Tag: genitori

Mar

28

Giu

2016

Genitori/figli

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Salve ho un grave problema familiare. Mio fratello di 25 anni se ne è andato da casa un anno fa. L'anno scorso ha conosciuto una ragazza è questa voleva venire a vivere da noi ma i miei non glielo hanno permesso. Le hanno detto che poteva venire quando voleva ma a vivere no. Allora mio fratello se ne è andato insieme a lei a casa dei miei nonni materni che lo hanno accolto, assecondato e viziato ( e ancora tutt'oggi è così). Oltre ai miei nonni lo hanno appoggiato anche la sorella di mia madre e il marito. Questi ultimi non hanno mai potuto vedere mia madre e soprattutto mia zia è sempre stata gelosa di lei. Così sia lei che i genitori hanno tagliato fuori mia madre mettendo in più contro mio fratello dicendogli che non l'ha mai potuto vedere che pensava solo a fare i servizi e che non ha mai fatto venire a dormire amici a casa. Inoltre hanno detto in giro che mia madre lo ha cacciato di casa per i servizi. Poi mia zia e il marito hanno anche scritto dei commenti offensivi anche su Facebook senza fare però i nomi. Mio fratello non vuole più tornare a casa perché sta troppo bene lì per come lo viziano. Non sa più cos'è l'umiltà e la dignità. Ci odia a morte. Mia nonna non se ne frega di mia madre quanto suo marito infatti hanno sempre assecondato di più l'altra figlia. Cosa possiamo fare per far ritornare mio fratello a casa? 

Gio

16

Giu

2016

Famiglia inutile e "madre" deleteria

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Salve, ho quasi 25 anni e solo adesso mi sono reso conto di aver avuto una "madre" che, non solo non ha mai fatto la madre, ma è stata sempre una depressa esaurita disadattata alla vita. In questi 20 anni ha fatto di tutto per abbassarmi l'autostima in tutto. Sarebbe stato meglio che lei moriva dopo la mia nascita. Con mio fratello, invece, ha sempre fatto piú della madre, sono sempre stati come due fidanzati. Il risultato è che lui oggi è un mammone che non riesce a stare lontano dalla mammina e lei quando parla di lui sembra illuminata. Mio padre che è un asociale di natura. Non c'è mai star nessun tipo di dialogo in quella famiglia. Sono stati tutti inutili, ma soprattutto lei. A lei interessano solo le apparenze con gli altri parenti, ma in realtà di me non gliene importa niente. Qualsiasi cosa faccio, lei spera che mi vada male per screditarmi con gli altri e far risaltare il suo figlio prediletto (che è un fallito con lei). Adesso vivo fuori casa, per questo me ne sono reso conto, altrimenti non sarei mai uscito da quell'incubo. A causa sua non avevo amici, mi faceva vestire da sfigato, stile da sfigato. Pensate che lo Smartphone l'ho avuto a 21 anni. Anche se loro hanno sempre avuto un reddito alto, non mi hanno mai dato un euro. Mi hanno fatto fare una vita di m per 20 anni. Inutile dire che con quella ho chiuso ogni rapporto. Mi urlava in testa facendomi sentire una nullità, un cesso. Da quando ho iniziato a guardarmi allo specchio ho capito che diceva solo stronzate e lo faceva per rovinarmi la vita. Io auguro a quella cosa inutile di fare una dipartita lenta e dolorosa, nient'altro.

 

 

 

Gio

19

Mag

2016

SuperficialitĂ  dilagante

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Ma cazzarola ma vi siete tutti ammattiti?? Cazzo capisco che l'aspetto fisico conti, ma certe persone sono proprio fuori di testa! Con tutti i problemi che abbiamo tutti al giorno d'oggi e tutto il resto, il problema più grave di tutti è se uno ha qualche chilo o in più! E chi é in "super forma" e pesa 35kg per 1.80 m di altezza, sviene se vede una rotondetta come me! non basta che io sia sveglia, intelligente, indipendente, simpatica, dolce e carina con tutti ecc ecc NO! l'unica cosa che la maggior parte delle persone vedono, è che ho qualche chiletto in più! che poi in più de che? di cosa? rispetto a chi? andate tutti al diamine voi che credete che la cosa più importante del mondo sia stare alla perfezione con un vestito (ovvero che ti scenda giu dritto perche a 35kg si è un manichino senza forma!) sono davvero esasperata! che poi diamine non sono obesa (problema che richiede effettivamente una perdita di peso causa salute) porto una cazzo di 44 e ho una quinta di seno, ok, le mie gambe non sono distanti tra loro di un metro e la mia pancia non è super piatta e con addominali e ho i miei bei fiancotti che il mio ragazzo ama tanto pizzicare e mordere, ma cazzo per questo merito di essere messa in croce?? Mio padre dice che devo perdere almeno 35 kg!! e tutto perche la sua compagna, che era obesa quando si sono messi insieme (era proprio obesa, non è un insulto), è dimagrita perdendo un numero spropositato di kg (non ricordo quanti!) e adesso che lei è magra come un aciuga qualcosa è scattato nel cervello di mio padre e mi tartassa ogni volta! che poi manco mi cucinasse insalatine o petti di pollo quando sono da lui...no, lui mi fa piatti di pasta enormi, e altre cose per nulla ipocaloriche per poi dirmi "sei proprio una cicciona, ma quando ti metti a dieta?? dovresti perdere almeno 35kg) idem mia madre, che siccome è alta 1 metro e mezzo e pesa 50kg pensa che io (alta 1.70) dovrei pesare quanto lei...ANDATE TUTTI A FANCULO!!! io a dieta non mi ci metto perchè sto bene con me stessa, mi vedo bella, faccio regolarmente sport per essere bella soda e sono felice di come sono! purtroppo il fatto che io non sia disperata per non avere una 38 non va giù ne ai miei ne a molti altri. che poi perchè?? ma non avete un cazzo da fare o pensare se non alla forma fisica (che secondo i canoi odierni deve rasentare l'anoressia!) MIEI CARI FATEVENE UNA RAGIONE! PESO 76 KG E MI VA BENE COSI! ( e si facendo un rapido calcolo vi accorgerete che mio padre vorrebbe che pesassi 41kg...probabilmente quando mi ha detto che dovrei perdere 35kg non sapeva neanche di che cazzo stesse parlando) io non so perchè alcune persone sono cosi stupide in questo senso..proprio non le riesco a capire...poi però si lamentano che ci sono ragazzine anoressiche qui, giovani donne buimiche di là e tutto quanto..se siete cosi fissati con il "peso forma" mangiatevi un gambo di sedano in tutta una giornata e andate a correre per 20 kg, ma cortesemente non rompete i coglioni ne a me ne ad altri..

Mer

18

Mag

2016

E rieccoci qui, a sfogarci di nuovo

Sfogo di Avatar di UnholyCathedralUnholyCathedral | Categoria: Ira

Ciao a tutti raga. Scusate se è la terza volta che mi sfogo, ma ho perso la pazienza. Come alcuni di voi sapranno, desidero care un tirocinio per diventare fabbro. Molti miei amici, la mia tipa, e anche mio padre e mia sorella sono d'accordo, e vorrebbero vedermi felice. Mia madre e altre mie conoscenze (ossia alcuni parentucoli e altre mie conoscenze) no, perché sono OSSESSIONATI dalla laurea.

Ma ce cazzo oh, ma lo vedi anche te? Che quattro miei cugini si sono laureati in legge e solo uno lavora in uno studio legale (mentre gli altri o sono a casa o lavorano come commessi) e che a stento arrivano a fine mese. Ma niente, va bene così, continuate pure a costringermi a studiare in una facoltà che non mi piace. Ti ricordo che il lavoro lo dovrei scegliere io. E ti ricordo anche che la laurea non si prende per moda, ma per INTERESSE, e soprattutto non ti assicura manco per il cazzo un lavoro fisso. Pace.

Dom

24

Apr

2016

vivere in un clima non sereno

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Ciao a tutti.. sono una ragazza di 26 anni, il mio padre naturale non l'ho mai conosciuto perché appena mia madre é rimasta incinta lui ha preferito andarsene e così il compagno di mia madre ha cercato in qualche modo di sostituirlo. Lavoriamo in un'azienda familiare che i miei ormai gestiscono da un ventennio, io ci lavoro perché dopo la laurea non ho trovato di meglio e perché mi sento un po' in colpa a non aiutarli. Il problema qual é? I miei litigano tutti i giorni da quando sono piccola, urlandosi delle cose orribili, mia madre rinfaccia a lui di averla trattata sempre come una schiava, solo perché farla lavorare e lui si lamenta della vita "sessuale" ormai spenta. In mezzo ci sono io che soffro come un cane, non sono felice della mia vita.. una scarsa autostima inflitta da loro, poche amicizie perché questo lavoro da schifo mi ha portato a perderle e lui non perde tempo x trovare sempre qualcosa che non va su quello che faccio... giuro non ce la faccio più, vorrei  scappare, sparire.. certi genitori si meriterebbero dei figli delinquenti per capire cosa hanno a fianco..

Lun

28

Mar

2016

Siete pessimi

Sfogo di Avatar di GioforchiaGioforchia | Categoria: Ira

Ve l'avevo detto che stavo poco bene, già lo sapete che il primo giorno di mestruazioni per me sono un incubo; lo sapete che sto così male da non riuscire ad alzarmi dal letto, da piangere per il dolore costante e che di rado gli antidolorifici mi aiutano. Siete i miei genitori, vi siete accorti (spero) che è tutto il pomeriggio che sono stesa a letto, ma non vi siete degnati nemmeno una volta di venirmi a chiedere se stessi bene, se avessi bisogno di qualcosa. Nemmeno quando mi avete vista passarvi davanti con le lacrime agli occhi e piegata in due dal dolore per prendere quell'inutile antidolorifico vi siete proposti, almeno, di passarmi l'acqua o di farmi una camomilla.

Vi avevo anche chiesto, per favore, di poter andare a fare una visita ginecologica. Vi avevo chiesto un aiuto, da sola non so come fare.  All'inizio avete fatto finta di interessarvi, poi il nulla assoluto. Come sempre.

Non ho nemmeno parole per descrivervi, siete pessimi.

Tags: genitori

Ven

25

Mar

2016

I miei non vogliono un gatto

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Accidia

I miei genitori non vogliono un gatto. Gli ho dato moltissime argomentazioni, gli ho promesso che me ne sarei preso cura e che avrei contribuito alle spese e mi sono dimostrato responsabile, ma loro continuano a dire "No, non è il momento adatto" e basta. Io ci sto veramente male perché ne ho sempre sognato uno e dato che lo spazio c'é, i soldi ci sono e il tempo anche, non ricevere neanche un'argomentazione sensata mi fa stare male... 

So che un animale che vive in una casa in cui non è apprezzato non vive bene, ma sono sicuro che una volta arrivato starebbe bene: mia mamma ha sempre avuto gatti quando era piccola, mio padre ogni volta che va da qualcuno con un gatto lo coccola per tutto il tempo e mio fratello maggiore ne vorrebbe uno ma anche se non ne avrà mai uno è contento comunque perché più di tanto non gliene frega, quindi secondo me il gatto sarebbe coccolato al punto giusto e si troverebbe bene, ma i miei genitori non vogliono e nonostante io gli abbia elencato i vantaggi di avere un gatto (tipo il fatto che riduce lo stress), gli abbia detto che adottarne uno non costa niente e per mantenerlo è uno degli animali domestici meno costosi, nonostante io gli abbia detto che ci baderò io loro ancora non vogliono e dato che non sono una persona troppo esigente, che vado bene a scuola e che sono abbastanza obbediente vedere che il mio unico desiderio non viene accontentato mi fa soffrire...

So che scrivendolo qui non risolverò niente e che i miei genitori si ostineranno a non adottare un gatto, ma ho bisogno di dire a qualcuno tutto questo e dato che i miei amici non mi prendono sul serio perché o non gli importa o sono abituati ad avere cani e gatti in casa fin da bambini, tanto da non capire neanche quanto siano speciali, lo scrivo qui.

Lun

21

Mar

2016

Non so cosa fare

Sfogo di Avatar di sophxsophx | Categoria: Altro

 

Sono un po in crisi. Anni fa avevo scoperto mio papà che si scriveva im qualche chat per conoscere la gente. Ho visto qualche mail un po così, niente di sconcio, però ad esempio ad una chiedeva di conoscersi e se ci so trovava bene, anche qualcosa di più. Io ero al liceo, non ho mai detto niente, ma ci sono stata male e non sapevo cosa fare ne mi sojo sentita di dire niente a nessuno per non creare casini.... io dico però che I figli non dovrebbero neanche venirle a scoprire le cose dei genitori!!!! Mio padre erroneamente ha avuto una svista e io l'ho scoperto facendo una cosa per lui via mail... Ci sono state altre cose dopo che, essendo diffidente per questo fatto, io ho interprerato male e travisato, e che davvero hanno reso la cosa difficile e pesante per me. Tre mesi fa non ce la facevo più e gli ho parlato. Ho scoperto fortunatamente che molte, poi, sono state incomorensioni mie, e che per fortuna non ha mai tradito la mamma. Però questo messaggio in chat io l'ho letto. Sarà stato un tentantivo di evasione, sicuramente non voleva tradire la mamma, era stata solo uja cosa scritta così, ma mi ha turbato... ora mi è tivenuta in mente e anche se so che è una cosa che non mi riguarda, non so se ritirare fuori l'argomento con lui. Vorrei chiedergli: vero che non ti metterai più sui siti a chattare? E che quando hai scritto ste cose non avevi l'intenzione ma era una cosa fatta cosi pee provare, una stupidata? Boh ragazzi non mangiatemi. So già I commenti "fatti I fatti tuoi" "tu non c'entri" però boh sarà che è un periodo molto intenso sono davvero tanto stanca e stressata. Questa è una cosa fatta e finita arginata nel tempo. Però questa cosa non la so come prendere è come se l'idea che avevo di mio papà fosse stata in qualche modo sporcata.... e questo lo dico perché forse sono stata condizionata dalle incomprensioni che ho avuto e ci sono state dopo....

 

 

Dom

20

Mar

2016

avevo paura che papĂ  tradisse mia mamma

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

 

Fortunatamente non si è rivelato vero... però a pensare che qualche volta si fosse scritto in chat con altra gente dicendo che ci si poteva conoscere e volendo qualcosa di più, non mi è andato giù... ora mi sento sola, io ho scoperto tutte queste cose per sbaglio, e poi ho avuto paura, e me le sono tenute sentro per tanti anni perché non sapevo cosa fare, e avevo avuto paura di cosa sarebbe potuto succedere.... ne abbiamo già parlato e mi ha detto che erano cose fatte giusto così, che ho fatto bene a parlarne e anzi dovevo farlo prima quando l'ho scoperto, ma secondo te per una ragazzina è facile affrontare queste cose da sola????!!!! Io non sapevo comd comportarmi!!!! Ora ci sto tanto male... questa cosa mi ha fatto un po chiudre nei confronti degli altri... in questo momento sono tipo quasi tre giorni xhe non sento quasi nessuno.... mi sento sola e triste.... poco tempo fa in più è morta la nonna, e io non voglio riportare questo prpblema in casa, o meglio, questa mia angoscia, che so che è solo sinonimo di una situazione in cui io non sono al mio posto.... ma non so come uscirne....

 

 

 

 

voglio staccarmi da loro emotivamente, ma in qualche modo è sempre stato un problema per me la loro approvazione... forse perché da piccola spesso sono stata minata in alcune cose,  e mi hanno ferito dentro, essendo molto sensibile..... tipo non fare questo,  non fare quello... se fai così se esci troppo spesso non mi piaci... se non ti vedo studiare non ci va bene.... esci ancora? Sei superficiale, così proprio non mi piaci... sino un po deluso... con mio papà da un certo momento in poi non c'è più stata una comunicazione facile... (quando ero piccola, ed io non ho MAI dato problemi....) hanno sempre trattata come una bambina.... la mia reazione è di arrabbiarmi con loro e poi di chiudermi, a volte, perché è come se no mi dessi il permesso di fregarmene.... a volta ho persino paura di parlare con mio papà di qiesta cosa perché ho paura che mi respinga, o mi dica che non ne voglia parlare e invece io ci sto male e ne ho bisogno.... soprattutto di queste cose che ho scoperto in passato e che abbiamo chiarito una volta....vorrei soltanto dirgli che mi è venuta in mente questa cosa,  e io spero che non lo faccia più.... che non è rispettoso nei nostri confronti, e che io vorrei potermi fidare di lui.. forse sono condizionata un po dal mio passato.....

 

 

mia mamma poi dal punto di vista dell'espressione femminile è sempre un po stata pudica,  e io avevo proprio un rapporto quasi simbiotico con lei, ed ho sempre subito molto I suoi giudizi... quella vestita così è una zoccola ed è volgare... non è fine non va bene... ad una bambina non si mette lo smalto... le scarpe con tacco? No.... il rossetto rosso è volgare... e tutta una serie di cose del genere che mi hanno sempre un po condizionata... mi sentivo come se fossi sempre giudicata, e sotto I riflettori, e io non l'ho mai chiesto.... ma per alcune dinamiche che si sono verificate, mi ci sono messa io.... io sto davvero male e adesso non so cosa fare... non è facile sfuggire a questi meccanismi che ormai sono radicati... e con questa questione che è venuta fuori di mio papà per un sacco di mesi ci ho sofferto,  e non sapevo con xhi parlarne.... l'ho fatto una volta con qualche mio amico, ma I miei amici non sono I miei psicologi e non mi basta... non so sto male... vivo da sola adesso, da poco... finito l'anno tornero a casa perché sto finendo ancora gli studi, ma è difficile gestire tutto.... soprattutto perché mi sonochiusa anche tanto con gli altri... mi autoescludo da sola... non voglio scocciare... dare fastidio.... e mi metto da parte da sola come meccanismo di difesa... ma questo è autosabotaggio,  non mi giova ne mi fa bene....che palle.  

 

Mer

09

Mar

2016

Costretta ad andare al gruppo della chiesa

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Tutto ciò è ridicolo. Non so se ridere o piangere.
Mia madre è super cattolica. La domenica si guarda la messa in tv, dopo ci va, e poi si vede i rosari in tv. (E' razzista e omofoba ma vabbe)  Dal momento che è molto legata alla religione mi ha fatto fare sempre catechismo, ho fatto comunione e cresima. Sono già passati 4 anni da quando ho fatto quest'ultima e conseguentemente ho finito anche il catechismo.. e invece no! Mia madre mi costringe ad andare al gruppo della chiesa di cui ame non me ne frega una beata michia. Per tutti questi anni ho dovuto sopportare  quei musical dove abbiamo cantato le conzoncine della chiesa, fare balletti e andare il pomeriggio in chiesa a fare il nulla più totale e in questo contesto sono impertanti le persone che compongono il gruppo! Non mi cacano prorpio: io sono molto timida con le persone e non riesco ad aprirmi, sarà anche colpa mia , ma comunque non mi parlano perchè si conoscono già tra loro e parlano di cose loro. Sono completamente fuori luogo. 

Il problema è che sono 4 mesi che mi sono scocciata di sottostare a mia madre e non ci sto più andando. 

E ora la catechista ha detto che mi vengono a trovare a casa per convincermi ad andare e mamma ha detto che va bene! E avevano organizzato tutto senza dirmelo, me l'ha fatto sapere mamma a loro insaputa.
Prima non mi cacate e poi venite a rompermi a casa, che cazzo volete dalla mia vita? Non posso fare neanche quello che voglio io! mi sento frustrata al massimo perchèmezzo gruppo ha lasciato doipo la cresima, e solo io non posso perchè ho una madre rompicoglioni che vuole farmi diventare suora tra poco. Io non ci voglio andare più ma a sto punto devo ritornare.  

Devo inventare una scusa sul perchè non andavo più al gruppo, voi potreste darmi qualche consiglio? Per favore aiutatemi perchè di sicuro se non parlo mia madre iniziaerà a sputtanarmi. Cosa potrei dire?