDARLE CONTRO E PER DI PIU PER DIFENDERE UN EMERITO CAZZONE! Non mi sento più parte della famiglia. Questa storia mi sta facendo soffrire troppo. Loro continuano ad essere indifferenti nei miei confronti e si comportano come se niente fosse e nessuno cerca di capire le mie ragioni. Che cosa dovrei fare?? Sto pensando di andare via di casa. Come fanno a non rendersi conto che mi stanno facendo del male? Mi sento impotente di fonte a questa situazione e loro stanno perdendo una figlia solo per un qualsiasi fidanzato! I fidanzati vanno e vengono, ma I FIGLI SONO FIGLI !MA DAVVERO SONO IO AD AVERE TORTO? VI PREGO AIUTATEMI A CAPIRE!

 

 

Dom

12

Lug

2015

genitori e soldi

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Mio padre è uno stronzo! La settimana scorsa dovevo fare le analisi del sangue che sono costate 80 euro. Poi sono stata dal dentista e ovviamente ho dovuto pagare anche quello. Ieri vado da lui e gli dico che devo fare una visita medica a fine mese. Si è cominciato a stranire subito "E adesso pure questo?". Mi sono sentita una merda! Ma che cazzo! Mica gli chiedo i soldi per comprarmi borse e scarpe! Qui si parla di salute!! Ma io dico, perchè fa le cose se poi me le fa pesare come se gli chiedessi chi sa che?? Io sono una ragazza semplice, non pretendo niente e non chiedo mai soldi neanche per comprarmi qualcosa per me anche perchè so che a casa non ci sono molti soldi. Però dico che se devo fare una visita medica non me lo puoi far pesare così! Se potessi me lo pagherei da sola ma purtroppo ancora non riesco a trovare lavoro. Vorrei solo dire a voi CARI GENITORI: NON fate i figli se non avete intenzione di fare sacrifici per loro e prendervi cura dei vostri pargoli, che sono sangue del vostro sangue! Allora è meglio che li date in adozione, così se ne prenderà cura qualcun altro, e senza farli sentire un peso!

Lun

06

Lug

2015

Senza Titolo

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

I miei genitori...sono separati, credo. Beh, non proprio. Solo che mio padre dorme in mansarda, mamma nel letto matrimoniale...Non si parlano più...Inoltre ogni occasione é buona per lanciarsi "stoccate" a vicenda, sono stufo di questa situazione, non voglio avere una famiglia a metà. Certe volte mi chiedo perché non potevo nascere in una famiglia normale. Non capiscono che io mi sento male a vivere così? Cioè, mi da fastidio e mi rattrista vederli così. E da quel che sento sembra che non si amino neanche più...

Grazie per aver letto questo mio sfogo, avevo solo bisogno di condividerlo con qualcuno.

Mar

30

Giu

2015

Credo che mia madre abbia un amante

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Sono una ragazza di 15 anni e nella mia famiglia da qualche tempo ho notato che mia madre è molto distante e assente nella mia vita e in quella della mia famgilia, torna a casa 1 ora o più in ritardo dal lavoro, è sempre pessimista, quando c'è io e lei non parliamo mai, non comunichiamo, non mi considera così io viceversa, non gli frega tanto di me e della mia famiglia, pensa solo a se stessa etc.. La cosa che mi ha sconvolto, però, più di tutte è che lei da qualche tempo cancella alcuni messaggi, e non tutti, e questo è strano perchè lei non è un tipo tecnologico e non gli è mai importato di cancellare messaggi, ma poi un giorno ho trovato tra le bozze un messaggio al quanto strano che diceva tipo :'ciao se cosi possiamo dire...la distanza e il tempo non sono a nostro favore...la nostalgia di un addio...per ora addio se così possiamo dire...a presto'. Il messaggio è un po' confuso perchè non me lo ricordo benissimo, ma comunque queste erano alcune frasi che c'erano scritte, e non c'era il mittente... Ora non voglio accusarla di nulla, ma secondo voi cosa dovrei pensare? Lo tradisce o può essere un messagio che madava ad una amica cara?

In effetti la cosa che mi distruggerebbe è mio padre. Lui è sempre stato l'uomo più importante della mia vita, e lo sarà sempre. è il tipo di uomo che pensa sempre prima alla famiglia poi al resto, si da da fare per mandare avanti la famiglia, è il tipo di padre che se anche ci sono dei problemi in famiglia lui farebbe di tutto pur di non farlo pesare hai figli, sempre allegro e sorridente anche se le cose non vanno per il verso giusto, una persona severa ma che ama i propri figli... Mi dispiacerebbe moltissimo per lui perchè è un uomo forte, per cui l'amore è al primo posto... capite no?!

Ma la cosa strana è che tra i miei non ci sono problemi, si amano, gli atti d'affetto non mancano, anche se qualche volta una litigata c'è, ma credo sia normale come in tutte le famiglie... Solo che ieri sera hanno discusso e stamani mio padre riparlava di mia madre con me di ieri sera, e alla fine mi ha detto :' io non c'è la faccio più a vivere con una persona come tua madre, devo prendere una decisione, le cose devono cambiare..'  Io non so che pensare, sono sicura al 100% che non si lasciano o si separino perchè lo so', non sono quei tipi di genitori.. Ma cosa voleva davvero significare quella frase? Vuole prendere davvero una decisione o è solo una frase detta tanto per dire? Mia madre lo tradisce o è solo una mia fissazione?.. 

Grazie per l'attenzione e per i consigli. 

 

Dom

14

Giu

2015

non sopporto i miei

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

non sopporto piu' mia mamma. oggi i miei stavano per uscire, mio papà stava uscendo dalla porta e mia mamma ha fatto tutta l'offesa perchè lui stava gia' uscendo mentre lei non si era ancora messa le scarpe. ha iniziato a dire ''se hai cosi fretta e ti do fastidio non vengo''. io e mio papa' eravamo scioccati, ma ce la fa? porca puttana e' cosi egoista. ok, e' lei che pulisce, fa da mangiare ecc., pero' solo perche' pulisci e fai da mangiare non è che devi fare la vittima in questo modo e fare ste scene da bambina di 5 anni. e' tutto lei e facebook in sto periodo, si sta rincoglionendo. solo che se glielo dici ti risponde ''vado bene solo quando faccio la serva'' ma porca troia che cazzo stai dicendo, se devi pulire come una pazza tutto il giorno è COLPA TUA perche' hai preso TRE CANI e sporcano, solo che ti fa comodo dar la colpa a me e papà, vero? EGOISTA. HO CAPITO CHE FAI SACRIFICI, CHE TI SPACCHI LA SCHIENA, MA NON DEVI FARE LA STRONZA, CAZZO. QUANDO VOGLIAMO AIUTARTI IN CASA DICI CHE NON SAPPIAMO FARE UN CAZZO E CHE LE COSE LE FAI BENE SOLO TU, QUINDI CAZZO PRETENDI? MA VAFFANCULO. PERCHE' NON POSSO AVERE UNA FAMIGLIA NORMALE? UNA DI QUELLE CHE VANNO IN GIRO FELICI TRANQUILLI? NO I MIEI LAVORANO TUTTO IL GIORNO DIO CRISTO VAFFANCULO

Tags: genitori

Gio

11

Giu

2015

Nuovo Medioevo

Sfogo di Avatar di cherotturadicacherotturadica | Categoria: Ira

Questa è la prima volta che scrivo qua sopra quindi..Salve!

Sono arrivata a una situazione nella quale non ce la faccio più. Ormai ho 18 anni. 18 un cazzo. I miei carissimi genitori si sentono ancora in diritto di farmi restare a casa ogni giorno. "Ma come mai vorresti uscire tutti i pomeriggi?" "Che cos è quest'andazzo?"

Allora premettendo che sono l'unica femmina dopo 3 maschi più grandi. Quindi i miei sono un po "anziani" per così dire. 

Ecco per colpa loro sono stata sempre un asociale perchè mi hanno sempre tenuto sotto la campana di vetro, poi appena mi sono iniziata a fare una vita sociale questo non gli è stato bene. Non sia mai esco sia il sabato che la domenica, non sia mai che esco durante la settimana. NON SIA MAI. E' una continua lotta

Dovrebbero baciare a terra con i piedi in aria perchè sono fortunati ad avere una figlia come me (modestia a parte, è vero) non chiedo mai niente. A stento chiedo soldi. A scuola vado normale, media normale. Non bevo, non mi ritiro mai tardi, faccio sempre quello che cazzo vogliono. Ora l'unica cosa che chiedo cioè di uscire, anche con il mio ragazzo (Ebbene si) non va bene. 

Per non parlare del fatto che ho un ragazzo ormai da un anno. Pensano che poi io faccio la sgualdrina in mezzo alla strada così. Che sto con un diavolo che mi tratta male, quando è il ragazzo più bravo che ci sia. Pensano solo alla loro tranquillita "Sta a casa, in camera sua quindi stiamo tranquilli" Ma non pensano a quanto mi stanno facendo stare male. Perchè questa situazione va avanti da sempre. Ma adesso mi sono proprio rotta il cazzo. Non siamo ai tempi loro. Siamo nel 2015. Evoluzione cazzo, evoluzione. 

Tra l'altro pensavo che mia madre stesse dalla mia parte ma invece si è dimostrata uguale a quello là.  

Non so come arrivare a una soluzione, in molti mi hanno consigliato di parlare..Ma conoscendoli la "amata" discussione finirebbe con urli e insulti. Come potrei risolvere questa situazione? 

Ah ci tengo a dire che per un adolescente la casa è come una gabbia per un uccello o per qualunque altro animale, soprattutto quando è estate . Soprattutto quando ti avvicini alla maggiore età. Sese qua altro che indipendenza.

Un ultima cosa: KIVEMMUORT